Agraria Tarquinia:  Civita, mondo etrusco  e mondo romano in primo piano fino al 27 ottobre

TARQUINIA – L’Università Agraria di Tarquinia ha organizzato una serie di appuntamenti tendenti alla diffusione della conoscenza del prezioso patrimonio archeologico culturale della terra. Previsto fino a sabato 27 ottobre un intenso programma di incontri, visite, mostre ed altro  legati al mondo etrusco e romano. 
«L’appuntamento ‘‘Incontri di Autunno’’ – spiega la consigliera Laura Amato – è  promosso dalla dottoressa Lorella Maneschi ed è un’occasione importante e unica nel suo genere che valorizza il ricco patrimonio tarquiniese».
«Confidiamo che sarà una possibilità gradita per i tanti concittadini interessati – aggiunge la consigliera dell’Agraria Rosanna Mojoli – poter assistere e visitare gli scavi aperti presso il Pianoro della Civita; da qui l’idea, nata insieme all’assessore dell’Università Agraria Stefania Ceccarini, di organizzare un incontro in loco con gli studenti dell’IISS Vincenzo Cardarelli». «Un lavoro di squadra il nostro,  – prosegue Rosanna Mojoli – richiestoci dal vicepresidente Alberto Tosoni, che ci ha permesso come Ente di collaborare e supportare l’organizzazione di questo fitto calendario di eventi che mostrerà anche quanto di bello e affascinante si trovi nel sottosuolo della Civita. Rinnoviamo l’invito a partecipare in quanto fortemente convinti dell’occasione imperdibile per ammirare i mosaici, i pavimenti rinvenuti in quest’ultima campagna di scavi che rimarranno aperti per tutto il mese di settembre».

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Ciak si gira: Enrico Brignano a Tarquinia

TARQUINIA – Cinque set in pochi mesi: Tarquinia conferma la propria capacità di attrarre produzioni cinematografiche ed al suo curriculum di ospiti illustri aggiunge un nuovo nome. 
Nei giorni scorsi, infatti, è giunta in città – ed in particolare presso la spiaggia di Sant’Agostino, allo stabilimento ''Boca do Mar'' – la troupe di “Tutta un’altra vita”, pellicola diretta da Alessandro Pondi e prodotta da Rodeo Drive. E protagonisti della scena allestita in riva al mare tarquiniese sono stati stato Enrico Brignano e Paola Minaccioni, in un ciak con numerose comparse che ha approfittato degli ultimi giorni dell’estate tarquiniese.

Ad accogliere la troupe, il vicesindaco ed assessore allo Spettacolo di Tarquinia, Martina Tosoni, accompagnata dai responsabili di Tarquinia Film Office Aps, neonata realtà locale che ha curato i rapporti con la produzione e che sarà, d’ora in poi, strumento di attrazione di altre iniziative cinematografiche verso le location tarquiniesi.

L’associazione, infatti, sulla scorta dell’esperienza e delle attività vissute in occasione dei recenti set allestiti in città – da Gianni Zanasi a Andrej Konalovskij, passando per Alice Rohrwacher, peraltro ospite in città a presentare il “suo” Lazzaro Felice – ha intrapreso un percorso che mira a offrire servizi e collaborazione a produttori e registi che vogliano approfittare della variegata offerta di bellezza che Tarquinia offre, con le positive ricadute di immagine ed indotto per la città.Una fase di costruzione che sta per giungere a completamento, con contatti già avviati con le strutture ricettive cittadine, la programmazione di una serie di attività e strumenti per l’offerta di servizi quanto più ampia possibile e, soprattutto, alcuni primi contatti con la Lazio Roma Film Commission, punto di riferimento in quest’ambito a livello regionale.

