La Cpc ospita il Vallerano per la salvezza diretta

La Cpc2005 contro un Vallerano già salvo. La Virtus Anguillara con un Td Santa Marinella ancora alla caccia di un posto ai playoff. Questi i due incontri che decideranno la salvezza diretta dei portuali o i playout per rimanerci in serie C2. (Agg. 19/4 ore 17.49 SEGUE)

IL MOMENTO DELLA CPC – Alla vigilia dall’incontro che vale una stagione si recrimina, e non poco, anche se visto il girone di ritorno, cammino da retrocessione diretta, riuscire a salvarsi senza lo spareggio sarà una mezza impresa per la Cpc2005 di mister Fabrizio Nunzi. Importante il girone d’andata, dove si è costruito a suon di vittorie una larga parte di bottino, poi la testa non ha seguito più le gambe e i portuali sono stati capaci di compromettere quasi tutto quello che avevano costruito di buono. Giocarsela alla morte come fosse una finale la gara col Vallerano sarà l’unica prerogativa per non passare dalla lotteria dei playout. (Agg. 19/4 ore 18.24 SEGUE)

LO SCENARIO UTILE PER LA SALVEZZA – Un orecchio all’altro match dì Anguillara, perché anche da lì passa la salvezza diretta. Una sconfitta della Virtus non darebbe nessun senso a quanto possa accadere al centro sportivo dell’Uliveto, a pari punti sarebbe salva la Cpc2005 per gli scontri diretti. In caso contrario, dove la Virtus strappasse i tre punti alla Td Santa Marinella, servirà solamente vincere. Dirigerà l’incontro a partire dalle 15 di sabato il signor Fabrizio Tartaglia di Ostia Lido. (Agg. 19/4 ore 18.56)

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

CoserAniene: con Asia Ricci futuro da podio

Un’esperienza indubbiamente positiva quella di Asia Ricci ai campionati italiani Assoluti Primaverili nella vasca lunga di Riccione, dove l’atleta della CoserAniene ha preso parte nella categoria Junior; oltre ai buoni risultati raggiunti anche da Damiano Lestingi e dal giovane Valerio Coleine. (Agg. 18/4 ore 17.47 SEGUE)

I RISULTATI DEGLI ATLETI DELLA COSERANIENE – Gli atleti diretti da coach Fabio De Santis (nella foto insieme ad Asia Ricci), infatti, hanno centrato ottimi risultati: con Asia Ricci che sale per tre volte sul podio della categoria Junior nelle finali dei ‘‘piccoli’’ con un terzo e un secondo posto, rispettivamente  nei 50 e nei 200 dorso; con Damiano Lestingi che conquista il bronzo nella staffetta 4×200 stile con la squadra della CoserAniene chiudendo la propria frazione in 1’49’’36, oltre ad aggiudicarsi la vittoria della Coppa Brema con la squadra dell’Aniene; e con Valerio Coleine che centra la qualificazione ai campionati estivi. (Agg. 18/4 ore 18.13 SEGUE)

LE DICHIARAZIONI DI ASIA RICCI – «Senza dubbio – spiega la nuotatrice della CoserAniene Asia Ricci – è stata una bella esperienza, nella quale sono riuscita a migliorare tutti i miei migliori personali e a concedermi quindi delle belle soddisfazione che mi fanno guardare al futuro con ottimismo. So che la strada da fare è ancora tanta e che bisognerà lavorare molto per centrare l’obiettivo che ci siamo prefissati con coach Fabio De Santis, ma vogliamo riuscire a centrare la qualificazione alle finali nelle distanze del dorso il prossimo anno e per questo siamo pronti a dare il massimo per raggiungere questo traguardo». (Agg. 18/4 ore 18.44)

Gi. Mor.

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Civitavecchia affetto da pareggite acuta

Secondo pari di fila sul rettangolo amico del Fattori per il Civitavecchia Calcio 1920 che, nel match valevole per la 30^ giornata del campionato di Eccellenza laziale girone A, impatta con il risultato di 1-1 contro i rivali diretti del Tor Sapienza; 14° in classifica con 28 punti all’attivo. (Agg. 16/4 ore 18.38 SEGUE)

