Ambulatori Asl, si pensa al trasferimento presso il Bambin Gesù

S. MARINELLA – L’amministrazione comunale sta perseguendo una strada parallela, per dare una svolta alla sanità locale. Oltre alla possibile soluzione relativa all’istituto delle Benedettine, l’assessore alle Politiche sociali Renzo Barbazza ha avuto un incontro con la direzione generale del Bambin Gesù di Roma, per trattare la possibilità di un eventuale trasferimento degli ambulatori della Asl Rm4 da via Valdambrini ai locali dell’ospedale pediatrico dislocati a Lungomare Capolinaro, destinati ad una progressiva e inevitabile dismissione a favore dell’ospedale di Palidoro e di Roma. «La nostra città – spiega Barbazza – ha un forte legame storico con il presidio sanitario, fin dal lontano 1922, quando la famiglia Salviati cedette il terreno al Bambin Gesù per farne un polo ospedaliero pediatrico di eccellenza, di cui tutto il Lazio, e non solo, si è avvalso per tanti anni, sfruttando le qualità ambientali e marine della nostra costa per curare le patologie respiratorie infantili. Col tempo, il Bambin Gesù ha arricchito il proprio intervento sanitario anche nel campo neuropsichiatrico infantile, avvalendosi di illustri professionalità specifiche, che tanto hanno dato alla nostra città e all’intero territorio nazionale, in particolare del centro sud. Per questo, la nostra amministrazione non intende perdere un patrimonio storico della città, cercando di poter utilizzare le strutture già esistenti e abilitate ad una utilizzazione sanitaria, sia ambulatoriale che in regime di ricovero. Nel primo caso, il trasferimento degli attuali servizi specialistici di via Valdambrini presso Lungomare Marconi faciliterebbe l’accesso e la fruizione di vasti spazi ritenuti più idonei e centrali per i nostri cittadini, insieme alla possibilità di un potenziamento ulteriore delle prestazioni ambulatoriali e di primo soccorso, attualmente mancanti, con il vantaggio di decongestionare l’ospedale S. Paolo di Civitavecchia, ridurre le liste di attesa e garantire alla città un ricorso più rapido e funzionale alle richieste di emergenza che, soprattutto nel periodo estivo, ma non solo, provengono dal nostro territorio». «Riteniamo che il Bambin Gesù – continua l’assessore – non possa e non debba chiudere e rinunciare ad anni di storia e di presenza attiva a Santa Marinella, a cui i nostri cittadini sono profondamente legati radicalmente da quasi un secolo di vita, e cercheremo di produrre ogni sforzo per non perdere una ricchezza e un patrimonio di cui la città si è avvalsa con orgoglio nel corso degli anni. Non inseguiamo sogni o obiettivi irrealizzabili, considerata la situazione economica in cui versano le nostre istituzioni locali, regionali e nazionali attuali”. “Ci accontentiamo – conclude Barbazza – di consentire la sopravvivenza e il miglioramento di una struttura, come il Bambin Gesu’, a cui siamo tutti profondamente legati, attraverso la realizzazione di un poliambulatorio multi specialistico e di un posto di primo intervento medico e chirurgico per dare le giuste risposte ai bisogni della città ed evitare la chiusura e un destino ignoto di una ospedale di cui tutti noi sentiamo radicalmente un profondo senso di appartenenza, che cercheremo di difendere e proteggere ad ogni costo.

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Vincono Td e Futsal Academy, pareggia il Santa Severa

