Elezioni Viterbo, è ballottaggio tra Giovanni Arena e Chiara Frontini

VITERBO – Nella città dei Papi il centrodestra è in netto vantaggio con il 37,55% per il candidato sindaco Giovanni Arena, con grande distacco su Chiara Frontini che si attesta sul 18,66%. A seguire Luisa Ciambella con il 12,81%, Francesco Serra 12,94%, Massimo Erbetti 5,96%, Filippo Rossi 8,33%%, Claudio Taglia 2,70%, Paola Celletti 2,84%.

A Sutri, invece,  Vittorio Sgarbi è pronto a festeggiare: è lui il nuovo sindaco. I dati, non ancora ufficiali, parlano di una vittoria schiacciante: il noto critico d’arte ha ottenuto 2704 preferenze contro le 1567 di Lillo Di Mauro.

Nella città di Viterbo hanno votato il 62,97% degli aventi diritto contro il 67,37% della precedente tornata elettorale. Alle 19 il dato sull’affluenza si attestava intorno al 45,23% pari a 24.106 elettori su 53.289; mentre alle 12 era del 19,74%.

Luisa Ciambella è sostenuta da tre liste: Orizzonte comune, Pd e La voce dei giovani viterbesi. Giovanni Maria Arena, quattro liste: Fratelli d’Italia, Forza Italia, Lega e Fondazione. Chiara Frontini è sostenuta da due liste: Viterbo 2020 e Viterbo cambia. Massimo Erbetti è il candidato sindaco del Movimento 5 Stelle e Paola Celletti di “Lavoro e beni comuni”. Il medico Claudio Taglia è sostenuto da due liste: Casapound e “Viterbo in musica – Federico Meli – Giovani e sport”. Francesco Serra, sostenuto da Impegno comune e Viterbo dei cittadini. Filippo Rossi, dalle liste Viva Viterbo e Area civica.

Ciambella è vicesindaco uscente con delega al Bilancio; Giovanni Arena per un periodo lo è stato prima di lei, con delega all’Ambiente, quando era sindaco Giulio Marini. Assessore per qualche mese nella giunta Marini è stata anche la Frontini, dopo che il Tar all’inizio del 2012 aveva imposto la presenza delle quote rosa. Erbetti è uscito invece dalla votazione interna del M5S; mentre la Celletti, sindacalista Usb, può essere considerata la presenza più di sinistra tra gli otto candidati, come quella di Taglia la più a destra. Il primario di chirurgia maxillo facciale dell’ospedale Belcolle ha un passato nella giunta Marini, da assessore al Bilancio e Termalismo: nel 2013 si era candidato alla Regione con Futuro e libertà, e alle elezioni di marzo sempre alla Regione con Casapound. Serra é un democrat che ha scelto la strada solitaria in seguito alla rottura con l’ala che fa capo a Giuseppe Fioroni. Rossi, come la Frontini, ci aveva provato anche nel 2013; è stato presidente del consiglio comunale per poi dimettersi; un anno fa ha lasciato la maggioranza.

Molto a rilento lo spoglio dei voti.

Sezioni sindaco: 52 / 66 – Sezioni consiglio: 52 / 66

Candidati Sindaco e Liste Voti %
  ARENA GIOVANNI MARIA   10.308 45,35
FORZA ITALIA FORZA ITALIA   3.332 14,66
FRATELLI D'ITALIA CON GIORGIA MELONI FRATELLI D'ITALIA CON GIORGIA MELONI   3.019 13,28
LEGA LEGA   2.821 12,41
LISTA CIVICA - FONDAZIONE! LISTA CIVICA – FONDAZIONE!   1.136 4,99
Totale liste     10.308 45,35
   
  FRONTINI CHIARA   3.273 14,40
LISTA CIVICA - VITERBO VENTI VENTI LISTA CIVICA – VITERBO VENTI VENTI   2.510 11,04
LISTA CIVICA - VITERBO CAMBIA LISTA CIVICA – VITERBO CAMBIA   763 3,35
Totale liste     3.273 14,40
   
  CIAMBELLA LISETTA DETTA LUISA   2.887 12,70
PARTITO DEMOCRATICO PARTITO DEMOCRATICO   1.841 8,10
LISTA CIVICA - ORIZZONTE COMUNE LISTA CIVICA – ORIZZONTE COMUNE   687 3,02
LISTA CIVICA - LA VOCE DEI GIOVANI VITERBESI LISTA CIVICA – LA VOCE DEI GIOVANI VITERBESI   359 1,57
Totale liste     2.887 12,70
   
