Ladispoli, oggi la consegna degli attestati a Torre Flavia

LADISPOLI – Una grande festa quella che si terrà oggi presso la Palude di Torre Flavia. Questa mattina, infatti, a partire dalle ore 9.45 presso il monumento naturale si terrà la consegna degli attestati a tutte le persone e associazioni che hanno contribuito alle attività di supporto per la gestione della palude. La giornata sarà aperta dall’intervento di Angelo Maria Mari, dirigente del Servizio ‘Aree protette, tutela della flora e della biodiversità’ di Città Metropolitana a cui seguiranno i saluti di Matteo Manunta, consigliere delegato della Città Metropolitana, Alessio Pascucci e Alessandro Grando, primi cittadini di Cerveteri e Ladispoli e di Filippo Moretti delegato alle aree protette per il comune di Ladispoli.

Alle consegna degli attestati prevista per le 10.30 seguirà la pulizia della spiaggia e la visita guidata all’orto botanico delle dune e ai siti di nidificazione del fratino. Prevista per le 16.00 la manifestazione per la Pace con la raccolta dei cellulari in disuso.
Soddisfatto delle attività presso la palude il responsabile Corrado Battisti:

“E’ la prima estate dal lontano 1997 che nella zona del monumento naturale non abbiamo avuto alcun atto vandalico. Questo grazie all’attività puntuale e coordinata del Nogra Guardie ecozoofile, gruppo Lipu e tutti i volontari che, attraverso un controllo continuo, hanno contribuito a dare un bel segnale. Oggi è un grande giorno per Torre Flavia perché il lavoro dei volontari e di tutte le associazioni verrà premiato”.

Il monumento naturale, come ricorda Battisti, sarà scenario di numerose iniziative nelle prossime settimane:

“Domenica 30 settembre tanti fotografi naturalisti saranno a Torre Flavia e ci aiuteranno a fare una bella pulizia della spiaggia. Insieme a 20 volontari Lipu coadiuvati da tirocinanti dell’Università della Tuscia e dai volontari continueremo, inoltre, a posizionare muretti nell’area. Dal 10 15 ottobre, conclude, ci sarà il progetto ‘isola del tesoro’: ragazzi delle scuole primarie e secondarie ci daranno una mano attraverso attività divertentissime”.

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Santa Marinella, dalla Regione un contributo straordinario che azzererà la tariffa scuolabus

SANTA MAINELLA – Dopo aver inviato una lettera all’assessorato regionale alla Ricerca e all’Università, dove chiedeva un contributo per alleviare il peso del costo dalla tariffa degli scuolabus per le famiglie meno abbienti, l’assessore alla Pubblica istruzio- ne Stefania Nardangeli ottiene soddisfazione e, con il fondo riservato al Comune di Santa Marinella, potrà esentare dal costo del trasporto pubblico dei ragazzi nelle scuole, tutte quelle famiglie che hanno una fascia di reddito fino a tremila euro. «Come promesso – dice la Nardangeli – abbiamo ottenuto un altro successo. Un piccolo grande risultato concreto a favore delle famiglie più deboli. Dopo l’incontro in Regione, abbiamo ottenuto l’impegno formale per un contributo straordinario che azzererà di fatto la tariffa scuolabus 2018/2019 calcolata dopo l’ac- cordo Comune e Sap per la fascia di reddito Isee che va da zero a tremila euro. Questo risultato ci consenti-rà di abbassare ulteriormente anche le altre tariffe, relative alle restanti fasce che vanno dai 3mila ai 10mila euro, dai 10mila ai 20mila, dai 20mila ai 30mila e la fascia che va oltre i 30mila euro, a vantaggio soprattutto delle famiglie degli alunni delle Vignac- ce, obbligati dal 2016 a trasferire i propri figli nel plesso scolastico di via Cicerone, lontano molti chilometri dalle abitazioni site a Quartaccia, Fiori, Fornacetta, Belvedere, Elcetina, Valdambrini e dintorni”. “Continua a vincere la politica dei fatti grazie all’impe- gno, alla tenacia e alla professionalità – conclude l’assessore alla pubblica istruzione – ed intanto proseguono i “lavori dignità” per il prossimo ritorno in classe degli alunni delle scuole Centro, Pirgus, Benedettine e Carducci. Seguiranno presto comunicazioni ufficiali relative alle nuove tariffe scuolabus”.