Non solo: nelle prossime settimane Tarquinia Film Office si attiverà per coinvolgere quanto più attivamente possibile la comunità tarquiniese nel progetto, sia con una campagna di sostegno indirizzata sia ai privati che alle aziende, ma anche lanciando una sorta di censimento volontario delle location: chiunque abbia locali, abitazioni, giardini o strutture di pregio e voglia metterle a potenziale disposizione per un set potrà contattare lo staff. A breve, infine, partirà una sorta di casting diffuso per raccogliere la disponibilità – oltre che i dati e le fotografie – dei concittadini che desiderano provare l’esperienza da comparse: per farlo – come sarà annunciato a breve – TFO stringerà un accordo di collaborazione con un’azienda professionista del settore, così da garantire la massima tutela ai partecipanti ed il totale rispetto della normativa, ancor di più qualora si tratti di minori.

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Enrico Brignano a Tarquinia

TARQUINIA – Cinque set in pochi mesi: Tarquinia conferma la propria capacità di attrarre produzioni cinematografiche ed al suo curriculum di ospiti illustri aggiunge un nuovo nome. 
Nei giorni scorsi, infatti, è giunta in città – ed in particolare presso la spiaggia di Sant’Agostino, allo stabilimento ''Boca do Mar'' – la troupe di “Tutta un’altra vita”, pellicola diretta da Alessandro Pondi e prodotta da Rodeo Drive. E protagonisti della scena allestita in riva al mare tarquiniese sono stati stato Enrico Brignano e Paola Minaccioni, in un ciak con numerose comparse che ha approfittato degli ultimi giorni dell’estate tarquiniese. Ad accogliere la troupe, il vicesindaco ed assessore allo Spettacolo di Tarquinia, Martina Tosoni, accompagnata dai responsabili di Tarquinia Film Office Aps, neonata realtà locale che ha curato i rapporti con la produzione e che sarà, d’ora in poi, strumento di attrazione di altre iniziative cinematografiche verso le location tarquiniesi. L’associazione, infatti, sulla scorta dell’esperienza e delle attività vissute in occasione dei recenti set allestiti in città – da Gianni Zanasi a Andrej Konalovskij, passando per Alice Rohrwacher, peraltro ospite in città a presentare il “suo” Lazzaro Felice – ha intrapreso un percorso che mira a offrire servizi e collaborazione a produttori e registi che vogliano approfittare della variegata offerta di bellezza che Tarquinia offre, con le positive ricadute di immagine ed indotto per la città.Una fase di costruzione che sta per giungere a completamento, con contatti già avviati con le strutture ricettive cittadine, la programmazione di una serie di attività e strumenti per l’offerta di servizi quanto più ampia possibile e, soprattutto, alcuni primi contatti con la Lazio Roma Film Commission, punto di riferimento in quest’ambito a livello regionale. Non solo: nelle prossime settimane Tarquinia Film Office si attiverà per coinvolgere quanto più attivamente possibile la comunità tarquiniese nel progetto, sia con una campagna di sostegno indirizzata sia ai privati che alle aziende, ma anche lanciando una sorta di censimento volontario delle location: chiunque abbia locali, abitazioni, giardini o strutture di pregio e voglia metterle a potenziale disposizione per un set potrà contattare lo staff. A breve, infine, partirà una sorta di casting diffuso per raccogliere la disponibilità – oltre che i dati e le fotografie – dei concittadini che desiderano provare l’esperienza da comparse: per farlo – come sarà annunciato a breve – TFO stringerà un accordo di collaborazione con un’azienda professionista del settore, così da garantire la massima tutela ai partecipanti ed il totale rispetto della normativa, ancor di più qualora si tratti di minori.

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Chiara Bordi in finale a Miss Italia, il Comune di Tarquinia mette a disposizione la sala consiliare per seguire la diretta

TARQUINIA – La casa comunale apre le proprie porte per tifare Chiara: in occasione della finale di Miss Italia, in programma questa sera in diretta televisiva su La7 a partire dalle 21 e 10, che vedrà tra le protagoniste anche la tarquiniese Chiara Bordi, il Comune di Tarquinia ha deciso di mettere a disposizione lo schermo della sala consiliare per consentire ai tarquiniesi che lo vogliano di raccogliersi tutti assieme per sostenere la propria giovane concittadina.

