Scarico del carbone, il centrodestra scende in campo

CIVITAVECCHIA – "Siamo dalla parte dei lavoratori e di chi fa impresa vera. Se a qualcuno non sta bene, basta che lo dica. Pubblicamente". Il centrodestra unito entra nel dibattito scaturito dalla vertenza per lo scarico del carbone a Tvn. Forza Italia, Fratelli d'Italia, La Svolta, Forza Civitavecchia  e le liste civiche del centrodestra esprimono solidarietà ai lavoratori, "vere vittime della vertenza Enel esplosa in queste ore in città. Vedere vacillare una stabilità lavorativa, seppur garantita dal patto sociale stabilito dalla stessa azienda elettrica, di questi tempi è quanto di più nefasto possa accadere all’interno di una famiglia. C’è da dire però – hanno aggiunto – che la levata di scudi da parte di certe sigle sindacali ha più il sapore della difesa datoriale che di quella occupazionale. È chiaro che oggi le norme sulla distorta liberalizzazione del mercato, tanto care alla sinistra, debbano essere applicate su tutti, ma a partire da certi manager che contavano di operare in un regime di monopolio, facendosi scudo di lavoratori assunti con contratti “atipici”: che tradotto in termini brutali nient’altro è diventato che consenso in cambio di posti di lavoro. Davanti all’evidenza dei fatti non possiamo tradire i nostri valori liberali e abbandonare quanti lavorano all’interno di questo sistema malato, per noi, fin dall’inizio".

Secondo il centrodestra non ci possono essere più "monopoli né tanto meno posizioni di rendita da difendere. Le aziende che fino ad ora hanno lavorato in Italia in regime di monopolio, devono iniziare a fare i conti con la competitività e la professionalità del mercato moderno. Questa è l’unica garanzia – hanno aggiunto – per la crescita e di conseguenza per i loro lavoratori: vietato perciò strumentalizzarli con il terrorismo psicologico, senza dire loro la verità del perché siamo arrivati a questo punto, che il mercato non può essere condizionato per interessi personali e politici. Invece, salvaguardarli davvero. D’altronde stiamo parlando di una  una società che da anni gestisce la movimentazione del carbone di Tvn: senza aver fatto alcuna gara, solo tra il 2011 e il 2016 con Enel ha contato commesse per quasi 40 milioni di euro. A preoccuparsi, ora, siano perciò i vertici aziendali: sarà dura, per loro mantenere il privilegio quasi scontato sul terreno dei consensi, tema tanto caro ad un certa politica di sinistra. Torniamo a dirlo: noi del centrodestra restiamo e resteremo invece vicino ai lavoratori, vere vittime della situazione proprio alla luce di quanto abbiamo detto. Strumentalizzare il rischio occupazione, con lavoratori che guadagnano forse 1200 euro – hanno aggiunto – è il più meschino dei comportamenti. Crediamo invece nella validità del modello sociale europeo, nei valori sociali e liberali, che si basa sui principi inscindibili di efficienza economica, di giustizia sociale, di concorrenza e solidarietà, di responsabilità personale e di protezione sociale. Questi principi diventano più che mai pregnanti nella realtà locale. Siamo fortemente convinti che una sana e trasparente competizione sia sinonimo di occupazione, sviluppo e soprattutto benessere sociale. Ora la scelta da quale parte stare spetta ai due colossi industriali. Porto e Enel – hanno concluso – scegliere se cedere al ricatto camuffato da vertenza occupazionale, perpetrato da chi in questi anni ha sapientemente coltivato un potere fatto di  privilegi e prebende, oppure intraprendere la strada della trasparenza e della sana competizione, salvaguardando la professionalità degli occupati senza interessarsi di quella dei manager e dei voti da garantire loro".