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Ponti e viadotti: audizione in Regione Lazio

CIVITAVECCHIA – Dopo il crollo del ponte Morandi a Genova, l'attenzione sulle infrastrutture e sul loro stato di salute è alta. Ieri mattina si è svolta in Regione un'audizione delle concessionarie e i gestori delle principali reti viarie regionali, compresi i tratti autostradali del Lazio, al fine di acquisire utili approfondimenti in merito allo stato di conservazione e sicurezza dei viadotti e dei ponti dislocati sul territorio regionale. Alla seduto, richiesta dal presidente della VI Commissione Lavori Pubblici, Infrastrutture, Mobilità e Trasporti del Consiglio Regionale del Lazio, Fabio Refrigeri, hanno partecipato l’assessore regionale competente Mauro Alessandri, l’amministratore delegato Autostrade per l'Italia Giovanni Castellucci, quello di Anas Gianni Vittorio Armani, l’amministratore unico di Astral Antonio Mallamo, l’amministratore delegato della Società Autostrada Tirrenica, Mario Bergamo e l’amministratore delegato della Strada dei Parchi, Cesare Ramadori. (SEGUE)

IL COMMENTO DI REFRIGERI – “Dopo i fatti di Genova – ha spiegato Refrigeri – era importante riuscire ad avere un quadro il più completo possibile delle infrastrutture nella nostra regione soprattutto quelle autostradali. Il fatto poi che a rispondere, e soprattutto a rassicurare sullo stato di salute di ponti e viadotti presenti sui principali collegamenti autostradali laziali, la Commissione siano stati gli amministratori delegati delle concessionarie in persona è una garanzia ancora maggiore per i nostri concittadini che, comprensibilmente dopo il crollo del ponte Morandi, chiedono maggiori controlli e tutele. Per questo motivo ringrazio tutti per la disponibilità e l’accuratezza delle risposte fornite. A questo primo e fondamentale incontro seguiranno altre iniziative indirizzate ad avere il quadro completo dello stato di salute dell’intero sistema infrastrutturale viario regionale: in tal senso nelle prossime settimane verrà convocata una Commissione con i Comuni e le Province dove, oltre a completare questo iter conoscitivo, si studieranno iniziative e azioni per mettere in condizione anche i Comuni più piccoli, che sono quelli che hanno maggiori difficoltà soprattutto per carenza di organico, di completare e concretizzare l’opera di monitoraggio, e ove necessario, di messa in sicurezza. A seguito delle richieste dei membri della Commissione – ha concluso Refrigeri – saranno anche convocati focus su temi specifici dove approfondire singole problematiche, come ad esempio la necessità di riuscire ad avere un quadro unitario e completo delle opere da realizzare con il relativo fabbisogno finanziario in modo da essere in grado di poter pianificare gli interventi secondo criteri di necessità e urgenza”. (Agg. 05/09 ore 13.57)

LA SITUAZIONE A CIVITAVECCHIA – A chiarire quale sia la situazione sul territorio comunale – dove in questi giorni il Comune è impegnato in un monitoraggio di ponti e viadotti – è stato il consigliere regionale Devid Porrello, che ha partecipato alla riunione chiedendo che la Regione venga aggiornata attraverso screening continui sulle manutenzioni effettuate. "Anas ci ha tranquillizzato – ha spiegato Porrello – sulla manutenzione trimestrale che viene eseguita sui viadotti, concentrando le criticità nel sud del Lazio. Nel territorio di Civitavecchia non abbiamo grossi problemi, anzi gli indici di solidità e manutenzione sono buoni". Nessun problema anche con la Sat, soprattutto perché il tratto di autostrada interessato – che comprende due ponti e due viadotti – è stato collaudato nel 2016. "Autostrade ha qualche criticità – ha concluso Porrello – ma anche in questo caso non sulla A12". 

 

 

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Tassa di ingresso: nessuno paga

CIVITAVECCHIA – La polizia locale di Civitavecchia, coordinata dal comandante Pietro Cucumile, ha eseguito un nuovo servizio specifico di controllo del territorio durante la mattinata di ieri, al fine di verificare il rispetto delle norme sulla circolazione da parte delle società e imprese che utilizzano gli autobus per il trasporto dei crocieristi da e per il porto di Civitavecchia.