Sin dalle 21, quindi, porte aperte al palazzo comunale e con il via della trasmissione dita incrociate per Chiara.

Superate le selezioni e ottenuta, a Montalto di Castro, la fascia di Miss Etruria, Chiara ha poi raggiunto Jesolo, dove ha affrontato con successo i turni successivi, finendo tra le 33 finaliste che stasera sfileranno sul palco di Milano. Ieri sera è andata in onda la puntata che ha raccontato le eliminatorie, con Chiara apparsa serena nel suonare la chitarra davanti ai giudici strappando il pass per la finale.

Stasera Tarquinia la sosterrà, insieme a molti – anche nel mondo della politica e dello spettacolo – che, di lei, negli ultimi giorni, hanno apprezzato il suo coraggio e la sua personalità nell’affrontare alcuni attacchi mediatici: Chiara, vittima cinque anni fa di un incidente stradale, è la prima ragazza che partecipa a Miss Italia indossando una protesi. L’appuntamento è organizzato dall’amministrazione comunale in collaborazione con Giancarlo Milioni.

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Dimissioni Mencarini, a Tarquinia politica in fermento

TARQUINIA – Gran fermento nella politica tarquiniese dopo le dichiarazioni di dimissioni del sindaco Pietro Mencarini. In attesa del consiglio comunale fissato per giovedì 13 settembre alle 18, i gruppi politici cercano di elaborare strategie in vista di un possibile ritorno alle urne nel maggio 2019. Se il primo cittadino non ritirerà la propria decisione entro il 24 settembre, entro cioè 20 giorni dalla data delle dimissioni (3 settembre) riportata dall’ufficio protocollo (secondo il parere del Consiglio di Stato sarebbe questo il calcolo corretto dei 20 giorni, ma in ogni caso questo punto dovrà essere chiarito dal prefetto), arriverà il commissario di nomina prefettizia. Secondo i bene informati potrebbe trattarsi del vice prefetto Grillo, ma il condizionale è d’obbligo perché ancora può accadere di tutto. 
Intanto però, per non farsi trovare impreparati, i politici, soprattutto d’opposizione, cominciano ad elaborare nuove strategie. Si parla della proposta di un grande centro, un grande contenitore con un nome nuovo, che vedrebbe scendere in campo l’instancabile Renato Bacciardi, con il placet dell’ex sindaco Mauro Mazzola che sarebbe pronto a dare il proprio appoggio esterno e con l’adesione di alcuni scontenti del Pd. 
Alla ribalta, in queste ore, anche la discussione interna alla Lega che, con le dichiarazioni del senatore Fusco, sarebbe decisa a correre da sola sia nella città tirrenica – in caso di elezioni anticipate -, sia nella città di Civita Castellana.  In casa democrat potrebbe essere pronto a scendere in campo il consigliere Sandro Celli, costretto un anno fa a fare un passo indietro dopo le primarie che hanno visto prevalere Ranucci; proprio  Anselmo Ranucci, alla luce delle recenti affermazioni,  sarebbe invece deciso a  ritirarsi definitamente dalla politica. Il segretario del Partito democratico Armando Palmini dal canto suo potrebbe anche decidere di prendersi la sua rivincita, ma saranno le consultazioni primarie con ogni probabilità a dettare il nome.  Il Movimento Cinque stelle dovrà riavviare il classico iter interno al movimento, mentre Areasx, con Piero Rosati, con ogni probabilità sarà della partita. Sul fronte centrodestra, in questi giorni sembra dilagare la stanchezza, ma non si esclude il ritorno al vigore e alla voglia di sfida. Bisognerà, prima di tutto, capire come si chiuderà l’intera vicenda delle dimissioni, per poi, eventualmente, ripartire nella giusta direzione. I consiglieri di maggioranza, tutti, hanno espresso ferma volontà affinché il sindaco Mencarini ci ripensi, nonostante la perentorietà delle recenti dichiarazioni del primo cittadino. 
Dai corridoi della maggioranza nessuno parla delle presunte registrazioni che sarebbero state effettuate nella stanza del sindaco durante alcuni suoi incontri privati. Non si esclude che l’argomento sarà tirato in ballo anche nel corso del consiglio comunale nell’ambito dei vari interventi dei singoli  consiglieri. 
In ogni caso l’assise riguarderà esclusivamente la ratifica delle dimissioni del sindaco Mencarini, se tali saranno confermate e che in ogni caso potranno essere revocate, se i conti sono giusti, fino al 23.

