Di Majo: “Inaspettato lo spostamento della nave”

CIVITAVECCHIA – “E’ giunta inaspettata la notizia dello spostamento della nave Maersk (che avrebbe dovuto portare alcuni container destinati al magazzino della frutta) dal porto di Civitavecchia a quello di Livorno”. Il presidente Dell’Adsp Francesco Maria di Majo rompe il silenzio sulla questione e lo fa all’indomani dell’audizione in Regione, confermando la bontà della strada seguita finora nella delicata vicenda e sottolineando il fatto che non si sarebbe aspettato una decisione del genere. Questo nonostante le diverse lettere che Chiquita avrebbe inviato all’ente per annunciare che, nel caso in cui non fosse stato più possibile attraccare alla banchina 24 di Cfft, avrebbe cambiato porto.

“Era stato già autorizzato, mercoledì 7 novembre, l’attracco della nave presso la banchina 25. Il repentino “cambio di rotta” – ha aggiunto Di Majo – non è comunque dipeso, è opportuno precisarlo, da ragioni tecniche ma probabilmente da ragioni commerciali rispetto alle quali questa AdSP farà un approfondimento con gli operatori coinvolti, invitandoli, ancora una volta, a raggiungere un’intesa basata sul rispetto del principio di leale concorrenza e ciò al fine, come precisato nell’ordinanza 28/2018, di ottimizzare l’utilizzo dell’intera infrastruttura portuale facente parte dell’area commerciale del porto a beneficio di un corretto ed armonioso sviluppo delle attività commerciali nel porto di Civitavecchia”. E ha ripercorso poi cosa accadute nelle ultime settimane, a partire da quando il Tar del Lazio non ha accolto la richiesta di sospensiva della società Cfft contro l’ordinanza n.28 emessa dall’AdSP il 13 luglio “con la quale è stato precisato che l’imbarco e lo sbarco di contenitori da parte di navi che effettuano servizi regolari ovvero di linea dovrà avvenire (fino a quando non verrà realizzata una banchina nell’area di cui alla Darsena Energetica Grandi Masse) unicamente presso la banchina 25 del Porto di Civitavecchia, la cui area è destinata, da piano regolatore portuale – ha aggiunto – per le operazioni portuali relative alla movimentazione e stoccaggio di contenitori (e data in concessione ad un terminalista). La predetta ordinanza è stata adottata a valle di un parere del Consiglio Superiore dei Lavori Pubblici dello scorso marzo (pubblicato a maggio 2018) e di un parere consultivo di una Commissione Interistituzionale (composta da rappresentanti di tre AdSP, Autorità Marittima e Dogane) che ne ha declinato i contenuti in relazione al caso specifico della banchina 24, e dai quali è emerso, in particolare, che lo sbarco e l’ imbarco di container può avvenire su tale banchina purchè sia occasionale, mentre laddove dovesse avvenire in forma regolare (come il traffico settimanale che il vettore Maersk effettua per CFFT sulla banchina 24) dovrà essere svolto sulla banchina 25. Al fine di non pregiudicare un traffico così interessante ed in crescita come quello dei prodotti ortofrutticoli (che genera importanti ricadute occupazionali), questa AdSP – ha sottolineato il Presidente di Majo – ha ritenuto opportuno favorire un accordo tra il terminalista e l’operatore del magazzino della frutta. I due operatori – ha continuato il Presidente dell’AdSP – hanno, così, raggiunto delle intese preliminari volte a creare forme di collaborazione che sono state, poi, ufficialmente comunicate a questa AdSP il 3 ottobre u.s. A seguito di tali comunicazioni l’Ente ha presentato in Comitato di Gestione una delibera (poi approvata) di accordo sostitutivo con la quale è stato individuato un percorso amministrativo volto, in particolare, a consentire la concreta ed efficace attuazione di una sinergica e positiva collaborazione tra due importanti operatori del porto”.

