Csl Soccer su Elhadji Diakhoumpa

di MATTEO CECCACCI

Il calciomercato locale sta entrando sempre più nel vivo e i vari innesti, addii e trasferimenti delle squadre cittadine ne sono l’assoluta conferma. Protagonista di giornata questa volta è la Csl Soccer del presidente Vitaliano Villotti che è andata a pescare addirittura in Piemonte gli eventuali talenti da acquistare e portare in rosa. Dopo la trattativa sfumata del difensore siciliano Alfonso Cipolla, in forza al Mazara, la società ha deciso di puntare tutto il piatto su un under di spessore che porta il nome di Papa Elhadji Diakhoumpa: pregiato difensore africano di diciotto anni militante nella Primavera del Torino allenata da Moreno Longo anche se nell’ultimo mese ha giocato in prestito in un’importante squadra di Eccellenza veneta. Papa Elhadji Diakhoumpa è approdato in città nel primo pomeriggio di ieri, poi si è recato con i vertici societari al campo Gagliardini per sostenere il primo allenamento in maglia rossoblu. Il giovane si fermerà a Civitavecchia tutta la settimana per continuare le sedute d’allenamento dirette da mister Fracassa. Riguardo l’acquisizione del calciatore, ancora da decidere se a titolo temporaneo o definitivo, si dovranno attendere almeno altri due giorni.
«Per la nostra retroguardia – spiega il direttore sportivo Daniel D’Aponte – sarebbe un innesto eccezionale».
Il team rossoblu intanto è anche sulle tracce dell’ex Cristopher Petrini che essendo svincolato dal Flaminia potrebbe tornare. Nel frattempo hanno lasciato la rosa Daniele De Felici, Luca Bresciani, Alessio Nunziata e Davide De Fazi per accasarsi rispettivamente al San Lorenzo Nuovo, Manciano, Allumiere e Tolfa.

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Flavioni, ultima chance dell’anno

di MATTEO CECCACCI

Chiudere il girone d’andata almeno con un sorriso: questo è l’obiettivo della Flavioni Handball Civitavecchia nel match valevole per la 9^ giornata del campionato di pallamano femminile di serie A1. Le gialloblu della presidentesse Lola Gorla domani alle 16.30 al PalaSport affronteranno le romagnole del Casalgrande Padana del tecnico Yassine Lassouli per uno scontro diretto a tutti gli effetti. Le casalgrandesi, reduci dalla bellissima vittoria nel derby per 27-24 ai danni dell’Ariosto Ferrara, hanno conquistato il secondo successo stagionale dopo quello ottenuto in casa del Leno il 22 settembre scorso e attualmente stazionano al penultimo posto con quattro lunghezze all’attivo in compagnia del Cassano Magnago e Leno. Le biancorosse inoltre hanno recentemente realizzato un acquisto coi fiocchi che porta il nome del centrale della Nazionale italiana Irene Fanton che già la scorsa settimana si è contraddistinta nella partita interna con l’Ariosto.
Riguardo il team di coach Patrizio Pacifico mancheranno due fondamentali pedine come l’ala sinistra Francesca Fanelli, assente per motivi di salute, e il centrale Mara Bonamano, ancora infortunata. Le civitavecchiesi, quindi, sono chiamate ad una sorta di impresa non facile da realizzare, ma capitan Maruzzella e compagne cercheranno di dare il massimo come sempre, approfittando anche del rientro dell’italo-romena Alexandra Ravasz che è tornata dalla Sicilia già da due settimane riprendendo a pieno ritmo le sedute d’allenamento.
Una partita, dunque, tutta da seguire perché gli ingredienti per assistere a 60’ intensi ci sono tutti, d’altronde l’occasione per conquistare i primi due punti tanto attesi dal popolo ‘‘parassita’’ è molto ghiotta e chiudere col sorriso  la prima fase della stagione sarebbe il top, per poi tornare il 12 gennaio più carichi che mai cercando di iniziare il girone di ritorno nel migliore dei modi che si aprirà con la sfida interna contro il Cassano Magnago.
«Vedo il gruppo – spiega l’assente della gara Mara Bonamano – molto compatto e abbiamo buone possibilità per vincere. Riguardo la mia situazione infortunio dipende dalla visita che avrò tra pochi giorni, ma la certezza è che rientrerò sicuramente ad anno nuovo».

