Oltre 100mila euro per la scuola di via Turati

ALLUMIERE – La giunta Pasquini investe ulteriori 140mila euro per il plesso scolastico di via Turati, mentre proseguono a ritmo serrato i lavori. La scuola è rimasta chiusa dal 2014 a causa della caduta di materiale edile dal soffitto di una delle aule. Da quella data le vicissitudini dello storico edificio sono state molteplici: lavori iniziati e non terminati, cambi di ditte, liti e contestazioni tra R.U.P., impresa, direttore dei lavori e la precedente amministrazione comunale. Finalmente, poi, nei primi mesi del 2018 l’impresa Tethys, a seguito di una nuova gara di appalto, ha iniziato gli attuali cantieri. Sono passati 16 mesi dall’insediamento dell’amministrazione Pasquini ed i lavori sono ripresi in maniera celere, questo sebbene l’organico dell’Ente collinare abbia subìto il cambio della segreteria e della dirigenza dell’ufficio tecnico, trovandosi ad attendere i necessari tempi tecnici per gli avvicendamenti. Seguendo le normative vigenti la nuova gara d’appalto per affidare i lavori è stata gestita dalla Città Metropolitana di Roma Capitale. L’amministrazione comunale nel frattempo, con determinazione e senso di responsabilità, ha citato in causa l’impresa Nobilia per ‘’danni alla comunità di Allumiere e per fornitura di materiali scadenti’’. Il progetto originario di ristrutturazione è stato riveduto e corretto: non era, infatti, prevista la realizzazione di un impianto elettrico certificato e dell’impianto antincendio, passaggi fondamentali per la fruibilità della struttura scolastica e l’ingresso in classe dei bambini, che sono stati invece aggiunti nel nuovo progetto. «Queste  fondamentali aggiunte hanno fatto salire i costi di realizzazione – spiega il primo cittadino, Antonio Pasquini – l’importo previsto originariamente risultava nettamente insufficiente al completamento dei lavori, ma la caparbietà degli amministratori, in sinergia con la direzione lavori ed i responsabili dell’ufficio tecnico, hanno permesso di stravolgere il progetto originario e renderlo funzionale, sicuro e perfettamente rispettoso delle normative». Al momento sono stati eliminati tutti i lavori esterni ed i fondi sono stati spostati sui lavori da realizzarsi all’interno della struttura: «È stato necessario reperire ulteriori fondi risultando quelli stanziati ancora insufficienti – spiega il sindaco – dopo vari incontri con la Regione Lazio e l’Enel in questi giorni siamo riusciti a reperire ulteriori 140mila euro che saranno dedicati al completamento delle opere interne, quali l’impianto elettrico con luci a led, l’impianto interno antincendio e la tinteggiatura delle aule». La giunta Pasquini è in contatto con la Regione Lazio per ulteriori 250mila euro finalizzati al completamento delle facciate esterne e del cortile dello storico edificio di piazza Turati. «E’ nostra intenzione rendere il plesso agibile e funzionale il prima possibile per permettere ai bambini di tornare in aule che abbiano tutti i requisiti igienico sanitari e d’illuminazione fondamentali e – prosegue ancora il primo cittadino collinare – anche dovese tardare l’arrivo dei fondi necessari al rifacimento degli esterni della scuola, siamo disponibili a discutere con la Dirigente Scolastica ed il corpo docente il miglior modo per garantire l’ingresso dei bambini al termine dei lavori all’interno della struttura». In questi giorni, nel rispetto delle normative vigenti, il plesso è affollato da operai intenti nelle opere murarie ed elettriche, di lavorazione dei ferri e di controsoffittatura. «È un piacere vedere tanta attività – dichiara il sindaco Pasquini – di fondamentale importanza è stato anche il sopralluogo effettuato presso il plesso scolastico del faggeto: per far rendere conto della situazione in cui crescono i nostri bambini alcuni mesi fa ho personalmente portato in visita al plesso i titolari dell’impresa edile, alcuni dirigenti dell’Enel e della Regione Lazio. L’aver constatato di persona la scarsa superficie a disposizione dei bambini e la quasi assenza di luce naturale in alcune aule, che si sommano all’ampia differenza di età dei ragazzi che frequentano il plesso e condividono gli spazi, ha sollecitato in queste persone il ‘’senso genitoriale’’ che è presente in tutti noi e devo ammettere che tutti hanno percepito l’importanza di completare i lavori il prima possibile’’. In questi giorni la ditta che porta avanti i lavori in piazza Turati ha effettuato le lavorazioni di controsoffitto ed elettriche al secondo piano, la posa in opera delle travi al primo piano e le saldature  delle travi già poste in opera al piano terra. Tutti sono operativi per la riapertura del l’edificio delle scuole dalla ditta, che ha impiegato tutte le forze spendibili, fino ai funzionari regionali, in attività per reperire ulteriori fondi per il completamento dei lavori. Il sindaco Pasquini ci tiene a fare alcuni doverosi ringraziamenti: «Anzitutto all’Impresa Tethys ed Armeni per il grande impegno. Il massimo della gratitudine va all’impagabile lavoro di collaborazione tra gli architetti Lucidi e Mencarelli e l’ing. Funari, l’avvocato Astolfi che ci segue costantemente e la costante vicinanza al Comune di Allumiere del Presidente del Consiglio Regionale Daniele Leodori e del senatore Bruno Astorre che ci guidano nel reperimento dei fondi fondamentali per l’esecuzione dei lavori».

