Crisi al porto, Uiltrasporti: "Occorre intervenire"

CIVITAVECCHIA – Il caso Port Mobility sembra essere oggi lo specchio di una crisi che sta investendo molti settore portuali. È quanto evidenzia anche la Uiltrasporti che, esprimendo piena solidarietà ai lavoratori della società, invita la dirigenza a «riconsiderare la sua posizione e pagare immediatamente gli stipendi» e all’Autorità portuale «a provvedere, evitando di creare caos e confusione all’interno dello scalo a scapito degli utenti e delle altre imprese operanti», auspicando a breve un incontro tra le parti. «Siamo vicini ai lavoratori – ha spiegato il segretario Gennaro Gallo – a sostegno del loro sacrosanto diritto a ricevere lo stipendio per il lavoro svolto nei tempi previsti contrattualmente ed a non essere strumentalizzati da nessuno fino al punto di dovere effettuare azioni di proteste e di sciopero che  sicuramente li danneggiano economicamente, per vicende che non li riguardano, come quella della mancata  emissione del CIG da parte della Autorità di Sistema Portuale alla Società Port Mobility, in quanto questione questa che riguarda soprattutto i rapporti tra le società. Che la situazione nel porto stia divenendo di giorno in giorno più complessa sotto l’aspetto del lavoro, con aziende in crisi e lavoratori preoccupati è ormai un dato incontrovertibile. Oggi più che mai, se non si interviene con azioni decise e mirate, esiste il rischio reale di una involuzione irreversibile con perdite di parti importanti del lavoro portuale. Eppure sotto questo aspetto il presidente Di Maio sembra non condividere, è abulico, assente, infastidito verso chi questa realtà gli rappresenta. Da tempo, insieme a Cgil e Cisl, chiediamo che sulle questioni del lavoro venga attivato un tavolo di confronto allargato a tutte le parti interessate, purtroppo  ad oggi senza ottenerlo».

E sulla vicenda Port Mobility è intervenuto anche il circolo locale di Fratelli d’Italia, rinnovando l’appello alle istituzioni "affinché intervengano con la dovuta sollecitudine – hanno spiegato – per risolvere questa ennesima vertenza occupazionale, con la speranza che presto a Molo Vespucci possa esserci un opportuno rinnovamento dei vertici, per invertire la rotta e promuovere finalmente una nuova stagione di sviluppo e di creazione di nuova occupazione stabile, della quale Civitavecchia ha un disperato bisogno. Si tratta della ennesima dimostrazione di incapacità gestionale e di preoccupante superficialità e sciatteria da parte di Molo Vespucci: non è certamente un caso che nelle ultime settimane anche autorevoli esponenti di centrosinistra abbiano preso nettamente le distanze dal presidente Di Majo, che pure è stato nominato dal ministro Pd Delrio e rappresenta senza ombra di dubbio una figura vicina al Partito Democratico, come testimoniato dal suo protagonismo nella scorsa campagna elettorale. E non è neanche casuale che le gravi negligenze del presidente Di Majo siano state oggetto, proprio in questi giorni, di una interrogazione parlamentare dell’onorevole Quagliarello, che ha stigmatizzato, come noi stessi avevamo fatto tempo addietro, l’assurda inerzia di Molo Vespucci nella vicenda Total Erg, dove la mancata approvazione ed applicazione di nuove tariffe per i prodotti petroliferi rischiano, in caso di esito sfavorevole del contenzioso – hanno concluso – di portare la nostra Autorità di Sistema Portuale in una situazione di default, con ricadute drammatiche per la stessa economia del nostro già martoriato territorio".

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Cozzolino in visita all'11° reggimento Trasmissioni

CIVITAVECCHIA – “Con la mia presenza alla caserma D'Avanzo ho voluto confermare la vicinanza della cittadinanza e dell'amministrazione comunale al reggimento”.

Parola del sindaco Antonio Cozzolino in visita giovedì all’undicesimo reggimento Trasmissioni. “Ho avuto modo di visitare la caserma e le sue attività – prosegue il primo cittadino – grazie alla grande gentilezza e competenza del colonnello Dettori, che ringrazio di cuore per l'ospitalità. Si è trattata di un'esperienza sicuramente interessante e sono lieto che periodicamente vengano organizzate visite con le scuole cittadine, proprio per far conoscere anche ai nostri giovani concittadini il valore delle operazioni che si svolgono in questo luogo”.

