Oltre 100mila euro per la scuola di via Turati

ALLUMIERE – La giunta Pasquini investe ulteriori 140mila euro per il plesso scolastico di via Turati, mentre proseguono a ritmo serrato i lavori. La scuola è rimasta chiusa dal 2014 a causa della caduta di materiale edile dal soffitto di una delle aule. Da quella data le vicissitudini dello storico edificio sono state molteplici: lavori iniziati e non terminati, cambi di ditte, liti e contestazioni tra R.U.P., impresa, direttore dei lavori e la precedente amministrazione comunale. Finalmente, poi, nei primi mesi del 2018 l’impresa Tethys, a seguito di una nuova gara di appalto, ha iniziato gli attuali cantieri. Sono passati 16 mesi dall’insediamento dell’amministrazione Pasquini ed i lavori sono ripresi in maniera celere, questo sebbene l’organico dell’Ente collinare abbia subìto il cambio della segreteria e della dirigenza dell’ufficio tecnico, trovandosi ad attendere i necessari tempi tecnici per gli avvicendamenti. Seguendo le normative vigenti la nuova gara d’appalto per affidare i lavori è stata gestita dalla Città Metropolitana di Roma Capitale. L’amministrazione comunale nel frattempo, con determinazione e senso di responsabilità, ha citato in causa l’impresa Nobilia per ‘’danni alla comunità di Allumiere e per fornitura di materiali scadenti’’. Il progetto originario di ristrutturazione è stato riveduto e corretto: non era, infatti, prevista la realizzazione di un impianto elettrico certificato e dell’impianto antincendio, passaggi fondamentali per la fruibilità della struttura scolastica e l’ingresso in classe dei bambini, che sono stati invece aggiunti nel nuovo progetto. «Queste  fondamentali aggiunte hanno fatto salire i costi di realizzazione – spiega il primo cittadino, Antonio Pasquini – l’importo previsto originariamente risultava nettamente insufficiente al completamento dei lavori, ma la caparbietà degli amministratori, in sinergia con la direzione lavori ed i responsabili dell’ufficio tecnico, hanno permesso di stravolgere il progetto originario e renderlo funzionale, sicuro e perfettamente rispettoso delle normative». Al momento sono stati eliminati tutti i lavori esterni ed i fondi sono stati spostati sui lavori da realizzarsi all’interno della struttura: «È stato necessario reperire ulteriori fondi risultando quelli stanziati ancora insufficienti – spiega il sindaco – dopo vari incontri con la Regione Lazio e l’Enel in questi giorni siamo riusciti a reperire ulteriori 140mila euro che saranno dedicati al completamento delle opere interne, quali l’impianto elettrico con luci a led, l’impianto interno antincendio e la tinteggiatura delle aule». La giunta Pasquini è in contatto con la Regione Lazio per ulteriori 250mila euro finalizzati al completamento delle facciate esterne e del cortile dello storico edificio di piazza Turati. «E’ nostra intenzione rendere il plesso agibile e funzionale il prima possibile per permettere ai bambini di tornare in aule che abbiano tutti i requisiti igienico sanitari e d’illuminazione fondamentali e – prosegue ancora il primo cittadino collinare – anche dovese tardare l’arrivo dei fondi necessari al rifacimento degli esterni della scuola, siamo disponibili a discutere con la Dirigente Scolastica ed il corpo docente il miglior modo per garantire l’ingresso dei bambini al termine dei lavori all’interno della struttura». In questi giorni, nel rispetto delle normative vigenti, il plesso è affollato da operai intenti nelle opere murarie ed elettriche, di lavorazione dei ferri e di controsoffittatura. «È un piacere vedere tanta attività – dichiara il sindaco Pasquini – di fondamentale importanza è stato anche il sopralluogo effettuato presso il plesso scolastico del faggeto: per far rendere conto della situazione in cui crescono i nostri bambini alcuni mesi fa ho personalmente portato in visita al plesso i titolari dell’impresa edile, alcuni dirigenti dell’Enel e della Regione Lazio. L’aver constatato di persona la scarsa superficie a disposizione dei bambini e la quasi assenza di luce naturale in alcune aule, che si sommano all’ampia differenza di età dei ragazzi che frequentano il plesso e condividono gli spazi, ha sollecitato in queste persone il ‘’senso genitoriale’’ che è presente in tutti noi e devo ammettere che tutti hanno percepito l’importanza di completare i lavori il prima possibile’’. In questi giorni la ditta che porta avanti i lavori in piazza Turati ha effettuato le lavorazioni di controsoffitto ed elettriche al secondo piano, la posa in opera delle travi al primo piano e le saldature  delle travi già poste in opera al piano terra. Tutti sono operativi per la riapertura del l’edificio delle scuole dalla ditta, che ha impiegato tutte le forze spendibili, fino ai funzionari regionali, in attività per reperire ulteriori fondi per il completamento dei lavori. Il sindaco Pasquini ci tiene a fare alcuni doverosi ringraziamenti: «Anzitutto all’Impresa Tethys ed Armeni per il grande impegno. Il massimo della gratitudine va all’impagabile lavoro di collaborazione tra gli architetti Lucidi e Mencarelli e l’ing. Funari, l’avvocato Astolfi che ci segue costantemente e la costante vicinanza al Comune di Allumiere del Presidente del Consiglio Regionale Daniele Leodori e del senatore Bruno Astorre che ci guidano nel reperimento dei fondi fondamentali per l’esecuzione dei lavori».

