Gdf Ladispoli, arriva Melaragni al posto del Capitano Spanò

LADISPOLI – Cambio della guardia alla Gdf di Ladispoli. Al Capitano Antonino Spanò, rimasto al comando della Compagnia di Ladispoli per quattro anni a partire dalla fine di questo mese subentrerà il Capitano Francesco Melaragni. 
Melaragni, alla sua prima esperienza di comando territoriale, proviene da Grosseto dove ha esercitato nel Nucleo della Finanza. "Sono sereno – ha detto Spanò – nel sapere che da ora ci sarà il collega al comando di questa Guardia di Finanza perché si tratta di un collega di spessore che vanta professionalità. Sono sicuro che farà parlare di sè nei prossimi mesi". 
Il Capitano uscente ha voluto ringraziare oltre ai giornalisti per il lavoro svolto in questi anni. Un ringraziamento anche alle istituzioni locali "perché sono convinto – ha detto – che se passa l'idea che facciamo fronte comune siamo già a metà dell'opera".

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Ladispoli, cercasi volontari della Protezione civile

LADISPOLI – Cercasi volontari della Protezione civile. Sul sito istituzionale del Comune è stato pubblicato l'avviso pubblico per il reclutamento dei volontari per il corpo di Prociv. Una realtà che a Ladispoli sta prendendo sempre più corpo, coinvolgendo giovani e adulti nell'impegno a favore del prossimo. 

“Questo gruppo di volontari – ha detto il capo segreteria del Sindaco e incaricato della Prociv Miska Morelli – rappresenta una preziosa risorsa per il nostro territorio. La Protezione Civile interviene in caso di eventi calamitosi, catastrofi, situazioni di emergenza, sia a livello locale che nazionale, al fine di garantire l'incolumità delle persone, dei beni e dell'ambiente. E’ ovvio che la massiccia partecipazione dei cittadini può contribuire a rendere sempre più efficiente questo corpo di volontari, lanciamo un appello a tutta la popolazione. Ladispoli ha bisogno di persone motivate e responsabili per svolgere questo compito indispensabile per la nostra città. Cogliamo l'occasione per ringraziare i volontari che in questi anni hanno profuso un lodevole impegno a favore del prossimo, possiamo definirli veramente degli angeli che vegliano silenziosamente su tutti noi per garantire sicurezza ed incolumità. Desideriamo anche segnalare come, dall'insediamento della nuova amministrazione, sia in continuo aumento il numero di persone che per spirito di collaborazione e per amore della città partecipano alle attività di volontariato, mettendosi a disposizione della comunità in termini di tempo e competenze”.

L’amministrazione ricorda che per informazioni è possibile contattare la Protezione Civile all’indirizzo e-mail protezione.civile@comunediladispoli.it o il Responsabile Operativo Comunale, Salvatore Zingale, al seguente indirizzosalvatore.zingale@comunediladispoli.it

E intanto Il sindaco Alessandro Grando ha voluto ringraziare pubblicamente i volontari della Protezione civile comunale che insieme ai Nogra e Fare Ambiente "ogni fine settimana" sono impegnati "in tutte le manifestazioni. Un prezioso valore aggiunto per garantire a residenti e villeggianti una stazione estiva serena e sicura. I volontari – ha aggiunto Grando – coordinati dal Responsabile operativo comunale della Protezione Civile, Salvatore Zingale, affiancano la  Polizia locale del Comandante Sergio Blasi, nella vigilanza ed assistenza nelle aree dove si svolgono tutte le  manifestazioni,  patrocinate dall'amministrazione di Ladispoli. A tutti loro il ringraziamento della cittadinanza".

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Cpc2005: arrivederci Gravina, benvenuto Gallo

La Cpc 2005 è lieta di annunciare l’acquisizione dei diritti calcistici per la stagione 2018 – 2019 di Stefano Gallo. L’esterno sinistro classe 1996 andrà a rinforzare la rosa messa a disposizione del mister Paolo Caputo. A lui va il benvenuto e una permanenza ricca di successi con la maglia rosso portuale.
«Dopo la conclusione della trattativa per il Tamagnini – spiega il patron della Cpc 2005 Sergio Presutti –  che ci regala una casa dove svolgere le nostre attività, noi Presutti siamo lieti di annunciare, come fosse la ciliegina sulla torta l’arrivo del forte esterno Stefano Gallo. Un lavoro in sinergia con mio figlio Patrizio, il direttore sportivo Sandro Fabietti e mister Caputo, per una rosa che mano mano si sta disegnando nel pieno della sua valenza. Un ringraziamento va a Massimiliano Gravina che ha deciso di non giocare con noi la prossima stagione, perché al pari di Catracchia perdiamo, oltre che un ottimo giocatore, un uomo vero. A lui vanno le migliori fortune per il futuro». Una situazione, dunque, più che positiva per la società in maglia roja che sta costruendo una forte rosa in vista del prossimo campionato di Promozione con l’obiettivo di salire il prima possibile nella categoria che gli appartiene di più: l’Eccellenza.

