Proseguono le visite al castello di Santa Severa

SANTA MARINELLA – Fino al 30 settembre gli orari di visite al castello di Santa Severa resteranno invariati. Sarà possibile entrare nel maniero dal martedì al venerdì dalle 9.00 alle 18, mentre sabato e la domenica dalle 10.00 alle 19.00. Il questo modo si potrà meglio godere delle giornate di sole e di bel tempo che caratterizzano la stagione così da proseguire il trend positivo di questi mesi. Infatti, il complesso, ha accolto i turisti nella struttura ricettiva dell’ostello inaugurata di recente e ha attratto numerosi visitatori che, grazie alla nuova musealizzazione e alla realtà virtuale, lo hanno premiato con oltre seimila visitatori in soli due mesi. Complice, il successo del cartellone delle sere d’estate, organizzato dalla Regione Lazio in collaborazione con Laziocrea, Mibact e Coopculture , che è stato un appuntamento fisso per i turisti anche con diversi sold out come nel caso di Renzo Arbore e l’orchestra italiana, Maurizio Battista e Lillo e Greg in Best of. E poi i monologhi di Max Giusti e Edoardo Leo, oltre ai tantissimi appuntamenti di musica, teatro, intrattenimento, letteratura, conferenze e percorsi in notturna.

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Aeroporto di Fiumicino: maxi controlli dei carabinieri

CIVITAVECCHIA – Continuano i controlli dei Carabinieri della Compagnia Aeroporti di Roma nei pressi dell’aeroporto “Leonardo da Vinci” di Fiumicino. I Carabinieri hanno svolto numerosi servizi di controllo sia all’interno dello scalo che lungo le vie adiacenti.

Durante il servizio, hanno denunciato cinque passeggeri di cui uno francese per tentato furto. Si tratta precisamente di due uomini, di 23 e 49 anni, nonché di altrettante donne, di 42 e 71 anni, oltre ad uno studente francese di 22 anni, sorpresi a trafugare profumi e prodotti cosmetici dagli scaffali espositori dei duty-free shop ubicati all’interno dell’area internazionale dell’aeroporto. La refurtiva, per un valore complessivo di circa settecentottanta euro, è stata recuperata e restituita ai responsabili degli esercizi.

Nel corso del servizio, svolto nella fascia pomeridiana di maggior afflusso di passeggeri nei pressi dei viali d’ingresso, uscita e antistanti i terminal, i Carabinieri hanno identificato 104 persone, controllato circa 21 veicoli, contestato 9 sanzioni amministrative, di cui una a carico di due operatori del servizio di trasporto pubblico non di linea (NCC) sorpresi mentre accompagnavano i turisti utilizzando autovetture non abilitate.

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Treni dedicati ai crocieristi: novità in vista

CIVITAVECCHIA – Una nuova linea ferroviaria dedicata ai crocieristi che quotidianamente scalano il porto di Civitavecchia. È quella che, se tutto andrà come da programma, dovrebbe partire in via sperimentale il 15 ottobre prossimo e terminare l'8 dicembre, mediante l'utilizzo di due coppie di treni Vivalto a sei carrozze – con capacità totale di 720 posti a sedere – in partenza da Civitavecchia alle 9.35 (8.30 nei giorni festivi) e alle 10.15 e con arrivo ad Ostiense rispettivamente alle 10.27 (9.25) e 11.40, con ritorno sempre da Ostiense alle 15.37 e alle 16.30 ed arrivo a Civitavecchia alle 16.30 e 17.20. 

La novità è emersa nel corso della riunione che si è svolta a fine agosto tra l'assessorato alla Mobilità della Regione Lazio e l'Osservatorio Generale dei Trasporti (rappresentato da una delegazione “di area” composta dal Presidente Andrea Ricci, dal Vicepresidente Gabriele Bariletti, dal Rappresentante Provinciale di Viterbo, Raimondo Chiricozzi e dalla Rappresentante del Comitato Pendolari Litoranea Roma Nord Sandra Felici). La Regione prevede di concedere a Trenitalia (conil supporto di Busitalia) l’autorizzazione ad un servizio a tariffa dedicata che si svolgerà in pullman tra il porto e la stazione di Civitavecchia ed in treno tra qui e le stazioni di Roma San Pietro e Roma Ostiense, nell’attesa del completamento della linea di congiunzione tra porto e stazione per il quale è prossima la firma di un accordo ad hoc che ne prevede l’attivazione entro il 2020.

