La Cpc spera ancora, il Santa Marinella falcidiato dalle assenze

A tre giornate dal termine del campionato di Promozione, la Cpc2005 spera ancora di entrare nei playoff. I rossi, infatti, affronteranno oggi in trasferta il San Lorenzo, con la voglia pazza di vincere e ritrovarsi al terzo posto in classifica. Speranze appese anche ai risultati che conseguiranno il Ronciglione, avanti di quattro lunghezze, che affronterà il Bomarzo, mentre il Fiumicino, distante solo due punti dai civitavecchiesi, se la vedrà con l’Accademia Roma. È questa in sintesi la vigilia di San Lorenzo-Cpc2005, con la storia calcistica di una compagine che è in grado di giocare magnificamente con le grandi e, di riflesso, incapace di imporsi con le piccole. A fine stagione, in caso di fallimento, non avrà attenuanti. Anche se il tutto è sempre basato sulla speranza che il 20 maggio si continui ancora a giocare. Il perentorio tre a zero del Fattori con il Ronciglione, ha da una parte riacceso una fiammella, dall’altra ha invece  lasciato l’amaro in bocca per cosa sarebbe potuto essere e invece non è stato. Assenti Poggi e Loiseaux, a cui nelle ultime settimane si sono aggiunti Delogu e Castagnola. La conta dei disponibili per mister Blasi si ferma a quindici. Necessario per i diciotto in lista sarà ancora una volta l’apporto di qualche ragazzo proveniente dalla Juniores. (Agg. 24/4 ore 17.50 SEGUE)

LA GARA DEL SANTA MARINELLA/SANTA SEVERA – Il Santa Marinella/Santa Severa sarà impegnato alle 16 sul sintetico di Campo dell’Oro nella sfida con il Canale. La società si è vista costretta a disputare le ultime due partite interne in campo neutro, per la chiusura dell’impianto di Santa Severa da parte del Comune. Per la sfida odierna, il tecnico, non potrà disporre di Brutti e Montironi squalificati, di Castelletti e Del Monte infortunati e del giovane Scudi, che è stato dirottato alla squadra Juniores che si gioca l’accesso ai playoff. Al tecnico ovviamente non è piaciuta questa scelta della società che lo priva di un Under di alto livello. «È una partita importante – dice il vice allenatore Zavaglia – anche perché noi dobbiamo chiudere bene la stagione e arrivare il più in alto possibile. Sappiamo che loro hanno una situazione difficile in classifica e chiaramente giocheranno per vincere». (Agg. 24/4 ore 18.20 SEGUE)

CERVETERI E ATLETICO LADISPOLI VANNO A CACCIA DI PUNTI SALVEZZA – Il Cerveteri invece giocherà di nuovo di fronte al proprio pubblico contro il Montefiascone che ormai, conti alla mano, non ha più nulla da chiedere a questo campionato. Certo, sempre meglio non fidarsi e scendere in campo con la massima concentrazione. «Questo – dice mister Cotroneo – vale sempre nel calcio, ma sono convinto che i ragazzi sono carichi. Abbiamo voglia di vincere per chiudere il discorso relativo alla salvezza». Anche l’Atletico Ladispoli sarà impegnato in casa contro l’Acquapendente, per tentare di archiviare la pratica salvezza. La squadra di Morelli, ha una grande occasione per raggiungere quel sogno coltivato da mesi, dal momento dell’arrivo del tecnico in panchina, e cioè quello della salvezza. (Agg. 24/4 ore 18.48)

