Saluto romano, il M5S torna a chiedere la seconda convocazione del consiglio

TARQUINIA – Il Movimento cinque stelle di Tarquinia torna a chiedere il consiglio comunale straordinario sulla vicenda del saluto romano. 

" Era il 3 Maggio – affermano i grillini di Tarquinia –  quando il Presidente del Consiglio Bergonzini convocava per il giorno 7 il Consiglio Comunale straordinario, richiesto congiuntamente dai Consiglieri della minoranza in merito alle “questioni ed alle circostanze dell’utilizzo della fascia tricolore all’interno del palazzo comunale, con relativa richiesta di chiarimenti in proposito”. Per quel consiglio Bergonzini aveva persino negato al M5S la ripresa audio video, in vista di un’eventuale seduta segreta, quasi per annunciare una discussione, che invece non c’è stata, perché la maggioranza, più o meno convintamente, ha deciso di non esserci per evitare un argomento spinoso, nella speranza di farlo cadere nel dimenticatoio". 

"Il Consiglio Comunale, – prosegue il M5S – che rappresenta tutta la cittadinanza, ha il diritto di sapere ed è scorretto negarglielo. I cittadini non hanno la morbosità di sapere cosa sia accaduto 5 minuti prima o dopo il saluto romano nella stanza del vice sindaco; vogliono invece conoscere gli aspetti sostanziali e sapere se ci sono le scuse convinte e la condanna politica del gravissimo incidente da parte della maggioranza; la fuga dal confronto basterebbe già a chiederne le dimissioni in blocco. Delle responsabilità penali se ne occupi la magistratura; per quelle politiche è dovere del Consiglio Comunale fare chiarezza, ecco perché Bergonzini deve annunciare subito la data della seconda convocazione".

"Dopo tutto l’8 Maggio, – concludono i grillini – all’indomani del consiglio comunale egli dichiarava: “Ringrazio tutti gli intervenuti: mi dispiace ma non mancherà occasione per poter discutere le tematiche che dovevano essere poste all’ordine del giorno”. Coerenza vuole che l’annuncio sia immediato, è già passato troppo tempo. Invece siamo qui a chiederci: quando sarà annunciato il consiglio comunale in seconda convocazione? I compiti di un Presidente del Consiglio sono importanti e istituzionali e da Bergonzini ci aspettiamo la corretta applicazione dei regolamenti e il rispetto della missione di tutti i consiglieri, che in nome dei cittadini hanno chiesto la convocazione. L’atteggiamento della maggioranza, comunque da stigmatizzare, è inconciliabile con il ruolo del Presidente del Consiglio e Bergonzini non può avallare la volontà di chi senza una discussione politica pubblica vorrebbe mettersi tutto dietro le spalle e per questo ci aspettiamo una celere convocazione. E stavolta le telecamere dovranno essere ben accese, ufficialmente".

 

 

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

FdI ''Almirante'': ''Grave e colpevole inerzia del presidente dell’Adsp di Majo''

CIVITAVECCHIA – «Credo che l’errore più grande e commesso da di Majo sia stato quello di non adeguare le tariffe». Lo dichiara il consigliere comunale di minoranza Andrea D’Angelo che attacca il presidente dell’AdSP Francesco Maria di Majo, dopo le notizie dei giorni scorsi riguardo un rischio di default per l’Authority. Notizia che però, unita all’attacco del dem Pietro Tidei che ha accusato di Majo di aver disertato il Seatrade, ha scatenato una bufera. «La sentenza della Cassazione – continua D’Angelo – da un lato ha stabilito la competenza del giudice amministrativo, dall’altro ha impedito che a Total Erg, unico ricorrente, si accodassero con le loro richieste di rimborso anche Enel, Eni, Sodeco e altri concessionari. Bastava un decreto di aumento della tassa, motivato adeguatamente, proprio come richiestogli dal Consiglio di Stato per colmare quel vuoto di cassa che oggi ha messo in crisi il sistema».

Ma arriva una stoccata anche dal circolo locale FdI ‘‘Almirante’’. «Non è la prima volta che interveniamo per stigmatizzare l’operato del presidente, che sta dimostrando di essere assolutamente inadeguato a presiedere gli uffici di Molo Vespucci. Non possiamo – spiegano da FdI – non evidenziare la grave e colpevole inerzia di di Majo, che dal 2017 non ha approvato una nuova delibera, questa volta possibilmente meglio motivata per superare le censure mosse dal Consiglio di Stato, con la quale poter riprendere la riscossione delle tariffe di approdo applicate agli operatori economici che movimentano le merci in ambito portuale», Dal direttivo del circolo augurano che si crei un nuovo governo di centrodestra che sollevi «dall’incarico un presidente che sta dimostrando assoluta inadeguatezza».

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Cozzolino: ''Enel non tagli posizioni lavorative''

CIVITAVECCHIA – "Stigmatizziamo la volontà di ridurre le posizioni lavorative e chiediamo ad Enel di mantenere invariato il numero di personale addetto nell’interesse tanto dell’azienda quanto della città". Lo dichiara il sindaco Antonio Cozzolino dopo l’incontro con Enel e sindacati convocato dall’amministrazione comunale per capire quale effettivamente fosse la situazione in merito alle presunta perdita di posizioni lavorative all’interno di Tvn. Un incontro a cui, come spiegano da Palazzo del Pincio, tra tutte le organizzazioni sindacali ha preso parte solo la Usb.

"La riunione si è svolta in due momenti distinti – prosegue Cozzolino – per la difficoltà palesata da Enel di seguire procedure parallele al tavolo di concertazione attualmente in corso: quindi prima abbiamo incontrato le sigle sindacali, poi i responsabili dell’azienda. Un atteggiamento che mi sento di stigmatizzare visto che, come ho fatto presente alla delegazione dell’azienda, l’incontro da noi convocato serviva a chiarire qualcosa che era stato appreso dai giornali".

Il Sindaco invita quindi Enel a non ridurre le posizioni lavorative e incalza: "Ci teniamo a ribadire fermamente il concetto che la sicurezza sul lavoro non può subire tagli – conclude duro Cozzolino – specie per un’azienda che chiude con un utile di non poco conto". Al tavolo ha preso parte anche il delegato alle politiche del lavoro Francesco Fortunato, consigliere comunale di maggioranza.

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###