Sosta selvaggia davanti la Melone, il preside bacchetta i genitori

LADISPOLI – Lo aveva promesso a inizio anno scolastico e ha già mantenuto la promessa. Il dirigente scolastico della Corrado Melone, Riccardo Agresti, torna a rimproverare i genitori indisciplinati e ancora una volta (come promesso proprio all'apertura dell'anno scolastico, appunto) lo ha fatto postando la foto degli insciplinati, o meglio delle loro auto, sui social. "In foto la dimostrazione che ci sono genitori che non rispettano i propri figli o comunque se ne infischiano della sicurezza dei figli altrui. Non è la prima volta che degli ignoranti (ignorano le regole del codice della strada) mettono a rischio la sicurezza dei ragazzi i quali, invece di scendere in tranquillità dai pullman al rientro da una qualche uscita didattica, sono costretti a scendere sulla strada perché lo spazio riservato ai bus è occupato da incapaci (incapai a percorrere un tratto di strada dal parcheggio dedicato alle auto a Scuola). La maleducazione (sono stati educatiomale dai loro genitori e male educheranno i propri figli) di queste persone – prosegue Agresti – è assolutamente stigmatizzabile e rende conto della fatica che fanno i docenti ad insegnare il rispetto delle regole della civile convivenza! Il Sindaco aveva detto che sarebbero fioccate le multe, ma vediamo ancora solo estrema mancanza di rispetto del prossimo". 

Scena, quella immortalata dal dirigente della Melone, che si ripete davanti a quasi tutti gli istituti scolastici ladispolani. Auto in doppia, se non in tripla fila con i genitori, con al seguito bambini, che fanno la gimkana tra le auto, incuranti del pericolo per loro stessi, e per gli altri automobilisti che magari, proprio in quel momento si ritrovano a dover attraversare quel tratto stradale col rischio di incorrere in qualche incidente. Situazione, peraltro, denunciata anche da un genitore, come riporta lo stesso preside Agresti che, dopo la 'ramanzina' ha voluto condividere con gli internauti anche il commento di un genitore della Melone: "Buongiorno – si legge nella nota inviata al dirigente scolastico – sono un genitore disabile che se potesse avere l'uso pieno delle gambe,sarebbe molto volentieri ben disposto a parcheggiare la propria auto,munita di opportuno tagliando e comandi appunto adatti alla mia patologia,sarebbe,dicevo molto ben disposto a parcheggiare nelle piazze o nelle vie adiacenti alla scuola e fare quattro benedetti passi sulle proprie gambe.Purtroppo devo avvicinarmi molto in prossimità dell' Istituto Melone ,ma sempre attento a non invadere lo spazio e la libertà altrui. Guardi invece cosa siamo capaci di fare, il grado di menefreghismo e inciviltà raggiunti. Considerando che al peggio non ci sono limiti, con questa immagine (nella foto inviata al dirigente scolastico si vedono auto in doppia fila che invadono anche le strisce pedonali, ndr) voglio mettere in evidenza, il "coraggio" di alcune figure che senza pudore e con il massimo dell'egoismo e della arroganza e aggiungo assoluta stupidità, riescono a mettere regolarmente le loro auto nelle posizioni più idonee a mettere in pericolo gli stessi scolari,contravvenendo alle più elementari regole e impedendo anche il transito degli ausili per disabili e procurando disagio e difficoltà di cui i suddetti imbecilli sembrano non rendersene conto.Eppure secondo me,sono pienamente coscienti del loro deplorevole comportamento.Ma il livello di degrado raggiunto,li ha assuefatti alla malaeducazione e al sopruso.Un rimedio potrebbe essere il raggiungimento della consapevolezza degli utenti più ligi alle norme,che costoro possono venire redarguiti e invitati al rispetto verso tutti.
Caro signor preside, la saluto molto cordialmente, con l'amara certezza che anche non arrendendosi,purtroppo non saremo in grado di cambiare le cose".

Non è mancata la risposta del dirigente scolastico: "A questo genitore rispondo che credo nella funzione di crescita culturale ed educativa della Scuola e sono certo, guardando i nostri "meloncini", che il futuro sarà migliore della realtà attuale. Noi lavoratori della conoscenza non ci arrenderemo mai!".

