‘‘Frammenti di un discorso amoroso’’ stasera a Tolfa

TOLFA – Ancora un appuntamento imperdibile stasera a Tolfa. Nella splendida cornice del polo museale dell’ex convento dei Padri Agostiniani (accanto al santuario della Sughera) stasera alle 21 andrà in scena: ‘‘Frammenti di un discorso amoroso’’ ad opera de ‘‘La Botteguccia’’ della Compagnia teatra ‘‘Blue in The Face’’. 
‘‘Frammenti di un discorso amoroso – spiega il responsabile della Blue in the Face, Enrico Maria Falconi – rappresenta scenicamente l’amore in tutte le sue declinazioni: la passione, l’amicizia, la fratellanza, la nostalgia, la gelosia, la seduzione, l’autoironia. Sette giovani attori tessono davanti al pubblico una trama fluida con continue variazioni sceniche attingendo al teatro, alla poesia, al cinema, alla storia: una sorta di piccola antologia dei sentimenti che mira dritto al cuore dello spettatore coinvolgendolo anche attraverso una suggestiva selezione delle musiche. Il tutto nell’avvincente scenario del chiostro della Sughera, il Polo Museale». Ad alternarsi n scena e a incantare il pubblico saranno i bravissimi attori: Simona De Leo, Chiara Tranquilli, Aurora De Paolis, Massimiliano Puddu, Giulia Conte, Federica Corda e Nicoletta Pagano. A curare la regia di questo spettacolo il bravissimo regista civitavecchiese Ettore Falzetti; aiuto regia ad opera dell’esperto Patrizio De Paolis; alle luci e alla fonica ci penseranno Luca Bertolo e Luca De Crescenzo; l’allestimento sarà a cura di Luca Garramone; amministrazione Jessica Brancaccio. Il tutto si svolge sotto l’abile Direzione Artistica di Enrico Maria Falconi. Mutando il titolo dal celebre saggio di Barthes in cui il brano viene recitato in apertura, ‘‘Frammenti di un discorso Amoroso presenta in forma scenica i molteplici volti dell’amore narrati nella letteratura, nel cinema e nel teatro o espressi nella storia reale. Si spazierà da Saffo a Joyce, da Euripide a Emily Dickinson, passando attraverso Shakespeare e alcuni film di culto, ma ci si soffermerà anche su commoventi vicende di solidarietà umana o sulla delicata figura di Etty Hillesum. Non mancherà spazio per un’interpretazione ironica e grottesca dei rapporti di coppia e dell’erotismo. 

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Csp, cancellato il Tfr di 300 dipendenti

CIVITAVECCHIA – C’è chi ha perso tra i 4 e i 5mila euro ma altri, i lavoratori più anziani, si sono visti cancellare in pochi istanti i risparmi di una vita: alcuni fino a 40 – 50mila euro. La società ha, infatti, recapitato una comunicazione con la quale venivano avvisati che il Tfr maturato presso le preesistenti Città pulita, Argo e Ippocrate doveva essere richiesto non alla Csp ma alle preesistenti società. Un messaggio che lascia qualche dubbio perché le cosiddette sot sembrano ormai avviate verso un triste fallimento (non è stato nemmeno riproposto un nuovo piano di concordato). Pertanto il lavoratore che dovesse recarsi a chiedere il proprio Tfr a Città pulita o Argo, rischierebbe di trovarsi a mani vuote. Uno scandalo che, in altri tempi, avrebbe certamente giustificato azioni di lotta, scioperi. Ma ormai gli stessi sindacati ed i lavoratori sembrano non avere più la forza di reagire. Così dinnanzi ai lavoratori che hanno perso trenta anni di Tfr, per un errore in fase di trasferimento da Hcs a Csp, cala un silenzio a dir poco imbarazzante.