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

La Vecchia sfida l’Allumiere, la Csl Soccer la San Pio X

di MATTEO CECCACCI

Il fermo dei campionati, causato dall’assenza degli arbitri sui vari terreni di gioco della regione Lazio dopo la vile aggressione al giovane fischietto ventiquattrenne Riccardo Bernardini, non ferma la corsa del Civitavecchia Calcio 1920 e della Csl Soccer. Le due compagini allenate rispettivamente da Andrea Rocchetti e Daniele Fracassa hanno deciso di scendere in campo ugualmente, iniziando le proprie gare alle 15. I nerazzurri se la vedranno con l’Allumiere di mister Nico Rogai, formazione attualmente prima in classifica insieme al W3 Roma Team nel campionato di Prima Categoria, mentre i rossoblu sfideranno al Riccucci la San Pio X di mister Mario Castagnola, team militante in Seconda Categoria. Una gara molto sentita per il tecnico Daniele Fracassa, visto che su quel campo in terra, prima di diventare uno degli allenatori più blasonati del territorio, si è tolto grandi soddisfazioni, soprattutto con l’attuale direttore sportivo D’Aponte, quando all’epoca era uno dei suoi attaccanti più forti. «Sarà un piacere – commenta a tal proposito il Ds D’Aponte – tornare su un campo dove ho trascorso momenti indimenticabili». «Per noi – spiega Ceccacci – è un match fondamentale». 

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

La Vecchia sfida l’Allumiere, la Csl Soccer la San Pio X

di MATTEO CECCACCI

Il fermo dei campionati, causato dall’assenza degli arbitri sui vari terreni di gioco della regione Lazio dopo la vile aggressione al giovane fischietto ventiquattrenne Riccardo Bernardini, non ferma la corsa del Civitavecchia Calcio 1920 e della Csl Soccer. Le due compagini allenate rispettivamente da Andrea Rocchetti e Daniele Fracassa hanno deciso di scendere in campo ugualmente, iniziando le proprie gare alle 15. I nerazzurri se la vedranno con l’Allumiere di mister Nico Rogai, formazione attualmente prima in classifica insieme al W3 Roma Team nel campionato di Prima Categoria, mentre i rossoblu sfideranno al Riccucci la San Pio X di mister Mario Castagnola, team militante in Seconda Categoria. Una gara molto sentita per il tecnico Daniele Fracassa, visto che su quel campo in terra, prima di diventare uno degli allenatori più blasonati del territorio, si è tolto grandi soddisfazioni, soprattutto con l’attuale direttore sportivo D’Aponte, quando all’epoca era uno dei suoi attaccanti più forti. «Sarà un piacere – commenta a tal proposito il Ds D’Aponte – tornare su un campo dove ho trascorso momenti indimenticabili». «Per noi – spiega Ceccacci – è un match fondamentale». 

