Flavio Enei domani a  tra Terra e mare

TARQUINIA – Domani alle 21,30 nuovo appuntamento nella lizza della Torre di Dante, con la conferenza del direttore scientifico del Museo del Mare e della Navigazione antica presso il castello di Santa Severa, Flavio Enei, riguardo agli esiti delle ultime stagioni di scavo condotte a Capo Linaro, lungo il litorale di Santa Marinella, che stanno riportando alla luce i resti della colonia marittima di Castrum Novum, fondata dai Romani nel 264 a.C. con lo scopo di difendere la costa tirrenica dai pericoli di possibili invasioni durante le Guerre Puniche. E’ lui stesso a coordinare il progetto che vede la partecipazione congiunta dei volontari del Gatc e degli archeologi della West Boemian University. Gli scavi hanno messo in evidenza ampi frammenti del tessuto edilizio, edifici sia pubblici che privati, della cinta fortificata e le testimonianze affioranti lungo la fascia costiera prospiciente. Enei è stato collaboratore scientifico della Soprintendenza Archeologica di Roma e della Soprintendenza Archeologica per l’Etruria meridionale e di svariati atenei italiani, fondatore della Onlus Gruppo Archeologico del Territorio Cerite. Tra le sue tante pubblicazioni: «Pyrgi sommersa. Ricognizioni archeologiche subacquee nel porto dell’antica Caere».

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Esibizione ad Amelia per i cantanti della Ponchielli

CIVITAVECCHIA – Dopo i successi di critica e pubblico avuti nelle ultime esibizioni, "Na sera e' maggio presso la Cittadella della musica" e "Sul mare luccica" nella suggestiva terrazza protesa sul mare presso lo stabilimento dell'Esercito a Santa Marinella, i cantanti dell'associazione Ponchielli sono stati invitati dall'Ente palio di Colombi di Amelia ad esibirsi per i festeggiamenti del Palio che si terrà ad Amelia, città gemellata con  Civitavecchia, dal 25 luglio al 12 agosto.

I cantanti civitavecchiesi si esibiranno domani sera alle 21 nel suggestivo chiostro di San Francesco riproponendo la serata napoletana dove si alterneranno alle più famose canzoni del repertorio classico napoletano poesie di autori quali Eduardo De Filippo e Antonio De Curtis, in arte Totò.

Sotto la guida del direttore artistico professor Dario Feoli, il tenore Giuseppe Macagno e le soprano Anna Farina e Catia Angelici si cimenteranno nell'esecuzione di canzoni quali Torna, Malafemmena, Reginella, Tu ca' nun chiagne, 'O sole mio, e tante altre intervallate da bellissime poesie recitate dalla voce di Mauro De Socio. I cantanti saranno accompagnati al pianoforte dal maestro Rita Ceralli. La serata sarà presentata da Andrea Leomporri.

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Ecco Matteo Di Grisostomo

Inarrestabile la Stemar 90 di coach Lorenzo Cecchini, che nelle ultime ore si è aggiudicata il cestista Matteo Di Grisostomo. Ventidue anni, play guardia, è l’ultimo tassello che va a comporre la la rosa civitavecchiese per la stagione 2018-2019. Proviene dal Bracciano dove ha giocato le ultime tre stagioni in serie C Silver, chiudendo l’ultima annata con una media di 19 punti a partita e dove nel 2014-2015 aveva ottenuto la promozione dalla serie D. Ha giocato le giovanili con la Virtus Roma, con la quale è riuscito anche a bagnare l’esordio in A1 nella stagione 2014-2015.
«Sono onorato – commenta il nuovo innesto Matteo Di Grisostomo – di poter indossare la maglia della Stemar 90 il prossimo anno, ringrazio per questo il presidente Rizzitiello, il ds Campogiani e il coach Cecchini per l’interessamento. Alla chiamata non ho esitato, conosco bene l’ambiente e sono sicuro che mi aiuterà nella mia crescita professionale. Entro a far parte di un gruppo giovane, in parte già assemblato, ma insieme ai nuovi innesti proverò ad ambientarmi il più velocemente possibile dando il massimo per ripagare la fiducia della società».
«Di Grisostomo – spiega coach Lorenzo Cecchini – ci dà quel brio e imprevedibilità che a volte ci è mancata nella passata stagione per uscire dai momenti di difficoltà. È un ragazzo che ha fatto bene nella categoria inferiore e ha gran voglia e disponibilità di mettersi in mostra al nostro livello».
«Adesso – conclude il ds Maurizio Campogiani – abbiamo la rosa al completo secondo quelle che erano le richieste del tecnico. Abbiamo fatto sacrifici importanti per allestire un roster di prim’ordine e come già detto, l’obiettivo deve essere solo ed unicamente quello di puntare al massimo e di restare al vertice della categoria, confermando e migliorando il risultato della passata stagione».