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Tidei: ''Due settimane di lavoro intenso''

S. MARINELLA – Il sindaco Pietro Tidei approfitta dell’opportunità che gli offrono i social network, per informare la cittadinanza sulla sua attività amministrativa riferita alle ultime due settimane di lavoro che reputa intenso e produttivo. «Abbiamo avuto diversi incontri con Enel – dice il primo cittadino – per ottenere la riduzione  del costo delle bollette a seguito dello stato di insolvenza del Comune per debiti passati e non pagati. Sul problema dell’illuminazione pubblica, abbiamo aggiunto 300 nuovi punti luce, per fornire le zone periferiche attualmente al buio. Sugli stessi pali verrà collocata una rete Wi Fi da mettere a disposizione dei cittadini con intera copertura della città e della frazione di Santa Severa. Si farà inoltre la copertura di tutti i plessi scolastici e degli edifici pubblici, con pannelli solari per la produzione di energia elettrica, questo grazie all’anticipazione a favore del Comune della somma di 450 mila euro dovuti come previsto da convenzione a copertura delle annualità 2018, 2019 e 2020 da parte di Enel. Abbiamo richiesto un finanziamento di alcune infrastrutture importanti quali parchi e giardini, mentre intendiamo coinvolgere Enel con un finanziamento della mensa della solidarietà». Il sindaco annuncia anche che sono stati fatti e che continueranno alcuni incontri con gli assessori e i consiglieri regionali per dei finanziamenti per le scuole, le fogne, le barriere soffolte, l’assegnazione di aree pubbliche da Arsial e dalla Regione a favore del Comune. La risoluzione, dopo 30 anni, del problema urbanistico della Quartaccia e della Perazzeta, gli impianti sportivi e gli investimenti sul sociale. “Mentre – continua Tidei – stiamo incontrando i dirigenti di Acea per le fogne di Belvedere, Colfiorito, Perazzeta e Toscana, il potenziamento dei depuratori e gli investimenti per nuovi allacci». 

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Tidei-Fantozzi: è scontro

S. MARINELLA – «Dopo i primi cento giorni di amministrazione, le favole del sindaco Tidei, presentate in campagna elettorale, vengono raccontate dalla cittadinanza». A dirlo è Ilaria Fantozzi responsabile del circolo cittadino di Fratelli D’Italia. «Tra ordinanze punitive – continua la Fantozzi – servizi di pubblica utilità maggiorati rispetto al commissariamento precedente, i cittadini santamarinellesi chiedono a gran voce interventi urgenti per le scuole e per i servizi di pubblica utilità. Questa giunta disorganizzata che non ha saputo strutturare un piano finanziario di rientro, non ha saputo snellire le incombenze dei cittadini e non sta regalando neanche quella sicurezza della quale i cittadini hanno bisogno, visti anche i recenti episodi di cronaca locale, deve mettersi una mano sulla coscienza e riconoscere i propri limiti. Neanche la messa in sicurezza degli stabili abbandonati è iniziata, con tutti i problemi che possiamo immaginare. Insomma la cittadinanza non vuole più ascoltare favole. La politica del dissesto, voluta dal sindaco, ha ulteriormente aggravato la già precaria situazione economica della nostra amata Perla, adesso, è ora di reagire». La risposta del sindaco arriva a breve giro di posta. «Dopo le recenti piogge – risponde Tidei – le opposizioni, si affacciano dal guscio con note stampa farneticanti, immolandosi come kamikaze su terreni dove bisognerebbe tacere. Il silenzio, d’altronde, è un’arte che non tutti sanno praticare. La giovane, forse inesperta Ilaria Fantozzi, dovrebbe prendere esempio dai precedenti amministratori, gli stessi che il suo movimento politico ha sostenuto, ai quali la città, con le recenti elezioni, ha dato il benservito. Alla stessa maniera in cui la Fantozzi ha fatto un bilancio dei primi cento giorni della mia Giunta, vorrei leggere, dalla stessa, un bel bilancio dei dieci anni dell’amministrazione Bacheca». «Tanto per rinfrescare la memoria – continua il sindaco – la strada del dissesto finanziario è stata tracciata dalla precedente amministrazione che già aveva fatto richiesta di quei fondi regionali dedicati ai Comuni in situazione di predissesto per poi ricevere la certificazione della commissaria. Alla mia amministrazione il compito di un atto obbligatorio per legge. Per quanto concerne l’aumento delle tariffe dei servizi alla persona, nonché delle aliquote comunali, ricordo che gli autori materiali sono stati Bacheca in primis e poi il Commissario Straordinario.  A noi, il merito e lo dico con orgoglio, di aver ridotto le tariffe per lo scuolabus e garantito quei servizi che altrimenti, sarebbero stati interrotti. Gli amministratori che Fdi e la Fantozzi hanno sostenuto, prendono il merito di aver chiuso tutti gli impianti sportivi, la piscina comunale e i plessi scolastici. Hanno il merito di non aver riscosso numerosi finanziamenti regionali nonché quello di dover invece restituire il finanziamento dedicato alla costruzione di un asilo nido che, ovviamente, non si è fatto. A loro il merito di aver lasciato un paese ridotto in pezzi, dove le attività commerciali chiudono, senza servizi, senza infrastrutture e con 30 milioni di debiti». «Non accetto – conclude Tidei – da movimenti politici queste fake news che hanno, come scopo, la sola visibilità perché prive di ogni buon senso. Se le opposizioni vogliono contribuire realmente, senza polemica, presentino proposte concrete e si mettano a disposizione di questa Giunta comunale anche nelle cose più piccole come la pulizia di una strada. Santa Marinella ha bisogno di risposte, di azioni concrete e non parole da parte di chi ha sostenuto gli autori di questo disastro e che se ne sta con le braccia conserte dietro ad una tastiera sempre pronto a criticare».