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Asl Roma 4, arrivano 886mila euro

CIVITAVECCHIA – Dalla Regione Lazio arrivano 886mila euro per le manutenzioni straordinarie della Asl Roma 4 nel triennio 2018 – 2020. Una buona notizia per l’azienda sanitaria locale giunta dopo l’approvazione in giunta di una delibera che prevede lo stanziamento di circa 17 milioni di euro per le Asl, Aziende ospedaliere e Irccs pubblici del Lazio. I fondi dovranno essere utilizzati per realizzare interventi di manutenzione straordinaria degli spazi funzionali e degli impianti per garantire il mantenimento dei livelli di effi cienza ed effi cacia nell’erogazione delle prestazioni sanitarie.

Soddisfatto il direttore generale della Asl Roma 4 Giuseppe Quintavalle: «Sono soldi in più rispetto ai classici volumi che arrivano per la manutenzione straordinaria – ha spiegato – ora ci muoveremo facendo un check sulle strutture e li useremo per l’ospedale e per tutto il territorio». Sicuramente fondi che fanno comodo alla Asl Roma 4 che andrà a ricevere quasi 900mila euro. «Le manutenzioni straordinarie sono fondamentali – ha evidenziato Quintavalle – e importanti soprattutto per strutture che hanno qualche anno come le nostre, con questi fondi quindi potremo garantire ancora di più la sicurezza dei nostri pazienti».

Per il presidente della Regione Lazio Nicola Zingaretti si tratta di «risorse che saranno importanti per ammodernare e rendere più effi cienti i nostri ospedali e le strutture sanitarie. Aver messo in ordine i conti della sanità del Lazio – ha concluso – vuol dire anche questo: poter tornare ad investire risorse per le strutture e per una sanità di qualità». Uno stanziamento importante anche per l’assessore alla Sanità e l’Integrazione sociosanitaria regionale Alessio D’Amato. «Servirà per intervenire strutturalmente sugli ambienti e per il ricambio – ha detto – delle vecchie apparecchiature a disposizione con l’obiettivo di fornire un servizio sempre più di qualità per l’utenza».

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Mecozzi: ''Borgata Aurelia necessita di interventi mirati''

CIVITAVECCHIA – «Il furto in casa ad un nostro concittadino domiciliato in Borgata Aurelia, effettuato presumibilmente da una banda di malfattori, oltre al danno strutturale, economico e psicologico subito, proprio per bocca del nostro sventurato amico , mette in evidenza tutte quelle criticità che da anni instancabilmente denuncio , che reputo possano essere inconsapevolmente complici di chi vive di espedienti e di reati».

È quanto dichiara il consigliere di minoranza Mirko Mecozzi, intervenendo sui fatti riportati oggi. 

«La scarsa illuminazione notturna, le erbacce e le sterpaglie che invadono la Borgata – spiega –  diventano complici di chi cerca attraverso il reato di minare la sicurezza dei cittadini ed intaccarne il patrimonio personale.Borgata Aurelia quartiere periferico, a sentire l’ umore dei cittadini appare come un quartiere abbandonato a se stesso che denuncia da sempre la scarsa presenza del personale addetto al controllo del territorio e tutte le attenzioni che una pubblica amministrazione dovrebbe mettere in campo per rendere più vivibile quella vasta area della città che da anni lamenta la latitanza delle istituzioni e le loro mancate risposte". 

L'ennesimo appello per il quartiere di Borgata Aurelia che "per tornare a splendere ha bisogno di attenzioni ed interventi mirati su ogni sua parte – conclude duro Mecozzi – come le strade, il verde, l’ illuminazione, le alberature, la segnaletica, il controllo del territorio, eccetera, che questa amministrazione ed il suo aindaco Antonio Cozzolino, non sono stati in questi cinque anni in grado di garantirgli».

