Un concerto evento per ricordare la fine della prima guerra mondiale

ALLUMIERE – Grande appuntamento estivo per l’associazione ‘‘Amici della Musica’’ di Allumiere. I musicanti collinari, in collaborazione con il Comune e la Regione Lazio daranno vita ad un concerto evento per ricordare la fine della prima guerra mondiale. Il titolo del concerto è ‘’La Grande Guerra’’si terrà giovedì 19 luglio alle ore 21,30 presso il parco del Risanamento di Allumiere. Lo spettacolo vuole rendere con tratti rapidi e netti un disegno complessivo di quella che fu la Prima Guerra Mondiale per i soldati che l’affrontarono in prima persona e, attraverso i loro occhi, portare il nostro sguardo contemporaneo su un evento che segnò le coscienze di milioni d’individui. La parte musicale sarà integrata da una voce narrante che non si identifica con un singolo individuo, bensì racchiude in se una moltitudine di coscienze. Colui che parla non è solo un soldato, che racconta la sua personale esperienza di guerra e le sue vicissitudini private, ma è il Soldato, con tutti i sogni, le paure, l’esaltazione e lo smarrimento che questa condizione porta con se. A dialogare con la voce narrante si inserisce un’altra voce, una sorta di super-io collettivo che spezza la narrazione per aggiungere altri livelli di senso oppure commentare ironicamente la vicenda: la voce della Propaganda, del Genio Militare. La narrazione è integrata dalle più belle e celebri canzoni della grande guerra come ‘’Addio, mia bella addio’’, ‘’Il Testamento del Capitano’’, ‘’O Gorizia tu sei maledetta’’, ‘’La leggenda del Piave’’, ‘’Addio padre e madre Addio’’, ‘’La canzone del Grappa’’, ‘’La Campana di San Giusto’’ e molti altri brani che arricchiscono le singole scene creando un profondo impatto emotivo. L’intero lavoro è strutturato in uno spettacolo musicale -teatrale che vede protagonisti il Complesso Strumentale degli Amici della Musica diretto dal maestro Rossano Cardinali, le due voci narranti interpretate da Enrico Maria Falconi e Stefania Cammilletti e la classe di Canto degli Amici della Musica con le giovani voci di Federica Deiana, Giorgia Regina, Aurora Garofalo, Agnese Morra e Alessandra De Vallis. Il tutto sarà reso ancora più interessante da proiezioni video sulla Grande Guerra, curate da Alfredo Antonacci. Il Concerto sarà introdotto dai poeti locali dell’Associazione Poetica Allumiere con la lettura di toccanti poesie composte per l’occasione: tra sonetti, ottave e rime sciolte  inerenti il tema prenderà corpo la serata. Anche l’associazione Click darà il suo importante apporto alla riuscita dell’evento con l’allestimento della mostra fotografica dedicata alla partecipazione dei nostri soldati alla Grande Guerra.

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Il Santa Marinella batte i primi colpi

Batte i primi colpi il Santa Marinella di Patron Patrizio Gramegna. Nella giornata odierna per la gioia dei tecnici Paolo Di Martino e Stuccilli, sono arrivate le firme dell’attaccante Francesco Bonaventura, proveniente dal Tolfa, dove lo scorso anno ha realizzato 9 reti nel campionato di eccellenza.Il giovane classe 1996 è stato tra l’altro campione d’Italia Under 15 con la Vigor Perconti; Gianmarco Priori portiere classe 2000, anche lui proveniente dal Tolfa e infine tre graditi ritorni per dirigenti e tifosi; hanno infatti firmato alcuni dei protagonisti del vittorioso campionato di 1° categoria di due anni fa , di ritorno dall’esperienza in terra toscana con la maglia del Manciano parliamo di Federico Fanari centrocampista classe 1994, Davide Iacovella centrocampista classe 1987 e il bomber Marco Zimmaro classe 1990. Nei prossimi giorni voci vicine alla società parlando di probabili nuovi arrivi, si parla di un centrocampista d’esperienza e di un difensore che conosce bene la categoria.