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Tamagnini nuova casa della roja

Si è definitivamente conclusa con esito positivo, nella serata di lunedì, la trattativa per il Tamagnini, nuova casa della Cpc2005. 
Alla presenza di Sergio e Patrizio Presutti, di Ivano Iacomelli e Antonio Sanfilippo si sono posti l definitivi titoli di coda sulla vicenda. 
«Con la presente – fanno sapere dalla Cpc2005 – si vuole rassicurare i nostri tifosi, atleti, staff e tutti quelli che avevano messo in dubbio che si arrivasse ad una conclusione positiva per i colori rosso portuali. Si ribadisce che tutte le attività agonistiche della prima squadra e delle giovanili portuali si svolgeranno al centro sportivo del Tamagnini. Un ringraziamento va al Civitavecchia Calcio per la sinergia messa nella trattativa, grazie alla quale si arrivati alla positività della cosa».

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Il distaccamento dei Vigili del fuoco di Tarquinia � realt�

TARQUINIA – Dopo anni di attese, finalmente, si è tagliato il nastro. 

Il distaccamento permanente dei Vigili del Fuoco sito in via Enrico Fermi, presso la zona artigianale, è stato inaugurato stamattina alla presenza di molte autorità civili e militari: il Prefetto di Viterbo Giovanni Bruno, il Capo del Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco Gioacchino Giomi, il Comandante Provinciale dei Vigili del Fuoco di Viterbo Giuseppe Paduano, i rappresentanti del Corpo dei Vigili del Fuoco e delle Forze dell’Ordine, della protezione civile e delle pubbliche assistenze.

Presenti in sala anche gli onorevoli Francesco Battistoni, Alessandro Battilocchio ,Enrico Panunzi, Alessandro Mazzoli, Silvia Blasi e i rappresentanti istituzionali dei Comuni di Tarquinia, Civitavecchia, Viterbo, Monteromano.

Sono intervenuti il capo del Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco Gioacchino Giomi e il Comandante Provinciale dei Vigili del Fuoco di Viterbo Giuseppe Paduano.

Il vice sindaco di Tarquinia, Martina Tosoni, ha portato il saluto del sindaco Pietro Mencarini e dell’ Amministrazione Comunale:“Esprimo tutto il mio orgoglio nell’annunciare l’apertura del distaccamento permanente dei Vigili del Fuoco di Tarquinia, un presidio dello Stato a garanzia della sicurezza dei cittadini del nostro territorio e di tutti i comuni che rientrano nell’area di pertinenza. Una struttura voluta e desiderata  dalla popolazione che certamente garantirà maggiore sicurezza e che, dopo tanta attesa, oggi si concretizza. Un ringraziamento di cuore al Prefetto Giovanni Bruno, al Capo del Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco Gioacchino Giomi e al Comandante Provinciale dei Vigili del fuoco di Viterbo Giuseppe Paduano che, grazie al loro proficuo lavoro, hanno fatto si che un progetto così ambito si sia realizzato. Un grazie sincero va agli uomini e alle donne dei vigili del fuoco per il lavoro che svolgono quotidianamente. Un Corpo che rappresenta uno dei comparti più importanti nel soccorso, contraddistinto da valori imprescindibili quali la dedizione al lavoro, lo spirito di sacrificio e l’unità nelle difficoltà e che da oggi sarà un punto di riferimento per la città di Tarquinia.Certamente , ognuno di noi, grazie alla presenza dei Vigili del Fuoco si sentirà più sicuro e protetto.”

