MINISTERO DELLA SALUTE – COMUNICATO

Modifica dell'autorizzazione all'immissione in commercio del
medicinale per uso veterinario «Versiguard Rabies sospensione
iniettabile». (18A05988)

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

MINISTERO DELLA SALUTE – COMUNICATO

Modifica dell'autorizzazione all'immissione in commercio del
medicinale per uso veterinario «Spectron 100mg/ml soluzione orale per
polli e tacchini». (18A05989)

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

MINISTERO DELLA SALUTE – COMUNICATO

Modifica dell'autorizzazione all'immissione in commercio del
medicinale per uso veterinario «Floxavex 100 mg/ml soluzione orale
per polli e tacchini». (18A05987)

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Grande partecipazione a ''Settembre Sport''

Sabato scorso piazza della Vita è stata animata dalla manifestazione ‘‘Settembre Sport’’ organizzata dall’assessorato allo Sport del comune di Civitavecchia in collaborazione con il Coni Lazio, la Asl, la Croce Rossa e oltre 30 associazioni sportive locali.
«È stata una giornata – spiega l’assessore allo Sport Daniela Lucernoni – molto apprezzata dai tanti, grandi e piccoli, che durante l’intera manifestazione si sono potuti cimentare con le diverse discipline sportive che vengono quotidianamente portate avanti con passione dalle associazioni del territorio. Il Coni ha impreziosito la kermesse portando altre discipline sportive come i giochi tradizionali, la dama, gli scacchi, il football americano e tanti altri. In questo contesto la Asl e la Croce rossa hanno messo in campo un’intera giornata di prevenzione e screening valorizzando l’importanza dello sport per la salute. Ringrazio di cuore – conclude il vicesindaco – coloro che sono intervenuti a vario titolo nella manifestazione, che è stata possibile grazie alla sinergia di tutti i partner, è stato un coro unanime di sorrisi e di apprezzamenti, una giornata all’insegna del gioco, dello sport, del sociale e della salute».

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Sant'Egidio: pesca e solidarietà

CIVITAVECCHIA – Domenica scorsa tra il porto di Civitavecchia e la Marina, si è svolto l'evento “A pesca di un sorriso”, organizzato dall’Asd Amici del mare di Civitavecchia, alla presenza del vice Sindaco del Comune di Civitavecchia Daniela Lucernoni. I circa 80 kg di pesce pescato sono stati donati a Sant'Egidio e la stessa comunità li ha messi a disposizione degli ospiti delle convivenze protette, che ne sono stati entusiasti.  

L'esperienza delle convivenze protette della Comunità di Sant'Egidio nel territorio della  ASL Roma 4, in particolare nel Comune di Civitavecchia,  è stata avviata  da alcuni anni ed oggi, dalla prima convivenza realizzata il 4 ottobre del 2012,  si è arrivati a 7 convivenze con 22 posti letto; gli ospiti delle convivenze protette, che hanno problemi di disagio sociale e disturbo mentale,  hanno ottenuto importanti miglioramenti in termini di qualità della vita,  salute fisica e mentale a fronte di costi limitati. Uno degli obiettivi delle convivenze protette è la promozione della sana ed equilibrata alimentazione di cui il pesce, nella sua varia tipologia, è un elemento fondamentale.  

I volontari di Sant'Egidio aiutano ogni giorno con servizi essenziali (pasti caldi, distribuzione pacchi alimentari, vestiti usati, medicine, etc )  tanti cittadini civitavecchiesi che vivono in condizioni di estrema povertà.

“Volevamo ringraziare – sottolineano dalla Comunità di S. Egidio – gli organizzatori dell’evento che ci hanno donato tutto il pescato e volevamo ricordare che sabato prossimo, 22 settembre, alla Repubblica dei Ragazzi  – villaggio del fanciullo, sarà organizzata  una cena  a base di pesce per ringraziare tutti quelli che ogni giorno aiutano la nostra comunità”.

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Fondazione Cariciv, 60mila euro per i progetti del territorio

CIVITAVECCHIA – La Fondazione Cariciv ha destinato 60mila euro per i progetti del territorio con il bando 2018. L’obiettivo è quello di destinare un contributo a progetti di terzi da realizzare nel territorio dei comuni di Civitavecchia, Allumiere, Cerveteri, Ladispoli, Manziana, Montalto di Castro, Santa Marinella, Tarquinia e Tolfa.