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

I ragazzi non possono andare ad allenarsi: la Csl Soccer li va a prendere con il pulmino

di MATTEO CECCACCI

È una Csl Soccer campione anche fuori dal terreno di gioco.
Questa volte le belle notizie non arrivano dalla prima squadra allenata da mister Daniele Fracassa, ma giungono dal settore giovanile rossoblu diretto dal responsabile Marco La Camera che in poco tempo ha dato vita ha due iniziative a dir poco straordinarie.
La prima è del tutto innovativa, mentre la seconda prosegue da ben quattro anni grazie alla sinergia tra La Camera e il vice presidente della Snc Enel Civitavecchia Simone Feoli. Appena iniziata la stagione, ancora prima del via dei campionati, si era verificato il problema che molti ragazzi non potevano essere presenti agli allenamenti, perché i genitori per motivi lavorativi erano impossibilitati ad accompagnarli: un fatto all’ordine del giorno, assolutamente normale, ma che ha subito messo in moto l’intero staff dirigenziale dell’agonostica che ha prontamente rimediato alla problematica, andando a prendere i ragazzi a casa con un pulmino a nove posti a spese proprie.
La seconda iniziativa, invece, è il continuo di un progetto che va avanti da ben quattro anni grazie alla fattiva collaborazione tra la società rossoblu della Csl Soccer e quella rossoceleste della Snc Enel Civitavecchia. Ogni giovedì, infatti, tutti i ragazzi della scuola calcio e quelli dell’agonistica potranno andare al PalaGalli a sostenere una lezione di nuoto guidata da istruttori qualificati a prezzi modici a carico delle famiglie. 
Due idee, dunque, molto importanti e costruttive che rende il settore giovanile della Csl Soccer sempre più in pole position.
«Sono molto fiero – commenta il responsabile dell’agonistica Marco La Camera – di queste due belle iniziative che abbiamo messo in atto. Quella di andare a prendere i ragazzi era una priorità, non potevamo negare ai ragazzi per tre volte a settimana la gioia di allenarsi, mentre il corso di nuoto è un progetto che portiamo avanti da anni che rende felici tutti».

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Un muro difende la Barcaccia

