Ponte Morandi, la causa del crollo forse una «bobina» caduta dal tir

La testimonianza dell'ingegnere ex presidente della società Alga che si occupò dei lavori di rinforzo della pila 11 nel '93, sentito dagli inquirenti

Leggi articolo completo

@code_here@

Derby Cpc-Santa Severa, il Real Fiumicino vuole mantenere la vetta

Oggi alle 15 va in scena la 5^ giornata del campionato di calcio a cinque serie C2 girone d. Ben cinque le squadre del comprensorio a scendere sui vari parquet. Alle 15.30 a San Liborio  la Cpc2005 sfida il Futsal Santa Severa. Match per gli uomini di Branchesi molto sentito, essendo un derby contro una compagine che staziona al penultimo posto della classifica, reduce dalla pesante sconfitta interna con l’Eur Massimo.  I rossi del binomio sportivo Atletico Tirrena- Cpc005 nell’ultima gara sono usciti invece vincitrici in casa della Virtus Anguillara, persa la qualificazione in Coppa Lazio ha inanellato poi i quattro  risultati positivi in campionato, che la mantengono stabile in seconda posizione. Tornando alla Futsal Santa Severa, invece, i ragazzi di mister Villella non riescono più a portare via un successo che darebbe una chiara iniezione di fiducia. Con un solo punto all’attivo, infatti, i tirrenici sono ancorati al penultimo posto della graduatoria anche se, dalla loro, hanno il fatto che sono dei neo promossi e quindi necessitano di tempo per integrarsi in un torneo difficile come quello di C2.
Turno interno per la Td Santa Marinella, che oggi alle 15 al Pala De Angelis ospita il Grande Impero.
I ragazzi di mister Di Gabriele, reduci da una vittoria, un pareggio e due sconfitte, sono ancorati in una posizione di centro bassa classifica, con quattro punti nel carniere e quindi lontani dalle posizioni di vertice detenute dall’Eur Massimo, dal Laurentino e dal Fiumicino. 
«Noi per ora dobbiamo cercare di limitare i danni – dice Di Gabriele – perché quest’anno abbiamo allestito una squadra molto giovane. Questi ragazzi hanno bisogno di tempo per ambientarsi e dunque, se non troveremo i risultati in tempi brevissimi, dovremo continuare a dargli fiducia comunque, perché sono loro il futuro di questa società». 
La Futsal Academy di patron Elso De Fazi sfida tra le mura amiche la compagine Virtus Anguillara Futsal che naviga nei bassifondi della graduatoria con un solo punto all’attivo. I civitavecchiesi dopo la vittoria ottenuta con il Blue Green cercheranno il secondo successo consecutivo.
La capolista Real Fiumicino/Futsal Isola, a punteggio pieno dopo quattro gare disputate, sfidano la terza della classe Valentia. Una gara non facile per gli aeroportuali che vogliono mantenere a tutti i costi la vetta.
 

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

«Ladispoli ha retto al vento e alla pioggia»

LADISPOLI – «Finalmente il peggio sembra essere passato. I venti di burrasca hanno causato molti danni, sia al patrimonio pubblico che a quello privato, con alberi, lampioni e impianti pubblicitari abbattuti dalle forti raffiche». Il sindaco Alessandro Grando fa il punto della situazione dopo il passaggio dei forti venti di burrasca sui danni causati in città e coglie l'occasione anche per ringraziare i numerosi volontari, e non, che si sono messi a disposizione della città per risolvere in poco tempo le numerose criticità che si sono presentate. «Nelle cadute – ha detto Grando – sono rimaste coinvolte diverse automobili e da alcune abitazioni sono venuti giù pezzi di cornicione che, fortunatamente, non hanno causato nessun ferito. Se la nostra città è riuscita a superare questo momento di difficoltà è stato anche e soprattutto grazie al prezioso lavoro svolto da Forze dell’Ordine, Vigili del Fuoco, Polizia Locale, Protezione Civile, dipendenti comunali, volontari e dalle ditte Massimi Aurelio & Figli, I Tre Pini, Anselmi elettro impianti e Paganini che si sono messe a disposizione per risolvere tempestivamente numerose situazioni di criticità. A tutti loro, a nome della città, rivolgo un sentito ringraziamento». Grando punta i riflettori anche su quei comuni che invece fortunati non sono stati e dove drammaticamente delle persone hanno perso la vita. «A novembre 2016 la nostra città fu sconquassata da una devastante tromba d’aria – ha ricordato Grando – abbiamo pagato sulla nostra pelle cosa significhi la furia della natura. In questo momento di forte dolore la città di Ladispoli si stringe attorno ai familiari delle vittime e porge le sue più sentite condoglianze».

