Derby senza reti tra Atletico Ladispoli e Città di Cerveteri

Per la 30^ giornata del campionato di Promozione, nessuna vittoria per le squadre del nostro comprensorio. Il botto più grosso lo ha fatto la Cpc2005 che, sul campo del Bomarzo, ha subìto una sonora sconfitta. Pareggio casalingo invece per il Santa Marinella/Santa Severa che non è andata oltre l’1 a 1 con il Montefiascone. Divisione di posta (0 a 0) anche nel derby tra L’Atletico Ladispoli e il Cerveteri. Da registrare, domenica, il suicidio collettivo della Cpc2005 in quel di Attigliano con il Bomarzo, che passa alla fine dei novanta minuti per due a zero. Un gol per tempo dei viterbesi che, con il minimo sforzo, superano meritatamente i rossi di mister Blasi. Znar al 6’ fa esultare i suoi, replicato da Pecci al 26’ della ripresa quando, su calcio di rigore, sancisce il due a zero finale. Nel mezzo, un rigore concesso ai portuali, era il 6’ del secondo tempo, ma Catracchia mandava sulla traversa. Da segnalare l’esordio di Lava e Capretti, oltre alla conferma del 2000 Lanari. «Stiamo attraversando – fanno sapere dalla società – un momento negativo e purtroppo non arrivano neppure i risultati. Rischiamo di restare fuori dai playoff e dunque dalla possibilità di andare in Eccellenza. Bisogna avere il coraggio delle proprie azioni e di tentare il tutto per tutto in queste ultime quattro gare». (Agg. 16/4 ore 18.13 SEGUE)

IMPATTA IL SANTA MARINELLA/SANTA SEVERA – Pareggio tra Santa Marinella/Santa Severa e Montefiascone. La compagine viterbese ha mostrato di avere un’ottima squadra che sa giocare a memoria e che conta su alcuni elementi di indubbie doti tecniche. I ragazzi di Zeoli, giocano un ottimo primo tempo e al 15’ passano in vantaggio con una conclusione di Bugiani. Nella ripresa, salgono alla ribalta gli uomini di mister Siddi, che dopo aver preso campo, giungono al pareggio al 32’. «Loro giocano bene – spiega mister Zeoli – anche se alla fine non ci hanno creato grossi problemi. Noi, invece, siamo mancati forse in fase offensiva dove Trincia e Brutti non hanno offerto il massimo. Abbiamo invece sofferto sulle fasce laterali dove loro erano bravi a inserirsi e proprio su una di quelle fasce è nato il gol del pareggio. Comunque, non posso dire nulla ai giocatori, si sono impegnati nonostante non abbiamo da dire nulla a questo campionato. Restano però quattro partite e dobbiamo fare più punti possibili». (Agg. 16/4 ore 18.46 SEGUE)

PARI SENZA RETI NEL DERBY TRA ATLETICO LADISPOLI E CERVETERI – Pareggio per 0-0 nel derby tra l’Atletico Ladispoli e il Cerveteri. «Sinceramente – dice mister Morelli – in questa partita mi aspettavo qualcosa in più dai miei. Abbiamo avuto una grossa opportunità per mettere quattro punti di distacco tra noi e la sestultima, invece siamo sempre lì, in bilico. Mi ha dato fastidio l’atteggiamento di Cotroneo che è stato a protestare per tutta la gara con gli arbitri cercando di condizionarli». (Agg. 16/4 ore 19.14)

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Tolfa ancora nelle sabbie mobili

Nel recupero della 26esima giornata di Eccellenza laziale, girone A, il Tolfa esce dal rettangolo amico dello Scoponi con una sconfitta per 3-1: ad imporre lo stop ai collinari l’Unipomezia. Una battuta d’arresto che lascia la formazione di mister Paolo Caputo a quota 25, in terzultima posizione e ovviamente in piena zona playout. (Agg. 29/03 ore 18.52 SEGUE)

