Preavviso di fermo: a chi va notificata l’opposizione?

Il D.Lgs. n. 150 del 2011, art. 6, commi 8 e 9, in tema di opposizione a sanzioni amministrative, sancisce una deroga al R.D. n. 1611 del 1933, art. 11, comma…

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Panchina rossa, c’è chi dice no

SANTA MARINELLA – In occasione della ricorrenza della ‘‘Giornata internazionale contro la violenza sulle donne’’, si terrà domenica la cerimonia di inaugurazione per l’installazione della ‘‘Panchina Rossa’’. 
L’iniziativa fa parte del progetto di sensibilizzazione e di ferma condanna contro ogni forma di violenza sulle donne, portato avanti dal consigliere alle Pari opportunità Claudia Calistri e dalla delegata Paola Narducci, con il sostegno dell’amministrazione comunale guidata dal Sindaco Pietro Tidei. 
La Panchina rossa sarà corredata di una targa che ricorda e sancisce l’impegno al rispetto verso le donne con la dicitura 25 novembre 2018, sarà illuminata da un faretto a terra per poter essere visibile anche di notte. La cerimonia si svolgerà alla presenza del Sindaco Pietro Tidei, della giunta comunale e delle autorità cittadine.
Il circolo cittadino di Fratelli D’Italia ha invece detto chiaramente che non parteciperà alla manifestazione “Panchina Rossa” in programma domenica a piazza Civitavecchia. 
«Sarebbe stato bello dare seguito ad una iniziativa di politica locale – dicono i responsabili del circolo – dove maggioranza e opposizione e i relativi movimenti civici, avessero avuto l’opportunità di condividere e promuovere quella sensibilità ed importanza che le donne rappresentano nella vita di un uomo». 
«Sarebbe stato bello – aggiungono – poter dire insieme basta alla violenza, al sopruso, al femminicidio che sono atti ignobili di una radice culturale maschilista sterile e retrograda. Noi quindi invitiamo tutti gli uomini e i cittadini di Santa Marinella e di Santa Severa a donare un fiore alle proprie donne, come simbolo di amore e di comprensione contro ogni violenza, contro ogni sottomissione, affinchè il cuore riscaldi le mente e coltivi la speranza di un cambiamento che possa rammentarci sempre, che una donna, non deve essere posseduta ma solo tanto amata».