LA CRONACA DELLA PARTITA DEL CIVITAVECCHIA – Partono bene i nerazzurri che trovano un buon approccio e dopo appena 15’ dal fischio d’inizio rompono gli equilibri: Vittorini batte verso il centro un calcio di punizione, Ciampini devia la sfera e finisce per insaccare la sfera nella propria porta realizzando l’autorete che vale l’1-0 per i civitavecchiesi. Nella ripresa, però, il Tor Sapienza torna in campo con un altro spirito e riesce a mettere in difficoltà la Vecchia al punto che al 13’ un’ingenuità difensiva costa caro all’undici diretto da mister Ugo Fronti: Nencione sbaglia l’uscita e impatta contro un compagno, così Barbarisi si ritrova tutto solo e realizza facilmente il gol dell’1-1. Nel finale di gara il nerazzurro Cerroni rimedia un cartellino rosso, scatenando le polemiche della squadra di casa che, in inferiorità numerica, rischierà anche di perdere la gara. Con il secondo pareggio di fila il Civitavecchia Calcio 1920 perde terreno dalla zona salvezza diretta, piazzato ora sull’11^ casella della graduatoria a quota 34 lunghezze, con la prima casella dei playout occupata dall’Atletico Vescovio che dista ora soltanto due punti. (Agg. 16/4 ore 19.06 SEGUE)

LE DICHIARAZIONI DEL TECNICO NERAZZURRO UGO FRONTI – «Quando siamo andati in vantaggio – spiega mister Ugo Fronti – pensavamo di riuscire a fare risultato, ma poi nella ripresa loro sono entrati con un altro spirito e hanno trovato un pari meritato su un nostro errore. Fatichiamo a fare gol ultimamente e questo rende tutto più difficile». (Agg. 16/4 ore 19.32)

Gi. Mor.

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

“Tarquiniesi – Il Reality”, Giulio Belli è il più giovane dei concorrenti; ma l’avventura certo non lo spaventa

TARQUINIA – All’anagrafe è il più “piccolo” del gruppo, anche se a guardarlo non si direbbe: con i suoi 18 anni, Giulio Belli è il più giovane dei concorrenti del reality che sta attirando l’attenzione di Tarquinia e non solo. “Tarquiniesi: sui passi degli Etruschi” sta infatti diventando in breve il fenomeno social dell’anno, ed in città non si parla d’altro: alla curiosità sui concorrenti che via via si scioglie – all’appello ne mancano solamente due – cresce quella per le sfide che gli stessi dovranno affrontare. Di certo, ora, sono ufficiali le date: sabato 14 e sabato 21 aprile i due appuntamenti preliminari – il primo alla Festa della Merca, il secondo al Parco Avventura –, quindi dal 4 al 6 maggio l’avventura vera e propria, sulle bici elettriche, sui percorsi della Tuscia che portano alle bellezze archeologiche degli Etruschi.
Un’avventura che certo non spaventa Giulio, che non solo è sportivo e pratica il judo, ma ha una vera e propria passione per i viaggi in bicicletta nel cuore della natura. “La scorsa estate sono andato da Tarquinia alla Giannella e ritorno. – racconta – in bici e seguendo strade secondarie: lì, ho mangiato solo ciò che riuscivo a pescare, per poi ripartire in piena notte per riuscire a tornare in tempo e presentarmi puntuale al primo giorno di scuola”.
Giulio, infatti, frequenta il Liceo scientifico a Tarquinia, è al quinto anno e spera di poter legare il suo futuro di studi all’altra grande passione, quella per il fumetto. “Nel tempo libero mi piace disegnare – spiega – e spero, una volta diplomato, di poter frequentare la sezione fumetto dell’Accademia di Belle Arti di Bologna”.
Carta e matita che, perché no, Giulio potrebbe avere con sé anche nel corso dei tre giorni di viaggio con i suoi compagni: il pubblico potrà scoprirlo seguendo, passo dopo passo, il procedere di questa avventura sui canali social – Facebook e Instagram – di “Tarquiniesi”.
“Sui passi degli Etruschi” è un’ulteriore tappa del format “Tarquiniesi”, organizzato dall’Associazione Juppiter in collaborazione con il Comune di Tarquinia e con il supporto dello staff di #checinema. Un format tutto incentrato sul concetto di resilienza – cioè alla forza e determinazione di una comunità di essere coesa, unita e generosa nell’affrontare e superare le difficoltà – al senso di appartenenza alla città. Valori che, più o meno metaforicamente, dovranno saper incarnare anche i protagonisti di questo inedito reality. Senza dimenticare la natura ed il rispetto per la stessa: da qui nasce l’idea delle biciclette elettriche nell’ottica di promuovere una mobilità più sostenibile.

