Angelo Sale: ristrutturata la tribuna ospiti

Ultimati i lavori, seppur esigui, della tribuna riservata agli ospiti dello stadio Sale di Ladispoli. Posizionata a fianco della centrale,  realizzata in ferro e rimuovibile, potrà ospitare 140 posti a sedere mentre  il settore potrà contenerli fino a 250.  Tuttavia è un passo in avanti in vista dell’apertura della nuova stagione in programma il 2 settembre
«Da Giugno a Luglio abbiamo vissuto un’emozione bellissima nel partecipare attivamente alla promozione della Us Ladispoli Calcio – spiega il consigliere comunale Giovanni Ardita – dalla categoria Eccellenza alla serie D, le trasferte dell’Abruzzo e del Veneto hanno ridato quel senso di appartenenza ai colori rossoblu, vedendo tanta tanta gente che con passione e amore ha trascinato la squadra di mister Bosco e del presidente Paris ad un traguardo impossibile. Neanche il tempo di festeggiare nella via principale di Ladispoli con caroselli e musica in prossimità del Manhattan, il giorno dopo ci siamo messi a lavorare duro per supportare una società di calcio che ha nel presidente Paris Ladispolano puro amato in città, ci siamo messi a tavolino con il sindaco Grando che con tanto impegno e competenza ha cercato le soluzioni giuste per cercare di sopperire a delle carenze della struttura sia nella sicurezza che nell’andare a completare l’impianto di calcio. Senza tribuna degli ospiti, il campo non era abilitato per giocare in casa, con il rischio di chiedere ospitalità al Cerveteri o al Civitavecchia, qualcuno giustamente ci ha chiesto una struttura cosi nuova e che ha avuto dei costi elevati ha delle carenze strutturali. È un punto di partenza, del resto più di questo ora non si poteva fare. La copertura della tribuna – conclude l’esponente di Fdi – è uno dei prossimi obiettivi per i quali ci stiamo lavorando. È essenziale, sia per l’estate che per l’inverno, essendo lo stadio in una posizione nevralgica a livello climatico».

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Parco Spigarelli:a dicembre iniziano i lavori

CIVITAVECCHIA- Tutto pronto per l’inizio dei lavori di restyling al parco Yuri Spigarelli. La conferenza dei servizi dei giorni scorsi ha dato esito positivo e da dicembre le ruspe saranno protagoniste. Attraverso i famosi accordi di compensazione dovuti alla costruzione della centrale di Tvn, il Pincio incassa quindi un’opera pubblica attesa da anni. «Quello di San Gordiano – afferma l’assessore all’Ambiente Alessandro Manuedda – è il terzo dei cinque interventi di riqualificazione di aree verdi cittadine arrivati alla fase finale. Il progetto prevede la rigenerazione complessiva del casale, che ricordiamo è chiuso da circa 10 anni, per restituirlo al suo ruolo di struttura polifunzionale a servizio del parco, del quartiere e della città. Oltre a ciò sarà prevista un’area giochi attrezzata per bambini, un dog park ed un percorso ginnico composto da 15 stazioni». 
Un restyling, quello del parco Spigarelli, atteso ormai da anni dagli abitanti della città giardino che da molto tempo convivono con sporcizia, ruderi abbandonati e sterpaglie che avvolgono i giochi per i bambini.  Per quanto riguarda l’area verde antistante Palazzo d’Acciaio, il 10 settembre ci saranno invece le consegne delle aree da parte del Comune di Civitavecchia alla ditta selezionata tramite gara da Enel. I lavori partiranno quindi nei giorni subito seguenti. «L’intervento nell’area del Palazzo d’Acciaio è invece più semplice – conclude Manuedda – si tratta di una rigenerazione del manto erboso, con piantumazione di nuove alberature e installazione di nuovi giochi per bambini nel giardino esistente e di una riqualificazione dell’area a monte di Palazzo d’acciaio, per consentire a questo spazio urbano di essere vissuto al meglio dalle famiglie».

