La Sardegna sbarca al centro storico con "Per…corsi"

di CAROLA MILANA

CIVITAVECCHIA – Presentata ieri mattina alla Cittadella della Musica la quarta edizione dell’evento “Per…Corsi” che si terrà da domani a domenica al centro storico. L'assessore Enzo D'Antò era affiancato dal presidente dell’associazione Primavera Sulcitana Alessia Littarru la quale gestisce la novità di questa edizione: la partecipazione di un’importante componente sarda.
I circa cinquecento operatori che partecipano all’organizzazione e allo svolgimento alloggeranno a Civitavecchia e si serviranno dei prodotti locali, rifornendosi delle materie prime, garantendo quindi la freschezza e il km 0.

Grazie alla partecipazione di molte associazioni culturali il centro storico sarà colmo di concerti musicali, di presentazioni di libri, degli autori Giovanni De Paolis e Marco Ascione e iniziative culturali sulla storia di Civitavecchia a cura dell’Associazione Ri.Me, sia in ambienti come la ex Chiesa di San Giovanni di Dio, che ospiterà l’Unione Musicale Civitavecchiese e l’esibizione di musica napoletana dell’Associazione Musicale Ponchielli, i quali allievi verranno ospitati nella stessa Cittadella della Musica. Non mancheranno anche spettacoli all’aperto, come le esibizioni live del musicista sardo Nicola Agus, Musica e Balli cubani e caraibici e molti altri. Il centro, grazie ai volontari, sarà abbellito e decorato con lavori fatti a mano; piazze e vie avranno ognuna un tema specifico. Piazza Saffi sarà dedicata alla musica; in via Manzi gli operatori hanno scelto di proporre il menù della tradizione civitavecchiese; piazza Calamatta e via Trieste invece saranno dedicate alla parte sarda.

La partecipazione delle tradizioni sarde ha suscitato talmente tanti curiosi e aspettative che si sono già organizzati pullman da Roma e non solo, attesta l’Assessore, molte sono state le chiamate anche dalle varie comunità sarde.
“Per noi che ci occupiamo di grandi eventi – dichiara Alessia Littarru – non poteva che essere a Civitavecchia la prima tappa visto che siete il primo e principale collegamento con la Sardegna”. 

E mentre il cibo farà da sfondo, dopo una selezione accurata, sarà presente l’artigianato, sia il tipico sardo che quello locale, con circa venti espositori, anche i commercianti locali usciranno dai propri negozi per offrire le proprie eccellenze, ma soprattutto, sottolinea la Littarru, saranno presenti 18 Maschere della tradizione sarda, non facili da portare poiché alcune tradizioni sono restie ad uscire dalla terra natia, che con danze e rituali arcaici omaggeranno l’evento e il centro storico di questa cittadina.

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Tentata violenza sessuale: arrestato un pakistano

S. MARINELLA – I Carabinieri della locale stazione, comandata dal maresciallo Roberto Bernardini, hanno arrestato ieri mattina un pakistano, accusato di tentata violenza sessuale. L’uomo, un venticinquenne senza fissa dimora, ma proveniente dalla stazione Termini di Roma, da alcuni giorni girava per la città, controllato però dalle forze dell’ordine. Ieri mattina, dopo essere salito su un pullman della linea interna Sap per andare alla stazione, ha iniziato ad importunare una donna di nazionalità rumena, che è riuscita a evitare ulteriori problemi perché il mezzo pubblico è giunto al capolinea di piazza della stazione. Intorno alle 10, dopo essersi portato al binario, facendo credere di salire sul prossimo convoglio, secondo alcune testimonianze ha puntato una giovane, anch’essa in attesa del treno, seduta in una panchina nei pressi di un’area nascosta circondata da una siepe. L’uomo, dunque è passato alle vie di fatto. Dopo averla aggredita davanti ai pendolari allibiti, ha trascinato la giovane nella zona nascosta, tentando ovviamente di violentarla. La ragazza, però, ha cominciato ad urlare, richiamando alcuni operatori dell’Arma dei Carabinieri. Un paio di loro, senza indugi,  sono accorsi immediatamente, portandosi di corsa dalla parte opposta dei binari e  rischiando anche la vita, pur di raggiungere subito la giovane. 
Dopo una colluttazione, hanno fermato lo straniero che è stato condotto nella vicina caserma per essere sottoposto ad interrogatorio. Al termine del colloquio è stato tratto in arresto e trasferito nella stazione dei Carabinieri di Civitavecchia in attesa del processo per direttissima che si terrà domani mattina al tribunale di Civitavecchia.

