Errori giudiziari: a Civitavecchia un convegno per avvocati e cittadini

CIVITEVECCHIA – Errori giudiziari storie, testimonianze e riflessioni. 

È questo il tema del convegno di alta partecipazione contenutistica previsto per questo venerdì a Civitavecchia presso la sala meeting dell'Hotel San Giorgio.

Un appuntamento organizzato dalla Camera penale di Civitavecchia, presieduta dall'avvocato Andrea Miroli, che rientra anche nell'ambito degli incontri della Scuola per i difensori d'ufficio, coordinata dagli avvocati Paolo Pirani e Remigio Sicilia, rispettivamente della Camera penale di Civitavecchia e Viterbo.

Il convegno, aperto agli avvocati, ai quali viene richiesto l'accreditamento,  – con l'assegnazione da parte dell'ordine di 4 crediti formativi rilasciati a legali di qualunque foro – è inserito anche nel calendario del corso per difensori d'ufficio, ma soprattutto si estende anche alla partecipazione dei cittadini perché il tema, è un tema di tutti.

È giusto, infatti, che in un momento così caldo, in cui sostanzialmente c'è molta attenzione a quella che è la problematica giustizia, il cittadino inizi anche a sentire e toccare con mano le esperienze, soprattutto quelle dirette di persone che hanno vissuto da vicino questo tipo di problema, nell'obiettivo generale di riflettere e comprendere nei dettagli cosa può comportare la giustizia. 

Relatori di eccezione pertanto, per un incontro che punta alla  sensibilizzazione generale su un argomento sempre più attuale. 

Oltre al presidente della camera penale di Civitavecchia avvocato Miroli, interverrà anche il presidente dell'Ucpi, Unione delle Camere penali italiane, Giandomenico  Caiazza, il quale parlerà della "Vicenda Enzo Tortora, per non dimenticare".

Testimonianza illustre anche quella della moglie di Enzo Tortora, onorevole Francesca Scopelliti, presidente della Fondazione internazionale per la giustizia Enzo Tortora, che rappresenterà tutto l'iter e tutta la storia Tortora, esempio di errore giudiziario, storicamente più noto, che ha fatto maggiore scalpore.

Autorevole anche la relazione dei giornalisti Benedetto Lattanzi e Valentino Maimone, noti fondatori di Errorigiudiziari.com, primo archivio on line di errori giudiziari e ingiuste detenzioni, dal quale è stato creato anche 'Io sono innocente' il programma di Rai Tre dove si è parlato di vittime di errori giudiziari che sono statisticamente davvero numerosi. Un argomento, pertanto, sul quale esperti della materia e semplici cittadini devono interrogarsi e riflettere. I noti giornalisti focalizzeranno l'attenzione su cosa è cambiato da Tortora ad oggi.

Tra le testimonianze anche Giuseppe Gulotta, esempio storico di vittime di errori giudiziari, probabilmente emblema del più grave caso di errore giudiziario mai accaduto in Italia. Gulotta, che è  oggi presidente del Progetto innocenti della Fondazione che porta il suo nome, racconterà la sua vicenda, la sua esperienza e come si è reinserito in una società che lo aveva condannato. Non poteva mancare in questo contesto di alto profilo l'intervento dell'avvocato Enrico Delahaye che fino a dicembre 2016 era procuratore generale di Corte di Cassazione. Delahaye si occuperà della parte relativa al risarcimento del danno per le vittime di errori giudiziari costrette ad una ingiusta detenzione. L'ex giudice di sorveglianza interverrà con ogni probabilità anche sulla vicenda Tortora. 

L'appuntamento è per venerdì 23 novembre dalle 15,30 alle 19,30 presso la sala meeting dell'Hotel San Giorgio, viale Garibaldi 34 Civitavecchia.

 

