La Vecchia vuole riassaporare la vittoria

di GIAMMARCO MORGI

A secco di successi da qualche giornata e con la zona rossa della classifica che pericolosamente si avvicina sempre più, il Civitavecchia Calcio 1920 torna domani mattina alle 11 sul rettangolo amico del Fattori, nel match valevole per la 32^ giornata del campionato di Eccellenza laziale giorne A, per affrontare i rivali dell’Unipomezia; formazione attualmente quarta in classifica con 53 punti all’attivo. I nerazzurri diretti da mister Ugo Fronti, al momento undicesimi in classifica a quota 35 lunghezze, distano ora soltanto un punto dalla zona playout e, con la graduatoria molto corta che vede le squadre in fondo alla classifca seprate solo da una manciata di punti, il discorso salvezza diretta potrebbe diventare sempre più complicato per il Civitavecchia. (Agg. 24/4 ore 17.59 SEGUE)

TANTI GLI ASSENTI TRA LE FILA NERAZZURRE – A complicare ancora di più la situazione della Vecchia ci saranno tante assenze, alcune anche molto importanti per lo scacchiere nerazzurro. Non saranno della gara infatti i noti infortunati Fatarella, Befani e Merino; ai quali si sono aggiunti gli acciaccati dell’ultimo minuto Treccarichi, che è anche squalificato, Di Fiandra e De Santis, che ha subìto un brutto colpo alla testa per il quale sono stati necessari alcuni punti di sutura. (Agg. 24/4 ore 18.26 SEGUE)

LE DICHIARAZIONI DEL TECNICO DEL CIVITAVECCHIA UGO FRONTI – «Nell’ultima gara – spiega il tecnico del Civitavecchia Calcio 1920 Ugo Fronti – alla fine ci siamo accontentati del pareggio per come si è messa la partita. Ora affrontiamo l’Unipomezia è oggettivamente la più forte del torneo e che adesso ha ritrovato la forma migliore, perdendo la Coppa Italia soltanto all’ultimo rigore. Spero che riusciremo a disputare una gara d’impegno, di voglia di lottare, di grinta e di attaccamento alla maglia; perché quando si affrontano squadre sulla carta più forti sono soltanto quelle le armi che si possono usare per cercare di strappare un successo». (Agg. 24/4 ore 18.54)

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Vecchia: sfide decisive per Allievi e Giovanissimi

di MATTEO CECCACCI

In casa Civitavecchia Calcio 1920 sembra che le cose stiano migliorando. Nell’ultimo fine settimana sono state ottenute due vittorie, due sconfitte e un solo segno ics, dovuto ai classe 2002 di Marco Mazza che hanno pareggiato la sfida in trasferta con la Polisportiva Oriolo. Ora l’obiettivo si concentra maggiormente sul mantenimento delle due categorie elite rimaste, ovvero gli Allievi di Rocchetti e i Giovanissimi di Oliviero che dovranno obbligatoriamente vincere rispettavamente con Ottavia e Rieti, per disputare poi a maggio i playout tra le mura amiche. Per l’ultima giornata della stagione gli Juniores Elite di Pino Brandolini non sono usciti affatto con il sorriso dal Fattori, in quanto hanno ceduto 3-0 con l’Atletico Vescovio, ma i nerazzurri con la salvezza già  acquisita e festeggiata da alcune settimane e con la testa già in vacanza sono scesi in campo con una nonchalance che li ha portati a giocare con molta superficialità. Il primo squillo del match è di Cerroni che, squalificato dall’eccellenza, al 22’ prova a centrare lo specchio della porta, ma la sua conclusione è fuori misura. Poco dopo gli ospiti si fanno avanti e siglano il vantaggio con Girardi, bravo a trafiggere Paniccia sul primo palo. Nella ripresa la Vecchia risulta non pervenuta e il Vescovio ne approfitta immediatamente, segnando il 2-0 al 74’ grazie al neoentrato Piccionetti e il tris finale all’88’ con Cori che a porta vuota non può che appoggiare il pallone in rete. Al triplice fischio di Ventrelli di Ciampino i biancorossi impazziscono di gioia ed esultano per il raggiungimento diretto della salvezza che costa il mantenimento della categoria per il prossimo anno; gioia immensa, dunque, per mister Centomani e Patron Cardella presente in tribuna che nello spogliatoio hanno festeggiato fine a tardo pomeriggio insieme all’intera rosa. Per il Civitavecchia nessun rammarico, ma tanti, tantissimi scambi di maglie, sorrisi e abbracci tra calciatori e dirigenti per una stagione giocata nel migliore dei modi. Un ottimo percorso dei ragazzi, disputato con il sudore sulla fronte in ogni partita; sudore che ogni talvolta colava sulla maglia nerazzurra aveva il significato di lottare sempre fino all’ultimo secondo, perché chi veste questa maglia sa bene cosa vuol dire. Un elogio, però, va fatto a quel tecnico di nome Pino Brandolini che ha valorizzato ogni singolo ragazzo facendoli crescere sotto ogni aspetto, dall’umiltà al rispetto per gli avversari; un grande nome per la società nerazzurra. Un encomio, invece, va al capocannoniere Edoardo Indorante e a capitan Pietranera che con le loro prestazioni, magie calcistiche, dedizione e amore per questo sport hanno dato alla squadra quel tocco in più per distinguersi dalle altre compagini. Infine, un plauso a tutti quei tifosi sempre presenti che, nonostante freddo e pioggia, hanno sempre sostenuto i classe 2000 aiutandoli a mantenere la categoria, che il prossimo anno andrà ai ragazzi di Rocchetti, con la speranza che sfruttino al meglio questa inestimabile eredità. (Agg. 24/4 ore 17.43 SEGUE)

