Cestistica sul parquet del Sora 2000

Dopo la bella vittoria sulla Fortitudo Roma, la Stemar 90  è di scena alle 18 sul parquet del Sora 2000; le due formazioni giocheranno per la dodicesima giornata del campionato di serie C Gold maschile.
 Un successo, quello maturato domenica scorsa al PalaRiccucci in concomitanza dei 70 anni di attività della Cestistica Civitavecchia, che ha ridato fiducia alla formazione di coach Lorenzo Cecchini, rilanciando la stessa in classifica a quota 10 con una gara da recuperare, a soli 2 punti dall’ottava piazza che vale i playoff.
Ora serve un’altra affermazione per chiudere l’anno nel migliore dei modi.
La missione non è certo impossibile, visto che Sora con le sue quattro vittorie su undici match disputati non sembra essere un team irresistibile.
 

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Grande successo per il 1° Memorial Enzo Feoli

Grande successo per il primo Memorial Enzo Feoli, gara di nuoto andata in scena domenica scorsa al PalaGalli di Civitavecchia. «Risale alla notte dei tempi – afferma il vice presidente della Snc Simone Feoli – l’ultima gara di nuoto in vasca organizzata da questa società, ma questo team ha già dimostrato il proprio valore nel mettere in piedi manifestazioni a mare e ha svolto in maniera sublime anche l’organizzazione di questa prima gara in vasca».
Il primo Memorial Enzo Feoli al suo esordio si è visto già inserito nel prestigioso circuito Brunelleschi, iniziato due settimane fà con le gare all’Olgiata e in chiusura fra due settimane ad Ostia nel Brunelleschi.
Le gare iniziate alle 9.30 hanno avuto una cadenza continua con la sola interruzione per il pranzo fino ad arrivare alle 17. Più di 500 presenze hanno onorato la manifestazione che seppur esordiente ha richiamato alcuni tra i migliori atleti a livello nazionale tra i quali gli atleti di casa Michela D’Amico e Maurizio Valiserra che si sono ben comportati nelle rispettive gare vincendole. Purtroppo dei molti iscritti Master Snc solo altri due hanno partecipato alla manifestazione: Andrea Costa e Nicola Di Fatta, anch’essi vincitori nelle rispettive categorie. La Empire Sport & Resort s’è aggiudicata il trofeo con più di 55.000 punti seguita dalla Roma Nuoto Master e dal Flaminio Sporting Club; la Snc Civitavecchia, scarna di atleti seppur vincenti, riesce a totalizzate poco più di 5957 punti che con soli 4 atleti le vale il 17esimo posto in classifica su più di 30 società in gara.
«Voglio ringraziare – afferma Simone Feoli con un filo di commozione – il team organizzativo composto oltre che dal sottoscritto, anche da Michela D’Amico, Federica Feoli e Marcello Jacopucci, lo staff con Filippo Stocchi e Tommaso Mezzo, Luca Leccamuffi, Alessio Jacopucci, Giuseppina Corati, Gabriella Angelici, Alessia D’Amico, Elisa Caprari e Sergio D’Amico, Eleonora Di Marco e la piccola Viola e lo staff del Bar. Un grazie particolare a Roberto Migliori responsabile del settore Master Fin e del presidente dell’Europa Sporting Club Cinzia Farina, l’amico Stefano Brunelleschi, nonchè la sezione cronometristi Civitavecchia capitanati da Giuseppe Gavita. Tutte queste persone, col loro impegno e capacità, hanno dato prestigio ad una manifestazione nel ricordo di mio padre, che sono sicuro, da uomo di sport sarebbe stato orgoglioso e soddisfatto».

