Serra di marijuana in casa: 45enne arrestato dai Carabinieri

CERVETERI  – Aveva organizzato una vera e propria serra nel seminterrato di casa. In manette, arrestato dai Carabinieri della Stazione di Cerveteri con l’accusa di produzione di sostanza stupefacente, è finito un 45enne del posto.

Nel garage, pertinente alla sua abitazione, coltivava ben 50 piante di marijuana all’interno di una serra completa di lampade alogene, ventilatori, termometri per misurare la temperatura e l’umidità dell’aria, pannelli riflettori per indirizzare la luce, impianto d’irrigazione e fertilizzanti di vario tipo. 

Un business che avrebbe fruttato  diverse centinaia di migliaia di euro. 

Ad aver attirato l’attenzione dei Carabinieri è stato il fatto di aver notato l’uomo mentre scaricava dalla sua macchina numeroso materiale da giardinaggio per portarlo nel seminterrato. 

La droga è stata sequestrata  mentre l’uomo è stato portato nelcarcere di Civitavecchia, in attesa del rito di convalida.

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Perla del Tirreno: via alla gara

SANTA MARINELLA – È in programma la prossima settimana la prima seduta pubblica della procedura di gara per la concessione dello stabilimento balneare comunale Perla del Tirreno. Per la gestione estiva del bene comunale, le imprese che parteciperanno al bando, partono da una base minima d’asta di 160mila euro, oltre al costo del canone demaniale per l’occupazione dell’arenile. Come saranno a carico del vincitore del bando, i lavori di restauro che sarà necessario effettuare dopo una perizia tecnica che verrà svolta da un professionista indicato dal Comune. C’è infatti da far presente che nel gennaio scorso, in un blitz a cui hanno partecipato alcuni vandali, sono state distrutte gran parte delle colonne che sorreggono la soprastante Passeggiata al Mare. Un vero e proprio atto di spregio, che di fatto ha creato un danno enorme alle casse comunali. Inoltre, dei locali disponibili, molti sono fatiscenti, mentre le cabine sono diventare una discarica di immondizia. Calcinacci caduti, umidità in ogni parte e l’arenile completamente coperto di rifiuti. Ora il Comune, se vuole dare in gestione provvisoria la spiaggia, deve di nuovo provvedere alla riparazione dei danni. Nelle linee di indirizzo operativo, si chiede di effettuare una generale verifica tecnica sulla struttura balneare, quantificando i costi degli interventi necessari all’utilizzo della stessa, dando atto che nella valutazione del canone da corrispondere al Comune  si potrà tener conto del costo dei lavori che andranno a carico dell’aggiudicatario. Rilevato infatti che l’immobile presenta problemi statici e strutturali e necessita di interventi di verifica della puntellatura del solaio di copertura che coincide con la Passeggiata a Mare, prima dell’apertura dello stabilimento balneare è necessario acquisire perizia a firma di un ingegnere strutturista in relazione alla idoneità statica della struttura, che contestualmente indichi quali eventuali interventi possano e debbano essere realizzati per la messa in sicurezza e l’utilizzo della struttura stessa e della soprastante passeggiata.
Gi.Ba.

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

A Riva di Traiano va in scena la ''Garmin Marine Roma per 2''