I RISULTATI DEI TEAM DEGLI ALLIEVI DEL CIVITAVECCHIA CALCIO 1920 – Goleada della Vigor Perconti sugli Allievi Elite di Andrea Rocchetti che escono battuti 5-0 tra le mura amiche del Tamagnini. Non era questa la partita da vincere, ma la Vecchia nonostante questo ha messo in campo tutte le possibili energie fino allo scadere. I blaugrana, già vincitori della regalur season da ben tre settimane, dell’ex tecnico Luigi Miccio hanno espresso grande gioco dimostrando al pubblico una grande lezione di calcio degna del nome della categoria elite. I nerazzurri, senza Mercuri da oltre tre settimane, che sembrerebbe non far più parte della rosa a causa di comportamenti ritenuti del tutto inadeguati dalla società, sono scesi in campo con una formazione più mista che mai: ben tre i classe 2002; Marini, Di Domenico e Luciani. Ma la nota di merito, questa volta, va al portiere di Pasquale Oliviero, ovvero Alessandro Conti: l’ex Aurelio Fiamme Azzurre, pupillo di Marinelli, è stato autore di una sensazionale prestazione che l’ha portato a realizzare ottime parate. «Un grande ragazzo – spiegano dalla società – sia dentro che fuori dal campo. La bravura di questo portiere va messa in risalto, in quanto può essere una promessa per il nostro futuro». I cinque gol della Vigor sono maturati nel primo tempo grazie ai sigilli di Santamaria al 35’ e Finucci al 39’ mentre nella ripresa a chiudere la cinquina ci hanno pensato Giovannone, De Bellis e Rossi. Al termine della gara i nerazzurri non si scoraggiono e alla sconfitta non ci pensano più di tanto, la consapevolezza che questo match avrebbe avuto poco valore già lo si sapeva in settimana. Il vero scontro diretto ci sarà domenica 29 in casa dell’Ottavia (-1) per l’ultima partita della stagione che promette una grande tensione. Sarà di fondamentale importanza vincere a Roma, perché se i classe 2001 vorranno disputare i playout in casa, dovranno mettere in atto tutte le loro forze e i sacrifici di un’intera stagione per gli ultimi 90’ che valgono la categoria, sperando in un passo falso della Totti S.S. con l’Urbe. «Non bisogna – spiega il centrocampista Sansolini – mai mollare un colpo. Siamo un gruppo unito e lotteremo fino alla fine, abbiamo abbastanza carica per domenica e andremo a Roma per fare la nostra partita. Io ci credo, d’altronde come tutti i miei compagni». Un punto per gli Allievi Regionali Fascia B di Marco Mazza che inspiegabilmente non riescono più a vincere una partita. Il segno ics con la Polisportiva Oriolo è il culmine di una serie di gare che non sta rispecchiando affatto i classe 2002. Forse il troppo caldo primaverile sta facendo effetto ai ragazzi che, dal 25 marzo scorso non ottengono più punti, e se l’obiettivo fino a qualche settimana fa era agguantare i primi posti della classifica, ora impensabilmente è cercare di difendere il sesto posto. Il match, che nei primi 40’ ha visto grande equilibrio per entrambe le squadre, ad aprire le danze sono i viterbesi con Aramini che non riesce a beffare Formisano tra i pali. I civitavecchiesi reagiscono, ma la conclusione di Di Domenico viene parata dall’estremo difensore. Ultimo tentativo di tempo è di Luciani che, approfittando di un cross dalla sinistra, non riesce a tirare bene nella direzione della porta. Nella ripresa partono forti i locali che vanno in vantaggio alla prima azione dopo 1’ grazie a Bartoli. I nerazzurri accusano e il colpo e devastano ogni due per tre la porta difesa da Gentili, ma le belle parate e un po’ di sfortuna negano il pareggio agli ospiti. L’1-1 avviene a 10’ dal termine grazie a Pippo Prestigiacomo, bravo a beffare Loru. Al termine della gara Mazza con Castellini non possono che spartirsi un punto a testa e a cinque giornate dal termine non resta che cercare di accumulare più punti possibili per raggiungere una salvezza matematica. Oggi i nerazzurri giocheranno con la quarta della classe Monterosi mentre l’Oriolo farà visita alla capolista Montefiascone. (Agg. 24/4 ore 18.09 SEGUE)

