Tumori: 102 nuovi malati in 5 mesi

CIVITAVECCHIA – Dal 1 gennaio al 31 maggio sono state attivate 102 esenzioni 048, ossia per soggetti affetti da patologie neoplastiche e da tumori dal comportamento incerto. A questi si aggiungono 29 asmatici, 12 persone affette da cardiopatia ipertensiva, 4 colpiti da altre forme di cardiopatia ischemica cronica, 2 pazienti con insufficienza respiratoria cronica, 2 con aterosclerosi, e poi un paziente per aritmie cardiache, per cardionefropatia ipertensiva e per ipertensione secondaria maligna. Sono questi i dati forniti dalla Asl Rm4 su richiesta dei comitati cittadini ‘‘In nome del popolo inquinato’’, ‘‘Civitavecchia C’è’’ e ‘‘Comitato Puntone de Rocchi’’. Comitati che se da un lato si dicono preoccupati per il dato sanitario – anche se va poi messo a confronto con altre realtà ed analizzato con più attenzione – dall’altro mettono in evidenza in modo particolare il dato politico, tornando a chiedere che fine abbia fatto il registro tumori cittadino, con il team guidato dal dottor Mauro Mocci. 

In questo senso il consigliere della Svolta Massimiliano Grasso, che ha accompagnato i comitati alla Asl, sostenendo questa battaglia, si è detto pronto anche a presentare un’interrogazione per capire quali siano le intenzioni dell’amministrazione e, in particolare del Sindaco, presidente tra l’altro della conferenza locale della Sanità. «Su questo aspetto e su molti altri temi su cui questa amministrazioni aveva fondato le basi – ha spiegato Grasso – è calato il silenzio. Ringraziamo intanto la Asl per la disponibilità; l’azienda ha anche assunto una epidemiologa che andrà ad analizzare questi dati andandoli a confrontare con altre realtà».

Un silenzio inaccettabile, secondo Roberto De Vito. È stato Roberto Melchiorri a rimarcare la necessità di procedere sulla strada del registro tumori – sul quale peraltro erano stati investiti anche dei finanziamenti – definendolo «uno strumento essenziale perché ci permetterebbe di avere un quadro chiaro di una situazione drammatica». Preoccupato anche Angelo Pierotti: «Parliamo di 154 nuovi malati per cinque mesi, uno al giorno – ha aggiunto – un dato tra l’altro incompleto, perché non considera decessi o persone in attesa. Eppure assistiamo a proclami, con i dati dell’Arpa che indicano una qualità buona dell’aria, con l’amministrazione che dice che qui non si inquina più. E invece la correlazione tra malattie ed ambiente non è da sottovalutare: il problema c’è e va affrontato. Basta con questo silenzio». 

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Primo memoriale Franco Fiorani: il sindaco Arena al calcio di inizio

VITERBO – Il sindaco di Viterbo Giovanni Maria Arena parteciperà al primo memorial Franco Fiorani. L'appuntamento, organizzato dall'associazione Pianeta giustizia Viterbo, in onore dell'avvocato scomparso prematuramente lo scorso anno, è in programma per oggi 29 giugno allo stadio comunale Rocchi. Il calcio di inizio è fissato per le ore 18,30. Una partita di calcio che vedrà in campo avvocati, magistrati e operatori di giustizia.

“Parteciperò molto volentieri a questa iniziativa dedicata a Franco Fiorani – ha sottolineato il sindaco Arena –. Sarà un'occasione per ricordare un uomo e un avvocato molto stimato in città, di cui si sente la mancanza”.