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Rifiuti bruciati nella centrale di Civitavecchia

CIVITAVECCHIA – "Emergenza rifiuti, la soluzione che covava sotto la montagna di immondizia che copre Roma diventa ufficiale: il Css, il combustibile solido secondario ottenuto dopo la separazione di vetro, metalli, inerti e organico, verrà bruciato nella centrale Enel di Torrevaldaliga Nord a Civitavecchia e nei cementifici di Colleferro e Guidonia".

Un'altra tegola sul territorio. E secondo Donato Robilotta, segretario regionale di Energie per l'Italia, questa volta la questione è ufficiale. "Era scritto nella delibera di giunta sul fabbisogno, la 199 del 2016, e interventi vari ma ora dalla Pisana arriva la conferma ufficiale – ha spiegato – con una risposta, deposita alla Pisana dall’assessore Valeriani, ad una interrogazione su Lazio Ambiente gli uffici competenti, che hanno preparato il testo, mettono in evidenza il deficit impiantistico nella Regione e sostengono la necessità delle due linee del gassificatore di Malagrotta, autorizzato dalla stessa Regione, per soddisfare le esigenze di Roma Capitale, così come messo in rilievo dal monitoraggio sull’impiantistica effettuato dal Ministero dell’Ambiente nel 2017. Nello stesso documento per evitare la costruzione del quarto impianto, previsto anche dal DPCM del 10 Agosto 2017, e giustificare la chiusura del termovalorizzatore di Colleferro la Regione scrive che non ce ne sarà bisogno perché con l’ammodernamento dei Tmb ci sarà meno produzione di Cdr e maggiore di Css che può essere bruciato in “forni industriali (centrali elettriche, cementifici, altiforni etc..). Lo aveva già detto l’assessore Buschini nella scorsa legislatura, ma ora lo conferma anche il neo assessore Valeriani che l’esigenza della termovalorizzazione può diminuire perché i rifiuti potranno essere smaltiti nella centrale elettrica di Torrevaldaliga (Civitavecchia) e nei cementifici (Colleferro e Guidonia)". (SEGUE)

Intanto Enel Produzione prende posizione in merito alla possibilità che presso l'impianto di Torrevaldaliga Nord a Civitavecchia potrebbe essere bruciato, in futuro, combustibile derivante da rifiuti. “L'azienda smentisce tali voci – spiegano – precisando di non aver mai considerato tale ipotesi e di non aver ricevuto alcuna richiesta al riguardo da parte degli Enti Pubblici titolati in materia di trattamento e gestione dei rifiuti”. (Agg. 12/07 ore 13)

 

 

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Giunta Tidei, ancora nessuna ufficialità