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Giù il cappello Corneto Tarquinia: sconfitta la Csl e vetta in solitaria

Finisce 5-0 il derby tra la Cpc2005 e il Santa Marinella, dopo una gara mai in dubbio per i padroni di casa. Gli ospiti reggono bene per sessanta minuti, poi però, dopo un rigore dubbio subito quando il risultato era per 1 a 0 per i portuali, sono letteralmente naufragati. Due sono gli ex tra le fila del Santa Marinella dei tempi dell’Eccellenza, il centrocampista Puca e l’esterno difensivo Capoccia. Per Caputo la soluzione allo squalificato Treccarichi è Esposito al fianco di Bevilacqua. Regge bene il fortino allestito da Morelli nei primi quindici minuti, ordinato il Santa Marinella frena le progressioni in verticale dei portuali. Al 16’ però i locali passano in vantaggio. Cross vellutato di Ruggiero per Tabarini che, di testa insacca sul palo sinistro. È un’altra gara ora, la Cpc2005 è pericolosa ad ogni affondo e Ruggiero quando punta l’avversario è incontenibile. Al 28’ Funari va al tiro ma Sanfilippo si supera nel respingere. Il Santa Marinella vacilla, il 2 a 0 sembra nell’aria. Sanfilippo nega il raddoppio al 42’ su tiro di Ruggiero, e si va a riposo poco dopo. Nella ripresa il Santa Marinella entra in campo con il piglio giusto, i portuali non offrono spunti ma troppe volte i tirrenici arrivano dalle parti di Pancotto. Nel momento di maggiore sforzo degli ospiti, però, la CPC2005 raddoppia. Feuli viene contrato in area da un avversario e tra le proteste dei tirrenici l’arbitro concede il rigore che Tabarini trasforma. Il Santa Marinella regge il campo dignitosamente anche se non impensierisce Pancotto, ma è stanca e nel giro di due minuti tracolla altre due volte. Prima Tabarini e subito dopo Lancioni portano la roja sul quattro a zero. Si attende il fischio finale, anche se la Cpc prima della fine serve la cinquina. Serpentina di Delogu che serve Loiseaux solo davanti a Sanfilippo, non sbaglia il tap-in che vale il cinque a zero. La Csl Soccer incassa la prima sconfitta tra le mura amiche del Gagliardini. Al Dlf il Corneto Tarquinia del tecnico Stefano Del Canuto asfalta per 3-0 i rossoblù di Daniele Fracassa. Un risultato giusto e meritato per i tarquiniesi, che nel primo tempo passano in vantaggio grazie al colpo di testa di Catracchia, per poi replicare poco dopo con il classe ‘99 Petroselli, uno dei migliori Under oltre a Forieri e Loi che hanno sfornato una prestazione eccezionale. Nella ripresa la Csl prova a reagire cercando di rientrare in partita, ma nel momento migliore dei locali, inizia il Iacomini show che para l’incredibile, negando la gioia a Peveri, Gaeta e Saraceno. Poco dopo gli ospiti chiudono il conto con un altro pregiato fuori quota che porta il nome di Massaini. Al triplice fischio esulta il Corneto Tarquinia che conquista la vetta in solitaria. «Risultato senza appello – ammette il tecnico civitavecchiese Daniele Fracassa – peccato perché abbiamo concesso la rete del vantaggio di Catracchia su una disattenzione. Il raddoppio ci ha tagliato le gambe. Potevamo rientrare in partita con l’ex Gaeta, Iacomini ha fatto due parate su Peveri impressionanti. Le giocate dei singoli hanno fatto la differenza e la Corneto ha dei giocatori straordinari. Complimenti a Del Canuto ed ai suoi, ripetere l’impresa come contro la Cpc non ci è riuscita». Il Città di Cerveteri esce sconfitto per 2 a 0 dalla trasferta ad Acquapendente, che torna al successo che gli mancava da un mese. Lo fa con una prestazione di carattere al cospetto di un Città di Cerveteri che ha confermato i problemi emersi nel recupero di mercoledì col Pian Due Torri. Una doppietta di Verri tra primo e secondo tempo fa pendere l’ago della bilancia verso gli aquesiani che hanno meritato i tre punti anche sul piano del gioco nonostante le assenze di Nuccioni ed Avola. Ottimo il debutto di Bellacima che non ha reso vita facile a due brutti clienti come Di Fiandra e Teti poi uscito per infortunio Le sconfitte con il Montefiascone e la Polisportiva Cimini assieme al punticino insapore con il Canale Monterano vanno in archivio. «È un giorno che ci penso – dice mister Zeoli  – una squadra che dopo le ottime prestazioni con Csl e Cpc ne fa due inguardabili contro Pian Due Torri ed Acquapendente, mi lasciano perplesso. Le assenze di Roscioli, Castelletti, Paraschiv e Bacchi non possono essere una giustificazione. Queste non deve essere un alibi». L’Atletico Ladispoli subisce una nuova sconfitta casalinga, questa volta contro un ottimo Montefiascone che fa suo lo scontro salvezza. Renzi e Davidenkos ad inizio e fine della prima frazione sono gli autori dei due gol. Brachino completa il blitz nella ripresa. La squadra di Centaro infila il quarto risultato utile consecutivo. Il Tolfa batte in casa per due a zero con gol di Galli e Trincia il Duepigreco Roma e balza al sesto posto in classifica.