LA CRONCA DELLA GARA DELLO SCOPONI – I biancorossi iniziano il match col piede sbagliato e al 16’ vanno sotto subendo la rete di Ceccarelli, prima del duplice fischio arriva puntuale il raddoppio degli ospiti, che con Spaziani siglano il 2-0. Nella ripresa il Tolfa ci prova ma non riesce a bucare la porta dell’Unipomezia, all’80’ poi i collinari rimangono in dieci per l’espulsione di Cascianelli, ma nonostante ciò al minuto 86 accorciano le distanze con Rossi e riaprono la gara. Nel finale, però, arriva la doccia fredda griffata Morelli, che sancisce il definitivo 3-1 per l’attuale quarta forza del campionato e regala al Tolfa la 14esima sconfitta stagionale. (Agg. 29/03 ore 19.21 SEGUE)

IL COMMENTO DEL PORTIERE COLLINARE DANILO BORIELLO E I PROSSIMI IMPEGNI DEL TOLFA – Della partita ha parlato l’estremo difensore Danilo Boriello: «Abbiamo affrontato una grande squadra. Noi ce l’abbiamo messa tutta, provandoci in tutti i modi, ma purtroppo non siamo riusciti a prendere punti. Loro hanno sbloccato il match con due situazioni frutto di un grande gioco di gruppo. Dopo il primo gol abbiamo provato ad ingranare la marcia e farci sotto, ma c’è stato un loro eurogol che ci ha spiazzati. A testa bassa abbiamo ricominciato a macinare gioco, ma la differenza di valori si è fatta sentire. Il 3-1 è poi giunto su un’azione di contropiede. Se l’Unipomezia avesse affrontato l’Atletico Vescovio con la stessa intensità che ha messo in campo contro di noi, probabilmente avrebbe battuto anche loro». Ora la pausa di Pasqua e poi di nuovo subito in campo mercoledì 4 aprile per il recupero in casa del Cynthia; una missione difficile tra le mura dell’ottava forza del girone A. Domenica 8, invece, si torna alla regolare amministrazione con il 29esimo turno, con il Tolfa di scena sul rettangolo del Città di Ciampino. (Agg. 29/03 ore 19.49)

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Cortocircuito Snc Enel

di MATTEO CECCACCI

Battuta d’arresto per la Snc Enel Civitavecchia che, nel match valevole per la terza giornata di ritorno, esce inaspettatamente sconfitta 8-7  dal Foro Italico per mano della Vis Nova. Un corto circuito del tutto imprevisto per i rossocelesti, che ora scendono al quarto posto in solitaria a quota 28 punti, superati da Latina e Salerno, sconfitto dalla Roma Nuoto ora capolista. Vittoria a tutto tondo invece, per i leoni della Roma Vis Nova che, con questi tre punti proseguono la corsa verso i playoff ai danni della stessa Snc e del Pescara. (Agg. 24/03 ore 18.39 SEGUE)

LA CRONACA DELLA PARTITA – Ad aprire le marcature nel primo periodo sono gli ospiti con Minisini, a cui rispondono i padroni di casa con un tris, firmato dalla doppietta di Ferraro e dal gol di Rella. Il team di Pagliarini non si perde d’animo e agguanta il pari con Romiti (4-4), ma il georgiano Bitadze  realizza in extremis il gol del vantaggio che porta le compagini all’intervallo lungo. Al rientro in acqua è ancora Bitadze a ripetersi, a cui rispondono prontamente Minisini e Bogdanovic rimettendo il punteggio in parità (6-6). La svolta del match, infine, avviene verso la fine della terza frazione, quando Gobbi e Ferraro siglano il +2 (8-6). Poi Bogdanovic va in gol e prova a spronare i suoi per la rimonta, ma la rete sancisce il -1. Al termine del match esultano i capitolini, i tirrenici non possono che uscire rammaricariti e amereggiati, in virtù anche della vittoria della Roma Nuoto (prossima rivale casalinga) sul Salerno. (Agg. 24/03 ore 19.07 SEGUE)