Sembrerebbe che gli unici che siano riusciti a parlare con i vertici societari dell’incredibile vicenda, abbiano avuto rassicurazioni del tipo: "Non vi preoccupate, se nessuno vi paga interverrà il Fondo di solidarietà di Inps". Premesso che questo intervento di “garanzia” non è proprio scontato, va considerato che Csp quale cessionario dei rami di azienda, piuttosto che detrarre tutti i risparmi di cui al Tfr dei dipendenti, avrebbe dovuto farsene carico in base a precise disposizioni di Legge (su tutte l’articolo 2112 del Codice civile). Non è detto che i lavoratori non si rivolgano quindi al Giudice per richiamare Csp ai propri doveri. Ne nascerebbe un altro enorme contenzioso, stavolta realmente insostenibile per Csp. La nuova società è riuscita in meno di una anno ad accumulare decine di contenziosi, che rischiano di vedere soccombere pesantemente la società viste le “singolari” politiche del personale della società.

Nei giorni scorsi l’ultima novità che rischia di trasformarsi nell’ennesima battaglia legale. La società pare aver infatti deciso di mantenere, per alcuni lavoratori, la famosa riduzione della giornata lavorativa, decisa tra mille polemiche, lo scorso anno; per altri lavoratori, invece, avrebbe deciso di aumentare retribuzione ed orari di lavoro. Ma tornando a coloro che hanno perso tutto per la “dimenticanza” di de Leva e Micchi, che si sono dimenticati di trasferire il loro Tfr, non è difficile prevedere una altro contenzioso che questa volta potrebbe vedere protagonisti non meno di 200 dipendenti. Se si considera che già alcune decine sono in causa con la società, si rischierebbe una società con 360 dipendenti circa che è riuscita a ricevere causa da almeno 300 di essi. 

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Ritrovata morta sulla spiaggia Renzi la testuggine lacustre americana

CERVETERI – «Non ho parole per voi, ma vi assicuro che non vi dò tregua finché non vi prendiamo e non pubblico i filmati perché non posso farlo ma spero che i Carabinieri vi becchino e poi vi denuncio alla protezione animali perché vi devo fare MALE!». Questo l’amaro commento del Nucleo Subacqueo Cerveteri Onlus sulla loro pagina Facebook dopo che è stata ritrovata morta ieri mattina sulla riva davanti allo stabilimento balneare Renzi l’esemplare di testuggine lacustre americana, trafugata qualche giorno fa nel furto ai loro danni. 
Il coordinatore del gruppo Fabrizio Pierantozzi  che aveva lanciato un appello rimasto inascoltato:  «Sabato e domenica abbiamo lavorato con difficoltà senza radio che ci avete rubato ma ve l’avrei perdonata, la tartaruga no! Abbiamo i filmati dello stabilimento Ezio alla Torretta e andremo fino in fondo per voi non ho pietà siete persone spregevoli». 
Anche il sindaco Pascucci interviene: «Della serie, quando la cattiveria umana a volte non ha limiti … ricorderete che alcuni giorni fa attraverso la mia pagina Facebook avevo espresso solidarietà ai volontari di Nucleo Subacqueo Cerveteri Onlus per un vile furto subito. Tra le cose rubate nella loro sede, anche una testuggine lacustre americana, che i volontari tenevano in cura per poi consegnarla ad habitat più consoni. Inutile l’appello del coordinatore Fabrizio Pierantozzi. La testuggine è stata ritrovata morta quest’oggi (ieri per chi legge), sulla riva, davanti la spiaggia Renzi. Chissà se gli autori di questo gesto si sentono soddisfatti adesso». 
In tanti esprimono solidarietà ai volontari del Nucleo Subacqueo e sperano che i Carabinieri riescano a prendere coloro che si sono macchiati di questo gesto ignobile, vile e vergognoso.