Va in scena domani al porticciolo turistico di Riva di Traiano la 25esima edizione della ‘‘Garmin Marine Roma per 2’’. È passato un venerdì notte del quale nessuno sembra essersi accorto. Il via vai sulle banchine è stato continuo fino a molto tardi. I lavori sembrano non terminano mai. Anche questa mattina sulle barche l’animazione era tanta. È stata la notte dei piombi. Niente di ‘‘veneziano’’, anche se a volte sembra di espiare una colpa chini sui motori delle barche. Operazione delicata cui il direttore di Corsa Fabio Barrasso tiene molto. «Dobbiamo garantire la regolarità della regata e, nel contempo, la sicurezza di tutti. Quest’anno abbiamo messo a punto un nuovo sistema di piombi collegati con dei sigilli fragili, che reggono fino a 6 kg di trazione. In caso di necessità non si dovrà armeggiare con pinza e cacciavite per liberare la leva della trazione in avanti, ma basterà esercitare una pressione decisa».
L’operazione risulta semplice su alcune barche. Complessa su altre. Il buio non aiuta e alcune operazioni sono state rimandate a oggi. «È stata una giornata intensa – commenta il presidente del CNRT Alessandro Farassino – con i corsi sulla sicurezza, il briefing, la distribuzione della sacche equipaggio della Garmin Marine e del tracking. Quest’anno la Yellow Brick ha certificato uno scostamento di soli 11 metri. Non ci sarà spazio ad interpretazioni. Tutti potranno vedere la rotta di tutti. Era una promessa che avevamo fatto e l’abbiamo mantenuta».
Anche questa mattina gli equipaggi sono stati al lavoro, le teste d’albero ‘‘affollate’’. È sempre un bello spettacolo. La notte è passata lavorando. Magari con un po’ di vino per mitigare l’umidità della notte. L’adrenalina in giro è già tanta. Le 535 miglia della ‘‘Roma’’ non sono uno scherzo. E neanche le 218 della ‘‘Riva’’. Richiedono  attenzione. Tra le tante facce tese in banchina, spicca l’olimpica calma di Valerio Brinati, che anche quest’anno sarà al via per questa venticinquesima edizione. «Non ne ho persa una. Non potevo certo mancare alle Nozze d’Argento di questa regata. 25 edizioni, 25 partecipazioni. Sono felice di esserci e di farla, questa volta, in doppio con mio figlio Manuel. Dire che è la regata più bella del Mediterraneo per me è scontato. Il mio cuore è qui. Ma non penso sia una bugia affermarlo». 
 

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Perla del Tirreno: pubblicato il bando con modifiche al capitolato

SANTA MARINELLA – Si avvicina l’estate e solo in questi giorni è stata indetta la  gara di appalto per la gestione dello stabilimento balneare comunale Perla del Tirreno. Il commissario prefettizio, dunque, ha deciso, anche quest’anno, di aprire la spiaggia cittadina, cambiando però alcune parti del vecchio capitolato. Per la gestione estiva del bene comunale, cioè dal 1° giugno al 30 settembre, le imprese che parteciperanno al bando dovranno partire da una base minima d’asta di 160mila euro più iva, ed ovviamente anche il costo del canone demaniale per l’occupazione dell’arenile sarà a carico del vincitore. Come saranno a carico del vincitore i lavori di restauro che sarà necessari effettuare dopo una perizia tecnica che verrà svolta da un professionista indicato dal Comune. C’è infatti da far presente che nel gennaio scorso, in un blitz a cui hanno partecipato alcuni vandali, sono state distrutte gran parte delle colonne che sorreggono la soprastante Passeggiata al Mare. Un vero e proprio atto di spregio, che di fatto ha creato un danno enorme alle casse comunali. Inoltre, dei locali disponibili, molti sono fatiscenti, altri hanno l’impianto elettrico fetusto, mentre le cabine sono diventare una discarica di immondizia. Calcinacci caduti, umidità in ogni parte e l’arenile completamente coperto di rifiuti. Ora il Comune, se vuole dare in gestione provvisoria la spiaggia, deve di nuovo provvedere alla riparazione dei danni. Nelle linee di indirizzo operativo, si chiede di effettuare una generale verifica tecnica sulla struttura balneare, quantificando i costi degli interventi necessari all’utilizzo della stessa, dando atto che nella valutazione del canone da corrispondere al Comune  si potrà tener conto del costo dei lavori che andranno a carico dell’aggiudicatario. Rilevato infatti che l’immobile presenta problemi statici e strutturali e necessita di interventi di verifica della puntellatura del solaio di copertura che coincide con la Passeggiata a Mare, prima dell’apertura dello stabilimento balneare è necessario acquisire perizia a firma di un ingegnere strutturista in relazione alla idoneità statica della struttura, che contestualmente indichi quali eventuali interventi possano e debbano essere realizzati per la messa in sicurezza e l’utilizzo della struttura stessa e della soprastante passeggiata. (Gi.Ba.)