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Mazzola: ''Moscherini si può sempre  candidare  a presidente del centro anziani''

TARQUINIA – Secca replica dell’ex sindaco di Tarquinia Mauro Mazzola al consigliere comunale del ‘’Cantiere della nuova politica’’ Gianni Moscherini, in merito alla sua proposta di nominare un manager per il controllo della macchina amministrativa del Comune di Tarquinia. 
«Leggo con divertimento ciò che dice questo simpatico vecchietto di me. – afferma Mazzola – Simpatico perché tutte le volte che fa una conferenza stampa ricorda quando era presidente dell’autorità portuale. “Feci”, “dissi”, andai”, “parlai” ecc. Poi si preoccupa anche di ricordare che sono stato sindaco per ben 10 anni e per questo sono convinto che evidentemente, non essendoci riuscito lui, questa cosa gli roda dentro. Per quanto riguarda l’Autorità portuale al periodo del suo innegabile buon lavoro, allo smemorato di San Benedetto occorre ricordargli che ciò accadeva molto tempo fa. Cioè quando le normative erano meno restrittive e i porti ricevevano imponenti finanziamenti. Ha fatto il Sindaco cinque anni ma non dice in che modo ha lasciato il bilancio, quante volte ha cambiato la giunta e quanti appelli ha in corso con la Corte dei Conti.
Come mai ha paura a presentarsi a candidato a Sindaco a Civitavecchia? Forse perché ai suoi faraonici progetti non ci crede più nessuno? Sento dire che non molla a raccontare che costruirà un molo lungo 400 metri nel sito del porto Clementino per la prima fermata del ”treno locale”, pardon delle navi da crociera di piccole dimensioni. Però si guarda bene dal dire quanto costerebbe l’opera, chi la potrebbe o vorrebbe finanziare. Non dice che servono più soldi per fare il dragaggio che radere al suolo San Giorgio, ricostruendola dando una casa regolare a tutti ponendo fine anche a questo irrisolvibile problema. Non parla dei danni che subirebbero gli stabilimenti balneari dal cambiamento delle correnti. Ci sono studi di ingegneri idraulici che hanno verificato per anni i movimenti delle correnti marine ma probabilmente adesso gli serve far vedere che sta facendo qualcosa e l’attuale amministrazione no. Come dimenticare quando si presentò con il progetto Roma Vetus. Naufragato prima a Civitavecchia, poi presentato a Tarquinia con tanto di nani e ballerine al seguito di un simpatico burlone quale Parretti. Piuttosto che fine ha fatto quel progetto? Ah già, è naufragato tra le polemiche anche a Montalto di Castro. Per quello che riguarda le mie elezioni, non mi sono mai tirato indietro, anche quando ero sicuro che sarebbe stato più facile perdere. Troppo facile concorrere solo quando si è sicuri di vincere. Detto questo non mi sembra che alle ultime elezioni regionali di aver avuto un cattivo risultato nonostante avessi tutto il PD e la destra contro. Sapevo benissimo che il mio doveva essere un contributo in termini di voti, senza troppe pretese. Piuttosto, visto che lo smemorato di San Benedetto non lo dice, quanti voti prese quando si candidò alle regionali con Fratelli d’Italia? Detto questo mi chiedo, perché non si dedica a studiare un progetto, questo sì utile, per realizzare una casa per vecchietti sognatori e che raccontano la propria vita? Le proprie avventure? Oltretutto lui sì che è un simpatico vecchietto pieno di energia. Infine vorrei ricordare a Moscherini, abituato ad essere molto superficiale,  che dal 2011, nei comuni sotto i centomila abitanti non si può nominare il direttore generale. Se non gli è riuscito di prendere il posto di Bergonzini può sempre chiedere la presidenza del centro anziani che va in scadenza tra due anni».