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Il Ladispoli s’arrende in Ciociaria: il Cassino fa 3-0

 Il Ladispoli torna dalla trasferta in Ciociaria con una sconfitta che brucia, al termine di una brutta prestazione che, forse anche con un pizzico di attenzione in più, probabilmente avrebbe anche potuto condurre ad un pareggio. La prima occasione della partita coincide con un penalty per un presunto tocco di mano di Zucchi. Vibranti e veementi le rimostranze dei ragazzi rossoblu, ma Rinaldi è irremovibile. Dal dischetto si porta Marcheggiani, che di destro supera un Alessio Salvato arrivato davvero ad un soffio dal respingere anche questo rigore dopo quelli parati in precedenza durante la stagione. La squadra tirrenica si fa pericolosa dalle parti di Palombo soltanto al 26’, con l’incursione offensiva di Cardella, giunto a tu per tu con il portiere cassinate e respinta con ottimi riflessi proprio dal diciannovenne estremo difensore dei padroni di casa. Passano appena cinque giri di lancette e il Cassino beneficia del secondo tiro franco del match: questa volta il fallo di mano è evidente da parte di Mastrodonato, sugli sviluppi di un cross tentato da Tomassi. Anche in questo caso dagli undici metri si porta Marcheggiani, che questa volta sceglie di battere il portiere con il cucchiaio, portiere da una parte e pallone dall’altra. I ragazzi di Bosco provano una timida reazione, andando al tiro con Bertino prima e Zucchi successivamente, ma i due tentativi non sortiscono gli effetti sperati. La ripresa non presenta grandi occasioni da rete se non il 3-0 del Cassino con la rete di Prisco, che vale il definitivo 3-0.

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Aerei: 4,6 miliardi di passeggeri nel 2019, raddoppiati in 10 anni

Le previsioni della Iata sul trasporto aereo. La tariffa media andata e ritorno scende a 286 euro: -61% rispetto al 1998. Ma il settore vale l’1% del Pil mondiale