LE DICHIARAZIONI DI CAPITAN DAVIDE ROMITI – Sulla gara il capitano della Snc Civitavecchia Davide Romiti (nella foto): «Dispiace aver perso questo importante match. Le partite le facciamo sempre noi, ma spesso gli altri sfruttano i nostri errori. Abbiamo commesso troppi sbagli sotto porta. Loro sono stati più compatti e hanno preparato bene la gara su di me non dandomi spazio. Ora la sfida contro la capolista Roma Nuoto al rientro dalle vacanze diventa fondamentale». Parziali: 2-1, 3-3, 3-2, 0-1. Roma Vis Nova: Serrentino, Antonucci, Murro, Ferraro 3, Cardoni, Rella 1, Bitadze 3, Vittorioso, Vitola, Gobbi 1, Ciotti, De Bonis, La Grotta. Allenatore: Calcaterra. Snc Civitavecchia: Visciola, Muneroni, Iula, De Rosa Diego, Bogdanovic 3 (1 rigore), Pagliarini, Minisini 2, Midio, Romiti 1, Castello 1, Checchini, Caponero, Greco Mattia. Allenatore: Pagliarini. (Agg. 24/03 ore 19.31)

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Impresa Snc: battuta la capolista

di MATTEO CECCACCI

Impresa. Questa è la parola che si può addire alla Snc Enel Civitavecchia che, nel match valevole per la 2^ giornata di ritorno, ha battuto i campani del Salerno, primi della classe. Un successo importante che ha sballato del tutto i pronostici, ma i tirrenici con la giusta grinta e determinazione hanno potuto ottenere un successo fondamentale. Vittoria che li porta al terzo posto della classifica a pari punti col Latina, a quota 28 lunghezze. (Agg. 17/03 ore 18.47 SEGUE)

I PRIMI DUE QUARTI – I rossocelesti partono forti e siglano la rete del vantaggio grazie al sigillo del mancino Castello il quale viene raggiunto 15’’ dal gol di Luongo. Trascorrono appena 60’’ e i locali passano in vantaggio grazie alla rete del serbo Cupic; vantaggio che dura ben poco, perché dopo 1’ è Checchini a ristabilire gli equilibri. Ma quando tutto sembra terminare sul 2-2 ecco che arriva la beffa a 50’’ dal termine: è Pica a siglare il momentaneo 3-2. Nella seconda frazione segna Romiti dopo 30’’, raggiunto immediatamente dalle realizzazioni di Agostini e Saviano nell’arco di 3’. La Snc accusa la rimonta e pareggia con Bogdanovic, ma i giallorossi ribaltano la situazione dopo 10’’ con Luongo. Il 3-3 è opera di Minisini a 2’ dal termine, ma a 3’’ dall’intervallo lungo il Salerno in sacca il 4-3 con Luongo. (Agg. 17/03 ore 19.16 SEGUE)

DOPO L'INTERVALLO LUNGO – Al rientro in acqua il settebello di Pagliarini mette a segno due gol nei primi 3’ grazie a Romiti e Checchini. Ad accorciare le distanze a 2’ dalla fine è ancora una volta Agostini per la sua personale doppietta. Al termine del terzo tempo è 8-7 Salerno. Nell’ultimo quarto è un botta e risposta a dir poco pirotecnico che porta la Snc al successo. Due i gol rossocelesti ad inizio ripresa con la tripletta di Romiti e il gol di De Rosa. Parrilli risponde per i locali, ma la Snc con Bogdanovic prima e Checchini poi per l’11-9. Nulla serve a 40’’ dalla fine il gol di Cupic per l’11-10 finale che sancisce così una vera e propria impresa per la Snc Enel Civitavecchia. (Agg. 17/03 ore 19.48)

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Convivenza protetta, siglato il protocollo d’intesa

CIVITAVECCHIA – Firmato il protocollo d’intesa tra Asl Roma 4, comune di Civitavecchia e Comunità Sant’Egidio.

