Crisi idrica: parte la raccolta firme

CIVITAVECCHIA – Boccelle, via Apollodoro, viale matteotti, piazzale Torraca, via Buonarroti, San Liborio. Sono solo alcune delle zone da dove arrivano segnalazioni per la mancanza d'acqua. Rubinetti a secco da giorni in alcuni casi, in altri quartieri, invece, l'acqua scompare nel tardo pomeriggio per tornare la mattina. Disagi che si moltiplicano, senza che vi sia una soluzione. L'acqua manca. E anche il Pincio, dopo settimane di solleciti da parte dei cittadini, ha deciso di intervenire scrivendo formalmente ad Acea e chiedendo di trovare un modo per risolvere queste criticità. 

Nel frattempo i cittadini non stanno con le mani in mano. E come promesso il mese scorso quando è stato costituito il comitato spontaneo contro la carenza idrica – apolitico ma aperto a tutti i contributi possibili – oggi si parte con la raccolta firme. Nella lettera di accompagnamento viene evidenziata "un'interruzione continua, costante e reiterata nel tempo – si legge – dell'erogazione di acqua per uso domestico ed igienico in vaste aree di Civitavecchia. Situazione venutasi a creare in modo allarmante soprattutto durante il periodo estivo, ma che è perdurata, peggiorando ad oggi". COme spiegato dal presidente e dal suo vice, rispettivamente Daniele Di Sante e Cinzia Luciano, l'obiettivo è quello di risolvere il grave problema, chiedendo con un esposto alla Procura della Repubblica "di voler accertare la sussistenza di eventuali responsabilità sull'accaduto – si legge ancora ipotizzando i reati di interruzione di pubblico servizio – al fine di applicare le dovute, quanto necessarie, sanzioni penali. In un paese normale l'esposto sarebbe dovuto partire dal Sindaco che sta subendo in maniera pesante i disagi legati prima alla presunta siccità, poi dal malfunzionamento dei vari acquedotti Acea-Oriolo che stanno diminuendo la portata dell'acqua. Purtroppo così non è stato e quindi – chiude la lettera – per impedire che la negazione di un diritto passasse inosservata abbiamo deciso cge lo scriveremo di nostro pugno". 

Nel frattempo i quartieri di Campo dell'Oro, San Gordiano e Boccelle devono fare i conti anche con la non potabilità dell'acqua, in base all'ordinanza emessa dal Pincio dopo le analisi eseguite dalla Asl sulle fontanelle pubbliche dei quartieri. In attesa dei risultati delle nuove verifiche, con Acea che è intervenuta per riportare la situazione nei limiti di legge, l'ordinanza rimane ancora in vigore.   

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Rottura del crociato per bomber Cerroni

di MATTEO CECCACCI

Tutto sembrava filare liscio in casa Civitavecchia Calcio 1920 e invece, come spesso accade nella vita, ogni cosa bella nasconde quasi sempre delle insidie.
Il grave infortunio di Samuele Cerroni è una brutta tegola per il club nerazzurro di patron Ivano Iacomelli, un fulmine a ciel sereno caduto all’improvviso che ha lasciato di stucco tutti i dirigenti e ha scombussolato i programmi di mister Andrea Rocchetti.
I vertici societari hanno appreso la notizia telefonicamente proprio da Cerroni, al quale nel tardo pomeriggio di martedì, dopo la risonanza in una clinica privata di Roma, è stata riscontrata la rottura del crociato; la prognosi è di circa cinque mesi.
Il talento, legato alla squadra  per ben cinque anni con un cartellino del costo di 10mila euro, non ha mai iniziato la preparazione, perchè dopo il suo ritorno dalle due vacanze settimanali, prima a Malta e poi nell’isola greca di Skiathos, ha cominciato ad accusare dolori al ginocchio che l’hanno portato a dover aspettare alcuni giorni prima della visita a causa del gonfiore.
La parte più amara, però, è la questione ‘‘under’’ che scaturisce una serie di conseguenze non poco critiche. 
Il classe ‘98 ha così commentato l’infortunio: «Spero di poter rientrare il prima possibile in campo, ce la metterò tutta». Il ds Petronilli ha aggiunto: «La sua forza è anche la nostra».