 

 

 

 

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Tarquinia, Villa Bruschi Falgari luogo del Cuore Fai

TARQUINIA – Villa Bruschi Falgari tra i Luoghi del Cuore Fai. La villa, che si trova a un chilometro da Tarquinia, ha uno splendido parco di 4 ettari voluto nel 1869 da Maria Giustina Quaglia, moglie del conte Francesco Bruschi Falgari. Il sito partecipa alla nona edizione del censimento del Fondo Ambiente Italiano, con il sostegno di Banca Intesa Sanpaolo, per iniziativa del comitato “Gli amici di villa Bruschi Falgari”. «La partecipazione ha l’obiettivo di riportare il parco della villa all’idea originaria dell’architetto Vespignani. – spiega il comitato – Ovvero ricreare un giardino all'italiana ricco di essenze botaniche e di percorsi storici».  La villa e il parco sono oggi nel degrado. In particolare il giardino, dopo gli ultimi interventi di manutenzione fatti 10 anni fa, presenta un grave stato di abbandono ed è chiuso al pubblico. «Vogliamo che questo gioiello architettonico e paesaggistico torni a essere un simbolo della città, – conclude il comitato – un luogo di nuovo fruibile per i tarquiniesi». Al censimento aderisce l’Amministrazione Comunale, che metterà in campo una serie di iniziative promozionali per sensibilizzare e invitare la cittadinanza a votare. Grazie ai Luoghi del Cuore è stata restaura e riaperta al pubblico dopo decenni, sempre a Tarquinia, la tomba degli Scudi che, nel 2014, con 5681 preferenze, si classificò al 63esimo posto a livello italiano. Si potrà votare villa Bruschi Falgari fino al 30 novembre 2018, sul sito  www.iluoghidelcuore.it  e nelle filiali Intesa San Paolo o mettendo la propria firma su appositi moduli che saranno distribuiti nei prossimi giorni in alcune attività commerciali e presso l’infopoint della Barriera San Giusto. Per seguire l’andamento del censimento e gli aggiornamenti sulle attività del comitato è stata creata la pagina facebook "Villa Bruschi Falgari Luogo del Cuore”.  

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Christian Gasparri è Guanto d'Oro d'Italia 2018

di ALESSIO ALESSI

Christian Gasparri domina la categoria dei Leggeri e conquista ‘‘Il Guanto d’Oro d’Italia 2018 – Trofeo A. Garofalo’’. 
Il giovane ma già titolato pugile della Cosmo Boxe si muove sul ring allestito all’interno della Palestra di via Leti di Fermo con la solita maestria, spazzando via uno dopo l’altro tutti i suoi avversari.
Una kermesse importante non solo per l’alto livello tecnico dei partecipanti, ma anche per il forte valore sociale veicolato dalla campagna ‘‘Un Pugno al Terremoto’’.
La manifestazione ha aperto i battenti venerdì scorso con i quarti, turno che ha immediatamente sorriso a Gasparri, il quale ha superato con un netto 5-0 Daniele Marte. 
Sabato è stata la volta delle semifinali, con l’atleta di Tarquinia, seguito all’angolo dai maestri Riccardo e Angelo Gasparri, ancora sugli scudi grazie ad un altro 5-0 ai danni di Giuseppe Ferlick. 
Un percorso straordinario che ha portato il classe ’99 in finale, dove ha incrociato i guanti col romano Daniel Spada il quale, seppur in grado di dare filo da torcere a Gasparri, si è dovuto arrendere 5-0 alla classe del talento della Cosmo Boxe, così come avevano fatto i suoi ‘’colleghi’’ in precedenza.
Ora per Gasparri, già nel giro della Nazionale Elite, l’obiettivo principale è arrivare pronto agli Italiani, col sogno olimpico che potrebbe passare proprio da lì. 
«È stato un torneo impegnativo – spiega il maestro e papà Riccardo – ma Christian ha dimostrato tutto il suo valore. Nonostante i match siano stati duri e combattuti, non ha mai rischiato seriamente la sconfitta. Adesso – conclude il tecnico della Cosmo Boxe – ci attende un dual match il prossimo 20 luglio a Tarquinia, poi a settembre inizieremo la preparazione in vista dei campionati italiani Elite in programma a dicembre».
 

