Tarquinia, torna l'appuntamento estivo con il Divino Etrusco

TARQUINIA – Nell’ultimo week end di agosto torna la manifestazione più attesa del calendario estivo tarquiniese, il “Divino Etrusco 2018”, evento che associa la produzione vinicola alle dodici città etrusche anticamente confederate nella Dodecapoli. Una manifestazione di grande qualità a partire dalla selezione delle cantine, nella proposta degli street food e degli interventi musicali.

Saranno presenti nel percorso dei banchi d’assaggio i vini di Volterra, Arezzo, Bolsena, Cerveteri, Chiusi, Cortona, Orvieto, Perugia, Piombino, Tarquinia, Veio e Vulci.

Tante le novità che caratterizzeranno questa XII edizione. Il Divino Etrusco animerà le vie del centro storico da giovedì 23 a domenica 26 agosto con l’anteprima dell’evento il 22 agosto, all’ Ara della Regina, dove andrà in scena il concerto “Prospettive Etrusche”.

Un connubio perfetto tra arte ed enogastronomia che, ogni anno,raccoglie migliaia di visitatori, più di 30 cantine collocate in 12 piazze e in ogni angolo del centro storico una piacevole sorpresa dal cibo di strada, ai prodotti tipici, musica e spettacoli. 

Il Piazzale Europa, per tutta la durata della manifestazione, sarà luogo di laboratori di cucina sia per i grandi che per i piccini, show cooking e gare enogastronomiche.

E per chi volesse intraprendere un percorso più approfondito nel mondo del vino potrà partecipare a degustazioni guidate da Carlo Zucchetti, l’Enogastronomo col Cappello.

Ad arricchire l’aspetto culturale della manifestazione,  l’apertura serale del Museo Etrusco prevista per sabato 25 agosto  e due appuntamenti da non perdere del programma “Art City Estate 2018” promosso dal Polo Museale  del Lazio,  il 25 agosto “Il fiore Azzurro” spettacolo di narrazione e teatro di figura presso il Museo Nazionale Etrusco ed il 26 agosto lo spettacolo di danza “Bermudas” presso la Necropoli Monterozzi.

Il ticket giornaliero è di 13,00 euro, il ticket 3 assaggi è di 7,00 euro ed il ticket ricarica 3 assaggi è di 5,00 euro con calice e tracolla in omaggio.

La manifestazione è organizzata dal Comune di Tarquinia in collaborazione con la Proloco Tarquinia, i Divini Commercianti, Carlo Zucchetti l’Enogastronomo col Cappello, Domus Artiis ed il patrocinio della Camera di Commercio di Viterbo.

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Allumiere in fermento: arriva il Palio