LE GARE DELLE SQUADRE DEI GIOVANISSIMI IN MAGLIA NERAZZURRA – Fenomenale vittoria dei Giovanissimi Elite di Pasquale Oliviero che hanno rifilato il tris all’ottava forza del girone Campus Eur grazie alla doppietta di bomber Corona e Sannino. Tre punti importanti che, nonostante la condanna ai playout già da due giornate, influiscono per la posizione della graduatoria. Al Tobia parte tutto col piede giusto, è l’ex aquilotto Corona a trafiggere dopo 60’’ Rossi. I locali rispondono con Velocci, ma la saracinesca Fioretti non concede. Nel finire dei primi 35’ arriva il 2-0 con Sannino che, approfittando di uno svarione difensivo con il portiere fuori dai pali, appoggia il pallone in rete. Nella ripresa partono forte nuovamente i nerazzurri che con Corona chiudono definitivamente i conti. Poco dopo, però, il match si accende quando Di Biase di Aprilia concede un netto rigore ai locali; dagli undici metri si presenta Ricasoli, ma il fenomeno Fioretti compie una parata a dir poco fantastica. La Vecchia insiste e cerca il poker, ma Fastella prima e Zagami dopo non centrano lo specchio della porta. Nel finire di tempo Liberati viene espulso ingenuamente e salterà con molto dispiacere per la società la sfida col Rieti. Nel recupero, per il gol della bandiera, ci pensa Bonifacio che trafigge un incolpevole Fioretti. Al termine della gara ai locali di mister Bernardini non resta che pensare all’ultima di campionato con l’Ottavia, mentre per i nerazzurri, che con questi tre punti d’oro si piazzano alla quartultima casella della lista, devono doverosamente vincere a tutti i costi, senza se e senza ma lo scontro direttissimo col Rieti, terzultima forza del girone, per decretare chi giocherà i playout in casa. Unico rammarico l’assenza del fuoriclasse Liberati, ma a compensare c’è l’intera formazione di talenti con un tecnico preparato come Oliviero.
Ottimo riscatto dei Giovanissimi Regionali Fascia B di Andrea Gualtieri che dopo l’inaspettato pareggio col Montefiascone annientano tra le mura amiche l’Ostiantica 4-1. I primi 35’ hanno visto una prima fase di stallo, per poi andare in vantaggio con Feula che, dopo aver sbagliato il rigore, approfitta della respinta del portiere per l’1-0. Trascorrono appena 5’ e dalla sinistra Palma fa partire un cross pennellato per Jacopino Mancini che di sinistro sfonda la porta dell’estremo difensore. Il 3-0 arriva al 28’ grazie al sigillo di Orlandi che ringrazia Luchetti per l’assist. Nella ripresa non cambiano le carte in tavola e i civitavecchiesi chiudono subito il match andando a segno con il talentuosissimo Dario Luchetti, senza dubbio il migliore il campo: il promettente esterno destro classe 2004, che possiede grandi doti e qualità, si sta maggiormente distinguendo in questa stagione per quanto dimostrato finora. «Dario – spiegano dalla società – è un centrocampista di classe. È uno dei nostri migliori talenti che vantiamo e vogliamo tenercelo stretto. Per quanto riguarda le chiamate arrivate da club professionistici siamo contenti, ma stiamo valutando. Per ora continuerà a crescere nella cantera nerazzurra, poi se un giorno meriterà, saremo i primi a spedirlo nei palcoscenici nazionali». Nel finire di tempo i pupilli di Gualtieri sbagliano diverse occasioni e al 5’ di recupero incassano il gol della bandiera da parte del lidense Forani che trafigge un incolpevole De Rosa. Al triplice fischio è 4-1 Vecchia che porta i tirrenici al terzo posto insieme al Campus Eur, agganciato a 46 punti grazie al pareggio maturato col Calcio Tuscia, a -4 dalla Leocon. «Sono contento – spiega il tecnico Gualtieri al termine della gara – della prestazione generale dei miei ragazzi. Peccato per quel pareggio col Montefiascone, avessimo vinto saremo stati sopra al Campus Eur, ma tornare indietro non si può. Tutto si giocherà sabato quando li affronteremo in casa dinanzi ai nostri tifosi. Bisogna continuare ad allenarci e credere al secondo posto finché la matematica non ci condanna. Voglio fare – conclude il mister – un encomio particolare a Bracchi e al portierino del 2005 De Rosa, che ogni volta che viene chiamato in causa risponde prontamente; complimenti ad entrambi». (Agg. 24/4 ore 18.41)

