Spiagge, Pd: "Cancellata l'estate 2018"

CIVITAVECCHIA – "Cancellata l'estate 2018". È l'amara considerazione degli esponenti del Pd Jenny Crisostomi, Marina Pergolesi, Andrea Riga, Enrico Leopardo e Stefano Ballotari, alla luce della notizia che, anche quest'anno, Pirgo, piazza Betlemme e Marina non avranno assistenza bagnanti né servizi di noleggio attrezzature. 

"I geniali amministratori pentastellati, dopo aver fatto un bando a larghi tratti proibitivo per la gestione delle spiagge – hanno sottolineato dal Pd – hanno deciso in autotutela di sciogliere il legame fatto con chi aveva partecipato perchè la Soprintendenza, la vera amministratrice della città, non avrebbe dato il consenso a montare gli stabilimenti. Sarebbe bastato parlarci prima ed insieme stabilire i termini con i quali si poteva costruire, ma non è la prima volta, basta ricordare altri esempi simili come i dehors, il mercato o il Fattori. Una vera mazzata per chi ha investito non pochi soldi fra progetti e polizze ed ora si vede rispondere da Cozzolino e co. con un “non vi vogliamo più”. Niente strutture per i civitavecchiesi e per i turisti che dovranno entrambi automunirsi di lettini ed ombrelloni se vorranno andare al mare al centro in alternativa a luoghi raggiungibili solamente con i mezzi pubblici (ma no il Marangone tratta cancellata) o privati. Ancora più grave niente pulizia (con quale coraggio chi andrebbe in una spiaggia sporca), niente assistenza in mare, il nulla più assoluto. Un'estate cancellata dai 5 Stelle – hanno concluso – speriamo che solamente che sia l'ultima e che dal prossimo anno si possa tornare ad andare al mare al centro città".

 

 

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

''Il sindaco difenda il marchio ‘‘Vera Tolfa’’''

TOLFA – «Tutti uniti, artigiani e cittadini di Tolfa, reclamiamo la paternità del marchio ‘’Vera Tolfa»’. Ad esprimersi così l’artigiano del cuoio di Tolfa Davide Vannicola il quale denuncia che in alcuni punti vendita del comprensorio e alcuni ambulanti vendono borse e altri prodotti in cuoio marcate ‘’Vera Tolfa’’ ma che non sono prodotte nel comune collinare. «Ancora una volta denunciamo – scrive Vannicola in una lettera inviata al sindaco di Tolfa, Luigi Landi – che ciò che fa parte della nostra storia tolfetana viene violata ogni giorno da cialtroni e veri mistificatori che vendono un prodotto non vero ingannando non solo i compratori ma anche Tolfa stessa e noi produttori locali. I clienti che sempre hanno amato la nostra mitica borsa catana l’unica ed originale ora la trovano contraffatta. La nostra borsa che sta facendo il giro del mondo dal lontano 1968 è una borsa intramontabile ormai oggetto cult e quindi chiedo a lei sindaco di spenderci qualche minuto e agire. Continuamente molti clienti ci mandano foto dove si vendono queste borse e oggetti contraffatti per sapere se sono veramente borse originali ed io di continuo devo rispondere che sono fasulle». Vannicola poi spiega: «Chiedo al sindaco di prendere seri provvedimenti come istituzione comunale visto che esiste una delibera dove chiaramente recita che chiunque viola il nome Tolfa, originale borsa Tolfa, catana, ecc. sono perseguibili dalla legge e punibili. Questi prodotti che imitano i nostri manufatti, poi, non sono artigianali e non danno ai clienti garanzia di un prodotto genuino e indistruttibile. Chiedo al primo cittadino di ripristinare la vera paternità di ciò che ci appartiene ed è di nostra proprietà sia a livello culturale che storico: le nostre sono le uniche borse e gli unici manufatti in cuoio che ancora tengono in piedi le origini del nostro artigianato e del nostro paese». 