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

‘‘Storie di Alternanza’’, riconoscimenti per il Liceo Galileo Galilei

S. MARINELLA – Per il secondo anno consecutivo è stato assegnato al Liceo “Galilei” di Santa Marinella, un importante riconoscimento per le attività di Alternanza Scuola Lavoro. Si è svolta infatti ieri, la premiazione del concorso “Storie di Alternanza”  presso la prestigiosa sede dell’Unioncamere a Roma. Il concorso, promosso dalle camere di commercio di tutta Italia, è alla seconda edizione. Prevede due sessioni e ha lo scopo di valorizzare, con premi anche in denaro, le storie di alternanza più interessanti e meglio raccontate, ed è diviso in due sezioni, per i licei e per i professionali- tecnici. La classe 3GL della sede di Santa Marinella, con la storia “Io sono viva, lavoriamo insieme contro la violenza di genere”, ha ottenuto la menzione speciale, un risultato davvero gratificante per studenti e professori, considerando che il liceo è stato l’unico ad essere premiato nella zona di Roma e Provincia e che, complessivamente, hanno inviato i loro lavori 296 licei di tutta Italia. Per parteciparvi, la classe 3GL ha presentato il making of del cortometraggio “Io sono viva”, video già premiato a novembre dalla Regione Lazio, nell’ambito del concorso Oltre l’indignazione, l’impegno. Come spiegano i ragazzi nel making of, la loro è stata un’esperienza di alternanza completa, dopo aver individuato il target, individuato il linguaggio più adatto per arrivare a questo target, dopo aver fatto conto delle proprie risorse umane e finanziarie, i ragazzi hanno sperimentato la conduzione di un set cinematografico, con l’ausilio di un tutor esterno, un ex alunno del Galilei. Hanno seguito il progetto, la responsabile per l’alternanza della sede di Santa Marinella, la professoressa Di Liello, la tutor Paola Rocchi, l’insegnante di arte Sturiale. Molto interessanti le storie di alternanza che hanno ottenuto i primi tre premi, attività svolte in collaborazione con aziende esterne e lavori che hanno avuto come risultato importanti ricerche a livello scientifico e di app utili per al difesa dell’ambiente, segno che se condotta bene l’alternanza ha grandi potenzialità di apprendimento e formazione per ragazzi e docenti.

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Civitavecchia C'è: "Crematorio, fregatura economica per i civitavecchiesi"

CIVITAVECCHIA – "Oltre a prenderci l'inquinamento, prendiamo anche una fregatura economica". L'associazione "Civitavecchia C'è" – che insieme a "In nome del popolo inquinato" e "Puntone dei Rocchi" ha condotto la lunga battaglia contro la realizzazione del forno crematorio al cimitero di via Braccianese Claudia – torna sulla questione relativa ai costi per le cremazioni, senza sconti per i residenti come avviene, invece, ad esempio a Viterbo, sostenendo di fatto quanto anticipato dal capogruppo della Svolta Massimiliano Grasso intenzionato a presentare lunedì una apposita mozione. 

"Il costo di una cremazione a Civitavecchia sarebbe di 549 euro – hanno ricordato dall'associazione – mentre a Viterbo i residenti pagano 125 euro e i forestieri 430 euro. Il motivo della differenza dei costi è però facimente individuabile. Il forno crematorio a Viterbo ha una matrice comunale, il forno crematorio a Civitavecchia è costruito dai privati. Tante volte abbiamo detto che dare i servizi in project financing è peggio di una esosa privatizzazione. Ecco perchè noi sostenevamo che il forno crematorio o non si doveva fare, o doveva essere fatto dal Comune. Questo errore lo pagheremo nel presente e nel futuro, a meno che i tanti ricorsi e l'impegno dei comitati non riusciranno a bloccarlo. Saper amministrare una città è una questione complessa – hanno concluso – i danni di una cattiva amministrazione vengono pagati dai cittadini con disservizi, alti costi, diminuzione della qualità della vita".

 

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Tarquinia, Semi di pace: seconda giornata del meeting sulla violenza alle donne