Ancora ieri, infatti, c’è stato un gran via vai a Molo Vespucci, con rappresentanti di Cfft che sono stati all’interno dell’ente. Bocche cucite su quanto avvenuto e su quanto detto, ma a quanto pare il Presidente, dopo aver cercato più volte chiarimenti da Maersk – che però ha sempre dichiarato che non è lui l’interlocutore, non decidendo dove andare, ma è il cliente che decide tutto, rotta compresa – ha contattato i vertici di Chiquita, azienda leader nel settore. I bene informati parlano di un colloquio telefonico che non ha portato chiarimenti, tutt’altro. A quanto pare, ormai, il cliente – ed un cliente come Chiquita pesa per i traffici dello scalo – non si sente più tutelato. E siccome nel mercato “governa” la merce, per ora l’intenzione rimane quella di non attraccare più a Civitavecchia. 

 

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Cestistica: un allenamento a settimana in inglese

Un’iniziativa particolare della Cestistica Civitavecchia, una novità nel mondo della pallacanestro che va incontro alle esigenze formative delle famiglie e soprattutto, dei ragazzi. 
Da domani, un allenamento settimanale dei bambini del minibasket e delle squadre giovanili, si svolgerà in lingua inglese.
«Si tratta – spiega il dirigente responsabile del settore giovanile, Giovanni Boccalato – di un’idea che stavamo maturando da tempo, anche alla luce del successo che l’abbinamento basket-lingua inglese ha avuto nelle ultime due edizioni del camp estivo e del fatto che ormai da tre anni gli allenamenti della prima squadra vengono condotti praticamente tutti in inglese. Dalla prossima settimana partiremo in via sperimentale. I bambini del minibasket avranno la loro “ora di inglese” il mercoledì e avranno a disposizione un madrelingua, il nostro Jonathan Foulds, che cercherà di insegnargli i concetti base della lingua attraverso tutto ciò che riguarda la pallacanestro. Si tratterà, ovviamente, di un approccio inizialmente semplice. Poi, se la cosa avrà successo, il discorso si farà progressivamente più completo».
Diverso, invece, il discorso per quanto concerne i gruppi dagli Esordienti in poi. «In questo caso – riprende Boccalato – l’intero allenamento sarà condotto dagli istruttori, fortunatamente preparatissimi non solo sull’aspetto dell’insegnamento del basket, ma anche sotto quello della conoscenza della lingua inglese. Nell’allenamento settimanale tutti i concetti tecnico-tattici saranno spiegati in inglese, per dare modo ai ragazzi di apprendere il più possibile una lingua che magari conoscono solo dal punto di vista scolastico. Dopo un paio di mesi di sperimentazione, sentiti bambini, ragazzi e genitori, decideremo se continuare, ma riteniamo che l’iniziativa, così come altre che abbiamo proposto in questi ultimi anni guardando al futuro e non al passato, sia destinata ad avere successo».

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Il Crc non dorme mai

Fine settimana fra successi di forza, sconfitte onorevoli e gare rinviate causa maltempo che si è abbattuto anche sul territorio lazionale negli ultimi giorni. 
Vento e pioggia fatali per i raggruppamenti di Under 6, a Roma, e Under 12, in quel di Viterbo. 
Chi è scesa in campo è la formazione Under 14 che sabato al Moretti della Marta ha disputato un’ottima prestazione contro l’Union Rugby Viterbo. Il risultato di una partita dura ma corretta è stato di 29-10 a favore dei biancorossi. Il gioco di squadra del gruppo ha fatto la differenza. 
Soddisfatti gli allenatori Alessandro Crinò e Fabrizio Regina. (foto in allegato under 14 al Campo Moretti della Marta).
Prova di carattere per l’Under 16 che di fronte alla Lazio2, pur subendo una sconfitta, dimostra di non temere una squadra a tratti tecnicamente più forte. 
«Buono il gioco nel complesso,soprattutto nella costanza offensiva di alcune azioni che dimostrano come il lavoro e il sacrificio degli allenamenti porti a risultati meritori» sottolinea il coach Marco Maddaloni. 
Serve maggiore concentrazione sul lavoro settimanale per migliorare soprattutto la parte difensiva, risultata carente in partita e auspicare un recupero veloce dei numerosi infortunati tra i ragazzi dei coach Maddaloni e Roselli.
Domenica di stand by per i rugbisti della Under 18, che nonostante la grinta e la determinazione messi sul campo di Tivoli, si sono trovati a dover riprendere la strada di casa senza toccare il campo della squadra avversaria. Problematiche tecniche e condizioni meteo avverse hanno reso impossibile lo svolgimento regolare del match.
Un plauso meritato agli indomiti ragazzi, ai genitori, dirigenti e allenatori che li hanno accompagnati.