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Scandaloso furto al Nucleo Subacqueo

di GIULIANA OLZAI

CERVETERI – «Io mi domando, ma come fai a specchiarti la mattina dopo aver sfondato un vetro di una postazione di protezione civile, dove c’è gente che sacrifica il loro tempo anche per la tua incolumità, per rubare oggetti che utilizziamo per il soccorso come le radio, i giubbotti di salvataggio e altri accessori, e infine rubare una testuggine lacustre americana che domani il dott. Francesco Mantero veniva a recuperare perché ritrovata in spiaggia. Mi domando ma non ti fai un pò schifo da solo senza che te lo debba dire io? Se pensi che questi atti ci fanno gettare la spugna hai capito male. Il motto del nucleo subacqueo Cerveteri é non arrenderci. Ti piacerebbe ma hai sbagliato persone. Ora controllerò le telecamere dello stabilimento limitrofo e se ti becco credimi ti tolgo il vizio di fare lo stronzo, essere ignobile con una scatola cranica piena di letame». Con questa nota, il Nucleo subacqueo Cerveteri Onlus, commenta l’episodio vandalico di cui sono stati vittima. Di  notte, infatti, la loro sede posizionata a Campo di Mare è stata presa di mira da ignoti che l’hanno devastata:  vetri rotti e materiale rubato, come le radio, giubbotti di salvataggio e accessori vari, oltre ad una testuggine lacustre americana, recuperata e accudita dai volontari del Nucleo che proprio in queste ore sarebbe stata consegnata ad esperti che l’avrebbero riportata nel suo habitat naturale. Tanti i commenti sui social che definiscono i malcapitati che si sono macchiati di questo vile gesto «criminali, vigliacchi, infami, vermi, persone senza cuore e senza cervello» e così via.  
Fabrizio Pierantozzi, coordinatore del Gruppo, interviene sul furto della testuggine lacustre americana e lancia un appello: «La avevamo salvata e portata in sicurezza, prestandole tutte le cure di cui aveva bisogno. Chiedo solamente a chi l’ha presa, di portarla in un posto sicuro, magari lasciandola proprio davanti la nostra sede e permetterci così di non farla morire. Chiunque ne fosse in possesso in questo momento, per farla sopravvivere la testuggine ha bisogno di una vaschetta con un po di acqua dolce e si nutre di macinato, in quanto carnivora. Almeno in questo caso, auspichiamo in un pizzico di buon senso dagli autori di questo assurdo gesto fatto nei nostri confronti».
«Alla stupidità non c’è mai fine. Mi domando davvero, con quale coraggio e forza, qualcuno abbia potuto compiere quanto hanno subito i volontari del Nucleo Subacqueo Cerveteri Onlus, una realtà preziosa della nostra città che quotidianamente offre la propria presenza e professionalità al servizio dei bagnanti e del nostro mare. A loro, a nome della città di Cerveteri, tutto il nostro sostegno e solidarietà», è il commento del sindaco Pascucci, che precisa: «Questi volontari svolgono ogni giorno un lavoro prezioso, una serie di attività dalle quali ognuno di noi dovrebbe imparare. Lavorano a stretto contatto con la nostra Protezione Civile nel progetto Mare Sicuro, offrono la loro professionalità per il benessere collettivo. Tutte iniziative che svolgono solo per amore della collettività. Non capisco davvero dunque per quale motivo si possa fare un gesto come quello che hanno subito – ha concluso il primo cittadino – sono certo che nonostante questo, la loro forza e la loro voglia di mettersi a disposizione della città non sarà scalfita, ma anzi, ripartiranno ancora più forti e pronti».

 

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

''Air Show, a lavoro per il 2019''

LADISPOLI – “Non vedevamo l'ora di vedere il cielo di Ladispoli colorarsi con il tricolore più grande del mondo e finalmente il momento tanto atteso è arrivato.  Lo spettacolo offerto dalla Pattuglia Acrobatica Nazionale Frecce Tricolori e dagli altri velivoli che hanno completato l'Air Show 2018 è stato qualcosa di indimenticabile. Non potevamo farci un regalo più bello in occasione dell'anniversario dei 130 dalla nascita della nostra città”.

Il commento è del sindaco Alessandro Grando che, alla luce dello strepitoso successo ottenuto dall’esibizione delle Frecce Tricolori, ha colto l’occasione per annunciare importanti novità.

“L'organizzazione è stata impeccabile, i tanti mesi di lavoro preparatorio hanno dato i frutti sperati, andando al di sopra di ogni più rosea aspettativa.