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Differenziata: tempi più brevi ma i quartieri pilota protestano

CIVITAVECCHIA – Piccoli passi avanti nella differenziata ma dai quartieri pilota fioccano le proteste. Per quanto riguarda i materiali è stata adottata la determina dirigenziale che consentirà «nei prossimi giorni  – ha spiegato l’assessore all’Ambiente Alessandro Manuedda – la pubblicazione del bando da parte del soggetto aggregatore che è la stazione unica appaltante della città metropolitana».

Buone notizie sul fronte dei mezzi, pare infatti che ci siano due offerte a giudizio e che l’assegnazione sia vicina. Sulle tempistiche l’assessore si è detto fiducioso, anche se tutto dipende dall’arrivo di mezzi e materiali. «Dovremmo riuscire – ha detto Manuedda – entro ottobre se tutto va bene». L’attivazione della raccolta differenziata nella prima zona (San Gordiano – Campo dell’oro) sarà preceduta da una campagna d’informazione di 60 giorni. La tempistica resta però incerta e legata soprattutto all’arrivo dei mezzi. «Normalmente – ha spiegato Manuedda – sono previsti 120 giorni per la fornitura, con l’esito definitivo della gara sapremo quando attenderci l’arrivo». Più contenuti i tempi per la fornitura dei materiali e il tutto dovrebbe coincidere. Un po’ presto forse per esultare anche se con l’adozione della determina i tempi si dovrebbero accorciare, la palla passa alla Sua della Città metropolitana. Le previsioni più ottimistiche di Manuedda vedono l’arrivo dei mezzi per l’estate e questo consentirebbe la partenza nei primi quartieri a fine ottobre.

Certo, ci sono due gare di mezzo – anche se una si avvia alla conclusione – e un altro problema da non sottovalutare, di cui informa lo stesso assessore pentastellato. «Va individuato, e probabilmente lo farà il Comune, l’impianto di conferimento parte organica – ha evidenziato Manuedda – perché le quantità aumenteranno di molto rispetto a quelle attuali con il porta a porta pilota su tre quartieri. Dobbiamo individuare un impianto, possibilmente non troppo distante. Anche con l’aumento previsto, però,  quando la città sarà totalmente servita dal porta a porta – ha rassicurato – non raggiungiamo quantità straordinarie, la stima fatta si aggira intorno alle 6mila tonnellate. Va fatta una ricerca, ma il problema sarà progressivo». Insomma, intanto partiamo e poi si vedrà. Il rischio è di farsi trovare impreparati da una mole di rifiuti organici che aumenterà, lentamente ma comunque esponenzialmente fino a raggiungere le stime.

Qualche dubbio sulle tempistiche sorge, soprattutto viste le lamentele di alcuni utenti che utilizzano i social per mostrare foto di sacchetti, in zona Boccelle, della differenziata abbandonati  e non ritirati da giorni con il titolo, si spera non profetico, de ‘‘Il fallimento della differenziata’’. A quanto pare non è la prima volta che i sacchetti non vengono ritirati. Fa sorridere l’abituale difesa a spada tratta, a qualunque costo, dell’ennesimo simpatizzante da social che punta il dito contro l’utente, il civitavecchiese e le sue cattive abitudini. Sta di fatto che i problemi ci sono e l’assessore Manuedda non lo nega. «Abbiamo sempre chiesto agli utenti dei quartieri, dove ovviamente i problemi con il passare del tempo sono aumentati (adesso c’è qualche problema su Boccelle e soprattutto sul quartiere Cappuccini) di segnalare ufficialmente al Comune perché dobbiamo intervenire sul gestore. Con l’attivazione – ha concluso Manuedda – dei nuovi quartieri verrà ripetuta la campagna di comunicazione anche nei quartieri già serviti e ci sarà la sostituzione integrale dei materiali».  

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

“Tarquiniesi – Il Reality” – Giulio Belli è il più giovane dei concorrenti; ma l’avventura certo non lo spaventa

TARQUINIA – All’anagrafe è il più “piccolo” del gruppo, anche se a guardarlo non si direbbe: con i suoi 18 anni Giulio Belli è il più giovane dei concorrenti del reality che sta attirando l’attenzione di Tarquinia e non solo.

