Carabinieri, nel weekend 14 denunce

TARQUINIA – Servizio straordinario di controllo del territorio in tutta la fascia esterna  della provincia di Viterbo, in questo weekend. I servizi sono stati mirati alla sicurezza sulle strade, le arterie viarie, e polizia di prevenzione; il controllo è stato armonizzato alle esigenze del notevole flusso turistico iniziato in coincidenza con il ponte del 25  aprile e che proseguirà fino al ponte del primo maggio. (agg. 23/04 ore 10 segue)

A Tarquinia è stato segnalato alla Prefettura, per uso di sostanze stupefacenti, un italiano di 41 anni trovato in possesso di 1,1 grammi di hashish. A Montalto di Castro è stato segnalato alla Prefettura un trentenne trovato in possesso di 9 grammi di marijuana. Diversi gli interventi nel resto della provincia: a Caprarola è stata denunciata una studentessa italiana di 20 anni, poiché trovata in possesso a seguito di controllo, di 1,5 grammi di hashish e 3 grammi di marijuana, oltre ad un bilancino di precisione per pesare lo stupefacente. Inoltre sempre a Caprarola, sono stati denunciati tre cittadini di origini georgiane, di età compresa tra i 20 e i 30 anni, ritenuti responsabili di avere rubato i all’interno del supermercato EMI , numerose bottiglie di super alcolici. A Blera sono stati denunciati, un cittadino polacco di 18 anni e un cittadino brasiliano di 18 anni, per avere tentato un furto all’ interno di un garage privato di Blera. (agg. 23/04 ore 13,15)

A Rociglione è stato denunciato un moldavo di 28 anni per avere esibito ad un controllo stradale una patente europea palesemente falsa, e per guida senza patente per non averla mai conseguita. A Carbognano è stato segnalato alla Prefettura, per uso di stupefacenti, un cittadino di origini romene di 21 anni, trovato in possesso di 0,5 grammi di marijuana. A Bolsena sono stati denunciati per rissa, un cittadino polacco ed un cittadino romeno, di 20 e 26 anni, che hanno aggredito per futili motivi un cittadino italiano di 43 anni procurandogli lesioni. A Montefiascone è stato denunciato un pakistano, di 25 anni, che controllato dai carabinieri, si è rifiutato di fornire i documenti di identità. A San Lorenzo nuovo sono stati denunciati per possesso di droga due cittadini, uno italiano di 35 anni e uno del Bangladesh di 28 anni, perché trovati in possesso di 2 grammi di cocaina, e il cittadino straniero anche colpito da un provvedimento di espulsione; sempre a San Lorenzo Nuovo, è stato segnalato alla prefettura, quale assuntore, un nigeriano di 26 anni trovato in possesso di 3 grammi di marijuana. al termine del servizio di controllo del territorio sono state inoltre rilevate 16 infrazioni al codice della strada. (agg. 23/04 ore 18,15)

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

«I famigliari di Antonio Ciontoli non si faranno un giorno di galera ed anche lui potrebbe non andarci»

CERVETERI – L’avvocato penalista Daniele Bocciolini, già legale di parte civile nella difesa delle vittime nel processo per il naufragio della “Costa Concordia” nei confronti del comandante Francesco Schettino, è intervenuto ai microfoni della trasmissione “Legge o Giustizia” su Radio Cusano Campus per commentare le sentenze relative alla morte di Marco Vannini.  
«Le reazioni dei genitori di Marco Vannini sono comprensibili. Bisogna leggere le motivazioni ma le perplessità per le pene inflitte ci sono. Questo è uno dei casi più inquietanti della storia criminologica italiana e ritengo che queste pene siano a dir poco esigue. Tecnicamente sono spiegabili, per carità. La pena base era di 21 anni. Applicando le circostanze attenuanti generiche si “scontano” 7 anni. Per quale motivo però sono state riconosciute al Ciontoli le attenuanti generiche? Il giudice può valutare degli elementi per applicarle, come il pentimento o la condotta durante il processo. Il fatto che fosse incensurato non conta invece nulla. Sarò curioso, nelle motivazioni, di leggere il perché di queste attenuanti».  
Secondo Bocciolini «la condotta del Ciontoli è stata sempre molto grave. C’è stata una negazione del fatto, la chiamata in ritardo dei soccorsi accettando il rischio che Marco morisse, ha mentito ripetutamente. La Procura e la parte civile faranno comunque ricorso in Appello».  
Gli altri familiari coinvolti hanno avuto pene molto basse: «3 anni, pena risibile, per gli altri. Chi ha subito questa pena non andrà mai in galera. Non rischiano il carcere. L’unico che potrebbe rischiarlo è Antonio Ciontoli. L’Appello? Gli anni potrebbero diminuire ulteriormente. È assurdo pensare che l’omicidio stradale sia punito con pene fino ai 15 anni di reclusione. Un omicidio che avviene all’interno di una casa, da parte di membri di una famiglia, viene punito con tre anni di reclusione».