Un servizio auspicato da tempo anche e soprattutto dai pendoalri che quotidianamente si servono della linea ferroviaria Fl5 per motivi di lavoro o di studio, spesso congestionata proprio dalla presenza dei tanti turisti che raggiungono la Capitale. Il servizio, come sottolineato nel corso della riunione, non dovrà interferire in alcun modo con quello del servizio regionale, i biglietti non possono essere utilizzati sui treni del servizio regionale, le 12 carrozze e le due locomotive impegnate nel nuovo servizio non devono provocare riduzioni di composizione nè sulla Fl5 nè sulle altre tratte regionali ed infine qualsiasi variazione all’offerta deve essere proposta dall’esercente col medesimo anticipo previsto dal Contratto di Servizio per le richieste di servizi aggiuntivi da parte della Regione.  

A queste condizioni, ed evidenziando che l’attività di bigliettazione deve essere prevalentemente a carico di canali alternativi (prevendite, online), l’Osservatorio ha dato quindi il suo parere positivo sul nuovo servizio "che – hanno spiegato – possa essere il primo di una serie di iniziative che arrivino a portare poi ad un collegamento stabile tra il porto di Civitavecchia e Fiumicino, lo sfiocco tra la Maccarese-Ponte Galeria e la Fl1 e la ricostruzione della linea verso Fiumicino città e porto.  

Con l’occasione, la Regione e l’ORT hanno anche convenuto di accelerare al massimo i tempi per la stipula del nuovo protocollo d’intesa. Anche in relazione a quanto previsto dal protocollo del 2015, la Regione ha inoltre comunicato che nel mese di settembre è prevista l’istituzione di un tavolo permanente tra Regione, RFI e Trenitalia sulle criticità del servizio e sull’informazione al pubblico, argomenti sui quali l’Osservatorio continuerà a svolgere la propria opera di segnalazione, la creazione di un ufficio di scopo per il completamento della redazione del Piano Regionale dei Trasporti, della Mobilità e delle Logistica riguardo al quale viene previsto di incrementare, stabilizzandola, la frequenza della comunicazione con l’Osservatorio. Infine le parti si sono impegnate ad un ulteriore incontro per approntare una bozza di protocollo e del programma di lavoro congiunto per l'autunno/inverno e per discutere del ripristino della Civitavecchia-Orte. 

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Accorsi mangia una pizza da asporto in piazza San Marco: «Cattivo esempio»

L’attore ha pubblicato una foto dove mostra la pizza mangiata alle 2 del mattino nel centro della città: polemica sul «cattivo esempio» che darebbe ai turisti