Nella giornata di domenica – prosegue Grando – Ladispoli ha ospitato sul lungomare più di cento mila persone ma, nonostante questo numero straordinario, non ci sono stati problemi di nessun genere. La presenza massiccia delle Forze dell'Ordine, sia in mare che a terra, e la preziosa collaborazione di Polizia locale, Protezione civile, Croce Rossa, Ribomar, Assobalneari e Associazioni di volontariato ha fatto si che tutto andasse per il verso giusto. L'Ufficio Cultura, Sport e Turismo, capitanato dall'assessore Marco Milani, ha saputo coordinare perfettamente tutta la manifestazione, anche grazie al prezioso ausilio dalla delegata Annalisa Burattini. La Pro Loco del Presidente Claudio Nardocci, invece, ha gestito egregiamente l'aspetto legato alle esposizioni e agli intrattenimenti musicali.

In qualità di Sindaco ed a nome di tutta l’ammnistrazione comunale, rivolgo un ringraziamento speciale all'Aeronautica Militare per averci regalato  una gioia che resterà scolpita per sempre nella memoria di tutti i cittadini di Ladispoli.

Insomma, la due giorni dedicata alle Frecce Tricolori è stata un successo epocale e noi stiamo già pensando di candidarci per il 2019! Un grande ringraziamento, per aver collaborato e reso possibile il Ladispoli Air Show 2018, a:

 

FORZE DELL'ORDINE

Aeronautica Militare -Prefetto di Roma – Questore di Roma – Guardia di Finanza – Polizia di Stato – Dirigente Polizia di Stato Dott. Regna – Polizia Stradale – Polfer – Carabinieri – Polizia a cavallo – Capitaneria di Porto – Polizia Locale

TEAM PROTAGONISTI DEL “LADISPOLI AIR SHOW 2018”

Pattuglia Acrobatica Nazionale Frecce Tricolori – Equipaggio HH139 AM – 4° Stormo Caccia – PITTS SPECIAL di Angelo Zito – Team Infinity – Team Fly Roma – TEAM R44: Pasquale Cerroni, Fabio Falasca – Marco Boni, Aldo De Chirico 

ASSOCIAZIONI

Protezione Civile Ladispoli – Protezione Civile La Fenice – Protezione Civile Santa Marinella – Croce Rossa Italiana – Associazione Fare Ambiente – Associazione Nogra – Dolphin Nucleo Sommozzatori – Associazione Nucleo Subacqueo Cerveteri – Associazione Nucleo Sommozzatori Santa Marinella – Circolo nautico Guglielmo Marconi

CONITA

Associazionzione Nazionale Polizia di Stato – Associazione Volontari per Ladispoli – Ribomar – Assobalneari – Associazione Solidarietà Sociale – Associazione Nazionale Vigilanza Aeronautica Militare 

COLLABORAZIONI

Istituto alberghiero ISIS Di Vittorio – La Posta Vecchia – Bar Malecon – Consorzio Prosecco DOC – Fam. Ribaudo – Andrea Sanminiatelli – Nicoletta Odescalchi

MAIN SPONSOR

Tutela legale S.p.a. – M.A. Supermercati – Piazza Grande – Fastweb – Enel – CIR Food – Trenitalia 

STAFF ORGANIZATIVO

Marco Milani – Annalisa Burattini – Pro loco Ladispoli – Aeroclub Ali Maremma – Prima Aviation – Filippo Marra – Filippo Moretti – Elisabetta Giustini – Giovanni Zucconi – Miska Morelli – Giuliana Mariani – Gionatan L'epee – Marina Panunzi – Osvalda Salvati – Rita Peirani

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Il Palio Marinaro dà i suoi verdetti