Leggi articolo completo

@code_here@

Cpc, l’Under 17 vince e conquista la vetta

Finisce 4-3 per i romani del Tanas il big match della decima giornata contro i pari età dell’Under 19 regionale. Prima contro seconda che non ha deluso le aspettative. 
I portuali vanno avanti due volte nel giro di venti minuti, in entrambe le occasioni è Memmoli a capitalizzare la mole di gioco dei portuali. 
La prima con un pallonetto a scavalcare Migliorini,   e la seconda in tap-in sugli sviluppi di un corner. Riviene poi fuori il Tanas e prima dimezza con Fecchi, e quasi allo scadere con Forzia agguanta il pari. 
La Cpc2005 recrimina  in entrambe le occasioni per due presunti falli, il direttore Ventura però non ha dubbi e concede le reti. Si va a riposo sul due a due. Secondino deve cambiare China e Sansolini, per loro affaticamento muscolare, e non sarà più la stessa cosa da li in avanti. 
Pronti e via e Memmoli, scatenato quest’oggi, al terzo comunque riporta avanti i portuali. Lo fa direttamente da calcio di punizione, pennellando la sfera che risulta impossibile da respingere per Migliorini. 
La capolista Tanas non ci sta e al 10’ pareggia, Ricci sotto porta riprende un mezzo miracolo di Di Marco, abile sugli sviluppi di un calcio da fermo, e fa tre a tre tra le proteste dei portuali per un presunto fuorigioco. Memmoli ha la palla del 4 a 3 due minuti dopo, è abile Migliorini a respingere. Esce anche Fattori intorno al 20’, anche per lui un affaticamento muscolare. 
Il Tanas cerca la vittoria e al 37’ la Cpc2005 deve inchinarsi ancora, è  Forzia a beffare Di Marco. Finisce in pratica qui la gara.
Scontro tra i titani del girone, e non è un caso che a spunatrla è la squadra che è stata capace di vincerne nove su dieci fino ad oggi. La Cpc2005 recrimina per qualche decisione arbitrale, ci sta anche questo nel calcio, ma ne esce conscia delle sue possibilità in chiave playoff.
L’Under 17 regionale  di Di Pietro espugna Fiumicino, pareggia il Petriana in casa del Vescovio, e ritrova in concomitanza della squadra romana la vetta. Finisce 3-1 contro il Fiumicino1926, dopo aver portato a casa una partita dalle mille difficoltà. Domenica scontro diretto con il Petriana, li servirà la stessa Cpc2005 di domenica. 
Grande l’apporto dei 2003 in questa giornata, tra cui bomber Amato che apre le marcature. Finale di gara in inferiorità numerica che non frena, comunque, il cammino dei giovani portuali. Dimenticata in fretta la sconfitta di domenica con l’Etruria, e ora, si spera, che sarà un’altra storia.
La Cpc2005 dopo neanche cinque minuti è già avanti. 
Dalla Ragione mette nel mezzo un buon cross, il portiere avversario non trattiene, e  Amato è li a insaccare il gol che vale il vantaggio. Neanche il tempo di centrare la sfera che  Di Iorio serve il pareggio per la sua squadra. Gara vibrante, uno a uno. 
La CPC2005 non si demoralizza e continua a giocare cercando il gol che varrebbe il vantaggio, anche se è Formisano a togliere le castagne dal fuoco intorno al 25 ai suoi, andando ad opporsi a un tiro avversario. Al 30’ la spinta della CPC2005 è premiata,   tiro di Grossi in girata e CPC2005 in vantaggio.  Si va a riposo cosi, portuali avanti di una lunghezza. 
Ripresa sulla falsa riga della prima, entrambi cercano il gol giocando a viso aperto. La CPC2005 al decimo deve ancora ringraziare Formisano che si oppone, da far suo, al tiro scagliato da  Olivi. 
La CPC2005 rimane in dieci  al 15’,  espulsione di D’Angelo per proteste, ma è in partita come non mai. Il Fiumicino cerca di far la voce grossa in superiorità numerica  ma la CPC2005 non addietra, anzi  con Zerilli, che raccoglie l’assist superbo di Grossi,   triplica e chiude la gara. Il Fiumicino spinge nel finale alla ricerca del gol che riaprirebbe la gara, ma è tardi. Tre punti d’oro che valgono la testa della classifica, il resto domenica al Tamagnini quando di fronte avranno proprio il Petriana.
Finisce 8-1 la gara di sabato al Tamagnini degli Under16 provinciale di Colapietro sull’Eretum Monterotondo. Risultato per gli annali ma non per i tre punti, visto che l’Eretum gareggia in questo campionato fuori classifica. In rete con una doppietta ciascuno Saladini, Fusco e Galimberti, a chiudere il parziale Amato e Sammartini per i rosso portuali.
L’Under 15 provinciale di Midei sono corsari a Cerveteri, per loro 3-1 il punteggio finale sui pari età del Città di Cerveteri. Vince anche l’Astrea e la vetta rimane a tre punti. In rete Chessa, Spadone e Mura.