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

La Cpc ottiene soltanto un punto

Gli Juniores regionali della Cpc cedono all’Atletico Ladispoli con il risultato di 1-0. La risolve Giustini al 38’ del primo tempo con un pallonetto sull’incolpevole Desini. Alla fine dei novanta e passa minuti la spunta l’Atletico Ladispoli, capitalizzando una delle poche occasioni da rete che gli sono capitate in questa gara. Da segnalare con dispiacere la direzione di Schiada, talmente insufficiente da far mettere sul taccuino almeno tre rigori solari e due fuorigioco inesistenti a scapito dei portuali. Dall’altra parte da segnalare, per dovere di cronaca, un calcio di rigore non concesso sullo zero a zero.
«Fa male – dicono dalla Cpc – scrivere di questi episodi perché il calcio è fatto anche di errori nella direzione di gara, ma questo non toglie che la cernita degli arbitri andrebbe fatta con più oculatezza. Non serve coprire le caselle delle gare ad ogni costo, bensì andrebbero riviste le modalità dei campionati, diventati talmente tanti da far perdere il conto, e del perché ci si ostini a delegare persone non in grado di essere super partes nelle gare tra ragazzi. Non c’è malizia sia chiaro da parte di questi signori, ma si buttano stagioni nelle società e si può arrivare in quell’oltre dei comportamenti post gara».
La gara ha poco da raccontare se non la realizzazione dell’Atletico Ladispoli nella prima frazione con Giustini, che capitalizza al massimo con un pallonetto, intorno al 38’,  un rinvio corto di testa di  Desini in uscita disperata. Poche le occasioni vere se non qualche timido accenno da parte ladispolana. Ripresa con un gioco così spezzettato e vistose perdite di tempo da parte degli ospiti, che hanno fatto saltare i nervi anche ai più calmi. A nulla valgono le proteste sacrosante di giocatori e dirigenti per quanto fatto da Schiada durante la gara. Vince l’Atletico Ladispoli e si porta a casa i tre punti. (Agg. 24/4 ore 17.33 SEGUE)

IL MATCH DEGLI ALLIEVI DELLA CPC – Match ball fallito dagli Allievi regionali che escono sconfitti dal Fattori per mano dell’Oriolo. Vittoria degli ospiti che gli permette di scavalcarli in classifica. In caso contrario la zona rossa sarebbe stata a nove punti, e a cinque dalla fine, tutto avrebbe preso un’altra piega. La zona retrocessione rimane a debita distanza, ma indubbiamente servirà più carattere nelle ultime cinque gare rimaste. Il gol nel primo tempo sugli sviluppi di un corner, con Marianella abile e scaltro a trafiggere Di Marco. Precedentemente Matricardi era andato vicino alla segnatura, ma sulla sua strada aveva trovato un ottimo Natili, bravo a deviare in corner. Nel recupero Maccarini ha la palla dell’uno a uno, dopo tante occasioni fallite dagli ospiti per il raddoppio, ma vede la sfera spegnersi sulla traversa. Oggi, nell’infrasettimanale col Petriana, servirà solo vincere. (Agg. 24/4 ore 18.04 SEGUE)

LA PARTITA DEI GIOVANISSIMI IN MAGLIA ROJA – Ottimo il pareggio dei Giovanissimi in casa della Tevere Roma. Al vantaggio dei portuali con Francesco Rossi nei primi minuti, aveva risposto la Tevere Roma nel recupero. Ripresa con la compagine portuale alla ricerca del gol, non arrivato per un soffio e sfiorato in almeno due occasioni. Buona la prestazione dei ragazzi diretti da Smeraglia. Oggi al Fattori arriva la Vis Aurelia. (Agg. 24/4 ore 18.37)

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

La Cestistica sale al terzo posto

di ALESSIO ALESSI

Dopo la brutta battuta d’arresto casalinga contro Grottaferrata, la Stemar 90 torna alla vittoria e lo fa sul campo della Virtus Aprilia, archiviando la penultima giornata del campionato di serie C Gold per 77-65. Un successo che vale a Civitavecchia il parziale terzo posto in graduatoria a quota 40, a pari punti con Formia e Petriana, prossima avversaria dei rossoneri al PalaRiccucci. E proprio nell’ultima gara della stagione regolare la formazione di coach Cecchini si giocherà la possibilità di disputare il primo turno dei playoff col fattore campo a favore: battendo Petriana il terzo posto sarebbe garantito, perdendo, al contrario, la Cestistica chiuderebbe in quinta o sesta posizione (in questo caso tutto dipenderà dall’esito della sfida tra Formia e Grottaferrata).
Parziali: 21-18, 12-21, 18-19, 14-19.
Virtus Aprilia: Cavicchini 12, Cappelli 2, Ancona 2, Puleo 15, Bilotta 6, Fonte 0, D’Alfonso 2, Bruni 5, De Nadai n.e., Milani 2, Gomez 1, D’Orazio 18. Coach: Meninchincheri.
Cestistica Civitavecchia: Campogiani 4, Bezzi 5, Bencini 0, Bottone 8, Gianvincenzi 15, Profumo D. 0, Morrison 13, Profumo N. 0, Dieye 6, Pebole 21, Spada 6, Cattaneo n.e. Coach: Cecchini.