Per una frazione di secondo l’equipaggio di Castiglione della Pescaia (Rione Piazza) ha battuto l’equipaggio Civitavecchia 1 conquistando la Coppa del X Palio Marinaro dei Tre Porti del settore maschile; sul terzo gradino del podio l’equipaggio Civitavecchia 2 con il team composto dai ragazzi della cantera del Circolo Canottieri Civitavecchia di mister Franco Tranquilli. Per il settore femminile vittoria dell’equipaggio di Livorno, argento per il team delle ‘‘Tenaci’’ di Civitavecchia (reduci dalla vittoria del Palio Marinaro 2018 conquistata il giorno prima) e bronzo per il team di Fiumicino. Anche quest’anno alla Marina di Civitavecchia si è svolta una ricca duegiorni di festa e eventi inerenti il palio Marinaro tra i Rioni Storici di Civitavecchia (39^ edizione) e il Palio Marinaro dei Tre Porti (X edizione) con una serie di iniziative a margine di questo evento sportivo. Tutta la manifestazione è stata promossa, organizzata e curata alla perfezione da Sandro Calderai e dai soci dell’associazione ‘‘Mare Nostrum 2000’’ Sabato mattina il Palio Marinaro si è aperto con la sfilata; a questo momento. Nel pomeriggio (dalle 17 in poi) si sono svolte le regate valide per l’assegnazione del titolo. Al termine delle varie combattute regate vittoria del Rione Storico Aurelia con il team composto da Ciro Farace, Gennaro Gifuni, Marco Maddaloni, Orlando Di Donato e Emiliano Morbidelli (timoniere); secondo posto per il Rione Storico Campo Dell’Oro con Alessandro Paolucci, Michele Pizzichelli, Edoardo Azoitei, Matteo Granella e Giordano Floris (Timoniere); terzo posto per il Rione Storico Pirgo con il team composto da Davide Orlandi, Gianfranco Gargiulo, Massimiliano Rossi, Vincenzo Farace, Margherita Fraticelli (Timoniere). Quarto il Rione San Liborio con Roberto Ansaldo, Maurizio Appetecchi, Gabriele Grassi, Diego Zanella e Giorgio Ansaldo (Timoniere). Per quanto riguarda il settore femminile vittoria del Rione Storico San Liborio: il team de ‘‘Le Tenaci’’, composto da Patrizia Manunza,  Letizia Del Vecchio, Margherita Fraticelli, Lancella Rosa e Davide Orlandi (timoniere)per la quarta volta consecutiva ha vinto il Palio Marinaro iscrivendo il proprio nome nell’albo d’oro. Secondo posto per il Rione Storico Aurelia composto da: Cristiana Giardini, Stefania Melissari, Martina Moscatelli, Elena Rescigno e Claudio Guida (Timoniere). Combattuta la Lotta Saracena: vittoria di Emanuele Arciprete; a seguire Gabriele Lisiola; Dario Masoni e Matteo Lisiola. Nella gara dimostrativa di canottaggio fra gli atleti del Circolo Canottieri Civitavecchia vittoria dell’equipaggio composto da Alessandro Paolucci, Gabriele e Matteo Lisiola, Matteo Granella e Giordano Floris (Timoniere); secondi Giuseppe Corati, Michele Pizzichelli, Edoardo Azoitei, Gabriele Grassi e Paolucci senior (timoniere). Domenica poi si è svolto il Palio Marinaro dei Tre Porti che ha visto svolgersi gare combattutissime con vittorie decise sul finale. Ad avere la meglio è stato il team di Castiglione che si è imposto su Civitavecchia 1: i civitavecchiesi Ciro Farace, Gennaro Gifuni, Marco Maddaloni, Orlando Di Donato e Emiliano Morbidelli per gran parte della gara hanno avuto la supremazia poi per un guasto alla pedaliera hanno perso qualche secondo e l’espertissimo team toscano hanno sferrato la remata vincente piazzando la prua della loro barca davanti ai locali. Terzo Civitavecchia 2 con l’equipaggio composto da Alessandro Paolucci, Michele Pizzichelli, Edoardo Azoitei, Matteo Granella e Giordano Floris (Timoniere), quarti i ragazzi di Livorno. Solo quinti i campioni in carica uscenti dell’Isola del Giglio; sesti i canottieri del terzo equipaggio civitavecchiese composto da Roberto Ansaldo, Davide Orlandi, Abramo Silva, Vincenzo Farace e Giorgio Ansaldo. Da rilevare che nella duegiorni le donne hanno gareggiato con il simbolo della Komen per la cura, prevenzione del tumore alla mammella. Anche questa edizine 2018 va in cantiere e verrà ricordata come una bella manifestazione pienamente riuscita. Il popolo del Remo è cresciuto, ora bisogna che i civitavecchiesi imparino ad amare questa manifestazione che unisce tradizione, sport, solidarietà, cultura, storia, folklore. Complimenti all’attivissimo patron Sandro Calderai, ai soci storici per il grande lavoro che fanno nell’anno; agli allenatori, ai giudici (Vincenzo Ricotta, Giovanni Spinelli), ai collaboratori e agli atleti, a Tranquilli per il supporto e per i suoi ragazzi. 
Rom. Mos.