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Manutenzione stradale: stanziati i primi 40mila euro

CIVITAVECCHIA – Quarantamila euro per interventi urgenti sul patrimonio stradale comunale finalizzati all'eliminazione dei pericoli imminenti per la circolazione veicolare e pedonale. Sono quelli che sono stati stanziati dal Comune, con i lavori già affidati e pronti a partire nei prossimi giorni, lavorando l’asfalto a caldo, differentemente a come è stato fatto finora. “Si tratta di piccoli interventi – ha spiegato l’assessore Alessandro Ceccarelli sulla sua pagina Facebook – per iniziare a lavorare su quanto di più pericoloso c’è ed avere il tempo necessario a preparare una seconda gara da 100mila euro per risolvere almeno le situazioni più urgenti, fino a poter stanziare 300mila euro pian piano nel corso dell’anno”. E di buche pericolose, trasformate inveri crateri, ce ne sono diverse in tutti  i quartieri cittadini, dal centro alle periferie. Buche che rappresentano un vero e proprio pericolo per automobilisti e motocilisti.

L’assessore ha poi ricordato che per il 2018 è stata stanziata la somma ingente di 2 milioni di euro proprio per il rifacimento del manto stradale, con i cantieri che si spera possano partire entro la fine dell’anno. “La situazione del manto stradale – ha sottolineato – è uno specchio della situazione delle finanze del Comune: un disastro. Dopo anni di duro lavoro da parte del Movimento 5 Stelle, ora il bilancio comincia a vedere la luce. Di conseguenza anche il manto stradale tornerà a condizioni più decorose”.  

Un commento poi sull’iniziativa di "Tappami", sbarcata anche a Civitavecchia e coordinata da Stefano Giannini. “Non posso che essere favorevole ai cittadini attivi che si mettono in gioco in prima persona per migliorare la propria città – ha spiegato – a patto che ci sia davvero una voglia di migliorare il contesto in cui tutti noi viviamo e non solo di fare operazioni di propaganda politica. È altrettanto ovvio che non possono semplici associazioni di cittadini sostituirsi all'ente pubblico: possono fare rifiniture, possono fare un'opera di sensibilizzazione della coscienza civica, ma non possono sostituirsi all'ordinario”.

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Litorale Tarquinia, interventi a 360 gradi

TARQUINIA –  Provvedimenti importanti per il Lido di Tarquinia in vista della nuova stagione balneare. Li ha illustrati l’assessora Laura Sposetti nel corso di un incontro svoltosi sabato con Assolidi.