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Cpc2005 già sola in vetta

Continua la marcia trionfale della CPC2005 che nell’incontro casalingo con l’Atletico Ladispoli vince per 5 a 1 e mantiene in solitario la vetta della classifica con cinque successi in altrettante partite. Della vittoria con l’Atletico Ladispoli, oltre alle quattro perle di Ruggiero, rimane indubbiamente la prestazione dei singoli, nessuno escluso. Le difficoltà dei primi minuti di una squadra che ha impiegato del tempo ad entrare nel ritmo partita, ma che ha voluto poi ad ogni costo portare a casa il risultato, non è casuale.  E’ il frutto del mercato intavolato dalle ceneri delle categorie superiori, con elementi abituati ad altri palcoscenici e che fino a ieri calcavano i campi di altri campionati con una mentalità differente. Funari, civitavecchiese doc,  ne è l’esempio di questo trasbordo e dell’attaccamento per la maglia rosso portuale. Di ieri e dei novanta minuti che catapultano la squadra portuale alla guida del girone A di Promozione, ne parla Thomas Funari. «Siamo stati bravi a capire il loro gioco e sfruttare la velocità che abbiamo nel reparto avanzato – afferma il portuale – abbiamo avuto i primi dieci minuti in cui, non dico faticato, ma che ci sono serviti a capire il loro meccanismo difensivo. Poi dopo il secondo gol e capito che potevamo chiuderla già nel primo tempo, non ci siamo fermati, e sono arrivati gli altri e tre con cui abbiamo chiuso la prima frazione. C’è il rammarico per il gol subito, volevamo mantenere l’imbattibilità difensiva per più tempo possibile. Domenica ci aspetta un derby importante e questa settimana serve tanto lavoro sul campo. Così si costruiscono le squadre che arrivano fino alla fine». La Csl Soccer di patron Vitaliano Villotti, esce sconfitta per 2-1 dal campo del Maccarese contro la compagine del Pian Due Torri e incassa il primo stop stagionale. Una partita che molti ricorderanno, soprattutto per le tante, tantissime polemiche arrivate nel post gara contro la terna arbitrale che avrebbe dovuto obbligatoriamente usare molto più buon senso e meno rigidità nelle decisioni prese, nei cartellini sventolati e i due assistenti su cui pesa l’episodio molto controverso e di difficile interpretazione in occasione del vantaggio convalidato ai capitolini. Nella ripresa partono meglio i locali che al 5’ siglano l’1-0 con una straordinaria rete da fuori area di Buscia, trascorrono appena 4’ e arriva il primo episodio che scatena l’ira della Csl Soccer: il Pian Due Torri raddoppia, ma i rossoblù recriminano una nettissima e plateale posizione di fuorigioco che il guardalinee ignora del tutto. Al 25’, Gaeta si procura un calcio di rigore e dagli undici metri si presenta Gaudenzi che accorcia le distanze e sigla il terzo sigillo stagionale. Alla mezz’ora si chiude di fatto la gara quando arriva il secondo avvenimento negativo di giornata con Panici che espelle Gaeta. La Csl Soccer, comunque, ci prova fino alla fine e sfiora il segno ics in pieno recupero con Carru prima e Della Camera dopo, ma i rispettivi tiri non gonfiano la rete. Al triplice fischio è 2-1 Pian Due Torri, un risultato che sancisce così la prima immeritata sconfitta stagionale della Csl Soccer, colpa di un direttore di gara e dei suoi assistenti non all’altezza della partita. Il Città di Cerveteri vince con il minimo scarto la sfida casalinga contro l’Aranova. Il gol che vale tutto il bottino arriva all’inizio del secondo tempo e porta la firma di Palombini. Si materializza invece il terzo stop consecutivo dopo il successo della prima giornata per l’Aranova. La società ha voluto dedicare questa vittoria al compianto Franco Del Bello, il massaggiatore verde azzurro che sabato sera si è spento a 74 anni. Una domenica in cui la tristezza avvolgeva lo stadio Enrico Galli, la seconda casa di Del Bello, colui che per 30 anni è stato un carismatico collaboratore del calcio a Cerveteri. La figlia Stefania, presente allo stadio, è stata abbracciata e rincuorata. «Se n’è andato via un uomo che era un padre per noi – dice Danilo Bacchi – ci teneva di buon umore, sapeva come coccolarci. Interprete di un calcio all’antica, quello che non c’è più. Del Bello era innamorato del Cerveteri, ne ha aveva fatto una ragione di vita. Quella vita che ieri si è spezzata, ma davanti a se c’è chi lo ricorderà per sempre». Il Monti Cimini, abbraccia Faina che, con la rete segnata al 47’ della ripresa, agguanta il pari nel derby con la Corneto Tarquinia. Dopo un primo tempo a reti bianche, la formazione di Del Canuto si era portata in vantaggio alla mezz’ora del secondo tempo con il gol di Catracchia, ma i locali, in pieno recupero, pareggiavano. Nel dopo gara tra il Santa Marinella e il Duepigreco Roma, di tutto si è parlato fuorchè della deprimente sconfitta subita dai rossoblù per 1 a 5. Una gara che ha visto i locali andare in vantaggio con Terzigni, e dopo aver sbagliato tre occasioni per chiudere la partita, cadevano in trance e subivano cinque reti.  Nonostante le numerose assenze, il Tolfa conquista una bella vittoria con il Bomanzo (4 a 0) e centra il primo successo stagionale. Si vede dalle prime battute che i ragazzi sono determinati e dopo una buona occasione per Spagnoli arriva il gol di Perfetti che anticipa di testa il suo avversario e finalizza un’ottima azione di Trincia. Poco dopo il raddoppio, azione personale di Sgamma che viene atterrato in area, rigore e gol di Trincia. Nella ripresa il Bomarzo cerca il forcing e per una decina di minuti mette apprensione ai biancorossi che però chiudono la gara al 20’ con una ripartenza micidiale rifinita da Marconi per Spagnoli che conclude perfettamente. Poco dopo c’è gloria anche per il giovane Scudi che batte per la quarta volta finalizzando un cioccolatino di Braccini. «Credo che la squadra abbia risposto con grande determinazione alle assenze – dice mister Sperduti – dimostrando di essere un gruppo completo, affiatato e molto concentrato. Ci godiamo la prima vittoria, i numerosi giovani visti oggi ed una classifica che prende una forma un pochino più rassicurante».