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Tirreno sugli scudi allo Stadio della Farnesina

Stadio della Farnesina preso d’assalto dalla categoria Ragazzi (2005-2006) della sezione della provincia di Roma. La Tirreno Atletica Civitavecchia schiera la squadra maschile che nelle due giornate di prove riesce a coprire tutte le gare di biathlon richieste dal regolamento. I ragazzi hanno dimostrato profondo senso di appartenenza alla squadra e si sono adeguati all’assegnazione del biathlon più congrua per il raggiungimento del miglior punteggio per il campionato. In ogni prova hanno dimostrato grinta, capacità di adattamento e concentrazione. I risultati individuali: Bonamano Matteo: 60Hs 10”98/ salto in lungo 4,44m PB; Calbi Joel : 60m 8”58 PB/quadruplo 11,28m; Cirillo Luca: 300m 57”53/ 600m 2’08”55/vortex 25,45m/peso 6,53m; Ciurlanti Riccardo: 600m 2’00”73/salto in alto 1,00m; Dolci Leonardo: 1000m 3’24”49/salto in lungo 4,01mPB/600m 1’49”92PB/salto quadruplo 10”92; Guerrucci Matteo: 60m 9”99/Peso 7,20m; Pallagrosi Emanuele: 1000m 3’30”58/vortex 31,72m/600m 2’03”09/salto quadruplo 9,78m; 4×100 Calbi-Pallagrosi-Dolci-Ciurlanti 1’01”38. Prestazioni che potrebbero significare la qualificazione per la finale regionale alla quale accedono le 15 squadre più forti del Lazio. Le Ragazze purtroppo, a causa delle tante defezioni, hanno partecipato in forma individuale; questo però non le ha demotivate e  si sono dimostrate atleta già consapevoli delle loro potenzialità: Sara Pontani abbina il salto quadruplo di 9,65m all’ottimo 1’53”41 sui 600m; Matilde Patanè alza l’asticella dell’alto a 1,30m, nel salto in lungo segna 4.00m mentre nelle corse chiude il 300m in 48”05 e sulla distanza doppia registra 2’01”36; Chiara Agostini alla sua prima uscita ufficiale, per il salto quadruplo segna 8,15m mentre per il 60m ferma il crono a 10”77.
 

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Crc diviso tra "Trofeo Lupo Alberto" e "Città di Perugia"

Le rappresentative del Centumcellae Rugby Civitavecchia Under 6, 8, 10, 12 e 14 in evidenza con gran bel gioco e prestigiosi piazzamenti ai Trofei “Lupo Alberto” in Emilia Romagna e “Citta di Perugia” in Umbria.
Per l’Under 6 al Trofeo “Lupo Alberto” di Parma un’ottima prova per i pupilli dei coach Diottasi e Piermarini che ad uno dei tornei più importanti d’Italia si classificano al 5° posto. Un plauso a questi piccoli campioni che chiudono nel migliore dei modi una bellissima stagione sportiva.
Al Trofeo  “Lupo Alberto” di Parma bravissima e competitiva l’Under 8 che fino alla fine lotta e si diverte mostrando un’eccellente grinta e voglia di giocare.
Al Trofeo “Lupo Alberto” anche l’Under 10 dei coach Raponi e Papaleo, che ha partecipato con determinazione e caparbietà. L’importante competizione a livello nazionale ha visto impegnati gli atleti che hanno battuto i campi parmensi ottenendo buoni risultati.
Nella stessa manifestazione grande soddisfazione anche per Federico Pace, unico partecipante al torneo per quanto riguarda l’Under 12, giocando in franchigia con il Versilia. Accompagnato dal papà dirigente accompagnatore Stefano Pace, il giovane ha dimostrato la voglia e il carattere che contraddistingue tutti gli atleti del Crc.
Sugli scudi al Trofeo  “Città di Perugia “ l’Under 14. Sui campi del Curi di Perugia i ragazzi di Alessandro Crinò e Germana Raponi hanno messo in campo determinazione e bel gioco tanto da meritarsi gli applausi e i complimenti anche delle tifoserie avversarie, chiudendo il torneo con un lusinghiero 2° posto nel proprio girone e 5° di categoria, a completamento di una stagione di soddisfazioni per un gruppo di giovani che farà sempre meglio.
Intanto, anche se la stagione sportiva del rugby è agli sgoccioli per il settore giovanile, il Crc stà preparando la stagione estiva.
Grandi sorprese per il settore giovanile dei rugbisti attendono la stagione al caldo, subito l’iniziativa finale con sport e scuola il 6 giugno, poi “A Cena col Crc “ il 16 giugno ed a seguire ci sarà tutta un’estate da scoprire col rugby civitavecchiese.