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Palestra, l’ok del ministro dopo un impegno forte della giunta

ALLUMIERE – Altro bersaglio centrato dall’amministrazione comunale di Allumiere: la giunta Pasquini è riuscita, infatti, a far approvare il suo progetto per la riqualificazione e la ristrutturazione della palestra comunale. Il progetto era stato già presentato all’interno del fondo ministeriale per lo sport aperto lo scorso anno, ma non era rientrato tra le opere beneficiarie di finanziamento. Il sindaco e il suo team, certi della validità dell’idea, hanno scelto di riproporlo e ridiscuterlo con il nuovo ministro riuscendo questa volta a rientrare nella lista della seconda annualità di finanziamento «Purtroppo in un primo momento con il ministro Lotti, a cui va il merito dell’istituzione di questo fondo importantissimo per le strutture sportive periferiche, fu escluso. Oggi la nostra amministrazione, interagendo con il ministero, è riuscita rientrare nel nuovo elenco dei progetti finanziati – spiega entusiasta il primo cittadino Antonio Pasquini – lo scorso mese abbiamo lavorato molto per presentare un intervento forte e deciso con cui siamo riusciti a far percepire la bontà, anzi, la necessità, di un progetto come questo per una comunità come Allumiere. L’importanza della riqualificazione e della messa a norma della palestra era una delle esigenze emerse ben prima della nostra elezione, durante la campagna elettorale, confrontandoci con la dirigenza dell’ASV Allumiere e siamo ben felici di poter dare risposta alle richieste di un’associazione storica che rappresenta da anni un valore aggiunto per la comunità». Il finanziamento cui il Comune di Allumiere ha avuto accesso è erogato dal Fondo ‘’Sport e Periferie’’ del Consiglio dei Ministri finalizzato alla rigenerazione e alla realizzazione di impianti sportivi favorendone l’adeguamento alle normative e la maggiore fruibilità. Il fondo viene amministrato dal Coni e quella corrente è la sua seconda annualità. Il finanziamento destinato alla palestra di Allumiere ammonterà a circa 345mila euro con cui saranno realizzati diversi importanti interventi sulla struttura già esistente. Sono previste azioni per dotare la palestra di un parcheggio e di una pavimentazione esterna nonché di una recinzione perimetrale. L’accessibilità sarà garantita con l’abbattimento delle barriere architettoniche e non mancherà la sicurezza col nuovo sistema antincendio di cui la palestra sarà dotata. I principali interventi interni vedranno la realizzazione di un migliorato impianto di illuminazione e l’adeguamento del sistema di smaltimento delle acque cui seguirà la ristrutturazione degli spogliatoi. La punta di diamante di questo progetto è certamente la nuova tribuna telescopica a lungo desiderata da pubblico e atleti. Questa consentirà di sopperire alla grave mancanza degli spalti che fino ad ora aveva costretto gli spettatori degli incontri pallavolistici a seguire i match in piedi o su sedute di fortuna. Grande soddisfazione espressa dal delegato allo Sport, Gabriele Volpi, il quale ha seguito il progetto.  «Ringrazio tutta la squadra: l’ASV Allumiere, gli uffici comunali e in particolar modo i tecnici Mencarelli e Vela che con me hanno definito il progetto dell’impianto polivalente. Grazie a questo fondo riusciremo a garantire alla popolazione di Allumiere che utilizza la struttura un luogo più sicuro in cui fare sport e fare comunità e a tutta la popolazione una struttura dignitosa che potrà essere luogo anche di nuove future iniziative – dichiara il delegato Volpi e continua – la palestra e il Campo Sportivo della Cavaccia sono due siti che in molti ci invidiano. Bisogna continuare a valorizzarli e investire su di essi. Il via libera della Regione allo spostamento dell’isola ecologica potrebbe consentire l’ampiamento del campo sportivo e speriamo di collegare le due strutture con una pista ciclo-pedonale sulla cui progettazione stiamo lavorando». Intanto l’amministrazione comunale, in collaborazione col Gruppo Podistico Monti della Tolfa ‘’L’Airone’’, stanno preparando la seconda edizione della gara podistica ‘’Corsa dei Faggi’’ prevista per il 6 gennaio tra l’abitato e i boschi di Allumiere».

