Sant’Agostino: disagi in paradiso

VIDEO TARQUINIA – Sant’Agostino, il ‘’piccolo paradiso’’ situato lungo la costa viterbese al confine con Civitavecchia, è ancora un lembo di terra dimenticato e privo di servizi. 
Grido d’allarme del comitato ‘’Le Villette’’ per voce del suo presidente Bruno Vannini, che chiede lo sblocco dei numerosi progetti predisposti dall’amministrazione Mencarini e non ancora realizzati. Progetti e iter ancora al palo – «nonostante la volontà politica di produrre migliorie» -, che di fatto ingessano lo sviluppo dell’area.
Le idee e le possibili soluzioni a diversi problemi giacciono sulle scrivanie degli uffici comunali, mentre gli oltre duecento proprietari delle case del borgo, e i tantissimi turisti e bagnanti (molti dei quali civitavecchiesi), sono costretti a far fronte ogni giorno ai numerosi disagi legati alla scarsa fruibilità di uno dei luoghi più belli del litorale.
Le criticità sono molteplici, dall’assenza di accessi pubblici a mare per bagnanti e mezzi, alla carenza assoluta di parcheggi. Per non parlare della mancanza di servizi per disabili e di pulizia approfondita delle spiagge. Oltre a strade ancora senza nome e numeri civici e l’inaccessibilità per i disabili.
Spiagge, pochi servizi, scarsa pulizia. “A Sant’Agostino da anni stiamo chiedendo i servizi primari, finora adempiuti solo in parte – spiega Vannini – La spiaggia è trattata in maniera non etica, con il rischio di andare incontro a carenze igieniche. Le normative regionali prevedono che in una spiaggia balneabile, specie con un centro urbano intorno, si effettui la pulizia giornalmente e questo viene fatto – dice Vannini – poi però prevede anche che, da luglio ad agosto, si passi almeno tre volte a settimana con i mezzi.  Dovrebbero essere previsti anche maggiori controlli per la sicurezza, perché la spiaggia è molto frequentata da bambini e famiglie: ma tutto ciò non avviene”. “In base  alla normativa regionale 19 del 2016 – afferma inoltre Vannini – si prevede poi  che sulle spiagge libere balneabili ci siano anche dei bagni pubblici; servizi igienici anche per portatori di handicap. Ma qui non c’è nulla” .
I privati e la pulizia della spiaggia all’attenzione della Finanza. C’è anche un caso finito all’attenzione della Guardia di Finanza. “I privati – segnala Vannini – hanno raschiato la spiaggia accumulando i rifiuti che poi sono stati accatastati su una duna. Abbiamo chiesto se c’era il permesso. Né il Comune né altri risulta abbiano rilasciato autorizzazioni. Ho denunciato il fatto su un verbale della finanza, ma ad oggi nessuno è venuto a vedere cosa sia stato lasciato lì sotto”. 
L’assenza di accessi a mare. “Nell’ultimo anno ci sono stati diversi contatti con il Comune di Tarquinia, per quanto riguarda la pulizia della spiaggia, importantissima per noi, purtroppo però non abbiamo gli accessi a mare, un altro grave problema. – spiega Vannini – Non abbiamo cioè un passaggio alla spiaggia adeguato ai mezzi di pulizia. Questo problema risale agli anni ’70. Il Comune di Tarquinia all’epoca aveva identificato anche dove doveva essere realizzato il passaggio a mare. Con il via alla lottizzazione questo passaggio è stato chiuso dai privati, così ora il Comune si trova in difficoltà ad effettuare la pulizia della spiaggia e l’unica possibilità ad oggi è quella di far passare il mezzo dal varco del vicino stabilimento balneare”.  L’unico accesso al mare, nella zona delle villette, è quindi ancora oggi un passaggio stretto e ripido con scalini irregolari e senza appoggi. Un passaggio molto difficoltoso: per anziani e disabili quasi improponibile. “La spiaggia è esclusivamente frequentata da famiglie, bambini e anziani quindi urge un passaggio idoneo. – afferma Vannini – Passare dallo stabilimento significa passare su un’area privata e non pubblica, quindi non può essere considerata una soluzione. Il Comune ha intimato i gestori di lasciare aperto il varco, 24 ore su 24, ma ciò non avviene perché la chiave è nella disponibilità della ditta delle pulizie. Così nei fatti  non è garantita la fruibilità ai portatori d’handicap; e l’area è irraggiungibile per un’ambulanza che dovesse avere bisogno di accedere dopo le 19,30 perché il cancello è chiuso. Noi vogliamo che venga aperto un varco pubblico, come previsto nella lottizzazione. Abbiamo l’identificazione del passo, inserito nell’ordinanza comunale del  ’77”.