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Lucio Gattesco è un giocatore della Cestistica

Lucio Gattesco, 25 anni, centro di 2.03 metri, giocherà la prossima stagione nella Stemar 90 Cestistica Civitavecchia. 
Gattesco ha iniziato la sua carriera nei campionati senior a Brescia, anche con apparizioni in A2, ha poi giocato in serie B a Fondi e nella C Gold a Santa Margherita Ligure, Ortona e Formia, dove ha militato nelle ultime stagioni. Assieme a Manetti avrà il compito di non far rimpiangere Maxwell Morrison, beniamino del pubblico rossonero nella passata stagione. 
«Sono molto contento che la Cestistica Civitavecchia mi abbia cercato e voluto – commenta il lungo di origine friulana – e devo rivelare che c’è stato subito feeling importante tra di noi. Voglio aiutare la squadra ad andare più lontano possibile, cercando di migliorarmi il più possibile. Non vedo l’ora di iniziare, anche perché ogni volta che sono venuto a Civitavecchia da avversario sono rimasto affascinato dall’ambiente e dal calore dei tifosi». 
«Gattesco – dichiara il tecnico Lorenzo Cecchini – è un giocatore dall’importante mole e darà profondità all’attacco e ingombro difensivo in area. Anche lui, come Manetti, è un giovane con importanti esperienze e sono davvero contento di averlo con noi». 
«Abbiamo tra noi – spiega il ds Maurizio Campogiani – un giocatore che conosciamo e che sappiamo cosa può darci in campo e fuori dal campo. Lui stesso ben conosce la categoria ed ha condiviso fin da subito gli obiettivi societari. D’altronde, chi arriva a Civitavecchia sa di entrare a far parte di una società ambiziosa, che punta sempre al massimo. Riteniamo, con Gattesco, Manetti e Foulds, di aver allestito una delle squadre più fisiche dell’intera C Gold».
 

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Ladispoli, Grando: ''Il nostro depuratore funziona perfettamente''

LADISPOLI – "Il depuratore di Ladispoli funziona benissimo". A dirlo è il sindaco Alessandro Grando al margine del sopralluogo di qualche giorno fa effettuato dalla Capitaneria di Porto e da Arpa Lazio nel tentativo di capire a che cosa siano dovute le chiazze a mare riscontrate da alcuni bagnanti.

“Le ultime analisi, che ne certificano la buona qualità – ha detto Grando – ci sono state ufficialmente inviate il 27 luglio scorso e dicono che: “I risultati delle analisi chimiche evidenziano il rispetto dei valori limite fissati nella tab. 3 all. 5, parte III del D.lgs 152/06. I risultati delle analisi batteriologiche evidenziano il rispetto dei valori limite prescritti nell'autorizzazione provinciale allo scarico. I risultati del campione medio ponderato nell'arco di 24 ore, prelevato all'uscita dell'impianto di trattamento, evidenziano il rispetto dei valori limite previsti.”  Il sopralluogo di due giorni fa, effettuato dalla Guardia Costiera di Ladispoli che ha portato con se i tecnici ARPA, sembra sia dovuto alla necessità di comprendere se le chiazze di sostanze organiche che occasionalmente si sono viste in mare possano essere causate dal nostro depuratore. Siamo certi che così non possa essere, sia per il monitoraggio chimico e biologico che i tecnici comunali preposti effettuano di continuo sulle acque in uscita dal nostro impianto, sia sullo sbocco a mare della condotta. Analisi che sono state eseguite anche nello stesso giorno in cui l'ARPA ha effettuato i campionamenti. Ebbene, tali analisi hanno evidenziato, per l'ennesima volta, che il nostro depuratore funziona perfettamente. La presenza occasionale di scie o chiazze presenti sulla costa, come già accertato dall'Arpa Lazio lo scorso anno con specifiche analisi richieste dall'attuale amministrazione, è da attribuirsi a sostanze  organiche di origine marina, e non possono in alcun modo essere causate da una attività di presunto sversamento da parte del nostro impianto di depurazione". 

