Marongiu e le sue liste civiche: "Nessun sostegno al centrodestra. Candidati lasciati liberi di scegliere"

SANTA MARINELLA –  "A seguito dei confronti avuti con l'interlocutore della coalizione di centro destra, Roberto Bacheca, e dopo un sereno confronto con la coalizione che mi ha supportato al primo turno – dichiara Roberto Marongiu – abbiamo condiviso una decisione comune: riteniamo che le motivazioni e le differenziazioni profonde che hanno causato al primo turno la inopportuna frammentazione del centrodestra e dei movimenti civici di natura moderata in cinque tronconi, non siano state superate e che non si potranno ricucire nei pochi giorni che ci separano dal ballottaggio. Pertanto la maggioranza del gruppo, anche se con alcune distinzioni legittime, ha coerentemente espresso la volontà di non partecipare in maniera organizzata al prossimo ballottaggio. La maggioranza della coalizione civica da me fino ad ora guidata ha espresso la volontà di non sostenere il candidato del centrodestra. Prevarrà il libero arbitrio secondo le proprie personali convinzioni". 

"Personalmente – continua Roberto Marongiu – nel rispetto della volontà popolare, mi collocherò all'opposizione, con l'impegno che da sempre mi ha caratterizzato, per valutare in maniera vigile, attenta, costruttiva e propositiva ciò che sarà utile e necessario per la città. Infine non posso che ringraziare tutta quella parte dell'elettorato che ha creduto nei progetti che ho descritto lungo tutta la mia campagna elettorale e confermo che potranno sempre trovare in me un punto di riferimento".

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Guardia costiera: dopo cinque anni riapre  l’ufficio a Tarquinia

TARQUINIA – Dopo Montalto e soprattutto dopo ben cinque anni di totale assenza, torna anche a Tarquinia un presidio di Guardia costiera. L’ufficio è stato inaugurato nei giorni scorsi all’interno delle strutture che già ospitano gli uffici comunali, in viale Andrea Doria. Al taglio del nastro erano presenti i rappresentanti della Capitaneria di Porto e dell’amministrazione comunale, in particolare il Capitano di Vascello Vincenzo Leone, il comandante della Direzione Marittima del Lazio e Lamberto Alessandro, comandante della delegazione di spiaggia di Montalto di Castro, già al comando dell’ufficio di Porto Clementino a Tarquinia Lido. In rappresentanza dell’amministrazione comunale era presente il vicesindaco Martina Tosoni, l’assessore ai Lavori pubblici Laura Sposetti ed i consiglieri comunali Marco Bordi, Roberto Benedetti e Stefania Ziccardi. «Questa condivisione logistica con il Comune di Tarquinia è stata molto cercata – ha spiegato il capitano Leone – ed è stata facile da realizzare vista la condivisione totale di volontà. Siamo ad un passo dal mare, in un ufficio che condividiamo con la Polizia locale e l’amministrazione che ci consentirà di fornire un ulteriore servizio al cittadino. Chi ben inizia, si dice, è a metà dell’opera: e noi da oggi, contiamo di inaugurare una stagione estiva che possa essere la più serena possibile». Leone ha anche ricordato l’inaugurazione di oggi della stagione 2018 di Mare Sicuro.
«L’amministrazione è orgogliosa di aver intrapreso questo nuovo percorso con la Capitaneria di Porto e la Guardia Costiera. – ha detto la vicesindaca Martina Tosoni – Riteniamo sia importante rispondere ad un bisogno di sicurezza, e la presenza di persone specializzate sulle nostre spiagge è fondamentale: vedere le loro divise sulle nostre coste trasmette subito un segnale di sicurezza. Questo è solo un punto di partenza: da qui si può solo migliorare e speriamo di farlo assieme».
«Gli anni di assenza sono serviti – ha detto il comandante Leone – a capire quanto fosse importante tornare: ora lo facciamo grazie alla sensibilità di quest’amministrazione e senza progetti faraonici, con la consapevolezza che solo le soluzioni condivise possano portare a soluzioni realistiche. Sarà importante, perciò, la sinergia tra forze e istituzioni, facendo sistema sia lungo la costa, con i presidi di Civitavecchia a sud e Montalto di Castro a Nord, sia con le strutture già attive sul territorio, dalla Polizia locale alla Protezione civile: in un momento in cui le risorse non sono quelle che servirebbero, è solo lavorando assieme che si trovano le giuste alternative per dare risposte ai cittadini; e proprio coinvolgendo i cittadini stessi, ascoltandoli, che si riesce ad aggiustare il tiro ed a garantire sempre maggiore vicinanza ai loro bisogni».
Il presidio garantirà una maggiore presenza nei giorni di maggiore afflusso turistico: «Sotto la competenza del Dipartimento marittimo di Civitavecchia manderemo la pattuglia ‘’Mare sicuro’’ lungo questa zona di litorale con maggiore frequenza, proprio sfruttando e valorizzando questo ufficio” – e con la presenza di una o due persone al presidio per più giorni possibili per garantire uno sportello al pubblico, con una frequenza da valutare in base, comunque, alle risorse spendibili sul territorio. Ma ciò che più ci interessa è essere presenti sulla spiaggia e lungo le coste».