Strade e numeri civici. “Un’altra situazione da segnalare è l’assenza dei numeri civici – spiega il presidente del comitato Le Villette – Il Comune si sta interessando, ma la procedura non va avanti. Per noi si tratta di un aspetto molto importante perché attraverso i numeri civici si identificano le case e ciò consente un maggiore ordine pubblico. Alcune vie non sono ancora nominate e non si sa nemmeno se siano private o pubbliche. Ad esempio c’è via Ugo Neri chiamata così da alcuni residenti, ma non è accatastata e non risulta al Comune. Noi abbiamo chiesto di cambiare la denominazione della via principale con la dicitura: via Fontanella di Sant’Agostino perché nel 1300 qui esisteva un agglomerato agostiniano frequentato dai fedeli e si credeva che l’acqua che proveniva da una sorgente vicina fosse miracolosa. Chiediamo pertanto una denominazione della strada che sia significativa”. 
Niente servizi per i disabili. Sant’Agostino è off limits per i disabili. Emblematico il caso del signor Dino Rizzo: “Io non ho la possibilità di scendere in spiaggia da solo: non mi hanno infatti messo il corrimano che ho richiesto. Sono affetto da parecchi mali: polineuropatia agli arti inferiori, Parkinson e cardiopatia. Per arrivare al mare sono costretto a chiedere aiuto agli amici e diverse volte sono anche caduto. E non solo. Ho chiesto un parcheggio garantito sotto casa, con un apposito stallo per disabili, ma non ho avuto la possibilità di vederlo realizzato. Ho un verbale della commissione medica che attesta l’invalidità al 100% ma ancora io questo stallo non sono riuscito ad averlo. Così una mattina ho deciso di disegnarmelo da solo sull’asfalto, ma chiaramente non essendo valido nessuno lo rispetta. In tutta la zona di Sant’Agostino non esiste uno stallo per invalidi”. Ed ancora: “La mia strada è senza luce, senza numero civico e senza nome. Dieci giorni fa ho dovuto chiamare l’ambulanza perché non  mi sentivo bene e ha impiegato diverso tempo per capire dove doveva arrivare; fortunatamente i miei amici sono usciti in strada a dare indicazioni”. 
Le priorità per i proprietari delle case. Precisa la segnalazione di una donna, Adalgisa Maria Caliendi: “Sant’Agostino è una piccola insenatura incantevole tra Civitavecchia e Tarquinia, apprezzabile dal punto di vista naturalistico e paesaggistico con cui ho un legame affettivo trasmesso nel tempo a figli e nipoti, ma qui ci sono tanti problemi irrisolti che si trascinano negli anni. Il primo è la mancanza di passaggi a mare pubblici e fruibili agevolmente da persone e mezzi di soccorso; poi la lista è lunga: carenza di parcheggi; scarsa pulizia della spiaggia e della strada; acqua che spesso scarseggia; eccessiva presenza di persone rispetto alla ricettività che offre il tratto di arenile; assenza di controllo delle forze dell’ordine sulla spiaggia stessa e sulle attività permesse e praticate. Non uniformità nel far rispettare leggi e decreti da parte degli enti preposti quali Comune, Guardia di finanza e Guardia costiera. Non c’è sinergia tra gli organi di controllo”.
Niente parcheggi. “Il fine settimana la località di Sant’Agostino si riempie in ogni angolo – segnala Vannini – ma non ci sono parcheggi. Noi abbiamo una strada catalogata a doppio senso ma non c’è adeguato spazio, poiché non essendo nell’area presenti dei parcheggi, i turisti sostano lungo la carreggiata e si creano veri e propri ingorghi che rendono impossibile anche il passaggio alle ambulanze. Chiediamo con urgenza la realizzazione di parcheggi, soprattutto per i proprietari delle case. Anche su questo, la politica comunale si è attivata, però poi gli uffici competenti sembrano  non riuscire ad identificare il luogo dove poter realizzare questi benedetti parcheggi”.
Gli uffici comunali. “La nuova amministrazione come programma ha inserito interventi su Sant’Agostino ma i risultati si allungano – conclude Vannini – Sindaco e assessori, immediatamente dopo l’insediamento, si sono attivati: il problema sembra essere legato ai vari settori amministrativi comunali e non sappiamo il perché. L’attuale amministrazione Mencarini dal punto di vista politico è stata molto attenta al problema della zona, lo stop ai progetti sembra arrivare dai responsabili dei vari settori. Ci auguriamo che questi puntelli vengano rimossi così da trasformare finalmente Sant’Agostino in un luogo di sogno, quale è e merita di essere”.