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Farmacia Cisterna, De Paolis: ''Nessun avviso per il trasferimento''

CIVITAVECCHIA – «Csp non ha pubblicato alcun avviso, come previsto per le pubbliche amministrazioni e le loro partecipate, per la ricerca di un locale dove trasferire la farmacia di via degli orti».

Lo dichiara Sabrina De Paolis del Codacons Civitavecchia che evidenzia le differenze. Perché se per la farmacia di Cisterna – ora sita in viale Togliatti – si è proceduto in «affidamento diretto – continua De Paolis – per 108mila euro, clamorosamente oltre il tetto che la legge fissa per gli affidamenti diretti», per la ricerca della sede per la sedicesima farmacia Csp ha pubblicato «un avviso pubblico» durato tre giorni. «Intanto – continua De Paolis – in attesa di conoscere i vantaggi fiscali dei quali i cittadini di Civitavecchia potranno beneficiare a partire dal 2019, aspettiamo fiduciosi anche l’esito delle indagini che ci auguriamo siano state avviate – conclude dura – dagli organi competenti a fronte degli esposti presentati».

La farmacia però prosegue a lavorare anche se l’inaugurazione ufficiale sarà soltanto il 5 novembre alla presenza del Sindaco che, nell’ultimo video settimanale di aggiornamento, ha annunciato che verrà costruita a breve una rampa per i disabili.