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Il Tolfa fa tappa a Forano affamato di punti salvezza

Partita di importanza capitale quella che si giocherà domani a Forano tra la squadra locale della Valle del Tevere e il Tolfa. In questa trentunesima giornata del campionato d’Eccellenza e con quattro partite ancora da giocare, per i collinari di mister Paolo Caputo si fa sempre più impellente il bisogno di mettere punti in carniere, visto che i biancorossi nella classifica del girone A sono penultimi a 27 punti. C’è da rilevare che la situazione è ingarbugliata anche perché nel giro di 5 punti ci sono ben sei squadre e addirittura tre di queste (tra cui il Tolfa) è a 27 punti. Intanto per i pupilli di patron Franchi quella con la Valle del Tevere è una partita di importanza capitale per i biancorossi che tenteranno di racimolare punti fondamentali per un accesso ai playout quanto mai complicato, contro una squadra che naviga in acque tranquille. La Valle del Tevere, infatti, è al nono posto a 38 punti; ma vorrà fare bottino pieno per chiudere definitivamente i giochi salvezza. (Agg. 21/4 ore 18.03 SEGUE)

LE DICHIARAZIONI DEI DIRIGENTI COLLINARI – «È stata – spiegano i dirigenti del Tolfa – una settimana sicuramente complicata quella della nostra squadra, dopo lo striminzito pareggio contro un diretta concorrente come il Real Monterotondo. A questo punto è un campionato in cui tutti vanno piano soprattutto in coda e siamo ancora qui a sperare nell’ennesimo miracolo. Contro la forte Valle del Tevere, dall’attacco importante, dovremo rinunciare a Cascianelli squalificato; ma recuperiamo Sgamma sulla fascia sinistra». (Agg. 21/4 ore 18.31 SEGUE)

I CONVOCATI DA MISTER PAOLO CAPUTO – Calcio d’inizio allo stadio di Forano alle 16.30 sperando in una domenica sorridente ai colori biancorossi. Per questa sfida mister Caputo ha convocato: D. Boriello, Sannino, Capoccia, F. Borriello, Cardini, Palmisani, Sgamma, Grifoni, Mecucci, Capolonghi, Perfetti, Molfesi, Chierico, Smacchia, Mojoli, Compagnucci, Rossi, Bonaventura, Spagnoli. (Agg. 21/4 ore 19)

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Port Mobility, proclamato lo stato d’agitazione

CIVITAVECCHIA – Port Mobility, a rischio gli stipendi dei dipendenti: i sindacati proclamano lo stato di agitazione e programmano una giornata di sciopero. Ennesimo grido dall’allarme dal porto, dopo le vertenze degli ultimi mesi è ora una delle società più solide e fondamentali, per il numero ed il tipo di servizi che svolge nello scalo, a trovarsi in difficoltà. Ugl mare e porti, Fit – Cisl e Filt Cgil fanno quadrato e puntano i riflettori sulla vicenda dopo la comunicazione da parte di Port Mobility della «impossibilità del pagamento – si legge nella proclamazione dei sindacati – delle spettanze stipendiali di tutti i dipendenti, a partire dal mese corrente, a causa della mancata emissione del Cig (Codice identificato di gara da parte dell’Adsp».

Un codice fondamentale per svolgere qualsiasi operazione come, ad esempio, l’emissione delle fatture, come ha sottolineato Alessandro Borgioni, segretario generale della Filt Cgil Civitavecchia Roma Nord Viterbo: «Senza – ha detto – nemmeno i sindacati possono fare il loro lavoro». Altro problema evidenziato è l’inerzia da parte dell’Authority «che a tutt’oggi – si legge nella nota dei sindacati – ancora non ha approvato il piano tariffario 2018, depositato dalla Port Mobility nel dicembre 2017, ponendola in condizione di assoluta incertezza rispetto la propria organizzazione economica aziendale e occupazionale. Vista anche – continuano le sigle – la mancata attribuzione del codice identificativo, iter questo che non consente alla Port mobility di emettere fattura per i servizi resi». I sindacati chiedono un incontro urgente con l’Adsp e proclamano lo stato d’agitazione, con blocco della flessibilità. Inoltre per venerdì è annunciato uno sciopero di 24 ore. Ancora una volta il porto rischia la paralisi.