VIDEO
 

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

La Croce Rossa sui laghi per tutelare i bagnanti

di GRAZIAROSA VILLANI

BRACCIANO – Croce Rossa Comitato Lago Sabatino in prima linea anche quest’anno per il Progetto Laghi Sicuri, “che vedrà – spiega il presidente Alessandro Infante – la nostra presenza in assistenza ai bagnanti, turisti e cittadinanza presso le spiagge del lago di Bracciano, lungolago di Anguillara Sabazia e Vigna di Valle, e del lago di Martignano. Molti volontari saranno impegnati nell’assistenza sanitaria, in attività di informazione e prevenzione. Il Progetto che vede impegnato il Comitato dal 1995, anche quest’anno, avrà luogo in collaborazione con il Comune di Anguillara Sabazia e Polizia Locale. Nelle giornate del sabato la Croce Rossa sarà  presente al mattino presso gli stabilimenti balneari per dimostrazioni di manovre salvavita, cenni di primo soccorso, prevenzione dalle ondate di calore e presentazione delle campagne Estate Sicura. Al pomeriggio è assicurata la presenza di uno stand associativo presso il lungolago Reginaldo Belloni di Anguillara, dalle 17 mentre nelle domeniche di agosto, assistenza sanitaria garantita da una ambulanza presso il lungolago di Anguillara Sabazia, con personale sanitario a bordo, dalle 10 alle 18. Presenti anche nella giornata festiva del 15 agosto. Il calendario prevede la presenza sabato 11 agosto al Lungolago Belloni, nei pressi degli stabilimenti Sabbianera, Scorpion Beach e Lido dei Cigni, mercoledì 15 agosto presso spiaggia libera presso lungolago delle Muse, Vigna di Valle, sabato 18 agosto al lungolago Belloni, nei pressi degli stabilimenti Tiripiti’ Beach – Monchis Beach, sabato 25 agosto assistenza: spiaggia libera presso Lungolago delle Muse, Vigna di Valle. In contemporanea si svolge la campagna informativa Buone Pratiche Estate Sicura, per parlare dei corretti comportamenti da tenere nella stagione calda. Crampi, svenimenti, gonfiori, o vero e proprio colpo di calore, questi sono i disturbi lievi e di maggiore gravità ai quali si va incontro proprio durante un’ondata di calore.