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

''Punta di Palo, la verità che il Sindaco non dice''

LADISPOLI – Il sindaco Alessandro Grando punta il dito contro il Movimento 5 Stelle per il voto contrario alla revoca del Piano Integrato a Punta di Palo e i grillini replicano. "Il Movimento 5 Stelle non si è prestato a questo giochetto, ha votato no per contrastare il piano casa  (unico che, di fatto sta progredendo ed interessa la società che sta costruendo); ha inoltre indicato  all’amministrazione quali sono i vizi di forma che rendono illegittime le concessioni edilizie del piano casa (assenza di valutazione di incidenza, mancato parere del consorzio di bonifica ed altre). Vedremo nei prossimi mesi se le nostre osservazioni saranno prese in considerazione o se il “grando cambiamento” è, di fatto, come già dimostrato per Piazza Grande un “grando bluff”. Il Movimento 5 Stelle cerca di ripercorre un po' quanto successo, a cominciare da settembre dello scorso anno quando chiesero al primo cittadino e alla maggioranza "di bloccare i lavori a Punta di Palo" con Grando che li "tranquillizzò che tutto sarebbe stato bloccato. Dopo otto mesi ci troviamo a contrastare da soli questa speculazione edilizia, otto mesi in cui l'amministrazione – prosegue il 5 Stelle – ha taciuto. Otto mesi – incalza – in cui sono iniziati materialmente gli scavi, sono stati versati oneri di concessione edilizia. Insomma tutto è stato reso più difficile per poter bloccare i lavori di cementificazione. Secondo un copione già visto il Sindaco, per dirla con il poeta, 'si indigna, si impegna e poi getta la spugna con gran dignità'. Sappiamo benissimo – proseguono ancora i grillini – come andrà a finire, con la società che minaccerà ritorsioni risarcitorie contro il comune (e i cittadini) con il Sindaco che dovrà cedere perché ci costerebbe troppo ed i lavori che riprenderanno a gran velocità in barba a tutto e a tutti. Per “Piazza Grande” è successo così. Come contrastare oggi questa speculazione edilizia? Per assurdo la norma urbanistica ci dava uno strumento: la presenza contemporanea, sull’area di Punta di Palo, di due progetti edificatori, il programma integrato e il piano casa. Nessuno dei due progetti poteva essere portato avanti in presenza dell’altro; le stesse concessioni edificatorie potevano, in presenza del programma integrato, essere dichiarate illegittime ed annullate. Questo è stato ribadito anche dalla Regione in fase di conferenza di servizi ”le concessioni  edilizie potevano essere concesse solo dopo aver ritirato il programma integrato”. Ebbene con il ritiro del programma integrato, sbandierato con arroganza dal Sindaco – aggiungono i 5 Stelle – come un atto di salvaguardia del bosco e dell’ambiente, che ieri nella pantomima del consiglio comunale è stato annullato, si da di fatto il via libera ai lavori del piano casa, rendendo sempre più difficile ostacolare questa vera e 
propria speculazione edilizia. Lo stesso sindaco, nel vano tentativo di farci passare per incompetenti ancora una volta, si è lasciato sfuggire che il piano casa è realtà e non potrà essere fermato….. allora a cosa è servito bloccarlo fino a novembre 2018 se già afferma che procederà? 
Il Movimento 5 Stelle non si è prestato a questo giochetto, ha votato no per contrastare il piano casa (unico che, di fatto sta progredendo ed interessa la società che sta costruendo); ha inoltre indicato all’amministrazione quali sono i vizi di forma che rendono illegittime le concessioni edilizie del piano casa 
(assenza di valutazione di incidenza, mancato parere del consorzio di bonifica ed altre). Vedremo nei prossimi mesi se le nostre osservazioni saranno prese in considerazione o se il “grando cambiamento” è, di fatto, come già dimostrato per Piazza Grande un “grando bluff”.".