Un atto che va a sancire ufficialmente una collaborazione che esiste da anni ed è volta a creare una rete di assistenza a persone con disagio psico – sociali. 

«È frutto di un lavoro di gruppo – ha spiegato il presidente di Civitavecchia della Comunità Massimo Magnano – una collaborazione proficua per rispondere ad una sfida complessa come quella di persone con problematiche di disagi psico – sociali».

Gli interventi, infatti, vengono effettuati in alcune “case protette” che si trovano in città. Un punto importante per l’inclusione sociale delle persone curate.

I volontari della Comunità agiscono sotto il coordinamento del dipartimento di Salute mentale (Csm) dell’azienda sanitaria locale e dei Servizi sociali del Comune. Al momento gli alloggi sono cinque ma, come sottolineato nel corso della conferenza stampa, c’è l’interesse ad ampliare il progetto. Magnano, inoltre, ha ringraziato per la collaborazione quotidiana il Csm e i Servizi sociali. Presente anche il sindaco Antonio Cozzolino.

«Con la Asl Roma 4 e con la comunità Sant’Egidio collaboriamo sin dall’inizio del mandato – ha detto il primo cittadino – su molte cose. Il protocollo d’intesa va a toccare un aspetto che magari non ha grande risonanza». Il direttore generale della Asl Roma 4 Giuseppe Quintavalle ha voluto ringraziare la Comunità per il grande lavoro che svolge quotidianamente a supporto delle fasce più deboli o disagiate della popolazione. Un aiuto importante, una mano tesa a chi ne ha estremamente bisogno.

«La Comunità – ha proseguito Quintavalle – riesce a trasmettere grandi valori attraverso l’esempio e l’azione. C’è un bisogno costante di tenere in vita questi protocolli. Il Csm ha risultati incredibili nel territorio. Noi – ha concluso – non perdiamo di vista l’obiettivo principale: l’inclusione». Prima della firma il presidente Magnano è entrato nel dettaglio del progetto. «Un fattore importante è spiegato dal nome stesso ‘‘Convivenza protetta’’, stare insieme e non da soli».

Altro fattore fondamentale è la protezione, perché le persone che convivono negli alloggi si occupano delle faccende quotidiane, con l’aiuto dei volontari. Gli alloggi sono inseriti «nei quartieri – ha continuato Magnano – un fattore importante».

La dottoressa Carola Celozzi, responsabile del Csm: «Questo atto formale è importante perché sancisce ufficialmente questa collaborazione. Un protocollo – ha spiegato – che nasce dal fare, dalla base e dalle necessità. Sono fasi delicate che non possono necessitare soltanto di un intervento tecnico. Abbiamo iniziato perché le persone avevano bisogno di risposte immediate».

L’assessore ai Servizi sociali Daniela Lucernoni ha sottolineato come tutti gli attori si compensino a vicenda.

«Andiamo a formalizzare qualcosa – ha dichiarato Lucernoni – che secondo me potremmo tranquillamente esportare in altre realtà. Sono case in cui si convive e ognuno porta le proprie risorse, non solo i problemi».

Una vittoria per tutto il territorio che va a siglare una collaborazione iniziata nel 2012 con una serie di proposte mosse da Magnani al Csm, come spiegato dalla dottoressa Celozzi.

Un progetto che, per ora, coinvolge pochi utenti ma nelle intenzioni dei tre attori coinvolti c’è l’ampliamento e il potenziamento.

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Pasti vegani, contrordine! Asilo può negarli

Il TAR Bolzano con la pronuncia del 31 gennaio 2018 n. 35 sancisce un principio in ordine ai limiti entro cui una amministrazione comunale possa negare ad un…

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###