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

La Croce Rossa sui laghi per tutelare i bagnanti

di GRAZIAROSA VILLANI

BRACCIANO – Croce Rossa Comitato Lago Sabatino in prima linea anche quest’anno per il Progetto Laghi Sicuri, “che vedrà – spiega il presidente Alessandro Infante – la nostra presenza in assistenza ai bagnanti, turisti e cittadinanza presso le spiagge del lago di Bracciano, lungolago di Anguillara Sabazia e Vigna di Valle, e del lago di Martignano. Molti volontari saranno impegnati nell’assistenza sanitaria, in attività di informazione e prevenzione. Il Progetto che vede impegnato il Comitato dal 1995, anche quest’anno, avrà luogo in collaborazione con il Comune di Anguillara Sabazia e Polizia Locale. Nelle giornate del sabato la Croce Rossa sarà  presente al mattino presso gli stabilimenti balneari per dimostrazioni di manovre salvavita, cenni di primo soccorso, prevenzione dalle ondate di calore e presentazione delle campagne Estate Sicura. Al pomeriggio è assicurata la presenza di uno stand associativo presso il lungolago Reginaldo Belloni di Anguillara, dalle 17 mentre nelle domeniche di agosto, assistenza sanitaria garantita da una ambulanza presso il lungolago di Anguillara Sabazia, con personale sanitario a bordo, dalle 10 alle 18. Presenti anche nella giornata festiva del 15 agosto. Il calendario prevede la presenza sabato 11 agosto al Lungolago Belloni, nei pressi degli stabilimenti Sabbianera, Scorpion Beach e Lido dei Cigni, mercoledì 15 agosto presso spiaggia libera presso lungolago delle Muse, Vigna di Valle, sabato 18 agosto al lungolago Belloni, nei pressi degli stabilimenti Tiripiti’ Beach – Monchis Beach, sabato 25 agosto assistenza: spiaggia libera presso Lungolago delle Muse, Vigna di Valle. In contemporanea si svolge la campagna informativa Buone Pratiche Estate Sicura, per parlare dei corretti comportamenti da tenere nella stagione calda. Crampi, svenimenti, gonfiori, o vero e proprio colpo di calore, questi sono i disturbi lievi e di maggiore gravità ai quali si va incontro proprio durante un’ondata di calore.

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Rimangono critiche le condizioni del 26enne

CIVITAVECCHIA – Rimangono critiche le condizioni di salute del 26enne, rimasto coinvolto mercoledì mattina in un incidente stradale in via Terme di Traiano, nei pressi dello svincolo autostradale.

Il giovane centauro, subito dopo lo scontro, è stato soccorso e trasferito in gravissime condizioni all’ospedale Gemelli di Roma a bordo di un elicottero e proprio presso il nosocomio romano, dopo poche ore, è stato sottoposto a un delicatissimo intervento chirurgico.

Nonostante tutto le condizioni di salute del giovane civitavecchiese rimangono gravi, tanto che i medici non avrebbero ancora sciolto la prognosi.

Intanto le forze dell’ordine continuano a lavorare per ricostruire la dinamica dell’incidente: per il momento l’unica cosa chiara è il violento urto tra una donna di 50 anni alla guida della propria auto e il 26enne civitavecchiese in moto, oltre a un volo di circa trenta metri che quest’ultimo ha fatto a causa dell’impatto.

Caute le forze dell’ordine: gli agenti del commissariato nell’attività di ricostruzione dei fatti sono supportati dai colleghi della Polizia stradale, proprio al fine di non omettere alcun dettaglio e arrivare entro breve a una attendibile rappresentazione dell’accaduto, anche grazie alle dichiarazioni di chi è in grado di fornire informazioni utili.

Prezioso si è rivelato anche il contributo fornito nell’immediatezza dai Vigili del fuoco della caserma Bonifazi, che hanno messo in sicurezza l’area, concentrandosi principalmente sulla vettura coinvolta nello scontro che perdeva benzina.

Resta l’apprensione per le condizioni di salute del 26enne, molto conosciuto in città, anche per via della sua innata passione per le due ruote.

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Esce di casa in bici e non rientra: anziano trovato morto a Tarquinia

TARQUINIA – È uscito di casa ieri mattina, intorno alle nove, come faceva di consuetudine e non ha più fatto ritorno a casa.

 Da ieri Polizia, Carabinieri, Guardia Forestale, Vigili del fuoco e Protezione civile stanno battendo ogni centimetro dell’area intorno al Top 16 a Tarquinia per ritrovare il 94enne Fernando Perugini dopo l’allarme lanciato dai famigliari.