Dopo circa due ore di controlli è emerso un quadro di totale violazione della normativa sulla tassa di ingresso. Infatti, di circa 82 autobus soggetti a controllo, solo per 3 di loro risulta agli atti del Comando di polizia locale la comunicazione di transito e la trasmissione della relativa ricevuta di pagamento della tassa di ingresso. A fronte di una tale situazione, seguiranno ulteriori controlli, coinvolgendo anche altri organi di polizia e rafforzando la sinergia con l’Autorità di sistema portuale per la verifica dei vettori che abbiano accesso al porto, anche per il recupero del pregresso.
 

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Sport per tutti nelle piazze di Tarquinia

TARQUINIA – Tutto pronto: oggi Tarquinia si prepara a vivere la propria festa dello Sport e della Creatività, grazie a  ‘‘Io Pittore per Caso #sportedition’’ e, sino a tarda sera, la Notte Bianca dello Sport, organizzata in collaborazione con il Coni Lazio.
Ecco in breve il programma degli appuntamenti per una manifestazione molto ricca che diverrà un grande contenitore di stimoli e divertimento per tutte le età. 
Alle ore 17, al via lungo Corso Vittorio Emanuele la distribuzione dei fogli e dei colori per i bambini per l’edizione 2018 di Io Pittore per Caso: tema della giornata, naturalmente, lo sport, con i piccoli che potranno riprodurre il loro sport-cartoon preferito. Contemporaneamente, al via il concorso di pittura estemporanea in piazza Cavour, che proseguirà sino alle 20 con i giurati che seguiranno le operazioni per poi sancire, alla fine, il vincitore.
La premiazione si svolgerà in serata, quando sul palco allestito in piazza Matteotti saliranno le autorità cittadine e il presidente del Coni Lazio, per celebrare non solo i pittori, ma anche le associazioni sportive impegnate in strada per presentare le proprie discipline.
Dal pomeriggio, infatti, in nove differenti piazze cittadine sarà possibile praticare e sperimentare vari sport, sia grazie alle associazioni tarquiniesi sia ai tecnici federali del Coni che porteranno alcune specialità non presenti nel panorama sportivo tarquiniese.
E ancora musica, animazione, gonfiabili, mercatini, truccabimbi: un enorme villaggio grande quasi come tutto il centro storico pronto ad animarsi sino a tarda serata.
‘‘Io Pittore per Caso #sportedition e la Notte Bianca dello Sport sono organizzati dall’assessore alle Politiche Giovanili del Comune di Tarquinia, Manuel Catini, dal delegato allo Sport, Stefano Zacchini, dall’assessore alla Cultura e Spettacolo, Martina Tosoni, dal delegato al Commercio, Stefania Ziccardi, dal Coni – Comitato Regionale Lazio, dal Centro di Aggregazione Giovanile e dalla cooperativa Alicenova. Un lavoro  di squadra come ribadito nel corso della presentazione della manifestazione avvenuta nei giorni scorsi con i vari assessorati che si sono uniti per alzare la qualità di un evento che promette grandi risultati in termini di visibilità per il territorio e di partecipazione. 

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Sport per tutti nelle piazze di Tarquinia