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Eclissi di luna: numeri record alla Necropoli

CERVETERI – «I presupposti affinché fosse un grande evento c’erano tutti. Da giorni, i media nazionali e locali davano notizia dell’iniziativa che il GAR – Gruppo Archeologico Romano e il Gruppo Astrofili di Palidoro stavano organizzando nella nostra meravigliosa Necropoli della Banditaccia. Aspettative rispettata in pieno, sia da un punto di vista delle presenze, con lunghe code di automobilisti dirette alla Necropoli già dal tardo pomeriggio, che sui social. Numeri record infatti ha fatto registrare la cronaca in diretta Facebook curata dal Gruppo degli Astrofili: circa 9mila persone collegate, più di 50mila reazioni, 20mila condivisioni e raggiunte oltre 2milioni di persone. A far da cornice a questi numeri, un cielo meraviglioso, e questa straordinaria eclissi, la più lunga del secolo, che ha incantato con il naso all’insù migliaia di persone».
Lo dichiara il Sindaco Pascucci, ringraziando con l’occasione gli organizzatori dell’osservazione dell’eclissi tenutasi alla Necropoli Etrusca della Banditaccia, sito Unesco dal 2004, nella serata di venerdì scorso.

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Ladispoli, per Matteo Caleffi 5 salvataggi in un giorno solo

LADISPOLI – Cinque salvataggi in un solo giorno per l'assistente bagnante della torretta n.20 di Marina di San Nicola, Matteo Caleffi. Grazie ai suoi interventi, nella giornata di sabato, Matteo ha tratto in salvo ben quattro persone. I primi a trovarsi in difficoltà, poco prima di pranzo, sono stati pradre e figlio finiti in una buca e finiti in difficoltà, riportati a riva da Matteo. L'aumento delle onde e della corrente, hanno messo in difficoltà nel tardo pomeriggio, altri due bagnanti, una ragazza e un ragazzo, tratti in salvo sempre da Matteo. L'assistente bagnanti ha detto "con grande umiltà di non volere elogi – hanno scritto da Assobalneari Ladispoli – San Nicola – per l'espletamento di quello che è il suo lavoro assieme alla compatta e affiata squadra degli operatori che, giorno dopo giorno, stanno presidiando le 28 postazioni del Piano Collettivo di Salvamento". 

Dall'attivazione del piano sono 60 i soccorsi refertati, dei quali 15 hanno visto gli assistenti bagnanti impegnati nel soccorso acquatico di 25 persone in difficoltà natatoria e a rischio di un possibile annegamento. "Gran parte di questi interventi – hanno proseguito da Assobalneari – sono avvenuti sugli arenili non in concessione, dimostrando l'importanza della presenza delle torrette sulle spiagge libere. Altrettanti interventi sono avvenuti vicino alle scogliere dove le correnti creano delle buche dove, i bambini in special modo, rimangono in balia della corrente senza riuscire a rientrare in zona sicura. Soprattutto negli interventi con pericolanti multipli si è dimostrato molto efficace il ponte radio tra tutte le postazioni. Questo link in tempo reale permette al primo life guard che interviene di essere supportato immediatamente dai colleghi delle postazioni limitrofe, nonché delle basi di coordinamento che rimangono informate in tempo reale dalle postazioni rimaste di vedetta". 