La delegazione di Assolidi è stata ricevuta dall’assessore ai Lavori pubblici ed ai Servizi tecnologici  per fare il punto  sui provvedimenti che l’amministrazione comunale sta attuando per risolvere alcune delle principali ed urgenti questioni critiche che affliggono il Lido di Tarquinia e, più in generale, l’intera costa tarquiniese. «La riunione è stata concreta e proficua – affermano da Assolidi – l’assessora ha esposto i provvedimenti che sono in corso d’attuazione ed ha fornito informazioni precise e puntuali sulle positive iniziative poste in essere dall’amministrazione».
Subito in primo piano la questione acqua del mare, con  l’assessora Sposetti che ha chiarito che l’amministrazione «sta concertando con le organizzazioni degli operatori turistici del litorale l’attivazione di un semplice quanto efficace sistema di comunicazione sulle qualità delle acque. Nello specifico verranno affisse mensilmente nei locali pubblici delle locandine con riportate le analisi effettuate da Arpa Lazio». «In questo modo – riferiscono da Assolidi – tutti i cittadini potranno conoscere le condizioni di balneabilità delle acque prospicienti le spiagge». «Questo provvedimento – afferma Fernando Delle Monache di Assolidi – è la giusta misura contro la campagna di disinformazione negativa che puntualmente serpeggia tra i frequentatori di Tarquinia; contrariamente a quanto troppo spesso viene affermato, le acque del litorale godono di ottima salute, come attestato costantemente negli anni dalle uniche analisi ufficiali.  Assolidi ha riaffermato l’opportunità di pubblicare, accanto ai referti analitici, anche i dati sulla granulometria del fondo sabbioso che, notoriamente, comprende anche frazioni che entrano facilmente in sospensione, determinando torbidità delle acque che, dalle persone non informate, può venire erroneamente interpretata come segnale di inquinamento». (Agg. 18/04 ore 13,40)