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Tarquinia, un concerto di beneficenza per il centro clinico NeMo del Gemelli

Il Comune di Tarquinia ,in collaborazione con la cooperativaAlice Nova ed il CAG (Centro Aggregazione Giovanile), organizza per il 5 Agosto alle ore 21,30 presso Santa Maria in Castello, “Note D’Estate”, un concerto di beneficenza il cui ricavato verrà interamente devoluto al Centro Clinico  NeMo Roma presso il Policlinico Universitario A. Gemelli.

Il centro Clinico NeMo (NeuroMuscolar Omnicentre) è un Centro ad alta specializzazione, pensato per rispondere in modo specifico alla necessità di chi è affetto da malattie neuromuscolari come la SLA, la SMA e le distrofie muscolari. Lo scopo principale è migliorare la qualità di vita delle persone prese in carico, fornendo a loro e alle famiglie, un supporto clinico, assistenziale e psicologico che risponda ai bisogni globali.  Il centro rappresenta un modello di sanità unico perché, oltre a prevedere un approccio multidisciplinare, si basa su una concezione della cura che ha come centro dell’interesse la persona e le sue esigenze complesse. Il Centro si occupa inoltre di servizi informativi, divulgativi, di ricerca clinica e formazione.

“Ringrazio gli Assessori alle Politiche Giovanili e allo Spettacolo, compresa tutta l’Amministrazione, per aver portato avanti questa iniziativa.- dichiara il sindaco Pietro Mencarini- Sarà senza dubbio una serata all’insegna della buona musica e di una partecipata solidarietà.Anche Tarquinia, nel suo piccolo, contribuisce con questa raccolta fondi a rilanciare ulteriormente il Centro Clinico NeMo presso il Policlinico Universitario A. Gemelli”.

“Sono estremamente felice di tutti coloro che hanno creduto e crederanno in questo evento- aggiunge l’Assessore alle Politiche Giovanili Manuel Catini-Grazie alla sinergia tra l’assessorato che rappresento, la Cooperativa Alice Nova e il CAG siamo riusciti a sviluppare questo progetto certi che la musica possa rappresentare anche un ottimo veicolo per momenti di solidarietà e di condivisione” 

“La nostra Amministrazione ha fin da subito promosso iniziative e spettacoli di questo tipo convinti che la solidarietà sia alla base di ogni sana comunità-commenta l’Assessore alla Cultura e Spettacolo Martina Tosoni- Tarquinia è una città generosa che si è sempre dimostrata sensibile e partecipativa ad iniziative dove la beneficenza fa da protagonista e sono certa che anche questa volta non ci deluderà”.

L’ingresso allo spettacolo è di 5,00 euro a persona. Dato lo scopo benefico della serata invitiamo la cittadinanza a partecipare numerosa.

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Tarquinia, un concerto di beneficenza per il centro clinico NeMo del Gemelli

Il Comune di Tarquinia ,in collaborazione con la cooperativaAlice Nova ed il CAG (Centro Aggregazione Giovanile), organizza per il 5 Agosto alle ore 21,30 presso Santa Maria in Castello, “Note D’Estate”, un concerto di beneficenza il cui ricavato verrà interamente devoluto al Centro Clinico  NeMo Roma presso il Policlinico Universitario A. Gemelli.