ALLUMIERE – Ad Allumiere ormai si respira aria di Palio con l’adrenalina che sale sempre di più e col paese completamente vestito a festa con tutti i colori delle sei Contrade. Dappertutto è un risuonare di tamburi, uno sventolare di bandiere, un brulicare di persone intente a cucire, a stirare, a preprare ogni minimo particolare: tutto nel giorno del Palio dovrà essere perfetto. In ogni Contrada vige il massimo riserbo sui fantini e sui somari che gareggeranno per conquistare l’ambito Cencio. Sbanderatori e tamburini sono intenti a fare le prove cercando di tenere nascoste le prese più dificili e spettacolari. Da lunedì comincia la settimana di ‘‘passione’’, quella cioè che precede il Palio delle Contrade, giunto quest’anno alla 54^ edizione. Amministrazione Comunale, Pro Loco, Contrade e forze dell’ordine sono all’opera per garantire un’edizione pressochè perfetta del prossimo Palio: a garantire sicurezza e viabilità ci sarà una vera e propria task force (coordinata dal sindaco) con carabinieri, forestale, vigili urbani, volontari della Protezione Civile e polizia. La manifestazione si terrà il 18 e 19 agosto nel paese collinare ormai da mesi in fermento. Preparazione, tensione e rivalità si rinnovano, sempre uguali e sempre diverse, come ogni anno dal 1965. Le sei Contrade scalpitano e sono pronte a darsi battaglia per la conquista dell’ambito Cencio. I tre minuti della corsa degli asini in piazza della Repubblica decideranno il campione che, oltre al Cencio, porterà in Contrada anche il diritto di sbeffeggiare tutti gli avversari per un anno intero; fino alla prossima disputa, in un eterno ciclo di lavoro, passione, speranze, scaramanzie, sogni infranti e gioia dirompente. Sabato 18 la manifestazione si apre con la tradizionale Provaccia; alle 19.00 le sei Contrade potranno finalmente calcare l’anello in terra battuta della piazz circondata da . Ciascuna avrà circa 8 minuti per provare circuito e asini della scuderia e prendere una decisione fatale: scegliere i tre campioni a quattro zampe a cui affidare le speranze di tutti i contradaioli il giorno seguente. A seguito della Provaccia si prosegue con il Minipalio disputato su due batterie: il presidente della Contrada vincitrice viene premiato sul balcone del Comune. Dalle 21.30 si scioglie la tensione e la Notte delle Contrade si anima; come da tradizione le sei Contrade, ciascuna in una delle piazzette del paese, offrono da bere a paesani e visitatori: musica, divertimento, degustazione di prodotti locali proseguono fino a notte fonda. Nella ‘‘Notte colorata’’ si susseguiranno feste imperdibili, spettacolari e divertenti in ogni Contrada. Sono previste dj set, ballerine sud americane, danza del ventre, spettacoli per bambini, discoteca all’aperto con cubiste, schiuma party, animatori, balli di gruppo, prodotti enogastronomici e piatti tipici locali, vino birra, cocktail a fiumi e tanto altro il tutto in un clima di festa, di amicizia e anche di contesa fra le Contrade che faranno di tutto per fare la festa più bella e partecipata. La mattina di domenica 19, nonostante la baldoria della notte precedente, non si potrà mancare al rito della benedizione di asini e fantini sul sagrato della Chiesa di S.S. Maria Assunta e alla successiva ‘‘Punzonatura’’ (la numerazione degli asini che correranno il Palio domani pomeriggio. In aula consigliare verrà controllato, timbrato e sigillato il materiale per i fantini e per gli asini che saranno poi consegnati ai presidenti di ogni Contrada). Le Contrade hanno scelto i tre asini che correranno il Palio e quegli stessi asini vengono segnati con un numero progressivo che li rende riconoscibili: le speranze di tutto il paese saranno tutte riposte nella forza delle loro zampe. Alle 17 il corteo storico inizierà il suo maestoso cammino verso la piazza: circa 250 comparse faranno rivivere l’epoca del primo Rinascimento, della scoperta dei giacimenti di alumite e degli appalti di Da Castro, dei Medici e del Chigi in una spettacolare rievocazione storica. Papi, prelati, dame, signori, soldati, guardie, popolani, giocolieri, duellanti, nessuno sarà dimenticato grazie alle sapienti mani delle sarte delle Contrade che ogni anno regalano grandi emozioni al pubblico, numerosissimo, della manifestazione. Una giuria di docenti e di esperti valuterà ogni dettaglio per stabilire la Contrada vincitrice del trofeo: ‘‘Miglior corteo storico’’. Tra le comparse e nei cuori dei contradaioli un posto speciale è tradizionalmente riservato ad alfieri e tamburini. Gli sbandieratori di Burò, Ghetto, La Bianca, Nona, Polveriera e S. Antonio si esibiranno e si sfideranno in una gara di agilità, abilità e coreografia. I loro lanci e le loro prese terranno col fiato sospeso il pubblico e delizieranno tutti con performances mozzafiato: questi verranno giudicati da una giuria di esperti della Fisb: la giuria sarà presieduta dal tecnico e maestro di bandiera Aquilino Mancinelli del gruppo sbandieratori di Soriano del Cimino; il gruppo migliore riceverà il trofeo. Al termine del Corteo Storico e delle esibizioni degli alfieri si procederà alla disputa del Palio vero e proprio. La piazza, come ogni anno tratterrà il fiato al primo clangore della prima prova delle gabbie. Come ogni anno attenderà trepidante la voce dagli altoparlanti che annuncerà il sorteggio delle gabbie fino ad esplodere in grida in esortazione, tifo, disperazione o gioia all’uscita degli asini in ogni batteria. Ma il vero boato sarà quello della Contrada che vincerà con la corsa liberatoria e trionfante dei contradaioli da ogni angolo della piazza sotto il balcone del Palazzo Comunale. Il coro esultante quando da quello stesso balcone, finalmente il Cencio, quest’anno realizzato dalla bravissima e poliedrica artista tolfetana Silvia Di Silvestro e offerto dalla farmacia Toti, sarà calato tra le mani dei fantini e del popolo. E poi il silenzio irreale del resto delle Contrade, che però non si abbatteranno e si prepareranno a rimboccarsi le maniche: guarderanno il vincitore portarsi a casa il Palio per cui hanno, in puro spirito volontaristico, lavorato per tutto un anno e in quel momento tutti sapremo che la sfida al Palio del prossimo anno sarà già iniziata. Da rilevare che a fine Palio si svolgerà la festa (aperta a tutti) nella Contrada vincitrice e poi in piazza dal balcone del Comune ci sarà la tradizionale Tombola. Molte le novità a corollario del Palio. In primis va rilevato che la delegata al Commercio Dania Trotti in collaborazione con il Comune di Allumiere ha dato il via alla 1^ edizione del ‘‘Palio in Vetrina’’. Il concorso, rivolto a tutti gli esercenti e attività economiche del Comune, prevede, previa adesione, l’allestimento delle proprie vetrine in base al tema del Palio, con addobbi e colori della Contrada appartenente. «L’iniziativa – spiega la delegata al Commercio, Dania Trotti – è finalizzata a rallegrare lo spirito di festa nelle vie cittadine e dar modo ai turisti di conoscere meglio la storia e la cultura del Palio e delle Contrade stesse, un ulteriore piccolo passo per portare a conoscenza una tradizione folcloristica e culturale, in  linea con la volontà della giunta stessa, di rendere il Comune di Allumiere protagonista del Palio a livello europeo. Si evidenzia che tutte le vetrine partecipanti al concorso verranno fotografate e giudicate da una giuria e verrà premiata la vetrina con l’addobbo migliore in concomitanza con la premiazione della gara del Palio. In questa settimana prima del Palio si terranno le varie ‘‘Cene del Contradaiolo’’ (una per ogni Contrada). Alle 18 ci sarà l’inaugurazione del Museo del Palio nel Palazzo Camerale. Il museo, che sarà diviso in sei sezioni, una per ogni Contrada, ospiterà anche delle teche in vetro nelle quali saranno riposti dei vecchi documenti messi a disposizione del grande Riccardo Rinaldi ideatore di questa manifestazione. Dalle 18.30 alle 20 spettacoli di giocoleria a cura dei giullari di Davide Rossi; alle 21.30 partenza del corteo storico da viale Garibaldi; alle 22.30 ci sarà la presentazione del Cencio; alle 23 spettacolo ‘‘La Terra dei briganti’’ a cura dei ‘‘Giullari di spade’’ e poi ‘‘Lunares in statera’’ a cura dei Giullari di Davide Rossi; alle 23.30 gran finale a sorpresa. «Il Palio ad Allumiere l’ho creato io – spiega Riccardo Rinaldi – lo volevo già anni indietro, ma non mi è stato possibile realizzarlo se non nel 1965. Ho inventato io gli stemmi e i colori, ho diviso il paese in 8 Contrade (2 non ci sono più – ndr) e ho pensato al Palio come summa di Corsa dei somari, corteo storico e gara degli sbandieratori. Per il nostro Palio mi sono ispirato a quello di Siena, patria del nostro Agostino Chigi».