TARQUINIA  – Tema quanto mai di attualità per la seconda giornata del Meeting Internazionale Esploratori di Valori di Semi di Pace onlus. Quello della violenza sulle donne. Il 19 maggio (dalle ore 9.30) alla Cittadella, sede dell'associazione, se ne parlerà con rappresentanti di istituzioni eassociazioni in prima linea nel contrasto al fenomeno. Tra i relatori Oria Gargano, presidente della cooperativa sociale Befree; Simona Lanzoni, vice presidente della fondazione Pangea Onlus; Francesca Romana Capaldo, vice questore aggiuntodella Polizia di Stato di Roma. Sarà presente anche il liceo "Galileo Galilei" (sede di Santa Marinella) con la docente la docente Paola Rocchi e gli studenti della III GL che presenteranno il cortometraggio “Io sono viva”, vincitore del concorso della Regione Lazio “Oltre l’indignazione, l’impegno”. «La violenza sulle donne è un aspetto sociale drammatico, in cui devono essere coinvolti tutti, sul quale non bastano solamente legislazioni più severe ma un vero e proprio salto culturale. – prosegue l'associazione – Avremo ospite anche Zdenka Maric, dell'associazione Cuore Errante,che racconterà la sua esperienza. Come onlus siamo molto attivi per garantire il rispetto dei diritti delle donne, in Italia e all'estero, con progetti che mettono al centro la figura femminile». Il XII meeting internazionale Esploratori di Valori è patrocinato dal Senato della Repubblica, dalla Camera dei Deputati, dalla Repubblica d'Armenia in Italia, dalla Regione Lazio, dalla Provincia di Viterbo, dal Comune di Tarquinia, dallo Snadir, dall'Anteas Lazio e dalla Diocesi di Civitavecchia-Tarquinia.

 

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Crematorio, dubbi sul collaudo

CIVITAVECCHIA – I comitati contro la costruzione del forno crematorio non si arrendono. All’indomani infatti dell’annuncio, da parte della società Tempio Crematorio Civitavecchia, dell’entrata in esercizio dell’impianto a partire da lunedì, Civitavecchia C'è, In nome del popolo inquinato e Puntone dei Rocchi portano alla luce nuovi dubbi.

In particolare prendono spunto da una nota messa a disposizione dalla consigliera comunale Alessandra Riccetti a seguito di una richiesta di accesso agli atti del crematorio; nel documento, a pagine 3, si legge testualmente che “non c’è certificato di agibilità in quanto l'opera deve essere ancora collaudato".  “Il documento, a firma del Rup – hanno spiegato i comitati – è datato 26 aprile 2018. Senza la predetta certificazione l'attività industriale non può certo essere avviata”.

Da qui la richiesta, rivolta agli organi competenti di controllo “di verificare se, il giorno 7 maggio 2018 la società – hanno aggiunto – avrà acquisito i predetti indispensabili documenti e abbia presentato la segnalazione certificata di inizio attività”.

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Crematorio: i comitati si appellano al Sindaco

CIVITAVECCHIA – A pochi giorni ormai dall'entrata in esercizio del contestato impianto di cremazione al cimitero nuovo di via Braccianese Claudia, previsto per giovedì con le prime due settimane di test e verifiche, i comitati cittadini Civitavecchia C'è, In nome del popolo inquinato e Puntone dei Rocchi tornano a chiedere l'intervento del sindaco Cozzolino. E lo fanno sottolineandone l'obbligo istituzionale di salvaguardare la salute pubblica; obbligo che si può tradurre nell'emanazione di ordinanze contingibili ed urgenti, con efficacia estesa al territorio comunale, in caso di emergenze sanitarie e di igiene pubblica.   

I comitati, pur continuando a ribadire la contrarietà alla realizzazione del forno crematorio industriale, mettono in evidenza diversi aspetti che sarebbero stati sottovalutati negli ultimi anni, da quando è iniziata la battaglia.  

"Il 25 agosto del 2016 – hanno infatti ricordato i referenti Roberto Melchiorri, Roberto De Vito e Marinella Scaccia – con una nota inviata al Comune, all'Arpa, alla Asl e alla Procura della Repubblica, abbiamo fatto richiesta di una analisi preventiva dell’aria, dei terreni e della falda freatica nell’intorno dell’area cimiteriale in diverse condizione meteo-climatiche a tutela della sanità e igiene pubblica al fine di poter effettuare delle verifiche ambientali ad attivazione dell’impianto industriale in parola. Era stata inoltre richiesta la applicazione alla ciminiera di apparecchiature di registrazione in continuo degli inquinanti che lo stesso progettista dell’impianto attesta che verranno immessi in atmosfera durante il funzionamento. A tutt’oggi – hanno evidenziato – non risulta che siano state effettuate le predette indagini preventive né ufficialmente accertata l’applicazione delle apparecchiature di controllo e registrazione in continuo".    

