Cesiva, conclusa l'esercitazione Orione 1/2018

CIVITAVECCHIA – Dopo due settimane di intenso addestramento presso il Centro Simulazione e Validazione dell'Esercito di Civitavecchia, il 5° reggimento alpini  di Vipiteno ha chiuso ieri la Command Post Exercise (CPX) e Computer Assisted Exercise (CAX) "Orione 1/2018".

L’esercitazione del 5° reggimento alpini, di prossimo impiego in Kosovo nel contesto della forza internazionale di peacekeeping KFOR (Kosovo Force) della Nato, è stata finalizzata alla verifica delle capacità operative dei posti comando, attraverso la valutazione delle capacità di pianificazione e produzione di ordini, del monitoraggio della situazione e dell'aggiornamento delle Common Operational Pictures (COP), della gestione delle informazioni e delle emergenze e dell’emanazione degli ordini. In terra Kosovara, l'unità alpina avrà il compito di sostenere, di concerto con le truppe Moldave, Austriache e Slovene, le istituzioni locali e garantire una pacifica e sicura convivenza della popolazione a prescindere dell'etnia di appartenenza, 

In tale ambito, il Centro Simulazione e Validazione dell’Esercito costituisce il principale riferimento dell’Esercito per l’applicazione della simulazione addestrativa, nell’approntamento dei posti comando, degli staff e delle unità destinate all’impiego fuori del territorio nazionale. 

L’attività del Ce.Si.Va. infatti, è focalizzata soprattutto sull’organizzazione di esercitazioni volte ad attestare il raggiungimento delle capacità operative individuate come “fondamentali” per l’assolvimento della missione, utilizzando sistemi informatici tecnologicamente avanzati di simulazione e di comando e controllo, e avvalendosi della collaborazione di esperti di settore e di personale già impiegato nel Teatro Operativo di riferimento.

 

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Battilocchio e Guzzone ospiti del consiglio comunale del Marconi

CIVITAVECCHIA – Riunione partecipata per il consiglio comunale del Marconi la scorsa settimana presso l’aula magna dello stesso istituto. Nato in seno ad un progetto dell’istituto dal titolo “In Re publica esse..re”, inserito nel Piano di Miglioramento della scuola, il consiglio comunale punta all’educazione ad una partecipazione attiva e democratica degli alunni alla vita sociale.

Diviso in varie fasi, promuove l'idea di far sperimentare delle simulazione di discussioni su temi che verranno scelti via via dai ragazzi,  dapprima a livello di consiglio comunale e poi a livello di assemblee parlamentari.

“Una prima fase è di formazione sulle regole all'interno di una comunità scolastica e anche fuori – ha spiegato la referente del progetto Mariella Mandrici -. Nella seconda fase si passa a conoscere che cos'è un consiglio comunale e capire che cosa fa e come funziona. Segue la costituzione di un CCR ( consiglio comunale dei ragazzi) con tanto di elezione dei rappresentanti per ogni classe partecipante. Si intende poi proseguire lo studio di cittadinanza attiva attraverso simulazioni di assemblee parlamentari sia nazionali che sovranazionali”.

Ospite del consiglio comunale della scorsa settimana l’onorevole Alessandro Battilocchio che si è complimentato con i ragazzi per la professionalità con la quale hanno portato avanti il progetto. Battilocchio si è soffermato inoltre sulla validità dei progetti scolastici che mirano ad illustrare il funzionamento delle macchine amministrative.  Altro ospite d’onore è stato il preside Nicola Guzzone che ha spiegato le sue visioni riguardo alternanza scuola lavoro e riforma della scuola, incalzato dai ragazzi stessi.

Il sindaco eletto Veronica Gentili ha ringraziato gli ospiti presenti e spiegato gli obiettivi del consiglio che ha avuto la possibilità di dare democrazia all’interno delle scelte dei ragazzi. Ci siamo divisi in commissioni per argomentare le diverse questioni. Dall’albiente, all’alternanza scuola lavoro, allo sviluppo tecnologico, fino alla commissione organizzazione. Ringrazio il docente referente Mariella Mandrici che ci ha dato questa possibilità”.

I docenti che hanno collaborato al progetto sono Valentina D’Angelo e Franca Andreoli

I membri del consiglio sono: Patrizio Leoni (vicesindaco). Alessio Alfonsi, Lucrezia Arcadi, Matteo Bellucci, Andrea Benedetti, Claudio Carabetta, Federico Capitani, Alessia Casu, Matteo De Fazi, Alessandra De Michelis,Clara Fiorentini, Giulia Giaconi, Aurora Giannino, Patrizio Loi, Giorgia Mattioni, Maila Messere, Gianluca Sanfilippo, Claudia Trinetti, Riccardo Vanzetti, Daria Verzilli, Antonio Tomaselli.