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Made in Italy agroalimentare, il senatore Battistoni (FI): "Il Senato ha dato prova di compattezza sul tema"

VITERBO – “Oggi ho avuto l'onore di parlare a nome dell'intero gruppo di Forza Italia in Senato nella dichiarazione di voto per l’importantissimo ordine del giorno sulla difesa del made in Italy agroalimentare. Un atto che ha visto un fronte unitario e comune di tutti i partiti politici contro quelle organizzazioni e quelle Nazioni che stanno mettendo sotto attacco il nostro regime alimentare e la nostra dieta mediterranea". Così in una nota il senatore di Forza Italia Francesco Battistoni. "Ho ricordato ai colleghi senatori – afferma l'azzurro viterbese – che nel 2010 l'Italia ha ottenuto un importante riconoscimento dall'Unesco, che ha definito la dieta mediterranea patrimonio culturale immateriale. A tal proposito vale la pena ricordare le prime righe di questo importante traguardo: "la dieta mediterranea … rappresenta all'insieme delle pratiche, delle rappresentazioni, delle espressioni, delle conoscenze, delle abilità, dei saperi e degli spazi culturali con i quali le popolazioni del Mediterraneo hanno creato e ricreato nel corso dei secoli una sintesi tra l'ambiente culturale, l'organizzazione sociale, l'universo mitico e religioso intorno al mangiare".

"Oggi il senato ha dato una prova di compattezza su questo tema – conclude Battistoni –  e questo ordine del giorno impegna il governo a promuovere campagne per incoraggiare regimi alimentari equilibrati in Italia e posso garantire il grande impegno e la battaglia che metteremo in campo per difendere la nostra storia, la nostra identità nazionale che è palesemente sotto attacco da quel processo di imitazione che prende il nome di Italian Sounding.”

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Cestistica: venti tra tecnici e dirigenti abilitati al primo soccorso

Grazie al fondamentale contributo di Enel, anche quest’anno tutti i tecnici e gli operatori che si trovano all’interno del PalaRiccucci hanno ottenuto la certificazione Blsd per il primo soccorso attraverso il corso condotto dal Comitato Locale della Croce Rossa Italiana. Al momento sono venti i tecnici e i dirigenti della Cestistica Civitavecchia abilitati al primo soccorso. Vale la pena di ricordare che, sempre grazie al contributo di Enel, la Cestistica Civitavecchia è all’avanguardia per quanto attiene la salute e la sicurezza all’interno della sua palestra. È stata la prima ad avere a disposizione un defibrillatore e a formare tutti i suoi tecnici per assicurarne il corretto uso in caso malaugurato di emergenza. È inoltre l’unica società del campionato di serie C Gold che ha un’ambulanza della CRI in palestra con medico e operatori durante le partite interne della prima squadra. Non solo, sempre grazie alla vicinanza e alla sensibilità di Enel, conduce per tutto l’anno un lavoro a tutela della salute dei suoi ragazzi che vengono seguiti e valutati da un laureato in scienze motorie per mettere eventualmente in evidenza eventuali anomalie posturali e non solo. Non c’è, quindi, solo l’aspetto tenico o agonistico dietro l’attività di una società sportiva dilettantistica. Altrettanto importante è la tutela della salute dei ragazzi che frequentano la palestra.

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Cpc, goleada pazzesca dell’Under 19