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Il Tolfa torna sconfitto e amareggiato dalla tana della Valle del Tevere

Finisce 2-1 a Forano sul campo della Valle del Tevere una partita combattuta e finalmente ben giocata dal Tolfa che, nel match valevole per la 31^ giornata del campionato di Eccellenza laziale girone A, non raccoglie quanto di buono fatto. Partita giocata con il coltello tra i denti in cui la squadra di casa era ben intenzionata a chiudere la pratica salvezza e la squadra collinare a lottarsi le ultime carte salvezza. È finita male a causa di episodi sfortunati il primo dei quali al 19’ del primo tempo quando per una concessione di un fallo discutibile dal limite Danieli calcia una punizione che passa tra la barriera e, dopo ben due deviazioni, finisce in rete. Il Tolfa però reagisce, è tonico e voglioso, tanto che va vicino al gol in più occasioni; la più clamorosa con Rossi a cui risponde con una parata quanto mai difficile il portiere di casa.
Si apre la ripresa con la squadra collinare riversata nella metà offensiva rischia di andare al pareggio con Compagnucci che perde l’attimo per ribadire in rete, ma subisce il raddoppio in contropiede con Danieli che all’80’ segna dalla trequarti con Boriello in uscita. I ragazzi di Caputo reagiscono per il gol beffa e accorciano le distanze con Rossi di testa su calcio d’angolo e riversano le ultime energie in cerca del pareggio, che falliscono di nuovo con Compagnucci. Amerezza a fine gara per una partita andata male, ma soprattutto per un atteggiamento e un piglio che, se tale fosse stato in altre occasioni, probabilmente il Tolfa si sarebbe stabilizzato in ben altre posizioni di classifica.

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Ladispoli, un altro morto sui binari

LADISPOLI – Ancora un investimento alla stazione ferroviaria di Ladispoli. Il fatto a quanto pare sarebbe successo nella notte intorno alle 3. Sul posto la Polfer per gli accertamenti di rito. Dovrebbe trattarsi di un uomo, investito da un treno merci. La circolazione è fortemente rallentata per due convogli arrivati fino a 150 minuti di ritardo.

La circolazione ferroviria è tornata gradualmente alla normalità, solo dalle 9.50. Il traffico ferroviario sulla linea FL, Roma – Civitavecchia, sospeso dalle 5.10 e stato poi parzialmente riattivato alle 7.

I treni in viaggio hanno registrato fino a 150 minuti di ritardo, mentre due convogli sono stati cancellati e due limitati nel percorso.

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Pd, Germano Ferri: ''Civitavecchia ha bisogno di noi''