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

''Nicosia, l’ambasciatore dei sogni''

SANTA MARINELLA – «Guido Nicosia, l’ambasciatore di sogni». Questa l’iniziativa organizzata dai dirigenti della lista Il Paese che Vorrei, per ricordare uno dei fondatori del gruppo politico scomparso lo scorso anno e che, per molti di loro, è stato un caro amico di cui sentono la mancanza. 
«Il suo contributo intelligente – dicono – è fuori dagli schemi, a volte anche critico, è stato occasione di crescita per il nostro gruppo e, attraverso i suoi libri e le molte iniziative a cui ha preso parte, per tutta la comunità di Santa Marinella, dove Guido ha scelto di stabilirsi con la moglie Sissi dopo aver girato il mondo. Siamo felici di invitarvi alla mostra delle sue opere pittoriche, riflessi pulsanti di una esistenza piena di colori, di ironia, di passione. Il ricavato della vendita delle opere sarà interamente devoluto alla scuola orfanotrofio, Orfelinat Nathaniel di Tulear in Madagascar, luogo in cui Guido ha vissuto e che non ha mai dimenticato. Ringraziamo Sissi per aver organizzato questa bellissima iniziativa».
La decisione di ricordate Nicosia con una mostra rende sicuramente onore ad una figura che oltre al sociale è riuscito ad imporre il suo ruolo anche a livello artistico alla città e ai cittadini di Santa Marinella.

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Arco, il sit-in della 83enne di fronte alla chiesa: «Sì ai migranti, nel mio paese e nella mia casa»

Un’anziana signora trentina, da sola, ha deciso manifestare così il suo spirito da «cristiana»: «Ho vissuto il fascismo, mi ricordo come odio e razzismo si sono insinuati nei cuori»

Leggi articolo completo

@code_here@

Città di Cerveteri: torna Alex Paraschiv

Alex Paraschiv torna al Città di Cerveteri. Etruschi scatenati, e non è finita qui. Il club in settimana dovrebbe ufficializzare altri arrivi, si tratta di elementi di categoria. Il dg Ciampa non fa sconti e punta a completare la formazione con giocatori di valore, tali da essere protagonisti nel campionato di Promozione. «Sono felice – spiega Paraschiv – perché questi colori sono nel mio cuore. Mi considero cerveterano a tutti gli effetti, ho vissuto momenti importanti qui, periodi fantastici. Mi auguro tanto che si ripetano, lo merità la città, una piazza molto calda che non può rimanere in Promozione. Cerveteri a mio avviso ha dei numeri notevoli, però bisogna metterli in atto e non perderci in errori».
Intanto è iniziata la sottoscrizione degli abbonamenti, sono già 20 quelli che in una settimana si sono portati negli uffici dello stadio. Il Cerveteri, insomma, spinge per creare una sinergia con i tifosi, ai quali verrà data la possibilità di avanzare delle idee sotto ogni punto di vista.

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Ricci: ''Ex amministratori ripuliti e condonati''

S. MARINELLA – «Nonostante abbia voluto evitare di far polemiche nel primo consiglio, in quanto avevo espresso chiaramente la mia opinione sui media precedentemente, continuo a considerare il nuovo presidente del consiglio un affiliato alla maggioranza che, per ammissione pubblica dello stesso Tidei, aveva avuto tale poltrona promessa». Questo il commento a caldo del leader del centrodestra Bruno Ricci subito dopo il consiglio comunale che ha scelto Roberto Maringiu come presidente dell’assise pubblica. «Nulla da dire sull’esperienza di Marongiu – continua Ricci – ma siamo sicuri che sia considerata positiva dai cittadini? Non mi era parso esser stato premiato nelle cabine elettorali. E poi sarà anche sicuro che gli elettori che lo hanno votato saranno soddisfatti del suo appoggio al Pd? Certo è che da oggi svolgerà un ruolo istituzionale e di garanzia, ma a chi chiederà il voto alle prossime elezioni, agli elettori della destra, della sinistra o forse solo a quelli che vengono gratificati da una sua poltrona? Un esempio encomiabile di coerenza verso quest’ultima». Ricci poi spazia sul discorso relativo alla nomina di Minghella come assessore. «La vecchia amministrazione – spiega Ricci – a detta di Tidei, è stata responsabile di innumerevoli mancanze e nefandezze, evidenziate in venti minuti di proclami e accuse di mala gestione del bilancio e dei conti e così, subito dopo tale drammatico quadro, arriva la nomina ad assessore di Emanuele Minghella, ex delegato al bilancio dell’ultima amministrazione. Evidentemente il neo sindaco, dopo un accenno all’importanza per la sua amministrazione attuale di accogliere persone con precedenti esperienze, ha ritenuto che Minghella abbia fatto così bene in passato, tanto da premiarlo con un assessorato. Tutto ciò suona strano ed abbastanza ridicolo, considerando anche quanto il sottoscritto abbia vissuto una campagna elettorale costantemente accusato di voler riportare al governo della città  parte della vecchia amministrazione». «Consolatevi cittadini – conclude l’esponente di centrodestra – ci ha pensato Tidei. Non sono però l’unico a chiedersi quanto i suoi candidati, gli eletti e soprattutto gli elettori, apprezzeranno questa situazione a dir poco ibrida dopo mesi di bagarre ed insulti verso gli stessi che ora siedono su quelle poltrone. Si sentiranno davvero soddisfatti ? Con questo quesito e gli sdoganamenti di ex amministratori ripuliti e condonati con faraonica amnistia, mettiamoci al lavoro per la città”.