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Cesiva: convenzione con l'università della Tuscia

CIVITAVECCHIA – Nel quadro delle iniziative finalizzate allo sviluppo di collaborazioni a carattere divulgativo e culturale, nei giorni scorsi il Centro Simulazione e Validazione dell’Esercito (Ce.Si.Va.) ha sottoscritto una convenzione con il Dipartimento di Scienze Umanistiche della Comunicazione e del Turismo dell’Università degli Studi della Tuscia di Viterbo.
La sinergia è stata finalizzata grazie all’ingente patrimonio librario custodito presso la biblioteca storica del Centro, da anni oggetto d’interesse delle scuole e delle Istituzioni pubbliche del comprensorio di Civitavecchia.
La convezione offrirà agli studenti dell'ateneo la possibilità di svolgere specifici tirocini curriculari necessari all’acquisizione dei crediti formativi utili al completamento degli studi, universitari seguendo un iter di formazione concordato direttamente con i docenti della facoltà a cui il tirocinante è iscritto.
A riguardo, il contributo del Ce.Si.Va. si concretizzerà nel fornire le necessarie competenze in materia di assistenza alla catalogazione, alla pulizia, alla manutenzione dei testi, allo studio della sezione cartografica, al riposizionamento dei libri e all’assistenza alle visite guidate anche ai restati siti storici d’interesse del Centro, come il museo e le cisterne romane.
La biblioteca rappresenta infatti il vero fiore all’occhiello del Ce.Si.Va.; ad oggi si contano oltre 100.000 volumi di storia, letteratura, scienze naturali ed applicate, geografia, lingue straniere, materie prettamente militari e libri attinenti a tante altre discipline. Tra i volumi di particolare pregio ci sono 4 Incunaboli del 1400, 53 volumi del 1500 e 95 del 1600.
L’impegno del Centro Simulazione e Validazione dell’Esercito nel campo della formazione non è comunque nuovo. Nel 2005 fu stipulato un Protocollo d’Intesa con il Comune di Civitavecchia, tutt’ora ancora valido, finalizzato all’apertura al pubblico della biblioteca per la consultazione, il prestito temporaneo e la riproduzione di parte dell’immenso patrimonio libraio in esso custodito. 

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Cambio al vertice del Cesiva

CIVITAVECCHIA – Il generale di divisione Roberto D’Alessandro ha assunto il comando del Centro simulazione e validazione dell’Esercito (Cesiva), dopo un breve periodo in cui il generale di brigata Manlio Scopigno ha ricoperto “ad interim” la carica di comandante del centro. In mattinata ha avuto luogo la cerimonia di avvicendamento, alla presenza del comandante per la formazione, specializzazione e dottrina dell’Esercito, generale di corpo d’armata Pietro Serino e di tutto il personale militare e civile del centro.

Il generale di divisione Roberto D’Alessandro giunge al Centro simulazione e validazione dell’Esercito dopo aver lasciato la sede di Innsworth, dove ha ricoperto per più di tre anni le funzioni di vice comandante dell’Allied rapid reaction Corps UK (Arrc Uk), il corpo d’armata di reazione rapida della Nato a guida britannica.

Il Centro simulazione e validazione dell’Esercito di Civitavecchia costituisce il principale riferimento dell’Esercito per l’applicazione della simulazione addestrativa nell’approntamento dei posti comando, degli staff e delle unità destinate all’impiego fuori del territorio nazionale. L’attività del centro è focalizzata soprattutto sull’organizzazione di esercitazioni volte ad attestare il raggiungimento delle capacità operative individuate come “fondamentali” per l’assolvimento della missione, utilizzando sistemi informatici tecnologicamente avanzati. 

Al Cesiva è stata anche assegnata la responsabilità di sperimentare i sistemi integrati per l’addestramento terrestre, di simulazione e di comando e controllo, in funzione dell’ammodernamento di settore, nonché i sistemi per la digitalizzazione delle piattaforme operative dell’Esercito, nel contesto del più ampio programma della Difesa denominato “Forza Nec” (Network enabled capability).

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

I legionari tornano al castello

SANTA MARINELLA – Questa volta i legionari tornano al castello di Santa Severa, oggi pomeriggio, alla Spianata dei Signori, oltre che per gli appassionati, anche  per i giovani studenti partecipanti ad uno scambio culturale tra Italia e Germania, e cioè tra l’Istituto Comprensivo Corrado Melone di Ladispoli e l’istituto Adolf Reichwein Schule di Heusenstamm. I rievocatori, si addestrano per le  attività almeno una volta al mese, per rimanere in esercizio e in abitudine ai pesi delle panoplie vestite. Il programma prevede la simulazione di una vera e propria  giornata di addestramento. La legione entrerà nel castello e il centurione chiamerà e controllerà la forza in campo. Una piccola preghiera accompagnerà l’inizio di tutte le attività dei legionari anche nelle loro esercitazioni. La formazione in assetto e equipaggiata si addestrerà alla marcia, mantenendo l’ordine delle file e la distanza fra i militi. Si praticheranno  le forme di autodifesa come il muro o la testudo o la difesa al vessillo. Inoltre, singolarmente, i legionari si alleneranno al palo  e al combattimento due contro due. A contorno delle attività di esercitazione, ci sarà la possibilità di poter assistere alle tecniche per combattere come i legionari e, i bambini, coadiuvati da scudi leggeri e gladi in legno leggero, in totale sicurezza, potranno provare dal vivo le tecniche principali. Inoltre i legionari saranno  pronti a rispondere a qualsiasi domanda del pubblico inerente le attività e la storia della legione. (Gi.Ba.)