di TONI MORETTI

CERVETERI – Quello che è successo in consiglio comunale avanti ieri quando si è discusso l’ordine del giorno proposto dal consigliere  Saverio Garbarino del Movimento Cinque Stelle, c’è chi giura che è stata una vera e propria prova di tenuta della maggioranza. 
Garbarino ha posto una questione squisitamente politica invitando e chiedendo conforto all’intero consiglio comunale affinchè si esprimesse in tal senso, alle dimissioni della consigliera Alessandra Barcaccia a dimettersi dalla commissione mensa della scuola. Con una premessa che non lasciava dubbi ad altre interpretazioni, asserendo cioè che non c’era nulla di illegale nel fatto che la consigliera facesse parte di quella commissione interna, Garbarino ha puntato tutto sulla opportunità e sul metodo che sostiene la consigliera Barcaccia abbia usato per occupare questa posizione. 
«Alessandra Barcaccia sostiene, – afferma Garbarino – di essere stata costretta ad occupare l’incarico in quanto non c’erano mamme disposte a ricoprirlo.  Ciò non mi risulta dai contatti e dalle lamentele che ho avuto da alcune delle medesime, che sostengono che sia stata la consigliera stessa ad escludere altri dalla partecipazione dicendo che le votazioni erano state fatte e non c’erano altri posti disponibili Nel verbale redatto dal consiglio di Istituto, la Barcaccia stessa avrebbe dichiarato che qualora fossero giunte altre disponibilità, lei si sarebbe dimessa».
A questo punto, l’interessata dice che il suo caso è stato costruito su chiacchiere da bar, non si è capito a chi si riferisse, i suoi colleghi della maggioranza sono intervenuti tutti, e nessuno ha espresso qualcosa che potesse nuocergli. Hanno parlato e decantato aspetti della personalità che nessuno ha mai messo in discussione. 
Un muro insomma, intorno alla Barcaccia e alla sua carica tanto che con la bocciatura di Garbarino, politicamente si può interpretare come una vittoria di Pirro.  
La maggioranza ha voluto smentire le voci che circolavano da giorni circa riunioni di maggioranza burrascose, magari non per la questione di cui specificatamente si tratta ma per altre cose. Ha fatto vedere i muscoli dimostrando di potere, volendo, difendere anche l’indifendibile, ma la vittoria in senso politico è indubbio che è andata a Garbarino. Il problema etico rimane. La forzatura pure. Il dubbio sull’accanimento a voler rimanere ad ogni costo in quel ruolo non si dirada. 
Garbarino ha dichiarato che non molla. Ricostruirà la vicenda e punterà a dimostrare perlomeno chi è bugiardo. 

 

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Uomini e donne pronti a scendere in campo

TARQUINIA – Rinaldo Della Rocca, esponente della Lega Tuscia annuncia la presenza di un gruppo di persone pronte a scendere in campo per amministrare la città.
“Può risultare prematuro – afferma Della Rocca – ma in realtà non lo è. Vero che abbiamo ancora avanti circa 6 mesi alla data delle prossime amministrative di Tarquinia, ma noi una chiara ricetta di gestione del territorio la abbiamo ed anche semplicemente attuabile, anche in virtù dell’esperienza acquisita nella gestione del Consorzio Lottisti Voltunna, una piccola realtà rispetto alla città di  Tarquinia, ma con le stesse necessità e problematiche. Una gestione che va avanti da anni con i contributi dei consorziati, equiparabili alle tasse pagate dai cittadini; un consorzio che, appunto, possiamo considerare un piccolo paese come ce ne sono molti nella nostra Provincia”. “Ovvio – aggiunge Della Rocca –  le complessità e differenze ce ne sono, servizi obbligatori dovuti, scuola, sanità, trasporto pubblico ed altri, ma va anche sottolineato che le «entrate « sono decisamente maggiori. Un modello consolidato è una base di partenza che può essere attuata, con le opportune modifiche, in una città. Questo non significa fare un «copia/incolla» di una cosa diversa, ma di fatto una comunità che conta 1000 persone deve fare un bilancio come un altra che conta 10.000, deve affrontare necessità, imprevisti, spese correnti, pagamento retribuzioni a dipendenti e, da quanto abbiamo appreso sulla base della nostra conoscenza dei conti, si può migliorare la vivibilità di Tarquinia con un netto miglioramento della qualità della vita”.  “Ci sono uomini e donne pronte ad adoperarsi per un progetto concreto, – conclude Della Rocca – pronti nel metterci la faccia e dare il proprio contributo di idee e proposte. Questo può essere un inizio, una partenza che possa aprire un dibattito ed un confronto per una sana politica ed una sana gestione del territorio, coinvolgendo tutte le forze politiche che andranno verso una condivisione di programma e di coalizione, senza preclusione alcuna”.