Leggi articolo completo

@code_here@

Allumiere, trionfa la contrada Burò 

ALLUMIERE – Buro e Ghetto fanno la parte dei leoni alla corsa dei somari di Allumiere. Domenica pomeriggio lungo via Roma si è tenuta la tradizionale corsa dei somari in linea che dai lontani anni ’60 accompagna i festeggiamenti della Madonna delle Grazie. L’evento ha avuto un grandissimo successo ed è stata promossa e organizzata dalla Pro Loco e dall’amministrazione comunale. A conquistare il massimo gradino del podio l’asino Angelino della Contrada Burò col fantino Rinaldo Monaldi; secondo e terzo posto per il Ghetto rispettivamente con gli asini Balboa e Gigetto con il fantino Mario Vela. 
Soddisfazione ai massimi livelli espressa dai presidenti Stefano Stefanini (Buro) e Giovanni Superchi (Ghetto). salire sul podio dei vincitori è stato Ottorino della Contrada Ghetto. Per quanto riguarda la cronaca della gara al termine della prima manche hanno superato il turno Scaccomatto, Principe, Biondo, Angelino, Macchianera, Mirtillo, Socrate, Bruno II, Branca, Gigetto, Vittorioso Bruno, Schicchera, Libanese, Infarto, Balboa: poi è stato ripescato Bob. Lla fine della seconda tranche di gare sono passati Scaccomatto, Angelino, Macchianera, Bruno II, Gigetto, Schicchera, Infarto e Balboa.
 I 4 somari che hanno conquistato il pass per le semifinali sono stati Angelino, Bruno II, Gigetto e Balboa. In finale vittoria di Angelino su Balboa. Non si è invece disputata la finale del terzo e quarto posto per il ritiro dell’asino Bruno e quindi terzo posto per Gigetto. Al termine delle gare in piazza della Repubblica si sono svolte le premiazioni. La corsa dei somari in linea ha registrato anche quest’anno un ottimo trend di presenze: 29 gli asini iscritti alla competizione collinare appartenenti alle Contrade e a scuderie di privati. Prima di dare lo start alla gara in Pro Loco la presidente Franceschini ha effettuato il sorteggio alla presenza di tutti i rappresentanti delle Contrade e delle scuderie dei privati. Anche per questa manifestazione il mossiere è stato Renzi Corvi. Giudici di gara la presidente Tiziana Franceschini con lo staff Pro Loco composto da Valerio Chiacchierini, Paco Fracassa e Luigi Pennesi. In pista per assicurare il buon andamento della gara il delegato allo Sport, Gabriele Volpi, Giulio Verbo, Simone Agostini e alcuni operai. Il percorso è stato interrato da una squadra di operai e vi è stato posto il doppio transennamento per la sicurezza massima degli asini, dei fantini e del pubblico. A curare il servizio d’ordine carabinieri e vigili urbani; fondamentale l’ausilio dei volontari della Protezione Civile. Presenti e operativi anche i volontari della Croce Rossa di Allumiere. Perfetta l’organizzazione targata Comune e Pro Loco. Il sindaco ha poi curato e coordinato l’internamento della strada e la pulizia. «Siamo veramente soddisfatti – ha spiegato il sindaco Antonio Pasquini – per l’esito di questa meravigliosa manifestazione che come tradizione vuole accompagna da tantissimi anni i festeggiamenti in onore della Madonna delle Grazie. Ringraziamo anche le Contrade per la partecipazione ordinata alla manifestazione. Siamo stati felici di vedere la presenza in massa dei nostri concittadini e di vari turisti». Soddisfatta anche la presidente dell Pro Loco, Tiziana Franceschini: «Siamo riusciti a terminare le varie manche in pochissimo tempo». 
 

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Sottopasso pulito, il Codacons esulta

LADISPOLI -«Dopo anni di degrado  e incuria finalmente il popolo dei pendolari non deve più transitare in una galleria sporca, maleodorante e disgustosa». A intervenire sulla “vicenda” sottopasso ferroviario a Ladispoli è il coordinatore del Codacons Angelo Bernabei che plaude all'iniziativa dell'amministrazione comunale di affidare il servizio di pulizia dei luoghi a una nuova ditta. Da tempo, infatti, il sottopasso ferroviario che non solo “ospita” quotidianamente centinaia di pendolari in stazione, ma anche turisti e residenti che si spostano dal centro della città alle zone più periferiche (a cominciare proprio dal campo sportivo) lamentavano una scarsa igiene all'interno dei luoghi. Pavimenti sporchi, rifiuti di ogni genere abbandonati sì dagli incivili, ma da nessuno raccolti (o quantomeno non in tempi celeri), addirittura escrementi di animali e non solo. Una “cartolina” di benvenuto sicuramente non degna di una città balneare che durante la stagione estiva raddoppia la sua popolazione tradizionale grazie ai numerosi vacanzieri che la scelgono come meta. E di questo ne era già convinto il primo cittadino Alessandro Grando che proprio in vista dell'Air Show di Ladispoli che ha portato in città migliaia e migliaia di turisti provenienti da tutto il Centro Italia, aveva deciso di affidare il servizio di pulizia a una nuova ditta, almeno per la due giorni della manifestazione, per evitare “brutte figure” con i suoi ospiti. Ed è proprio lì che i ladispolani avevano notato la differenza. Come per magia in quei due giorni il sottopasso era tirato a lucido e tornato finalmente a nuova vita. Una situazione passeggera, almeno in quell'occasione, e che una volta terminata la manifestazione aveva visto il servizio essere tornato nelle mani di quella coperativa il suo compito non svolgeva a dovere. Da qui era scaturita la decisione del primo cittadino e dell'amministrazione in generale di dare mandato agli uffici preposti in materia di rescindere il contratto con la coperativa in questione e affidare il servizio a una nuova ditta. Da quel momento, la situazione è notevolmente migliorata. Ora, mentre l'amministrazione comunale punta a inserire la pulizia del sottopasso ferroviario nel nuovo bando per l'affidamento del servizio di igiene urbana, i pendolari puntano però il naso all'insù. Sebbene infatti finalmente la zona è tornata a splendere, dall'altra parte però necessita di interventi urgenti da parte di RFI. Il soffitto è a rischio crollo, a causa delle infiltrazioni d'acqua che si verificano in particolar modo durante la stagione invernale. Già lo scorso anno si era sventata la tragedia, quando dopo un forte temporale, parte dell'intonaco del soffitto aveva ceduto schiantandosi al suolo. A rischio c'è l'incolumità proprio dei tantissimi pendolari della stazione che, soprattutto in questo periodo, con i lavori alle banchine che rendono difficile l'attesa ai binari (causa assenza pensiline) rischiano di veder trasformarsi in tragedia una semplice attesa del treno. Da capire, dunque, se RFI una volta ultimati i lavori ai binari (che prevede anche la riapertura dei bagni in stazione) decida di rimettere mano al sottopasso andando a risolvere il problema. 
 