TARQUINIA – Tutto pronto: oggi Tarquinia si prepara a vivere la propria festa dello Sport e della Creatività, grazie a  ‘‘Io Pittore per Caso #sportedition’’ e, sino a tarda sera, la Notte Bianca dello Sport, organizzata in collaborazione con il Coni Lazio.
Ecco in breve il programma degli appuntamenti per una manifestazione molto ricca che diverrà un grande contenitore di stimoli e divertimento per tutte le età. 
Alle ore 17, al via lungo Corso Vittorio Emanuele la distribuzione dei fogli e dei colori per i bambini per l’edizione 2018 di Io Pittore per Caso: tema della giornata, naturalmente, lo sport, con i piccoli che potranno riprodurre il loro sport-cartoon preferito. Contemporaneamente, al via il concorso di pittura estemporanea in piazza Cavour, che proseguirà sino alle 20 con i giurati che seguiranno le operazioni per poi sancire, alla fine, il vincitore.
La premiazione si svolgerà in serata, quando sul palco allestito in piazza Matteotti saliranno le autorità cittadine e il presidente del Coni Lazio, per celebrare non solo i pittori, ma anche le associazioni sportive impegnate in strada per presentare le proprie discipline.
Dal pomeriggio, infatti, in nove differenti piazze cittadine sarà possibile praticare e sperimentare vari sport, sia grazie alle associazioni tarquiniesi sia ai tecnici federali del Coni che porteranno alcune specialità non presenti nel panorama sportivo tarquiniese.
E ancora musica, animazione, gonfiabili, mercatini, truccabimbi: un enorme villaggio grande quasi come tutto il centro storico pronto ad animarsi sino a tarda serata.
‘‘Io Pittore per Caso #sportedition e la Notte Bianca dello Sport sono organizzati dall’assessore alle Politiche Giovanili del Comune di Tarquinia, Manuel Catini, dal delegato allo Sport, Stefano Zacchini, dall’assessore alla Cultura e Spettacolo, Martina Tosoni, dal delegato al Commercio, Stefania Ziccardi, dal Coni – Comitato Regionale Lazio, dal Centro di Aggregazione Giovanile e dalla cooperativa Alicenova. Un lavoro  di squadra come ribadito nel corso della presentazione della manifestazione avvenuta nei giorni scorsi con i vari assessorati che si sono uniti per alzare la qualità di un evento che promette grandi risultati in termini di visibilità per il territorio e di partecipazione. 

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Calvo: ''Le dichiarazioni della maggioranza deboli e contraddittorie'' 

SANTA MARINELLA – Il rappresentante in consiglio comunale della Lega, Massimiliano Calvo, lancia accuse alla giunta Tidei, tacciata di non saper gestire le attività amministrative se non aumentando le tasse. «Le assurde tariffe dello scuolabus revisionate solo qualche giorno fa – dice Calvo – sono state il primo segnale delle scelte della giunta Tidei, e sono certo ne seguiranno altre ancora più dolorose dal punto di vista economico. Le dichiarazioni della sua maggioranza, appaiono deboli e contraddittorie per giustificare la scelta politica di attuare il default, cosa che potevano evitare con un piano di riequilibrio, il quale avrebbe evitato misure economiche drastiche. I fatti sono fatti, le chiacchiere servono a giustificare l’incapacità di gestire il momento. Ora la colpa viene data al fondo di solidarietà, prima era l’incapacità della vecchia amministrazione. Il fondo di solidarietà esiste da sei anni grazie alla legge propinata dal governo Monti prima e dai governi Letta e Renzi poi. Singolare che in alcuni casi si propone la revoca dei contratti ed in altri si aumentano le tariffe ai cittadini. Se come affermano il servizio gestito dal Comune costa meno, revocassero l’appalto in essere o predispongano la gestione interna del servizio. Con un po’ di serio lavoro ci potrebbero riuscire, ma così non è perché, bilanci alla mano, il servizio gestito internamente aveva lo stesso identico costo dell’attuale, anzi con difficolta in più da parte del Comune. A partire dal parco autobus che era obsoleto e fatiscente. Ed il costo di investimento per l’acquisizione dei mezzi ben più importante dell’attuale. Solite scuse, di coloro che tre mesi fa annunciavano «noi lo sappiamo fare», oggi potremmo già dire «cosi lo sapevano fare tutti». Dove sono finiti i soldi della Regione tanto decantati in campagna elettorale? Evidente che il nuovo progetto è già minato dal pentimento dei cittadini, delusi di aver dato fiducia a chi li sta tradendo. In passato si è deciso di far soffrire le casse comunali per non far soffrire le tasche dei cittadini. Oggi la politica del Pd è l’esatto opposto, facendo pagare le fasce più deboli con Isee pari a zero e minando la dignità delle famiglie e dei loro figli. «Dopo due mesi – conclude Calvo – abbiamo solo atti contro i cittadini, il default, le imposte al massimo. Sarebbe opportuno che comincino a dimostrare se sono in grado di fare altro, oltre che incarnare le gesta dello sceriffo di Nottingham».