Nella prima giornata del campionato di calcio a cinque serie C2 la Td Santa Marinella di mister Di Gabriele s’impone 3-0 su un campo complicato come quello del Ronciglione grazie ad una prova solida e difensiva. Parte subito bene il Td, che nei primi venti minuti tiene il pallino del gioco e va sul 2 a 0, grazie a due giocate di Nistor, finalizzate da Petito. Dopo il doppio svantaggio, il Ronciglione risponde e prova a chiude i santamarinellesi nei 10 metri, ma i tirrenici resistono e si portano al riposo sul duplice vantaggio. Il secondo tempo è fatto di capovolgimenti di fronte continui, con occasioni da ambedue le parti, con Rocchetti bravo con due interventi prodigiosi a salvare il risultato. La gara si chiude a metà secondo tempo con Nistor che da angolo trova lo 0-3. Nel finale c’è spazio anche per un tiro libero fallito da Trebiani. «Voglio fare i complimenti ai ragazzi – commenta Di Gabriele – sapevamo che tipo di gara avremmo dovuto giocare, su un campo difficile dove lo scorso anno loro non hanno mai perso, siamo stati bravi a mettere in campo quello che avevamo provato in settimana. Complimenti al Ronciglione che ha disputato una gara di livello mettendoci spesso in difficoltà».
Pareggio interno per il Santa Severa Futsal che con la Virtus Anguillara fa 1-1. Dunque Finisce con un pari l’esordio nel campionato di C2 per il Santa Severa in una gara molto equilibrata e combattuta. Il primo tempo scorre via con poche occasioni sia da una parte che dall’altra, con le due squadre abbastanza chiuse che sembrano quasi studiarsi. Nella seconda frazione la due formazioni si allungano dando vita ad una partita più vivace, con i padroni di casa sfortunati con due legni colpiti da Guidoni e da Fantozzi e dopo il vantaggio dello stesso numero Fantozzi, vengono raggiunti ad un minuto dalla fine per il definitivo 1-1. «La gara è stata molto combattuta – afferma mister Villella- peccato per il pareggio dell’Anguillara in extremis che ci toglie secondo me una vittoria meritata per quello che si è visto sul campo. Alla fine comunque sono abbastanza soddisfatto della prestazione di oggi ma dobbiamo migliorare ancora molte situazioni in vista delle prossime partite».
Si apre nel migliore dei modi il campionato per la Futsal Academy con una scoppiettante vittoria per 3-2 contro la Virtus Monterosi al campo della San Pio. Tante le occasioni per entrambe le compagini che hanno offerto spettacolo per il caloroso pubblico locale. Sin dalle prima battute del match si capisce che ci sarà da divertirsi; in avvio Capitan Rosalba è furbo e lesto nel rubare diversi palloni nella metà campo avversaria, ma per troppa foga e sfortuna non trova il tap-in vincente. Dall’altra parte però il bomber Masi che prova ad aprire le marcature, bravo in due occasioni a liberarsi al tiro respinti prontamente da due prodigiosi interventi di Saraudi. Dove non arriva il portiere è il palo che salva i padroni di casa dopo un micidiale contropiede degli ospiti. Alla chiusura della prima frazione è di nuovo la Futsal che ha due clamorose occasioni per passare in vantaggio, decisamente troppo morbido il giovanissimo Moretti nel concludere sottoporta. Si va negli spogliatoi con uno zero zero che non rispecchia le diverse occasioni viste in campo. La ripresa risulta ancor più avvincente, con finalmente più concretezza sottoporta e ben 5 gol complessivi. I padroni di casa confermano il nervosismo delle prime uscite stagionali e raggiungono i 5 falli dopo i primi dieci minuti di gioco, decisamente la nota più stonata della serata. Approfitta di questo momento di difficoltà il capitano ospite Mazzalupi rapido nel rubare il pallone a Rocchi e il tempo a Saraudi, 0-1 al 5’ minuto. Prontissima la reazione della Futsal Academy che alza i ritmi di gioco e dopo pochi minuti trova il pareggio con un gran destro da fuori di Rosalba. Gli ospiti provano a ribattere colpo su colpo, ma la Futsal approfitta degli spazi concessi ribaltando il risultato con un contropiede concluso dal perfetto sinistro di Pinna. Ecco quindi ancora una volta la Virtus che sfiora il goal su due tiri liberi: è di nuovo Saraudi a mettersi in mostra con due interventi decisivi. A chiudere la partita ci hanno pensato due calci piazzati: prima la punizione di Cibelli poi il tiro libero di Masi nel recupero che fissano il risultato finale sul 3-2 per i civitavecchiesi. Si conclude quindi un match avvincente che vede i padroni di casa affermarsi contro una diretta concorrente e ottenere i primi 3 punti della stagione. Una vittoria sofferta, ma che ha visto Capitan Rosalba prendersi sulle spalle la squadra nei momenti di difficoltà e un Saraudi insuperabile e determinante in più di un intervento. C’è ancora molto su cui lavorare per il duo Taldini/Nunzi, soprattutto a livello disciplinare, ma questa vittoria fa morale e permette di lavore con più serenità in settimana. Ora la testa è a sabato prossimo nella delicatissima trasferta al Pala To Live contro una delle candidate alla vittoria finale del campionato, il Grande Impero.
 

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Settore metalmeccanico in affanno

CIVITAVECCHIA – È un settore che vive un momento particolarmente delicato e difficile quello metalmeccanico. Specialmente sul territorio di Civitavecchia dove, nel corso degli anni, si sono persi gradualmente posti di lavoro. 