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Il Corneto alza la voce

Grazie al successo ottenuto sul Duepigreco Roma, l’Acquapendente si porta in testa alla classifica, approfittando del pareggio esterno dell’ex capolista Compagnia Portuale Civitavecchia. La Cpc2005 dunque fa pari e patta con l’Aranova, partendo sulle gambe e consentendo ai padroni di casa di mettere nella loro metà campo i tasselli per il pareggio finale. Poi tanta Cpc e qualche sfortuna di troppo sulle occasioni avute. Nunziata da una parte e Italiano dall’altra sono i protagonisti di questa gara, il portiere portuale vanifica un rigore dell’attaccante che, però, si rifà poco dopo con il gol e una super prestazione. L’occasione più ghiotta prima del vantaggio degli ospiti ce l’ha Italiano, fallo di mano in area di Treccarichi e Testoni di Ciampino fischia il penalty, va sul dischetto lo stesso Italiano ma Nunziata si supera nel respingere. Prima del 10’ passa l’Aranova, Serpieri perde palla a centrocampo e Italiano si invola verso Nunziata, a tu per tu non sbaglia. Si spegne però piano piano l’Aranova e la Cpc2005, più ordinata e determinata rispetto all’avvio, comincia a tessere azioni nella metà campo avversaria. Il gol portuale arriva alla mezz’ora, corner battuto da Metta che serve Ruggiero, dribbling e cross per Serpieri che brucia un Comandini immobile tra i pali. L’Aranova si affida a Italiano e alla sua velocità, Nunziata si fa trovare pronto in almeno due occasioni da lì in avanti. Manca poco alla fine, la Cpc2005 ha una limpida palla gol con Tabarini al 47’, la sfera colpisce il palo e si spegne sul fondo. «Pareggio giusto per quanto visto in campo – dicono i vertici societari – di fronte c’era una signora squadra che ha solo fallito l’approccio al campionato, ma tanto avrà da dire. La Cpc? Forse paga le fatiche di coppa e qualche infortunio di troppo, ma l’approccio timido ha pregiudicato, forse, il risultato finale». 
La Csl Soccer di vincere in trasferta non ne vuole proprio sapere e domenica, sul campo della Gallese, ha perso 1-0. Mister Fracassa schiera il 4-3-3, ma nel primo tempo a creare più occasioni è solo la Gallese che al 43’ trova il vantaggio con Mechilli. Nella ripresa i rossoblù provano a reagire, ma non trovano il pari e al triplice fischio del direttore di gara i leoni del presidente Vitaliano Villotti non possono che uscire dal terreno di gioco sconfitti. «Potevamo fare di più – spiegano dalla società – ma non siamo riusciti a ottenere il pareggio per le occasioni sbagliate. Ora bisogna continuare ad allenarci e dare in ogni partita il cento per cento». 
Il Santa Marinella rimedia un sonoro schiaffone casalingo nella sfida con una diretta concorrente qual’era il Canale Monterano. Gli ospiti si impongono per 4 a 1 ed affondano ancora di più i tirrenici che restano penultimi in classifica insieme all’Atletico Ladispoli. 
«Lo so che la situazione calcistica che ho scelto è difficile – spiega mister Morelli in un momento complicato per lui e per la squadra – so che molte persone conosciute nei campi di calcio tifano per me e sperano sinceramente che me la cavi. Io fino all’ ultimo proverò a cavarmela anche grazie alla forza trasmessa da chi tifa per me. Se la barca affonda provo a tenerla a galla con tutte le mie forze o anche io affondo con lei». 
Il Tolfa si impone per 1-0 sull’Atletico Ladispoli grazie ad un gol di Trincia. Il team di mister Riccardo Sperduti continua la sua serie positiva e guadagna la quinta posizione in classifica. L’inizio per i collinari è scoppiettante. Nei primi due minuti, i padroni di casa si divorano tre occasioni clamorose e al 24’ passano in vantaggio con il solito Trincia che riprende una respinta della traversa e insacca. Sembra il preludio per una goleada, infatti i pupilli di patron Franchi continuano per alcuni minuti a tambureggiare la retroguardia ospite. Probabilmente questa facilità di arrivare al tiro crea una certa rilassatezza nei locali che pian piano perdono spinta e lucidità, al contrario degli ospiti che iniziano ad affacciarsi con più continuità nella metà campo avversaria. Il primo tempo finisce così e probabilmente la strigliata di mister Sperduti negli spogliatoi provoca i suoi effetti nei primi 10 minuti della ripresa, dove prima Compagnucci e poi Trincia e Perfetti, sfiorano il raddoppio. Passato lo spavento gli ospiti riprendono a cercare il pareggio e complice anche la stanchezza per la terza partita settimanale dei tolfetani prendono l’iniziativa ed in un’azione confusa ci scappa il calcio di rigore che l’immortale Boriello para, conservando l’1 a 0 ed i tre punti che valgono il quinto posto in classifica. 
«È stata una partita più complicata del previsto – spiega mister Sperduti – abbiamo sbagliato molte occasioni tenendo il risultato in bilico con la pericolosità che ne consegue in questi casi, per fortuna ci ha pensato Boriello a conservare la vittoria neutralizzando il calcio di rigore. Sicuramente la terza partita settimanale si è fatta sentire nella parte finale della gara, ma tutto questo è normale, i ragazzi stanno tenendo una continuità di prestazioni e risultati ottima». 
La Monti Cimini torna di gran carriera in corsa dopo il ko della scorsa settimana contro il Tolfa ma conquista una importante vittoria sul campo del Città di Cerveteri, che viene travolto dall’undici di Camillucci. È stata la domenica delle doppiette al Galli, con Zahr e Provinciali a segno per gli ospiti e Di Fiandra per i padroni di casa. Il Corneto Tarquinia rialza subito la testa dopo la sconfitta della scorsa settimana contro l’Urbetevere. L’undici di Del Canuto vince in casa del Pian Due Torri al Darra di Maccarese. Gli ospiti chiudono il primo tempo in vantaggio per 1-0 grazie al centro di Martelli. Poi, dopo poco dall’inizio della ripresa, arriva anche il 2-0 con Ventolini, poco prima della rete dei padroni di casa firmata Buscia. Ci pensa poi Catracchia a certificare il successo dei viterbesi.