S. MARINELLA – Dunque, si terrà lunedì pomeriggio alle 18, presso la sala Flaminia Odescalchi, il primo consiglio comunale dell’era Tidei. Il primo cittadino, infatti, ha deciso di tenere la seduta pubblica, per procedere alla verifica delle condizioni di candidabilità, eleggibilità e compatibilità dei consiglieri comunali eletti, per eleggere il nuovo presidente del consiglio comunale, quindi il giuramento del sindaco, l’elezione della commissione elettorale comunale ed infine la nomina dei componenti della nuova giunta. Ed è proprio su quest’ultimo punto che in questi ultimi tempi sono circolate moltissime voci in merito. Solitamente, secondo un codice non scritto, il sindaco elegge i cinque assessori in base alla rappresentatività delle liste derivata dalle elezioni comunali, ma non sempre è così perché, come accadde già nel lontano 2006, Pietro Tidei decise di assegnare gli incarichi attraverso valutazioni non propriamente meritorie, derivanti dall’apporto dato dai compagni di cordata nel corso delle votazioni. Circolano quindi tanti nomi nella sede municipale, anche se per il momento non c’è nulla di ufficiale. 
Sembra strano però che Tidei possa procedere alla consegna delle deleghe assessorili senza aver sentito tutte le liste che facevano parte della coalizione di centro sinistra. Secondo quando dicono i bene informati, il primo cittadino ha avuto incontri solo con la lista che esprime il numero più consistente dei consiglieri e cioè il Pd che ha ottenuto quattro rappresentanti in consiglio e, di seguito, la lista civica Tidei Sindaco, che porterà in assise pubblica tre esponenti. Ad oggi, comunque non ha avuto modo di avere un faccia a faccia ufficiale con le altre tre liste e cioè Gli Amici dello sport, Santa Marinella C’è e Santa Marinella bene comune. Ovviamente il malcontento comincia a farsi sentire all’interno della coalizione, soprattutto in quelle liste che non avranno un ruolo esecutivo in giunta. Tra le varie ipotesi si dice che a vice sindaco verrà nominato Andrea Bianchi, anche lui del Pd e che allo stesso partito verranno assegnati due assessorati. Inoltre Tidei dovrebbe nominare presidente del consiglio Roberto Marongiu, fino a pochi mesi fa assessore della giunta Bacheca. Un incarico che non gradiscono i rappresentati di Santa Marinella Bene Comune che dopo aver sottoscritto un accordo con Tidei per avere la carica di vice Sindaco, si vedrebbe privare anche del ruolo di presidente del consiglio. Probabilmente Marongiu non dovrebbe essere l’unico esponente del centro destra a collaborare con la giunta di sinistra. Si fa anche il nome di Emanuele Minghella ex delegato al Bilancio e grande elettore della lista Santa Marinella C’è, che otterrebbe l’incarico di assessore mentre alla rappresentante in consiglio comunale Marina Ferullo la delega allo sport. 
Allora in molti si domandano sui social network, come è possibile privare della delega allo Sport alla lista nata proprio per rappresentare questo settore peraltro giunta terza in graduatoria, per assegnarla ad un esponente esterno alla lista arrivata quarta?. Dunque, i rappresentanti del gruppo degli sportivi che hanno fatto eleggere Tidei, si ritroveranno senza un incarico esecutivo che il sindaco aveva promesso sia prima della campagna elettorale che del ballottaggio.
Gi.Ba.

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Alla biblioteca di Santa Marinella presentazione del libro ''A schema libero''

S. MARINELLA – La biblioteca civica “A. Capotosti” ospiterà venerdì alle 18,30 la  presentazione del libro “A schema  libero” del Collettivo di scrittura “Lou Palanca”, Rubbettino, 2017. Interverrà l’autore Valerio De Nardo. Nel libro si narra dei fatti della più lunga rivolta urbana d’Europa, quella che infiammò Reggio Calabria tra il 1970 e il 1971. A schema libero ripercorre le trame oscure che hanno innervato la storia d’Italia nell’ultimo mezzo secolo. Dopo la strana morte. avvenuta in anni recenti, di una dirigente del Comune di Reggio Calabria, prendono avvio il gioco della memoria di un ex uomo dei servizi e l’inchiesta di una giovane giornalista. Emerge così, sotto una nuova luce, il contesto della rivolta che sancì l’alleanza fra neofascismo, massoneria, ‘ndrangheta, apparati di sicurezza deviati e uomini politici. Ma quando ogni tassello sembra aver trovato l’esatta collocazione, e il grande enigma risolto, le ombre del passato tornano ad allungarsi sul presente in un incalzare di pericolose scoperte, omicidi, fughe, torbidi intrecci e registrazioni scottanti. Alle due voci protagoniste, si aggiunge infine quella dolente e disincantata del professor Dattilo, appassionato di storia locale, cui spetta il compito di tirare le somme.