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Treni dedicati ai crocieristi: novità in vista

CIVITAVECCHIA – Una nuova linea ferroviaria dedicata ai crocieristi che quotidianamente scalano il porto di Civitavecchia. È quella che, se tutto andrà come da programma, dovrebbe partire in via sperimentale il 15 ottobre prossimo e terminare l'8 dicembre, mediante l'utilizzo di due coppie di treni Vivalto a sei carrozze – con capacità totale di 720 posti a sedere – in partenza da Civitavecchia alle 9.35 (8.30 nei giorni festivi) e alle 10.15 e con arrivo ad Ostiense rispettivamente alle 10.27 (9.25) e 11.40, con ritorno sempre da Ostiense alle 15.37 e alle 16.30 ed arrivo a Civitavecchia alle 16.30 e 17.20. 

La novità è emersa nel corso della riunione che si è svolta a fine agosto tra l'assessorato alla Mobilità della Regione Lazio e l'Osservatorio Generale dei Trasporti (rappresentato da una delegazione “di area” composta dal Presidente Andrea Ricci, dal Vicepresidente Gabriele Bariletti, dal Rappresentante Provinciale di Viterbo, Raimondo Chiricozzi e dalla Rappresentante del Comitato Pendolari Litoranea Roma Nord Sandra Felici). La Regione prevede di concedere a Trenitalia (conil supporto di Busitalia) l’autorizzazione ad un servizio a tariffa dedicata che si svolgerà in pullman tra il porto e la stazione di Civitavecchia ed in treno tra qui e le stazioni di Roma San Pietro e Roma Ostiense, nell’attesa del completamento della linea di congiunzione tra porto e stazione per il quale è prossima la firma di un accordo ad hoc che ne prevede l’attivazione entro il 2020.

Un servizio auspicato da tempo anche e soprattutto dai pendoalri che quotidianamente si servono della linea ferroviaria Fl5 per motivi di lavoro o di studio, spesso congestionata proprio dalla presenza dei tanti turisti che raggiungono la Capitale. Il servizio, come sottolineato nel corso della riunione, non dovrà interferire in alcun modo con quello del servizio regionale, i biglietti non possono essere utilizzati sui treni del servizio regionale, le 12 carrozze e le due locomotive impegnate nel nuovo servizio non devono provocare riduzioni di composizione nè sulla Fl5 nè sulle altre tratte regionali ed infine qualsiasi variazione all’offerta deve essere proposta dall’esercente col medesimo anticipo previsto dal Contratto di Servizio per le richieste di servizi aggiuntivi da parte della Regione.  

A queste condizioni, ed evidenziando che l’attività di bigliettazione deve essere prevalentemente a carico di canali alternativi (prevendite, online), l’Osservatorio ha dato quindi il suo parere positivo sul nuovo servizio "che – hanno spiegato – possa essere il primo di una serie di iniziative che arrivino a portare poi ad un collegamento stabile tra il porto di Civitavecchia e Fiumicino, lo sfiocco tra la Maccarese-Ponte Galeria e la Fl1 e la ricostruzione della linea verso Fiumicino città e porto.  

Con l’occasione, la Regione e l’ORT hanno anche convenuto di accelerare al massimo i tempi per la stipula del nuovo protocollo d’intesa. Anche in relazione a quanto previsto dal protocollo del 2015, la Regione ha inoltre comunicato che nel mese di settembre è prevista l’istituzione di un tavolo permanente tra Regione, RFI e Trenitalia sulle criticità del servizio e sull’informazione al pubblico, argomenti sui quali l’Osservatorio continuerà a svolgere la propria opera di segnalazione, la creazione di un ufficio di scopo per il completamento della redazione del Piano Regionale dei Trasporti, della Mobilità e delle Logistica riguardo al quale viene previsto di incrementare, stabilizzandola, la frequenza della comunicazione con l’Osservatorio. Infine le parti si sono impegnate ad un ulteriore incontro per approntare una bozza di protocollo e del programma di lavoro congiunto per l'autunno/inverno e per discutere del ripristino della Civitavecchia-Orte. 