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Questa sera la disinfestazione per le zanzare

CIVITAVECCHIA – Sarà effettuato questa notte, nel territorio cittadino, il prossimo intervento di disinfestazione contro la zanzara ed altri insetti tipici stagionali. I successivi saranno effettuati in base al calendario disponibile sul sito comunale. A comunicarlo il comune di Civitavecchia che avvisa: "Le date sono indicative e potranno essere suscettibili di variazione in base a condizioni climatiche avverse precisando che, in tal caso, il trattamento sarà rimandato ai giorni successivi, dandone ulteriore avviso. Gli interventi saranno effettuati nei giorni indicati e nella fascia oraria a partire dalle ore 23,30 e fino alle 06,00 del mattino successivo. Durante l’esecuzione degli interventi si raccomanda di: tenere le porte e le finestre chiuse; Non lasciare alimenti sui balconi, non lasciare panni stesi fuori e custodire all’interno gli animali domestici; Non circolare e/o fermarsi nelle aree trattate per tutto il periodo delle operazioni": 
 

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Bancarotta fraudolenta: quando è responsabile anche l'amministratore di fatto

Ai fini della attribuzione ad un soggetto della qualifica di amministratore di fatto non occorre l'esercizio di tutti i poteri tipici dell'organo di gestione,…

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Scarico del carbone, il parere dell'avvocato Zunarelli

CIVITAVECCHIA – "Questo bando non è conforme alla legge". Questa la considerazione dell’avvocato Stefano Zunarelli, tra i più noti esperti europei di Diritto dei trasporti e della navigazione, chiamato ad intervenire sulla vertenza legata allo scarico del carbone, all’indomani della decisione di Enel di ricorrere ad un bando di gara. La vicenda, affrontata al centro di un apposito tavolo regionale dopo le proteste dei portuali, e in particolare di Cpc e Minosse, è stata ‘‘congelata’’, ma l’attenzione resta ancora alta.