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Il monastero delle passioniste cornice d’eccezione per ‘‘Emozioni del passato’’

TARQUINIA – Grandi suggestioni per una serata all’insegna della moda. Lunedì 1 luglio, a partire dalle ore 21, il cortile del Monastero delle Passioniste apre le porte a “Emozioni del passato”, una serata di spettacolo e moda che sta già suscitando la curiosità di molti, a Tarquinia.
Al centro della serata, una sfilata di abiti – gentilmente concessi dalla collezione provata dello stilista Roberto Prili di Rado – che hanno fatto la storia del cinema e della musica: ad indossarli, sfilando sulla passerella ricreata all’interno del cortile, circa trenta ragazze tarquiniesi che, quindi, vestiranno letteralmente i panni di grandi star del passato, Audrey Hepburn su tutte.
Non solo, una parte della serata e della sfilata sarà dedicata all’ospite d’onore della serata, la cantautrice Grazia Di Michele, legata a Roberto Prili di Rado da un’amicizia ormai trentennale. Saranno ben dieci gli abiti della celebre cantante che sfileranno in passerella, con lei stessa pronta a svelarne storie ed aneddoti; prima, naturalmente, di esibirsi per il pubblico tarquiniese.
L’appuntamento è per lunedì 1 luglio, dalle 21, presso il Monastero delle Passioniste: l’ingresso è da via di Porta Tarquinia, 31. Il biglietto d’ingresso costa 10 euro a persona con una consumazione: la prevendita è già scattata in alcuni negozi cittadini. L’organizzazione è a cura dell’associazione ‘‘Viva Tarquinia’’, con la Pro Loco Tarquinia ed il Comune.

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Roberto D’Ottavio: «Sincro, il nostro fiore all'occhiello»

Il presidente della Snc Civitavecchia Roberto D’Ottavio gongola per i risultati ottenuti dalle giovani del nuoto sincronizzato e rilancia l’attività della società da lui guidata.
«Stiamo investendo molto su questa disciplina – sottolinea la massima carica rossoceleste – e siamo soddisfatti di aver puntato forte su Judit Requena; un’istruttrice seria e qualificata. Questo è stato una sorta di anno zero e siamo ripartiti di slancio. Per noi il sincro è un settore strategico e abbiamo intenzione di potenziarlo ulteriormente; è il nostro fiore all’occhiello. Il campionato Juniores organizzato con successo al PalaGalli – continua D’Ottavio – testimonia la stima che la federazione ha nei nostri confronti. La manifestazione giovanile più importante a livello nazionale si è spostata da Savona a Civitavecchia e ciò è motivo di orgoglio. Oltre 700 atleti hanno popolato l’impianto cittadino; i numeri parlano da soli».
Il numero uno della Snc ha infine speso qualche parola anche sulla pallanuoto: «La prima squadra ha disputato un campionato inaspettato, ovviamente in senso positivo. È stata una stagione sorprendente, che ha visto l’affermazione tra i grandi di tanti giovani del vivaio, i quali si sono comportati egregiamente. Soddisfazioni a non finire con le formazioni Under, le quali hanno raggiunto risultati di spessore e finali di categoria». 

Ale. Al.

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Rifiuti: mozione urgente del Pd

CIVITAVECCHIA – Una mozione urgente, presentata dai consiglieri del Pd Marco Piendibene, Paola Rita Stella, Marco Di Gennaro e Mirko Mecozzi, per chiedere al sindaco «quali iniziative intende intraprendere per scongiurare la sciagurata ipotesi di divenire di fatto la discarica di Roma e con ciò gravare il nostro territorio di una ulteriore servitù che comporterebbe un nuovo dazio ambientale insopportabile. Se non sia il caso – si legge – di avviare contatti con la sindaca Virginia Raggi al fine di sollecitare una individuazione dei siti, da proporre alla Regione Lazio, che escludano definitivamente il comprensorio di Civitavecchia tra i possibili siti di smaltimento definitivo dei rifiuti della Capitale. E se non sia anche il caso di attivare urgentemente un contatto con il Governo per rappresentare l’eccezionalità della situazione ambientale del nostro territorio non escludendo ogni possibile sinergia interna al Movimento 5 Stelle al fine di scongiurare qualsiasi ipotesi di discarica al servizio di Roma». Anche il dem Fabio Angeloni chiama in causa il primo cittadino, dicendogli di averlo avvertito già lo scorso anno di questa eventualità, «non opponendosi alla “individuazione delle aree idonee alla localizzazione degli impianti di gestione dei rifiuti” sollecitato dalla sindaca di Roma, Virginia Raggi». Per il coordinatore di Forza Italia Roberto D’Ottavio «è doloroso per la popolazione di Civitavecchia e del suo comprensorio assistere al rimpallo di responsabilità tra M5S e centrosinistra. Il tutto, con lo scenario di un gioco delle tre carte alle spalle del nostro territorio. Iniziare con una discarica vuol dire fare di Civitavecchia un probabile centro di raccolta rifiuti che rovinerebbe per sempre i progetti che abbiamo in mente per la città e per i giovani. Siamo pronti ad organizzare una manifestazione. Non c’è una progettualità per la città, un progetto per il lavoro e neanche un’idea di sviluppo».