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Tre pini da abbattere

SANTA MARINELLA – L’amministrazione comunale dispone l’ordinanza di abbattimento dei pini situati a Piazza Trieste. Una richiesta che era arrivata nei giorni scorsi anche da diverse forze politiche cittadine che ravvisavano la pericolosità degli alberi ad alto fusto situati nella zona storica della città. “Come abbiamo comunicato qualche tempo fa – spiega il sindaco Pietro Tidei – un pool di esperti costituito dai tecnici comunali, l’agronomo della Multiservizi ed altri professionisti, ha effettuato diversi sopralluoghi in piazza Trieste per verificare lo stato di pericolosità degli alberi. Alcuni eventi metereologici di eccezionale intensità, che si sono verificati nelle scorse settimane, hanno di fatto compromesso la stabilità di tre pini che l’amministrazione comunale ha deciso di abbattere con una ordinanza di oggi, tramite l’intervento della Santa Marinella Servizi. La prevenzione è fondamentale per evitare, ove possibile, eventi disastrosi come quelli accaduti a Terracina. Già da tempo abbiamo effettuato diversi passaggi con ditte specializzate per pulire e mettere in sicurezza quasi tutti i fossi cittadini, proseguendo con un capillare monitoraggio e controllo su tutto il territorio comunale, per prevenire situazioni di criticità, considerando l’arrivo della stagione invernale». «Fondamentale – conclude il sindaco – l’opera svolta dalle associazioni di volontariato, della Protezione Civile e dei nostri delegati comunali, ai quali rivolgo un ringraziamento speciale per la costante collaborazion». E proprio per quel che riguarda l’impegno dei volontari, il delegato competente Andrea Amanati, spende due parole per coloro che, ogni giorno, mettono a disposizione il loro tempo per risolvere i problemi della città. «Tanti si chiedono – dice il delegato al volontariato – ma come fate, ogni giorno, a dedicarvi a duemila cose, scontrarsi ogni volta con mille problemi, cercare di superare le tante difficoltà, correre a destra e sinistra, tante iniziative promosse, i tanti interventi già fatti, e soprattutto con le pessime condizioni economiche in cui versa il Comune di Santa Marinella. In verità, non ci sono né bacchette magiche, né altre cose nascoste, la realtà è che abbiamo molte persone, delegate che, ogni giorno, spendono il loro tempo prezioso al solo scopo di ridare alla nostra città la dignità persa, con tanto impegno, serietà e costanza, senza mai tirarsi indietro. Purtroppo a volte restano nel buio, e sta a noi renderli visibili perché tutti sappiano quanto si impegnano a titolo completamente gratuito, togliendo tempo per i propri impegni, per le loro famiglie. Loro ci sono sempre, in ogni occasione e senza di loro noi, come amministrazione comunale, non potremmo andare avanti facilmente. Io a queste persone gli farei un monumento, grazie per tutto ciò che fate per questa città a Daniele Fresilli, Stefano Campo, Emanuele Frezza, Leandro Tiberti, Ambra Campo, Aldo Campana, Alessia Campo, Andrea Verticelli, Mauro Guredda, Antonio Sgro, Giovanni D’amico e tutti gli altri delegati”.

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Ladispoli, Matteo Di Cola tra i primi dieci a ''Il Ristorante degli Chef''

LADISPOLI – Prosegue l'avventura del ladispolano Matteo Di Cola che ieri sera ha preso parte alla prima puntata de ''Il Ristorante degli Chef'' in onda su Rai2. Il ladispolano si è infatti posizionato tra i primi dieci in classifica aggiudicandosi così il proseguimento della sua avventura. Il programma è iniziato con ben 80 aspiranti chef arrivati da tutta Italia che nell'arco della serata di sono battuti per superare una serie di prove davanti a tre chef di fama internazionale:  Andrea Berton, Philippe Léveillé e la giovane e talentuosa Isabella Potì. Una selezione durissima con l'obiettivo di entrare tra i magnifici dieci che avranno accesso al programma e alla tanto ambita cucina del ''Ristorante''. E sconfiggendo la ''concorrenza'', Matteo Di Cola è riuscito a sorprendere piazzandosi tra i primi dieci. 
"Mi ricordo che il giorno in cui mi dissero di iscrivermi al casting risposi ridendo – scrive sulla sua pagina Facebook lo chef ladispolano – Ci dormii su e iniziai a valutare l'idea, ne parlai con la mia famiglia e i miei amici. Presi la mia decisione: 'se lo faccio, lo faccio per bene'. Non sapevo ancora bene a cosa stessi andando incontro, ed effettivamente non l'ho ancora capito. Il giorno degli 80 eravamo talmente tanti che vedevo il passare il turno come una cosa impossibile. Più passavano le ore e piu aumentavano dubbi e ansie, ma quando ci diedero il via per iniziare a cucinare svuotai la mente e mi concentrai su quello che stavo facendo, in un attimo arriva la fine del tempo ed io senza rendermene conto avevo finito ed impiattato proprio come volevo. Poi l'assaggio, i commenti positivi e tutto sembrava fatto. Attimi di tensione – continua ancora Matteo Di Cola – i giudici ci fanno girare il piatto ed è fatta, sono nei 40.  La mattina dopo sveglia presto, siamo sempre meno ma è ancora molto lontano e ci sono tante persone agguerrite tanto quantome. Me la gioco su un piatto che posso fare anche ad occhi chiusi, i giudici apprezzano sono nei 20 grazie alla mia cacio e pepe in gricia di porcini. Entriamo per la prima volta nella cucina ma ci sono solo 10 postazioni, e noi siamo ancora 20, mi assegnano la rivisitazione della carbonara, non posso fallire: sono carico e vedo gia il mio nome sul grembiule. Neanche il tempo di realizzare che cosa stessi facendo che scade il tempo, consegno il piatto e incrocio le dita, nella mia testa una sola frase 'non posso andare a casa per la carbonara'.  L'assaggio dei giudici, le critiche e gli apprezzamenti. Ce l'ho fatta, uno dei 10 posti è mio!! Sono fiero di me stesso, non credevo di poter entrare nei 10. Sono provato fisicamente e mentalmente, l'adrenalina scompare sotto la stanchezza. L'ultimo pensiero prima di addormentarmi va a chi mi ha sempre sostenuto e a chi non l'ha mai fatto".
Prossimo appuntamento con l'avventura di Matteo, martedì prossimo sempre su Rai2.