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Ladispoli: maxi controlli di Polizia e Vigili Urbani

LADISPOLI – Nella giornata di ieri, nel comune di Ladispoli, gli agenti del commissariato di Polizia di Civitavecchia diretti dal dottor Nicola Regna, in sinergia con personale della Polizia Locale di Ladispoli, quest’ultima diretta dal comandante Blasi, hanno effettuato un congiunto ed articolato servizio di controllo del territorio, con l’ausilio di unità cinofile anti droga presso gli istituti scolastici della città di Ladispoli, procedendo ad effettuare posti di controllo e verifiche ad esercizi di somministrazione di cibo e bevande.

In particolare, durante tutte le attività di controllo del territorio, sono state controllate 85 persone e 35 veicoli. I controlli sono stati estesi anche ad alcune attività commerciali, durante i quali si è proceduto all’identificazione di numerose persone, tra avventori, gestori e dipendenti, nel corso dei quali sono state elevate sanzioni amministrative per circa 8.000 euro.

 Infine, è stato effettuato un controllo a tappeto al fine di verificare la posizione di 8 soggetti sottoposti alle Misure di Prevenzione.

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Studentessa nominata ‘‘Alfiere del lavoro’’

TARQUINIA – Flaminia Quattrini, un’altra studentessa dell’IIS Vincenzo Cardarelli verrà premiata l’8 novembre al Quirinale dal Presidente della Repubblica, in occasione della consegna delle onorificenze ai nuovi “Cavalieri del Lavoro”. 
Flaminia ha conseguito la maturità  del Liceo Scientifico nell’anno scolastico 2017-2018. Entusiasta la Dirigente Scolastica Laura Piroli: “Oggi la nostra alunna Flaminia Quattrini, che ha frequentato il Liceo scientifico, ci ha resi orgogliosi per il risultato da lei raggiunto nella selezione dei Cavalieri del Lavoro – riferisce la Dirigente scolastica – Questa onorificenza viene assegnata soltanto a soli 25 studenti, in tutta Italia, particolarmente meritevoli. Noi, con la nostra Flaminia, abbiamo raggiunto l’obiettivo. Ancora una volta gli insegnamenti che cerchiamo di trasmettere, la passione, lo studio serio, la volontà di riuscire, hanno premiato Flaminia, che oggi riceve un riconoscimento, frutto di anni di impegno”. 
“I complimenti per l’ottimo lavoro svolto, – aggiunge la dott.ssa Laura Piroli –  vanno a lei e alla sua famiglia, da parte di tutti gli alunni del Cardarelli, degli insegnanti, del personale ATA e mio personale.  Chi si occupa per l’IIS Cardarelli dell’iniziativa è la Prof.ssa Maria Rita Giorgolo: “Sono veramente orgogliosa che un’altra nostra studentessa arrivi a questo importante traguardo, che significa un impegno ed una passione per lo studio continuativa e proficua – riferisce la prof. Giorgolo – Il Premio Alfieri del Lavoro, è bene ricordarlo, viene conferito ai migliori 25 studenti a livello nazionale, dopo una selezione che tiene conto del voto ottenuto all’Esame di Stato, dei risultati scolastici dei primi quattro anni delle scuole superiori, nonché della valutazione conseguita al termine della scuola media. Il nostro istituto per ben 5 volte ha raggiunto questa meta grazie all’impegno degli studenti e di tutti i docenti”.  Emozionata Flaminia  ringrazia: “Sono molto onorata di questo riconoscimento – dichiara Flaminia Quattrini – La cosa più bella è rendere orgogliosi di me i miei genitori e gli insegnanti, che mi sono stati vicino e che mi hanno trasmesso conoscenze, valori e la passione per lo studio . Sono stati anni di crescita scolastica e personale. La vicinanza degli insegnanti e dei compagni, mi hanno permesso di maturare e fare esperienze molto formative. Grazie!”. 