  SERRA FRANCESCO   2.259 9,94
LISTA CIVICA - IMPEGNO COMUNE LISTA CIVICA – IMPEGNO COMUNE   1.156 5,08
LISTA CIVICA - VITERBO DEI CITTADINI LISTA CIVICA – VITERBO DEI CITTADINI   1.103 4,85
Totale liste     2.259 9,94
   
  ROSSI FILIPPO   1.443 6,34
LISTA CIVICA - VIVA VITERBO LISTA CIVICA – VIVA VITERBO   896 3,94
LISTA CIVICA - AREA CIV!CA LISTA CIVICA – AREA CIV!CA   547 2,40
Totale liste     1.443 6,34
   
  ERBETTI MASSIMO   1.417 6,23
MOVIMENTO 5 STELLE MOVIMENTO 5 STELLE   1.417 6,23
   
  TAGLIA CLAUDIO   649 2,85
CASAPOUND ITALIA CASAPOUND ITALIA   565 2,48
LISTA CIVICA - VITERBO IN MUSICA LISTA CIVICA – VITERBO IN MUSICA   84 0,36
Totale liste     649 2,85
   
  CELLETTI PAOLA   489 2,15
LISTA CIVICA - LAVORO E BENI COMUNI LISTA CIVICA – LAVORO E BENI COMUNI   489 2,15
   
TOTALE Candidati 22.725 100,00
  Liste 22.725

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Elezioni Viterbo, avanti il centrodestra di Giovanni Arena

VITERBO – Nella città dei Papi il centrodestra è in netto vantaggio con il 37,55% per il candidato sindaco Giovanni Arena, con grande distacco su Chiara Frontini che si attesta sul 18,66%. A seguire Luisa Ciambella con il 12,81%, Francesco Serra 12,94%, Massimo Erbetti 5,96%, Filippo Rossi 8,33%%, Claudio Taglia 2,70%, Paola Celletti 2,84%.

A Sutri, invece,  Vittorio Sgarbi è pronto a festeggiare: è lui il nuovo sindaco. I dati, non ancora ufficiali, parlano di una vittoria schiacciante: il noto critico d’arte ha ottenuto 2704 preferenze contro le 1567 di Lillo Di Mauro.

Nella città di Viterbo hanno votato il 62,97% degli aventi diritto contro il 67,37% della precedente tornata elettorale. Alle 19 il dato sull’affluenza si attestava intorno al 45,23% pari a 24.106 elettori su 53.289; mentre alle 12 era del 19,74%.

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

L'Asp Under 12 si laurea campione provinciale

La formazione Under 12 femminile dell’Asp Civitavecchia si è laureata campione provinciale, battendo con uno schiacciante 3-0 il Volley Monterosi.  
Si conclude quindi con la vittoria del campionato Under 12 Femminile una stagione a dir poco straordinaria per tutto il settore giovanile femminile e maschile della società rossoblu. 
Le terribili ragazzine dell’Asp hanno totalizzato 13 vittorie e 3 sconfitte sotto la guida di Sirio Gatti nella prima parte della stagione e di Giancarlo de Gennaro da gennaio fino alla conquista del titolo oltre alla collaborazione di Ermanno Regina. 
«Un applauso grande a tutte – affermano dall’Asp Civitavecchia – soprattutto per lo straordinario impegno dimostrato». 
Queste le ragazze che fanno parte della formazione Under 12 dell’Asp Civitavecchia, che si è laureata campione provinciale: Arianna Di Gennaro, Greta Fracassa, Martina Frola, Azzurra Milea, Cecilia Pampinella, Irene Pennacchini, Daniela Serpe, Beatrice Tamburrini, Greta Trombetta e Irene Vitali.
 