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Un servizio civile che funziona

CIVITAVECCHIA – La Presidenza del Consiglio dei ministri – Dipartimento della gioventù e del Servizio civile – ha rilasciato il nulla osta a tutti i progetti di Servizio civile universale per 2661 volontari da impiegare nella Regione Lazio. A Civitavecchia, così come l’anno scorso, saranno assunte presso la locale Protezione Civile 4 persone, tramite bando, per una durata di 12 mesi. «Una Protezione Civile che funziona rende un servizio impagabile alla comunità – spiega il sindaco Antonio Cozzolino – e come primo cittadino sono orgoglioso che per il secondo anno consecutivo 4 giovani possano avere la possibilità di vivere un’esperienza tanto gratificante quanto educativa. Ringrazio il coordinatore dell’unità di crisi Valentino Arillo e tutta la sua squadra di volontari per l’ottimo lavoro che svolgono al fianco delle istituzioni con sacrificio e abnegazione, segnale positivo di una cittadinanza attiva, frutto di senso civico e di una vera passione per la Protezione Civile». 
«Un altro risultato per il territorio – afferma Valentino Arillo – che dà continuità a quelli che sono i progetti della Protezione Civile nell’assistenza ai cittadini, nella gestione dei piani di emergenza e informazione alla popolazione. Il fatto che i 4 giovani che hanno lavorato con noi in questo anno abbiano fatto esplicita richiesta di rimanere come volontari all’interno della Protezione Civile ci rende particolarmente orgogliosi: è sintomo che i ragazzi hanno vissuto quest’esperienza con il cuore e vogliono rimanere a far parte di questo splendido gruppo. Un bellissimo segnale per la città». Prossimamente sarà emanato un bando nazionale, che avrà la massima diffusione sia sui canali istituzionali della Protezione Civile che su quelli del Comune di Civitavecchia, a cui gli interessati potranno partecipare indicando la Protezione Civile di Civitavecchia come destinazione gradita per lo svolgimento del servizio civile.

 

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Tarquinia, Fermento: buona la prima per la festa della birra al Lido

TARQUINIA – "Fermento": un nome, una garanzia. La festa della birra – che nello scorso weekend ha vissuto a Tarquinia la sua prima edizione – ha pronosticato già nel titolo, mai tanto azzeccato, l'effetto che ha avuto su Tarquinia Lido.

Nei tre giorni di eventi, infatti, il lungomare tarquiniese ha brulicato di persone come raramente avviene nel corso di un'estate e come, probabilmente, mai si era visto a fine giugno: soprattutto la serata di sabato ha visto davvero tante persone al Lido, testimoniando la riuscita di un'idea che, pur giovanissima, dimostra grandi margini di crescita. Tredici birrifici, dieci concerti distribuiti sui tre giorni, e poi street food e artisti di strada: un'offerta al pubblico ampia ed ambiziosa, premiata dai numeri delle presenze.