CIVITAVECCHIA – Il segretario Pd Germano Ferri attacca l’amministrazione comunale in seguito alle recenti dichiarazioni dei suoi assessori, e dichiara: «Sono sempre più convinto che l’attuale amministrazione ci stia prendendo tutti in giro, e voglio dare voce ai tanti civitavecchiesi che sono stanchi di essere beffati da una politica che non pensa minimamente a loro. È di qualche giorno fa infatti la notizia diramata dall’assessore Manuedda che la raccolta differenziata, in un ritardo tanto grave che ormai portava a pensare che non sarebbe stata più attuata, verrà attivata ad autunno nella gran parte della nostra città. Ricordo Civitavecchia essere tra le ultime città in Italia per percentuale di rifiuti differenziati con un misero 7.84%, che diventa 10,7% per l’assessore Manuedda. Questo pressappochismo politico – continua Ferri – ha gravato e continua a gravare sulle tasche dei cittadini già martoriata di una pressione fiscale locale esorbitante. È ormai acclarato che la raccolta differenziata possa essere un motore di posti di lavoro importante. Ovviamente, l’amministrazione 5 stelle andrà a tamponare questo grave deficit della nostra città solo a pochi mesi dalle prossime elezioni comunali. Altra propaganda elettorale fatta a spese dei cittadini è stata quella gestita dall’assessore Ceccarelli, il quale ha già comunicato che i lavori annoverati tra le compensazioni Enel oggi in gestione ad Acea, partiranno in autunno, così come gli interventi di manutenzione delle strade e tutte le altre previste. non a caso l’assessore ha dichiarato che il 2018, l’anno precedente le votazioni comunali, sarà l’anno delle manutenzioni. Una campagna elettorale becera che va a puntare su e evidenti disagi causati dall’incompetenza gestionale di un’amministrazione improvvisata, la quale avrebbe dovuto sopperire ad eventuali deficit locali, non solo in visita dell’appuntamento politico alle porte». «Oggi più che mai serve responsabilità, Civitavecchia ha bisogno di noi, dobbiamo riversare tutta la nostra attenzione ed iniziativa a supporto della città. Ormai da troppo tempo siamo attardati in dinamiche interne che devono essere superate. Si deve lavorare insieme – conclude –  per un futuro migliore». 

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Parco della Resistenza, l'Agraria non ci sta

CIVITAVECCHIA – “Rimango basito dopo le affermazioni del primo cittadino: siccome si accusa questo ente di allungare artatamente i tempi per la risoluzione della questione del parco della Resistenza, è bene chiarire anche per evitare di insinuare nella testa dei cittadini dubbi alimentati ad arte dal signor Cozzolino atti a mascherare prevalentemente una sua profonda incapacità nel gestire la questione”. È duro il presidente dell’Università Agraria di Civitavecchia Daniele De Paolis, alla luce delle dichiarazioni del primo cittadino in merito ai ritardi per la riqualificazione del parco della Resistenza legati agli usi civici.

“Non ci sono mai stati accordi verbali e le lungaggini che attribuisce al sottoscritto – ha spiegato il presidente De Paolis – sono soltanto da attribuire ad una incapacità nel leggere e saper interpretare carte quali i verbali redatti in commissione ed anche sottoscritti in Regione.  La procedura da adottare in materia di liquidazione di usi civici del privato gravato e demaniale è sempre stata chiara a tutti e la posizione adottata dall’ente non ha mai lasciato dubbi in proposito anche perché la materia, pur se complessa ed articolata, non lascia spazio ad eventuali scorciatoie di comodo”. E proprio perché l’Agraria si dice vicina alle esigenze dei cittadini, con chiarezza e trasparenza, De Paolis sottolinea che “questa amministrazione ha trattato e tratterà la materia degli usi civici sempre con la medesima linea di condotta. Ad oggi – ha ribadito – l’unico accordo che risulta nei verbali è quello della stipula di una convenzione. Saremmo stati disposti ad accettare anche una lettera di intenti per lo snellimento delle procedure ma ad oggi non e stato fornito nessun tipo di documentazione a partire dalla ricognizione di tutte le particelle comunali ricadenti  sia in zona Quartucci (privato gravato) che Mortelle (demaniale) e anche quelle particelle date in diritto di superficie, documento fondamentale che avrebbe portato alla redazione di una perizia globale”. L’Agraria, secondo quanto riferito da De Paolis, viste le difficoltà economiche del Pincio di ottemperare ai pagamenti dell’intero importo che sarebbe emerso della perizia, sarebbe stata disposta anche far stabilire dal perito demaniale un canone annuo di affrancazione per poi procedere alla sdemanializzazione di volta in volta in base alle necessità che si presentavano, “considerando anche  l’eventualità del pagamento a compensazione.  Invitiamo pertanto il Sindaco – ha aggiunto De Paolis – a provvedere con urgenza alla consegna della documentazione ribadita più volte  per poi procedere alla liquidazione, per primo del parco ed in seguito di tutte quelle particelle in questione. Fermo restando che il sottoscritto comprende benissimo l’utilità per la cittadinanza di un ripristino di un parco caro a tutti, invito Cozzolino  ad adoperarsi concretamente, invece di sprecare parole e tempo sui giornali, per fornire a questo ente tutto ciò che è necessario per la risoluzione delle problematiche che gravano sul Comune, manifestando concretamente la volontà di sbloccare una situazione ferma non per volere del sottoscritto”. 