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Semi di Pace raccoglie oltre una tonnellata di cibo

TARQUINIA – Oltre una tonnellata di cibo raccolta. È il risultato ottenuto da Semi di Pace, per "Dona la spesa", l'iniziativa promossa da Unicoop Tirreno che ha visto il 13 ottobre i volontari dell'associazione alternarsi per tutto il giorno al banchetto allestito nel punto vendita di Tarquinia. Le attività sono state coordinate, come di consueto, dalla responsabile della distribuzione viveri Sandra Santinelli, aiutata dai volontari e dai giovani del servizio civile. "Siamo soddisfatti per il traguardo raggiunto. – sottolinea la onlus – 1100 chili di prodotti alimentari che saranno messi a disposizione per le famiglie, gli anziani e i cittadini stranieri del nostro territorio. Un ringraziamento va alla Coop, che ci coinvolge più volte all'anno in questa iniziativa; aivolontari e ai ragazzi del servizio civile; alle persone che hanno dimostrato grande generosità". Il servizio settimanale di distribuzione dei generi alimentari si svolge alla Cittadella (loc. Vigna del Piano snc), in collaborazione con Fondazione Banco Alimentare e Unicoop Tirreno di Tarquinia. Per ricevere i viveri è necessario presentare la dichiarazione Isee, che attesti l’effettiva condizione di bisogno. Chiunque voglia donare dei prodotti alimentare può chiamare lo 0766 842709.

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Polizia locale, sanzionati 25 operatori del mercato settimanale di viale Nenni

CIVITAVECCHIA – La Polizia locale ha sanzionato 25 operatori, su 33 controllati, del mercato settimanale di viale Pietro Nenni per aver occupato più superficie di quanto autorizzato. Gli operatori sono stati sanzionati. Ma la Polizia locale, coordinata dal Comandante Pietro Cucumile, ha continuato l’attività di controllo del territorio con altri servizi mirati in materia di sicurezza urbana.

A seguito dell’uso delle fototrappole, sono stati sanzionati due cittadini nell’atto di conferire alcuni rifiuti fuori dall’orario consentito e un altro per aver effettuato un deposito incontrollato il cui comportamento è stato sanzionato con una pena pecuniaria di 600 euro. Infine, è stata emessa una ordinanza di chiusura per 5 giorni a carico del titolare di un esercizio pubblico per le reiterate condotte di occupazione abusiva di suolo pubblico.

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Polizia locale, sanzionati 25 operatori del mercato settimanale di viale Nenni

CIVITAVECCHIA – La Polizia locale ha sanzionato 25 operatori, su 33 controllati, del mercato settimanale di viale Pietro Nenni per aver occupato più superficie di quanto autorizzato. Gli operatori sono stati sanzionati. Ma la Polizia locale, coordinata dal Comandante Pietro Cucumile, ha continuato l’attività di controllo del territorio con altri servizi mirati in materia di sicurezza urbana.

A seguito dell’uso delle fototrappole, sono stati sanzionati due cittadini nell’atto di conferire alcuni rifiuti fuori dall’orario consentito e un altro per aver effettuato un deposito incontrollato il cui comportamento è stato sanzionato con una pena pecuniaria di 600 euro. Infine, è stata emessa una ordinanza di chiusura per 5 giorni a carico del titolare di un esercizio pubblico per le reiterate condotte di occupazione abusiva di suolo pubblico.

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###