Il bilancio degli Allievi è di un pareggio e una sconfitta. Pesante quella degli Under17 che oltre all’incontro perdono anche la testa della classifica. Di prestigio quello degli Under16 che impattano in casa della capolista per tre a tre, ma partiamo con ordine. L’Under16 provinciale diretta da Colapietro ottengono un buon punto in casa della capolista Aranova. Lo fanno con una rosa martoriata dagli infortuni, tra i tanti Scarabotti Fusco  e Dionisi, dopo un’autentica prova di forza. Sotto di due reti dimezzano momentaneamente, l’Aranova segna ancora e  va sul tre a uno, poi nel finale i portuali reagiscono segnando due volte  agguantanso il pari. In rete bomber Amato, due reti per lui e Saladini. In classifica la Cpc2005 è quinta.
Altro discorso per l’Under 17 regionale classe 2002 di Di Pietro, che dopo aver strabiliato si prendono, forse, una giornata di riposo. Regalano i tre punti all’Etruria e la vetta al Petriana, corsara sul campo del Tanas. Ora la vetta per gli Under17  è a due punti. È il valzer degli errori, inaspettato. Dopo  neanche 5’ gli ospiti vanno in vantaggio, errore della difesa e Giunta ne approfitta. Zero  auno. La Cpc2005 ritorna in gara cinque minuti dopo,  schema da calcio d’ angolo con Fusini che serve Grossi, velo della  punta e Di Domenico insacca. Uno a uno. È solo un fuoco di paglia perché dopo dieci minuti un’altra palla sbagliata, questa volta del centrale di centrocampo,  la difesa va in difficoltà e il Dragomirescu beffa il portiere portuale. Uno a due. I portuali provano a ristabilire la parità ma non è giornata, altro errore e Bedini da calcio da fermo insacca l’1-3.
Il Primo tempo finisce qui.  Ripresa all’arma bianca, Zerilli insacca il rigore che vale il due a tre quasi subito, poi tante trame offensive rischiando anche la quarta degli ospiti. La palla del pari capita a Fusini, che raccoglie il cross di Grossi, ma la sfera si spegne a lato. L’Etruria amministra per bene e  non si segnerà più fino alla fine.
Finisce in goleada al Tamagnini per l’Under 19 regionale ne rifila otto al Pianoscarano. Risultato storico per la Cpc2005 in questa categoria, sarà difficile fare di meglio. Ci mette indubbiamente di suo l’avversario, ma che caparbietà i portuali. Risultato già consolidato nella prima frazione dopo l’uno due in apertura  di Memmoli e Sansolini, in pallonetto il primo e con una bordata da fuori area il secondo, che spianava oltre modo  la strada alle manovre dei ragazzi di Secondino. Sul due a zero prima Cuomo e poi Pesci hanno la palla per dimezzare lo svantaggio, ma è solo un’utopia visto quanto sta per avvenire da li a breve.  La Cpc2005 risale in cattedra e ne realizza altre e  tre reti. Inizia  Magi, che si ripete allo scadere, e subito dopo ancora lui, Memmoli. Si va all’intervallo sul cinque a zero.  
Ripresa al piccolo trotto fino agli ultimi dieci minuti, prevalgono le tante sostituzioni per lasciar spazio a tutti, poi i portuali finiscono l’opera segnandone altre e tre di reti.  Prima Lipparelli, di tacco se la aggiusta e insacca, poi Mondelli di giustezza da pochi passi e quasi allo scadere Nocchia, una perla la sua.
È un tripudio che rende pesantissimo il  passivo per gli avversari, e consolida un cammino di una compagine che, oltre al risultato, sembra essere finalmente una squadra.  
 

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

La Margutta batte 3-0  la Roma 86 e conquista la vetta in solitaria

Una vittoria che vale il primato. È quella ottenuta domenica sera dalla Margutta Asp, che ha strapazzato al Palasport la Roma 86 con il risultato di 3-0 ed ha raggiunto il primo posto solitario in classifica dopo il passo falso di sabato della Virtus Latina, caduta in casa contro il Volley Friends per 3-2. Tornando alla gara che si è giocata all’impianto di via Barbaranelli, tutto è filato liscio per le rossoblu, chnon hanno risentito delle assenze tra i centrali di Brighenti e Monti, sostituite egregiamente da Baffetti (decisiva a muro nel terzo set) e Paolini (alla sua prima stagionale), e di Scisciani, rimpiazzata nel ruolo di opposto da un’ottima Sorrentino. La partita è scivolata via tranquilla fino al terzo set, quando le ospiti si sono portate avanti fino al 13-2. È servita quindi una super Margutta per recuperare terreno dalle avversarie e per il soprasso alla curva finale. «Sono contenta – afferma la giovane Baffetti – perché nonostante qualche difficoltà siamo riuscite a chiudere la partita sul 3-0. Noi giovani ci sentiamo parte integrante del gruppo e questo ci consente di fare bene quando scendiamo in campo. Il primo posto? Ci fa un bell’effetto, è vogliamo tenercelo stretto».

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###