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Desirée, ascoltati i genitori. In 10 l’hanno vista morire: «Le ho sentito il polso, era tardi» | A San Lorenzo: ‘Qui è tutto come prima’

Nessuno ha dato l’allarme, c’erano anche due donne italiane. Il racconto dei genitori

Leggi articolo completo

@code_here@

Grave dopo il volo da oltre 15 metri

CIVITAVECCHIA – Un volo di circa 15 metri. Ed un rumore assordante. 
«Sembrava fosse venuto giù un palazzo per il boato sentito» ha detto una signora affacciata alla finestra. 
«Ero appena rientrato da lavoro, ho sentito un rumore fortissimo» ha raccontato preoccupato un ragazzo, subito sceso in strada per capire cosa fosse accaduto. E appena arrivato all’altezza del civico 105 di via Calisse si è reso conto di quanto effettivamente successo. 
Una gru semovente, forse a causa di una forte folata di vento, si è ribaltata. Un operaio, N.B. di 53 anni, di nazionalità romena e dipendente di una ditta civitavecchiese, era al lavoro all’interno del cestello della piattaforma aerea: cestello che è venuto giù, schiantandosi a terra. 
Un volo di oltre 15 metri, attutito probabilmente alla fine da un cartello stradale che lo ha rallentato: l’operaio, rimasto all’interno del cestello, ha sbattuto violentemente la testa a terra. 
I residenti ed i passanti che in quel momento, attorno alle 12.30, si trovavano in zona sono subito accorsi sul posto: considerato il volo, la situazione sembrava piuttosto critica per il 53enne. 

VIDEO 1 –  VIDEO 2

Ma all’arrivo del 118 – sul posto insieme ai  Vigili del fuoco, polizia, polizia locale, ispettori della Asl Rm4 e carabinieri che stanno coordinando le indagini – l’uomo era comunque cosciente. Le sue condizioni sono subito apparse gravi, tanto che è stato caricato in ambulanza ed affidato alle cure dei sanitari. Ma una volta arrivato al San Paolo, è stato trasferito immediatamente a bordo dell’eliambulanza, per essere portato al policlinico Gemelli di Roma. Per lui un trauma cranico e la prognosi riservata; i medici lo hanno sedato per capire se oltre al trauma cranico possa avere delle emorragie interne.   
Stando alle prime ricostruzioni, l’operaio stava lavorando all’ultimo piano della palazzina, ad un’altezza di oltre 15 metri, nell’ambito della ristrutturazione della facciata dell’edificio. Il cantiere era aperto già da diversi giorni. A quanto pare il 53enne, al momento dell’incidente, indossava tutti i dispositivi individuali di sicurezza previsti. Il caschetto giallo di protezione, ad esempio, è stato trovato a qualche metro di distanza, sbalzato dietro un’auto in sosta proprio a seguito della caduta. Via Calisse, nel tratto compreso tra viale Baccelli e via Adua, è stata interdetta al traffico per diverse ore, per consentire agli inquirenti di eseguire tutti i rilievi del caso e soprattutto poi ai Vigili del fuoco di procedere alla messa in sicurezza dell’area e alla rimozione della gru. Proprio questo non è stato un lavoro semplice per gli uomini della Bonifazi, impegnati nelle operazioni di recupero con due autogru che hanno lavorato in contemporanea: una proprio dei Vigili del fuoco e l’altra dell’impresa Grandi Sollevamenti di Civitavecchia, intervenuta sul posto in ausilio dei pompieri. 
Il mezzo è stato chiaramente sottoposto a sequestro da parte della autorità giudiziaria che ha aperto un’inchiesta sull’incidente, con le indagini affidate ai carabinieri della Stazione di Civitavecchia Principale, diretti dal comandante Giuliano Mangoni. Già nella giornata di ieri sono stati ascoltati i primi testimoni. Sul posto si sono raccolte le dichiarazioni anche del titolare della ditta per la quale il 53enne lavora da oltre 15 anni. 
Bisognerà capire i motivi per i quali una gru di quelle dimensioni si sia ribaltata,  con il braccio completamente piegato ed il cestello schiacciato a terra. Ai carabinieri, una volta acquisite anche le relazioni dei tecnici della Asl e dei Vigili del fuoco, spettarà ricostruire l’esatta dinamica dell’incidente, e quindi chiarire se i problemi di stabilità siano stati dovuti a qualche procedura sbagliata, e quindi se vi siano o meno responsabilità, o se veramente  possa essere stato il vento a far precipitare l’operaio al suolo. 
Sulla vicenda è intervenuto anche il sindaco Antonio Cozzolino che, una volta appreso dell’incidente, ha espresso vicinanza alla famiglia dell’operaio, augurandogli una pronta guarigione. 

