Acqua pubblica, domani incontro in Regione

LADISPOLI – “L’amministrazione comunale di Ladispoli, capofila di 18 enti locali che gestiscono autonomamente il servizio idrico e non intendono passare sotto  Acea, domani sarà ricevuta in Regione Lazio per ribadire la propria posizione alla luce della nuova legge sull’acqua pubblica che il Governo si prepara ad approvare”.

Le parole sono del consigliere delegato alle Risorse Idriche e Ambientali, Filippo Moretti, che sarà ascoltato nella riunione congiunta delle Commissione regionali alla Tutela del territorio ed Agricoltura ed Ambiente, programmata per il 16 ottobre alla Pisana. L’audizione è stata accordata da una iniziativa nata di concerto con tutte le forze politiche rappresentate nel Consiglio comunale di Ladispoli ed è condivisa con le amministrazioni dei comuni interessati, anche esse appartenenti ad un ampio schieramento politico.

“Alla Regione Lazio – prosegue Moretti – che ringraziamo per aver accolto la nostra richiesta di audizione, confermeremo la nostra volontà di scongiurare che il servizio idrico delle nostre città venga forzosamente trasferito sotto la gestione d’ambito ATO1 ed ATO2. Siamo tra i pochi comuni compresi in questi ambiti che, autonomamente o attraverso società partecipate, ancora gestiscono in proprio il servizio idrico integrato, con buoni risultati in termini di prestazioni di servizi e di tariffe. La nostre carte dei servizi, infatti, sono estremamente concorrenziali e le tariffe sono notevolmente più basse rispetto a quelle dei nostri rispettivi gestori d’ambito. A Ladispoli da tempo siamo particolarmente attenti alla qualità dell’acqua e, seppure con grandi difficoltà, facciamo manutenzione sugli impianti e sulle reti, investendo per garantirci una disponibilità costante di acqua potabile anche in periodi nei quali moltissimi comuni del nostro comprensorio hanno conosciuto  il disagio del razionamento. Particolare attenzione prestiamo, inoltre, agli impianti di potabilizzazione e depurazione, per garantire la salute dei cittadini ed il rispetto dell’ambiente. Sono queste le argomentazioni che sottoporremo all’amministrazione regionale, ricordando come quello di Ladispoli sia un esempio virtuoso di gestione che abbiamo cercato di conservare ma che non è contemplato dalla legge vigente. Abbiamo richiesto la convocazione di questa audizione perchè appare paradossale che la Regione Lazio acceleri improvvisamente le procedure che ci obbligano a confluire negli ATO di competenza, proprio nel momento in cui nel documento programmatico del nuovo governo “Contratto per il governo del cambiamento”, al punto 2. Acqua Pubblica, si legge testualmente “È necessario investire sul servizio idrico integrato di natura pubblica applicando la volontà popolare espressa nel referendum del 2011, con particolare riferimento alla ristrutturazione della rete idrica, garantendo la qualità dell’acqua, le esigenze e la salute di ogni cittadino, anche attraverso la costituzione di società di servizi a livello locale per la gestione pubblica dell’acqua.” Una declaratoria che trova già piena rispondenza nei fatti in tutti quei comuni, come i nostri, che si oppongono al passaggio forzoso nei grandi ambiti di gestione. Lo scorso 23 marzo 2018 è stata presentata una nuova proposta di legge, la n. 52, “Disposizioni in materia di gestione pubblica e partecipativa del ciclo integrale delle acque” firmata da numerosissimi parlamentari, rappresentanti di pressoché tutte le forze politiche, nella quale viene profondamente rivisto il criterio di Ambito Territoriale Ottimale ed i criteri che stabiliscono la libera adesione dei comuni. E’ da sottolineare che tale legge ha subito proprio in questi giorni un forte impulso affinchè venga presto valutata dalla commissione competente ed approdi in tempi brevi alla discussione in aula. Alla Regione Lazio chiederemo una moratoria  nell’applicazione dell’incomprensibile obbligo previsto dalla legge vigente che ci porterebbe sotto la gestione degli attuali ambiti, in attesa dell’approvazione delle preannunciate nuove disposizioni legislative. Sarebbe, infatti, paradossale che i nostri Comuni venissero obbligati ad una scelta devastante in termini economici e di servizi, con criteri opposti alla gestione dell’acqua pubblica, solo per adempiere ad una norma che è in procinto di essere profondamente cambiata”.