Di questo, e delle direttive per dare nuovo slancio al settore, si discuterà venerdì nel corso del secondo congresso della Fiom-Cgil Civitavecchia Roma nord Viterbo: saranno 34 i delegati, eletti dalle assemblee congressuali dei posti di lavoro svolte tra luglio e settembre, che affronteranno gli obiettivi che la Fiom e la Cgil si pongono per i prossimi 4 anni e di tutte le problematiche che riguardano i lavoratori metalmeccanici dell'Alto Lazio, da Roma nord a Montalto di Castro passando per Civitavecchia e il viterbese.

"Tra i principali problemi dei lavoratori metalmeccanici di questo territorio – ha spiegato il segretario generale della Fiom Cgil Giuseppe Casafina – c'è il progressivo peggioramento delle condizioni di lavoro e delle retribuzioni, difficoltà determinate quasi sempre dai ribassi imposti dalle imprese per aggiudicarsi gli appalti o i subappalti, in particolare a Civitavecchia per le lavorazioni nella centrale elettrica Enel di Torrevaldaliga. Ma anche l'emergenza occupazionale che purtroppo riguarda il territorio civitavecchiese quanto quanto il viterbese: un'area interna per risollevare la quale servono urgentemente soluzioni e adeguate politiche di settore. Nel breve termine ci auguriamo un rapido inizio delle attività per la riconversione dell'ex centrale Alessandro Volta a Montalto di Castro e l'avvio di un progetto di sviluppo sul porto di Civitavecchia, per il futuro di tutti e in particolare per i lavoratori ex Privilege, che da troppo tempo sono in difficoltà per colpe non loro".

I lavori del congresso  termineranno con l'elezione degli organismi dirigenti territoriali e del segretario generale.

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

MINISTERO DELLE INFRASTRUTTURE E DEI TRASPORTI – COMUNICATO

Avviso relativo alla pubblicazione sul sito istituzionale del decreto
n. 360 del 6 agosto 2018, concernente il riparto del Fondo per il
finanziamento degli investimenti e lo sviluppo infrastrutturale del
Paese, destinato al completamento degli interventi per il trasporto
rapido di massa. (18A06390)

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Applausi, fiori e commozione: l’IIS Cardarelli accoglie la sua Chiara

TARQUINIA –  Il 20 settembre mattina all’IIS Cardarelli Chiara  Bordi è stata accolta da un caloroso applauso dagli studenti del Liceo Classico, tra stupore e commozione ha accolto con il suo solito bel sorriso gli omaggi floreali della scuola e dell’amministrazione comunale ed una targa che la Dirigente Scolastica Laura Piroli le ha voluto donare, per il suo coraggio, la determinazione a dimostrazione che nulla è impossibile se ci si crede fermamente. Presenti in aula magna per il comune il Vicesindaco Martina Tosoni, che ha portato i saluti della delegata alla pubblica istruzione Federica Guiducci ed il consigliere Stefano Zacchini. Dopo la proiezione del video, rapido excursus dell’avventura di Miss Italia, dove Chiara ha conquistato il terzo posto, è intervenuta la Dirigente Scolastica dell’IIS Cardarelli: “Non potevamo non festeggiare il ritorno a scuola di Chiara, come lo facciamo per ogni nostro studente che si distingue, che si fa portatore di un messaggio positivo ed edificante per la scuola e per la città. Qualche mese fa abbiamo festeggiato l’atleta Mirko Barreca, oggi siamo qui a dire grazie a Chiara, per la sua determinazione, per aver veicolato un messaggio importante dando lustro non soltanto alla scuola e a Tarquinia o al Lazio, ma veramente a tutta l’Italia e oltre. E’ stata infatti capace di trasmettere stimoli di riflessione non solo in occasione di Miss Italia, ma in tutte le interviste che ha rilasciato, lasciando trasparire quello che è una ragazza semplice e diretta, che trasmette armonia. Abbiamo tutti apprezzato il suo voler essere se stessa senza avere la fobia di creare per forza un personaggio. In Tv ho visto la Chiara di sempre, con lo stesso tono con cui veniva, quale rappresentante di Istituto, a portare le sue proposte. Chiara ha dimostrato che niente è impossibile, che la vita è preziosa e che con la determinazione si può tutto, bisogna solo crederci. Ti sei prefissata degli obiettivi, hai lottato per raggiungerli: siamo orgogliosi di te”. Il Vicesindaco Martina Tosoni: “Accetta da parte dell’amministrazione comunale le nostre congratulazioni. Ti abbiamo seguito con emozione in questa avventura. Siamo orgogliosi di te sia per Tarquinia sia per il messaggio che hai lanciato in tutto il mondo: la bellezza del coraggio e non solo del fisico, che è comunque straordinariamente bello. Ti faccio le mie congratulazioni come donna e come amministratrice. Grazie!”. Chiara visibilmente emozionata, vestita con semplicità, come al solito: “Ringrazio tutti, veramente tutti. Non mi aspettavo un sostegno generale della mia Tarquinia. Spesso avevo sentito dire che i tarquiniesi non sostengono, invece ho avuto la riprova che non è così. Io ho avuto il sostegno di tutti e a tutti i tarquiniesi dico grazie, sentire la vostra vicinanza mi ha dato tanto coraggio, anche nei momenti di sconforto. Miss Italia è stata un’esperienza bella e stancante. Spero sia arrivato da me il messaggio giusto. Io sono la stessa di prima. Non mi piacciono – ha riferito ironizzando su se stessa sorridendo – quelli che non hanno i ‘piedi per terra’ ossia ‘il piede per terra’. Sono tornata a scuola con piacere e ringrazio tutti, Tarquinia e i tarquiniesi grazie”.           

