Emanuele Feoli bronzo ai Mondiali di Bangkok

Finisce con un bronzo l’avventura Mondiale di Emanuele Feoli. Il civitavecchiese, di scena a Bangkok nella rassegna iridata WMF di muay thai, è salito sul podio nella categoria dei 67 kg dopo essersi arreso al russo Vladislav Alexander nella sua prima uscita thailandese. Nonostante la sconfitta, Feoli è stato comunque premiato senza dover disputare la sfida per il terzo e quarto posto. (Agg. 20/03 ore 18.22 SEGUE)

IL COMMENTO DEL FIGHTER CIVITAVECCHIESE – «Mi dispiace per non aver potuto combattere il secondo match, ma la formula del torneo prevedeva che salissero nuovamente sul ring solo i due atleti che dovevano contendersi il titolo. Contro il russo ho dominato i primi due round, salvo poi calare nel terzo, probabilmente i giudici lo hanno premiato perché è uscito alla distanza; va comunque detto che ho subìto molte scorrettezze, su tutte un calcio alla testa quando ero a terra e un gancio al mento mentre ero di schiena, colpo che mi ha anche fatto contare. (Agg. 20/03 ore 18.58 SEGUE)

IL FUTURO DI EMANUELE FEOLI RESTA AZZURRO – «Grazie alla buona prestazione – conclude Emanuele Feoli – sono stato confermato con la Nazionale per gli Europei di maggio a Frosinone e questo mi rende molto orgoglioso». (Agg. 20/03 ore 19.26)

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Emanuele Feoli sfida il russo Alexander nei 67 kg

di ALESSIO ALESSI

Emanuele Feoli è pronto per salire sul ring e provare a stupire Bangkok, dove domani farà il suo esordio nel Mondiale WMF di muay thai. 
Il fighter di Civitavecchia combatterà nella categoria dei 67 kg e domani, nel primo match della sua avventura iridata, si troverà di fronte il russo Vladislav Alexander.
«Il mio avversario – ha spiegato Feoli – è più basso di me, muscolarmente dotato e con un’ottima tecnica, è molto forte di braccia ma usa poco gomiti e gambe. La tattica sarà quella di fargli abbassare le mani e colpirlo con i calci. Lui è favorito in quanto thaiboxer, ma posso giocarmela. Entrambi dovremo fare i conti con i 35 gradi e il 90% di umidità presenti. Vengo da tre intensi giorni di preparazione qui in Thailandia – ha concluso il civitavecchiese – e ho una gran voglia di salire sul ring per fare la guerra».

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Emanuele Feoli al Mondiale WMF

Ultimo ritiro con la Nazionale italiana per Emanuele Feoli prima della partenza per Bangkok (Thailandia), dove da martedì sarà impegnato nel Mondiale WMF di muay thai. Il fighter di Civitavecchia  combatterà nella categoria dei 67 kg. (Agg. 07/03 ore 16.15 SEGUE)

IL COMMENTO SUL MATCH DI EMANUELE FEOLI – «Precedentemente – spiega Feoli – ero stato inserito nei 71 kg, ma poi ho avuto un drastico calo di peso e lo staff della Nazionale ha optato per i 67 kg, categoria sucuramente a me più congeniale, visto che ho sempre combattuto a questo peso. Sarò il più anziano della spedizione – continua l’atleta azzurro –  ma a 35 anni ho ancora la voglia di un ragazzo alle prime esperienze e l’ho dimostrato allenandomi tutti i giorni a Roma e Civitavecchia, spesso anche due volte al giorno, tra corsa, colpitori, sacco, nuoto e sparring». (Agg. 07/03 ore 16.48 SEGUE)

LA STRATEGIA DEL FIGHTER CIVITAVECCHIESE – «La strategia per i miei match – conclude il fighter locale – sarà sempre la stessa cioè tenere un’intensità alta di colpi per tutte e tre le riprese, puntare molto sul ritmo intenso e una moltitudine di colpi di gambe che da sempre sono il mio punto di forza. Il trascorso nella kick boxing, e ultimamente nelle mma, mi rende parecchio versatile per poter affrontare sia avversari schermidori che aggressivi». (Agg. 07/03 ore 17.18)

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Emanuele Feoli, missione Mondiale

di ALESSIO ALESSI

Emanuele Feoli pronto per una missione quasi impossibile nella muay thai. Dal 13 al 20 marzo il fighter di Civitavecchia sarà infatti di scena a Bangkok, capitale della Thailandia, al Mondiale Wmf. I match saranno tutti sulla distanza dei tre round da tre minuti.
«Mi stavo preparando per combattere nelle mma – ha spiegato Feoli – ma poi è arrivata questa opportunità e non me la sono voluta far scappare. Ho partecipato alle selezioni della Nazionale Wmf nei 71 kg e alla fine i tecnici hanno deciso di puntare su di me; non mi sono potuto tirare indietro. Nella mia carriera ho combattuto nella kick boxing, nel k1 e nelle mma; tanti potrebbero pensare che sono pazzo a cimentarmi in una disciplina che non è mai stata la mia e forse hanno anche ragione, ma vivo questa chance come un’esperienza da portare con me nel futuro, un bagaglio sportivo da rivendermi. Ovviamente andrò in Thailandia senza alcuna pressione. Si combatte con regolamento orientale, con gomitiere e paratibie, non ho molte speranze di vittoria, ma è un’occasione troppo ghiotta. Sto lavorando sulla potenza dei colpi e sulla mobilità per evitare il clinch e sopperire ad una tecnica di thai sicuramente inferiore rispetto ai miei avversari. Nonostante non parto favorito, salirò sul ring con coraggio e darò tutto. Il 10 marzo – ha concluso il fighter locale – partiremo per Bangkok, intanto mi sto allenando al Gloria Fight Center di Roma con il maestro Lorenzo Borgomeo, alla Kombact Gym e al Temple Center di Frosinone con i coach della Nazionale Federico Conti e Andrea Spaziali; per il 13 sarò pronto. Dopo il Mondiale tornerò in gabbia (nelle mma) il 30 aprile a Firenze».

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###