“Tarquiniesi: sui passi degli Etruschi” sta infatti diventando in breve il fenomeno social dell’anno, ed in città non si parla d’altro: alla curiosità sui concorrenti che via via si scioglie – all’appello ne mancano solamente due – cresce quella per le sfide che gli stessi dovranno affrontare. Di certo, ora, sono ufficiali le date: sabato 14 e sabato 21 aprile i due appuntamenti preliminari – il primo alla Festa della Merca, il secondo al Parco Avventura –, quindi dal 4 al 6 maggio l’avventura vera e propria, sulle bici elettriche, sui percorsi della Tuscia che portano alle bellezze archeologiche degli Etruschi.

Un’avventura che certo non spaventa Giulio, che non solo è sportivo e pratica il judo, ma ha una vera e propria passione per i viaggi in bicicletta nel cuore della natura. “La scorsa estate sono andato da Tarquinia alla Giannella e ritorno. – racconta – in bici e seguendo strade secondarie: lì, ho mangiato solo ciò che riuscivo a pescare, per poi ripartire in piena notte per riuscire a tornare in tempo e presentarmi puntuale al primo giorno di scuola”.

Giulio, infatti, frequenta il Liceo scientifico a Tarquinia, è al quinto anno e spera di poter legare il suo futuro di studi all’altra grande passione, quella per il fumetto. “Nel tempo libero mi piace disegnare – spiega – e spero, una volta diplomato, di poter frequentare la sezione fumetto dell’Accademia di Belle Arti di Bologna”.

Carta e matita che, perché no, Giulio potrebbe avere con sé anche nel corso dei tre giorni di viaggio con i suoi compagni: il pubblico potrà scoprirlo seguendo, passo dopo passo, il procedere di questa avventura sui canali social – Facebook e Instagram – di “Tarquiniesi”.

“Sui passi degli Etruschi” è un’ulteriore tappa del format “Tarquiniesi”, organizzato dall’Associazione Juppiter in collaborazione con il Comune di Tarquinia e con il supporto dello staff di #checinema. Un format tutto incentrato sul concetto di resilienza – cioè alla forza e determinazione di una comunità di essere coesa, unita e generosa nell’affrontare e superare le difficoltà – al senso di appartenenza alla città. Valori che, più o meno metaforicamente, dovranno saper incarnare anche i protagonisti di questo inedito reality. Senza dimenticare la natura ed il rispetto per la stessa: da qui nasce l’idea delle biciclette elettriche nell’ottica di promuovere una mobilità più sostenibile.

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

La Vecchia brinda a due successi

di MATTEO CECCACCI

Che il Civitavecchia Calcio 1920 abbia brindato con molta felicità le due vittorie del weekend c’è da scommetterci, ma non perché la dirigenza nerazzurra non sia stata contenta, ma perché molto probabilmente speravano nei successi degli Allievi e Giovanissimi Elite in quanto l’obiettivo è la salvezza, a differenza degli Juniores e Giovanissimi fascia B già salvi matematicamente. 
Tredicesimo successo per gli Juniores Elite del tecnico Pino Brandolini che nella calda giornata di sabato tra la mura amiche del Fattori hanno rifilato un tris ai biancoverdi dell’Almas Roma, ma partiamo da quello che è stato il turno infrasettimanale di mercoledì 4 aprile in cui i classe 2000 hanno fatto 3-0 con l’Atletico Torrenova. Senza se e senza ma è stata una gara giocata a senso unico con la bravura dei nerazzurri a sfruttare tutte le occasioni create, ma ancora una volta è obbligatorio fare un vero e proprio encomio a quel ragazzo classe 2002 di nome Tiziano Marini, pupillo di mister Mazza, che può vantare il record di essere il calciatore più giovane ad aver esordito nella categoria Juniores. Un talento che solo il settore giovanile nerazzurro può vantare e chissà se nelle prossime settimane potrà arrivare anche qualche altra soddisfazione; attualmente Marini vanta quattro gol stagionali e un provino col Frosinone oltre a quello in data odierna col Perugia nel campo dell’Atletico 2000. Tornando al match i tre sigilli portano la firma di Indorante (doppietta) e del difensore Lorenzo Feuli, bravo a siglare un gol da vero fuoriclasse. La partita con l’Almas, invece, porta lo stesso risultato, ma con equilibri diversi. Sono i capitolini a partite meglio, ma le conclusioni di Blasi e Gerini terminano entrambe fuori dai pali. La Vecchia reagisce e sigla il gol grazie al promettente Cedeno che porta i suoi al riposo con il risultato di 1-0. Rientrati in campo il Civitavecchia acquisisce ancora più coraggio e determinazione segnando il raddoppio grazie all’autorete di Galli, ringraziato dal pubblico tirrenico. Trascorrono appena 10’ e i nerazzurri chiudono la pratica andando a segno con Indorante (16esima rete stagionale) per il definitivo 3-0. Gli ultimi minuti vedono protagonista la confusione e qualche avvicinamento di troppo, ma Stotani di Viterbo sa gestire e riporta tutti alla calma. Al triplice fischio esultano i civitavecchiesi che, già salvi, si confermano al quinto posto della classifica con 48 punti a +1 dal Campus Eur e a +5 dall’Urbetevere, prossima rivale a Via della Pisana. Per i romani quinta sconfitta di fila e quintultimo posto con 25 punti all’attivo in attesa dello scontro salvezza con il Torrenova. (Agg. 10/4 ore 16.57 SEGUE)