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Snipers TecnoAlt sconfitti a Modena

CIVITAVECCHIA – Niente da fare: gli Snipers TecnoAlt non riescono ad espugnare Modena e la serie si dovrà decidere a gara 3, nel prossimo weekend a Civitavecchia.
Al PalaSacca finisce 3-2 per i padroni di casa (3-1 il primo tempo) al termine di una gara emozionante e sempre in bilico.
I civitavecchiesi vanno in svantaggio dopo pochi secondi su rebound ma pareggiano a metà frazione con Valentini. Sul finire di frazione uno-due pesante dei padroni di casa che chiudono il tempo in doppio vantaggio. Nella ripresa tante occasioni per entrambe le squadre ma sale sugli scudi il portiere modenese Cipriano, autore di 50 parate a fine gara, che salva il fortino Modena. Il gol di Cocino non basta a pareggiare i conti.

"La pista di Modena è molto difficile per caratteristiche – spiega Riccardo Valentini – e non è stato facile abituarsi ad un altro campo che impone un altro modo di giocare. Dopo un inizio tosto però, abbiamo preso le misure e nel secondo tempo abbiamo letteralmente dominato l'incontro. Molto bravo il portiere ospite, cosi come i suoi compagni di squadra, a difendere il risultato. Le gare di play off sono sempre combattute e vengono decise dagli episodi: questa volta hanno girato in nostro sfavore".

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Port Mobility, congelati sciopero e stato d’agitazione

<p>CIVITAVECCHIA -&nbsp;Congelati sciopero e stato d&rsquo;agitazione dei lavoratori Port Mobility. Soddisfatti i sindacati dall&rsquo;esito dell&rsquo;incontro di questa&nbsp;mattina con il presidente dell&rsquo;AdSP del Mar Tirreno centro settentrionale Francesco Maria di Majo. Un incontro fiume per snocciolare le varie problematiche evidenziate dall&rsquo;appello fatto dalla Port Mobility. Nei giorni scorsi l&rsquo;allarme e il rischio di uno slittamento del pagamento degli stipendi dei lavoratori dell&rsquo;azienda a causa della mancata assegnazione del Cig e dell&rsquo;approvazione del piano tariffario. Immediata la levata di scudi dei sindacati Cgil, Ugl e Cisl con una proclamazione dello stato d&rsquo;agitazione e la programmazione di uno sciopero per oggi. Il giorno stesso di Majo ha fatto sapere di aver firmato, da Gaeta, il decreto per sbloccare la situazione.</p>