L’anziano come di consuetudine è uscito di casa, un appartamento nei pressi del centro commerciale, ed ha fatto la spesa; è poi rientrato in casa lasciando le buste  in cantina. Si è dunque allontano in bicicletta, come faceva sempre, ma all’ora di pranzo non ha fatto ritorno a casa. Intorno a mezzogiorno è stato lanciato l’allarme e diramata la foto dell’anziano, ma di lui ancora nessuna traccia. È sparito nel nulla.

 I vigili del fuoco ieri pomeriggio hanno richiesto l’intervento della squadra boschiva di Tuscania, l’unità di comando locale e il servizio di topografia applicata al soccorso per la ricerca persone. Da Roma è intervenuta anche l’unità cinofila e l’elicottero che, durante il giorno, ha perlustrato la zona dall’alto. Stamane le ricerche sono proseguite con l’elicottero della forestale e i vigili del fuoco che hanno perlustrato anche il fiume Marta con un gommone e i sub, ma nessuna traccia.I soccorritori hanno battuto inoltre la zona del Top 16, la Litoranea e la strada dell’Acquetta. (Agg. 09/08 ore 14)

I vigili del fuoco che hanno fatto base presso il presidio permanente recentemente inaugurato, hanno tracciato con il gps anche  le possibili zone percorse e, insieme a tutti i soccorritori, studiato le abitudini dell’anziano che al momento della scomparsa indossava  jeans e una maglietta di colore scuro. Il timore dei famigliari è che per via del caldo possa essere stato colto da un malore improvviso senza riuscire a chiedere aiuto.

È stato ritrovato morto intorno alle 15,45 di oggi l'anziano scomparso da ieri. (Agg 09/08 ore 15,45)

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Rapina e lesioni personali, denunciati due marocchini

LADISPOLI – Rapina e lesioni personali. Queste le accuse che hanno portato alla denuncia da parte dei Carabinieri della Compagnia di Civitavecchia, di due cittadini marocchini. Nello specifico, i Carabinieri della Stazione di Ladispoli sono intervenuti nella serata di ieri a seguito della richiesta del personale sanitario del 118 presso un locale della zona, dove un uomo era stato soccorso a seguito di ferite da arma da taglio. La vittima ha raccontato ai militari di essere stato aggredito da due connazionali mentre si trovava all’interno di una sala slot che, dopo averlo colpito con un fendente all’emitorace e con una bottiglia alla testa gli avevano sottratto il telefono cellulare per poi dileguarsi. L'uomo ha inoltre fornito una precisa descrizione degli aggressori.

I militari, acquisite le immagini del sistema di videosorveglianza, hanno identificato i due aggressori e avviate le loro ricerche, ma al momento risultano irreperibili.

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Esce di casa in bici e non rientra: anziano scomparso a Tarquinia

TARQUINIA – È uscito di casa ieri mattina, intorno alle nove, come faceva di consuetudine e non ha più fatto ritorno a casa.

 Da ieri Polizia, Carabinieri, Guardia Forestale, Vigili del fuoco e Protezione civile stanno battendo ogni centimetro dell’area intorno al Top 16 a Tarquinia per ritrovare il 94enne Fernando Perugini dopo l’allarme lanciato dai famigliari.

L’anziano come di consuetudine è uscito di casa, un appartamento nei pressi del centro commerciale, ed ha fatto la spesa; è poi rientrato in casa lasciando le buste  in cantina. Si è dunque allontano in bicicletta, come faceva sempre, ma all’ora di pranzo non ha fatto ritorno a casa. Intorno a mezzogiorno è stato lanciato l’allarme e diramata la foto dell’anziano, ma di lui ancora nessuna traccia. È sparito nel nulla.

 I vigili del fuoco ieri pomeriggio hanno richiesto l’intervento della squadra boschiva di Tuscania, l’unità di comando locale e il servizio di topografia applicata al soccorso per la ricerca persone. Da Roma è intervenuta anche l’unità cinofila e l’elicottero che, durante il giorno, ha perlustrato la zona dall’alto. Stamane le ricerche sono proseguite con l’elicottero della forestale.