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Chiara Bordi, la tarquiniese con la gamba amputata, finalista a Miss Italia

TARQUINIA – Chiara Bordi vola a Milano. La tarquiniese appena diciottenne è tra le trenta finaliste dell’edizione 2018 di Miss Italia. Con la fascia di Miss Etruria, ottenuta alle selezioni della scorsa settimana a Montalto di Castro, Chiara Bordi ha superato ieri, a Jesolo, le selezioni della commissione tecnica che le consentono il 16 e 17 settembre di prendere parte alle serate finali del concorso che si terranno Milano e saranno trasmesse in televisione su La7.

Capelli e occhi scuri, sorriso smagliante e misure da modella per un metro e 75 di altezza, Chiara Bordi va in canoa, fa windsurf, si arrampica sui muri di roccia, si dedica all’attività di sub e corre sui rollerblade. Studentessa al secondo anno di liceo classico, sulle passerelle di Miss Italia sfila con una protesi alla gamba sinistra.  Il 5 luglio di cinque anni fa, quando aveva appena tredici anni , ha subito un’amputazione fino a sotto il ginocchio, in conseguenza di un incidente stradale in motorino costatole un lungo ricovero al Gemelli a Roma e tre interventi per amputare la gamba.

Dopo un periodo di scoramento, Chiara peró ha deciso di reagire, ricominciando a vivere ancora più intensamente di prima, grazie anche al fondamentale sostegno di mamma Emanuela e papà Sebastiano e della sorella Francesca che la segue e la sostiene in ogni percorso. Al concorso di Miss Italia Chiara si è presentata bussando alla porta di Patrizia Mirigliani in pantaloncini e t shirt. La patronne della gara l’ha accolta subito con entusiasmo: «Questa ragazza è il simbolo della speranza è della rinascita. La nostra è una bellezza senza confini – ha detto Patrizia Mirigliani ai media – e la disabilità in questo caso è sinonimo di una femminilità ferita e riscattata. Chiara è il simbolo della forza di chi ama la vita e vuol rinascere dopo un periodo drammatico».

La ragazza sfila dall’età 15 anni, ma sulle passerelle di Miss Italia vuole portare il suo “messaggio di resilienza”, come già cerca di fare negli incontri con i ragazzi delle scuole, portando avanti il progetto SuperAbile insieme a Lorenzo Costantini, un giovane di 26 anni senza un arto inferiore per un incidente sul lavoro. L’aspirante miss ha scelto di raccontare il coraggio agli studenti  per dare un preciso messaggio ai giovani che è quello di difendere sempre la vita, “concedendole sempre un’opportunità”. “Nei primi mesi non riuscivo nemmeno a guardarmi allo specchio – racconta Chiara – non è facile avere quasi paura di una parte del proprio corpo». 