Durante queste settimane di attivazione del Piano Collettivo di Salvamento, inoltre, sono stati "ben 22 gli interventi per piccole e medie cure di primo soccorso". Non sono mancati gli interventi verso persone (soprattutto bambini dai 2 ai 10 anni) che si sono allontanati dalle famiglie. "Infatti – proseguono da Assobalneari – oltre all'importanza del ritrovamento delle persone disperse, è fondamentale sottolineare come il sistema di coordinamento radio tra le 26 torrette, le 2 basi operative e le forze dell'ordine permette di avere un tempo medio di ricongiungimento familiare inferiore ai 2 minuti, in molti casi inferiore ai 40 secondi".

"Davanti a tale gioco di squadra e senso del dovere, l'Assobalneari Ladispoli & S.Nicola, la Rete Ribomar e le partnership del progetto, Subsystem Sea, Noah e il Consorzio di S.Nicola tornano ancora a ringraziare tutta la squadra dei Lifeguards che stanno offrendo alla nostra città un servizio di eccellenza su scala nazionale".

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Tarquinia regina per una notte

La grande boxe è sbarcata a Tarquinia, dove già da lunedì le Nazionali italiana e moldava stanno scaldando i guantoni ospiti della Cosmo Boxe. 
La grande attesa, però, è per venerdì sera, quando a Tarquinia Lido andrà in scena la prima sfida (la seconda domenica a Campagnano Romano) del dual match che vedrà protagonisti i pugili azzurri, tra cui anche il pupillo di casa Christian Gasparri; la giornata promette emozioni fin dalla mattina alle 10: al cimitero comunale San Lorenzo è infatti prevista la cerimonia di commemorazione dei 40 anni dalla scomparsa di Angelo Jacopucci.
Nel tardo pomeriggiodi oggi al Civicozero Resort di Marina Velca, intanto, c’è stata la conferenza stampa di presentazione della manifestazione. 
Presenti, oltre ad atleti e giornalisti, il presidente della Cosmo Boxe Bernardo Podda, i maestri Riccardo e Angelo Gasparri che, insieme ai cubani  Gerardo Gonzales Bicet e Jorge Valdes Perez, faranno parte dello staff tecnico azzurro, il delegato allo Sport di Tarquinia Stefano Zacchini, e Michele Carpinelli del Campagnano Boxing Team.
Così il numero uno della Cosmo Boxe Podda: «Per noi è un onore ospitare un evento così importante; un’importante esperienza di crescita per il nostro movimento».
Con i piedi per terra il talento locale Christian Gasparri: «Le Olimpiadi sono un sogno, ci proverò, ma la strada è ancora lunga».

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Scarico container: cambia tutto

CIVITAVECCHIA – Rischia di non mettere la parola fine alla guerra in banchina tra Rct e Cfft l’ordinanza pubblicata nel tardo pomeriggio di ieri dal presidente dell’Autorità di sistema Portuale Francesco Maria di Majo. Anzi, farà probabilmente discutere quanto messo nero su bianco dai vertici di Molo Vespucci, per dirimere la vertenza relativa allo scarico dei container e, in particolare, di quelli refrigerati che trasportano la frutta. Anche perché negli ultimi mesi la società italo belga che gestisce il terminal agroalimentare aveva messo sul tavolo un ingente investimento milionario per l’acquisto di due gru semimoventi per lo scarico in autonomia dei container; decisione motivata dalla necessità di rispondere alle richieste e alle esigenze del mercato, sempre più pressante. L’ordinanza fa riferimento al parere del Consiglio Superiore dei Lavori Pubblici e al risultato a cui è giunta la commissione interistituzionale, disponendo come dal 15 settembre prossimo ‘‘l’imbarco sbarco dei contenitori da parte di unità navali adibite al trasporto di container che effettuano servizi di linea dovrà avvenire unicamente presso la banchina 25’’ (data dal 2006 in concessione alla società Rct). ‘‘Non risultano ostacoli di natura tecnico operativa – si legge ancora – che impediscono il trasporto dei container dalla 25 al magazzino della frutta’’. A partire da quella data, inoltre, ‘‘lo sbarco imbarco di container, inclusi quelli refeer, sulle banchine 23 e 24 sarà consentito solo se tali attività  rivestono carattere di occasionalità, ovvero quando tali attività non siano caratterizzate dall’abitualità, sistematicità, ripetitività, regolarità e stabilità’’. Con esposti presentati da parte di Rtc e uno stuolo di avvocati pronti a dare battaglia per Cfft la vertenza non sembra essere chiusa con questo documento.