"Questo è il momento di dimostrare chi ha, come suol dirsi, “il coltello dalla parte del manico”. Vediamo se, per la prima volta – hanno spiegato i tre comitati, in una lettera indirizzata direttamente al Sindaco – si riuscirà ad imporre a chi impianta o gestisce fonti inquinanti a Civitavecchia, di ottemperare ad elementari azioni a tutela della salute pubblica purtroppo già gravemente compromessa". Nel frattempo, comunque, la contrarietà al forno crematorio rimane ferma "e continueremo ad opporci a tale opera – hanno promesso – con tutti i mezzi leciti possibili".  

 

 

 

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Depuratore: dopo 15 anni arriva l'autorizzazione allo scarico

CIVITAVECCHIA – Dopo quindici anni il Comune è in procinto di ottenere l’autorizzazione allo scarico per il depuratore. Un obiettivo a cui, in questi anni, si è lavorato molto attraverso una serie di step importanti, dal passaggio della prima linea dalla Regione al Pincio fino ai lavori all’impianto realizzati proprio attraverso il cospicuo finanziamento della Pisana. Nei prossimi giorni, terminato ormai l’iter burocratico ed amministrativo, gli uffici dell’area metropolitana potranno dare l’ok all’autorizzazione allo scarico e a quella per le emissioni in atmosfera. Ci sono solo alcuni aspetti da perfezionare e sicuramente, come spiegato dal direttore del Dipartimento Ambientale dell’Area metropolitana Maria Zagari, verranno inserite delle prescrizioni in vista proprio dell’estate, ma entro pochi giorni il Pincio potrà contare su queste importanti autorizzazioni.

“Abbiamo ridato una dignità ambientale necessaria da tempo – ha spiegato il sindaco Antonio Cozzolino – i lavori non sono conclusi e proseguiremo a migliorare l’impianto in collaborazione con Acea, prossimo gestore”. È stato quindi il delegato dell’Area metropolitana e consigliere del M5S locale Matteo Manunta a sottolineare l’importante collaborazione istituzionale che ha permesso di raggiungere questo risultato. “Da un depuratore inserito nella black lista della provincia – ha sottolineato – siamo passati in pochi mesi ad un modello poter esportare: per questo implementeremo la collaborazione con la realizzazione di un laboratorio ambientale”.

La richiesta per l’autorizzazione è stata presentata a luglio: nove mesi per avere l’ok. Pochi, soprattutto perché, come confermato da Zagari e dal suo collega, il funzionario Mario Dionisi, sembrava un’impresa impossibile visto che, nel corso degli anni, ogni impegno ed ogni progetto è sempre caduto nel vuoto.

“Proprio i tempi sono la caratteristica più importante di questo percorso, iniziato con la gestione della prima linea – ha quindi aggiunto il delegato comunale Gabriele Giachini – linea che prima era dismessa e che ora servirà a gestire il troppo pieno per evitare sversamenti in mare; una vasca di assorbimento per le variabili di portata che servirà anche come riserva se l’impianto principale dovesse avere dei guasti: una sorta di “muletto” depurativo a supporto de eventuali danni”.

Nel frattempo il Comune sta lavorando anche per risolvere il problema degli allacci, specie nelle periferie. Già l’autorizzazione allo scarico comprende infatti gli 800 abitanti equivalenti della zona a ridosso di via Braccianese Claudia, dove insiste il sollevamento regionale; mancano solo dettagli tecnici per procedere in questo senso, ma con l’autorizzazione c’è già l’ok tecnico e normativo. Poi si passerà ai 1200 abitanti equivalenti delle zone di Santa Lucia e Punton de’ Rocchi.

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Bedegoni vince la 6 Ore dell'Ecologia