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Pacchetto all inclusive: malattia improvvisa del turista risolve il contratto

La S.C., sancisce che è risolto ex art. 1463 c.c., per impossibilità sopravvenuta della prestazione, il contratto di viaggio “tutto compreso” allorché, per un…

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Quartiere San Liborio, qualcosa si muove

CIVITAVECCHIA – «A breve dobbiamo approvare il progetto che sancisce quello che ancora va fatto per completare le opere di urbanizzazione». Lo spiega l’assessore ai Lavori pubblici Alessandro Ceccarelli, tramite i social. Una buona notizia per San Liborio, anche se i tempi sono piuttosto incerti. Nell’ultimo mese, infatti, a più riprese sono arrivate lamentele di alcuni cittadini che evidenziavano lo stato di degrado e di abbandono del popoloso quartiere periferico. Nello specifico si era parlato dell’illuminazione assente a via Nuova di San Liborio. Una situazione nota di cui si è detto molto ma nel pratico non è ancora stato fatto molto.

«Dobbiamo far partire quanto necessario – ha scritto l’assessore Ceccarelli – per attuare il piano regolatore per la via Nuova di San Liborio». Siamo ancora allo stato embrionale pare, ma almeno viene mostrata l’intenzione di cercare di riportare alla normalità una situazione che negli anni è peggiorata sempre più e ormai sfiora l’indecente tra assenza di illuminazione notturna, strada dissestata e incuria: con piante che impediscono persino la visuale all’incrocio con via San Liborio. Per quanto riguarda il progetto per il completamento delle opere di urbanizzazione Ceccarelli ha spiegato che sarà necessario poi sottoscriverlo con le ultime ditte realizzatrice e avvisa: «Prevedo difficoltà».

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Ztl in centro, � polemica

CIVITAVECCHIA – Slitta l’istituzione dell’area pedonale in via Stendhal e della ztl a via Montegrappa, dall’incrocio con via Borghese fino all’incrocio con via dei Bastioni e a via dei Granari dall’incrocio con via Montegrappa fino all’incrocio con via Barberini. Nonostante l’annuncio da parte di Palazzo del Pincio con l’entrata in vigore prevista per la giornata di oggi, non è stata ancora apposta l’idonea segnaletica nelle zone interessate. “Contiamo di partire quanto prima – ha spiegato il comandante della Polizia locale Pietro Cucumile – ma la segnaletica non è ancora pronta, considerato anche il periodo estivo e la chiusura delle aziende”.

Il ritardo tecnico, però, non spegne quelle che sono le polemiche sorte in queste giorni, con residenti e commercianti della zona che non si dicono affatto convinti della decisione del Comune. Innanzitutto perché ne sono venuti a conoscenza solo leggendolo nelle pagine dei quotidiani e poi perché hanno sottolineato una serie di problemi e criticità che potrebbero sorgere una volta entrata in vigore la nuova viabilità. “Non c’è stata concertazione, nessuna informazione o comunicazione – ha sottolineato l’ex assessore al Commercio e ai Lavori Pubblici Roberto Passerini che in queste settimane ha raccolto le proteste e le lamentele dei residenti del centro storico e dei commercianti della zona – ci siamo trovati di fronte a questa decisione che crea danni enormi. Se dovesse davvero diventare operativa sappia l’amministrazione che si troverà di fronte alla contrarietà forte di residenti e commercianti”. Per quanto riguarda quest’ultima categoria, a detta di Passerini, “si andranno a creare problemi per un settore già in difficoltà – ha aggiunto – specie il mercato, in questo modo, sarà difficilmente raggiungibile, chiudendo al traffico la zona di via Montegrappa e via Granari da dove provengono i cittadini provenienti dalla zona nord”. Un problema anche e soprattutto di parcheggi, soprattutto per chi risiede nella zona. La delibera infatti sancisce l'eliminazione delle aree di sosta in via Montegrappa, nel tratto compreso tra le intersezioni con via Borghese e via dei Bastioni, nonché in via Stendhal, ad eccezione di due stalli per parcheggio disabili e uno stallo per carico e scarico merci già presenti. “Parliamo in totale di circa 70/80 posti auto – ha ricordato Passerini – dove si andrà a parcheggiare se non è stata prevista un’area di sosta a compensazione? Senza servizi a monte, come può essere un parcheggio multipiano in centro, si rischiano di danneggiare le tante famiglie che abitano in zona, dando un duro colpo a quel che resta del mercato e ai pochi negozi che ancora insistono in quell’area”.