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

''Una chance Mondiale o mi ritiro''

di ALESSIO ALESSI

Salire sul tetto del mondo, un sogno ad occhi aperti che dura ormai da troppo tempo, quasi concretizzatosi nel giugno 2016 e sfumato per un problema fisico, poi l’estromissione dalle prime quindici posizioni della classifica del WBC, ma un campione sa sempre come rialzarsi, e allora ecco la conquista della corona intercontinentale WBA e la conseguente ascesa nella stessa sigla. 
Emiliano Marsili ha le idee chiare: «L’obiettivo è disputare un Mondiale entro il 2019, altrimenti appendo i guantoni al chiodo».
Ora, a 42 anni e a quasi nove mesi dalla sua ultima apparizione sul quadrato, il Tizzo è pronto per tornare sotto le luci della ribalta. 
Il pugile di Civitavecchia riprende così la sua corsa al titolo iridato dei pesi leggeri dal Teatro Principe di Milano, dove il 15 dicembre disputerà un match sulla distanza delle 6 riprese; ancora riserve sul nome dell’avversario. 
Attualmente quinto nel ranking della World Boxing Association, l’ex re d’Italia e d’Europa fa il punto della situazione: «Ho bisogno di tornare a combattere per non perdere la confidenza con le sedici corde. Il rientro non sarà facile a prescindere dall’avversario, in quanto ho tutto da perdere. In questo periodo ho intensificato la preparazione e a breve inizierò anche lo sparring. Come sempre nel mio viaggio sono accompagnato dal preparatore Gino Lauro, dal maestro Mario Massai e dai miei manager Salvatore Cherchi ed Enrico Tantussi».
L’impresa Mondiale sarà ardua, visto che quella dei leggeri ad oggi è una delle categorie di peso più impegnative del panorama pugilistico planetario, basti citare due nomi: Mikey Garcia, detentore delle sigle WBC e IBF, e Vasyl Lomachenko, titolare proprio della corona WBA, nonché per molti il pugile ‘‘pound for pound’’ più forte in circolazione. 

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Passate 24 ore ma l'acqua ancora non torna

CIVITAVECCHIA – La situazione sul fronte idrico continua ad essere difficile per i civitavecchiesi con i disagi che si sono allungati perché l'acqua si ostina a non tornare. Nella serata di ieri l’annuncio della riparazione effettuata presso l’acquedotto del Nuovo Mignone, terminata verso le 15,50 e la promessa: acqua nelle case entro la tarda mattinata. Alle 18,15 – lo annuncia l’assessore ai Lavori pubblici Alessandro Ceccarelli – l’acqua arriva a Poggio Capriolo, evviva. Niente da fare, ancora ore su ore di disagi tra taniche e bottiglie di plastica. Parliamo di San Liborio, quartiere Faro e zona del Casaletto rosso alta. Numerosi i commenti di protesta dei cittadini, specialmente sulle pagine social ufficiali dell’amministrazione pentastellata. Come al solito dopo la riparazione devono passare più di 24 ore perché l’acqua torni nelle case dei civitavecchiesi.

Una situazione al limite del tollerabile. Come ricordato nei giorni scorsi dal vice coordinatore locale di Forza Italia Giancarlo Frascarelli è ridicolo vedere litri e litri d’acqua andare sprecati in strada per perdite come quella di via Nuova di San Liborio (che continua a sversare nonostante nelle case i rubinetti restino a secco), all’altezza della scuola Don Milani, in un quartiere che soffre criticità idriche come quello di San Liborio.

Giovedì la rottura di un tubo, ad inizio novembre le torbide del Mignone (evento che si ripete ciclicamente ad ogni pioggia più o meno insistente) e il consigliere comunale di Polo Democratico Mirko Mecozzi punta il dito contro l’amministrazione: quel bacino di calma del Mignone – acquedotto gestito da Csp – va assolutamente svuotato. D’estate la siccità, d’inverno la pioggia, pare che il destino dei civitavecchiesi sia quello di rimanere con i rubinetti a secco a zone alterne nell’arco dell’anno e con una ciclicità allarmante. Quasi la metà dei primi giorni di novembre i cittadini delle zone a monte li hanno passati a secco.  