«Dobbiamo avere la conoscenza della firma del documento – ha spiegato Borgioni – per fare chiarezza.  Quello che ci chiediamo è per qualche ragione da gennaio ad oggi l’ente ancora non abbia firmato, c’è qualche problema? Qualcuno – ha tuonato – ce lo deve spiegare. Cerchiamo di trovare soluzione al problema complessivo. Il porto – ha concluso Borgioni – ha bisogno di programmazione, non è così che si gestiscono le cose». Dello stesso avviso Fabiana Attig, responsabile di zona della Ugl, che conferma lo stato di agitazione. «Rimarco la poca sensibilità dell’Adsp sulle criticità del porto. La mancata assegnazione del Cig a Port mobility p la dimostrazione dell’inerzia dell’ente. Stiamo parlando – ha sottolineato Attig – di una società che svolge servizi essenziali nel porto, serve più attenzione. I lavoratori non possono fare la spesa dell’inerzia dell’Authority. Non faremo passi indietro finché l’Adsp non ci convocherà». L’Ugl  ha chiesto da circa un mese e mezzo l’istituzione di un tavolo per le criticità del porto, senza risultato.

«Sicuramente non saremmo arrivati a questo punto con il tavolo – ha dichiarato Attig – secondo indiscrezioni pare che l’Adsp abbia firmato il decreto ma il problema rimane. Ci sono delle tempistiche e l’iter probabilmente sarà attuativo solo a maggio e gli stipendi arriveranno con notevole ritardo. È un qualcosa – ha concluso Attig – che non si era mai verificato e rappresenta un forte disagio per i lavoratori».  

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Tidei invita l’azzurro a scendere in campo per replicare la sfida

SANTA MARINELLA – «Apprendo con piacere la nomina di Achille Ricci a coordinatore della fase elettorale cittadina per conto di Forza Italia. Ricci è persona moderata, di giudizio e con grande esperienza politica e saprà sicuramente condurre il suo partito al voto senza le polemiche e gli sterili individualismi che hanno contrassegnato in questi ultimi anni il mondo del centrodestra santamarinellese». A dirlo è il candidato sindaco della coalizione di centrosinistra Pietro Tidei. «E’ un’iniziativa valida – continua l’avvocato – quella del coordinatore regionale Fazzone, che giunge esattamente nel momento nel quale sto radunando le forze pulite, serie e di buona volontà nell’esclusivo interesse di una città, come Santa Marinella, che ha bisogno di rinascere e trovare proprio nella politica quella leva che le consenta di ripartire con lo sviluppo, l’occupazione, il turismo e tutte le opere strategiche per proiettarla verso un futuro fatto di serenità e prosperità. Mi piacerebbe però che invece di far circolare nomi buttati lì a casa come fossero esche o pedine, scendesse in campo proprio Achille Ricci, in maniera di ripetere la sfida che ci vide contrapposti tredici anni fa. Sto coordinando una squadra di gente seria e preparata, che ha l’ambizione di dare una risposta concreta ai bisogni dei cittadini, ma che è aperta a contributi validi e proposte utili che provengano sia dalla politica che dalla società civile, tutti uniti per il rilancio della Perla del Tirreno e che possano dimostrare a tutto il Paese la voglia di rinascita dei cittadini di Santa Marinella e Santa Severa già dalla prossima ed incombente stagione estiva».