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Cambio al vertice del CESIVA

CIVITAVECCHIA – Giovedi scorso alla presenza del Comandante della Formazione, Specializzazione e Dottrina dell’Esercito, Generale di Corpo d’Armata Pietro Serino, si è svolta nella Caserma “Giorgi” in Civitavecchia, la cerimonia di avvicendamento del vertice del Centro Simulazione e Validazione dell’Esercito (Ce.Si.Va.).

Il Generale di Divisione Maurizio Boni, dopo oltre due anni, ha lasciato il comando per assumere l’incarico di Vice Comandante dell’Allied Rapid Reaction Corps UK (ARRC UK), il Corpo d’Armata di Reazione Rapida della NATO a guida inglese con sede a Innsworth nel Regno Unito.
Il Centro Simulazione e Validazione dell’Esercito di Civitavecchia costituisce il principale riferimento dell’Esercito per l’applicazione della simulazione addestrativa nell’approntamento dei posti comando, degli staff e delle unità destinate all’impiego fuori del territorio nazionale. L’attività del Centro è focalizzata soprattutto sull’organizzazione di esercitazioni volte ad attestare il raggiungimento delle capacità operative individuate come “fondamentali” per l’assolvimento della missione, utilizzando sistemi informatici tecnologicamente avanzati.  

Al Ce.Si.Va. è stata anche assegnata la responsabilità di sperimentare i sistemi integrati per l’addestramento terrestre, di simulazione e di comando e controllo, in funzione dell’ammodernamento di settore, nonché i sistemi per la digitalizzazione delle piattaforme operative dell’Esercito, nel contesto del più ampio programma della Difesa denominato “Forza NEC” (Network Enabled Capability).
E’ subentrato, ad interim, il Generale di Brigata Manlio Scopigno già Vice Comandante del Centro.

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Simulazione del prezzo dell’immobile: venditore può trascrivere la domanda

In materia di trascrizione, l’art. 2652 n. 4 c.c. stabilisce che si devono trascrivere le domande dirette all’accertamento della simulazione di atti soggetti a…

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Giù il gettone: altro giro, altra vittoria

di MATTEO CECCACCI

Giù il gettone, altro giro altra vittoria. Nella decima giornata del campionato di serie A2 maschile la Snc espugna la vasca della Roma 2007 Arvalia con il risultato di 15-11 e vola a -3 dalla vetta della classifica. 
Civitavecchia parte subito forte e chiude il primo parziale sul 3-0 grazie alle marcature di Checchini, Castello e Romiti.
Nel secondo tempo la Roma accorcia con Spiezio, poi viene espulso Bogdanovic per simulazione e i padroni di casa si portano sul 2-3 con la realizzazione di De Vecchis. I rossocelesti reagiscono e bucano due volte Washburn con un super Checchini; ad un secondo dalla sirena, però, Fiorillo riporta sotto i capitolini (3-5).
Nel terzo quarto esce Iula (C) per limite di falli e viene espulso Failella (R) per brutalità. Per quanto riguarda la pallanuoto giocata si inizia con De Vena che ‘‘illude’’ momentaneamente la Roma con il gol del 4-5, poi le reti di capitan Romiti e Checchini, due volte, che riportano la Snc sul +4. Ancora De Vena per il 5-8, doppio Romiti e la Snc va sul 10-5. Sacco segna il 6-10, ma nell’ultimo minuto Greco e Checchini fissano lo score sul 12-6 Civitavecchia.
Nell’ultima frazione di gioco ancora tanto nervosismo con le espulsioni di De Vena (R), del tecnico Ciocchetti (R) e di Minisini (C) per ptoteste. Dopo appena un minuto di gioco Pagliarini chiude la pratica firmando il 13-6, inutili le cinque reti della Roma Arvalia 2007, alle quali rispondono Castello e Romiti; finisce 15-11 per la Snc.
«È stata – commenta il centrovasca Leo Checchini – una gara non facile, perché nonostante la Roma fosse ultima in classifica, ha dimostrato di valere. I miei sei centri sono senza dubbio importanti, ma l’unica cosa che conta è vincere. Ora pensiamo a chiudere bene il girone d’andata».
A dire la sua anche Capitan Romiti: «Match contro un gruppo compatto, ma alla fine abbiamo meritato noi. L’arbitraggio, oltretutto, ci ha anche sfavoriti, ed è già la seconda volta».

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###