Nel corso dell’incontro è stata affrontata anche la questione zanzare. L’assessora ha comunicato il calendario del programma di disinfestazione contro le zanzare e per il contenimento della popolazione dei ratti: 16 aprile,  19 giugno; 2 maggio, 3 luglio, 31 maggio, 17 maggio, 17 luglio, 17 luglio, 31 maggio, 31 luglio, 28 agosto, 13 agosto,  28 agosto.  «Il programma larvicida – spiegano da Assolidi – è essenziale per prevenire la proliferazione delle zanzare adulte e verrà effettuato nelle zone con forte presenza di larve quali fossi, ristagni d’acqua e tombini. La prevenzione larvicida può essere fatta anche dai cittadini eliminando i ristagni di acqua nei sottovasi, contenitori, ecc. Alla fase larvicida seguiranno gli interventi adulticidi che verranno effettuati nel centro urbano, zona Peep, zona artigianale, Lido, S. Giorgio, Sant’Agostino e Spinicci dalle ore 23 alle ore 6 dei giorni indicati. Le operazioni di disinfestazione adulticida avverranno per mezzo di atomizzatori; durante le operazioni dovranno essere osservate alcune precauzioni: non sostare all’aperto; tenere chiuse porte e finestre; evitare di lasciare la biancheria stesa all’aperto; proteggere gli animali domestici evitando loro contatti con le sostanze aerodisperse, avendo cura di rovesciare le ciotole per il cibo e l’acqua; lavare accuratamente i prodotti dell’orto eventualmente esposti».
Nuovi cassonetti per la raccolta della nettezza urbana. «Sono in fase di acquisto cassonetti usati ma in perfette condizioni di manutenzione che sostituiranno quelli danneggiati e non più in condizioni di efficienza – ha detto l’assessora Sposetti – Per il posizionamento delle piazzole varrà il criterio di installazione omogenea all’interno dell’abitato e proporzionale alle unità abitative servite». Per la raccolta dei rifiuti ingombranti saranno inoltre resi noti le ubicazioni e il calendario relativo al posizionamento degli scarrabili dove poter conferire i rifiuti ingombranti e gli sfalci e le potature provenienti dai giardini privati».
Non è stata trascurata nemmeno la tanto dibattuta questione dell’area parcheggio camper. Saranno aperte tre aree: a fianco di viale Cristoforo Colombo (fronte mare, davanti alla pinetina), lungo viale Andrea Doria, di fronte al primo palazzo condominiale, e la terza all’inizio della strada del Mandrione delle Saline, accanto all’area dove da alcuni anni è stato attivato un parcheggio per le auto. Durante l’incontro è stata confermata la notizia dell’interessamento di un privato per l’apertura di una vera e propria area di sosta per camper che, una volta realizzata, risolverà in modo definitivo e positivo la questione dell’accoglienza del turismo itinerante. Sul fronte delle aree di terreno non edificate, la quasi totalità dei lotti non edificati è stata già sottoposta al taglio delle erbe infestanti e alla rimozione dei rifiuti impropriamente abbandonati. «Permangono alcune situazioni non regolarizzate – ha detto la Sposetti –  per le quali l’amministrazione sta attivando i provvedimenti coattivi».
Previsti interventi anche per la segnaletica stradale e la cartellonistica. Prima dell’estate, ha assicurato l’amministrazione comunale, saranno ripristinate le segnaletiche stradali deteriorate o mancanti; inoltre saranno posizionati cartelloni con la planimetria del Lido, con l’indicazione dei principali punti di riferimento, per consentire ai turisti una più agevole fruizione dei servizi. Importanti provvedimenti anche per viabilità e parcheggi, come divieti di sosta su alcune vie parallele al lungomare; nelle rimanenti vie, invece, constatata la non sostenibilità del doppio senso di marcia, è prevista l’istituzione del senso unico, col mantenimento degli stalli per il parcheggio delle automobili. «Dieci aree per il parcheggio delle auto  – spiega l’assessora – distribuite uniformemente all’interno dell’abitato ed utili a sopperire le difficoltà introdotte con i divieti di sosta; lungo l’ultimo tratto di via della Salara, in corrispondenza del muro perimetrale della pineta Avad liceo, verrà istituito il divieto di sosta;  l’utilissimo provvedimento servirà per scongiurare il rischio d’investimento dei tanti pedoni che quotidianamente si dirigono verso le spiagge vicine al Molo Clementino o delle Saline che, data l’attuale assenza di marciapiedi, erano costretti a percorrere il tragitto sulla strada contemporaneamente ai veicoli a motore». Occhio anche alle velocità: previsto infatti il costante controllo della velocità veicolare sulle strade del litorale, soprattutto, ma non esclusivamente,  su quelle sottoposte a maggiore intensità di traffico. In corso di individuazione, inoltre, un’area da destinare al mercato ambulante giornaliero. Mentre, per quanto riguarda il mercato domenicale, per la prossima stagione estiva rimarrà la consueta ubicazione di viale dei Tritoni.(Agg. 18/04 ore 17,26)
Più servizi per le spiagge libere che saranno dotate di «wc chimici e docce, la cui gestione – ha spiegato l’assessora – sarà affidata, dopo l’espletamento di un bando pubblico, rivolto soprattutto a giovani in cerca di prima occupazione anche temporanea e a persone disoccupate. I gestori avranno a disposizione una postazione e la possibilità di affittare ombrelloni e lettini sdraio. Questa innovazione, riguarda le spiagge del Lido, di S. Agostino, S. Giorgio e Spinicci. Sarà realizzato anche un parco giochi per bambini, grazie all’iniziativa di un privato. La zona individuata è l’area, attualmente a verde, compresa tra viale Mediterraneo, viale del Porto Clementino e la pinetina limitrofa a via Axia».
Ancora incognita, invece, per quanto concerne la questione del  servizio bancomat.  L’amministrazione comunale ha infatti avanzato una richiesta ad alcuni istituti di credito, ottenendo tuttavia altrettante risposte negative per via della indisponibilità di luoghi adeguati dove poter collocare l’apparecchiatura. L’assessora Sposetti ha, comunque, puntualizzato che «sono in corso contatti con alcuni operatori commerciali per sondare la possibilità di avere a disposizione un luogo dove ipotizzare la collocazione del richiestissimo servizio bancomat».
Casette dell’acqua anche al Lido. L’acqua in distribuzione nell’acquedotto pubblico è potabile in quanto anche dearsenificata, spiegano dall’amministrazione comunale. «Le casette dell’acqua presenti nel centro urbano – ha detto la Sposetti – sono state dismesse dalla società esercente ed è in corso il passaggio a Talete, la società pubblica esercente le acque potabili della provincia. Una volta ultimata la transizione e riattivato il servizio, che prevede anche l’erogazione di acqua gassata, l’amministrazione richiederà l’installazione di una casetta anche al Lido di Tarquinia. L’amministrazione Mencarini non dimentica di affrontare anche la questione della passerella per l’accesso alla spiaggia delle Saline. È prevista una conferenza dei servizi tra amministrazione comunale, Regione Lazio e Soprintendenza Beni archeologici ed ambientali per addivenire alla condivisione di un progetto per la realizzazione di un attraversamento che conduca dalla spiaggia a nord del molo di ponente delle Saline alla spiaggia a sud, tradizionalmente frequentata da tante persone sia d’estate che d’inverno. Il passaggio da sempre utilizzato, coincidente con la superficie del molo di ponente e danneggiato parzialmente dalla forza del mare, non è mai stato un attraversamento regolare, serve soltanto quale protezione del canale d’accesso alle vasche delle Saline. «L’amministrazione – ha detto la Sposetti –  da tempo aveva iniziato le complesse pratiche per la soluzione di questa criticità, non semplice da risolvere per le sovrapposte competenze degli Enti pubblici chiamati a discutere in conferenza dei servizi». Per la passerella per l’attraversamento del fosso Scolo dei Giardini  sono  inoltre in corso le procedure per la collocazione di una passerella che consentirà l’attraversamento del fosso scolo dei giardini in posizione utile da non interrompere la continuità del transito sulla battigia. «Questo provvedimento – commentano da Assolidi – sarà molto gradito dai molti appassionati delle passeggiate sul bagnasciuga». (agg. 18/04 ore 21,08)
 