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

I 2004 fanno un passo verso la salvezza

Il weekend calcistico appena trascorso ha confermato il buon momento dei Giovanissimi 2004 e il periodo no dei Giovanissimi 2003 incapaci di ritrovare una vittoria che manca ormai da quaranta giorni. Ancora una sconfitta consumata nei minuti finali per gli Sperimentali 2005. Hanno riposato gli Allievi 2002.   
Ci sono sconfitte e sconfitte. Quella patita domenica in casa dai Giovanissimi Regionali 2003 contro la Petriana per 3 a 1 e l’ennesima in quest’ultimo mese, è qualcosa che può davvero compromettere un’intera stagione. Un harakiri per i dielleffini incapaci di vincere ormai da 40 giorni e, cosa ancora più grave, che vede tutte le dirette avversarie far punti e allontanarsi dalla zona retrocessione. Non poteva andare peggio ai biancoverdi nella venticinquesima giornata che li vedeva opposti alla Petriana. Stavolta la squadra di Midei non può davvero rammaricarsi di nulla: ha giocato una delle peggiori partite di quest’ultimo periodo, confusionaria e sbadata come mai prima, ha sbagliato anche un rigore sul 3-1, che poteva riaprire la partita. Una squadra involuta, impalpabile e messa male in campo, con la Petriana che ha prima controllato il gioco senza problemi per poi affondare le unghie e realizzare la rete del vantaggio con Bordi che in rovesciata mette la palla sotto l’incrocio.
Senza un regista di ruolo e un centrocampo sempre in inferiorità numerica, il gioco dei biancoverdi è scolastico e scontato, con la palla che inevitabilmente è sempre preda dei capitolini. L’unica reazione degna di nota è l’azione del momentaneo pari con Chessa che impatta al volo e centra l’angolino in alto alla destra del portiere. Ma è un fuoco di paglia. Appena tre minuti dopo la Petriana torna in vantaggio. La punizione calciata dal vertice sinistro è forte e a giro e si spegne imparabilmente sul palo opposto di Ferilli. La seconda parte della gara vede i biancoverdi più reattivi. L’occasione del pari arriva già al 2’ minuto: Napolitano si invola sulla destra e manda al centro una palla che deve essere solo spinta in rete, Bencini si libera della marcatura, ma in equilibrio precario colpisce con la coscia mandando la palla oltre il fondo scheggiando la traversa. La Petriana invece non spreca e trova la rete del doppio vantaggio al capovolgimento di fronte. Punizione dai venti metri, il tiro, non irresistibile che finisce in rete con la complicità dell’estremo difensore biancoverde. 
I dielleffini potrebbero riaprire la partita dopo appena due minuti, complice un atterramento in area di Chessa. Sul dischetto va Midei che calcia a lato confermando il momento no dei biancoverdi. La gara si trascina senza sussulti fino al termine dove affiora un evidente stato di inquietudine, che produce soltanto due rossi. Insomma, è ormai evidente che la situazione è veramente grave, solo un miracolo può ormai salvare la categoria. Non ci resta quindi che pregare. Dlf Civitavecchia: Ferrilli, Paniccia, Chessa, Di Giorgio, Gagliardi, Midei, Tamasi, Tersigni, Coppari, Bencini, Moretti, Napolitano, Di Stefano, Scirocchi. Allenatore: Andrea Midei. (Agg. 24/4 ore 17.49 SEGUE)