Un progetto che, a detta dei commercianti e dei residenti, va ripensato e concertato. “Come assessore al commercio – ha commentato D’Antò – sono convinto che riuscire a creare nell'immaginario collettivo un'area che sia a disposizione delle famiglie e di quanti vogliono vivere una serata all'aperto senza stress possa dare una mano all'economia cittadina e ai validi operatori della zona". Ma secondo Passerini, con questa iniziativa, il risultato non sarà affatto questo. “Se si vogliono sostenere i locali ed i pub presenti a via Montegrappa – ha aggiunto Passerini – si pensi ad una ztl ma soltanto nel weekend. Il resto della settimana non è pensabile un’idea del genere”. 

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Ztl in centro, � polemica

CIVITAVECCHIA – Slitta l’istituzione dell’area pedonale in via Stendhal e della ztl a via Montegrappa, dall’incrocio con via Borghese fino all’incrocio con via dei Bastioni e a via dei Granari dall’incrocio con via Montegrappa fino all’incrocio con via Barberini. Nonostante l’annuncio da parte di Palazzo del Pincio con l’entrata in vigore prevista per la giornata di oggi, non è stata ancora apposta l’idonea segnaletica nelle zone interessate. “Contiamo di partire quanto prima – ha spiegato il comandante della Polizia locale Pietro Cucumile – ma la segnaletica non è ancora pronta, considerato anche il periodo estivo e la chiusura delle aziende”.

Il ritardo tecnico, però, non spegne quelle che sono le polemiche sorte in queste giorni, con residenti e commercianti della zona che non si dicono affatto convinti della decisione del Comune. Innanzitutto perché ne sono venuti a conoscenza solo leggendolo nelle pagine dei quotidiani e poi perché hanno sottolineato una serie di problemi e criticità che potrebbero sorgere una volta entrata in vigore la nuova viabilità. “Non c’è stata concertazione, nessuna informazione o comunicazione – ha sottolineato l’ex assessore al Commercio e ai Lavori Pubblici Roberto Passerini che in queste settimane ha raccolto le proteste e le lamentele dei residenti del centro storico e dei commercianti della zona – ci siamo trovati di fronte a questa decisione che crea danni enormi. Se dovesse davvero diventare operativa sappia l’amministrazione che si troverà di fronte alla contrarietà forte di residenti e commercianti”. Per quanto riguarda quest’ultima categoria, a detta di Passerini, “si andranno a creare problemi per un settore già in difficoltà – ha aggiunto – specie il mercato, in questo modo, sarà difficilmente raggiungibile, chiudendo al traffico la zona di via Montegrappa e via Granari da dove provengono i cittadini provenienti dalla zona nord”. Un problema anche e soprattutto di parcheggi, soprattutto per chi risiede nella zona. La delibera infatti sancisce l'eliminazione delle aree di sosta in via Montegrappa, nel tratto compreso tra le intersezioni con via Borghese e via dei Bastioni, nonché in via Stendhal, ad eccezione di due stalli per parcheggio disabili e uno stallo per carico e scarico merci già presenti. “Parliamo in totale di circa 70/80 posti auto – ha ricordato Passerini – dove si andrà a parcheggiare se non è stata prevista un’area di sosta a compensazione? Senza servizi a monte, come può essere un parcheggio multipiano in centro, si rischiano di danneggiare le tante famiglie che abitano in zona, dando un duro colpo a quel che resta del mercato e ai pochi negozi che ancora insistono in quell’area”.

Un progetto che, a detta dei commercianti e dei residenti, va ripensato e concertato. “Come assessore al commercio – ha commentato D’Antò – sono convinto che riuscire a creare nell'immaginario collettivo un'area che sia a disposizione delle famiglie e di quanti vogliono vivere una serata all'aperto senza stress possa dare una mano all'economia cittadina e ai validi operatori della zona". Ma secondo Passerini, con questa iniziativa, il risultato non sarà affatto questo. “Se si vogliono sostenere i locali ed i pub presenti a via Montegrappa – ha aggiunto Passerini – si pensi ad una ztl ma soltanto nel weekend. Il resto della settimana non è pensabile un’idea del genere”. 