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

«Estate sicura, positivo il lavoro della Municipale»

LADISPOLI – Non si è ancora chiusa definitivamente e ufficialmente l'estate 2018 ladispolana, che a palazzo Falcone si lavora per organizzare la prossima stagione balneare. Si punta soprattutto all'incremento, magari definitivo, degli uomini di Polizia municipale da impiegare su tutto il territorio comunale, perché no 365 giorni all'anno. «Già quest'anno – ha spiegato l'assessore alla Sicurezza Amelia Mollica Graziano – grazie all'impiego di 10 stagionali e l'incremento delle ore lavorative soprattutto nel fine settimana, durante le isole pedonali sul viale, siamo riusciti a fornire un buon servizio ai cittadini e ai tanti turisti che hanno affollato la città». Sin dal primo giorno della stagione, in particolar modo in centro, per evitare la movida molesta e la vendita e abbandono di bottiglie di vetro sugli arenili pubblici o là dove la movida si concentra principalmente, il corpo della Polizia locale, guidato dal Comandante Sergio Blasi, ha avuto il suo ben da fare. Orario di lavoro esteso fino alla mezzanotte. Lavoro, quello degli uomini della Municipale esteso anche al controllo, di concerto con gli uomini della Guardia di Costiera di Ladispoli, e pattugliamento delle spiagge libere del territorio per contrastare il fenomeno dell'abusivismo commerciale che ha portato, in particolar, al sequestro di diversi carretti di grattachecche realizzate con ghiaccio sintetico e dunque anche pericoloso per la salute degli acquirenti. Ora però prima di poter vedere finalmente il numero degli uomini della municipale incrementato, così come più volte richiesto anche dai cittadini, bisognerà aspettare che il bilancio lo consenta. Ad oggi infatti, non sembra essere nelle disponibilità dell'amministrazione comunale, causa assenza di fondi, poter operare in tal senso.

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Ecco Hype, il nuovo calendario in cui Tarquinia viene raccontata dai tarquiniesi