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Polstrada, intensificati i controlli nel weekend

TARQUINIA – Gli uomini della Polizia di Stato della sezione Polizia Stradale di Viterbo e distaccamenti di Tarquinia e Monterosi, durante lo scorso weekend hanno effettuato attività di pattugliamento e monitoraggio dei flussi veicolari che si sono rivelati in crescita con l’approssimarsi del periodo primaverile.
Sulle principali direttrici provinciali, ed in maniera specifica sulla SR2 “Cassia” e SR2bis, sulla SS1 “Aurelia” e SS1bis, sulla SS675 “Umbro-Laziale”, sulla SR3 “Flaminia” e sulla SR312 “Castrense”, nonché sulla tratta di competenza dell’A1 “Autostrada del Sole”, nell’ambito dei dispositivi previsti nel piano regionale di prevenzione e repressione delle infrazioni al codice della strada, sono state effettuate una serie di verifiche da parte degli equipaggi della Polstrada, sotto la direzione del dottor Porroni: 5 patenti di guida e 3 carte di circolazione sono state ritirate, per un totale di 87 punti-patente decurtati; 186 i veicoli e 211 le persone controllate; 87 i soccorsi prestati; 56 le sanzioni al Codice della strada contestate, molte delle quali per infrazioni a norme comportamentali; tutti gli automobilisti fermati sono stati controllati tramite precursore e 2 persone sono state denunciate ai sensi dell’art.186 CDS per guida in stato di ebbrezza alcolica. A tali verifiche, si sono affiancati 2 interventi per la rilevazione di incidenti stradali, tutti, fortunatamente, con soli danni materiali.
La sicurezza di tutti i soggetti che utilizzano le strade rappresenta un obiettivo primario per la Polizia stradale.

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Auto, via le gomme invernali Un mese per mettersi in regola

Entro il 15 maggio bisogna mettersi in regola sennò la multa può arrivare a 1.700 euro. Le perplessità sulle tempistiche dell’Associazione sostenitori ed amici della polizia stradale: «Siamo l’unico Paese in Europa e questo sistema non ci piace per niente»

Leggi articolo completo

@code_here@

Pirgo vittima di degrado e incuria

CIVITAVECCHIA – Degrado al Pirgo. È la segnalazione via social del vice coordinatore locale di Forza Italia Giancarlo Frascarelli. L’azzurro invita, da parte dei residenti, il sindaco Antonio Cozzolino ad inviare una squadra per potare le palme ormai fuori controllo. Altro problema il segnale stradale che giace in terra ormai da tempo. Un invito all’azione, visto – ricorda Frascarelli – lo stato di strade e marciapiedi.