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Emanuele Feoli sfida il russo Alexander nei 67 kg

di ALESSIO ALESSI

Emanuele Feoli è pronto per salire sul ring e provare a stupire Bangkok, dove domani farà il suo esordio nel Mondiale WMF di muay thai. 
Il fighter di Civitavecchia combatterà nella categoria dei 67 kg e domani, nel primo match della sua avventura iridata, si troverà di fronte il russo Vladislav Alexander.
«Il mio avversario – ha spiegato Feoli – è più basso di me, muscolarmente dotato e con un’ottima tecnica, è molto forte di braccia ma usa poco gomiti e gambe. La tattica sarà quella di fargli abbassare le mani e colpirlo con i calci. Lui è favorito in quanto thaiboxer, ma posso giocarmela. Entrambi dovremo fare i conti con i 35 gradi e il 90% di umidità presenti. Vengo da tre intensi giorni di preparazione qui in Thailandia – ha concluso il civitavecchiese – e ho una gran voglia di salire sul ring per fare la guerra».

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Al Mattei muffa diffusa e infiltrazioni d’acqua

CERVETERI – E’ da tempo che esiste tra gli studenti e il personale docente e non dell’Istituto Enrico Mattei di Cerveteri,  che ospita circa ottocento studenti, un persistente disagio per le condizioni in cui versa il plesso che presenta diverse carenze che rendono palesemente precario il compimento di un preciso diritto, quello allo studio, garantito dalla Carta Costituzionale. «Aule corridoi e palestre in situazioni vergognose, muffe lungo le pareti, locali con infiltrazioni di acqua piovana e umidità diffusa ovunque. È questo quello che abbiamo trovato nel corso di un sopralluogo congiunto con la dirigente scolastica Daniela Scaramella e i rappresentanti di Istituto – dice il sindaco Pascucci, che guarda caso è anche consigliere dell’Area Metropolitana, ente dal quale il Mattei dipende, come tutti gli istituti superiori – ed è per questo  – continua  – appena tornato in ufficio ho immediatamente inviato una lettera formale alla Sindaca della Città Metropolitana di Roma Capitale Virginia Raggi per chiedere un sopralluogo congiunto con i tecnici della Provincia e interventi immediati alla struttura».
 Il sopralluogo del sindaco è avvenuto grazie alle sollecitazioni dei rappresentanti degli studenti che avevano mandato anche del materiale fotografico per mostrare in forma tangibile, la situazione in cui versa il plesso. Giovedì mattina, infatti,  una nutrita rappresentanza di studenti dell’Istituto non è entrata a scuola, manifestando in maniera assolutamente pacifica e composta il proprio dissenso di fronte al plesso. C’è da dire che il sindaco Pascucci è andato su tutte le furie per le disattenzioni e la trascuratezza che la Raggi mostra verso  scuole e strade che sono di competenza dell’ex Provincia, e quindi adesso dell’area metropolitana, infatti, contestualmente alla lettera formale chiede anche che in caso di abbassamento repentino delle temperature, cosa che potrebbe succedere in questi giorni, si provveda all’accensione anticipata dei caloriferi per garantire a studenti, insegnanti e personale della scuola, temperature confortevoli. 
E quindi, il sindaco Pascucci minaccia: «Siamo pronti, nel caso in cui non avremo risposte rassicuranti e fatti concreti da parte della Sindaca Raggi, a fare anche proteste eclatanti, anche portando a Palazzo Valentini gli studenti dell’Enrico Mattei. Nella comunicazione di oggi fatta alla Sindaca, abbiamo richiesto di fare immediatamente degli interventi per fronteggiare la situazione emergenziale del momento. Come Consigliere Metropolitano e Presidente della Commissione Bilancio della Città Metropolitana di Roma Capitale invece, mi farò promotore di una proposta da inserire nel prossimo bilancio dell’Ente Metropolitano relativa ai fondi necessari per la realizzazione di lavori strutturali finalizzati a garantire la risoluzione dei problemi più volte lamentati».

 

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###