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Vecchia, ecco Lorenzo Serafini: è lui il sostituto di Cerroni

di MATTEO CECCACCI

Non sono trascorse neanche 48 ore dall’infortunio del gioiellino di casa Samuele Cerroni che il Civitavecchia Calcio 1920 ha voluto immediatamente prendere il sostituto del classe ‘98. Una scelta delle ultime ore obbligatoria per il club di Ivano Iacomelli, che ha portato all’acquisto dell’attaccante nato nel 1991 Lorenzo Serafini: ventisette anni ancora da compiere, punta di spessore con un ottimo fiuto del gol e tanta qualità, reduce dalla stagione con il Montalto, ha militato anche nel Flaminia Civitacastellana, primavera del Grosseto, in serie D con l’Orvietana e col Montefiascone, con il quale tre anni fa grazie a un suo gol dagli undici metri fu decisivo per la retrocessione in Promozione del Civitavecchia. Un passato, dunque, che promette bene e fa sperare i numerosi tifosi nerazzurri. Intanto alla Cavaccia di Allumiere continua la preparazione dell’intera rosa a disposizione del tecnico Andrea Rocchetti in vista della prima uscita stagionale fissata sabato 4 agosto alle 18 contro la Csl Soccer di mister Daniele Fracassa; una buona occasione per vedere giocare tutti i nuovi innesti, in particolar modo Serafini, così da capire se sarà veramente il degno sostituto del talento Cerroni. A dire la sua sull’inizio della stagione ci ha pensato la punta ex Perugia Alessio Moneti: «Sono molto contento di essere qui a Civitavecchia, già conoscevo il portiere Andrea Tomarelli. Per ora stiamo lavorando bene e bisogna continuare così».

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Vecchia, ecco il sostituto di Cerroni: Lorenzo Serafini

di MATTEO CECCACCI

Non sono trascorse neanche 48 ore dall'infortunio del gioiellino di casa Samuele Cerroni che il Civitavecchia Calcio 1920 ha voluto immediatamente prendere il sostituto per il classe '98. Una scelta delle ultime ore obbligatoria per il club di Ivano Iacomelli che ha portato all'acquisto dell'attaccante nato nel 1991 Lorenzo Serafini: ventisette anni ancora da compiere, forte centravanti con buone tecniche e qualità, reduce dalla stagione con il Flaminia Civitacastellana ha giocato anche un anno in serie D con l'Orvietana Calcio, Montefiascone e nella primavera del Grosseto. Un passato che promette bene e fa sperare i numerosi tifosi nerazzurri. Intanto alla Cavaccia di Allumiere continua la preparazione dell'intera rosa a disposizione del tecnico Andrea Rocchetti, in vista della prima uscita stagionale fissata sabato 4 agosto alle 18 contro la Csl Soccer di mister Daniele Fracassa; una buona occasione per vedere giocare tutti i nuovi innesti, in particolar modo Serafini, così da capire se sarà veramente il degno sostituto del talento Cerroni. A dire la sua sull'inizio della stagione ci ha pensato la punta ex Perugia Alessio Moneti: <<Sono molto contento di essere qui a Civitavecchia, già conoscevo il portiere Andrea Tomarelli. Per ora stiamo lavorando bene e bisogna continuare così>>.