Il centro Clinico NeMo (NeuroMuscolar Omnicentre) è un Centro ad alta specializzazione, pensato per rispondere in modo specifico alla necessità di chi è affetto da malattie neuromuscolari come la SLA, la SMA e le distrofie muscolari. Lo scopo principale è migliorare la qualità di vita delle persone prese in carico, fornendo a loro e alle famiglie, un supporto clinico, assistenziale e psicologico che risponda ai bisogni globali.  Il centro rappresenta un modello di sanità unico perché, oltre a prevedere un approccio multidisciplinare, si basa su una concezione della cura che ha come centro dell’interesse la persona e le sue esigenze complesse. Il Centro si occupa inoltre di servizi informativi, divulgativi, di ricerca clinica e formazione.

“Ringrazio gli Assessori alle Politiche Giovanili e allo Spettacolo, compresa tutta l’Amministrazione, per aver portato avanti questa iniziativa.- dichiara il sindaco Pietro Mencarini- Sarà senza dubbio una serata all’insegna della buona musica e di una partecipata solidarietà.Anche Tarquinia, nel suo piccolo, contribuisce con questa raccolta fondi a rilanciare ulteriormente il Centro Clinico NeMo presso il Policlinico Universitario A. Gemelli”.

“Sono estremamente felice di tutti coloro che hanno creduto e crederanno in questo evento- aggiunge l’Assessore alle Politiche Giovanili Manuel Catini-Grazie alla sinergia tra l’assessorato che rappresento, la Cooperativa Alice Nova e il CAG siamo riusciti a sviluppare questo progetto certi che la musica possa rappresentare anche un ottimo veicolo per momenti di solidarietà e di condivisione” 

“La nostra Amministrazione ha fin da subito promosso iniziative e spettacoli di questo tipo convinti che la solidarietà sia alla base di ogni sana comunità-commenta l’Assessore alla Cultura e Spettacolo Martina Tosoni- Tarquinia è una città generosa che si è sempre dimostrata sensibile e partecipativa ad iniziative dove la beneficenza fa da protagonista e sono certa che anche questa volta non ci deluderà”.

L’ingresso allo spettacolo è di 5,00 euro a persona. Dato lo scopo benefico della serata invitiamo la cittadinanza a partecipare numerosa.

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Fiumi di birra per l’ultimo giorno da ‘‘Oktober fest’’ in collina

ALLUMIERE – Ultimo giorno per vivere l’emozione dell’Oktober fest in collina. La Contrada Nona coordinata dal presidente Duccio Galimberti sta dando vita ad Allumiere, nel piazzale dei Partigiani, alla 25^ edzione della Festa della Birra e Sagra della bruschetta e oggi questo grande evento giungerà a conclusione. I rossoverdi hanno ricreato una piccola Monaco con fiumi di birra, musica, spettacoli, cibo succulento, stand gastronomico da oltre 1000 posti a sedere, fast food Mc Nona, area bimbi, bancarelle, giochi, goliardia, gare, sport, solidarietà, concerti. Stasera musicparty con DjCeccarini e la voce LadyGlenda. Immancabile il ‘’cronobirra’’ con molti premi presso il bar con Claudio Maschera e Alvaro Monaldi. Oggi alle 16 giochi vari e bike wash e alle 18 si svolgerà il ‘’Raduno Mare e Monti 500 e Vespe’’. La novità 2018 è: ‘’L’angolo dei pirati’’ dove verranno servite vari tipi di birra artigianale Italiana, tedesca e belga. Per chi vuole provare le proprie abilità ci saranno giochi organizzati con in palio 2 voucher per viaggio e alloggio per un giorno all’Oktoberfest di Monaco.