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Nessuna offerta per il cantiere Privilege

CIVITAVECCHIA – I termini stabiliti dal giudice fallimentare per presentare le offerte relative al cantiere Privilege Yard sono scaduti e nessuno a quanto pare si sarebbe fatto avanti. Eppure il bando -simile a quello riguardante lo scafo P430 acquistato da una società maltese – era stato regolarmente pubblicato sul sito ‘‘Gobid’’, dedicato al settore.

Contenuti chiari: non meno di 9,4 milioni di euro il prezzo, per offerte da prendere in considerazione non inferiori a 7,5 milioni. Nessuno però ha presentato nulla, neppure la Royalton che ha già acquistato il P430 e da tempo sarebbe pronta a mettere le mani sulla vasta area capannoni di 25mila metri quadrati a ridosso del porto di Civitavecchia. Le mancate offerte potrebbero tuttavia lasciar pensare a una strategia ben precisa, dal momento che la riproposizione del bando di sicuro comporterà un abbassamento del prezzo, così come accaduto per la vendita del P430.

Tutto rimane bloccato per il momento, con la Royalton che a questo punto può usufruire del cantiere in proporzioni ridotte per una durata massima di sei mesi così come stabilito all’atto dell’acquisto dello scafo.

I sei mesi sono prorogabili e per previste operazioni di messa in sicurezza del P430 la società dovrebbe avvalersi dei lavoratori ex Privilege.

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Snc: vincere per uscire dal tunnel

di MATTEO CECCACCI

Ottenere una vittoria, o quantomeno un punto, per uscire da una situazione che non rispecchia affatto la Snc Enel Civitavecchia che, nel match valevole per la 6^ giornata di ritorno del campionato di pallanuoto maschile di serie A2, affronterà domani alle 15 in quel del PalaGalli i rivali del Pescara del tecnico Francesco Mammarella. (Agg. 20/4 ore 17.09 SEGUE)

I ROSSOCELESTI VIVONO UN MOMENTO NEGATIVO DOPO TRE SCONFITTE DI FILA – Sono tre le sconfitte consecutive per la compagine di Marco Pagliarini che, dopo la super vittoria del 17 marzo scorso col Salerno per 11-10, è scivolata inaspettatamente al quarto posto della classifica con 28 punti all’attivo a -7 dal Latina, che affronterà in casa i pugliesi del Waterpolo Bari in una sfida apparentemente facile. Un periodo no per i civitavecchiesi che dopo l’impresa targata Salerno ha ceduto con Vis Nova, Roma Nuoto e Cesport; quest’ultima sconfitta, maturata sabato scorso a Napoli con il risultato di 11-10, molto probabilmente è stata causata oltre che dall’approccio sbagliato anche dalle pesanti assenze come quella dell’allenatore e dei difensori Minisini e Muneroni, entrambi fulcri portanti della retroguardia rossoceleste. A cinque giornate dal termine la classifica si fa più intensa e frizzante, le prime tre posizioni occupate rispettavamente da Roma Nuoto (38), Salerno (37) e Latina (35) sembrano, infatti, prendere sempre più distacco dalla Snc che dovrà necessariamente ottenere i tre punti per inseguire i primi posti, sfruttando al meglio le migliori energie e potenzialità per un finale di stagione da chiudere in bellezza. Sarebbe da evitare a tutti i costi quel quarto posto in graduatoria che significherebbe affrontare a fine anno il forte team Genova Quinto del girone Nord. I biancoblu, invece, con in rosa bomber Di Fulvio, sono reduci dalla pesante sconfitta subita in casa per 11-6 col Salerno e si trovano nella quinta piazza in compagnia dei siciliani del Muri Antichi a quota 21 punti. Gli abruzzesi cercheranno senza ombra di dubbio i tre punti per accorciare la distanza proprio sulla Snc. Sarà una gara dalle mille emozioni, in cui entrambi i team vogliono riscattarsi del 9-9 dell’andata e quindi non resta che affidarsi al destino, perché come diceva Hester Browne ‘‘Ciò che è destinato a te, troverà comunque il modo di raggiungerti’’. (Agg. 20/4 ore 17.42 SEGUE)