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Pyrgi in cerca di punti per risalire la china

Destinazione PalaCarucci per il Pyrgi questo pomeriggio alle 18, di fronte sul parquet, oltre al Terracina, ci saranno quei due punti, a questo punto ossigeno puro, per risalire in classifica. 
Perché se da una parte se ne è vinta una sola, all’esordio in casa dei Castelli Romani, dall’altra averne perse due tra le mure amiche, una di una lunghezza e l’altra per una manciata di punti, ha un po’ destabilizzato una rosa a cui serve, a questo punto, solo un filotto di risultati per tornare a capire la propria valenza. 
Senza dimenticare comunque che il Pyrgi dovrà recuperare domenica prossima la gara con il Cave, sospesa per la troppa umidità quando si era avanti dii sei punti. 
Se da una parte i veterani stanno tirando il gruppo, facendo leva sull’esperienza in modo da coinvolgere anche i meno anziani di età, dall’altra il coinvolgimento dei giovani comincia ad essere parte attiva di questa realtà. E così dopo la buona gara del classe 2002 Biritognolo nell’ultima uscita, coach Catinari inserisce un altro giovanissimo per Terracina, Feligioni classe 2001. 
Non dovrà trarre in inganno la posizione del Terracina, ultima a zero punti, perché quella facilità nel risultato finale, probabile nella mente dei giocatori, potrebbe indurre a prendere il match sottogamba. 
Per la gara sono stati convocati Cimò, Galli, Treglia, Di Giovanni, Biritognolo, Feligioni, Mangiola, Sileoni, Antista, Gonzales, Cappelletti e La Rocca. 
Due punti per ridare morale, in fondo finora è sembrato veramente minimo lo scarto con le pretendenti al titolo.

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Cpc e Corneto provano ad accorciare sulla vetta