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Flavioni: il destino tra le dita

di GIAMMARCO MORGI

La Flavioni Handball Civitavecchia ha il destino tra le dita, che dovrà tenere ben incrociate. Sabato alle 16.30 sul parquet amico del Palasport, infatti, le gialloblu avranno di fronte l’ultima chance salvezza, nel match valevole per l’11^ giornata di ritorno del campionato di pallamano femminile di serie A1, quando si ritroveranno di fronte le rivali del Venplast Dossobuono; formazione attualmente settima in classifica a quota 19 punti. (Agg. 19/4 ore 18.02 SEGUE)

IL MOMENTO DELLA FLAVIONI – Le civitavecchiesi dirette da coach Patrizio Pacifico, al momento piazzate sull’undicesima e penultima casella della graduatoria con 8 lunghezze all’attivo, distano un solo punto da quella decima casella che vale la salvezza e che ora è occupata dall’Ariosto Ferrara; squadra che alle 19 sarà di scena sul rettangolo del Cassano Magnago. Nell’ultima giornata della stagione, dunque, la Flavioni si giocherà il tutto per tutto per restare nel massimo campionato della pallamano femminile, ma dovranno anche sperare in una sconfitta dell’Ariosto Ferrara; possibilità comunque realistica visto che il Cassano Magnago è ancora in lizza per un posto nei playoff e non dovrebbe quindi regalare punti alle rivali. (Agg. 19/4 ore 18.32 SEGUE)

IL COMMENTO DELLA GIALLOBLU ANNA GIULIA FRANCESCONI – «Lunedì – spiega la gialloblu Anna Giulia Francesconi – c’era sicuramente più entusiasmo rispetto al resto dell’anno. Durante la settimana abbiamo preparato bene la partita, visto che il Dossobuono ha una difesa molto offensiva. Secondo me la concentrazione e la determinazione saranno fondamentali. Finora è stata una cavalcata emozionante, e adesso ci giochiamo il tutto per tutto. Sentiamo tanto la responsabilità, ma abbiamo anche una gran voglia di realizzare quello che è il nostro sogno fin dall’inizio della stagione e faremo di tutto per rimanere in questa categoria; sperando che Ariosto non vinca». (Agg. 19/4 ore 19)

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Raffaele Giammaria sfiora il podio Pro AM

Due podi Pro AM mancati di poco hanno aperto la stagione di Raffaele Giammaria, impegnato nel weekend appena trascorso sul circuito dell’Estoril (P) per il primo appuntamento dell’International GT Open 2018. Il pilota italiano, portacolori di Imperiale Racing al volante della Lamborghini Huracán GT3 numero 19 in equipaggio con il giovane Jia Tong Liang (PRC), ha messo in pista tutta la sua esperienza in un weekend particolarmente impegnativo reso insidioso ed incerto dalle mutevoli condizioni meteo. (Agg. 18/4 ore 17.56 SEGUE)

LA CRONACA DELLA PROVA SUL TRACCIATO DELL'ESTORIL – Fin dalle sessioni di test del giovedì, Giammaria ha faticato a trovare il migliore set-up sulla vettura, e questo aspetto ha reso più difficile l’approccio alle due gare. Dopo i buoni riferimenti cronometrici nelle prove libere del venerdì, in Q1, disputata con pista asciutta sabato mattina, il pilota italiano ha fermato i cronometri in 1:37.429, qualificandosi in nona posizione con il terzo tempo di categoria Pro AM. Determinato a recuperare fin dai primi giri, Giammaria ha impostato il proprio stint in gara uno tutto all’attacco e la sua prestazione è stata particolarmente entusiasmante. Nel corso del diciassettesimo giro il portacolori Imperiale Racing ha ingaggiato una spettacolare battaglia con la Lamborghini Huracán GT3 #27 di Fabrizio Crestani per il podio di categoria Pro AM, ma un incolpevole contatto ha costretto Giammaria in testacoda facendogli perdere diverse posizioni. Dopo lo stint del compagno di equipaggio, il pilota italiano ha concluso al quinto posto in Pro AM. Domenica, il pilota ufficiale Lamborghini è tornato in pista per gara due determinato ad ottenere un risultato di spessore. Liang ha preso il via dalla settima fila dopo aver qualificato la vettura con il tredicesimo tempo, e ha consegnato il volante al pilota italiano in diciannovesima posizione dopo una prima fase resa complessa dalle molte bagarre accese a centro gruppo. Giammaria si è così lanciato in una furiosa rimonta, determinato a conquistare il podio in categoria Pro AM, e dopo aver recuperato ben otto posizioni ha tagliato il traguardo in undicesima piazza, quarto in Pro AM ad un passo dal terzo posto. (Agg. 18/4 ore 18.24 SEGUE)