LE FORMAZIONI DEGLI ALLIEVI DEL CIVITAVECCHIA – Brutta e pesante sconfitta in chiave salvezza per gli Allievi Elite di Andrea Rocchetti che domenica sono usciti sconfitti dal Tamagnini 4-0 nella sfida contro l’Accademia Calcio Roma. I primi 45’, terminati a reti inviolate, hanno visto prevalere i ragazzi in maglia nerazzurra che tra la bravura del portiere Mignucci e la poca precisione sotto porta accompagnata da un pizzico di sfortuna non ha fatto meritare il vantaggio locale. Nell’intervallo capitan Loi carica i suoi, li incita a continuare così e a vincere, ma quello che accade nella ripresa ha il sapore di beffa. Al 5’ gli ospiti passano in vantaggio grazie a Frasca, bravo a trafiggere Sanfilippo, poco dopo il direttore di gara espelle Bellumori e da quì, oltre alle diverse proteste, inizia lo show dell’Accademia: il 2-0 è opera di Orchi, subentrato a Carello, e il 3-0 di Lomanto, bravo a sfruttare l’agilità di Rea. I ragazzi di Rocchetti provano a riaprirla, ma l’estremo difensore non si fa ingannare. A 5’ dal termine arriva la condanna definitiva firmata da Gregori, entrato poco prima dalla panchina, per un risultato non veritiero per il Civitavecchia che ha dimostrato al suo pubblico di saper giocare bene e gestire al meglio i contropiedi rivali, ma l’espulsione ha influito moltissimo, soprattutto l’aspetto mentale nel proseguio del match. La sconfitta, dunque, porta il club di Largo Martiti di Via Fani al quartultimo posto con 28 punti all’attivo a -1 dall’Ottavia e a -3 dall’Aurelio Fiamme Azzurre, reduce dal 4-0 subito dal Grifone Monteverde e prossima rivale al Don Calabria, per un altro scontro diretto che la Vecchia deve obbligatoriamente vincere se vuole evitare i playout, contando oltretutto che quattordici giorni dopo ci sarà la Vigor Perconti in casa, vincitrice assoluta della regular season. Per l’Accademia e la felicità di mister Contaldo tre punti d’oro che sanciscono una salvezza ottenuta con tre giornate di anticipo.

Poker e sconfitta amara per gli Allievi regionali fascia B del tecnico Marco Mazza che ottengono un finale bugiardo rispetto a quanto fatto vedere in campo.
I nerazzurri, pur non disputando una gara di grande livello, hanno mostrato evidente superiorità nei confronti degli avversari, i quali, tuttavia, hanno messo in campo quel carattere e quella determinazione utile per sopperire alla tecnica degli ospiti. Nel primo tempo il Civitavecchia spreca molto, in particolare tre nitide occasioni, ma come vuole la regola del calcio gol sbagliato, gol subito la Vecchia va in svantaggio grazie al sigillo di Camerata al 25’. Nella ripresa il ritmo non cambia, ma ad avere la meglio sono gli ospiti che ristabiliscono gli equilibri grazie al solito Di Domenico: quest’ultimo, insieme a Gandolfi, in data odierna saranno anche loro protagonisti nel campo dell’Atletico 2000 per svolgere lo stage con il Perugia. In seguito del segno ics, si susseguono altre occasioni da rete tra cui un palo colpito e alcune parate del portiere avversario, ma su azione di contropiede i rivali non perdonano e realizzano un tris fulmineo nell’arco di 20’. Tre reti che annichiliscono del tutto i classe 2002, tanto da non riuscire più a produrre gioco. Al termine della partita esultano i lidensi che con i tre punti ottenuti si portano al quinto posto della classifica con 30 punti all’attivo raggiungendo proprio il Civitavecchia e il Vis Aurelia. I nerazzurri, che già hanno ottenuto con certezza il mantenimento della categoria, affronteranno sabato prossimo tra le mura amiche il quartultimo della classe Palocco con l’obiettivo di vincere e di raggiungere i primi posti della classifica nelle sette partite rimaste. Un sogno che si può avverare, anche perché sono solamente 9 i punti che raccolgono le prime sette squadre, e poi, sognare non costa nulla. (Agg. 10/4 ore 17.32 SEGUE)