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

La Coser chiude prima e centra l’accesso diretto ai playoff

Al PalaGalli di Civitavecchia la Coser Metà supera 10-2 il Meeting Club e termina al primo posto la stagione regolare di serie B femminile, conquistando l’accesso diretto ai playoff.
Primo tempo disastroso delle coserine che trasformano le tantissime occasioni da rete in un nulla di fatto pur riuscendo a mettere in mostra tantissimo movimento ed una supremazia schiacciante. Il primo tempo, di fatto, regala un misero 2 a 0 alle padroni di casa, utile unicamente a far crescere le velleità delle giovani avversarie che hanno addirittura il coraggio di prevalere nel secondo parziale. Coach Del Duca fa girare in continuazione l’organico a sua disposizione cercando di spronare le sue ad una maggiore concentrazione che, si evidenzia, puntualmente, nel terzo e quarto quando la rete avversaria inizia a gonfiarsi con maggiore frequenza. Non è che il risultato non servisse alle ragazze di Del Duca, ma di fatto, con il Meeting, la squadra, ha effettuato un vero e proprio allenamento in vista di quelle che saranno le partite fondamentali di questa stagione, i playoff in programma il 23-24 giugno ad Avezzano. Come sempre le migliori sono state Pipponzi e Cicoria, autentiche trascinatrici, molto bene Foschi e la giovanissima Di Basilio, oggi in evidenza con due belle segnature. In porta la giovane Bottiglieri in sostituzione della febbricitante Caricaterra. Da lodare il gran lavoro di sacrificio di Scifoni, capace di conquistare diverse espulsioni e di consentire alle compagne di andare in rete. Bene tutte le altre, in evidenza, a turno, sulle fasce, da segnalare anche l’esordio della classe 2003 Esperto Sara che, entrata in acqua solo nell’ultimo minuto di gioco, riesce a mandare in rete la sua compagna Fanisio.
Parziali: 2-0, 0-1, 4-1, 4-0.
Cosernuoto Metà: Bottiglieri, Pipponzi 1, Esperto S., Cicognani, Rastelli 1, Sacco, Fanisio 1, Regoli 1, Scifoni, Foschi, Cicoria 4, Di Basilio 2. Allenatore: Marcello Del Duca.
Meeting Club: Barca, Pallante, Magno, Cappelluti, Bacco, Casciotti A., Cristea 1, Baldo, Gasbarri, Ramellini 1, Maggi, Casciotti E., Barsi. Allenatore: Adriano Borelli.

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Invernale: bis di Tevere Remo Mon Ile

Tanto vento, tanta onda e tutti gli imprevisti tipici di una regata tirata al massimo, con vele (anche nuovissime) scoppiate e outsider che hanno conosciuto la loro giornata di gloria. Finisce così l’Invernale di Riva di Traiano – Trofeo Paolo Venanzangeli, con una giornata, quella di sabato, finalmente all’altezza della fama di questo campo di regata, dove vince chi ama il gioco duro. Innanzitutto onore ai vincitori assoluti, a cominciare dalla classe regina, quella dei Regata, dove, sia in IRC sia in ORC, ha trionfato Tevere Remo Mon Ile, First 40 di Gianrocco Catalano, che ha conquistato per la seconda volta consecutiva l’Invernale. In IRC ha preceduto Vulcano 2, First 34.7 di Giuseppe Morani e Vahiné 7, First 45 di Francesco Raponi; in ORC, Aeronautica Militare Duende, Vismara 46 di Raffaele Giannetti e Aphrodite, Swan 45 di Pierfranco Di Giuseppe. Tevere Remo Mon Ile si è anche aggiudicato il 1° Trofeo Challenge Roma d’Inverno, quale 1° classificato overall in IRC. Nei Per2, in IRC c’è stata una cavalcata trionfale di Lolifast, Sun Fast 3600 di Davide Paioletti, che ha lasciato il secondo posto a Don Pedro, Bavaria 34 di Francesco Pelaia, ed il terzo a Gygas, Grand Soleil 43.2 di Alberto Tamantini. In ORC la cavalcata di Libertine, Comet 45S condotto da Marco Paolucci e Lorenzo Zichichi, è stata ancor più travolgente, con Davide Paioletti e il suo Lolifast quasi sempre secondi. L’ultimo gradino del podio è andato a Jox-Avs Group, X41 di Pietro Paolo Placidi. Tra i Crociera, lo splendido campionato di Malandrina, che ha dovuto scartare un secondo posto quale peggior risultato, ha condotto sul gradino più alto del podio l’equipaggio del First 36.7 condotto da Roberto Padua, seguito dal sorprendente Sun Odyssey 49 Mylan di Anna Paolini, che si è avvalso al timone dell’esperienza dell’Ammiraglio Franco Lo Sardo, e Fata Ignorante, Dufour 34 di Stefano Sorgente. In Gran Crociera, vittoria di First Wave, First 405 di Guido Mancini, su Blues, Duck 31 di Dario Conte.
L’ultima regata sabato scorso. Si è iniziato con circa 15 nodi di vento e con tanta onda, ma poi le condizioni si sono fatte decisamente più cattive, con raffiche che hanno superato i 20 nodi. I Regata hanno faticato di più, sobbarcandosi ben 15 miglia, 10 i Crociera e 5 i Gran Crociera. I Per2, che godono di un percorso ad hoc, hanno regatato per circa 12 miglia, con un lungo lato di bolina. Alla fine la soddisfazione tra i regatanti era grande almeno quanto la stanchezza. Le condizioni, durissime, hanno provato il fisico dei velisti e la resistenza delle imbarcazioni.
C’è stato un soccorso in mare, per un malore verificatosi a bordo di Coda di Volpe, e una serie di incidenti, con tante rotture di vele, che hanno costretto al ritiro Soul Seeker, X362 Sport di Federico Galdi, Rosmarine 2, Grand Soleil 46B di Riccardo Acernese, e Vahiné 7, First 45 di Francesco Raponi, che è stato il più penalizzato, perché i punti persi lo hanno fatto uscire dal podio della Classifica Generale in ORC e perdere il secondo posto in IRC. In Regata IRC, Paolo Morville ha finalmente condotto alla vittoria il suo First 45S “Er Cavaliere Nero”, riscattando un campionato avaro di soddisfazioni, mentre in ORC Biscarini/Rocchi con il loro Mylius 15e25 Ars Una hanno imposto per la prima volta la loro legge sia in reale sia in compensato. Anche nei Per2 c’è stata un’importante “prima volta”: in IRC, infatti ha vinto Oscar Campagnola, che ha portato alla sua prima vittoria il Comfortina 42 Fair Lady Blue. Al contrario, nella Per2 ORC, c’è stata la conferma della schiacciante supremazia di Libertine, il Comet 45 S di Marco Paolucci e Lorenzo Zichichi che è riuscito a vincere ben 6 delle 8 regate disputate. In Crociera ennesima grande prova di Malandrina, che non ha avuto rivali in questo campionato, mentre in Gran Crociera la vittoria è andata a First Wave, che ha vinto 4 delle 5 prove disputate. (Agg. 13/03 ore 18.03 SEGUE)