I COMMENTI DEL PILOTA CIVITAVECCHIESE RAFFAELE GIAMMARIA – «Sicuramente è stato un weekend molto impegnativo – ha spiegato Raffaele Giammaria – più complesso di come me lo sarei aspettato, e dispiace di non aver afferrato il podio dopo esserci andato molto vicino sia in gara uno che in gara due. Il passo è stato buono, sia sull’asciutto che sul bagnato, e anche se la vettura non mi ha restituito un feeling perfetto, ho disputato comunque due buone gare. Sicuramente ci sono i presupposti per battagliare per le posizioni di spicco e sono fiducioso che riusciremo a risolvere questi problemi di set-up per essere competitivi al 100% già dalla gara del Paul Ricard».
Raffaele Giammaria tornerà in pista nell’International GT Open per la seconda gara del calendario in programma dal 4 al 6 maggio sul circuito del Paul Ricard a Le Castellet (FRA). (Agg. 18/4 ore 18.53)

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

La Cv Skating vola alle finali nazionali

Si chiude la regular season del campionato femminile e le Snipers Civitavecchia si piazzano quarte: grazie a ciò le civitavecchiesi giocheranno il 12 e 13 maggio, in sede da stabilire, la Final Four per l’assegnazione dello scudetto.
Nell’ultimo appuntamento in casa, disputato l’8 aprile al PalaMercuri, le ragazze di capitan Novelli hanno ottenuto una vittoria contro Vicenza per 5-3 e una sconfitta all’ultimo secondo beffarda contro Buja 4-3.
«L’ultima giornata di campionato – dice la nerazzurra Mara Faravelli – ci ha portato una vittoria e una sconfitta. Entrambe le partite le abbiamo giocate a quattro linee inserendo anche le giocatrici giovanissime del vivaio di Civitavecchia, con cui mi complimento per l’ottima prestazione. Ora dobbiamo solo concentrarci sulle finali. Siamo una squadra in continua crescita e con tanta voglia di vincere perciò credo che ora dobbiamo cercare di eliminare i nostri soliti errori e mettere tutte noi stesse per l’ultimo impegno di questa stagione». (Agg. 18/4 ore 17.41 SEGUE)

L'UNDER 14 CHIUDE LA REGULAR SEASON DA IMBATTUTA E VOLA ALLE FINALI NAZIONALI – La regular season degli Snipers Pizza a Volontà under 14 si chiude a punteggio pieno, con altre due roboanti vittorie: 16-4 contro Bari e 13-1 contro i Castelli Romani. Grazie a questo doppio successo i civitavecchiesi chiudono con dodici vittorie su dodici incontri con addirittura 180 gol fatti e solo 9 subiti. Dall’11 al 13 maggio la squadra sarà impegnata ad Asiago per le finali nazionali giovanili dove si affronteranno le otto migliori squadre d’Italia.
«Per il secondo anno consecutivo – spiega il presidente Riccardo Valentini – la nostra under 14 andrà alle finali nazionali giovanili e questo per noi è un onore. I ragazzi continuano a migliorare e a livello zonale non hanno rivali. Sicuramente la musica cambierà a livello nazionale, ma sarà un’altra bella esperienza che riusciremo a regalare ai nostri atleti, a prescindere dal risultato che otterremo». (Agg. 18/4 ore 18.07 SEGUE)

L'UNDER 16 SI GIOCA GLI SPAREGGI – Ancora soddisfazioni per gli Snipers Pizza a Volontà che conquistano gli spareggi per le finali nazionali under 16 vincendo a Bari contro i pari età pugliesi per 7-3 (2-2 il primo tempo). Dopo un primo tempo combattuto, nella ripresa i civitavecchiesi smaltiscono le fatiche per la lunga trasferta, si adeguano al diverso campo da gioco e prendono il largo.
«Dopo la conquista delle finali nazionali – conclude patron Valentini – in maniera diretta con l’under 14, ora ci qualifichiamo per gli spareggi con l’under 16, segnale dell’ottimo lavoro che la Cv Skating sta svolgendo da anni sul settore giovanile. Ora aspettiamo di conoscere sede e avversarie degli spareggi, nella speranza di conquistare le finali nazionali anche qui».
Il tabellino: G. Nambuletto, Trotta (2), Padovan (1), De Fazi (2), Mandolfo (2), Carannante, Buzzi, R. Nambuletto, Serrano, Galli. (Agg. 18/4 ore 18.39)

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Marina, sempre peggio l’antemurale

CIVITAVECCHIA – Sempre peggio l’antemurale del porticciolo della Marina. Ad inizio marzo una porzione danneggiata da tempo si era definitivamente staccata a causa delle mareggiate ora, a distanza di quasi due mesi la situazione non è migliorata, anzi. Alcuni cittadini sui social hanno segnalato la pericolosità dell’area con l’armatura di barre in acciaio completamente esposte.