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Applausi, fiori e commozione l’IIS Cardarelli accoglie la sua Chiara di ritorno in classe, dopo l’esperienza di Miss Italia

TARQUINIA –  Il 20 settembre mattina all’IIS Cardarelli Chiara  Bordi è stata accolta da un caloroso applauso dagli studenti del Liceo Classico, tra stupore e commozione ha accolto con il suo solito bel sorriso gli omaggi floreali della scuola e dell’amministrazione comunale ed una targa che la Dirigente Scolastica Laura Piroli le ha voluto donare, per il suo coraggio, la determinazione a dimostrazione che nulla è impossibile se ci si crede fermamente. Presenti in aula magna per il comune il Vicesindaco Martina Tosoni, che ha portato i saluti della delegata alla pubblica istruzione Federica Guiducci ed il consigliere Stefano Zacchini. Dopo la proiezione del video, rapido excursus dell’avventura di Miss Italia, dove Chiara ha conquistato il terzo posto, è intervenuta la Dirigente Scolastica dell’IIS Cardarelli: “Non potevamo non festeggiare il ritorno a scuola di Chiara, come lo facciamo per ogni nostro studente che si distingue, che si fa portatore di un messaggio positivo ed edificante per la scuola e per la città. Qualche mese fa abbiamo festeggiato l’atleta Mirko Barreca, oggi siamo qui a dire grazie a Chiara, per la sua determinazione, per aver veicolato un messaggio importante dando lustro non soltanto alla scuola e a Tarquinia o al Lazio, ma veramente a tutta l’Italia e oltre. E’ stata infatti capace di trasmettere stimoli di riflessione non solo in occasione di Miss Italia, ma in tutte le interviste che ha rilasciato, lasciando trasparire quello che è una ragazza semplice e diretta, che trasmette armonia. Abbiamo tutti apprezzato il suo voler essere se stessa senza avere la fobia di creare per forza un personaggio. In Tv ho visto la Chiara di sempre, con lo stesso tono con cui veniva, quale rappresentante di Istituto, a portare le sue proposte. Chiara ha dimostrato che niente è impossibile, che la vita è preziosa e che con la determinazione si può tutto, bisogna solo crederci. Ti sei prefissata degli obiettivi, hai lottato per raggiungerli: siamo orgogliosi di te”. Il Vicesindaco Martina Tosoni: “Accetta da parte dell’amministrazione comunale le nostre congratulazioni. Ti abbiamo seguito con emozione in questa avventura. Siamo orgogliosi di te sia per Tarquinia sia per il messaggio che hai lanciato in tutto il mondo: la bellezza del coraggio e non solo del fisico, che è comunque straordinariamente bello. Ti faccio le mie congratulazioni come donna e come amministratrice. Grazie!”. Chiara visibilmente emozionata, vestita con semplicità, come al solito: “Ringrazio tutti, veramente tutti. Non mi aspettavo un sostegno generale della mia Tarquinia. Spesso avevo sentito dire che i tarquiniesi non sostengono, invece ho avuto la riprova che non è così. Io ho avuto il sostegno di tutti e a tutti i tarquiniesi dico grazie, sentire la vostra vicinanza mi ha dato tanto coraggio, anche nei momenti di sconforto. Miss Italia è stata un’esperienza bella e stancante. Spero sia arrivato da me il messaggio giusto. Io sono la stessa di prima. Non mi piacciono – ha riferito ironizzando su se stessa sorridendo – quelli che non hanno i ‘piedi per terra’ ossia ‘il piede per terra’. Sono tornata a scuola con piacere e ringrazio tutti, Tarquinia e i tarquiniesi grazie”.           

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###