I TEAM DEI GIOVANISSIMI NERAZZURRI – Salvezza sempre più lontana per i Giovanissimi Elite di Pasquale Oliviero che pareggiano 1-1 la sfida con l’Accademia Calcio Roma già salva. Se la grande vittoria con la Romulea (3-0) aveva animato di buone intenzioni la dirigenza nerazzurra, nell’ultima sfida non è stato affatto così. I primi 35’ hanno visto gli ospiti prevalere sul campo di Via di Settebagni segnando il vantaggio con Sannino da un calcio di punizione guadagnato dallo stesso. Passano appena 6’ e De Martino commette un ingenuo fallo con cartellino giallo al seguito ai danni di Caldarelli che De Nardo realizza spazzando del tutto Fioretti. Nella ripresa entrambe le compagini provano a spingere, ma le retroguardie riescono a gestire i vari contropiedi. A 15’ dal termine gli ospiti colpiscono la traversa con Corona e i locali sbagliano un’occasione a tu per tu con l’estremo difensore Fioretti bravo a respingere in angolo. Al triplice fischio dell’arbitro Oliviero e Treni non possono che spartirsi un punto a testa che conferma i neroblu sempre più tranquilli in classifica e il Civitavecchia a pari punti (19) con il Rieti al penultimo posto. Si complica, dunque, sempre di più la situazione per i tirrenici a tre giornate dal campionato con la graduatoria che parla chiaro: il Real Tuscolano è matematicamente retrocesso e le quattro squadre indirizzate ai playout sono raccolte in soli tre punti, ma la Vecchia le ha già affrontate tutte, tranne il Rieti che sarà ospite domenica 29 aprile al Tamagnini. Per ora c’è da pensare alla complicatissima sfida interna col Grifone Monteverde dell’ottimo tecnico Campagna in cui i nerazzurri dovranno compiere una vera e propria impresa se i classe 2003 vogliono evitare il peggio.

Vittoria casalinga per i Giovanissimi regionali fascia B di Andrea Gualtieri che battono 3-0 i diretti rivali del Virtus Bracciano. La gara sembra essere il replay dell’andata, come il risultato nei primi 35’ che è terminato a reti inviolate. Sono gli ospiti a prevalere, ma i nerazzurri sono bravi a contenerli e a  reagire con i soliti centravanti senza centrare però lo specchio della porta. Nella ripresa la Vecchia entra con un altro spirito e carattere e va a segno dopo 10’ grazie a Jacopino Mancini, bravo a sfruttare l’ottima azione dei compagni. La rete da carica e sprona alla grande, tanto da raddoppiare appena dopo 2’ grazie al sigillo del buon Tizi Crepaccioli. Il Virtus Bracciano prova a reagire, ma non concretizza le varie occasioni create. Il definitivo 3-0 è opera di Martini in una bella azione corale. Al triplice fischio del direttore di gara esultano i classe 2004 che dopo l’amaro secondo posto al torneo di Cesenatico ottengono una vittoria che mancava da oltre due settimane dopo le pesanti sconfitte con le dirette concorrenti Honey e Leocon. Attualmente il Virtus Bracciano con questa sconfitta scende al quarto posto della classifica a – 9 dal Civitavecchia che, approfittando dell’inaspettate sconfitte del Campus Eur e Leocon accorciano a – 2 il distacco dal secondo posto, obiettivo primario della squadra. «Sono contento – spiega il mister a fine gara – della prestazione generale, anche se nelle ultime gare stiamo lasciando sempre un tempo agli avversari e questo non deve accadere perché è una pecca che paghi, sopratutto negli scontri diretti ed è quello che poi è capitato a noi. Ora abbiamo la trasferta col Montefiascone e bisogna riscattarci del pareggio dell’andata per inseguire il nostro obiettivo che ora dista solo due punti, bisogna crederci fino all’ultimo pallone, non bisogna mollare mai». (Agg. 10/4 ore 17.54)