Una buona riuscita frutto anche della sinergia messa in piedi tra gli organizzatori, le realtà commerciali del Lido e l'Amministrazione Comunale, in un esempio di evento che ha provato davvero ad allineare tutte le parti in causa per cercare di ottenere il miglior risultato possibile per il Lido. Opportuna, a tal proposito, la collaborazione con lo staff di Sport'n'Roll, che nel venerdì d'apertura ha inaugurato la propria stagione 2018 ed a cui Fermento lascia il testimone per una stagione che prosegua con tanta vivacità e tante presenze.

Certo, come ogni prima edizione ci sono insegnamenti da cogliere e dettagli da migliorare: ma farlo sull'entusiasmo di un evidente successo di pubblico è certamente compito meno gravoso. Ma davvero prezioso è stato il lavoro di tutto lo staff di "Fermento" da Emanuele Tienforti a Mauro Tortella, da Barbara Pierozzi a Giordano Tricamo sino ad Alessandro Passamonti , Roberto Bassi ed Alessandro Emiliozzi. “Fermento” è stato organizzato da EvenSound, N.O.M., Stazione Musica con il patrocinio del Comune di Tarquinia.

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Pontida, nessuno vede Maroni. Ma lui: c’ero, tra i militanti

L’ex governatore è stato dato per assente. ma lui su Twitter scrive: «Oggi è stata una Pontida straordinaria che ho vissuto da orgoglioso militante. Ho ringraziato Salvini per la citazione che ha fatto di me sul palco. Il suo intervento è stato davvero super»

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Festa di pensionamento per Vilma, bidella da 30 anni alla Don Milani de I Terzi

di TONI MORETTI

CERVETERI – Giovedì sera, al Jolly Bar, in quella piazzetta appena magistralmente ripavimentata, all’aperto, si sono date appuntamento una sessantina di persone che hanno festeggiato la collocazione in pensione  di  Vilma, 67enne,  la conosciutissima bidella dell’istituto Don Milani de I Terzi. Wilma, non a torto è considerata una colonna del Don Milani dal momento che i suoi trent’anni di servizio li ha elargiti tutti, sempre a questa scuola. E’ stata  la bidella “chioccia” che ha seguito ben due generazioni di allievi. Oggi dice soddisfatta: «Sono stata anche la bidella dei figli di chi era stato mio allievo ed ho avuto la soddisfazione di vedere insegnare qui, chi ha frequentato questa scuola». Una colonna quindi della Don Milani alla quale viene spontaneo chiederle: Come ha vissuto i trent’anni a contatto con i ragazzi? «E’ stata un’esperienza bellissima. La scuola era la mia vita e penso che continuerà ad esserlo. Vede, sono andata in pensione ma in fondo non volevo andarci. Mi è dispiaciuto rinunciare a quell’ambiente che conoscevo, che ho amato, a quel rapporto con gli insegnanti, coi genitori, ma soprattutto con ragazzi. Tanti ma allo stesso tempo uno, per l’affetto che mi legava ad ognuno di loro e per la ricchezza che mi hanno dato con le loro molteplici diversità sia nel carattere che nel rapporto. Sarà forse per una mia predisposizione, ma per me i ragazzi sono stati prioritari e sempre al centro dei miei interessi».  Cosa pensa di chi viene beccata a maltrattare i ragazzi? Decisa e senza esitazioni la sua risposta: «Penso che non dovrebbero stare a scuola. I ragazzi vanno amati ed io li ho sempre amati. Anche con quelli considerati i più “cattivi”, ho sempre trovato la maniera di saperli prendere ed di calmarli. Ho capito che vanno consolati per tanti dispiaceri che subiscono per atteggiamenti di noi adulti che non sempre capiscono». Ha accompagnato due generazioni, nota differenze di comportamento tra i genitori di una volta e quelli di oggi? «Poche differenze. Ecco c’è da dire che i genitori della generazione precedente erano più propensi ad ascoltare di più il giudizio degli insegnanti specialmente quando questi elargivano punizioni come note e sospensioni. Insomma sgridavano i figli. Quelli di oggi, ma solo alcuni, non tutti, hanno la tendenza a mettere in discussione i provvedimenti degli insegnanti, entrando nel merito delle vicende. Ma ripeto, pochi, non tutti».
Facciamo gli auguri a Vilma, con la certezza che rimarrà sempre una parte della Don Milani ma che la Don Milani rimarrà sempre presente anche in lei.

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###