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Giuseppe Ruggiero nominato primo allenatore del CQT Viterbo 2

Una carriera ed una passione che nascono e si sviluppano nel vivaio di casa Cv Volley quella del professor Giuseppe Ruggiero, che quest’anno impila nella sua collezione di successi anche la nomina come primo allenatore per il CQT Viterbo 2. 
Con una formazione sportiva ed umana a tutto tondo, Ruggiero spicca tra le prime file di casa Cv Volley per le sue conoscenze dovute a tanti anni di studio che lo hanno portato al conseguimento della laurea Iusm, per poi conciliare nella sua vita una carriera da allenatore ricca di successi con la cattedra come docente di educazione fisica presso la scuola secondaria di primo grado Don Milani.
Giovanissimo, a vent’anni sotto l’ala esperta dei veterani della società rossonera inizia ad allenare una squadra under 13 e svolge contemporaneamente il ruolo di preparatore atletico societario, fin da subito risultano evidenti le sue spiccate capacità tecniche e umane che lo portano in breve tempo a ricopre anche il ruolo di secondo allenatore negli anni in cui la prima squadra societaria dalla B2 raggiunge la serie B1. In seguito, durante la fase più matura della sua carriera, allena anche presso altre società per un paio d’anni. Torna infine alla Cv Volley e inizia quella che lui stesso definisce «una bella storia». Gli viene assegnato il ruolo di direttore della Scuola Federale di Pallavolo dell’Asd Civitavecchia Volley e si occupa nei primi anni di una squadra under 12-13 femminile e di alcuni gruppi di minivolley con cui svolge un ottimo percorso, vince numerosi campionati giovanili,  in due anni, 6 titoli tra under 12 e under 13. Poi dalla scorsa stagione arriva anche l’affidamento di gruppi formati da atlete più mature come l’under 18 e la prima squadra. Ed ecco giunta anche la soddisfazione della nomina come primo allenatore del CQT Viterbo 2 circa cui lo stesso Giuseppe Ruggiero dichiara: «Sono veramente molto contento di essere stato scelto come allenatore del CQT, è una bella soddisfazione per me. L’obiettivo è quello di selezionare dei validi elementi tra le varie atlete del 2006 del territorio per costruire una squadra forte che spero di riuscire a preparare al meglio per confrontarsi con la miglior preparazione possibile nel Torfeo delle Province con altre ragazze coetanee tra le più forti del Lazio».
 La soddisfazione in casa Cv volley enorme e la commenta Cristiano Cesarini, direttore sportivo: «Conosco Giuseppe da quando era un giovanissimo atleta, sono fiero di essere stato al suo fianco in tutti gli anni della sua crescita umana e sportiva come giocatore prima e allenatore attualmente. Giuseppe è un lavoratore infaticabile ed una persona sempre pronta a dare una mano e a mettersi a disposizione degli atleti per aiutarli nella crescita, prima che un professore e un allenatore è una persona straordinaria. Attualmente lo ritengo il più preparato tra i tecnici sia di Civitavecchia che dell’intero comitato territoriale ed è per questo che ho appoggiato da subito la proposta della sua nomina al CQT. Sono certo che replicando l’enorme mole di lavoro che sviluppa con le nostre atlete anche in ambito di rappresentativa otterrà anche li dei risultati eccellenti. Esprimo a nome mio e a nome di tutta la società l’orgoglio e le congratulazioni ad un tecnico che incarna l’eccellenza che Cv Volley persegue in tutti gli ambiti. Saremo al suo fianco e a sua disposizione come supporto anche in questa nuova avventura. Forza Peppe».

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Materna Don Milani, da lunedì lezioni regolari

CIVITAVECCHIA – "Da lunedì le lezioni riprenderanno regolarmente alla Don Milani". Parola dell’assessore all’Edilizia scolastica Gioia Perrone. Dopo i disagi dei giorni scorsi con 3 aule inagibili a causa di infiltrazioni, dovute all’occlusione delle canaline, l'amministrazione comunale comunica che i lavori nelle due aule dell’istituto oggetto di infiltrazioni dopo le copiose piogge “sono terminati con successo. I bambini della scuola dell'infanzia – spiega Perrone – del plesso Don Milani potranno ritornare all'edificio originario e da lunedì le lezioni riprenderanno regolarmente nella sede originaria. Il trasloco degli arredi scolastici avverrà nel weekend”. 

Per quanto riguarda invece la terza aula, quella più colpita dalle infiltrazioni, verrà ripristinata non appena le pareti dell'aula saranno asciutte “e ci saranno quindi le condizioni per iniziare i lavori necessari”. 