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

La Vecchia ritrova Vittorini e Cerroni

di GIAMMARCO MORGI

Passate le festività pasquali si torna a parlare di calcio e in casa Civitavecchia 1920 si è già scesi in campo, nella seduta d’allenamento di ieri nel primo pomeriggio, per preparare al meglio la prossima delicata sfida, valevole per la 29^ giornata del campionato di Eccellenza laziale girone A, che si disputerà domenica alle 11 sul rettangolo amico del Fattori contro i rivali diretti del Monte Grotte Celoni; formazione attualmente 11^ in classifica con 33 punti all’attivo.
I nerazzurri puntano dritti alla salvezza diretta e, trovandosi sulla 10^ casella della graduatoria ma anche loro a quota 33 lunghezze proprio come i rivali di giornata, avranno di fronte una grossa occasione per mettere una mano sul ticket che vale la permanenza nella categoria. A tirare le somme ci pensano allora due pedine davvero importanti nell’attacco nerazzurro, come l’esterno rientrante  dall’infortunio Miguel Vittorini e l’affermato baby bomber civitavecchiese Samuele Cerroni. (Agg. 03/04 ore 16.35 SEGUE)

LE INTERVISTE DI MIGUEL VITTORINI E SAMUELE CERRONI – Ristabilitosi dall’infortunio che lo aveva tenuto lontano dal campo una ventina di giorni, l’esterno nerazzurro ha disputato circa un quarto d’ora dell’amichevole giocata sabato contro i cugini della Cpc; dimostrando di aver ritrovato la migliore forma fisica.
Miguel Vittorini, è stato a lungo lontano dal campo. Quanto le mancava giocare?
«Ammetto che non è mai facile stare lontano dal campo, ma fortunatamente sono riuscito a recuperare abbastanza in fretta e ora ho una gran voglia di tornare a giocare. Ci stiamo allenando molto in questo periodo e penso che la squadra stia lavorando bene, soprattutto in vista della prossima importante sfida salvezza che giocheremo in casa contro il Monte Grotte Celoni. Ora che ho ritrovato la migliore forma fisica voglio tornare a dare il mio apporto alla squadra, visto che nelle ultime giornate ci giocheremo la salvezza».
Tornato a gonfiare la rete, suo il gol nell’1-1 finale di sabato contro a Cpc, il baby bomber nerazzurro è pronto per affrontare al meglio il finale di stagione.
Samuele Cerroni, si sta dimostrando sempre più un punto di riferimento nell’attacco del Civitavecchia. Immagina il suo futuro da bomber nerazzurro?
«A dire il vero, il mio nome sul tabellino mancava da qualche partita; ma per questo sono contento di aver segnato sabato, anche se era soltanto una gara amichevole. Spero quindi di riuscire a far gol anche in campionato, tanto per la mia soddisfazione personale, quanto per la squadra visto che stiamo rincorrendo l’obiettivo della salvezza diretta e avremo bisogno di fare punti. Al momento non sto pensando al futuro, come ho detto ad ora la mia priorità e quella dei miei compagni di squadra è la permanenza in Eccellenza; poi a campionato finito valuterò nel caso dovessero arrivare delle offerte. In ogni caso per me il Civitavecchia è la mia casa ed è un grande onore poter giocare con la maglia nerazzurra». (Agg. 03/04 ore 17.08 SEGUE)

IL PARERE DEI DUE NERAZZURRI SULLA VOLATA PER LA SALVEZZA – Infine il parere di entrambi sul prossimo futuro, che vedrà i nerazzurri impegnati in un vero e proprio tour de force pieno zeppo di scontri diretti.
Qual’è la vostra ricetta per centrare la tanto agognata salvezza diretta?
«Possiamo contare – conclude Miguel Vittorini – su un gruppo solido e coeso, che potrebbe rivelarsi il vero asso nella manica da qui alla fine del campionato. Per questo sono convinto che, anche nelle situazioni più difficili, riusciremo a dare il massimo potendo contare ognuno».
«Sicuramente – chiosa infine anche Samuele Cerroni – ci troviamo in una vera corsa salvezza e, in queste situazioni, è chiaro che soltanto chi si rivela più determinato e voglioso di vincere porta a casa il risultato. Perciò dobbiamo restare concentrati e determinati ogni domenica da qui al termine della stagione». (Agg. 03/04 ore 17.40)