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Porto, Gino De Paolis guarda al futuro con ottimismo

CIVITAVECCHIA – "Se qualche mese fa il porto sembrava destinato ad uso esclusivo del crocerismo, oggi le prospettive si sono completamente modificate. Siamo all’attimo fuggente, nel quale ogni parte in causa deve dare il proprio contributo per un impulso forse mai avuto per il porto di Civitavecchia". Ne è convinto Gino De Paolis, consigliere Lista Civica Zingaretti alla Regione Lazio

"Ci sono ad oggii 195 milioni di euro investiti dalla Bei per il completamento della darsena servizi, traghetti e connessioni viarie – ha ricordato De Paolis – c’è la Darsena grandi masse tornata, dopo anni di contenzioso, nella disponibilità dell’Autorità di sistema portuale. Un fatto importantissimo, perché consente da un lato alla Autorità e dall’altro agli investitori di avere un quadro amministrativo certo su cui fare strategia e riversare interessi e risorse; ci sono le vertenze Enel, Cfft ed Rtc che sono ancora in corso ma che vedono le parti sedute assieme per raggiungere la migliore risoluzione possibile; c’è la Zona logistica semplificata per cui la Regione si è impegnata a lavorare per sburocratizzare e velocizzare il movimento delle merci; c’è la dichiarazione di Zingaretti sulla Cinelli – Monteromano che fissa per la fine di dicembre il completamento della strada. Su questo abbiamo tante volte insistito sull’importanza strategica dell’opera e insistiamo ancora sul trovare soluzioni ottimali per arrivare al completamento di tutta la Orte- Civitavecchia in tempi brevissimi. Ecco quindi perché ha concluso il consigliere regionale – il quadro è completamente cambiato rispetto a qualche mese fa. La determinazione espressa dall'Autorità di Sistema portuale, con il presidente Di Maio, la convinzione del Presidente della Regione Zingaretti circa la funzione strategica del Porto, il Comune di Civitavecchia che ha fatto la sua parte sulle vertenze, i sindacati impegnati sui diritti, sul lavoro e sullo sviluppo, la politica tutta schierata per un effettivo rilancio di una risorsa così importante per tutta la Regione, saranno la chiave per una svolta. Non è più il tempo delle polemiche, ma quello della responsabilità negli interessi della collettività. È l'attimo fuggente appunto, che non possiamo farci scappar". 