VIDEO 1 – VIDEO 2

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Tarquinia, amministrative 2019: il progetto di Rinnova si evolve verso più articolate forme di rappresentanza politica

TARQUINIA – Si è svolta ieri 24 ottobre presso la sede di via delle Torri una riunione del movimento Rinnova per chiarire la strada che si dovrà seguire nel prossimo futuro.
 
Rinnova nasce come movimento civico con la sua prima uscita elettorale alle elezioni per il rinnovo del consiglio dell’università agraria del 2015. Forti di quel consenso, gli esponenti sono andati avanti portando alla vittoria il Sindaco Pietro Mencarini nelle elezioni comunali del giugno 2017 e il Presidente Sergio Borzacchi a dicembre 2017.
 
"Rinnova ha lavorato nell’interesse della Città di Tarquinia, – affermano dal movimento – amministrando e operando attivamente in vari settori, continuando ad aggregare persone, forze ed idee con l’unico fine dello sviluppo della Città"
 
"Alla luce delle dimissioni del Sindaco, – spiegano dal gruppo Rinnova – al quale ci sentiamo di esprimere nuovamente un sentito grazie per l’operato svolto, riteniamo opportuno far evolvere il progetto Rinnova: in questi anni di diaspora del centrodestra, si è manifestata a livello locale una forte spinta verso il “civismo politico”, in cui il nostro movimento ha messo le proprie radici ma oggi questo fenomeno deve essere positivamente incanalato verso più articolate forme di rappresentanza, costruendo una gestione matura e responsabile, fatta di persone pronte a diventare classe dirigente e con persone che abbiano una cultura di governo e radicamento nella società civile. Siamo convinti che si deve puntare a raccogliere insieme le varie anime e partiti del centro destra sotto un tetto comune; una destra inclusiva e non discriminante, che abbia come obbiettivo quello di aggregare e trovare alleanze di governo".

"Vogliamo ribadire il nostro impegno e la nostra volontà nel proseguire a lavorare per il bene della Città di Tarquinia aprendo anche dialoghi con le nuove forze politiche presenti sul territorio.
  Siamo convinti che l’esperienza politica appena trascorsa, se pur non priva di errori, ci consenta di riprendere con maggior forza e maggiore esperienza i progetti lasciati in sospeso e che i cittadini sapranno riconoscere il valore del lavoro svolto in questi mesi sia dai consiglieri e dagli assessori comunali uscenti che l’operato delle persone che in questo gruppo hanno sempre lavorato energicamente ai progetti proposti".
 
"Lavoreremo ancora – concludono da Rinnova –  affinché gli ideali legati alle nostre radici e alle nostre tradizioni non vengano mai meno. Ed anche in questa ottica siamo pronti a lavorare anche a nuovi programmi, a nuovi progetti e al raggiungimento di nuovi obiettivi, perché il futuro e il bene della città di Tarquinia è l’unica cosa che ci sta veramente a cuore. Lasciare andare non sempre significa accettare una perdita o una sconfitta. Significa anche maturare, crescere, sviluppare nuove idee".