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

''L’amministrazione comunale cambi rotta''

SANTA MARINELLA – «Siamo tutti felici e contenti che le tariffe del servizio scuolabus siano state ridotte ulteriormente, almeno ufficiosamente, rispetto a quelle annunciate non più di qualche giorno fa e soprattutto da quelle approvate dalla Giunta comunale a ridosso di ferragosto». Questo il commento del rappresentante della lista ‘‘Il Paese che Vorrei’’ Daniele Renda che interviene sul dibattito scaturito dopo l’aumento delle tariffe dei pullman scolastici. «Risulta difficile, comunque, non notare che le stesse, per alcune fasce, siano notevolmente aumentate rispetto all’anno scorso – continua Renda – colpa del dissesto? Se vogliamo dire a tutti i costi di si, possiamo tranquillamente dirlo. Quello che Il Paese che Vorrei sta cercando di suggerire all’amministrazione è di cambiare rotta e di fare una scelta di responsabilità. La Giunta, perseverando su un errore compiuto dalle precedenti amministrazioni, si ostina a considerare il servizio di trasporto scolastico un servizio a domanda individuale. Il Paese che Vorrei e la giurisprudenza italiana, invece, ritengono che non sia così e che il servizio rientri tra i servizi che un Ente debba fornire obbligatoriamente. Ora si badi bene, questa non è ne una diatriba accademica, ne una questione di lana caprina ma riguarda direttamente le tasche di tante famiglie santamarinellesi. Senza entrare nel dettaglio tecnico e in estrema sintesi, considerando il servizio di trasporto scolastico un servizio a domanda individuale, ci sono obblighi di bilancio, resi ancora più severi dalla dichiarazione di dissesto, che costringono le famiglie a doverne coprire il costo con le proprie tasche in maggior misura. Considerando lo stesso come un servizio obbligatorio dell’ente e facendolo rientrare come prestazione fondamentale per garantire il diritto allo studio, come proposto da noi e stabilito da diverse sentenze”. “Il concetto – conclude Renda – non è poi difficile da comprendere, le prestazioni dei servizi che un ente deve garantire obbligatoriamente sono in maggior parte a carico dell’ente stesso, quelle che vengono richieste individualmente dai cittadini ricadono maggiormente sulle spalle di chi le richiede. Quindi considerare il trasporto scolastico come un diritto, precisamente un servizio fondamentale per garantire il diritto allo studio, oltre che a essere giusto, corretto dal punto di vista formale, risulterebbe anche più conveniente per le famiglie di S. Marinella.

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Dopo M5S e Leu, a Favara il notaio-mecenate Bartoli sceglie Movimenta

Il suo nome era circolato come possibile candidato governatore M5S per la Sicilia. Ora, insieme alla moglie, gira l’isola su un pullman per spiegare la sua scelta politica

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Giorgia Mulargia: ''Il  rincaro scuolabus è improponibile''

SANTA MARINELLA – Anche Giorgia Mulargia interviene in merito alle tariffe sullo scuolabus. 
«Senza sterili polemiche, sulle  responsabilità dell’aumento di un servizio fondamentale per le famiglie, – afferma la Mulargia – voglio affermare un unico aggettivo: «improponibile!».  
«Il rincaro dello scuolabus è inaccettabile. – afferma – Se il costo è di 1000 euro circa ad alunno per un anno, molti genitori prenderanno la decisione  di non usufruire del servizio scuolabus, con il conseguente problema dell’aumento del traffico veicolare che si verrà a creare la mattina al momento dell’entrata dei ragazzi e alle 13.00 per l’uscita». 
«Tutte le famiglie residenti nelle zone Valdambrini, Fiori e Quartaccia in seguito alla chiusura della «Scuola Vignacce» si troveranno costretti a portare i propri figli alla «Scuola Centro», ed anche con le stesse problematiche verso gli altri plessi della Città con conseguente aumento di auto e persone e rischi per l’incolumità delle famiglie – aggiunge la Mulargia – Per chi deve usufruire dello scuolabus i prezzi inevitabilmente aumenteranno, in quanto i 1000 euro ad alunno sono stati calcolati sulla base del numero degli iscritti al servizio nell’anno precedente, quindi se molti non nè usufruiranno oltre ad aumentare il costo per i nuclei che non possono farne a meno, ci saranno inevitabilmente delle soppressioni dei pullman con il probabile licenziamento degli assistenti ed autisti.  Si deve ragionare su come può una famiglia bisognosa affrontare un così alto aumento dei prezzi (con numeri di nuclei con seri problemi già attestati dai nostri servizi sociali), soprattutto per quei nuclei familiari con più di un figlio». 
«Il Comune ha l’obbligo di trovare delle soluzioni – conclude Giorgia Mulargia –  a questo problema non così indifferente, stiamo parlando della scuola e dei sacrifici delle famiglie,  con i cittadini che ogni anno vedono aumentare tasse e con servizi che inesorabilmente vanno a diminuire».