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

''Si ripristini subito il manto stradale di piazza Trieste in centro''

di GIAMPIERO BALDI

SANTA MARINELLA – Nei giorni scorsi il presidente del movimento civico ‘‘No Slogan’’ per Santa Marinella ha protocollato una richiesta al Comune per chiedere il ripristino del manto stradale in piazza Trieste, ridotto in pessime condizioni da un pino pericoloso. Il documento, indirizzato al commissario prefettizio e agli uffici competenti, si è reso necessario in quanto, da molto tempo, la situazione nella caratteristica piazzetta del centro cittadino, è fortemente complicata dalla presenza di un albero di alto fusto, che rende intransitabile una parte di strada che costeggia l’area. «Questa lettera – scrive Giampiero Rossanese – è per portare all’attenzione della dottoressa Enza Caporale, le critiche condizioni in cui versa la storica piazza Trieste. Questa zona, situata in pieno centro cittadino, oltre ad ospitare numerose attività commerciali e il mercatino rionale del giovedì, è conosciuta anche come punto centrale della città che, soprattutto nel periodo estivo, diventa teatro di molte attività turistiche aggregative organizzate da varie associazioni, ma attualmente versa in condizioni di dissesto e causa di pericoli. Tali condizioni vengono indicate dal dissesto del manto stradale, causa innalzamento del suolo, con pericoli alla circolazione veicolare e pedonale in molte zone della piazza, impedendo la normale fruizione. Il pericolo più incombente viene da un albero da alto fusto, indicato come pino marittimo, che si è inclinato pericolosamente nel lato del ristorante La Piazzetta, mettendo in grave pericolo persone, strutture e cose. Il nostro movimento, dunque, chiede al commissario straordinario, un immediato intervento di ripristino del manto stradale di piazza Trieste e la messa in sicurezza dell’albero ad alto fusto adiacente al ristorante”. Considerata la situazione in cui versa l’area, sarà difficile per il Comune non intervenire e riportare la situazione alla normalità, eliminando il pino marittimo pericolante e ripristinando il manto stradale.

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Furgone tampona articolato sull’A12: passeggero incastrato nelle lamiere

CIVITAVECCHIA – Un furgone tampona un autoarticolato e un passeggero rimane incastrato nelle lamiere. Intervento alle 13,40 circa dei Vigili del fuoco di Civitavecchia presso l’A12, corsia sud chilometro 58,90, a causa di un incidente stradale. Un furgone Iveco daily ha tamponato un autoarticolato cisterna adibita al trasporto di gasolio e benzina, fortunatamente scarico.

A bordo del furgone due uomini di nazionalità italiana. Il conducente non ha subito ferite importanti, mentre il passeggero , un uomo di 80 annii, che al momento dell’urto era seduto accanto al conducente è rimasto incastrato fra le lamiere.

I pompieri prontamente intervenuti, hanno liberato la persona incastrata apparentemente non in gravi condizioni affidandola al personale sanitario 118 di Ladispoli e messo in sicurezza l’area. Sul posto anche Polstrada.

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Va a sbattere contro un palo della luce: centauro denunciato per guida in stato d’ebbrezza

TARQUINIA – Nell’ambito dell’intensificazione dei servizi di controllo del territorio disposta a Tarquinia,  negli ultimi giorni del mese di marzo personale della Polizia di Stato della Squadra Volante del Commissariato di Tarquinia è intervenuto  per un incidente stradale nel quale era rimasto coinvolto un motociclistica.

Sul posto  i poliziotti hanno  accertato  che un quarantenne italiano  a bordo della sua moto era andato a sbattere contro un palo dell’illuminazione pubblica, danneggiando il veicolo e procurandosi diverse ferite.

I poliziotti, insospettitosi dall’atteggiamento del centauro,  anche in considerazione del forte alito alcolico, dopo aver fatto intervenire il personale sanitario, hanno disposto il trasporto dell’uomo all’ospedale di Tarquinia,  per i ncessari accertamenti.

Dai successivi  controlli è emerso che il mezzo non era coperto da assicurazione e che l’uomo era alla guida con valori di tasso alcolemico notevolmente superiore a quello consentito. 

Per tale motivo le risultanze sono state riportate in una dettagliata informativa inviata all’Autorità Giudiziaria a seguito della quale il quarantenne è stato denunciato  per guida in stato di ebbrezza  e la moto sottoposta a sequestro.

Continueranno scrupolosi ed incessanti  i servizi di controllo del territorio della Polizia di Stato  volti a stroncare ogni tipo  di reato  sul litorale viterbese.

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###