<p>Poi la comunicazione da parte di Azzopardi (Ad di Port Mobility): &laquo;Siamo riusciti a fare il miracolo e gli stipendi verranno pagati regolarmente&raquo;. Ma per&nbsp; revocare lo stato d&rsquo;agitazione e lo sciopero i sindacati hanno voluto attendere l&rsquo;incontro con il numero uno di Molo Vespucci, alla base un maggiore bisogno di programmazione e tempistiche pi&ugrave; celeri. &laquo;Da parte del presidente di Majo – ha spiegato Fabiana Attig (Ugl) – abbiamo ricevuto parole rassicuranti. Ci ha spiegato che l&rsquo;AdSP ha dovuto rivedere tutte le concessioni rilasciate negli anni per, eventualmente, aggiornarle alla normativa vigente e a questo erano dovuti i ritardi per quanto riguarda il Cig&raquo;.</p>

<p>Sul fatto che il Codice identificativo di gara fosse a tempo determinato, con scadenza al 31 maggio &laquo;siamo riusciti ad ottenere la promessa da parte del presidente, e l&rsquo;impegno a ratificarlo il prima possibile, l&rsquo;allungamento del termine al 31 dicembre del 2018. Abbiamo chiesto – ha continuato Attig – una programmazione di pi&ugrave; ampio respiro. Per quanto riguarda i tariffari ci hanno spiegato che ci sono operazioni che vanno sviscerate nel dettaglio&raquo;. A breve un altro incontro per affrontare nel dettaglio varie questioni come, ad esempio, il piano tariffario 2018. Altra vittoria importante ottenuta dai sindacati &egrave; l&rsquo;istituzione di due diversi tavoli: quello sul lavoro e quello sulle Zls (zone franche).</p>

<p>&laquo;Finalmente siamo riusciti – ha concluso Attig – a definire questo aspetto e si parte immediatamente il 3 maggio. Il tavolo del lavoro avr&agrave; prevalentemente una funzione di monitoraggio per prevenire determinate criticit&agrave;&raquo;. Soddisfatto anche Gennaro Gallo (Uiltrasporti): &laquo;Il presidente ci ha illustrato le varie problematiche e ci ha parlato delle verifiche in corso – ha spiegato il sindacalista – comunque noi ribadiamo che non si pu&ograve; mettere a repentaglio la programmazione di un&rsquo;azienda. Siamo riusciti ad ottenere un&rsquo;accelerazione di questo processo. Con le risposte ricevute riteniamo che ci siamo messi su un binario corretto. Sono state poste – ha concluso – premesse importanti per una prospettiva diversa nel porto di Civitavecchia&raquo;. &nbsp;</p>

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Port Mobility, congelati sciopero e stato d’agitazione

<p>CIVITAVECCHIA -&nbsp;Congelati sciopero e stato d&rsquo;agitazione dei lavoratori Port Mobility. Soddisfatti i sindacati dall&rsquo;esito dell&rsquo;incontro di questa&nbsp;mattina con il presidente dell&rsquo;AdSP del Mar Tirreno centro settentrionale Francesco Maria di Majo. Un incontro fiume per snocciolare le varie problematiche evidenziate dall&rsquo;appello fatto dalla Port Mobility. Nei giorni scorsi l&rsquo;allarme e il rischio di uno slittamento del pagamento degli stipendi dei lavoratori dell&rsquo;azienda a causa della mancata assegnazione del Cig e dell&rsquo;approvazione del piano tariffario. Immediata la levata di scudi dei sindacati Cgil, Ugl e Cisl con una proclamazione dello stato d&rsquo;agitazione e la programmazione di uno sciopero per oggi. Il giorno stesso di Majo ha fatto sapere di aver firmato, da Gaeta, il decreto per sbloccare la situazione.</p>