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Il Palio Marinaro apre in grande stile

Apertura in grande stile ieri mattina per il 39° Palio Marinaro dell’Assunta e del Saraceno tra i Nuovi Rioni Storici di Civitavecchia e del 10° Palio Marinaro dei Tre Porti, evento sportivo ispirato alla storia, alla cultura, alle tradizioni e alle leggende della città di Civitavecchia. Il Palio dell’Assunta è un evento inserito nel cartellone estivo e nei festeggiamenti del Natale della città. 
Dalla Caserma Stegher si è snodato il corteo del ‘’Popolo del Remo’’ aperto dalla banda Ponchielli diretta dal maestro Dario Feoli, i soci della Mare Nostrum, i membri degli equipaggi con gli stendardi dei vari Rioni Storici, le associazioni Komen, Andos,  i canottieri del Circolo Canottieri di Civitavecchia di Franco Tranquilli; le Madrine dei Rioni Storici, le ragazze della Scuola di Portamento “My fair lady” di Federica Incalcaterra, con la collaborazione dell’ass. Culturale “Miss Civitavecchia” di Giulia Mazzoldi; come sempre accanto al Palio c’è la Pro Loco presieduta da Maria Cristina Ciaffi: i volontari Pro Loco hanno sfilato in abiti d’epoca e hanno rappresentato al meglio la nostra città grazie ai vestiti perfetti realizzati dalla bravissima ed esperta costumista Angela Tedesco. Presso l’anfiteatro della Marina Di Civitavecchia è stato inaugurato dal presidente Sandro Calderai, dal presidente della Fondazione Cariciv Gabriella Sarracco, dal vicesindaco Daniela Lucernoni, dal consigliere comunale Fortunato, dal consigliere regionale del M5S Devid Portello e dal consigliere dell’Area Metropolitana Alessio Manunta il “Villaggio Del Palio Marinaro” dove ci sono gli stand della solidarietà. Molto riuscita e partecipata l’iniziativa ‘‘A pesca con papà al Palio Marinaro’’ a cura dell’Asd Amici del Mare. Oltre 20 i ragazzi e i bambini che si sono sfidati nelle prove del Palo della Cuccagna e dei  Cocomeri in Mare. Poi si è svolta la gara della Lotta del Saraceno e a trionfare per il secondo anno consecutivo è stato Emanuele Arciprete tecnico windsurf della Lni Civitavecchia; a seguire Gabriele Lisiola del Circolo Canottieri Civitavecchia, Dario Masoni Lni Civitavecchia e Matteo Lisiola Circolo Canottieri Civitavecchia. Apprezzata la «Regata della Scuola di Vela», organizzata dalla Lni Civitavecchia riservata a tutti i ragazzi della scuola di vela 2017 e 2018, per la classe Optimist, l’Equipe e per tavole a vela della classe di windsurf Techno 293. 
Nel pomeriggio si sono svolte le regate del Palio Marinaro dell’Assunta e del Saraceno tra i Nuovi Rioni Storici di Civitavecchia. Per il settore femminile vittoria per la 4^ volta del Rione Storico San Liborio; per il maschile vittoria invece del Rione Storico Aurelia. 
Gli equipaggi femminili hanno gareggiato con il simbolo della Komen Italia per la prevenzione e cura del tumore al seno. Oggi si proseguirà con il Palio dei Tre Porti: alle 16 ritrovo atleti e sorteggio delle batterie, delle acque e delle barche c/o all’Anfiteatro della Marina di Civitavecchia per gare eliminatorie del Palio dei Tre Porti; 16:30 inizio gare eliminatorie tra Civitavecchia, Fiumicino, Gaeta unitamente agli equipaggi degli Approdi del litorale laziale, campano e toscano; 17:30 esercitazione di soccorso a mare con Gruppo Sommozzatori della Protezione Civile di Civitavecchia c/o anfiteatro della Marina; 18 piccola finale del Palio Marinaro “dei Tre Porti” (5°-6°-7°-8° classificato), 18:30 finale del Palio Marinaro “Dei Tre Porti’’ (1°-2°-3°-4° classificato), 19 premiazioni Palio dei Tre Porti.

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###