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

La Snc intensifica il lavoro

di MARCO GRANDE

Serie ripetute di vasche per allenare fiato e resistenza fisica, con la fatica che si sente bracciata dopo bracciata, come è inevitabile che sia, essendo solo agli albori della preparazione.
Trascorrono in questo modo i primi giorni di raduno della Snc, che dal 17 settembre scende costantemente in acqua cinque volte a settimana, con l’obiettivo di preparare al meglio la nuova stagione agonistica. 
Concentrazione e impegno sono alla base di queste prime sedute, con i giocatori che cercano sin da subito di mettersi in mostra, senza trascurare nessun dettaglio. Lo spirito sembra essere quello di un gruppo che quest’anno vuole essere una delle rivelazioni del campionato, indipendentemente dalla conquista dei playoff o meno.
Il tecnico Pagliarini, intanto, ha spiegato l’importanza dell’aspetto aerobico in questa fase iniziale di allenamento. «Siamo solo alla seconda settimana di preparazione e i ragazzi sono stati fermi abbastanza – esordisce – quindi iniziamo il lavoro con tranquillità proprio per evitare degli infortuni». 
C’è tempo, dunque, per affinare la tecnica individuale, cosi come per gli esercizi in palestra, che probabilmente inizieranno nel corso della prossima settimana. In attesa che la federazione definisca il calendario della nuova stagione, con la compagine civitavecchiese che dopo anni si appresta a concorrere nel girone Nord, l’aria che si respira al Pala Enel Marco Galli è di ottimismo e ambizione. Gli uomini di Patron D’Ottavio, infatti, vogliono farsi trovare pronti per l’inizio del campionato, atteso per la fine di novembre. La squadra potrà contare anche sull’esperienza del classe 1990 Gianluca Muneroni, che ritorna al servizio della causa rossoceleste dopo l’esperienza in Serie B con la calotta del Tyrsenia. Proprio l’attaccante nato a Civitavecchia ne ha approfittato per fare il punto della situazione sulla sua squadra.
«La mia è una scelta di cuore – esordisce il mancino – in quanto sono nato in questa città e fin dallo scorso anno avevo pensato di tornare. Mi sono reso conto che ancora posso dire molto in serie A2 e sono contento di potermi esprimere in questo contesto».
Quanto agli scopi personali, un po’ come il suo compagno Simeoni, Gianluca vorrebbe far crescere i giovani e permettere loro di disputare un campionato dignitoso. Per quanto riguarda gli obiettivi di squadra, invece, si auspica l’approdo ai playoff.
Da parte sua non mancano neanche delle parole di stima nei confronti del suo allenatore Pagliarini, che definisce una figura importante a bordo vasca, nonchè persona con una grande esperienza professionale da mettere al servizio del gruppo.
Delle parole incoraggianti sono rivolte anche agli altri nuovi arrivati come Echenique, Simeoni e il giovane portiere Pinci.
«Daniele è una sicurezza, un giocatore di gran valore, mentre Mirko è un giovane di buona prospettiva che avrà l’opportunità di dimostrare il suo potenziale; Echenique invece sarà una scommessa».
Muneroni non ha dubbi sul campionato, a prescindere dall’esito con cui in primavera si concluderà,  ma è sicuro che i suoi compagni s’impegneranno per strapare intense emozioni al pubblico cittadino.

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Vecchia: via Simmi, ecco Verdicchio

di MATTEO CECCACCI

Sembra di rivivere la stessa situazione che accadde esattamente il primo agosto scorso quando, dopo la rottura del crociato di bomber Cerroni avvenuta la sera del 24 luglio, il giorno dopo c’era già il sostituto, ovvero il pregiato centravanti Lorenzo Serafini. La stessa cosa è successa in settimana, ma con una sola differenza: nessuno infortunato, bensì una richiesta di svincolo. Trattasi del difensore classe 1992 Gianluca Simmi che per motivi lavorativi si è trovato costretto a chiedere lo svincolo, dopo aver stilato la firma del contratto l’11 luglio scorso insieme all’attaccante Alessio Moneti. La società del Civitavecchia Calcio 1920, seppur con animo dispiaciuto, ha dovuto obbligatoriamente andare incontro al calciatore concedendogli immediatamente lo svincolo, ma senza perdere tempo, perché poche ore dopo il club si è messo subito al lavoro per cercare un degno sostituto di Simmi. Così si è arrivati all’acquisto del ventunenne nativo di Maddaloni, città in provincia di Caserta Luigi ‘‘Gigi’’ Verdicchio: forte difensore centrale con esperienze importanti e significative, partendo dalle giovanili con Savio, Lazio e Latina, passando agli anni trascorsi con Poggibonsi e Chieti, arrivando all’ultima annata in serie D con l’AltoVicentino, società fallita lo scorso anno. Verdicchio ha già firmato con la società nerazzurra e ha anche esordito negli ultimi 15’ finali domenica scorsa alla Cavaccia durante il match con l’Atletico Vescovio, vinto 5-2.
«Sono molto felice – esordisce il giovane Gigi Verdicchio – di aver firmato per una società così importante come il Civitavecchia Calcio 1920: quando mi ha contattato il direttore sportivo mi ha convinto subito e non ci ho pensato due volte ad accettare. Il gruppo è buono, mi è parso di capire in queste prime sedute di allenamento che il roster è molto tecnico e possiamo fare grandi cose. Non nego – conclude il classe ‘97 – che ho molta voglia di riscatto e farò di tutto per farmi valere fino all’ultima partita».