Il professor Zunerelli ricorda che la legge 84/94 affida alle Autorità portuali la selezione delle imprese abilitate ad operare nel porto, rilasciando le autorizzazioni per ciascuna specifica attività che le imprese devono svolgere nel porto. «La scelta di Enel – ha spiegato – è illegittima proprio perché, attraverso la gara, mira ad arrogarsi dei compiti che sono tipici dell’Adsp; ha avviato una procedura di gara aperta a tutte le imprese genericamente autorizzate ad operare in porto, senza tenere conto che l’autorizzazione rilasciata ai sensi dell’articolo 16 della legge 84/94 si riferisce a una specifica attività per la quale le imprese devono dimostrare di possedere tutti i requisiti di idoneità, capacità tecnica e finanziaria, e soprattutto personale formato e specializzato per lo svolgimento di questa attività. Inoltre – ha concluso – ammette il subappalto che è chiaramente bandito dal mondo dei porti».

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Le olive da olio di Cerveteri censite e valutate da Agro Ambiente Lazio

CERVETERI – Agro Ambiente Lazio promuove le olive da olio di Cerveteri. Debutto positivo di uno dei prodotti tipici dell’enogastronomica ceretana sul bollettino fitopatologico per olive da olio. Merito del clima e del territorio etrusco, giudicato favorevole per lo sviluppo.
«Le olive, insieme all’uva, rappresentano uno dei prodotti tipici della nostra terra – spiega l’assessore Riccardo Ferri – non è un caso che quando nel mese di dicembre, da tanti anni oramai organizziamo la Festa dell’Olio Nuovo sono in migliaia i visitatori che vengono nella nostra città per fare deliziosi spuntini conditi dal nostro olio». 
«Questo monitoraggio, realizzato su idea dell’Associazione Olio E.V.O., – continua Ferri – che ha messo a disposizione gli oliveti degli associati e l’agronomo Marika Gianferro, che effettuerà al monitoraggio, consentirà di fornire agli olivicoltori del nostro territorio un sistema di monitoraggio e allerta, con cadenza settimanale, per la presenza di parassiti dell’olivo ed in particolare il rilievo della mosca dell’olivo, la Batrocera oleae, che è il parassita più temuto e che più influisce sulla qualità dell’olio. Fondamentale per la realizzazione del progetto è la collaborazione con O.P. Latium che ha messo a disposizione la struttura, le risorse e la fondamentale esperienza dei suoi tecnici, tra cui l’agronomo Angelo Murri e il presidente Francesco Bosio», conclude l’assessore Ferri.

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Sagra del prosciutto: tre giorni di festa

TOLFA – Da oggi a domenica tre giorni ricchi di iniziative e di feste grazie alla ''Sagra del prosciutto e Artigianato della catana''. Il prosciutto (e altri salumi) e la Catana (e tutti gli altri manufatti in cuoio) sono due prodotti eccellenti opera dei norcini e dei lavoratori del cuoio che da sempre rappresentano Tolfa e quindi l'amministrazione comunale tolfetana in sinergia con la Pro Loco e col contributo della Regione Lazio daranno vita a tre giorni di eventi che ruotano intorno a questi due prodotti tipici.

Fino a domenica, quindi, via Roma e il centro storico ospiteranno stand, spettacoli e iniziative per tutti i gusti e palati e non mancheranno spettacoli musicali e culturali. A dare il la alla tregiorni saranno stasera alle 21.15 gli attori della Compagnia Teatrale il Barsolo che in via del Lavatoio, sotto la direzione di Simona De Paolis, daranno vita all'imperdibile spettacolo ''Roma Sparita''. In piazza Vecchia dalle 21.45 protagonista assoluta sarà un'altra eccellenza di Tolfa, cioè la bravissima e pluripremiata  cantante e musicista Alice Paba che saprà far battere i cuori di tutti con un ricco repertorio comprendente i suoi brani tratti dal suo album ''Se Fossi un Angelo'' che cover famosissime. Spettacoli e iniziative si susseguiranno anche sabato e domenica con un programma che mixerà tradizione, cultura e spettacolo.

Domenica poi si svolgerà il 29° Torneo Rionale dei Butteri che vedrà sfidarsi una triade di cavalieri di tutti i Rioni di Tolfa.  