I settori in cui dovranno rientrare i progetti sono ‘‘Educazione, istruzione e formazione’’, ‘‘Arte, attività e beni culturali’’, ‘‘Salute pubblica, medicina preventiva e riabilitativa’’, ‘‘Volontariato, filantropia e beneficenza’’, ‘‘Ricerca scientifica e tecnologica, Assistenza agli anziani’’. Per ciascun progetto potrà essere erogato un importo massimo di 1,500 euro. La presentazione delle richieste dovrà avvenire tramite la compilazione di una scheda che i soggetti interessati troveranno presso la segreteria della Fondazione Cariciv aperta lunedì, mercoledì e venerdì dalle 9 alle 12 o consultando il sito internet ‘‘www.fondazionecariciv.it’’. Il bando scadrà l’8 ottobre per tutti i settori. Le richieste potranno essere inviate tramite pec all’indirizzo fondazione pec.fondazionecariciv.it o raccomandata postale con avviso di ricevimento a ‘‘Fondazione Cassa di Risparmio di Civitavecchia via Risorgimento, 8-10-12 – 00053 Civitavecchia (Roma). Bando 2018 – con indicazione del settore di appartenenza del progetto’’. Per chiarimenti è possibile chiamare lo 076634297 o 076625172.

«Sono soddisfatta – ha spiegato il presidente della Fondazione Cariciv Gabriella Sarracco – perché fino a poco tempo fa non avevo la certezza di poter riuscire ad emanare il bando. Non saranno tempi lunghi, ora sarà nominata una commissione per esaminare ogni progetto nella più totale trasparenza».

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

«Aria irrespirabile tutte le sere»

LADISPOLI – Puntuale quasi come un orologio. E' l'odore acre che quasi ogni sera, da diversi anni ormai, colpisce i cittadini del quartiere Miami. Che qualcosa bruci nell'aria risulti alquanto evidente ai residenti della zona. E che questo qualcosa possa essere nocivo per la salute degli stessi risulta altrettanto evidente dal cattivo odore che emana: quasi come fosse della plastica (nei migliori dei casi) a bruciare. Purtroppo, ado ggi, le segnalazioni effettuate alle Forze dell'Ordine (Carabinieri e Polizia locale) non hanno sortito alcun effetto. Non si è infatti ancora riusciti a capire da dove questi odori acri arrivino e soprattutto chi li produca e perché. Tanto che ora il Comitato di Quartiere Miami, come anticipato già nei giorni scorsi, ha presentato un esposto alla Procura della Repubblica chiedendo un suo intervento «per cercare di verificare, nei tempi e nei modi più opportuni – si legge nel documento – (p. es: tramite ispezioni sui sistemi di controllo tracciabilità dei rifiuti e/o sulle bolle di accompagnamento merci, mappature termodinamiche aeree, centraline di rilevazione e analisi qualità dell'aria, etc.) se nelle aree circostanti il quartiere possano esserci attività illecite di privati e/o imprese (artigianali, industriali, agricole) al fine di tutelare e prevenire ogni possibile ripercussione alla salute delle famiglie interessate da questi spiacevoli episodi».
Nell'esposto il Comitato di quartiere cerca di ripercorrere un po' la storia di quanto si ritrova ad affrontare, definendo la situazione, a causa della frequenza con cui si ripete,«una situazione non più sostenibile e tollerabile in quanto a causa di potenziale e immediato pericolo per la salute degli abitanti della zona».«Ci si riferisce in particolare – si legge nell'esposto – al fatto che ormai negli ultimi giorni, praticamente tutte le sere, solitamente all'imbrunire e dal tramonto in poi, l'aria diventa quasi irrespirabile a causa di odori acri assimilabili a gomma/plastica bruciata e/o solventi, prodotti chimici». Inutile denunciare poi la situazione sui giornali nella speranza che gli autori del disagio vi pongano la parola fine. I fumi e i cattivi odori persistono. «Conseguentemente all'aver recepito numerose segnalazioni da parte dei residenti – prosegue il Comitato nell'esposto – e viste le difficoltà nel poter dare soluzione a questi accadimenti, è stata sollecitata l'iniziativa di far presente la gravità della situazione alle autorità comunali tramite apposita raccolta firme». Ora “l'ultima speranza” per risolvere definitivamente il problema: che la Procura scopra cosa accade al tramonto nei pressi del quartiere Miami e mettervi la parola fine.

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

AZIENDA OSPEDALIERO-UNIVERSITARIA CITTA' DELLA SALUTE E DELLA SCIENZA DI TORINO – CONCORSO (scad. 3 ottobre 2018)

Mobilita' volontaria regionale ed interregionale, per titoli e
colloquio, per la copertura a tempo indeterminato di un posto di
dirigente medico, medicina interna per la S.S.D. Medicina generale
interna presidi specialistici afferente al Dipartimento di medicina
generale e specialistica P.O. S. Anna.
(18E09170)

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

''Caso Corrado Melone'', Grando: «Chiesto un incontro al Direttore dell'Ufficio Scolastico Regionale»