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Cestistica, obiettivo Serie B

di ALESSIO ALESSI

La Cestistica Civitavecchia ha iniziato a correre: obiettivo Serie B. Una squadra in missione verrebbe da dire, impegnata in prima linea sul fronte ormai da tre anni. Nelle ultime stagioni la Stemar 90 ha sempre raggiunto i playoff di C Gold e lottato fino alla fine per centrare il salto di categoria, mancato sempre per poco. La dirigenza rossonera, nonostante la crisi economica che attanaglia la maggior parte delle realtà sportive nazionali, ha fatto un lavoro incredibile, regalando ai propri tifosi delle annate esaltanti; ora, però, manca la ciliegina sulla torta. Le risorse sono esigue, ma la sagacia del direttore sportivo Maurizio Campogiani e l’occhio chirurgico del tecnico Lorenzo Cecchini hanno portato in riva al Tirreno giocatori importanti anche quest’anno, creando un roster attrezzato e coperto in tutti i ruoli. Alla Riccucci sono infatti approdati atleti duttili, capaci di giocare in più zone del campo: Di Crisostomo, Foulds, Manetti e Gattesco. 
«Abbiamo iniziato la preparazione il 22 agosto – spiega coach Cecchini – con una settimana di atletica, poi siamo passati a sedute di basket, pesi, ancora atletica e costruzione del gioco sul campo. I nuovi si stanno inserendo bene e sono positivo in chiave campionato, in quanto saremo in grado di mettere in campo una squadra completa in tutti i reparti e con maggiore imprevedibilità rispetto al passato. La prima amichevole l’abbiamo disputata in casa del Fabriano che milita in Serie B e tutto sommato ci siamo comportati bene. Domenica – conclude l’allenatore rossonero – ci attende la sfida contro Alfa Omega; un ottimo test». 

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

L’attesa è finita

Prende il via domani mattina il campionato di Promozione, dove sono inserite ben sette formazioni del nostro comprensorio. CPC, Santa Marinella, Corneto Tarquinia, Csl, Cerveteri, Atletico Ladispoli e Tolfa, saranno queste società a rendere più interessante un torneo che sarà molto intenso e con diversi derby tra squadre della stessa città. 
Per quel che riguarda la CPC2005, la compagine rosso portuale esordirà alle 16 sul campo della Vigor Acquapendente. È stata una prestagione lunga per gli uomini di Caputo, con il via alla preparazione datata 25 luglio. Reduci da sette amichevoli, dove i tre punti erano solo virtuali, e a compenso di quanto fatto nelle sedute degli allenamenti, ora i portuali iniziano a far sul serio. Squadra rivoluzionata in lungo e largo dal ds Sandro Fabietti, tanti i giocatori di spessore che vestiranno la maglia della Roja e a cui non si chiede nulla se non quanto hanno nelle loro possibilità, e con mister Caputo che ha messo sul piatto l’enorme esperienza, la dedizione al lavoro e il sacrificio di tutti per un campionato con la C maiuscola. Per l’occasione il tecnico proporrà la squadra provata nell’ultima amichevole. 
Anche il Santa Marinella inizia la nuova avventura in trasferta. Alle 11 infatti sarà di scena sul sintetico dell’Atletico Ladispoli. La dirigenza rossoblù in questi due giorni, ha ratificato altri due tesseramenti, il difensore Simone Attardo classe 1990 proveniente dell’Aranova con un passato nell’Astrea, Ladispoli e Cerveteri e del giovane attaccante classe 1998 Alexandre Iacobucci proveniente dalla Juniores Nazionale dell’SFF Atletico, ha vestito tra l’altro le maglie di Vigor Perconti e del Tor di Quinto maglia con la quale si è laureato campione d’Italia. I tirrenici saranno privi di Famà e Sanfilippo. «Siamo al 50% della forma – dice il co allenatore Paolo Di Martino – però vogliamo iniziare bene la stagione. L’Atletico è una squadra giovane e vogliosa di fare bella figura».
L’altro derby vede di fronte la Corneto Tarquinia al Tolfa. Si giocherà stamani alle 11 sul sintetico viterbese. Per i collinari saranno assenti Mecucci squalificato e gli infortunati Galli, Conforti e Capolonghi. «Troveremo una grande squadra che ha forti ambizioni – dice Pacchiarotti – noi invece dobbiamo fare un campionato tranquillo dopo due anni di sofferenza. Siamo ottimisti anche se abbiamo iniziato tardi la preparazione ma mister Sperduti ha le sue idee che porta avanti da anni». A Tarquinia attendono il Tolfa e l’allenatore Del Canuto è in ansia. «Partiamo con meno handicap rispetto al passato – dice il ds Granato – in preparazione siamo andati bene e giocato con squadre toscane ottenendo discreti risultati. Affrontiamo il Tolfa dell’ex Sperduti, un bravo allenatore». Indisponibile per l’occasione il solo Varchetta. 
La Csl Soccer è pronta a fare il suo storico esordio alle 11 al Dlf dove sfiderà il Città di Cerveteri di mister Cotroneo. La rosa è pronta, la preparazione iniziata lunedì 30 luglio ha portato sicuramente ai ragazzi quella voglia di fare che porterà ottimi risultati. «Siamo prontissimi – spiega il tecnico Daniele Fracassa – a questo storico esordio. Abbiamo svolto una preparazione impeccabile e delle belle amichevoli che mi hanno fatto capire la tanta qualità e tecnica che i miei ragazzi possiedono. L’obiettivo è sicuramente partire nel migliore dei modi, ma questo dipenderà solo da noi, basta essere fiduciosi». Questi i convocati per la sfida odierna: Bresciani, Campari G., Campari T., Carru, Castagnola, Cherubini, D’Angelantonio, De Fazi, De Felici, Del Duchetto, Della Camera, Gaeta, Gallina, Gaudenzi, Gibaldo, Peveri, Saraceno.