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Apu e Ztl, dal primo settembre saranno ampliate

CIVITAVECCHIA – Approvata la delibera di giunta comunale che prevede di ampliare l'area pedonale urbana (Apu) già esistente allargandola anche a via Stendhal. Lo rendono noto da Palazzo del Pincio spiegando che è stata anche estesa la Ztl a via Montegrappa, dall’incrocio con via Borghese fino all’incrocio con via dei Bastioni e a via dei Granari dall’incrocio con via Montegrappa fino all’incrocio con via Barberini.

La delibera sancisce inoltre l'eliminazione dei parcheggi in via Montegrappa, nel tratto compreso tra le intersezioni con via Borghese e via dei Bastioni, nonché in via Stendhal, ad eccezione di due stalli per parcheggio disabili e uno stallo per carico e scarico merci già presenti. Queste novità saranno operative dal 1 settembre 2018.

L’assessore Enzo D’Antò commenta: "L'obiettivo è quello di rendere gradevole un'area della città liberandole dal traffico delle auto, così come già avviene a piazza Saffi e a piazza Leandra dove a breve con l'installazione dei varchi elettronici riusciremo a controllare ancora meglio i fenomeni di trasgressione veicolare.  Come assessore al commercio sono convinto che riuscire a creare nell'immaginario collettivo un'area che sia a disposizione delle famiglie e di quanti – conclude – vogliono vivere una serata all'aperto senza stress possa dare una mano all'economia cittadina e ai validi operatori della zona".

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Apu e Ztl, dal primo settembre saranno ampliate

CIVITAVECCHIA – Approvata la delibera di giunta comunale che prevede di ampliare l'area pedonale urbana (Apu) già esistente allargandola anche a via Stendhal. Lo rendono noto da Palazzo del Pincio spiegando che è stata anche estesa la Ztl a via Montegrappa, dall’incrocio con via Borghese fino all’incrocio con via dei Bastioni e a via dei Granari dall’incrocio con via Montegrappa fino all’incrocio con via Barberini.

La delibera sancisce inoltre l'eliminazione dei parcheggi in via Montegrappa, nel tratto compreso tra le intersezioni con via Borghese e via dei Bastioni, nonché in via Stendhal, ad eccezione di due stalli per parcheggio disabili e uno stallo per carico e scarico merci già presenti. Queste novità saranno operative dal 1 settembre 2018.

L’assessore Enzo D’Antò commenta: "L'obiettivo è quello di rendere gradevole un'area della città liberandole dal traffico delle auto, così come già avviene a piazza Saffi e a piazza Leandra dove a breve con l'installazione dei varchi elettronici riusciremo a controllare ancora meglio i fenomeni di trasgressione veicolare.  Come assessore al commercio sono convinto che riuscire a creare nell'immaginario collettivo un'area che sia a disposizione delle famiglie e di quanti – conclude – vogliono vivere una serata all'aperto senza stress possa dare una mano all'economia cittadina e ai validi operatori della zona".

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Sospeso Palozzi, alla Pisana entrerà Roberta Angelilli

ROMA -E' arrivato alla Pisana il decreto del Governo che sancisce la sospensione di Adriano Palozzi da consigliere regionale. L'esponente di Forza Italia, da un mese e mezzo agli arresti domiciliari per il suo coinvolgimento nell'indagine della procura di Roma sullo stadio della Roma, sara' sostituito (per il momento) da Roberta Angelilli, prima dei non eletti nella lista di Forza Italia relativa alla circoscrizione della Provincia di Roma. L'aula del Consiglio regionale dovrebbe ratificare l'avvicendamento (insieme alla proclamazione degli eletti) nella seduta in programma martedi' prossimo.
Palozzi e' anche uno dei due vicepresidente del Consiglio (l'altro e' il grillino Devid Porrello) ma in questo caso non c'e' un automatismo rispetto alla sua sostituzione. Lo statuto della Regione Lazio (articolo 20 comma 5) recita cosi': "I
componenti l'Ufficio di presidenza restano in carica per l'intera legislatura, salvo i casi di dimissioni o di grave impedimento".
Dalla valutazione della condizione di "grave impedimento" rispetto alla situazione nella quale si trova Palozzi dipendera' la permanenza o meno dell'ex sindaco di Marino sulla poltrona di vicepresidente del Consiglio. (Fonte agenzia Dire).

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###