Per quanto riguarda invece la scuola Ranalli l’assessore spiega che i bambini, in accordo con il dirigente scolastico, resteranno ospiti presso la scuola elementare Gianni Rodari “fino a quando i lavori non saranno terminati. L'intervento che verrà effettuato sull'edificio della Ranalli prevede la rimozione dei pannelli del controsoffitto e la riparazione della parte di edificio sovrastante. Si tratta di un intervento non semplice, che si conta di terminare entro un mese per eliminare definitivamente le infiltrazioni. Il trasloco dei banchi dalla Ranalli alla Rodari – conclude Perrone – cosi come concordato con la dirigenza scolastica, avverrà nella giornata di lunedì pomeriggio”. 

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Traiano: già 100 abbonamenti in più rispetto allo scorso anno

CIVITAVECCHIA – La campagna abbonamenti della grande stagione del Teatro Traiano, in corso fino al 25 novembre, conferma il grande interesse del pubblico verso il cartellone presentato il 20 settembre scorso, promosso dal Comune di Civitavecchia e Atcl (Associazione Teatrale fra i Comuni del Lazio). "I quasi 100 abbonamenti in più sottoscritti ad oggi rispetto a quelli della scorsa stagione – hanno spiegato Pincio ed Atcl – evidenziano come il pubblico abbia apprezzato i 10 titoli di prosa proposti, di cui 3 importanti anteprime nazionali. Sarà una stagione teatrale che si muove tra vari generi con un cartellone che ha messo al primo posto la qualità artistica facendo del Teatro uno dei centri culturali più importanti della Regione Lazio".

Martedì 27 novembre alle 18 saranno inoltre presentate le stagioni degli altri 2 progetti che si alterneranno al Teatro Traiano: il Teatro d’Autore, un approfondimento sulla scena contemporanea – curato da Davide Tassi – e Traiano Ridens dedicato alla commedia – a cura di Enrico Maria Falconi. 

"Il lavoro di ATCL non è solo la semplice distribuzione di spettacoli di prosa e danza – hanno spiegato da Atcl – ma la costruzione di una proposta articolata anche a partire dalle risorse espresse dal territorio. Elemento fondamentale è la formazione del nuovo pubblico che a Civitavecchia si sostanzia con il progetto di Alternanza Scuola Lavoro". Anche quest’anno, infatti, dopo gli interessanti risultati della passata stagione teatrale, Atcl in collaborazione con l’amministrazione comunale sta avviando una proposta formativa di alternanza scuola/lavoro destinata agli studenti dell’IIS Guglielmo Marconi, IIS Guglielmotti, del Liceo Scientifico e Linguistico Gallileo Galilei, che quest’anno si allargherà anche all’IIS Stendhal e all’ISIS Calamatta, coinvolgendo circa 150 studenti in un percorso didattico nell’ambito dei vari aspetti organizzativi e gestionali della pratica teatrale e delle diverse tipologie di creazione artistica, con l’obiettivo di sollecitare la creazione di un proprio gusto teatrale. 

Intanto il 24 novembre si aprirà ufficialmente la stagione teatrale con "Le Signorine" di Gianni Clementi, per la regia Pierpaolo Sepe, commedia ambientata tra i vicoli di Napoli che sa sfruttare abilmente la comicità che si cela dietro al tragico quotidiano, soprattutto grazie alle due straordinarie attrici Isa Danieli e Giuliana De Sio, che trasformano i litigi e le miserie delle due sorelle, in occasioni continue di gag e di risate. I biglietti saranno in vendita da lunedì 19 novembre. I biglietti di tutti gli altri spettacoli della grande stagione saranno in vendita dal 26 novembre.

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Traiano: già 100 abbonamenti in più rispetto allo scorso anno

CIVITAVECCHIA – La campagna abbonamenti della grande stagione del Teatro Traiano, in corso fino al 25 novembre, conferma il grande interesse del pubblico verso il cartellone presentato il 20 settembre scorso, promosso dal Comune di Civitavecchia e Atcl (Associazione Teatrale fra i Comuni del Lazio). "I quasi 100 abbonamenti in più sottoscritti ad oggi rispetto a quelli della scorsa stagione – hanno spiegato Pincio ed Atcl – evidenziano come il pubblico abbia apprezzato i 10 titoli di prosa proposti, di cui 3 importanti anteprime nazionali. Sarà una stagione teatrale che si muove tra vari generi con un cartellone che ha messo al primo posto la qualità artistica facendo del Teatro uno dei centri culturali più importanti della Regione Lazio".