TARQUINIA – Torna il calendario de lextra.news, tornano i dodici mesi che raccontano Tarquinia; ma, dopo quattro splendidi anni di divertimento e sorrisi, non sarà #checinema.
Come annunciato durante la presentazione dell’edizione dello scorso anno, infatti, il format che per quattro anni ha riproposto le iconiche immagini del cinema e della musica con personaggi e scenari tarquiniesi chiude il proprio ciclo.
“L’esperienza #checinema è stata esaltante – spiega Stefano Tienforti, direttore de lextra.news e ideatore del format – ma già dall’edizione scorsa sentivamo il bisogno di cambiare genere e, almeno per un po’, provare nuove strade. Tra il dubbio di restare fermi qualche anno e la voglia di cercare nuove idee, è nato Hype”.
Questo è, infatti, il titolo del nuovo progetto, che prova a trovare un modo diverso per raccontare Tarquinia: ogni pagina, infatti, proporrà la foto di un evento – dal Cristo Risorto al Presepe Vivente, da Corri per la Befana al DiVino Etrusco –, naturalmente abbinandola al mese in cui è in programma.
“L’idea è nata pensando a come lextra.news segua, giorno dopo giorno, la vita tarquiniese – spiega Tienforti – e gli eventi che la animano, e che dedicare lo spazio ai momenti di aggregazione e divertimento potesse essere sia un modo di omaggiare la vitalità e l’associazionismo cittadino, sia uno strumento di promozione nei confronti di turisti e visitatori ai quali cercheremo di distribuirlo”.
«Man mano che maturava questa possibilità, e che i nostri partner commerciali e istituzionali manifestavano apprezzamento, – continua Tienforti – ci siamo chiesti come rendere i concittadini ancora più partecipi, già che l’interazione è stata la vera chiave del successo di #checinema. Allora abbiamo pensato di chiedere agli appassionati tarquiniesi di fotografia, o ai semplici curiosi che hanno immortalato un momento con la propria camera, se volessero partecipare all’iniziativa. Tarquinia, insomma, raccontata dai Tarquiniesi: chi vorrà proporci i propri scatti potrà contattarci o tramite la pagina Facebook de lextra.news o alla mail redazione@lextra,news. Tutto il materiale che ci arriverà andrà unito all’archivio ormai decennale del sito per ricavare le dodici foto del 2019. Queste, oltre che sulle pagine di Hype, finiranno in una mostra che sarà ospitata dal Cinema Etrusco di Tarquinia, storico partner delle nostre iniziative».

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Ecco Hype, il nuovo calendario in cui Tarquinia viene raccontata dai tarquiniesi

TARQUINIA – Torna il calendario de lextra.news, tornano i dodici mesi che raccontano Tarquinia; ma, dopo quattro splendidi anni di divertimento e sorrisi, non sarà #checinema.
Come annunciato durante la presentazione dell’edizione dello scorso anno, infatti, il format che per quattro anni ha riproposto le iconiche immagini del cinema e della musica con personaggi e scenari tarquiniesi chiude il proprio ciclo.
“L’esperienza #checinema è stata esaltante – spiega Stefano Tienforti, direttore de lextra.news e ideatore del format – ma già dall’edizione scorsa sentivamo il bisogno di cambiare genere e, almeno per un po’, provare nuove strade. Tra il dubbio di restare fermi qualche anno e la voglia di cercare nuove idee, è nato Hype”.
Questo è, infatti, il titolo del nuovo progetto, che prova a trovare un modo diverso per raccontare Tarquinia: ogni pagina, infatti, proporrà la foto di un evento – dal Cristo Risorto al Presepe Vivente, da Corri per la Befana al DiVino Etrusco –, naturalmente abbinandola al mese in cui è in programma.
“L’idea è nata pensando a come lextra.news segua, giorno dopo giorno, la vita tarquiniese – spiega Tienforti – e gli eventi che la animano, e che dedicare lo spazio ai momenti di aggregazione e divertimento potesse essere sia un modo di omaggiare la vitalità e l’associazionismo cittadino, sia uno strumento di promozione nei confronti di turisti e visitatori ai quali cercheremo di distribuirlo”.
«Man mano che maturava questa possibilità, e che i nostri partner commerciali e istituzionali manifestavano apprezzamento, – continua Tienforti – ci siamo chiesti come rendere i concittadini ancora più partecipi, già che l’interazione è stata la vera chiave del successo di #checinema. Allora abbiamo pensato di chiedere agli appassionati tarquiniesi di fotografia, o ai semplici curiosi che hanno immortalato un momento con la propria camera, se volessero partecipare all’iniziativa. Tarquinia, insomma, raccontata dai Tarquiniesi: chi vorrà proporci i propri scatti potrà contattarci o tramite la pagina Facebook de lextra.news o alla mail redazione@lextra,news. Tutto il materiale che ci arriverà andrà unito all’archivio ormai decennale del sito per ricavare le dodici foto del 2019. Queste, oltre che sulle pagine di Hype, finiranno in una mostra che sarà ospitata dal Cinema Etrusco di Tarquinia, storico partner delle nostre iniziative».

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###