IL RISULTATO DEI GIOVANISSIMI 2004 – I primi caldi si fanno già sentire e le formazioni biancoverdi faticano a tenere il campo, e solo l’orgoglio e la voglia di raggiungere l’obiettivo danno quel passo in più che è determinante per l’esito del risultato finale. Così i Giovanissimi Regionali Fascia B 2004 possono esultare di un successo che nella prima mezz’ora sembrava improbabile. Poi la grinta, la voglia di non darsi mai per vinti hanno fornito quella marcia in più determinante ai fini del successo finale che dice 3 a 2 per i biancoverdi sul Città di Cerveteri. Già dalle prime battute si intuiva che i dielleffini non erano quelli delle ultime gare. Infatti i ragazzi di mister Secondino non riescono ad imbastire nessuna trama di gioco e subiscono l’iniziativa degli ospiti che sono pericolosi sulle fasce e aggressivi e compatti a centrocampo. 
Al primo vero affondo i Cervetrani vanno in gol con Ardel: il numero 9 trova su punizione l’angolino in alto dove Notari non può arrivare. I biancoverdi non riescono a reagire e dopo appena due minuti arriva la mazzata del raddoppio. 
Lancio sulla destra per Vergari che fugge via a Bergantini, il numero sette scorge in area Ardel e Salomone contrastati dal solo Velardo, lasciato colpevolmente da solo, Salomone tocca per Ardel che di prima intenzione tira in porta battendo per la seconda volta l’incolpevole Notari. 
Il raddoppio scuote i dielleffini che cominciano a tessere trame tattiche più offensive, portando al tiro Velardo e Elisei senza però impensierire il portiere avversario. Al 27’ è Elisei che ruba palla e innesca sulla destra Carannante. Il numero 10 supera due avversari e mette in mezzo per l’accorrente Chessa che di contro balzo batte Tortorelli. 
Con il risultato di 2 a 1 si va al riposo. Nella ripresa il Dlf è sceso in campo con un piglio diverso. Come spesso accade le gare si vincono anche negli spogliatoi. Mister Secondino rimanendo abbastanza tranquillo, ha incoraggiati i ragazzi, e soprattutto li ha sistemati tatticamente, e la partita è cambiata. I biancoverdi sembrano un’altra squadra, giocano con tranquillità, attaccano con forza e aggrediscono gli spazi, costringendo gli avversari a chiudersi nella propria metà campo. 
Al 5’ arriva il meritato pari: cross dalla destra e inspiegabilmente il portiere ospite blocca la sfera dopo che la stessa ha varcato la riga di porta, 2 a 2. 
I biancoverdi sono incontenibili e solo la mancanza di lucidità sotto porta impedisce ai dielleffini di portarsi in vantaggio. Vantaggio che arriverà al 28’ con l’ariete Forte, che dopo aver sbagliato di tutto, trova in Mura l’assist man ideale per compiere un prodigio che vale tre punti. 
Il Cerveteri non ha più la forza di reagire e i biancoverdi possono così condurre in porto la gara senza ulteriori patemi.
Provato ma felice mister Secondino: «Ho provato un deja-vu, mi sembrava di rivivere la gara dell’andata, inizialmente ho rivisto la squadra del girone di inizio campionato, lontana anni luce da quella che ora è. Nell’intervallo ci siamo ricompattati e abbiamo vinto meritatamente la partita».
Dlf Civitavecchia: Notari, Carannante, Bergantini, Giustiniani, Di Giorgio, Baroncini, Shabanaj, Elisei, Forte, Chessa, Velardo, Di Stefano, Del Rio, Baracco, Mura, Vargiolu, De Gianni. Allenatore:  Fabio Secondino. (Agg. 24/4 ore 18.16 SEGUE)

LA GARA DEI GIOVANISSIMI 2004/2005 – Un’altra gara persa dopo averla condotta in lungo e in largo. Ancora una volta i Giovanissimi Provinciali Fascia B 2004/05 guidati da mister Pino Grosselli escono sconfitti per 3-2 dal Darini da una Virtus Bracciano che per lunghi periodi l’ha condotta in modo autoritario. Anche in dieci uomini i biancoverdi hanno avuto la palla per vincerla, invece come insegna il calcio, da gol sbagliato nasce i gol subito.
Eppure come spesso accade, sono i biancoverdi a passare in vantaggio con Conte. Il vantaggio dura un intero tempo, solo al 35’ la Virtus agguanta il pareggio. Si va negli spogliatoi sul punteggio di 1 a 1. La ripresa vede ancora i biancoverdi protagonisti e con un eurogol Mura riporta nuovamente in vantaggio i biancoverdi. 
I pari della Virtus arriva al 10’ dagli sviluppi di una punizione. Al 20’ i biancoverdi rimangono in dieci per l’espulsione di Vargiolu. Anche in inferiorità numerica i biancoverdi continuano a spingere. 
Al 23’ l’occasionissima arriva sui piedi di Mura che però stavolta spreca malamente. Sul rovesciamento di fronte la Virtus trova ancora su punizione la rete che decreterà la vittoria finale.
Ancora una volta usciamo dal campo molto soddisfatti, consapevoli della nostra forza e della nostra tenacia, eppure sconfitti – dichiara mister Grosselli – ma ancora una volta a testa alta vista la grande prestazione di cuore e grinta che i nostri ragazzi hanno fornito oggi.
Dlf Civitavecchia: Orchi, De Gianni, Leone, Di Gennaro Baracco, Vargiolu, Del Rio, Conte, Mura,  Santacroce, Di Stefano, Locci, Carannante. Allenatore: Giuseppe Grosselli. (Agg. 24/4 ore 18.44)

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Fiumaretta: un outlet da 70 negozi

CIVITAVECCHIA – I tempi non sono certo stretti, avendo votato ieri una nuova variante urbanistica e considerando quanto accaduto negli ultimi tre anni. Ma se dovesse andare in porto, il progetto del polo di convergenza turistica a Fiumaretta non convince ancora del tutto politica e commercianti. 