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Sequestro della nave Msf Aquarius, i verbali: «Classifichiamo i vestiti come stracci della sala macchine»

L’agente marittimo intercettato: «Siccome sono già cose che da tre anni facciamo ad Augusta i prezzi ce li avete e il servizio è sempre stato garantito». Il rischio di contaminazione da agenti patogeni e virus infettivi e la raccolta indifferenziata

Leggi articolo completo

@code_here@

Big match Atletico Tirrena: la vetta è possibile

L’Atletico Tirrena non vuole affatto scherzare, anzi, vuole vincere e ottenere la vetta. La squadra di mister Olimpia Santoro questa sera alle 21 sarà di scena nel comune viterbese Fabrica di Roma per sfidare la seconda della classe Real Fabrica che staziona al secondo posto della classifica a quota sette punti all’attivo così come il team civitavecchiese.
Le gialloblu, reduci da due successi consecutivi,Trastevere prima e Viterbo dopo, vogliono a tutti i costi il terzo bottino di fila, ma sarà necessario un ulteriore sforzo per battere il Real Fabrica che, nonostante la pesante sconfitta subita dal Viterbo per 5-2, vogliono ottenere i tre punti sfruttando al meglio il fattore casa. Il team, comunque, non si può sicuramente lamentare anche se l’inizio è partito con un segno ics e una sconfitta, perché le gialloblu subito dopo hanno ottenuto sei punti in due partite, frutto di una grande rosa che in campo ha dato tutto: anima e sudore.
«Sono molto soddisfatto – commenta entusiasta il numero uno dell’Atletico Tirrena Ermanno Muneroni – dei risultati ottenuti fino a questo momento e sono orgoglioso della rosa che abbiamo allestito. Riguardo la partita di questa sera è uno scontro diretto a tutti gli effetti e per me sarà battaglia fino all’ultimo secondo, ma sono sicuro di una prestazione impeccabile da parte delle mie bravissime atlete».

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Al Cardoni Wi-Fi e nutrizionista

Il calcio dilettantistico e giovanile laziale è rimasto fermo per un weekend, ma non si è fermata l’attività del Tarquinia Calcio, né quella di allenamento e divertimento sul campo, né quella di miglioramento ed organizzazione della struttura societaria.
Quello del Tarquinia Calcio può apparire, forse, come un progetto di scuola calcio ‘‘atipico’’, a partire dalla partecipazione al progetto Tris con atletica e pallavolo, ma vuole spaziare oltre il rettangolo di gioco e provare a realizzare su un modello di cui la comunicazione con le famiglie, il divertimento e l’educazione motoria rappresentano elementi portanti.
In quest’ottica, sono tante le opportunità pensate e realizzate per venire incontro alle famiglie in vari modi, e proprio in questi giorni la società ne ha presentate due sui propri canali social.
Innanzitutto, sin da questa settimana allo stadio Cardoni, dove il settore giovanile si allena e svolge i propri match casalinghi, sarà disponibile una connessione Wi-Fi, con i genitori degli iscritti che potranno, presso la segreteria, ottenere le proprie credenziali per l’accesso.
L’altra novità riguarda invece la collaborazione con una professionalità specifica, quella con la nutrizionista dottoressa Caterina Fanali, che sarà a disposizione di bambini e genitori per consigli mirati su come affrontare il pre gara per tre appuntamenti, uno al giorno con le differenti categorie, dal 21 al 23 novembre prossimi.
Successivamente, chi vorrà potrà rivolgersi alla dottoressa Fanali per una valutazione dello stato nutrizionale ed eventualmente richiedere l’elaborazione di un piano alimentare personalizzato a condizioni agevolate mediante una convenzione stipulata dalla società.
Lungi dal fermarsi, la società rossoblù annuncerà, nei prossimi giorni, anche altri tipi di iniziative rivolte ai propri calciatori.
 