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

La Perla ha la sua Città della Scienza

SANTA MARINELLA – Alla presenza di moltissime autorità civili e militari e di diverse scolaresche, è stata inaugurata la Città della Scienza. Con il sindaco Pietro Tidei, c’era la figlia di Guglielmo Marconi, Elettra, i vertici dell’Aeronautica Militare il professor Livio Spinelli e tanti radioamatori. “Finalmente un vecchio ed importante progetto ha trovato la sua realizzazione – ha detto il primo cittadino – con l'inaugurazione della Città della Scienza e di Guglielmo Marconi, Santa Marinella trova la sua giusta collocazione tra tutte le città che hanno avuto l'onore di ospitare grandi personaggi che hanno fatto la storia dell'umanità. Un atto da troppo tempo dovuto a questo binomio e dei cui benefici potrà godere l'intero litorale. Lo stato di crisi, non ci deve far dimenticare che un progetto di sviluppo di una città, può trarre linfa vitale proprio da una adeguata attenzione anche all'immagine storica di quest'ultima. Un sentito grazie alla madrina dell'evento, la principessa Elettra Marconi, all'Aeronautica Militare rappresentata dal Generale del Comando Logistico Fantuzzi, al professor Livio Spinelli e tutti ai radio-amatori. All’interno del Centro Radioelettrico dell’Aeronautica a Lungomare Marconi, sono state istallate alcune stanze che ospitano materiale, attrezzature e documenti inediti, che sono la storia degli esperimenti compiuti dello scienziato italiano che, proprio a Capolinaro, ha iniziato le sue sperimentazioni sulle microonde e sul raggio laser che risultò determinante nel periodo bellico. “Un progetto – conclude Tidei – nato nel 2006, grazie anche all’Aereonatica Militare. Appena eletti, il nostro primo obiettivo e stato quello di riprendere questo progetto. Marconi realizzò esperimenti sulle micro onde che sono servite per i telefonini e la tv che vennero definiti una cosa rivoluzionaria che ha cambiato il mondo. Oggi vogliamo commemorare la sua memoria e ripartire con un progetto che consenta di ricostruire la torre usata dallo scienziato. Questo sito ha nel suo interno molte sezioni tra cui i reperti marconiani oltre a quelli su castrum novum”.

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Prevenzione del tumore al seno: mostra fotografica ‘‘Il dono’’

CERVETERI – Anche quest’anno torna Ottobre rosa la campagna di prevenzione del tumore al seno della Regione Lazio. Per l’occasione, a Cerveteri, l’associazione culturale Salotto Rosa presenta la mostra fotografica ‘Il Dono’, che vedrà protagoniste con l’esposizione dei loro scatti più significativi e rappresentativi, Cristina Duca, Elena Longarini, Federica Carbone, Francesca Ferrante, Giorgia Sidoti, Giovanna Scarpitta e Valentina Paliotta. 
All’interno della mostra fotografica verrà ospitato il quadro dell’artista Antonella Pirozzi intitolato ‘‘il dono’’.
«Recenti ricerche – ha dichiarato il sindaco Pascucci – riportano come ogni giorno, in Italia, una donna ogni quindici minuti scopre di essere malata di tumore al seno. E’ la patologia più frequente nelle donne e una su otto rischia di esserne colpita. L’iniziativa promossa dall’Associazione Salotto Rosa, alla quale rivolgo i miei complimenti per aver dato vita all’interno dei locali della nostra città ad un appuntamento su un tema così sentito e delicato, vuole proprio mantenere alta l’attenzione sull’importanza della prevenzione, anche a tutela dell’allattamento materno».
L’appuntamento è per sabato nei locali di Sala Ruspoli in Piazza Santa Maria. 
Nel pomeriggio, alle ore 18, le rappresentanti dell’associazione Salotto Rosa, assistite da persone esperte e qualificate daranno informazioni sul mese della prevenzione e su quanto essa sia importante. Interverranno, la dottoressa Paola Alessandra Mezzogori, Psicologa e arte terapeuta e la dottoressa Giovanna Todaro, ostetrica. Seguirà un piccolo aperitivo. La mostra fotografica sarà invece visitabile sin dalle ore 10.