La conferma si è avuta anche ieri mattina, nel corso del consiglio comunale. Dall'opposizione sono stati diversi i dubbi sollevati sul progetto, così come quelli messi in evidenza anche dal consigliere di maggioranza Rolando La Rosa, che ha espresso perplessità sull'impatto che una simile struttura potrebbe avere sul futuro del territorio. A partire ovviamente dall'outlet che, stralciata ormai l'ipotesi della realizzazione del mega albergo, resta il punto centrale del progetto. 

"Parliamo – ha spiegato il capogruppo della Svolta Massimiliano Grasso – di ben 17mila metri quadrati di commerciale in un'area avulsa dalla città: Fiumaretta metterà finalmente d'accordo i commercianti, oggi divisi tra chi preferisce lo snodo dei crocieristi a largo della Pace o al Forte Michelangelo. Hanno già sottolineato la contrarietà al progetto e saremo curiosi di vedere come si concluderanno le consultazioni tra amministrazione e associazione di categoria. Con una struttura del genere i turisti no verranno mai in città: quella delle crociere rischia quindi di trasformarsi da opportunità ad ennesima servitù". Come evidenziato poi da Rita Stella del Pd si è passati da 49 a 70 negozi che andranno ad ostacolare il commercio locale.

A rincarare la dose anche l'ex grillina Alessandra Riccetti, che ha posto l'accento anche sui parcheggi previsti, considerati spropositati se si tratterà davvero di una sorta di duty free, aperta soltanto ai passeggeri e non ai semplici cittadini. "Uno spazio di 6185 mq di parcheggi pubblici – ha spiegato – e 20 mila privati: non può non essere un progetto che va ad impattare sul territorio". 

Ma per l'assessore D'Antò non è così negativa la situazione. Tutt'altro. La realizzazione del welcome center, dove poter vendere e proporre pacchetti con tour cittadini, l'outlet, un parcheggio per la lunga sosta. "Un'offerta per migliorare il servizio di accoglienza – ha sottolineato – e perchè no, per garantire nuovi posti di lavoro. Un progetto da inserire in un contesto più ampio della "Civitavecchia turistica" che stiamo costruendo attraverso una serie di passaggi, dal nuovo piano del traffico, alle iniziative dedicate ai crocieristi come i concerti alla Cittadella, fino all'ampliamento della fascia turistica che arriverà a comprendere anche viale Matteotti. I commercianti non sono così negativi: sono tanti quelli che si sono informati per poter aprire un punto a Fiumaretta con le grandi firme". È stato il sindaco a dirsi dispiaciuto per l'abbandono, almeno per il momento, del progetto di realizzazione dell'albergo, "anche perché nel territorio – ha aggiunto – mancano circa 11mila posti letto. Quello di Fiumaretta, comunque – ha ribadito – deve essere visto non come una concorrenza ma come un'opportunità: ci siamo confrontati con l'associazione di categoria alla quale abbiamo spiegato che la parte commerciale del progetto è complementare all'offerta cittadina". 

Bisognerà davvero capire cosa ne pensano i commercianti che finora, però, hanno mostrato non poche perplessità.      

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Prociv Allumiere, trecento volontari  impegnati in un’esercitazione

ALLUMIERE – Prociv Allumiere: sempre all’avanguardia nel settore della formazione. Sabato 21 e domenica 22 il gruppo di volontari coordinati da Alfonso Superchi ha partecipato alla grande esercitazione ‘’Vasanello 4.9’’ organizzata dall’amministrazione comunale, dall’U.A. e dalla CRI di Vasanello, presenti anche l’esercito con un elicottero militare, l’unità cinofila e il gruppo scout. «In tutto circa 300 volontari, di cui più di 200 solo del coordinamento Aeopc del quale facciamo parte anche noi – spiega Alfonso Superchi – sono stati due giorni intensi: sabato mattina abbiamo provveduto a montare nel campo (presso il campo sportivo) tende e  tensostrutture per la logistica e nel primo pomeriggio sono iniziate le simulazioni,  crollo di una torre e ricerca dispersi. Sempre il sabato, dopo cena, è sato simulato il crollo della palazzina dell’U.A. che si trova nella piazza del paese e, sotto lo sguardo di molti paesani, abbiamo provveduto a salvare i «feriti» e a metterli in salvo; devo dire che mi ha fatto molto piacere vedere la gente del posto molto collaborativa. Domenica invece ci siamo recati nei boschi dell’U.A. di Vasanello per ricercare un gruppo di ragazzi scout dispersi, dopo pranzo i saluti del sindaco, la consegna degli attestati e lo smaontaggio del campo. Anche in questa esercitazione il nostro gruppo ha dimostrato capacità e preparazione, ringrazio Alessandro Sacripanti dell’Aeopc Tarquinia per la fiducia che sempre mi dimostra, ma anche gli altri capisquadra Cinzia Viglianti (VT), Antonio Gallo (Marta) con i quali si sta rafforzando l’amicizia; abbiamo dimostrato ancora una volta cos’è la protezione civile, abbiamo capito i nostri punti deboli e di forza, abbiamo dimostrato che la nostra nazione ha bisogno della protezione civile e del volontariato, ringrazio veramente di cuore tutti i miei ragazzi per aver portato alto il nome di Allumiere. Ora l’obiettivo mio e del sindaco Antonio Pasquini è di organizzare un evento del genere anche nel nostro territorio e su questo stiamo già lavorando». 
Rom. Mos.