“Ho odiato la vita,- racconta Chiara sui social ricordando il giorno dell’incidente – ho maledetto il destino,quella sera,quel momento,ho sperato di tornare indietro o partire anche solo un secondo dopo,ho chiesto a Dio o chissà cos'altro perché fosse successo proprio a me,mi sono fatta centinaia di domande riguardo al futuro,ho visto il mio corpo quasi distrutto e preferivo voltare lo sguardo altrove piuttosto che guardarmi le gambe.Ho dovuto guardare sfumarsi nella mia testa i sogni e le certezze che avevo,ho visto persone soffrire per me e ho sofferto per loro,ho provato sensi di colpa e quasi il desiderio di morire…poi ho desiderato con tutta me stessa di tornare ad una vita normale,sono rinata ed insieme a me sono rinati tutti i sogni,le aspettative e la voglia di vivere,ho rivisto le mie gambe camminare,stavolta con una protesi ma a mio parere molto più belle di prima,ho visto le cicatrici chiudersi e il mio corpo si è arricchito di segni,pieni di ricordi e di orgoglio.Mi sono riempita di forza e ho affrontato la vita col mio nuovo corpo,e soprattutto con la mia nuova testa.Ho fatto scalate,ho preso il brevetto da sub,ho provato sport che prima neanche immaginavo,sfilo e faccio servizi fotografici in tutta Italia e a Londra,racconto la mia storia nelle scuole con SuperAbile,e vedo ogni volta centinaia di faccette incuriosite e interessate a quello che dico.Ma la cosa che mi rende più orgogliosa di me stessa è guardare come sono arrivata in quell'ospedale la notte del 5/07/2013,e confrontarla con la me del 5/07/2018,di nuovo in piedi e che guardo queste foto ora che quel tunnel che mi sembrava così infinito è ormai un capitolo chiuso nel migliore dei modi.Non nascondo che c'è un velo di tristezza in questo giorno,perché ricorda tante cose e i ricordi a volte sono così forti che sembra di rivivere certi momenti,ma è il giorno della mia rinascita, dell'inizio di una seconda vita.Ora,a distanza di 5 anni,mi rendo conto  che quel giorno mi ha aperto migliaia di strade,una più bella dell'altra.Certo ci sono difficoltà che altri non hanno,che a volte mi fanno salire il sangue al cervello.Ci vuole una buona dose di forza di volontà per affrontare la vita di tutti i giorni,ma,in fin dei conti,a me le sfide sono sempre piaciute”.

Non è la prima volta che sotto i riflettori di Miss Italia finiscono bellezze del territorio. La biondissima metalmeccanica Tamara Bendotti superó le selezioni approdando fino alla finale, tra l’esultanza dei tarquiniesi che nonostante la mancata fascia finale la accolsero in città come una regina. Tre anni fa invece toccó a Montalto di Castro che esultó dopo aver visto incoronata Miss Italia la statuaria Alice Sabatini. Stavolta però Tarquinia e il comprensorio hanno un motivo ancora più forte per tifare la bellezza di Chiara, una bellezza a 360 gradi che emana forza e speranza e che viene da dentro.

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Ecco Hype, il nuovo calendario in cui Tarquinia viene raccontata dai tarquiniesi

TARQUINIA – Torna il calendario de lextra.news, tornano i dodici mesi che raccontano Tarquinia; ma, dopo quattro splendidi anni di divertimento e sorrisi, non sarà #checinema.
Come annunciato durante la presentazione dell’edizione dello scorso anno, infatti, il format che per quattro anni ha riproposto le iconiche immagini del cinema e della musica con personaggi e scenari tarquiniesi chiude il proprio ciclo.
“L’esperienza #checinema è stata esaltante – spiega Stefano Tienforti, direttore de lextra.news e ideatore del format – ma già dall’edizione scorsa sentivamo il bisogno di cambiare genere e, almeno per un po’, provare nuove strade. Tra il dubbio di restare fermi qualche anno e la voglia di cercare nuove idee, è nato Hype”.
Questo è, infatti, il titolo del nuovo progetto, che prova a trovare un modo diverso per raccontare Tarquinia: ogni pagina, infatti, proporrà la foto di un evento – dal Cristo Risorto al Presepe Vivente, da Corri per la Befana al DiVino Etrusco –, naturalmente abbinandola al mese in cui è in programma.
“L’idea è nata pensando a come lextra.news segua, giorno dopo giorno, la vita tarquiniese – spiega Tienforti – e gli eventi che la animano, e che dedicare lo spazio ai momenti di aggregazione e divertimento potesse essere sia un modo di omaggiare la vitalità e l’associazionismo cittadino, sia uno strumento di promozione nei confronti di turisti e visitatori ai quali cercheremo di distribuirlo”.
«Man mano che maturava questa possibilità, e che i nostri partner commerciali e istituzionali manifestavano apprezzamento, – continua Tienforti – ci siamo chiesti come rendere i concittadini ancora più partecipi, già che l’interazione è stata la vera chiave del successo di #checinema. Allora abbiamo pensato di chiedere agli appassionati tarquiniesi di fotografia, o ai semplici curiosi che hanno immortalato un momento con la propria camera, se volessero partecipare all’iniziativa. Tarquinia, insomma, raccontata dai Tarquiniesi: chi vorrà proporci i propri scatti potrà contattarci o tramite la pagina Facebook de lextra.news o alla mail redazione@lextra,news. Tutto il materiale che ci arriverà andrà unito all’archivio ormai decennale del sito per ricavare le dodici foto del 2019. Queste, oltre che sulle pagine di Hype, finiranno in una mostra che sarà ospitata dal Cinema Etrusco di Tarquinia, storico partner delle nostre iniziative».