Nell’undicesima giornata del campionato di Promozione, la Cpc2005 fa visita al Canale Monterano. Dopo la vittoria interna a spese del Montefiascone, in cui si sono ritrovati gol e determinazione, c’è la trasferta in terra viterbese per gli uomini di Caputo. Se da una parte vincere è l’obiettivo primario, dall’altra l’occhio va alle sfide delle dirette concorrenti di questa rincorsa al primato. La capolista Monti Cimini in casa affronterà il Pian due Torri, la seconda in graduatoria, la Vigor, a un punto di distanza, sarà impegnata invece sul campo del Montefiascone, mentre la Corneto, a pari punti coi portuali e con tre punti di distanza dalla vetta, affronterà il Bomarzo al Bonelli. Per la trasferta dei portuali, il Canale viene dall’importante vittoria ottenuta in casa dell’ostico Pian due Torri, in una classifica che li vede ora in un confortante ottavo posto. Da un campionato anomalo dove il divario tra le prime della classe e il resto del gruppo è più che evidente, perdere terreno nelle sfide sulla carta più soft potrebbe diventare pericoloso. La Csl Soccer di patron Vitaliano Villotti, sfida il fanalino di coda Aurelio Roma, con soli due punti all’attivo. Alle 11, i rossoblù del tecnico Daniele Fracassa, saranno impegnati nella Capitale per cercare di espugnare l’ostico campo e tornare a vincere in trasferta. I leoni, infatti, non fanno bottino pieno fuori dal “Gagliardini” da ben cinque partite di fila tra campionato e Coppa Italia. Giovedì scorso la Csl ha giocato anche un’amichevole con il Montalto di Salipante, compagine che milita in Eccellenza. Il tecnico civitavecchiese schiererà il 3-5-2, saranno assenti Gaeta e Siani per problemi fisici, mentre Luca Bresciani è in dubbio. Una sfida, dunque, tutta da vivere per una Csl che vuole avvicinarsi il più possibile alla vetta. «Francamente ci stiamo provando – dice il ds D’Aponte – nulla accade per caso ci tengo a sottolinearlo, il parco giocatori è di livello, l’ambiente ha le sue diatribe come tutte le famiglie calcistiche e non, ma nel complesso è coeso, le motivazioni a spingerci oltre un limite, aumentano ogni giorno, dobbiamo lavorare con umiltà però, verranno momenti meno belli e li dovremmo essere lucidi». Oggi pomeriggio alle 14.30 al Tamagnini, saranno di scena in un derby che si preannuncia molto bello, il Santa Marinella e il Tolfa. I tirrenici dovranno fare i conti con gli infortunati perché, a quanto sembra, sia Iacobucci (capocannoniere dei rossoblù con sei gol realizzati) per un ginocchio gonfio che Rosati, sofferente di una distorsione, dovranno saltare questa gara. «Il Tolfa e un’ottima squadra – dice mister Morelli – difficile da affrontare, forte agonisticamente e se vuoi batterla devi giocartela con la concentrazione giusta. Noi, se non diamo il 101 per cento delle nostre possibilità, non facciamo nulla. Purtroppo la rosa è ancora corta e abbiamo delle assenze, quindi serviranno due centrocampisti un attaccante alla riapertura del mercato dicembrino. Finalmente ho visto uno spogliatoio coeso e questo produce molto ottimismo». Sull’altra sponda mister Sperduti sarà privo di Cascianelli e Mecucci. «Troveremo una squadra diversa rispetto a quella affrontata in Coppa Italia – spiega il tecnico collinare – ora ha più fiducia di se stessa, dopo il successo di domenica scorsa con il Cerveteri. Dovremo far fronte ad un gruppo agguerrito che ci aspetta per confermare il loro buon momento. È una partita importante dove ci sono tre punti in palio, ma noi l’abbiamo preparata bene. Grande rispetto per loro, nonostante la differenza in classifica. Non abbiamo obiettivi particolari in questa stagione, ma con il Santa Marinella giocheremo per vincere». Gara tutta da giocare tra il Città di Cerveteri e l’Urbetevere. Questa mattina al “Galli”, mister Zeoli dovrà rinunciare ai soliti Bacchi, D’Amelio e Paris oltre a Giustini squalificato. Tre sconfitte nelle ultime quattro gare per i verdazzurri. «Ho visto una squadra moscia domenica con il Santa Marinella – dice il presidente Ranieri – bisogna partire sempre dal fatto che stiamo giocando tre gare a settimana con 12-13 giocatori in organico, dunque dobbiamo stare vicini alla squadra perchè siamo in un momento difficile. Dobbiamo andare avanti domenica per domenica e cercare di rimetterci in carreggiata. È vero che con il Santa Marinella non dovevamo perdere, ma bisogna capire che mister Zeoli deve sopportare delle grosse difficoltà di effettivi a disposizione. Questa rosa oggettivamente non è da quarto posto né prima con Silvestri e né ora con Zeoli. Basta guardare le rose delle squadre che occupano i primi sei sette posti della classifica per rendersene conto». Pronostico tutto a favore per il Corneto Tarquinia che questa mattina in casa, nella gara contro un Bomarzo privo di Daniele Ingiosi che nei giorni scorsi ha lasciato la comitiva. Del Canuto avrà tutta la rosa a disposizione, eccezion fatta di Vincenzi. L’Atletico Ladispoli, invece, viaggia alla volta della Capitale per affrontare il Duepigreco Roma.

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Lega, il ministro Gian Marco Centinaio a Tarquinia per parlare di Agricoltura e turismo

TARQUINIA – Continua la marcia di avvicinamento alle prossime elezioni di primavera per la Lega Lazio.
In questo contesto, mercoledì 14 novembre alle ore 19, il coordinatore cittadino della Lega, Alessandro Giulivi, ha organizzato un incontro presso la sala consiliare con il Ministro dell’Agricoltura Gian Marco Centinaio, il vice coordinatore regionale e senatore Umberto Fusco, il coordinatore regionale del partito Onorevole Francesco Zicchieri.
Agricoltura e turismo l’argomento dell’incontro.
“Abbiamo bisogno di un nuovo corso dove abbiamo tutti l’obbligo di far tornare Tarquinia ad essere protagonista. Bisogna guardare avanti con fiducia e coraggio – questo il messaggio del coordinatore cittadino Alessandro Giulivi. Il nostro territorio ha bisogno di progetti seri e di risposte. Grazie alla disponibilità dei ministri della Lega e dei coordinatori regionali e locali, abbiamo finalmente la possibilità di tornare a far sentire la nostra voce. Invito tutti gli agricoltori ed operatori turistici a partecipare attivamente e collaborare in questo nuovo percorso. Insieme possiamo farcela”.

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###