Il distaccamento permanente dei vigili del fuoco con sede a Tarquinia è un progetto che risale a diversi anni fa quando, nel 1994, fu istituito un presidio antincendio boschivo estivo. Per tutti questi anni si è cercato di crearne uno permanente per le necessità concrete che il territorio in questione richiede. Il distaccamento di Tarquinia, prevede la presenza in sede di 20 vigili del fuoco, 8 caposquadra e 2 caporeparto con la possibilità di essere incrementato negli anni a venire e avrà una vasta area di competenza, oltre il comune di Tarquinia interesserà i comuni di Montalto di Castro, Canino, Monteromano, Tuscania, Vetralla e Blera. Non sarà solo un presidio per il soccorso ma costituirà anche uno sportello di prevenzione incendi sui quali i vigili del fuoco hanno una specifica competenza. Le sede quindi, oltre a garantire il primo soccorso, sarà attiva nel divulgare la Cultura della Sicurezza.

L’inaugurazione si è conclusa con la benedizione da parte delVicario della Diocesi Tarquinia- Civitavecchia Mons. Rinaldo Copponi ,seguita dal taglio del nastro e dalla cerimonia dell’alzabandiera accompagnata dalla note della banda cittadinaG. Setaccioli.

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Incendio a Montalto: l’amministrazione comunale ringrazia Vigili del fuoco, Protezione civile e forze dell’ordine

MONTALTO DI CASTRO – «Sentiamo il dovere di ringraziare vivamente a nome nostro, e dell’intera cittadinanza, i Vigili del fuoco appartenenti al Comando provinciale di Viterbo, i Carabinieri della stazione di Montalto di Castro, il Corpo di Polizia locale, il gruppo di Protezione civile comunale e i volontari della Prociv Arci Vulci 1 che con grande professionalità nella giornata di ieri, lunedì 9 luglio, hanno congiuntamente affrontato l’emergenza in un incendio di vaste proporzioni avvenuto a Montalto di Castro».

Così il vicesindaco e delegato alla sicurezza Luca Benni, e l’assessore alla Protezione civile Marco Fedele a seguito dell’intervento che ha visto impegnati i soccorsi fino al tardo pomeriggio di ieri. 

«A loro – aggiungono gli assessori Benni e Fedele – dobbiamo un particolare ringraziamento per l’impegno, lo spirito di sacrificio e la disponibilità che ancora una volta hanno messo e mettono in campo per fronteggiare l’emergenza incendi. Una responsabilità costante, dall’altissimo senso del dovere, a tutela delle vite umane e la salvaguardia del patrimonio del nostro territorio».

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Incivili abbandonano rifiuti nell’area kitesurf

CERVETERI – Un messaggio per attirare l’attenzione delle persone che a molti senz’altro non fa piacere sentire è quello lanciato domenica mattina dall’Assobalneari Marina di Cerveteri (Associazione nautica – Ezio alla Torretta – Six) per informare, scrivono sulla loro pagina Facebook, che un gruppo di incivili ha preso di mira il tratto di arenile dedicato al Kite Surf abbandonando rifiuti:  «La notte scorsa (sabato notte per chi legge), alcuni incivili, hanno vandalizzato l‘Area Kite, bruciando la cartellonistica, i pali di delimitazione e cosa ancora più grave, lasciando bottiglie di vetro rotte sulla spiaggia. Fate molta attenzione perché potrebbero esserci dei vetri sotto il livello dell’arenile».
Un atto vandalico da condannare che ha anche messo a rischio l’incolumità delle persone, che avrebbero potuto ferirsi con qualche scheggia o frammento di vetro nascosto sotto la sabbia. 
«Impegno economico, tempo dedicato, amore per il territorio, passione per lo sport – continua la nota – Tutto questo perde significato di fronte ai gesti vandalici di alcuni «eroi della notte», che con le loro «prodi gesta» hanno devastato ancora una volta le pur modeste strutture dell’Area kite di Campo di Mare che, con disinteressato impegno e sacrificio, l’Assobalneari Marina di Cerveteri cerca di mantenere funzionali al servizio della comunità. Ancora più grave: quanto accaduto è l’ennesimo affronto al compianto Gianluca Pennacchi, al quale l’Area è stata dedicata e che è sempre presente nei pensieri dei tanti utenti che affollano l’Area. Senza dimenticare che chiediamo ed aspettiamo la definitiva sistemazione della struttura, con la rimozione di quanto in prossimità della delimitazione è pericoloso all’ambiente ed alla sicurezza dei praticanti!  Ma lo sport, i kiters, l’Assobalneari Marina di Cerveteri, Campo di Mare, Cerveteri, l’Italia meritano questi comportamenti? Che delusione, che tristezza!».
Questa mattina l’area è stata ripulita dai volontari del Nucleo Subacqueo Cerveteri Onlus ai quali va il ringraziamento del sindaco Pascucci in quanto «sono una risorsa di fondamentale importanza per la nostra città e quotidianamente svolgono attività di sicurezza e prevenzione sulle nostre spiagge, ma anche durante tutto l’arco dell’anno, collaborando con la nostra Protezione Civile in tanti progetti per la città» conclude il primo cittadino.