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

''Una barca rimessa in condizioni di galleggiare''

S. MARINELLA – Dagli uffici della segreteria del sindaco si punta a diffondere una informazione che sia più vicina alla realtà dei fatti, che non quella che esternano gli internauti su facebook. La nuova giunta ci tiene a far conoscere alla cittadinanza le cose fatte per risolvere gli annosi problemi che hanno portato il Comune al dissesto e per pubblicizzare le attività svolta negli ultimi due mesi, lascia campo ad un suo rappresentante, con il compito di postare sui social network messaggi indirizzati a far conoscere la verità. «C’è ancora molto lavoro da fare poco tempo a disposizione – spiega Fabio Angeloni – c’è da dire subito che il bilancio sta in piedi perché i colossali debiti sono stati gettati alle spalle e saranno gestiti dai tre commissari di governo. La commissaria prefettizia aveva lasciato una bozza di bilancio 2018 con un deficit tra entrate e uscite di tre milioni di euro, il lavoro di questi giorni estivi ha portato a definire un bilancio che è comunque di emergenza. Basti pensare che per tappare le buche ci sono appena 25 mila euro. Sui tre milioni trovati, va detto che la metà sono nuove entrate ed il grosso lo fa l’addizionale Irpef che, per legge, in caso di dissesto, viene portata al massimo. Un’ altra metà viene dai primi tagli, mai lineari, ma per minori spese per il personale, e soprattutto dalla revisione dei contratti di fornitura. Vi sembra normale che per l’informatica il Comune dovrebbe spendere più di 1500 euro l’anno per dipendente? Non sono state toccate le spese per il sociale, in gran parte la revisione è possibile proprio partendo dal dissesto che certifica una situazione di fatto, il Comune non ha i soldi per reggere gli impegni presi dalla precedente giunta spendacciona ed arrogante». «Nel 2019 ci sarà la ripresa – fa sapere Angeloni – ma seguiranno altri tagli ed altre economie a cominciare dalle partecipate. Vi sembra normale che un’ora di lavoro di una donna delle pulizie costi 25 euro? O che in un Comune che conta 92 dipendenti, ci siano 13 servizi ed altrettanti capi con indennità, e 50 tra servizi e uffici? Quindi fa bene il sindaco a sottolineare che la barca è stata rimessa in condizioni di galleggiamento. Ora deve riaccendere i motori, uscire dalle secche e riprendere il mare aperto ma non è una manovra affatto facile”. «Due considerazioni finali – conclude Angeloni – quello ereditato non è solo un Comune in dissesto, ma un vero e proprio disastro finanziario, un caos scientifico. Seconda considerazione, chi dice che il dissesto si poteva evitare, o è in malafede o è assolutamente fuori di testa, e questo è bene che i cittadini lo sappiano, magari in futuro se lo ricorderanno pure».

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Viterbo, ritrovamento ordigno bellico: sabato 1 settembre evacuazione dell'area compresa nel raggio di sgombero

VITERBO – Lo scorso 24 agosto, nell’area antistante il Comando 1° Rg. Antares Aeroporto Militare T. Fabbri di Viterbo, è stato segnalato il  rinvenimento di un ordigno bellico inesploso risalente all'ultimo conflitto mondiale, che allo stato attuale è stato posto in condizioni di sicurezza.

Conseguentemente il prefetto ha indetto varie riunioni di coordinamento alle quali hanno partecipato ,   oltre al 6° Reggimento Genio Pionieri, i rappresentanti dell’Agenzia  Regionale Protezione Civile, Provincia, Comune, Questura, Comando Provinciale dell'Arma dei Carabinieri, Guardia di Finanza, Comando Aves Esercito, Scuola Marescialli A.M., Stazione Carabinieri A.M., Vigili del Fuoco, Polizia Stradale, Polizia Locale, ASL, ARES 118, CRI,  Anas Compartimento Lazio,   Telecom Italia, E-distribuzione, Cotral, Talete, 2i rete gas, SNAM, Misericordia di Viterbo, durante le quali sono stati esaminati e concordati gli specifici interventi di competenza di ciascun ente per lo svolgimento in sicurezza delle operazioni di bonifica.

Nell’occasione inoltre è emersa l’urgenza di dover procedere quanto prima  alle operazioni di bonifica e brillamento, sia per  la peculiare ubicazione dell’ordigno che ha costretto il Comando Scuola Marescialli ad interdire l’utilizzo di alcuni uffici, sia per la prossimità della nota festività di S. Rosa che vede la partecipazione di un notevole flusso di turisti e che pertanto la data  più opportuna per svolgere in sicurezza  le operazioni di bonifica è stata individuata nel giorno 1 settembre 2018, a partire dalle ore 6,30 con l’inizio dell’evacuazione (fase che dovrà concludersi entro le 8,30), dalle ore 10 seguiranno le operazioni di disinnesco e brillamento dell’ordigno.