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Mensa alla Melone, necessario un altro locale

LADISPOLI – Alla Corrado Melone si cercano nuovi locali per la realizzazione della “mensa bis”. E' quanto emerso mercoledì sera in consiglio comunale. A dirlo è stato il sindaco Alessandro Grando in risposta all'interrogazione presentata sul “caso mensa” dal Movimento 5 Stelle. A quanto pare proprio nei giorni scorsi l'azienda sanitaria avrebbe inviato il certificato all'amministrazione in cui si attesta la regolarità della struttura. Unica nota dolente. All'interno dei locali potranno pranzare 61 bambini per volta e non 67 come indicato dal Responsabile mensa dell'istituto comprensivo. Da qui la necessità da parte degli amministratori di palazzo Falcone di andare ad individuare all'interno del plesso Fumaroli o Odescalchi di un nuovo locale dove predisporre una seconda mensa così da riuscire a garantire i tre turni di refezione scolastica. «Fino a quel momento i bambini continueranno a pranzare al Polifunzionale – ha detto il primo cittadino – dove non saranno realizzate altre attività al di fuori della mensa». E proprio sul Polifunzionale, l'amministrazione non intende cedere il passo. Mensa e spettacoli non possono coesistere. A dirlo sarebbe stato un ispettore della Asl che «un giorno alle 11 – ha raccontato Grando – mi chiamò perché i locali del Polifunzionale non erano stati sanificati. Addirittura qualcuno aveva fumato all'interno della struttura. La responsabile Asl disse davanti a me, all'assessore Milani e alla Cordeschi che se non si riusciva a risolvere la problematica i bambini non avrebbero più potuto mangiare in quel luogo. E quello non è stato nemmeno il primo episodio. E' dal 2013 che la Asl scrive di questo». Il primo cittadino non ha perso nemmeno l'occasione per puntare il dito contro la dirigenza scolastica che sin dal primo giorno di scuola si è fortemente opposta ai nuovi locali. «Fin quando non avrò i certificati di Asl e Vigili del fuoco qui dentro non entrerà nessuno». Così aveva tuonato il dirigente scolastico Riccardo Agresti. E questo ha ricordato mercoledì sera in consiglio comunale il primo cittadino puntando i riflettori sull'anomalia riscontrata a pochi giorni di distanza: «Dentro la mensa venerdì scorso stavano facendo lezione. Questa cosa non la capisco». Per quanto riguarda poi il numero degli iscritti all'istituto comprensivo, Grando è tornato a ribadire che ogni istituto scolastico «deve attenersi alla capacità del proprio istituto. Andando avanti di questo passo – ha detto – tra un po' non basterà nemmeno il Polifunzionale per ospitare i bambini».
E nell'interrogazione, il Movimento 5 Stelle ha chiesto lumi anche sulle esternazioni del consigliere di maggioranza Raffaele Cavaliere circa la sicurezza degli istituti scolastici di competenza dell'amministrazione comunale. «E' innegabile – ha risposto il Sindaco – che abbiamo ereditato delle problematiche». Addirittura, alcuni istituti scolastici, tra cui anche la Corrado Melone, non sarebbero state accatastate. Ma Grando tranquillizza: «Non siamo in una situazione diversa rispetto al resto d'Italia dove il 50% delle scuole ha problemi, ma non è vero che gli istituti di Ladispoli non sono sicuri. Continueremo ad impegnarci – ha proseguito Grando – per garantire la sicurezza dei bambini. Tutte le scuole, e non solo la Melone, sono importanti come lo sono tutti i bambini e non metteremmo mai a rischio la loro sicurezza».