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Novantacinque anni fa le prime unità Nbc

di FEDERICA CONGIU

CIVITAVECCHIA – È stata celebrata questa mattina, presso la caserma Piave di Civitavecchia, sede del 7° Reggimento difesa Nbc "Cremona", la cerimonia commemorativa per il 95° anniversario della costituzione delle prime unità Nbc dell'esercito, istituite il 1° Luglio 1923.

La manifestazione è iniziata con la Banda del Comando artiglieria controaerei, la quale ha accompagnato l'ingresso dei vari reparti, che hanno mostrato a loro volta, gli indumenti che proteggono uomini e donne da possibili infiltrazioni di gas, agenti batteriologici o particelle radioattive che possono incontare nei diversi scenari operativi. Nell'ambito militare infatti, la sigla Nbc, sta ad indicare l'insieme di accorgimenti studiati per limitare l'impatto sulle proprie forze di agenti aggressivi lanciati dal nemico nella guerra nucleare, biologica e chimica. (SEGUE)

IL COMMENTO – "Desidero porgere il mio omaggio alla bandiera di guerra del 7° Reggimento difesa nbc "Cremona", simbolo della patria e dell'onore militare, così come ai gonfaloni della città di Civitavecchia e del comune di Santa Marinella, sincera testimonianza dell'indissolubile legame che unisce il reggimento alla cittadinanza – ha commentato il comandante di reggimento, colonnello Fabrizio Benigni – Un sentimento di sincera gratitudine lo esprimo al comandante del Comando artiglieria, generale di brigata Fabio Giambartolomei, che con la sua presenza testimonia la costante vicinanza nei confronti di tutti gli uomini e donne del 7°, nel contempo formulo un sentito ringraziamento alle autorità civili, al sindaco di Civitavecchia, Antonio Cozzolino, al Sindaco di Santa Marinella, rappresentato dal consigliere Andrea Bianchi, alle autorità religiose e militari, alle Associazioni combattentistiche e d'Arma, ai colleghi e rappresentanti delle forze dell'ordine che con la loro presenza conferiscono lustro all'odierna cerimonia. Infine mi rivolgo a voi, uomini e donne del reggimento, oggi celebriamo la ricorrenza con la quale consolidiamo la consapevolezza della nostra importanza in uno scenario che chiede altissima professionalità e capacità per affrontare sfide sempre più impegnative". (Agg 29/06 ore 18,19 SEGUE)

I RICONOSCIMENTI – Durante la cerimonia sono stati consegnati riconoscimenti ai militari che si sono distinti in modo particolare durante il servizio ed è stato assegnato l'annuale "Trofeo Santa Barbara" alla compagnia che ha raggiunto i migliori risultati in una serie di prove ginnico-militari e tecnico-professionali. Il trofeo, identificato nella "statua dell'artigliere stanco", viene conferito per il secondo anno al capitano Codella, comandante della 2'CP. "Diavoli".

Il 7° reggimento difesa Nbc è l'unica unità, nel suo genere, dell'Esericito Italiano. È impegnato costantemente in tutte le questioni che vedono la partecipazione delle Forze Armate ed è responsabile del supporto tecnico-specialistico agli organismi – enti della difesa civile in caso di evento cbrn sul territorio nazionale.

"Sono ragazzi che si impegnano – ha dichiarato il generale di brigata Giambartolomei, riferendosi al personale del reggimento – in tutte le operazioni che vedono la partecipazione dell'esercito, nell'operazione "Strade Sicure" e nelle diverse operazioni per la bonifica del territorio; Sono grandi professionisti".  (Agg 29/06 ore 19,08)