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Ecco Hype, il nuovo calendario in cui Tarquinia viene raccontata dai tarquiniesi

TARQUINIA – Torna il calendario de lextra.news, tornano i dodici mesi che raccontano Tarquinia; ma, dopo quattro splendidi anni di divertimento e sorrisi, non sarà #checinema.
Come annunciato durante la presentazione dell’edizione dello scorso anno, infatti, il format che per quattro anni ha riproposto le iconiche immagini del cinema e della musica con personaggi e scenari tarquiniesi chiude il proprio ciclo.
“L’esperienza #checinema è stata esaltante – spiega Stefano Tienforti, direttore de lextra.news e ideatore del format – ma già dall’edizione scorsa sentivamo il bisogno di cambiare genere e, almeno per un po’, provare nuove strade. Tra il dubbio di restare fermi qualche anno e la voglia di cercare nuove idee, è nato Hype”.
Questo è, infatti, il titolo del nuovo progetto, che prova a trovare un modo diverso per raccontare Tarquinia: ogni pagina, infatti, proporrà la foto di un evento – dal Cristo Risorto al Presepe Vivente, da Corri per la Befana al DiVino Etrusco –, naturalmente abbinandola al mese in cui è in programma.
“L’idea è nata pensando a come lextra.news segua, giorno dopo giorno, la vita tarquiniese – spiega Tienforti – e gli eventi che la animano, e che dedicare lo spazio ai momenti di aggregazione e divertimento potesse essere sia un modo di omaggiare la vitalità e l’associazionismo cittadino, sia uno strumento di promozione nei confronti di turisti e visitatori ai quali cercheremo di distribuirlo”.
«Man mano che maturava questa possibilità, e che i nostri partner commerciali e istituzionali manifestavano apprezzamento, – continua Tienforti – ci siamo chiesti come rendere i concittadini ancora più partecipi, già che l’interazione è stata la vera chiave del successo di #checinema. Allora abbiamo pensato di chiedere agli appassionati tarquiniesi di fotografia, o ai semplici curiosi che hanno immortalato un momento con la propria camera, se volessero partecipare all’iniziativa. Tarquinia, insomma, raccontata dai Tarquiniesi: chi vorrà proporci i propri scatti potrà contattarci o tramite la pagina Facebook de lextra.news o alla mail redazione@lextra,news. Tutto il materiale che ci arriverà andrà unito all’archivio ormai decennale del sito per ricavare le dodici foto del 2019. Queste, oltre che sulle pagine di Hype, finiranno in una mostra che sarà ospitata dal Cinema Etrusco di Tarquinia, storico partner delle nostre iniziative».