E non è tardata ad arrivare la replica del dirigente scolastico della Melone, Riccardo Agresti
IL COMMENTO: «Nemmeno a farlo apposta, dopo la sparata di Grando in Consiglio Comunale contro i facinorosi genitori, i politicizzati docenti e soprattutto il "cattivo" dirigente scolastico, ecco la risposta della ASL che dà ragione a tutti costoro e torto al Comune ed in particolare all'assessore, il quale protetto dal Sindaco, ha sprecato denaro pubblico per un'opera inutilizzabile: la sala mensa realizzata non può servire alle necessità della Scuola perché non può ospitare più di 61 persone alla volta, come da sempre affermato basandosi non su chiacchiere di incapaci, ma su relazioni di professionisti, il RSPP della Scuola. Immagino sia ora chiaro anche agli haters con i paraocchi politici chi abbia veramente a cuore la sicurezza e la salute dei bambini di Ladispoli e chi abbia trascinato un problema causato dall'incapacità di un assessore in uno scontro politico che non ci appartiene. Il nostro partito sono i bambini (i quali … non votano!), quale è il partito del Sindaco?».

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

UNIONE COMUNI DEL SORBARA – CONCORSO (scad. 25 ottobre 2018)

Concorso pubblico, per soli esami, per la copertura di un posto di
istruttore amministrativo, categoria C, a tempo indeterminato e
intero, per il Comune di Nonantola, area servizi scolastici.
(18E09484)

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

''Pieno appoggio all'operato del Sindaco e della Giunta''

LADISPOLI – Ancora interventi sul caos mensa alla Corrado Melone. Dopo la solidarietà di Noi con Salvini al primo cittadino, ora a prendere la parola è Cuori Ladispolani e lo fa per esprimere "pieno appoggio all'operato del Sindaco e della Giunta, relativamente agli interventi di manutenzione straordinaria sugli immobili scolastici".
"Nonostante le tante difficoltà relative ai tempi ridotti ed alle risorse economiche risicate – spiegano da Cuori ladispolani – siamo riusciti ad effettuare numerose lavorazioni sulle scuole. Molteplici le criticità riscontrate, dai problemi strutturali alla mancanza di locali di refezione. Basti pensare che in soli 2 mesi di stop dell'attività didattica sono stati realizzati due nuovi locali mensa, rispettivamente nei plessi Fumaroli (IC Corrado Melone) e Livatino (IC Ladispoli I), nel plesso G.Rodari (Ladispoli I) sono stati effettuati lavori per la presenza di consistente umidità di risalita, mentre nel plesso di Via Rapallo (IC Ladispoli III) procedono a pieno ritmo gli interventi di risanamento strutturale. Interventi che avvertiamo come un obbligo per fornire locali funzionali e a norma ad una popolazione scolastica per troppi anni trascurata. E ciò si può realizzare solo con quegli istituti capaci di manifestare per tempo le proprie necessità in termini di spazi e programmare le proprie attività in condizioni di piena collaborazione con l'amministrazione comunale.  Dunque, teniamo a ribadire a gran voce alla Città il serio impegno di “Cuori Ladispolani” per le Scuole, un tema che viene attenzionato costantemente, sia sotto il profilo dell'Istruzione che dell'Edilizia.
Basta con le controversie, l'amministrazione ha agito nei tempi e nei modi concordati, il resto appartiene alla polemica. Tra la scorsa settimana e la giornata di ieri (lunedì per chi legge, ndr), i nostri giovani cittadini hanno avuto la prima campanella e noi come Lista “Cuori Ladispolani” auguriamo a tutti un grande in bocca al lupo per il nuovo anno scolastico!".

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

COMUNE DI RECANATI – CONCORSO (scad. 18 ottobre 2018)

Concorso pubblico, per esami, per la copertura di un posto di
istruttore amministrativo contabile, categoria C, a tempo
indeterminato e pieno, presso il servizio servizi
sociali/scolastici dell'area servizi al cittadino e affari
generali, con riserva di un posto al personale militare in ferma
prefissata e in ferma breve, ai sensi dell'art. 1014 del decreto
legislativo n. 66/2010.
(18E09157)

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###