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

La città si trasforma in una galleria d’arte

CIVITAVECCHIA – «L’obiettivo di questo progetto è di unire Civitavecchia e il porto, creando una sorta di osmosi». Lo ha detto il manager di rete Rossana Giannarini entrando nel dettaglio del progetto ‘‘Shopping is an art, get inspired’’ della rete d’imprese ‘‘Civitavecchia the shopping port’’. (Agg. 18/06 ore 17,22 SEGUE)

Nei giorni scorsi la notizia dello sblocco dei 100mila euro dalla Regione Lazio, ora la rete d’imprese si rimbocca le maniche perché l’intento è di partire con «entro fine luglio – ha continuato Giannarini – con la mostra diffusa, ovvero con le opere delgi artisti nei negozi, mentre per la fine di ottobre dovremmo avere almeno 8 installazioni ai Portici». L’idea di base del progetto è di abbellire Civitavecchia, un vero e proprio progetto di marketing territoriale a cui ha lavorato la rete d’imprese a stretto contatto con il Comune e con la Cna. «Il nostro intento – ha detto Giannarini – è di far diventare i Portici una vera e propria galleria d’arte con installazioni e future evoluzioni». (Agg. 18/06 ore 18,30 SEGUE)

Una pratica diffusa in altre città del mondo e d’Italia, niente di particolarmente invasivo perché si tratterebbe di installazioni a ‘‘soffitto’’, appese, create da artisti locali e donate al Comune. «Si partirà con la mostra diffusa, con gli artisti che esporranno nei negozi della rete. Esporremo banner, foto e nomi degli artisti – ha evidenziato Giannarini – nel sito inoltre ci sarà una mappa interattiva con itinerari». Insomma l’intento è di guidare il turista tra i negozi della rete in una Civitavecchia che cerca una sua identità, una città che si trasforma in arte, che accoglie i turisti e li accompagna. Nel futuro del progetto c’è anche una card digitale gratuita e scaricabile dal sito per crocieristi, crew e locali per sconti nei negozi convenzionati. (Agg. 18/06 ore 19,13)

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Le strutture ricettive all'aria aperta approdano in Consiglio

LADISPOLI – Aree di sosta camper, campeggi, villaggi turistici e annesse attività accessorie (come il rimessaggio di piccole imbarcazioni). Sono queste le strutture ricettive che si accingono ad ospitare i terreni che vanno da via San Remo sino al confine con le strutture ricettive all'aria aperta storiche. Una vera e propria «svolta epocale» come spiegato dal vicesindaco Pierpaolo Perretta che ha annunciato come questa sera sarà sottoposta all'approvazione del consiglio comunale la Variante urbanistica per pianificare l'area di via Primo Mantovani.

«Dopo 40 anni di immobilismo – ha detto – e mancanza di regole che hanno gettato la città e la sua economia nello stato in cui oggi versa, l'amministrazione è finalmente intervenuta in maniera definitiva sulla zona, assecondandone la sua naturale vocazione turistica». Le attività saranno costituite da strutture temporanee e di facile rimozione. Non è previsto, come sottolineato anche dal vicesindaco, l'uso di cemento.

«Siamo alla fase iniziale di un iter – ha proseguito Perretta – che prevede, prima della sua conclusione, l'espletamento delle procedure di valutazione ambientale e della definitiva approvazione da parte della Regione Lazio». L'auspicio degli amministratori di palazzo Falcone è che l'iter possa concludersi in tempo per la prossima stagione estiva.

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Pompieropoli si conferma un successo

di FEDERICA CONGIU 

CIVITAVECCHIA – Oltre ad essere al servizio dei cittadini e a svolgere uno dei lavori più delicati e apprezzati, per il terzo anno consecutivo, il Comando Provinciale dei Vigili del fuoco di Roma – distaccamento Civitavecchia – ha realizzato la manifestazione ''Pompieropoli''.

"Volevamo cercare di conferire ai bambini nozioni basilari sulla sicurezza attraverso il gioco – hanno dichiarato i vigili del fuoco – la soddisfazione più grande è vedere i loro sorrisi".

I piccoli, una volta presi in consegna da un tutor, si sono trovati ad affrontare un percorso ludico-addestrativo, composto da una parete di arrampicata, un ponte tibetano, ponteggi, una trave di equilibrio, un tunnel, una scala mista ed una pertica. Hanno infine terminato il circuito ancorati ad una fune d'acciaio, che ha permesso loro di percorrere 30 metri di teleferica. In questo terzo anno le date scelte volevo essere omaggio alla memoria di Bonifazi, medaglia d'oro al valore civile. 