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Il Palio delle Contrade di Allumiere punta al riconoscimento nazionale

ALLUMIERE – Non si spegne ad Allumiere l’eco positivo dell’incontro svoltosi giovedì a Montecitorio. Il deputato di Tolfa, Alessandro Battilocchio ha infatti voluto ospitare una delegazione al Parlamento per parlare dell’evento clou di Allumiere, il Palio delle Contrade. Da piazza della Repubblica è partito un pullman con la delegazione composta dal sindaco Antonio Pasquini, l’assessore alla Cultura e Pari Opportunità Brunella Franceschini, la presidente e la vicepresidente della Pro Loco rispettivamente Tiziana Franceschini e Flavia Verbo nonchè l’ex presidente e ora socia Pro Loco Anna Pesce. Con loro il ‘’papà’’ e l’ideatore del Palio Riccardo Rinaldi e anche rappresentanti di tutte e 6 le Contrade di Allumiere. I membri della delegazione hanno effettuato la visita a Montecitorio e hanno partecipato al convegno-presentazione degli eventi culturali del Palio delle Contrade di Allumiere e la Festa del Baccanale di Campagnano alla Camera dei Deputati. Inoltre è stata presentata loro la proposta di legge di cui sono ideatori e promotori l’onorevole Battilocchio e il senatore Francesco Battistoni: la legge proposta dai due politici punta alla promozione, al sostegno e alla valorizzazione delle manifestazioni che includano al loro interno cortei in costume, rievocazioni e giochi storici. In particolare la proposta si articola su cinque punti in cui centrali saranno l’istituzione di un Albo Nazionale gestito direttamente dal MiBACT e di un Fondo per la promozione di manifestazioni di questo tipo. «L’iter legislativo imporrà un certo periodo di attesa ma nel caso in cui tale proposta di legge dovesse essere approvata ci sarebbero enormi margini di crescita per il Palio delle Contrade di Allumiere e soprattutto la possibilità, finalmente, di un riconoscimento a livello nazionale per il nostro sentitissimo Palio – spiega l’assessore alla Cultura e alle Pari Opportunità Brunella Franceschini – più volte nel suo intervento presso la Sala del Cenacolo di Vicolo Valdina l’On. Battilocchio ha sottolineato l’importanza di queste manifestazioni per i territori e per le comunità che li hanno prodotti e che con essi sono cresciuti e si sono sviluppati: importanza culturale, sociale ed economica. E più volte è stata ribadita la sua ferma intenzione di praticare una politica vicina al territorio, l’unica in grado di fornire stimoli creativi e dare risposte concrete alle comunità». Battilocchio ha spiegato: “Sto elaborando una proposta di legge a tutela delle rievocazioni storiche in Italia. Al rientro dalla pausa estiva la proposta di legge, anticipata con il sen. Battistoni giovedì nell’aula del Cenacolo della Camera alla presenza di sindaci e amministratori locali del mio territorio che hanno contribuito con proposte concrete al miglioramento del testo, sarà consegnata agli uffici competenti e auspico che possa incardinarsi in iter che porti alla discussione in assemblea”. Soddisfatto il sindaco Pasquini “Ringrazio l’on. Battilocchio e il sen. Battistoni per la loro proposta di legge e per il loro attaccamento al territorio per la loro onestà intellettuale che oltrepassa le barriere delle rivalità politiche per fare politica, quella vera, quella vicina alle comunità e alle amministrazioni locali”. L’incontro è terminato con la sapiente e sentita analisi del Palio delle Contrade da parte della presidente della Pro Loco di Allumiere che ha concluso: “Rinnovo i ringraziamenti all’Onorevole e al Senatore che nelle due Camere sosterranno questa lotta per noi. E vorrei ringraziare Riccardo Rinaldi e le sei Contrade oggi qui presenti senza cui nulla sarebbe stato possibile e il moderatore del Convegno Daniele Annibali, che da ex-Presidente di Contrada conosce il Palio e lo ama come tutti noi”. Orgoglioso Riccardo Rinaldi presente che plaude all’iniziativa di Battilocchio e auspica in una crescita del Palio e che venga valorizzato e sostenuto. Soddisfatti anche i rappresentanti delle varie Contrade che in tribuna hanno potuto seguire una seduta parlamentare. «Il nostro Palio è il motore del nostro paese che tutti ci muove per tutto l’arco dell’anno. È un evento che unisce cultura, tradizione, folklore, sport e che va avanti grazie alla passione, al volontariato, alla grinta, alla voglia di vincere».