LADISPOLI – “Vogliamo che il centro di via Begnac sia a disposizioni dei ragazzi di tutte le scuole di Ladispoli e di tutte le associazioni che nella nostra città praticano attività culturali, musicali e teatrali”.
Con queste parole il sindaco di Ladispoli, Alessandro Grando, è intervenuto sulla decisione dell’Amministrazione comunale di predisporre, per gli alunni della Corrado Melone che fino allo scorso anno scolastico consumavano i pasti nella struttura Polifunzionale, un nuovo locale mensa nel plesso Fumaroli.
“Questa mattina – ha proseguito Grando – insieme alla Asl abbiamo effettuato un sopralluogo nella nuova mensa e gli ispettori non hanno trovato nulla da eccepire sull'idoneità dei locali che devono ospitare il servizio di refezione scolastica, idoneità che era già stata garantita dagli uffici comunali competenti.Inoltre, non corrisponde al vero che la società CIR abbia affermato che i nuovi locali non fossero idonei, notizia che era stata data ai genitori dal Prof. Agresti in una delle sue email informative. Poiché vogliamo che le famiglie abbiano la massima certezza che i proprio figli frequentino locali a norma, abbiamo chiesto espressamente alla Asl, anche se non dovuto per legge, un parere scritto che certifichi l'idoneità dei locali e anche il numero di alunni che possono essere ospitati. In attesa di ciò, a partire da domani e fino alla completa definizione della vicenda, i ragazzi della Corrado Melone potranno consumare i pasti all’interno del Polifunzionale che, ribadisco, in futuro dovrà essere un luogo a disposizione di tutta la popolazione studentesca e di tutte le associazioni di Ladispoli. Non è oggettivamente possibile garantire la convivenza delle attività culturali con quella di refezione scolastica. Già in passato si sono verificati problemi e, sempre poiché abbiamo a cuore la salute dei ragazzi che frequentano le nostre scuole, abbiamo preso la decisione di dividere i due settori. Non saranno le urla e le invettive di una rumorosa minoranza di genitori, aizzati ad arte contro il Comune dalla Dirigenza e da alcuni insegnanti politicizzati della Melone, a fermare l’impegno dell’Amministrazione comunale per le scuole di Ladispoli".
Il primo cittadino bacchetta poi il dirigente scolastico sulla "guerra" a suon di comunicati nei confronti dell'assessore alla Pubblica Istruzione Lucia Cordeschi e all'amministrazione comunale, definendoli "vergognosi". 
"Questo è il ringraziamento per aver lavorato una estate intera per esaudire le richieste di aule aggiuntive della Melone. Richiesta che è stata prontamente accolta nonostante la Corrado Melone fosse stata già diffidata a non accettare iscrizioni oltre il limite di capienza delle aule che ha in dotazione. La Dirigenza delle Melone ritiene però di non dover rispettare tali limitazioni e di avere il diritto/dovere di aumentare all'infinito il numero di iscritti, senza considerare le ripercussioni di questo comportamento. A Ladispoli ci sono altri 3 Istituti comprensivi, con nessuno di questi ci sono i problemi di alcun tipo e ogni questione viene affrontata con il massimo rispetto da ambo le parti. Lo scorso anno l'Istituto Ladispoli 3 ha dovuto far fronte alla mancanza del plesso di via Rapallo e a metà di quello di via del Ghirlandaio e quest'anno ancora a quello di Via Rapallo, eppure non c'è traccia di tutto il polverone alzato in questi giorni dalla dirigenza della Melone. La salute e la sicurezza dei ragazzi è sempre stata e continuerà ad essere una priorità della mia amministrazione. Lo abbiamo dimostrato con i fatti, intervenendo in tempi record lo scorso anno sul plesso di via del Ghirlandaio e recuperando un finanziamento di mezzo milione di euro per la ristrutturazione della scuola di via Rapallo che stava per essere perso a causa del disinteresse chi ci ha preceduto. Inoltre, questa estate sono stati eseguiti lavori di manutenzione, controlli sugli impianti elettrici e sulle dotazioni antincendio di tutti gli Istituti per oltre 100.000 euro di investimenti.   E qualcuno vorrebbe farci passare come persone che non hanno a cuore la sicurezza dei bambini? Non scherziamo, non ci sto! Stiamo facendo i miracoli senza soldi a disposizione, chiedendo alle ditte di fare lavori quasi a prezzo di costo per il bene dei ragazzi. A loro e a tutti gli uffici comunali va il mio personale ringraziamento e quello di tutta l'amministrazione. Chi invece porta la politica all'interno delle scuole non merita nulla. Ho già chiesto un incontro con al Direttore dell'Ufficio Scolastico Regionale perché questa volta non intendo soprassedere su quanto accaduto. Pretendo il rispetto che si deve all'Istituzione che ho l'onore di rappresentare e non intendo minimamente assecondare i comportamenti riprovevoli che si sono verificati in queste settimane. Le famiglie degli alunni stiano tranquille, l'amministrazione comunale continuerà a fare tutto il possibile per garantire a tutti ragazzi di Ladispoli la massima sicurezza e tranquillità”.

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###