I soccorritori stanno battendo soprattutto la zona Top 16, la Litoranea e la strada dell’Acquetta. 

I vigili del fuoco che hanno fatto base presso il presidio permanente recentemente inaugurato, hanno tracciato con il gps  le possibili zone percorse e, insieme a tutti i soccorritori, studiato le abitudini dell’anziano che al momento della scomparsa indossava  jeans e una maglietta di colore scuro.

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Montefiascone, al via l'air show: tutte le indicazioni per la viabilità

MONTEFIASCONE – Oggi, 4 agosto e domenica 5 agosto, dalle ore 11,00 alle 16,00,  sul lungolago  ricompreso tra i comuni di Montefiascone e Marta, avrà luogo la manifestazione denominata "Air show". Al riguardo sono stati predisposte capillari misure di vigilanza che riguarderanno  tutte le zone interessate dall’evento   a mezzo di pattuglie appiedate, con il concorso di tutte le Forze dell’Ordine.Uno specifico servizio di ordine pubblico e di soccorso  sarà poi attuato nelle acque del lago e sarà coordinato dalla Guardia di Finanza. 

Data la presumibile presenza di migliaia di persone e relativi autoveicoli, al fine di rendere più fruibile la viabilità ordinaria interessata indirettamente dall'evento, la Polizia Stradale di Viterbo suggerisce quanto segue: 

1) dalle ore 9.30 alle ore 18.30, sia del 04.08 sia del 05.08, l'intersezione viaria tra la SP Veterana e la SP Commenda sarà interessata da notevole traffico: a chi intendesse recarsi presso le località marittime del litorale provinciale, è consigliato di utilizzare  (sia in andata, sia al ritorno) la SP Tuscanese per poi dirigersi verso Montalto di Castro tramite la SP Dogana o verso Tarquinia percorrendo la SP Tarquiniense; 

2) evitare di interessare con i veicoli il centro abitato di Montefiascone nelle giornate di sabato 4 e domenica 5 utilizzando, se necessario, la SR Umbro-Casentinese e non la SR Cassia (ambito urbano).

Ulteriori informazioni sulla viabilità in tempo reale possono essere richieste dagli utenti alla Sala Operativa della Sezione di Polizia Stradale di Viterbo, telefonando al numero 0761-29261, attivo 24 ore su 24.

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Bracciano, gli nega i soldi per la droga: 22enne in manette

CAMPAGNANO ROMANO –  Rientra in casa e chiede al padre i soldi per acquistare qualche dose di droga, ma al no del genitore lo aggredisce con un bastone. E' successo giovedì sera a Campagnano Romano. Ad allertare i Carabinieri della Compagnia di Bracciano è stata proprio la vittima. I militari una volta sul posto hanno bloccato il ragazzo, 22 anni di origine srilankese, e soccorso la vittima poi trasportata al Pronto Soccorso del San Filippo Neri a Roma, dove è stato medicato per un trauma cranico e una ferita lacero-contusa alla testa, guaribili in 7 giorni. Dagli accertamenti dei Carabinieri è emerso che analoghi episodi violenti andavano avanti da almeno tre settimane, durante le quali, il 22enne era arrivato al punto di rubare e rivendere smartphone e tablet dei genitori, per ottenere denaro. Il ragazzo è stato portato in carcere a Rebibbia.

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Ladispoli, malore in spiaggia: uomo soccorso col defibrillatore

LADISPOLI – Giornata da bollino rosso in città. Questa mattina un turista 40enne è crollato sulla spiaggia libera a fianco allo stabilimento Dlf di Ladispoli, sul lungomare di via Regina Elena. L’uomo è stato soccorso dai bagnini, da un’infermiera del Bambino Gesù. Gli è stato praticato un massaggio cardiaco grazie anche al defribillatore in dotazione alle postazioni di salvamento e un’ambulanza lo ha trasportato al pit della via Aurelia dove ad attenderlo vi era un’eliambulanza per il trasporto in ospedale. Gravi le sue condizioni.

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###