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

MINISTERO DELLO SVILUPPO ECONOMICO – DECRETO 3 luglio 2018

Sostituzione del commissario liquidatore della societa' cooperativa
«Salumi tipici del Cilento», in Polla. (18A04943)

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

In collina è attesa per la  ‘‘Notte del buttero’’

ALLUMIERE – Allumiere, al via la XIII edizione della Notte del Buttero. Nella suggestiva cornice del campo sportivo-equestre della Cava Gangalandi si svolgerà sabato 21 luglio dalle ore 21 la ‘’Notte del Buttero’’, la ormai tradizionale manifestazione equestre giunta alla sua XIII edizione. Come ogni anno squadre composte di tre butteri e altrettanti cavalli si sfideranno in una coinvolgente gara di abilità, destrezza e velocità. «La Notte del Buttero è un appuntamento importante per la nostra comunità – spiega il presidente della Pro Loco di Allumiere Tiziana Franceschini – Comune, Pro Loco e Università Agraria di Allumiere sono fiere di collaborare con alcune delle realtà più attive nel territorio del mondo del cavallo per far rivivere, almeno per una notte, la leggendaria figura del Buttero allumierasco”. Le squadre di cavalieri e amazzoni che si sfideranno sabato provengono da tutto il circondario e si contenderanno la vittoria in due prove che mettono alla prova le abilità necessarie nel lavoro del buttero e le qualità di resistenza e forza dei tipici cavalli maremmani, da sempre bellissimi e infaticabili compagni dei butteri. Nel primo gioco le squadre si affronteranno in uno slalom a staffetta con varie tipologie di ostacoli: fantoccio con l’anello, siepe, arco di fuoco, salti, cancello. Il secondo gioco è il classico gioco di velocità del cappello, dove cavalieri di due squadre si sfideranno creando uno spettacolo attraente e vorticoso. Nell’adiacente zona del campo sportivo comunale sarà in pieno svolgimento la ‘’Sagra del Contadino’’promossa dalla Storica Contrada La Bianca presso i cui stand sarà possibile degustare i prodotti e i piatti tipici della tradizione culinaria allumierasca. Per ogni informazione è possibile contattare l’associazione Pro Loco Allumiere nella sede in piazza della Repubblica o sui suoi profili social o allo 0799/966743.

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Il Ghetto si tinge ancora di ‘‘nera’’

CIVITAVECCHIA – La cronaca nera torna a piazza Fratti grazie all’Associazione 21. Questa sera, a partire dalle 21,30, Gino Saladini e Massimiliano Grasso intervisteranno Emilio Orlando, cronista di “nera” e autore di “‘‘Buoni’’ assassini – Genesi di un delitto” . Si tratta del primo libro – inchiesta sull’uccisione di Luca Varani, torturato e seviziato da Marco Prato e Manuel Foffo, soltanto «per vedere che effetto che fa». Orlando nel suo libro cerca di raccontare uno degli omicidi più efferati degli ultimi venti anni, senza tralasciare gli elementi raccapriccianti emersi durante le indagini. I piani narrativi su cui si muove l’opera sono essenzialmente due. Nel primo viene usato un linguaggio letterario, fitto di riferimenti e citazioni cinematografiche e socioantropologiche. L’altro è quello giornalistico, con termini tipici della “nera” e della “giudiziaria”.

Nel libro sono presenti anche alcuni atti dell’inchiesta che riveleranno particolari inediti. Orlando è un giornalista di cronaca nera e giudiziaria per “la Repubblica” e ha seguito i maggiori casi di nera accaduti negli anni a Roma ed in provincia. Nel libro si continua ancora a scavare nel passato dei tre e nei momenti di sballo di entrambi gli assassini – rei confessi – per cercare di decriptare un enigma: in modo assolutamente inusuale e inedito, senza cedere allo ‘spettacolo della crudeltà. La partecipazione all’evento è libera e l’iniziativa è organizzata dall’Associazione culturale Ventuno. Si tratta del secondo appuntamento organizzato al Ghetto con la coppia di intervistatori Grasso – Saladini.

Il mese scorso era stata la volta del libro ‘‘Il Canaro della Magliana’’ di Massimo Lugli e Antonio Del Greco. Una ‘‘chiacchierata’’ con due grandi protagonisti della ‘‘nera’’ di Roma che è stata in grado di stregare il pubblico, catapultando piazza Fratti nelle atmosfere noir della Roma criminale di fine anni ‘80. Insomma, un successo come dimostrato anche dall’interesse del pubblico che ha partecipato all’intervista con domande e richieste di maggiori dettagli. Ma gli appuntamenti con la cultura al Ghetto non si fermano qui, infatti dopo la pausa estiva si torna in piazza con i grandi autori.

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###