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Cerveteri, via Casetta Mattei invasa nella notte da un ingente quantità di calcinacci

di GIULIANA OLZAI

CERVETERI – Episodio di inciviltà a I Terzi che ha messo a repentaglio l’incolumità degli automobilisti che percorrevano via Casetta Mattei, invasa in piena notte, nel centro della carreggiata, per un tratto di oltre 20 metri da calcinacci,  blocchetti in tufo, ferro e cemento.
Il sindaco Pascucci commenta in una nota l’episodio dicendo: «Ci sono persone che oltre a non avere nessuna forma di rispetto per il territorio, non hanno la benché minima idea delle conseguenze che i propri gesti possono avere sulle altre persone. È lo scenario a cui abbiamo assistito ieri sera poco prima della mezzanotte (ndr. martedì notte) in via Casetta Mattei a I Terzi, dove ignoti hanno abbandonato proprio nel mezzo della carreggiata una ingente quantità di calcinacci anche di grandi dimensioni». 
«Fondamentale – continua il sindaco – è stato il senso civico di una nostra concittadina, residente a I Terzi e membro attivo dell’Associazione Terrattiva, che vista la situazione di pericolo ha immediatamente contattato la nostra Protezione Civile ed è rimasta sul posto con i fari lampeggianti dell’auto accesi sino al loro arrivo. Un ringraziamento, doveroso va anche ai Signori Luciano e Mario, volontari della Protezione Civile,  coordinati dal nostro funzionario comunale Renato Bisegni, che nonostante l’orario, spinti da grande senso del dovere in pochissimi minuti hanno raggiunto il tratto di strada interessato. Insieme a loro, il maggiore Roberto Tortolini, comandante della Polizia Locale, che ha seguito in prima persona le operazioni. A loro, va il mio più sentito ringraziamento». 
Anche l’associazione Terrattiva definisce quanto accaduto «un atto non solo d’inciviltà ma di procurato pericolo nei confronti di qualsiasi cittadino che percorreva quel tratto di strada, pericoloso già di suo in quanto stretto e al buio. Ringraziamo tutte le persone coinvolte che hanno prontamente risposto alla nostra segnalazione in particolare l’assessora Elena Gubetti, il comandante della polizia locale Roberto Tortolini e la protezione civile di Cerveteri che ha messo in sicurezza la strada». 
Una domanda la rivolgono all’autore di questo gesto sconsiderato: «E a te che hai provocato questo danno pericoloso, volontariamente o no non lo sappiamo, comunque fregandotene, dove andavi a quell’ora con un carico di calcinacci?»

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Via Casetta Mattei invasa nella notte da un ingente quantità di calcinacci

di GIULIANA OLZAI

CERVETERI – Episodio di inciviltà a I Terzi che ha messo a repentaglio l’incolumità degli automobilisti che percorrevano via Casetta Mattei, invasa in piena notte, nel centro della carreggiata, per un tratto di oltre 20 metri da calcinacci,  blocchetti in tufo, ferro e cemento.
Il sindaco Pascucci commenta in una nota l’episodio dicendo: «Ci sono persone che oltre a non avere nessuna forma di rispetto per il territorio, non hanno la benché minima idea delle conseguenze che i propri gesti possono avere sulle altre persone. È lo scenario a cui abbiamo assistito ieri sera poco prima della mezzanotte (ndr. martedì notte) in via Casetta Mattei a I Terzi, dove ignoti hanno abbandonato proprio nel mezzo della carreggiata una ingente quantità di calcinacci anche di grandi dimensioni». 
«Fondamentale – continua il sindaco – è stato il senso civico di una nostra concittadina, residente a I Terzi e membro attivo dell’Associazione Terrattiva, che vista la situazione di pericolo ha immediatamente contattato la nostra Protezione Civile ed è rimasta sul posto con i fari lampeggianti dell’auto accesi sino al loro arrivo. Un ringraziamento, doveroso va anche ai Signori Luciano e Mario, volontari della Protezione Civile,  coordinati dal nostro funzionario comunale Renato Bisegni, che nonostante l’orario, spinti da grande senso del dovere in pochissimi minuti hanno raggiunto il tratto di strada interessato. Insieme a loro, il maggiore Roberto Tortolini, comandante della Polizia Locale, che ha seguito in prima persona le operazioni. A loro, va il mio più sentito ringraziamento». 
Anche l’associazione Terrattiva definisce quanto accaduto «un atto non solo d’inciviltà ma di procurato pericolo nei confronti di qualsiasi cittadino che percorreva quel tratto di strada, pericoloso già di suo in quanto stretto e al buio. Ringraziamo tutte le persone coinvolte che hanno prontamente risposto alla nostra segnalazione in particolare l’assessora Elena Gubetti, il comandante della polizia locale Roberto Tortolini e la protezione civile di Cerveteri che ha messo in sicurezza la strada». 
Una domanda la rivolgono all’autore di questo gesto sconsiderato: «E a te che hai provocato questo danno pericoloso, volontariamente o no non lo sappiamo, comunque fregandotene, dove andavi a quell’ora con un carico di calcinacci?»

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###