SCUOLA UNIVERSITARIA SUPERIORE SANT'ANNA DI PISA – CONCORSO (scad. 31 gennaio 2019)

Procedura di selezione per la copertura di un posto di ricercatore a
tempo determinato, settore concorsuale 09/A2 – Meccanica applicata
alle macchine.
(19E00130)

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

UNIVERSITA' DI CAMERINO – NOMINA

Nomina della commissione giudicatrice della procedura di selezione
per la copertura di un posto di ricercatore a tempo determinato,
settore concorsuale 07/H2 – Patologia veterinaria e ispezione degli
alimenti di origine animale, per la Scuola di bioscienze e medicina
veterinaria.
(19E00069)

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

SCUOLA UNIVERSITARIA SUPERIORE IUSS DI PAVIA – CONCORSO

Procedura di selezione, per esami, per la copertura di tre posti di
categoria D, a tempo indeterminato, area amministrativa, per le
esigenze dell'area attivita' istituzionali, didattica e
valutazione, con riserva di posti in favore dei volontari delle
Forze armate.
(18E13157)

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

COMUNE DI RICCIONE – CONCORSO (scad. 28 gennaio 2019)

Selezione pubblica, per titoli e colloquio, per la copertura di posti
di istruttore didattico culturale, insegnante scuola materna,
categoria C, a tempo determinato.
(18E13081)

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

MINISTERO DELL'ISTRUZIONE, DELL'UNIVERSITA' E DELLA RICERCA – DECRETO 6 dicembre 2018

Diniego dell'abilitazione al Centro studi Gestalt-Scuola di
specializzazione in psicoterapia della Gestalt ad istituire e ad
attivare nella sede di Ascoli Piceno un corso di specializzazione in
psicoterapia. (18A08328)

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

MINISTERO DELL'ISTRUZIONE, DELL'UNIVERSITA' E DELLA RICERCA – DECRETO 6 dicembre 2018

Variazione di denominazione dell'Istituto «Scuola di psicoanalisi
dell'individuo, della coppia e della famiglia – Psicodramma
analitico. Istituto Mosaico Psicologie». (18A08330)

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

MINISTERO DELL'ISTRUZIONE, DELL'UNIVERSITA' E DELLA RICERCA – DECRETO 6 dicembre 2018

Revoca dell'abilitazione della «Scuola di ipnoterapia cognitiva» ad
istituire e ad attivare, nella sede di Firenze, corsi di
specializzazione in psicoterapia. (18A08329)

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

MINISTERO DELL'ISTRUZIONE, DELL'UNIVERSITA' E DELLA RICERCA – AVVISO

Individuazione delle regioni aggregate territorialmente ai fini del
concorso straordinario, per titoli ed esami, per il reclutamento a
tempo indeterminato di personale docente per la scuola
dell'infanzia e primaria su posto comune e di sostegno.
(18E13091)

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Al via la decima edizione delle Olimpiadi della Cultura e del Talento

CIVITAVECCHIA – Si sono svolti oggi, in molte scuole italiane, “I Giochi di Galileo” la gara d’istituto a colpi di quiz che segna l’avvio delle Olimpiadi della Cultura e del Talento, uno dei gli appuntamenti più importanti nel panorama scolastico nazionale, quest’anno giunte alla decima edizione.

Partecipazione record per questa edizione: le gare di oggi hanno coinvolto 10.500 studenti che rappresentano oltre 200 comuni, 19 regioni e 3 nazioni (Italia, Svizzera e Albania) e solo la metà di loro avranno la possibilità di accedere alle semifinali che per la prima volta si svolgeranno in tre diversa città: il 6 marzo a Civitavecchia presso il Teatro Traiano per le scuole del Centro Italia, l’8 marzo a Torino presso la prestigiosa aula magna del Politecnico per le scuole del Nord Italia e l’11 marzo a Nova Siri in provincia di Matera, capitale europea della cultura 2019,  per le scuole del Sud Italia e successivamente solo i migliori 300 avranno la possibilità di contendersi la vittoria accedendo alle finali internazionali che si svolgeranno a Tolfa dal 2 al 5 maggio 2019.