La riuscita dell'evento, così come la realizzazione delle strutture utilizzate, sono opera dei vigili liberi dal servizio e senza alcuna retribuzione aggiuntiva. Una vera e propria opera di volontariato.

Presenti oltre alla Croce Rossa Italiana, anche l'Associazione Nazionale Vigili del fuoco di Roma. Si ringrazia inoltre, per aver contribuito alla realizzazione della manifestazione, C.I.L.P., Ferramenta FAS srl, Mario Guerrucci srl, Fondazione carici, Todis, Verbo srl allestimenti eventi, CPR impresa portuale srl e la Compagnia Portuale di Civitavecchia 

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Tidei: "Poletti � una risorsa per la citt�"

CIVITAVECCHIA – Partecipato convegno con molti componenti del Pd che vedono anche una possibile investitura a candidato sindaco nel convegno. Partecipato convegno per “Le opportunità della legge sulla rigenerazione urbana” fortemente voluto e organizzato da Marietta Tidei presso il Forte Michelangelo venerdì pomeriggio.

La consigliera regionale del Pd ha invitato a una tavola rotonda Alessio Gismondi, presidente della Cna, il presidente locale di Unindustria Stefano Cenci, il presidente del comitato interprofessionale Luca Timidei e l’assessore alle politiche abitative e urbanistiche della Regione Lazio Massimiliano Valeriani. Nel corso del convegno sono state presentate le possibilità che la nuova legge dà ai comuni proponendo anche un prospetto della Civitavecchia futuribile. Una sorta di auspicio e una introduzione per il discorso programmatico elettorale del 2019. «Grazie ai tanti professionisti, alle imprese e ai cittadini che sono venuti all’incontro con l’assessore Massimiliano Valeriani sulla rigenerazione urbana. Costruire una città diversa, più bella, vivibile e con una migliore qualità della vita si può. Esistono gli strumenti e le risorse umane e professionali in grado di provarci. Iniziamo a parlarne», ha scritto su facebook la consigliera regionale.

Il convegno, a cui era presente anche l’amministrazione comunale di Civitavecchia, è stato anche l’occasione per testare il momento di tensione interno al Partito democratico. È bastato infatti alla Tidei citare il generale Paolo Poletti – presente in sala –  come “risorsa importante per la città che spero possa lavorare con noi in futuro”, per mettere in allarme gran parte del Pd:  nelle parole della consigliera regionale non pochi hanno infatti letto una vera e propria ‘‘incoronazione’’ in vista delle prossime elezioni amministrative. 
Il  generale Poletti nella sua carriera ha ricoperto importanti incarichi istituzionali, come capo di stato maggiore della Guardia di finanza, fino a vice direttore dell’Agenzia per le informazioni e la sicurezza interna. Tanti i dem che hanno gridato alla fuga in avanti della Tidei  in vista delle comunali 2019, anche se proprio lei si è mostrata meravigliata da tanto clamore, limitandosi a dire di avere ‘‘soltanto’’ salutato un amico presente in sala. Primarie sempre più probabili a questo punto, visto il clima di tensione tra le diverse componenti del Pd e con Luciani e Onda Popolare che potrebbero essere pronti a schierarsi con una delle parti dem o a scendere in campo direttamente. Le grandi manovre sono iniziate. 

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Centumcellae, Under 20 numero uno nel Lazio

La categoria Under 20 della Centumcellae nella piscina del Foro Italico si laurea campione regionale battendo per 9 a 8 i l’Anguillara nuoto dopo i tiri di rigore. Con questo trofeo in bacheca, conquistato venerdì, il sodalizio civitavecchiese è per il terzo anno consecutivo campione regionale in questa categoria. (Agg. 16/06 ore 18,40 SEGUE) 

Dopo una partita al cardiopalma sono i tiri di rigore a decidere la vittoria del Centumcellae con il portierone Mattia De Negri che neutralizza 4 dei 5 tiri dai cinque metri regalando ancora una volta una bellissima soddisfazione ai biancorossi di Civitavecchia. (Agg. 16/06 ore 19,20 SEGUE)