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Snipers TecnoAlt, gli allenamenti promettono bene 

Sarà una stagione importante per gli Snipers TecnoAlt. La formazione di hockey in line della Cv Skating ad appena 6 anni dalla sua nascita (correva l’anno 2012) è stata promossa nella massima serie, grazie ad un lavoro costante negli anni che non è andato disperso con il cambio societario.
Sabato 13 ottobre ci sarà l’esordio nel massimo campionato nazionale a Milano contro i campioni d’Italia in carica, mentre nei due sabati successivi i civitavecchiesi ospiteranno al PalaMercuri il Monleale Sportleale (una delle rivali per la salvezza) ed i Diavoli Vicenza.
Per non farsi trovare impreparati all’esordio, la truppa allenata da coach Gavazzi ha già iniziato gli allenamenti lunedì 20 agosto.
«Il campionato di serie A è sicuramente una sfida interessante che sta dando molto entusiasmo a tutti i nostri ragazzi in rosa – spiega il presidente Riccardo Valentini – e devo dire che le motivazioni sono altissime in tutti, si respira proprio nell’aria agli allenamenti. Sul mercato purtroppo non siamo riusciti ad incidere in maniera significativa, soprattutto per mancanza di sponsor che avrebbero dovuto aggiungersi a quelli che già da anni ci supportano, ma non è un problema, siamo abituati a rimboccarci le maniche nei momenti di difficoltà. Sono convinto che il gruppo di ragazzi locali sia valido, sono anni che ci alleniamo per arrivare a misurarci con la serie A ed ora è giunto il momento. Per questo vogliamo aumentare le sedute settimanali: i nostri avversari potranno anche avere più esperienza o più classe, noi ci metteremo più voglia e più atleticità nel voler arrivare al risultato».

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Produttività Parlamento 2018: poche leggi, molti decreti, sedute in calo

Nella precedente legislatura iniziata nel 2013 le cose andarono in modo più efficiente. Ora, in 140 giorni, sono state solo due le leggi d’iniziativa parlamentare

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###