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Invernale, buona la seconda

Un bel vento da terra di 12 nodi, un mare teso e liscio come una tavola, un bel sole inaspettatamente caldo. Questi i tre ingredienti che domenica hanno concorso ad una bellissima giornata di vela a Riva di Traiano, in occasione della tanto attesa ‘‘prima’’ dell’Invernale di Riva di Traiano – Trofeo Paolo Venanzangeli. Dopo la delusione di 15 giorni fa, con le regate annullate per l’allerta meteo, questa volta la giornata è andata nel verso giusto, con due splendide prove disputate e la piena soddisfazione di tutti gli equipaggi. Nel briefing mattutino, il Direttore di Corsa Fabio Barrasso, aveva parlato di una giornata sperimentale nella quale fare il primo test per l’eventuale doppia regata, ma le condizioni meteo sono state tali che, una volta in acqua, si è proceduto ad effettuare senza indugi anche la seconda prova. 
«Il vento da NE ci ha regalato un mare piatto – ha commentato Fabio Barrasso – ma ci ha fatto allontanare da riva, per evitare problemi con la boa di bolina. Il vento mediamente è stato sui 12 nodi, con punte di 15, ma anche con piccoli cedimenti fino a 9 nodi. La direzione non è stata sempre regolarissima, e ci ha fatto lavorare un bel po’ in acqua».
Da questa prima giornata emerge senza dubbio lo Swan 45 Ulika di  Stefano Masi, che, dopo due prove, si posiziona in testa alla classifica generale Regata sia in IRC sia in ORC.
In IRC è seguito da Athyris & C, Grand Soleil 43B di Piergiorgio Nardis (vincitore della 1a prova) e dal  First 40 Sayann di Paolo Cavarocchi (vincitore della seconda prova).
In ORC Ulika ha vinto entrambe le prove, ed in classifica generale è seguito da Milù III, Mylius 14E55 di Andrea Pietrolucci (2-2) e dal già citato Athyris & C. (4-4).
In classe Crociera, inizia benissimo l’X362 Sport Soul Seeker, di Federico Galdi (2-1), seguito dal campione uscente Malandrina, First 36.7 di Roberto Padua (1-3) e dal Dufour 40 Fly Away 2 di Magliacani/Di Grazia (3-2).
In Gran Crociera due sole barche in acqua, con First Wave, First 405 di Guido Mancini, che si è aggiudicato entrambe le prove davanti al Sun Odyssey 37 Maia di Fausto Bolognese.
«Sono ancora molte le assenze dovute ai danni riportati per il maltempo delle scorse settimane –  commenta il presidente del CNRT Alessandro Farassino – a cominciare dai due reduci dalla Middle Sea Race, Libertine, Comet 45s di Marco Paolucci, e SirBiss, Sydney 39 di Giuliano Perego, per finire al mitico “giallone” Duende, Vismara 46 di Raffaele Giannetti, sempre tra i protagonisti vincenti dell’Invernale e non solo, seriamente danneggiato in porto dalla mareggiata del 30 ottobre scorso». 
Proprio a causa di queste defezioni, nei ‘‘per2’’ è sceso in acqua il solo Comfortina 42 Fair Lady Blue di Oscar Campagnola. 
Da segnalare anche la classifica in Regata 2: in IRC guida Canopo, GS 39.2 di Adriano Majolino, seguito da White Pearl, Sun Odissey 44i di Roberto Bonafede e da Vag 2, GS 40B di Alessandro Canova.
In ORC  sempre Canopo al comando, ma seguito da Tsunami, Canard 41MK2 di Matteo Ranucci e Laura Orslini, e da Tes, M37 di Tommaso di Nitto. 
Appuntamento per domenica 2 dicembre con la seconda giornata.
 

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

UNIVERSITA' DI VERONA – CONCORSO (scad. 20 dicembre 2018)

Procedure di selezione per la chiamata di tre professori associati di
seconda fascia, per vari Dipartimenti

(18E11698)

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

COMUNE DI FOIANO DELLA CHIANA – CONCORSO (scad. 20 dicembre 2018)

Concorso pubblico, per esami, per la copertura di tre posti di
istruttore direttivo amministrativo contabile, categoria D, a tempo
indeterminato e pieno, di cui uno riservato prioritariamente ai
militari delle Forze armate.
(18E11832)

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

COMUNE DI PARMA – CONCORSO (scad. 7 dicembre 2018)

Mobilita' per la copertura di tre posti di istruttore tecnico
sociale, educatori professionali, categoria C, per Settore sociale.
(18E11747)

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###