Il commento del tecnico della Asd Centumcellae pallanuoto Stefano Olimpieri: «Faccio loro i miei migliori complimenti hanno dimostrato di essere una vera squadra lottando sempre insieme per tutta la stagione e sacrificandosi l’uno per l’altro cosi come ci insegna il nostro sport, spero che alcuni di loro – ha concluso Olimpieri – mi diano una mano anche per il finale di stagione con la serie C dove abbiamo tutte le carte in regola per mantenere la categoria». (Agg. 16/06 ore 20,43)

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Alessandro Bisozzi presenta il libro su Aldo Spoldi

Una vena creativa e una passione per la nobile arte che non hanno confini. Dopo la pubblicazione di Vittorio Tamagnini – l’Uragano di Amsterdam, I Campioni – Le origini del pugilato civitavecchiese, Carlo Orlandi – El negher di Porta Romana, arriva fulmineo come un montante alla punta del mento il quarto libro di Alessandro Bisozzi, naturalmente sempre dedicato al pugilato. 
Domenica alle 19 presso il Gran Caffè l’autore civitavecchiese presenta “Kid Dynamite – Aldo Spoldi: storia vera di una leggenda della boxe”. L’organizzazione è curata dall’associazione culturale Book Faces.

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Si rinnova la flotta dei rimorchiatori

CIVITAVECCHIA – Una vera e propria festa, tra giochi d’acqua, musica e piroette del mezzo, accolto dagli applausi dei presenti. Un ingresso in grande stile nelle acque portuali, quello di ieri sera, per Laziale, entrato a far parte della flotta dei Rimorchiatori Laziali spa.

“Per noi oggi è una giornata assolutamente da festeggiare – ha commentato Alessandro Russo, amministratore delegato della società che oggi conta circa 70 unità lavorative – un investimento importante per noi, in termini di sicurezza e di rispetto dell’ambiente”. Laziale infatti, grazie alle sue caratteristiche tecniche, potente ma dalle dimensioni compatte, garantisce una maggiore manovrabilità, potendo operare in spazi ristretti, con prontezza, rapidità ed efficienza anche in condizioni di emergenza, come spesso può accadere in porto. Grazie poi alla collaborazione con l’Adsp e, in particolare, con Port Utilities, la rete elettrica portuale è stata adeguata in modo tale da consentire alla flotta di rimorchiatori di connettersi direttamente alla rete elettrica portuale, minimizzando emissioni di gas di scarico ed inquinamento acustico durante le fasi di stand-by operativo all’ormeggio. “Un aspetto questo importante – ha commentato il presidente di Molo Vespucci Francesco Maria di Majo – che segue la strada tracciata dal nostro ente è che va verso un sempre maggiore efficientamento energetico”.

Laziale, uscito dai cantieri Sanmar Shipyard di Tuzla (Istanbul), entra far parte della flotta composta oggi da sei rimorchiatori, oltre alle bettoline. Va a sostituire un altro mezzo, andato in pensione, così come farà il prossimo rimorchiatore che arriverà entro la fine dell’anno. Per il gruppo Cafimar, da decenni presente in porto con la sua partecipata Rimorchiatori Laziali S.p.A., si tratta di un investimento complessivo di oltre 10 milioni di euro, segno evidente della volontà di mantenere saldo il legame con Civitavecchia, affrontando al meglio le nuove sfide, “ispirando sempre maggiore fiducia – ha aggiunto Russo – nei clienti e in tutti gli operatori portuali”.

Dopo il cambio di bandiera e la benedizione del vescovo, monsignor Luigi Marrucci, alla presenza delle autorità civili e militari, tra cui il vicecomandante generale del corpo delle Capitanerie di porto Antonio Basile, esponenti politici e rappresentanti del cluster marittimo, il rimorchiatore Laziale ha iniziato ufficialmente il suo lavoro. “Mezzi avanzati come questo – ha concluso il direttore marittimo del Lazio Vincenzo Leone – sono necessari in porto: siamo fieri di poter contare su una flotta così efficiente”.

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###