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Cocaina e hashish: due persone denunciate a Tarquinia

TARQUINIA – Nella giornata di ieri, le compagnie carabinieri di Civita Castellana e Tuscania, su disposizione del comando provinciale di Viterbo, hanno effettuato un servizio straordinario di controllo del territorio, prevedendo servizi di saldatura tra comuni limitrofi , e saturando le principali arterie viarie in entrata ed uscita nella zona sud della provincia.

Al termine dei numerosi servizi di controllo ,sono state denunciate sette  persone ed una segnalata alla Prefettura di Viterbo quale assuntore; i denunciati sono  tutti di età compresa tra i 30 ed i 45 anni, di cui due sono stati trovati a Tarquinia in possesso di droga e segnatamente uno con 1, 8 grammi di cocaina e uno con 2,6 di hashish.

Sempre a Tarquinia è stata sequestrata una macchina ad un guidatore trovato in evidente stato di alterazione dovuta a sostanze psicotrope e gli è stata sequestrata la patente, cosi’ come anche ad un soggetto di Latera; infine ad Orte due soggetti sono stati denunciati per non avere voluto fornire le proprie generalità durante un controllo di polizia di sicurezza .

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Esenzione ticket: odissea alla Asl di via Etruria

CIVITAVECCHIA – Qualcosa da rivedere alla Asl di via Etruria per quanto riguarda l’organizzazione dei servizi. 
Va bene i continui tagli del nastro e le inaugurazioni in pompa magna (pochi giorni fa la struttura ha comunicato l’aperura del PUA), ma ai cittadini va garantita facilità di accesso alle prestazioni.  Avete mai provato a presentare domanda di esenzione ticket?
A colpo d’occhio la procedura potrebbe sembrare semplice: accesso alla Asl di via Etruria, ritiro del numeretto, attesa in fila e il gioco è fatto. Nemmeno per sogno. L’impiegato allo sportello comunica all’utente la procedura successiva: bisogna tornare all’ingresso, chiedere il modulo alla guardia giurata, compilarlo, tornare allo sportello con la certificazione firmata e una fotocopia dei documenti (carta d’identità e codice fiscale). Ovviamente dopo aver preso un altro numeretto e aver fatto nuovamente la fila. Ma la guardia giurata i moduli autoricalcanti li ha finiti, così all’utente vengono consegnati due fogli semplici, entrambi da compilare con relativa perdita di tempo.    Ma non è tutto.  L’utente, al quale viene chiesta copia dei documenti (un servizio che la Asl Roma 4 ovviamente non offre), spesso non sa come fare e a quel punto spunta sempre qualcuno interno alla struttura che suggerisce di rivolgersi al vicino bar, già attrezzato di fotocopiatrice, che tra l’altro è lo stesso che serve la colazione ai dipendenti con ’’servizio a domicilio’’ presso la stessa Asl. Costo fotocopia: 40 centesimi a foglio.  Ma siccome l’esenzione ticket è un servizio a tutti gli effetti, perché non esporre all’ingresso un cartellone o un semplice foglio con precise istruzioni, così da evitare agli utenti disagi ed inutili perdite di tempo?  Prima di inaugurare nuovi servizi forse sarebbe il caso di far funzionare bene quelli esistenti.

 

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Assessore del Comune di Montalto occupa il parcheggio per disabili: indignato il Pd

MONTALTO – Amministratore del Comune di Montalto di Castro parcheggia in uno stallo riservato ai disabili. Il Partito democratico di Montalto di Castro e Pescia Romana per voce del segretario Quinto Mazzoni stigmatizza l’accaduto.