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Meiji Kan: passaggio di cintura per le ''nere'' Coluzzi, Galimberti e Bonomi

Domenica scorsa, nella sede del comitato federale Umbria/Alto Lazio a Viterbo, si sono tenuti gli esami federali della Fik (Federazione Italiana Karate) per il grado di cintura nera 1° e 2° Dan. Al termine dei corsi federali la commissione regionale formata dal presidente maestro Sergio Valeri  e dai membri maestro Vitaliano Serracchiani e maestro Roberto Campanari, hanno ritenuto idonei 42 nuove cinture nere; tra questi tre atleti sono civitavecchiesi tesserati alla Meiji Kan. «Il Comitato Alto Lazio – afferma con una certa soddisfazione il vice presidente nazionale Stefano Pucci – è una delle realtà più importanti del karate italiano. Forte di oramai 34 società affiliate e con oltre 2.000 tesserati, è tenuto sotto attenta osservazione dai dirigenti delle maggiori federazioni italiane segno evidente di una considerazione che non può che inorgoglirci». Quest’anno sono stati tre ragazzi i della società di Via Mediana che hanno indossato la fatidica cintura nera, punto di grande orgoglio per tutti i praticanti di arti marziali. Lara Coluzzi e Daniele Galimberti hanno brillantemente superato gli esami di primo dan, mentre Mattia Bonomi ha ottenuto il grado di 2° dan.

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Tidei riparte a spron battuto

S. MARINELLA – Continuano le prese di posizione da parte dei candidati sindaci promossi al secondo turno e dei relativi consiglieri comunali eletti, in vista del ballottaggio. Ad aprire le contese è il candidato del centrosinistra Pietro Tidei che esterna il suo pensiero. “Chi vota Ricci – dice l’ex parlamentare – vota la continuità con un progetto dissennato e devastatore. Se vincesse il ballottaggio Ricci tornerebbero in consiglio gli stessi che per dieci anni hanno dissipato le risorse finanziare di un Comune florido come Santa Marinella e hanno messo in ginocchio una città, senza più scuole ed impianti sportivi. In consiglio comunale gli stessi dissipatori ed in giunta finirà anche Roberto Bacheca, quello che nelle nascoste stanze romane ha strappato la bandiera della Lega di Salvini a quell’Alfredo De Antoniis che l’ha usata non per nascondercisi dietro e rifarsi il trucco ma per farci politica, in mezzo alla strada, tra la gente, come si faceva una volta, mettendoci la faccia. E l’usurpazione è riuscita, infatti la Lega ha preso molti più voti delle preferenze portate a casa dai suoi consunti candidati in danno di chi, per molto tempo, aveva creduto nella politica come il giovane De Antoniis e tutti i suoi amici. Fare tutto di nascosto è un’abitudine di questo centrodestra santamarinellese, che manda allo sbaraglio un candidato sindaco semisconosciuto dietro al quale si nasconde uno zio, già sonoramente battuto alle urne tredici anni fa e che ancora non si è ripreso dal colpo ricevuto. Il socio di maggioranza di questo strano gruppo invece si nasconde dietro una bandiera che non è e non sarà mai la sua, pronto a buttare a mare Ricci appena non gli serva più come ha già fatto nel 2008». 
«Certe lezioni a Santa Marinella sono difficili da mandare a memoria – conclude Tidei – chi sceglie di cambiare, chi vuole mettere riparto al disastro finanziario creato per i propri comodi da una massa di incompetenti deve agire per questo cambiamento votando Pietro Tidei». Torna sulle elezioni anche l’esponente del M5S Settanni. 
«Ringrazio tutte quelle persone che ci hanno votato – afferma il grillino – permettendoci di diventare la seconda forza politica di Santa Marinella. Ora ci sarà un consigliere comunale del M5S in opposizione. Da adesso grazie a 1.009 donne e uomini liberi, saró il portavoce dei cittadini. Insieme faremo un’opposizione corretta, intelligente ed intransigente a favore della cittadinanza. Ringrazio tutto il gruppo e tutti i cittadini e gli attivisti per l’ottimo lavoro fatto e che faremo ancora più intensamente da oggi in poi. Siamo una grande squadra ed ora siamo in Comune. Abbiamo alzato la testa e guardiamo verso un futuro di rinascita. Non ci schiereremo con alcuno nel ballottaggio in quanto non vediamo nei soggetti in campo alcuna discontinuità con il passato. Ho rilevato che alcune persone, utilizzando in modo del tutto personale ed improprio, il simbolo del Movimento 5 Stelle stanno pubblicando post in cui suggeriscono orientamenti di voto per il ballottaggio”. “Rammento – conclude Settanni – visto che c’è bisogno di farlo, che tali dichiarazioni sono del tutto personali, arbitrarie e non rispecchiano la linea politica del gruppo del M5S di Santa Marinella e Santa Severa. Il sottoscritto, quale unico depositario del simbolo del Movimento 5 Stelle invita pertanto tutti i cittadini, nonché gli iscritti e i simpatizzanti al movimento a non tener conto nel modo più assoluto dei messaggi contenuti nei suddetti post”.