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Conto alla rovescia per la ‘‘10 chilometri del mare’’ 

TARQUINIA – L’autunno tarquiniese si apre con un appuntamento podistico ormai diventato istituzionale in città e nel panorama del running viterbese e del Centro Italia: domenica 7 ottobre al Lido si corre l’edizione numero quattro della 10km del Mare, manifestazione in costante crescita inserita nel circuito CorrinTuscia.
Quella di Tarquinia è sin dalla prima edizione una tappa apprezzatissima dai runner, sia perché corsa in un contesto splendido – tra le vie del Lido ed attraversando l’oasi naturalistica delle Saline – sia perché ricavata su un percorso perfettamente pianeggiante, ottimo per test e tentativi di primati personali.
Anche in quest’ottica gli organizzatori hanno ideato le due grandi novità dell’edizione 2018: innanzitutto l’introduzione del cronometraggio elettronico con chip, quindi l’omologazione del percorso, con i tecnici Fidal che hanno provveduto alla misurazione del tracciato rilasciando agli organizzatori il certificato.
Il tutto aggiunto ad un’organizzazione di sicura affidabilità, collaudata nei anni in cui si è disputata la Maratonina di Tarquinia, affidata agli Amici della Corsa con il supporto tecnico di Atletica ’90 Tarquinia e Polisportiva Montalto.
La manifestazione è patrocinata dal Comune di Tarquinia e gode del sostegno di numerose attività cittadine: Tamuré, Las Vegas, Parati Etruria, Capolinea Café, Ditirambo, Alimentari Bonfranceschi Boutique dei sapori, Forno Tufarolo, Il Cantinone, Cin Cin Bar, Carrozzeria Magicar, Camping Tuscia, Isla Fitonutrizione, Edilizia Conti, Amicizia Sport, Conad, Onoranze funebri Elisei e Riva dei Tarquini Parco Avventura, con la media partnership de lextra.news e del Cinema Etrusco. 

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Sport per tutti nelle piazze di Tarquinia

TARQUINIA – Tutto pronto: oggi Tarquinia si prepara a vivere la propria festa dello Sport e della Creatività, grazie a  ‘‘Io Pittore per Caso #sportedition’’ e, sino a tarda sera, la Notte Bianca dello Sport, organizzata in collaborazione con il Coni Lazio.
Ecco in breve il programma degli appuntamenti per una manifestazione molto ricca che diverrà un grande contenitore di stimoli e divertimento per tutte le età. 
Alle ore 17, al via lungo Corso Vittorio Emanuele la distribuzione dei fogli e dei colori per i bambini per l’edizione 2018 di Io Pittore per Caso: tema della giornata, naturalmente, lo sport, con i piccoli che potranno riprodurre il loro sport-cartoon preferito. Contemporaneamente, al via il concorso di pittura estemporanea in piazza Cavour, che proseguirà sino alle 20 con i giurati che seguiranno le operazioni per poi sancire, alla fine, il vincitore.
La premiazione si svolgerà in serata, quando sul palco allestito in piazza Matteotti saliranno le autorità cittadine e il presidente del Coni Lazio, per celebrare non solo i pittori, ma anche le associazioni sportive impegnate in strada per presentare le proprie discipline.
Dal pomeriggio, infatti, in nove differenti piazze cittadine sarà possibile praticare e sperimentare vari sport, sia grazie alle associazioni tarquiniesi sia ai tecnici federali del Coni che porteranno alcune specialità non presenti nel panorama sportivo tarquiniese.
E ancora musica, animazione, gonfiabili, mercatini, truccabimbi: un enorme villaggio grande quasi come tutto il centro storico pronto ad animarsi sino a tarda serata.
‘‘Io Pittore per Caso #sportedition e la Notte Bianca dello Sport sono organizzati dall’assessore alle Politiche Giovanili del Comune di Tarquinia, Manuel Catini, dal delegato allo Sport, Stefano Zacchini, dall’assessore alla Cultura e Spettacolo, Martina Tosoni, dal delegato al Commercio, Stefania Ziccardi, dal Coni – Comitato Regionale Lazio, dal Centro di Aggregazione Giovanile e dalla cooperativa Alicenova. Un lavoro  di squadra come ribadito nel corso della presentazione della manifestazione avvenuta nei giorni scorsi con i vari assessorati che si sono uniti per alzare la qualità di un evento che promette grandi risultati in termini di visibilità per il territorio e di partecipazione. 

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###