La Mtb Santa Marinella-Cicli Montanini è stata ancora protagonista su più fronti in diverse regioni d’Italia dividendosi tra mountain bike, enduro e strada. 
La 6 Ore dell’Ecologia alle Terme dei Papi, a Viterbo, prova inaugurale della stagione ECS Tour 2018, ha fatto registrare ottime performance dei solitari, a partire da Lorenzo Bedegoni con il primo posto assoluto (e anche di categoria S1) e il miglior tempo generale, precedendo i compagni di team Andrea Mainardi (primo M1), Libero Ruggiero (secondo S1) e Diego Antimi (terzo S1). Non da meno sono stati anche Stefano Cibelli (terzo M1), Salvatore De Angelis (terzo  G1), Mauro De Angelis (quinto G1) e Renato Remoli (ottavo G1). Coppie protagoniste e vincenti con Pierluigi Possenti e Marco Becattini, secondo posto per Massimiliano Chiavacci e Mario Tagliatesta, quinta piazza per Cabbirio Capati e Giuseppe Alberti, al decimo posto Stefano Carnesecchi e Massimo Negossi. Al femminile protagoniste Elisabetta Dani e Antonella Casale in seconda posizione e anche nella versione lui&lei con Stefano Cerutti e Linda Casani al sesto posto. Il team altolaziale competitivo anche nelle formazioni da tre elementi con l’ottimo secondo posto del trio Federico Forti, Edmondo Belleggia e Daniele Tulin, al settimo posto il terzetto composto da Vincenzo Scozzafava, Mauro Gori e Daniele Bagnoli per una trasferta viterbese che ha premiato notevolmente il team come società più numerosa alla partenza. Ancora grandi risultati nella mountain bike ottenuti da Ilaria Balzarotti a Rovate in Lombardia (prima tra le donne master), Gianfranco Mariuzzo alla XC dei Castelli a Montecchio in Veneto (quarto tra i master 5), Giacomo Ragonesi alla Granfondo Antica Carsulae (terzo tra gli Juniores) e Libero Ruggiero nel giorno di Pasquetta a Cordenons in Friuli Venezia Giulia con il primato di categoria senior 2 al Trofeo Al Viale. (Agg. 11/4 ore 17.08 SEGUE)

JEFERSON BENATO BRILLA NELL'ENDURO – Dalla mountain bike all’enduro, specialità del fuoristrada estremo che vede protagonista per il secondo anno di fila Jeferson Benato con il sedicesimo posto assoluto e il secondo di categoria Elite Sport alla Toscana Enduro Series a Castiglion della Pescaia. (Agg. 11/4 ore 17.41 SEGUE)

OTTIMI RISULTATI ANCHE SU STRADA – Nel ciclismo su strada ha ben figurato Pierluigi Stefanini undicesimo assoluto e secondo di categoria gentleman 1 al Memorial Marisa Rocchi disputato in Toscana a Istia d’Ombrone. (Agg. 11/4 ore 18.10)

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Idrico, previsti nuovi disagi per domani

CIVITAVECCHIA – Idrico, ancora disagi per le utenze civitavecchiesi. Il Consorzio acquedotto Medio Tirreno, quale fornitore di acqua potabile per il  Comune, presso il recapito idrico Impianto filtri di Aurelia (Borgata Aurelia), ha comunicato che, nell’ambito degli interventi da tempo programmati per il potenziamento delle infrastrutture e miglioramento del servizio idrico fornito, domani provvederà alla risoluzione di  una perdita sulla  propria condotta idrica, sul tratto Tarquinia – Civitavecchia, località Fontana Matta.

Pertanto in tale data, compatibilmente con le condizioni atmosferiche, verrà interrotto il flusso idrico  verso Civitavecchia dalle 8 e sino alla  fine dei lavori che, salvo imprevisti, dovrebbero ultimarsi nella stessa mattinata. Nelle more del ripristino delle portate consortili addotte, si   potrebbero   determinare disagi alle utenze della Zona Nord della città, alimentate dall’Impianto Comunale Filtri di Aurelia e più precisamente: Borgata Aurelia – Agricasa, Carcere Aurelia, Zona Ente Maremma – Pantano – Sant’Agostino, La Scaglia, Enel – area portuale – Zona Industriale, Cimitero Vecchio – via Tarquinia –   Carcere di Via Tarquinia, via Amba Aradam e traverse, centro Storico – Zona bassa della città, Punton dei Rocchi – San Lucia – Cimitero Nuovo.

L’Ufficio risorse Idriche, al fine di limitare eventuali disagi alle utenze interessate, ha adottato tutte le provvidenze tecniche che il caso richiede presso i propri impianti di distribuzione. Le richieste del servizio di autobotte potranno essere effettuate allo 0766542400 – Cisterne via Achille Montanucci.

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###