“In un paese dove ancora si necessita di abbattere le barriere architettoniche, perché carenti, limitando  il normale movimento e i servizi  ai diversamente  abili, succede anche questo”, denuncia Mazzoni. 

“L’unico servizio, anch'esso carente, che lascia alcuni parcheggi riservati alla categoria dei disabili, con tanto di cartelli e strisce gialle, viene anch’esso violato – dice l’esponente del Pd castrense – Proprio chi deve  cercare di  abbattere quanto ancora non abbattuto e garantire la fruibilita'  ai disabili dei parcheggi a loro disposizione, si è appropriato, con prepotenza, dello spazio; come a voler rimarcare la battuta del Marchese del Grillo  " io so io e voi non siete un C…O "  

“Quei parcheggi non sono privilegi  per chi ha dei disagi , ma necessità. – tuona Mazzoni – Tanto meno non sono  privilegi  a disposizione del Marchese del Grillo.   Ecco qua in foto cosa accade: di chi sarà quell'auto posteggiata prepotentemente dentro le strisce gialle? Quale carica amministrativa avrà osato tanto? Ve lo diciamo noi, l' Assessore ai Lavori Pubblici!  Nessun rispetto è garantito con tale gesto”.

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Anomalie nel depuratore, sanzionato il Comune

LADSIPOLI – Guardia costiera di nuovo in Comune a Ladispoli per elevare ben due multe relative ad anomalie del depuratore gestito dalla municipalizzata Flavia Servizi. Già nei mesi scorsi la Capitaneria di porto era intervenuta per sanzionare il Comune. Stavolta le multe sono due e vanno da 3mila a 30mila euro (lo stabilirà la Regione) per violazione dei limiti tabellari dell’impianto che si trova in via Roma.
I campionamenti erano stati effettuati nel mese di agosto. Molti bagnanti si erano lamentati per la presenza di chiazze in mare. Da stabilire se ci possano essere coincidenze oppure no con quanto riscontrato dalle autorità marittime. 

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

COMUNE DI VILLAFRANCA PADOVANA – CONCORSO (scad. 12 novembre 2018)

Mobilita' volontaria per la copertura di un posto di istruttore
agente di polizia municipale, categoria C, a tempo pieno ed
indeterminato, per l'area affari generali servizi demografici e
culturali, servizio polizia municipale.
(18E09985)

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

COMUNE DI VILLAFRANCA PADOVANA – CONCORSO (scad. 12 novembre 2018)

Mobilita' volontaria per la copertura di un posto di istruttore,
categoria C, a tempo pieno ed indeterminato, per l'area affari
generali servizi demografici e culturali, ufficio servizi
demografici.
(18E09986)

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

UNIONE TERRA DI MEZZO DI CADELBOSCO DI SOPRA – CONCORSO (scad. 11 novembre 2018)

Concorso pubblico, per esami, per la copertura di un posto di
istruttore direttivo, categoria D, a tempo indeterminato, da
destinare ai servizi informatici e delle tecnologie
dell'informazione.
(18E10026)

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

AZIENDA SOCIO SANITARIA TERRITORIALE PAPA GIOVANNI XXIII DI BERGAMO – CONCORSO (scad. 11 novembre 2018)

Concorso pubblico, per titoli ed esami, per la copertura a tempo
indeterminato di un posto di dirigente medico, disciplina di
farmacologia e tossicologia clinica, area della medicina
diagnostica e dei servizi.
(18E10037)

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

AZIENDA SERVIZI ALLA PERSONA DEL BASSO LODIGIANO – CONCORSO (scad. 11 novembre 2018)

Concorso pubblico, per titoli ed esami, per la copertura di posti di
addetti ai servizi di lavanderia e magazzino, categoria A.
(18E10073)

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###