Martedì 27 novembre alle 18 saranno inoltre presentate le stagioni degli altri 2 progetti che si alterneranno al Teatro Traiano: il Teatro d’Autore, un approfondimento sulla scena contemporanea – curato da Davide Tassi – e Traiano Ridens dedicato alla commedia – a cura di Enrico Maria Falconi. 

"Il lavoro di ATCL non è solo la semplice distribuzione di spettacoli di prosa e danza – hanno spiegato da Atcl – ma la costruzione di una proposta articolata anche a partire dalle risorse espresse dal territorio. Elemento fondamentale è la formazione del nuovo pubblico che a Civitavecchia si sostanzia con il progetto di Alternanza Scuola Lavoro". Anche quest’anno, infatti, dopo gli interessanti risultati della passata stagione teatrale, Atcl in collaborazione con l’amministrazione comunale sta avviando una proposta formativa di alternanza scuola/lavoro destinata agli studenti dell’IIS Guglielmo Marconi, IIS Guglielmotti, del Liceo Scientifico e Linguistico Gallileo Galilei, che quest’anno si allargherà anche all’IIS Stendhal e all’ISIS Calamatta, coinvolgendo circa 150 studenti in un percorso didattico nell’ambito dei vari aspetti organizzativi e gestionali della pratica teatrale e delle diverse tipologie di creazione artistica, con l’obiettivo di sollecitare la creazione di un proprio gusto teatrale. 

Intanto il 24 novembre si aprirà ufficialmente la stagione teatrale con "Le Signorine" di Gianni Clementi, per la regia Pierpaolo Sepe, commedia ambientata tra i vicoli di Napoli che sa sfruttare abilmente la comicità che si cela dietro al tragico quotidiano, soprattutto grazie alle due straordinarie attrici Isa Danieli e Giuliana De Sio, che trasformano i litigi e le miserie delle due sorelle, in occasioni continue di gag e di risate. I biglietti saranno in vendita da lunedì 19 novembre. I biglietti di tutti gli altri spettacoli della grande stagione saranno in vendita dal 26 novembre.

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Pomeriggio intenso per il pubblico con Fabio Stassi

TARQUINIA – Pomeriggio ricco di intense suggestioni quello che si è svolto martedì 13 novembre nella Sala grande della biblioteca, tra le illustrazioni della XIII edizione di Pagine a Colori, manifestazione promossa dal Comune e dalla biblioteca comunale “Vincenzo Cardarelli” di Tarquinia, quest’anno in partnership con Tarquinia Film Office e il supporto di Enel a cui si affiancano le partecipazioni di BCC Roma, Unicoop Tirreno, DG Cinema & Consulting, CBM e dell’IIS Vincenzo Cardarelli di Tarquinia. 
Ospite d’onore Fabio Stassi, con la sua calda empatia e la sua straordinaria capacità di evocare il potere dei libri e il fascino della lettura, ha accompagnato il pubblico in un caleidoscopico viaggio attraverso ‘‘il buio e la cecità’’ nella letteratura: da Omero a Borges, da Kafka a Saramago, il racconto e la riflessione dello scrittore si sono irradiati in tutte le direzioni, toccando la fotografia e la Torre di Babele, gli alfabeti, i simboli e i segni del linguaggio letterario, il rapporto «promiscuo», ambiguo e misterioso tra il libro ed il lettore, la «voce profetica» della narrazione. Ne è scaturito un elogio appassionato della letteratura come «fenomeno sovranazionale», espressione universale dei sentimenti umani, finzione «più vera» della realtà stessa e baluardo contro le dittature, in quanto capace di vedere ciò che è invisibile, di attivare l’immaginazione, di guardare al mondo con «sguardo simbolico» andando oltre le apparenze e la percezione ingannevole dei sensi. Il tutto arricchito da innumerevoli spunti e suggerimenti bibliografici, in perfetta coerenza con il ruolo di «biblioterapeuta» che, inventato per uno dei suoi più celebri personaggi, l’investigatore Vince Corso, si è ormai identificato con Fabio Stassi, come lui stesso ha simpaticamente confermato. Bibliotecario ed editor della casa editrice Minimum Fax, lo scrittore, tra l’altro, ha curato la selezione dei testi di letteratura italiana raccolti nei due volumi «Curarsi con i libri» e «Crescere con i libri» (di Ella Berthoud e Susan Elderkin, Sellerio editore): veri e propri «prontuari farmaceutici» che, per tutti i possibili disturbi o problemi esistenziali – classificati in rigoroso ordine alfabetico -, suggeriscono il rimedio bibliografico più efficace. «Si tratta di due strumenti particolarmente significativi nell’ambito delle finalità di PaC – ha sottolineato Roberta Angeletti, direttrice artistica del festival dedicato all’illustrazione e alla letteratura per l’infanzia e l’adolescenza – in quanto la formazione degli adulti è un presupposto fondamentale per la corretta fruizione dei testi da parte di bambini e ragazzi». 
La Angeletti ha inoltre annunciato che sarà proprio Stassi l’autore prescelto per il concorso che ogni anno PaC rivolge agli studenti del primo biennio della scuola superiore. Si rinnova dunque il legame speciale tra Fabio Stassi e la città di Tarquinia, sbocciato già lo scorso anno, quando lo scrittore è intervenuto all’inaugurazione del Certame Nazionale Cardarelliano in occasione della proiezione del suo documentario «L’ultima spiaggia», dedicato a Vincenzo Cardarelli. 