L’assessore ai Lavori pubblici Alessandro Ceccarelli ha spiegato che la situazione è allo studio dell’amministrazione perché risolverla non è semplice come potrebbe sembrare. «Sicuramente è una cosa che va affrontata – ha detto l’assessore pentastellato – e l’area va messa in sicurezza. È stato ipotizzata la necessità di una chiatta e di una gru per rimuovere la porzione staccata, magari una volta smussati i bordi con il martello pneumatico». Insomma, i tempi si allungano e la situazione è destinata a rimanere così almeno per un po’, soprattutto considerando il costo di un’operazione così complicata.

Per quanto riguarda la messa in sicurezza, anche lì ci sono problemi perché l’eventuale posizionamento di transenne non sarebbe poi così utile vista la vicinanza con il mare. «Comunque – ha concluso Ceccarelli rassicurando la cittadinanza – la situazione è all’attenzione dell’amministrazione e stiamo lavorando per trovare una soluzione».        

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

D'Ottavio: ''Avanti con il tavolo del centrodestra''

CIVITAVECCHIA – Roberto D’Ottavio dopo le quasi 3500 preferenze prese in tutta la provincia di Roma nel corso delle ultime regionali (in caso di vittoria di Parisi sarebbe entrato alla Pisana) torna a commentare il quadro politico locale nel suo ruolo di coordinatore di Forza Italia. «Le elezioni credo abbiano dimostrato che lavorando giorno dopo giorno sul territorio si possono registrare grandi risultati – spiega il coordinatore -. Adesso dobbiamo prepararci al meglio ai prossimi appuntamenti elettorali che  ci aspettano. C’è una città da far risorgere». Il riferimento di D’Ottavio è naturalmente quello delle amministrative 2019 e alla volontà del centrodestra di riprendersi il Palazzo del Pincio: «Il tavolo del centrodestra lavora ormai da anni per la creazione di una coalizione forte, affidabile, che unisca un giusto mix di esperienza e novità. Stiamo procedendo a passi spediti e le elezioni politiche e regionali ci hanno rafforzato ulteriormente con l’elezione del nostro deputato del territorio».
I rumors circa rotture del tavolo e mal di pancia legati ad eventuali candidature a sindaco continuano però ad esserci in tutto l’arco moderato della politica cittadina: «Sicuramente c’è la velleità di qualcuno, che ha aspirazioni personali, di rompere il tavolo del centrodestra per poter avere qualche speranza di candidatura a sindaco. Tentativi che verranno respinti con forza. Le ultimi regionali e politiche hanno dimostrato ancora una volta che per vincere le elezioni servono persone che lavorano tutti i giorni per i cittadini e le istituzioni e non solo quando si ottiene la candidatura».
Un discorso che D’Ottavio associa anche a quello che sta accadendo a Santa Marinella: «La situazione è simile sicuramente. Io non credo che sia giusto candidare persone solo perché sono amiche di qualche politico. Per vincere le elezioni e governare bene la città serve gente che conosce il territorio ed il comune di Santa Marinella nei suoi dettagli. Persone che lo vivano tutti i giorni, il Comune. Solo così si possono risolvere i problemi dei cittadini. Non si può improvvisare altrimenti si rischia di ritrovarsi come a Civitavecchia. Il disastro Cozzolino è sotto gli occhi di tutti».
D’ottavio spiega che questa sarà anche la linea da seguire per le elezioni 2019: «In passato per dinamiche diverse abbiamo anche sbagliato a non seguire questa linea, ma non lo faremo più. Barra a dritta e andiamo avanti con il tavolo del centrodestra. Sono molto fiducioso».

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###