<p>Poi la comunicazione da parte di Azzopardi (Ad di Port Mobility): &laquo;Siamo riusciti a fare il miracolo e gli stipendi verranno pagati regolarmente&raquo;. Ma per&nbsp; revocare lo stato d&rsquo;agitazione e lo sciopero i sindacati hanno voluto attendere l&rsquo;incontro con il numero uno di Molo Vespucci, alla base un maggiore bisogno di programmazione e tempistiche pi&ugrave; celeri. &laquo;Da parte del presidente di Majo – ha spiegato Fabiana Attig (Ugl) – abbiamo ricevuto parole rassicuranti. Ci ha spiegato che l&rsquo;AdSP ha dovuto rivedere tutte le concessioni rilasciate negli anni per, eventualmente, aggiornarle alla normativa vigente e a questo erano dovuti i ritardi per quanto riguarda il Cig&raquo;.</p>

<p>Sul fatto che il Codice identificativo di gara fosse a tempo determinato, con scadenza al 31 maggio &laquo;siamo riusciti ad ottenere la promessa da parte del presidente, e l&rsquo;impegno a ratificarlo il prima possibile, l&rsquo;allungamento del termine al 31 dicembre del 2018. Abbiamo chiesto – ha continuato Attig – una programmazione di pi&ugrave; ampio respiro. Per quanto riguarda i tariffari ci hanno spiegato che ci sono operazioni che vanno sviscerate nel dettaglio&raquo;. A breve un altro incontro per affrontare nel dettaglio varie questioni come, ad esempio, il piano tariffario 2018. Altra vittoria importante ottenuta dai sindacati &egrave; l&rsquo;istituzione di due diversi tavoli: quello sul lavoro e quello sulle Zls (zone franche).</p>

<p>&laquo;Finalmente siamo riusciti – ha concluso Attig – a definire questo aspetto e si parte immediatamente il 3 maggio. Il tavolo del lavoro avr&agrave; prevalentemente una funzione di monitoraggio per prevenire determinate criticit&agrave;&raquo;. Soddisfatto anche Gennaro Gallo (Uiltrasporti): &laquo;Il presidente ci ha illustrato le varie problematiche e ci ha parlato delle verifiche in corso – ha spiegato il sindacalista – comunque noi ribadiamo che non si pu&ograve; mettere a repentaglio la programmazione di un&rsquo;azienda. Siamo riusciti ad ottenere un&rsquo;accelerazione di questo processo. Con le risposte ricevute riteniamo che ci siamo messi su un binario corretto. Sono state poste – ha concluso – premesse importanti per una prospettiva diversa nel porto di Civitavecchia&raquo;. &nbsp;</p>

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Necropoli, nuova apertura della Tomba degli Scudi

TARQUINIA – «Un nuovo appuntamento e una nuova occasione per visitare la tomba degli Scudi e scoprire la bellezza dell’arte etrusca». Così Lorella Maneschi, capo delegazione del Fai Viterbo, sull’apertura del gioiello etrusco in programma il 29 aprile, alle ore 17, nell’ambito di ‘‘Aperti per restauro’’, l’iniziativa che nasce dall’accordo della Soprintendenza archeologia, belle arti e paesaggio per l’area di Roma metropolitana, la provincia di Viterbo e l’Etruria meridionale e il comitato Fai di Viterbo. «Continuiamo il nostro impegno di volontari per promuovere le bellezze della Tuscia. – prosegue la dott.ssa Maneschi – Stiamo avendo grandi soddisfazioni. L’apertura dell’isola Bisentina per le Giornate Fai di Primavera è stata uno straordinario successo. Ora torniamo a proporre la visita alla tomba degli Scudi. Per i prossimi mesi stiamo pensando a nuove iniziative, su tutto il Viterbese». L’intervento di restauro della pellicola pittorica dell’ambiente principale della Tomba degli Scudi è stato realizzato con il contributo messo a disposizione da “I luoghi del cuore”, il censimento dei beni artistici e ambientali italiani promossa dal FAI insieme a Intesa San Paolo. La prenotazione alle visite è obbligatoria (tel. 338 3211260, email viterbo@delegazionefai.fondoambiente.it). Possono accedere alla tomba solo piccoli gruppi, per non alterare il delicato equilibrio ambientale delle stanze.
 

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###