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Incendio a Montalto: l’amministrazione comunale ringrazia Vigili del fuoco, Protezione civile e forze dell’ordine

MONTALTO DI CASTRO – «Sentiamo il dovere di ringraziare vivamente a nome nostro, e dell’intera cittadinanza, i Vigili del fuoco appartenenti al Comando provinciale di Viterbo, i Carabinieri della stazione di Montalto di Castro, il Corpo di Polizia locale, il gruppo di Protezione civile comunale e i volontari della Prociv Arci Vulci 1 che con grande professionalità nella giornata di ieri, lunedì 9 luglio, hanno congiuntamente affrontato l’emergenza in un incendio di vaste proporzioni avvenuto a Montalto di Castro».

Così il vicesindaco e delegato alla sicurezza Luca Benni, e l’assessore alla Protezione civile Marco Fedele a seguito dell’intervento che ha visto impegnati i soccorsi fino al tardo pomeriggio di ieri. 

«A loro – aggiungono gli assessori Benni e Fedele – dobbiamo un particolare ringraziamento per l’impegno, lo spirito di sacrificio e la disponibilità che ancora una volta hanno messo e mettono in campo per fronteggiare l’emergenza incendi. Una responsabilità costante, dall’altissimo senso del dovere, a tutela delle vite umane e la salvaguardia del patrimonio del nostro territorio».

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Incidente sull'Aurelia, resta incastrato tra le lamiere

LADISPOLI – Brutto incidente nel tardo pomeriggio sull'Aurelia in direzione Roma al km 25, nei pressi del Comune di Fiumicino. Quattro auto, tra cui una cabriolet, sarebbero rimaste coinvolte nel sinistro, con un uomo rimasto incastrato tra le lamiere del veicolo. Sul posto sono immediatamente intervenuti i Vigili del Fuoco di Cerveteri che hanno estratto l'uomo dall'auto (la cabriolet, appunto). Il ferito è stato immediatamente trasportato in eliambulanza al Policlinico Gemelli di Roma. Illese le altre persone coinvolte nell'incidente. Sul posto per gli accertamenti di rito gli uomini della Polizia locale di Fiumicino. 

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Incidente sulla A12, resta incastrato tra le lamiere

LADISPOLI – Brutto incidente nel tardo pomeriggio sulla A12 Roma-Civitavecchia, direzione Roma al km 25, nei pressi del Comune di Ladispoli. Quattro auto, tra cui una cabriolet, sarebbero rimaste coinvolte nel sinistro, con un uomo rimasto incastrato tra le lamiere del veicolo. Sul posto sono immediatamente intervenuti i Vigili del Fuoco di Cerveteri che hanno estratto l'uomo dall'auto (la cabriolet, appunto). Il ferito è stato immediatamente trasportato in eliambulanza al Policlinico Gemelli di Roma. Illese le altre persone coinvolte nell'incidente.

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Incidente sulla A12, incastrato tra le lamiere

LADISPOLI – Brutto incidente nel tardo pomeriggio sulla A12 Roma-Civitavecchia, direzione Roma al km 25, nei pressi del Comune di Ladispoli. Quattro auto, tra cui una cabriolet, sarebbero rimaste coinvolte nel sinistro, con un uomo rimasto incastrato tra le lamiere del veicolo. Sul posto sono immediatamente intervenuti i Vigili del Fuoco di Cerveteri che hanno estratto l'uomo dall'auto (la cabriolet, appunto). Il ferito è stato immediatamente trasportato in eliambulanza al Policlinico Gemelli di Roma. Illese le altre persone coinvolte nell'incidente.

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###