L'intera operazione dovrebbe concludersi tra le 12,30 e le 13,30. Nel frattempo l'intera area sarà opportunamente presidiata dalle forze dell'ordine. Come previsto dal piano di sicurezza del Comune di Viterbo, che ha attivato il Centro Operativo Comunale, "la struttura di ricovero" è stata individuata presso la scuola A. Volta. Tale luogo potrà essere raggiunto tramite bus navetta, messi a disposizione dal Comune di Viterbo, con partenza dall'area di ritrovo della popolazione, ubicata nei pressi dell'ingresso della clinica Santa Teresa. Il servizio navetta si interromperà alle ore 8,15, orario in cui anche l'area della stessa struttura sanitaria non sarà più sicura. Tutte le persone che dovranno evacuare l'area saranno ovviamente libere di scegliere se raggiungere autonomamente o con il bus navetta la struttura di accoglienza, oppure optare per altre destinazioni che non rientrano nell'area interessata dalle misure di sicurezza. Al termine dell'operazione, quando l'area sarà nuovamente sicura, la navetta garantirà il percorso inverso.

Per quanto riguarda i cittadini diversamente abili, gli anziani e tutte quelle persone con difficoltà motorie, impossibilitate fisicamente a raggiungere l'area di ritrovo (clinica Santa Teresa), sarà a disposizione un servizio di trasporto, a cura del settore Servizi sociali del Comune di Viterbo, che trasporterà l'utente dal proprio domicilio alla struttura di ricovero in via A. Volta e, una volta cessata l'emergenza, provvederà a riaccompagnare a casa le stesse persone che hanno beneficiato del servizio di andata.  Per richiedere tale servizio è necessario contattare il numero 0761 348 587 (oggi 30 agosto dalle ore 15 alle ore 18 e domani 31 agosto dalle ore 8 alle ore 20).

Complessivamente si tratta di un’operazione che comporterà l’evacuazione di  un numero cospicuo di persone considerato che nell’area, compresa in un raggio di 1572 mt dal luogo del ritrovamento dell’ordigno,  insistono oltre ad attività commerciali e civili abitazioni  anche altre strutture a vario titolo ricettive. Sarà interdetta la circolazione stradale in un tratto della SS 675, della SP Tuscanese e su alcune strade comunali.

Sarà attivato dal prefetto il  Centro Coordinamento Soccorsi per coordinare l’intera attività. Nelle prossime ore verranno fornite ulteriori informazioni, tra cui l'elenco completo delle vie interessate, notizie sulla fornitura di energia elettrica e gas nelle ore dell'intervento, indicazioni sui comportamenti da tenere, disposizioni in merito alla circolazione veicolare. Tutte le notizie ufficiali saranno fornite e veicolate dall'Ufficio Stampa del Comune di Viterbo, di concerto con la Prefettura.

Tutti gli aggiornamenti saranno consultabili sulla pagina istituzionale Fb Comune di Viterbo Informa, sul sito dell'ente www.comune.viterbo.it e sul sito della Prefettura di Viterbo www.prefettura.it/viterbo .

 

 

 

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Tassa d’ingresso: largo all’illegalita

CIVITAVECCHIA – La polizia locale di Civitavecchia, coordinata dal comandante  Pietro Cucumile, ha eseguito un servizio specifico di controllo del territorio durante la mattinata del 15 agosto, al fine di verificare il rispetto delle norme sulla circolazione da parte delle società e imprese che utilizzano gli autobus per il trasporto dei crocieristi da e per il porto di Civitavecchia.

Dopo circa due ore di controlli, è emerso un quadro di pressoché totale violazione della normativa sulla tassa di ingresso. Infatti, di circa 80 autobus soggetti a controllo, solo per tre di loro risulta agli atti del Comando di polizia locale la comunicazione di transito e la trasmissione della relativa ricevuta di pagamento della tassa di ingresso.

“A fronte di una tale situazione ha confermato il primo dirigente – seguiranno ulteriori controlli, coinvolgendo anche altri organi di polizia e rafforzando la sinergia con l’ADSP per la verifica dei vettori che abbiano accesso al porto”.

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###