I COMMENTI DEL PRESIDENTE DEL CNRT ALESSANDRO FARASSINO – «È stata una giornata decisamente emozionante – ha commentato il Presidente del CNRT Alessandro Farassino – con tanto vento e tanti imprevisti occorsi non solo ai regatanti, ma anche alle barche dell’organizzazione. Il Tevere ci ha regalato il suo lato peggiore, visto che con lo Scirocco sul nostro specchio d’acqua è arrivato di tutto. Dobbiamo ringraziare la motovedetta della Polizia di Stato che ha tolto dalla linea di partenza una vera e propria isola galleggiante di rifiuti, ma niente ha potuto contro un’altra massa di rifiuti che ha investito il gommone dei posaboe, imprigionandone l’elica in una matassa inestricabile prima, che potesse posare la boa di disimpegno».
La motovedetta della Polizia di Stato ha inoltre supportato il gommone della Direzione di Corsa nel soccorso di un velista, svenuto per un malore nel corso della regata, scortando a riva l’imbarcazione coinvolta. I soccorsi sono stati tempestivi e il velista è stato sbarcato e affidato all’ambulanza accorsa prontamente in Torre di Controllo. (Agg. 13/03 ore 18.22 SEGUE)

LE DICHIARAZIONI DEL DIRETTORE DI CORSA FABIO BARRASSO – «Portare a compimento 8 regate sulle 9 programmate in una stagione invernale atipica come quella appena trascorsa – ha commentato il Direttore di Corsa Fabio Barrasso – è stata la giusta ricompensa a un grande lavoro svolto da tutto il team. Abbiamo vissuto le ultime due giornate di regata giocando sempre d’anticipo.  Il 25 febbraio sfruttando le prime avvisaglie di Burian e portando a termine due prove. Questo sabato cavalcando l’anticipo della perturbazione, che è poi arrivata nelle ore successive, e dando finalmente pieno sfogo alla voglia di regatare al massimo che sembra essere quasi nel dna dei regatanti di Riva di Traiano. Tirando le somme, è’ stato un campionato divertente, molto combattuto e molto tecnico». Nel corso dell premiazione c’è stato un esilarante fuori programma, con il solitario Oscar Campagnola che ha improvvisato un elogio del Comitato di Regata leggendo una lettera proveniente dalla Nuova Zelanda, dove sono stati avvertiti i ‘‘rumori di guerra’’ provenienti da Riva di Traiano. (Agg. 13/03 ore 18.54)

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###