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Stephen Hawking visto da sua figlia: «Ho sentito la voce di papà per l’ultima volta quando avevo 14 anni»

Lucy Hawking: ora so quanto coraggio ha avuto. Mi diceva di non mollare mai: «Se ti trovi in un buco nero, non arrenderti, c’è sempre un modo per uscirne»

Leggi articolo completo

@code_here@

FdI, Colosimo incontra la città

CIVITAVECCHIA – Grande successo e grande entusiasmo per l’incontro pubblico della consigliera regionale Chiara Colosimo con il circolo Almirante Frateli d’Italia di Civitavecchia. Moltissimi i cittadini che sono accorsi nella centrale sede del circolo politico per sentire le attività della consigliera e per incontrare il consigliere comunale Massimiliano Grasso, relatore insieme alla Colosimo dell’incontro-manifestazione “La voce del Territorio in Regione”.

“Abbiamo invitato Massimiliano Grasso per ribadire pieno sostegno quale candidato sindaco designato da Fratelli d’Italia, nell’ambito di una coalizione di centrodestra” ha dichiarato Paolo Iarlori, coordinatore del circolo locale. La notizia è stata accolta dagli scroscianti applausi di tutti i presenti, che hanno confermato piena condivisione della scelta di Massimiliano Grasso da parte della base FdI di Civitavecchia. “Vi ringrazio per questo affetto che mi dimostrate – ha replicato Grasso -. Io sono stato il primo a mettere in discussione la mia candidatura qualora servisse, per l’unità della coalizione a fronte di una candidatura vincente, più forte e autorevole della mia, da presentarsi entro fine novembre. Credo fortemente nell’unità del centrodestra. Attualmente però vedo logiche differenti con divisioni che sono più sul piano personale che politico. Ma sono fiducioso che alla fine prevalgano il buonsenso e la voglia di vincere. Come centrodestra siamo maturi per riprendere il governo della città e dare risposte ai cittadini. Quelle risposte che Cozzolino non è stato in grado di dare”.

L’evento è servito anche per annunciare l’ingresso in Fratelli d’Italia, oltre che del consigliere comunale Luciano Girolami, anche di Nicola De Liguori e Luigi Santecchi, che hanno fatto il loro ingresso nel direttivo del circolo Giorgio Almirante: il portavoce del circolo Paolo Iarlori ha confermato il grande successo della campagna di tesseramento del circolo, che ha già superato ampiamente i risultati del 2017, evidenziando un clima di crescente entusiasmo a Civitavecchia attorno al Partito di Giorgia Meloni.

La protagonista della manifestazione è stata, però, Chiara Colosimo, che ha illustrato con grande passione l’attivita del gruppo consiliare di Fratelli d’Italia in regione Lazio ringraziando anche Giuseppe Flacchi, giovane ma esperto politico locale che cura i rapporti con il territorio ormai da tempo.

Spunti interessanti sono emersi anche dal dibattito con i presenti: il direttivo del circolo “Giorgio Almirante” ha chiesto ed ottenuto da Chiara Colosimo l’impegno ad intervenire con una mozione per evitare l’ennesimo ed inaccettabile taglio sul corrispettivo regionale per il trasporto pubblico urbano, che la giunta Zingaretti ha preannunciato per Civitavecchia ed altri Comuni del Lazio: perché difendere il trasporto pubblico significa difendere soprattutto lavoratori, anziani e studenti, che rappresentano la maggioranza degli utenti di questo servizio pubblico essenziale.

Confermato l’impegno del Partito sul sociale, sulla sanità (con la battaglia per la difesa dei lavoratori dei Cup e per garantire maggiori risorse per poliambulatori ed ospedali), sugli usi civici (tema molto sentito a Civitavecchia e richiamato nel dibattito, per il quale Fratelli d’Italia sta lavorando ad una proposta di legge), sull’ambiente (il gruppo di Fd’I ha già presentato una mozione urgente contro la minaccia di far conferire nella discarica di Civitavecchia i rifiuti di Roma, a causa dell’inerzia del sindaco di Roma Raggi e del Governatore del Lazio Zingaretti, incapace in cinque anni di aggiornare il piano dei rifiuti risalente al 2012). Un rappresentante dei comitati contrati al forno crematorio di Civitavecchia ha consegnato inoltre a Chiara Colosimo un corposo dossier su questa discussa opera, di dimensioni straordinariamente grandi per Civitavecchia e sul cui iter realizzativo permangono moltissimi dubbi di legittimità: Chiara Colosimo si è impegnata ad approfondire la problematica attraverso una mirata attività in consiglio regionale.

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###