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Montalto spiaggia a ‘‘misura di bambino’’

MONTALTO – C’è anche Montalto di Castro nella classifica delle 136 spiagge italiane premiate in quanto ‘’a misura di bambino’’. La spiaggia castrense è stata promossa con la ‘’Bandiera verde 2018’’ dai 2.380 pediatri consultati che, come ogni anno, hanno valutato vari aspetti. (AGG. 23/04 ORE 16,14 SEGUE)

I CRITERI.  dalla limpidezza dell’acqua, al livello basso vicino alla riva; ma anche la sabbia per giocare e la presenza di giochi ed attività ricreative. Importante anche la presenza di bagnini per far fronte ad eventuali emergenze e bar e ristoranti nelle vicinanze, per qualsiasi evenienza, come lo spuntino di metà mattina o un luogo pulito e tranquillo dove cambiare il pannolino. Montalto di Castro rappresenta la costa viterbese, mentre per quanto riguarda la provincia di Roma, soltanto Anzio è stata premiata con l’ambita bandiera. Nel Lazio vince la provincia di Latina che vede premiate Formia, Gaeta, Lido di Latina, Sabaudia, San Felice Circeo, Sperlonga e Ventotene-Cala Nave. (AGG. 23/04 ORE 18,23)

ARPA E ORDINANZE DEI SINDACI I riconoscimenti sono stati assegnati oggi a Montesilvano, in provincia di Pescara, nel corso del IV Convegno nazionale delle ‘Bandiere Verdi’, presieduto da Italo Farnetani, ordinario di Pediatria della Libera Università Ludes di Malta. «Per la qualità delle acque e la possibilità di balneazione – spiega all’AdnKronos Salute Farnetani – come sempre ci siamo riferiti alle strutture istituzionali e pubbliche italiane: le ordinanze dei sindaci e le rilevazioni delle Arpa regionali, che sono le strutture preposte a tali controlli. Inoltre, nel tempo abbiamo incluso varie tipologie marine: nel 2008 e 2009 sono state valutate le località di mare definite ‘mondane’, dove fossero presenti attrezzature turistiche rivolte sia ai genitori che ai bambini. Nel 2010 invece abbiamo cercato quelle ‘incontaminate’, in cui la natura prevalesse sulle strutture turistiche. Fino a questo punto erano state individuate 51 località turistiche». (AGG. 23/04 ORE 21,26)

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

La Td vola ai playoff in zona Cesarini

Dopo aver rischiato di fallire una stagione che avrebbe potuto vedere i tirrenici vincere il campionato di C2, la Td Santa Marinella, conquista i playoff nell’ultima giornata di campionato, grazie alla vittoria per 8 a 4 ottenuta ai danni dell’Anguillara. (Agg. 23/4 ore 18.28 SEGUE)

LA CRONACA DELLA PARTITA DELLA TD SANTA MARINELLA – I ragazzi di mister Di Gabriele, hanno fatto il massimo per raggiungere il traguardo, ma devono ringraziare anche il Cortina che ha pareggiato per 1 a 1 in casa dell’Eur Futsal estromettendolo dalla terza posizione in classifica, conquistata invece da Maggi e compagni. Un obiettivo che è stato festeggiato con grande enfasi dai giocatori tirrenici, che hanno dato vita a scene di giubilo una volta venuti a conoscenza del risultato dell’avversaria. La gara con l’Anguillara non ha offerto grossi spunti per poter dire che poteva essere una sfida alla pari. Dopo essere passati in vantaggio, i lacuali, si sono fatti raggiungere e non sono più riusciti a tenere testa ai padroni di casa, che sono andati in gol con Maggi (tripletta per lui), con una doppietta di Nistor e le reti di Felicini, Travaglini e De Fazi. Ovvia a fine gara la soddisfazione del tecnico. (Agg. 23/4 ore 18.54 SEGUE)

LE DICHIRAZIONI DEL TECNICO VINCENZO DI GABRIELE – «Abbiamo raggiunto uno dei traguardi che ci eravamo prefissi quest’anno – commenta Di Gabriele – purtroppo, dopo le tre sconfitte consecutive, abbiamo rischiato di arrivare quarti, ma grazie anche al risultato tra il Cortina e l’Eur Futsal ci siamo conquistati i play off. Ora però bisogna mettersi sotto e cercare di fare il meglio possibile. Purtroppo non ho troppi giocatori a disposizione e quindi giocheremo il play off con un organico ridotto, ma ormai siamo in ballo e dobbiamo ballare». (Agg. 23/4 ore 19.23)