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Idrico, problemi per le zone centrali

CIVITAVECCHIA – Non c’è davvero pace per i rubinetti civitavecchiesi. Questa mattina davanti al teatro Traiano si è aperta un’ingente perdita che ha costretto ad abbassare la pressione delle zone servite dalla cisterna di via Achille Montanucci, ossia tutta la zona centrale della città fino a campo dell’oro.  Dall’amministrazione hanno promesso che una volta terminati i lavori, immediatamente iniziati, verrà ridata pressione a tutta la rete.

Una pasqua con i rubinetti a secco per i civitavecchiesi. Soltanto nei giorni scorsi – precisamente mercoledì – , infatti, un grosso guasto su Csp aveva fatto rimanere a secco quasi mezza città. Dopo circa un giorno l’amministrazione ha annunciato il termine delle riparazioni il problema è che l’acqua nelle zone più a monte è arrivata soltanto nella notte tra venerdì e sabato. Ora la città si dà il cambio e a rimanere con i rubinetti a secco sono i civitavecchiesi del centro. Sui social la rabbia, con i cittadini che si lamentano anche della difficoltà nel riuscire a mettersi in contatto con la famosa autobotte. Intere zone della città rimaste a secco per giorni, termine dei lavori annunciato e acqua che torna soltanto un giorno dopo.

L’assessore ai Lavori pubblici Alessandro Ceccarelli ha parlato, per il guasto all’acquedotto Csp, di 13 chilometri di condutture da attraversare perché l’acqua torni a scorrere. Ventiquattro ore perché l’acqua arrivi nelle case a monte della città, per fare 13 chilometri. Uno de problemi maggiori, stando a Ceccarelli, sono i numerosi serbatoi che rallentano il ritorno alla normalità. Resta il fatto che ormai, come qualche utente fa notare sui social, è un terno a lotto su dove e quando sarà la prossima perdita o su quale zona rimarrà a secco. Intanto, per non sbagliare, i cittadini si premuniscono con taniche e taniche d’acqua per essere pronti ad ogni evenienza. Resta il problema che se non si riesce a garantire un servizio idrico costante nessuno si sognerà mai di smontare i serbatoi dalle proprie abitazioni.

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Idrico e mercato, i piani di Ceccarelli

CIVITAVECCHIA – L’idrico sta lentamente tornando alla normalità. Lo ha spiegato l’assessore ai Lavori pubblici Alessandro Ceccarelli a margine del consiglio comunale di ieri. «Nella mattinata (ieri ndr) c’è stato un blocco verso le 3 – 4 di mattina a causa della torbida ma la situazione dovrebbe essere verso la normalità». Nel pomeriggio di mercoledì verso le 17 Csp ha ripreso a dare acqua dall’impianto di Monte Augiano. La difficoltà è la solita perché, come ha spiegato Ceccarelli, l’acqua inizialmente va a riempire tutti i serbatoi perdendo pressione. L’assessore ha spiegato che la situazione sarebbe dovuta tornare alla normalità nella serata di ieri. Per quanto riguarda invece il mercato «abbiamo avuto un proficuo incontro con i mercatali – ha detto Ceccarelli – che ci ha portato a modulare meglio il progetto. C’è una non chiusura per quanto riguarda le superfetazioni del mercato ittico da parte della Soprintendenza».

Una buona notizia visto che erano state chieste a gran voce dagli operatori del mercato, in modo da non essere costretti a portare via tutto il materiale ogni sera. Altro punto preso in esame è l’orario di apertura. Il piano dovrebbe essere quello di riuscire a realizzare qualcosa in grado di fornire una copertura migliore ai mercatali in modo da aumentare l’orario di apertura e garantire al tempo stesso un mercato più vivo in piazza XXIV Maggio. Per quanto riguarda piazza Regina Margherita, lì rimarranno soltanto gli ambulanti. «Il progetto è molto bello – ha concluso Ceccarelli – ma dobbiamo fare bene i conti. Per i lavori su via Giordano Bruno il progetto c’è, il mutuo anche. Se la Stazione unica appaltante ci viene incontro con le tempistiche dovremmo partire durante il mese di settembre».

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###