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Telefonia, attivazione di servizi non richiesti: gestore condannato

Quante volte nel nostro contratto telefonico ritroviamo delle voci mai richieste per contratti mai sottoscritti.
La tecnica � sempre la stessa ed � molto…

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Lo sfogo di Johnny Depp: «Amore e soldi, quel dolore insopportabile»

L’attore si confessa a «Rolling Stone» dopo le voci di malattia. L’addio di Amber Heard, l’alcol, le lacrime

Leggi articolo completo

@code_here@

Scarico del carbone, Enel: "Lavoratori tutelati dalla clausola sociale"

CIVITAVECCHIA – "Con riferimento alle voci circolate negli ultimi giorni in merito alla gara in corso per le attività di scarico carbone dell’impianto di Torrevaldaliga Nord, informiamo di aver previsto l’applicazione della nuova clausola di salvaguardia sociale, che ha lo scopo di preservare, nel rispetto della normativa vigente, l’occupazione del personale che attualmente svolge la propria attività". Lo dichiarano da Enel produzione. "In questo modo, l’azienda intende coniugare il principio di qualità delle gare con quello di responsabilità d’impresa, che da sempre contraddistingue l’impegno dell’azienda sul territorio. Enel Produzione – hanno concluso – ricorda di aver già applicato la clausola di salvaguardia sociale per la gara delle pulizie industriali recentemente aggiudicata proprio a Torrevaldaliga Nord, riscuotendo l’apprezzamento dei lavoratori e delle organizzazioni sindacali".

 

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Sì del consiglio alla nuova Carta dei diritti delle bambine

TOLFA – Il consiglio comunale ha detto sì alla delibera per l’adozione immediata della Nuova Carta dei diritti delle bambine. Lo scorso 7 giugno si è tenuta una seduta del consiglio dove è stato presentato il documento studiato a livello internazionale e nazionale dalla Fidapa, organizzatrice di questa iniziativa la sezione della Fidapa Tolfa. Interessanti le relazioni tenute dagli esperti e toccanti le letture delle allieve, delle elementari e delle medie, dell’IC che dopo aver esposto alcuni loro pensieri hanno letto a turno i 9 articoli della Carta. Le voci delle ragazze hanno commosso la loro dirigente scolastica Laura Somma, intervenuta come pure la referente nazionale Fidapa per la Carta, Fiorella Annibali, seguiti da quello della referente Unicef Roma nord Pina Tarantino, che ricordato l’impegno fin dal dopoguerra dell’Unicef a tutela di tutti i bambini del mondo. Per la Fidapa di Tolfa hanno relazionato la referente per la Carta Marianita Carminelli e la presidente Pamela Pierotti: quest’ultima ha tirato le conclusioni dell’incontro. Presenti al consiglio alcune socie della Fidapa Civitavecchia, la vicepresidente della Fondazione Cariciv Gabriella Sarracco e il deputato Alessandro Battilocchio. La chiusura del pomeriggio è toccata al sindaco Luigi Landi, che subito dopo ha proseguito la seduta con i consiglieri comunali per l’approvazione di altri atti.

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Vecchia-Cpc: la fusione è possibile

Si fanno sempre più insistenti le voci su una possibile fusione tra le due principali squadre citrtadine. Civitavecchia 1920 e Cpc 2005 stanno pensando di unire le forze in vista della prossima stagione. 
Inizialmente i due club avevano smentito questa notizia, ma gli incontri sono stati sempre più frequenti, fin quando le due dirigenze non hanno potuto fare a meno di confermare i rumors che dominavano in città. 
Innanzitutto c’è da sciogliere il nodo che più farebbe storcere la bocca ai sostenitori del Civitavecchia, ovvero quello dei colori sociali e della matricola. Il nuovo club che dovrebbe sorgere manterrà con ogni probabilità il nome Civitavecchia Calcio e i colori nerazzurri. 
Per quanto concerne la Cpc, i rossi potrebbero vendere il loro titolo di Promozione, ricavando così entrate da inserire nella nuova avventura. 
La presidenza della società potrebbe essere affidata a Sergio Presutti, così come già fatto alla Cpc, mentre Ivano Iacomelli dovrebbe continuare a svolgere una funzione come quella di general manager. Sandro Fabietti continuerebbe ad essere il direttore sportivo, mentre Manuele Blasi potrebbe passare dalla panchina alla scrivania con il ruolo di direttore tecnico. Il ruolo di mister, con l’addio di Ugo Fronti ed il cambio di mansione di Blasi, potrebbe essere affidato a Paolo Caputo, voglioso di riscatto dopo l’avventura negativa di Tolfa.

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###