LE DICHIARAZIONI DEL PORTIERE CIVITAVECCHIESE GIORDANO VISCIOLA – A commentare il pre gara il portierissimo Giordano Visciola (nella foto in alto): «Dovremo scendere in acqua più agguerriti che mai. Purtroppo veniamo da una serie di sconfitte che dovevamo evitare, ma a causa di diversi fattori siamo stati penalizzati. Il nostro quarto posto deve migliorare, siamo una squadra giovane e i rivali ci studiano sempre prima di affrontarci. Dobbiamo dare il massimo per questa società e per questi colori, perché i risultati arrivano tramite sacrifici e dedizione e noi bisogna capire questo. Io credo che possiamo arrivare in alto, basta crederci fino in fondo». (Agg. 20/4 ore 18.04)

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Il Team Ballerini colleziona podi

Continua a collezionare podi il Team Franco Ballerini – Primigi Store che torna da una domenica di corse ad alto livello con due ottimi risultati. Brillano i ragazzi diretti da Davide Lenzi nella prima corsa internazionale dell’anno, quel Trofeo Città di Loano che come nel 2016 vide la squadra gialloblu chiudere al 2° posto con il solo Karel Vacek a precedere il corridore laziale. Vento, scatti e controscatti hanno caratterizzato la corsa ligure entrata nel vivo lungo le rampe del GPM di Bivio Magliolo laddove Vacek ha fatto la selezione scollinando con 1’00’’ su un gruppetto di inseguitori di cui faceva parte anche Tiberi, splendidamente aiutato dai suoi compagni di squadra Passa, Quagliozzi e Roberti. In discesa l’alfiere del team ladispolano si liberava dei suoi compagni d’avventura, ma era troppo tardi per rinvenire su Vacek. Il secondo posto è comunque un ottimo risultato per un corridore del primo anno. Molto bene anche i ragazzi di Breschi e Fradusco in quel di Reda di Faenza dove Filippo Baroncini ha sorpreso tutti anticipando di 5’’ un gruppo regolato da Matteo Pongiluppi sull’atleta ladispolano Marco Cecchi, al secondo podio stagionale. In grande evidenza anche Alessio Riccardi che è stato protagonista dell’azione più importante di giornata, disinnescata dal gruppo a tre giri dalla fine. Prossimi appuntamenti sabato il Gran Premio Sogepu e domenica il 3° Gp Pitti Shoes – Memorial Guidoni Mauro. (Agg. 20/4 ore 16.51 SEGUE)

LE DICHIARAZIONI DI ANTONIO TIBERI – «Quando si sono mossi i big – dice Antonio Tiberi – non sono riuscito a seguire l’attacco decisivo, ma poi ho rimontato in vista del GPM. In discesa mi sono buttato giù con coraggio e ho staccato tutti ma Vacek era troppo lontano. Sono soddisfatto del risultato perché è importante al primo anno anche se rimane un piccolo rammarico». (Agg. 20/4 ore 17.22 SEGUE)

I COMMENTI DI MARCO CECCHI – «In generale – spiega Marco Cecchi – la corsa è andata bene, la squadra è stata eccellente perché ha cercato di chiudere su tutti gli attacchi, ma non siamo riusciti a contrastare quello decisivo. Speravo nella vittoria perché stavo molto bene e sarebbe stata fondamentale per il morale. Nel finale comunque mi sono sentito molto bene e ho ottime sensazioni per il futuro». (Agg. 20/4 ore 17.53)

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###