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Crisi al porto, Uiltrasporti: "Occorre intervenire"

CIVITAVECCHIA – Il caso Port Mobility sembra essere oggi lo specchio di una crisi che sta investendo molti settore portuali. È quanto evidenzia anche la Uiltrasporti che, esprimendo piena solidarietà ai lavoratori della società, invita la dirigenza a «riconsiderare la sua posizione e pagare immediatamente gli stipendi» e all’Autorità portuale «a provvedere, evitando di creare caos e confusione all’interno dello scalo a scapito degli utenti e delle altre imprese operanti», auspicando a breve un incontro tra le parti. «Siamo vicini ai lavoratori – ha spiegato il segretario Gennaro Gallo – a sostegno del loro sacrosanto diritto a ricevere lo stipendio per il lavoro svolto nei tempi previsti contrattualmente ed a non essere strumentalizzati da nessuno fino al punto di dovere effettuare azioni di proteste e di sciopero che  sicuramente li danneggiano economicamente, per vicende che non li riguardano, come quella della mancata  emissione del CIG da parte della Autorità di Sistema Portuale alla Società Port Mobility, in quanto questione questa che riguarda soprattutto i rapporti tra le società. Che la situazione nel porto stia divenendo di giorno in giorno più complessa sotto l’aspetto del lavoro, con aziende in crisi e lavoratori preoccupati è ormai un dato incontrovertibile. Oggi più che mai, se non si interviene con azioni decise e mirate, esiste il rischio reale di una involuzione irreversibile con perdite di parti importanti del lavoro portuale. Eppure sotto questo aspetto il presidente Di Maio sembra non condividere, è abulico, assente, infastidito verso chi questa realtà gli rappresenta. Da tempo, insieme a Cgil e Cisl, chiediamo che sulle questioni del lavoro venga attivato un tavolo di confronto allargato a tutte le parti interessate, purtroppo  ad oggi senza ottenerlo».

E sulla vicenda Port Mobility è intervenuto anche il circolo locale di Fratelli d’Italia, rinnovando l’appello alle istituzioni "affinché intervengano con la dovuta sollecitudine – hanno spiegato – per risolvere questa ennesima vertenza occupazionale, con la speranza che presto a Molo Vespucci possa esserci un opportuno rinnovamento dei vertici, per invertire la rotta e promuovere finalmente una nuova stagione di sviluppo e di creazione di nuova occupazione stabile, della quale Civitavecchia ha un disperato bisogno. Si tratta della ennesima dimostrazione di incapacità gestionale e di preoccupante superficialità e sciatteria da parte di Molo Vespucci: non è certamente un caso che nelle ultime settimane anche autorevoli esponenti di centrosinistra abbiano preso nettamente le distanze dal presidente Di Majo, che pure è stato nominato dal ministro Pd Delrio e rappresenta senza ombra di dubbio una figura vicina al Partito Democratico, come testimoniato dal suo protagonismo nella scorsa campagna elettorale. E non è neanche casuale che le gravi negligenze del presidente Di Majo siano state oggetto, proprio in questi giorni, di una interrogazione parlamentare dell’onorevole Quagliarello, che ha stigmatizzato, come noi stessi avevamo fatto tempo addietro, l’assurda inerzia di Molo Vespucci nella vicenda Total Erg, dove la mancata approvazione ed applicazione di nuove tariffe per i prodotti petroliferi rischiano, in caso di esito sfavorevole del contenzioso – hanno concluso – di portare la nostra Autorità di Sistema Portuale in una situazione di default, con ricadute drammatiche per la stessa economia del nostro già martoriato territorio".

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Outlet a Fiumaretta: dubbi anche in maggioranza

CIVITAVECCHIA – Continua a non convincere l'idea di realizzare un outlet grandi firme a Fiumaretta, nell'ambito del polo di convergenza turistica fortemente voluto dall'amministrazione comunale. E non sono solo i commercianti a criticare l'iniziativa. Dubbi sono stati sollevati in consiglio comunale anche dall'esponente di maggioranza Rolando La Rosa che, alla fine della discussione per l'approvazione della variante urbanistica relativa al progetto, e dopo la relazione dell'assessore Enzo D'Antò, ha deciso di astenersi dal voto, tra l'incredulità dei suoi stessi colleghi di banco. 

"Ho dei dubbi su questo outlet – ha spiegato nel suo intervento – ci vuole umiltà e dobbiamo essere coscienti di avere una grande responsabilità come amministrazione comunale, perché potremmo condizionare l'attività di Civitavecchia e del suo comprensorio. Siamo sicuri che non stiamo facendo un danno? I commercianti locali hanno già espresso la loro contrarietà; ecco perché occorre conoscere bene il percorso, le motivazioni ed i vantaggi di questa iniziativa". (SEGUE)    

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###