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Tidei: ''Un delegato alla legalità tra i consiglieri di minoranza''

S. MARINELLA – Chi ha vinto e chi ha perso in questa prima fase delle elezioni comunali? Per conoscere la realtà dei fatti bisogna tornare indietro di cinque anni e scartabellare i file che riportano i risultati ottenuti al primo turno dal candidati sindaci Roberto Bacheca di area di centrodestra e dal Massimiliano Fronti del centro sinistra. 
C’è da ricordare che al primo turno, la percentuale dei votanti fu molto alta, il 74%, mentre domenica sono andati al voto solo il 59,59% degli aventi diritto. Nel 2013, Roberto Bacheca ottenne un ottimo successo conquistando 4.630 voti, pari al 45,69% di coloro che votarono, mentre Massimiliano Fronti, della coalizione di centro sinistra, conquistò 3.335 voti e il 33,01% delle preferenze. Poi, al ballottaggio, Bacheca si impose sull’avversario. Rispetto a quelle amministrative, il centrodestra quest’anno si è presentato più frazionato, tanto che il candidato sindaco Bruno Ricci non è andato oltre il 24% dei consensi e 2.100 voti, mentre il suo contendente Pietro Tidei ha ottenuto 3.000 voti e il 34% delle preferenze. Dunque, l’ex parlamentare, parte da una situazione più favorevole rispetto all’avversario che in queste due settimane che restano prima del ballottaggio, dovrà cercare di colmare il gap. 
Sull’altra sponda, l’ex sindaco di Civitavecchia, si dice ottimista ed invece di basare la sua campagna elettorale contro il candidato di centro destra, preferisce parlare di quello che sarà la sua futura amministrazione. 
«E’ fondamentale ripristinare un rapporto privilegiato con i cittadini – spiega Tidei – che devono essere collocati al centro dell’azione amministrativa e diventare di nuovo protagonisti nella loro stessa città. I cittadini devono recuperare fiducia nei confronti di un’amministrazione comunale che li ha tenuti sempre distanti dalle cose che contano perché quanto meno distratta se non occupata a tutelare interessi che non erano quelli diffusi e legittimi. Il risultato, evidente, è l’assenza di servizi ed il dissesto finanziario di un Comune che potrebbe senza sforzo volare molto più in alto. Per questo assieme alla mia coalizione, avanziamo la proposta di nominare un delegato comunale alla legalità ed alla trasparenza, proprio per avere una figura di garanzia che possa indagare ed operare con i metodi della politica, più veloci e snelli rispetto ai mezzi di giustizia, e ricostruire il ponte dei rapporti con la nostra comunità. Abbiamo pensato di individuare questa figura, elevatissima ed istituzionale, proprio tra i consiglieri comunali eletti e segnatamente eletti nella minoranza, affinché abbia ad ampliare la sua condotta di garanzia e controllo già affidatagli dalla legge e dallo statuto comunale. Abbiamo pensato ad una persona con una importante storia personale, che conosca l’amministrazione ed i suoi sistemi e che abbia il carattere necessario a farsi valere. Questa è una proposta importante come importante è il nostro desiderio di cambiare le cose. Questo è il solo motivo per cui siamo scesi in campo». 
Sul fronte opposto si cerca di recuperare il divario cercando un accordo con la forze del centro e del centro destra cittadino che non sono arrivate al ballottaggio. Sembra, infatti, che Ricci abbia già contattato i candidati sindaco di Fratelli D’Italia De Antoniis, Roberto Marongiu e Carlo Pisacane. Solo riuscendo a portare al suo ovile questi personaggi, potrà competere alla pari con il suo avversario.
Gi.Ba.

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###