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

''Renato Bisegni valido esempio per la città''

CERVETERI – «Per la professionalità, la disponibilità e il lavoro prezioso che ogni giorno svolge, Cerveteri ringrazia Renato Bisegni». Questa la dicitura riportata sulla targa ricordo che ieri pomeriggio, in apertura del Consiglio comunale, unitamente ad un formale encomio, il sindaco Pascucci ha conferito nelle mani del funzionario comunale di Protezione Civile Renato Bisegni. 
Un riconoscimento che la Giunta comunale ha voluto conferire a seguito delle numerose attività, con un particolare riferimento a quelle svolte durante le situazioni di emergenza o allerta meteo che si sono verificate nel territorio comunale, svolte da Bisegni in favore della collettività.
«Oggi Cerveteri può fare affidamento su una Protezione Civile efficace e pronta ad ogni emergenza – ha detto il sindaco Pascucci – lo ha dimostrato in occasione della nevicata del febbraio scorso, delle allerte meteo, non ultima quella di fine ottobre ed inizio novembre e in tante altre circostanze. Ma rappresenta anche un’importante realtà di formazione, soprattutto per i giovani che man mano iniziano ad appassionarsi sempre di più al mondo di Protezione Civile. Esempio lampante, quello del Campo Scuola, curato nei minimi dettagli ogni anno, e che ogni anno richiama tantissime iscrizioni. Grazie al lavoro di Renato Bisegni inoltre, a breve inaugureremo il Primo Polo di Formazione di Protezione Civile, un luogo che rappresenterà un punto di riferimento per il mondo del volontariato e dove, insieme ad altre realtà tra cui Assovoce, verranno organizzati corsi di formazione, campi scuola e tante iniziative di prevenzione che vedranno protagonisti soprattutto i ragazzi e le ragazze di Cerveteri».
«La nostra Città con Renato Bisegni sa di poter fare affidamento su un grande punto di riferimento, un funzionario comunale integerrimo, un uomo ligio al dovere, sempre presente, competente e preparato, pronto sempre a mettersi in discussione per il bene della collettività – ha spiegato il sindaco Pascucci – nel suo ruolo di responsabile di Protezione Civile nel corso del tempo ha formato un gruppo di volontari estremamente attivo, di spessore umano e professionale, composto da uomini e donne, ragazzi e ragazze, che con passione mettono a disposizione della città tutta la loro voglia di rendere un servizio utile ed importante. Per questo – conclude il primo cittadino – certi di rappresentare la volontà di tutta la Giunta, del Consiglio comunale e dell’Amministrazione tutta, abbiamo voluto riconoscergli un encomio formale ed una targa ricordo, sicuri che rappresenteranno per lui e per tutti i volontari un ulteriore sprone per continuare a fare sempre meglio per tutta Cerveteri».

 

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###