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Condotta riparata, ora la conta dei danni

LADISPOLI – Terminerà con buone speranze entro la fine della settimana il problema idrico per gli agricoltori di Ladispoli e Cerveteri. Nei giorni scorsi i tecnici sono infatti riusciti a riparare il guasto alla Condotta del Consorzio Tevere. Aperto un ''passo d'uomo'' a pochi metri di distanza dalla perdita, i tecnici sono riusciti ad entrare all'interno della condotta e a procedere con le riparazioni. Il tempo necessario che il materiale faccia presa e dal Consorzio si sono detti pronti a ridare acqua al serbatoio che entro un paio di giorni raggiungerà la pressione necessaria per permettere agli agricoltori di tornare a irrigare i campi. Nel frattempo però non è detto che tutte le colture si siano salvate dal caldo. «Chi ha avuto la possibilità con mezzi propri di preservare il raccolto – ha spiegato il delegato Gianfranco Fioravanti – ha provveduto a dare acqua alle coltivazioni. Diversi però sono coloro i quali non sono riusciti a fare lo stesso». E col grande caldo e senza acqua a disposizione molte sono già le colture che hanno subito danni. Si spera ovviamente che con la riapertura della condotta ci sia speranza, anche per queste ultime, di ripresa; ma se così non fosse il danno sarebbe ingente per gli agricoltori della zona. Proprio per questo il delegato ha inviato tutti coloro i quali da questo guasto hanno tratto un danno, a raccogliere materiale fotografico e video da inoltrare nei prossimi giorni all'amministrazione comunale che successivamente porterà all'attenzione della Regione Lazio con la speranza di riuscire ad ottenere aiuti economici per cercare di ''risanare'' la situazione.

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Tarquinia: consiglio, commissioni e polemiche

TARQUINIA – È stato convocato per martedì alle 10 presso la sala consiliare, il consiglio comunale in sessione ordinaria in prima convocazione per la discussione di vari argomenti posti all’ordine del giorno. Una convocazione con strascichi polemici, però, per il mancato recapito al consigliere Alberto Riglietti delle convocazioni alle ultime due commissioni consiliari: quella che si è svolta il  27 e quella prevista per il 2 agosto.  «Inequivocabile – contesta Riglietti – il fatto che sia stato lasciato, nella prima convocazione per il 27 alla quale non ho potuto partecipare,  uno spazio vuoto tra i nomi di Moscherini e Celli, quasi come se fosse stata effettuata una cancellazione. «Le commissioni – ricorda inoltre il consigliere – sono formate dai consiglieri eletti dai tarquiniesi e nessuno può avvalersi, di propria iniziativa, di decidere chi convocare». Riglietti contesta anche l’orario previsto per il consiglio comunale, alle 10 in giorno lavorativo, al quale rischia di non poter partecipare. Sulla vicenda ha già inviato due lettere al Comune per chiedere chiarimenti in merito.  Intanto ecco gli argomenti che saranno affrontati in assise: Comunicazione adozione delle delibere di giunta comunale n. 52 del 13/04/2018 e n. 82 del 05/06/2018 relative a prelevamenti dal fondo di riserva; ratifica della deliberazione della giunta n. 116 del 27/07/2018 – Seconda variazione al bilancio di previsione 2018/2019/2020, e relativi allegati, adottata con i poteri del consiglio comunale (art. 175, comma 4, D.lgs. n. 267/2000 e s.m.i.); bilancio di previsione 2018-2020. Artt. 175, co. 8, e 193, co.2, D.Lgs. 267/2000 e s.m.i.. Assestamento generale del bilancio di previsione, applicazione dell’avanzo di amministrazione e verifica della salvaguardia degli equilibri. Richiesta di riconoscimento dell’interesse pubblico sulla proposta di variante al progetto autorizzato con P.D.C. in deroga n. 6/17, previa deliberazione del consiglio comunale n. 21/2017 – Proponente Soc. Gordiano s.r.l. ; Accettazione cessione gratuita area urbana in Tarquinia via delle Croci catastalmente individuata al Foglio 73 Particella 653.

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###