Grande soddisfazione del presidente onorario, l'onorevole Alessandro Battilocchio “Questo concorso in soli 10 anni è diventato uno degli appuntamenti più attesi da docenti e alunni delle nostre scuole superiori a dimostrazione che il format è vincente e formativo. Un concorso – prosegue l’onorevole – che permette a giovani prevenienti anche da culture differenti di incontrarsi e confrontarsi in uno spirito di sana competizione. Faccio un caloroso in bocca al lupo ai 10.500 studenti impegnati nelle prove di oggi e ai loro docenti e mi complimento con il gruppo di organizzatori composto da circa 50 giovani provenienti da Puglia, Campania, Lazio e Piemonte guidati dal Presidente Domiziana Loiacono e dai suoi vice Davide Ferri e Daniele Ceccarelli che è anche l’ideatore del concorso”

“Abbiamo messo su una macchina organizzativa imponente – dichiara il presidente Domiziana Loiacono – la soddisfazione più grande è che sono entrati a far parte attiva dell’organizzazione di questo concorso degli ex studenti che negli anni passati hanno partecipato e se ne sono innamorati. Il numeroso staff guidato al nord da Andrea Miccoli, al centro da Sofia Caricaterra e al sud da Sara Costantino da mesi sta lavorando alla buona riuscita di questo concorso che, per questa edizione speciale del decennale, vede triplicare i nostri sforzi. Ci tengo a ringraziare in nostri partner – prosegue il presidente Loiacono – che hanno scelto di credere e sostenere questo progetto: Comune di Tolfa, Comune di Civitavecchia, Comune di Torino, Regione Piemonte, Politecnico di Torino, Enel Spa, Fondazione Cassa di Risparmio di Civitavecchia, Fondazione per la Scuola-Compagnia San Paolo, Turismo Alpmed, Fondazione Camis de Fonseca e i numerosi docenti e professionisti delle commissioni che collaborano a titolo completamente gratuito. Sarà un’edizione speciale, ricca di novità e di effetti speciali e per questo molto impegnativa ma come staff siamo pronti e siamo certi che tutto andrà alla perfezione. Vi aspettiamo a Torino, Civitavecchia e Nova Siri per le semifinali ma soprattutto a Tolfa per le finali internazionali che saranno uno spettacolo anche da vedere come spettatori”

 

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Omicidio stradale, minimo della pena per l’incidente di un anno fa 

TARQUINIA – Nel posto sbagliato al momento sbagliato. È quanto emerso l’altro giorno in udienza preliminare sul caso che ha visto imputato un tarquiniese accusato di omicidio stradale. 
L’imputato, difeso dall’avvocato Paolo Pirani, ha ottenuto il minimo della pena (12 mesi), con pena sospesa e non menzione grazie ad una serie di attenuanti ampiamente emerse in fase di indagini.
Il tarquiniese un anno fa, per una tragica fatalità, si è trovato ad investire un’anziana signora che stava attraversando la strada nei pressi della scuola elementare. La donna, straniera, è poi deceduta. 
A seguito del drammatico episodio si è aperto il processo per omicidio stradale. L’uomo viaggiava a bordo di una jeep Toyota sprovvista di assicurazione. 
Il giudice ha però riconosciuto tutte le attenuanti del caso quali elementi prevalenti, come per esempio il sole che in quel momento impediva la vista all’uomo. 
È vero che l’uomo ha avuto una condotta colposa, poiché si sarebbe dovuto fermare in quanto c’era il sole che lo abbagliava, tuttavia è stato anche riconosciuto che la colpa andava attenuata al punto tale da meritare il minimo della pena. L’uomo, infatti, aveva avuto una condotta lineare, fermandosi e prestando soccorso alla donna. Tutto ciò ha portato, per questo, il giudice a ritenere giusta la concessione dell’attenuante prevalente. 
Soddisfatto l’avvocato Paolo Pirani, da “questo procedimento emerge che il dato sull’omicidio stradale va distinto: non tutti gli omicidi stradali hanno la stessa rilevanza d’impatto anche di carattere sociale. Un conto è una persona che viene sottoposta ad un controllo e risulta positiva, sia all’alcol test sia alla sostanza tossicologica e che magari assume una condotta contraria dal punto di vista umano e temporale, non prestando soccorso e non fermandosi; un conto è una persona che, pur non avendo avuto una condotta adeguata, che quindi risulta colposa, si ferma e rispetta quelli che sono i canoni del buon comportamento: cioè fermarsi e prestare soccorso.  Tutto ciò mette in evidenza  che, pur essendo la norma di un impatto grave, perché trattasi di uno dei reati più gravi del nostro codice, il tribunale riconosce la meritevolezza delle attenuanti, al punto da prevedere una riduzione sensibile di pena».

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###