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Tpl: ripristinata la fermata della linea B per la Terme

CIVITAVECCHIA – A seguito del lavori realizzati dai volontari della Pro Loco, che hanno ampliato significativamente lo spazio di manovra disponibile per rendere la fermata utilizzabile dai nuovi bus a a metano, Csp rende noto il ripristino della fermata della linea B presso le Terme Taurine con decorrenza a partire da domani. Dopo le polemiche degli ultimi giorni ed i dibattiti Comunali in merito alle difficoltà di manovra dei pullman cittadini ed i conseguenti tagli di fermate, arriva finalmente una buona notizia per la mobilità cittadina con il ripristino di una fermata cruciale per i residenti e per il turismo. 

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Terme Taurine: soppressa la fermata

CIVITAVECCHIA – Gli autobus sono troppo lunghi per la fermata delle Terme Taurine: fermata soppressa. Dopo i disagi dei giorni scorsi con turisti a spasso su via Terme di Traiano è lo stesso assessore alla Mobilità Enzo D’Antò ad annunciare: «abbiamo soppresso temporaneamente la fermata per le Terme Taurine per sostituirla con una linea dedicata. La priorità – ha detto – va sicuramente ai civitavecchiesi che dopo tanti anni di pessimi servizi meritano un po’ più di attenzione. La nuova linea per le terme migliorerà, quando sarà implementata, anche il servizio ai turisti». A chiedere spiegazioni è stato il presidente della Pro Loco cittadina, Maria Cristina Ciaffi.

«Mi sono preoccupata quando alcuni turisti non sono venuti – ha spiegato – e mi è stato spiegato che la linea sarebbe stata soppressa per motivi logistici, non c’è possibilità di fare manovra con i nuovi bus perché sono troppo lunghi». Perché va ricordato che era la linea B a servire la fermata delle Terme Taurine e che proprio su quella tratta, come annunciato dallo stesso D’Antò, sono stati messi in servizio i nuovi mezzi a metano. «Finalmente – ha detto l’assessore – i nuovi autobus anche a San Liborio, abbiamo istallato gli specchi parabolici necessari al transito in sicurezza». È vero, si parla di una soppressione temporanea in attesa dell’affidamento delle Terme, ma Ciaffi si chiede: «Intanto cosa diciamo noi ai turisti? La situazione della Pro Loco è conosciuta da tutti – ha continuato il presidente – è fragile e non ci possiamo permettere di acquistare una navetta, l’alternativa qual è? Che i turisti paghino il trasporto di tasca propria? Molti potrebbero rinunciare. Sicuramente – ha evidenziato – è necessaria una soluzione temporanea in attesa dell’affidamento e non lo dico per la Pro Loco ma per le Terme Taurine e per l’immagine che la città dà ai turisti». Fa sorgere qualche dubbio anche la soluzione che pare sia stata proposta dalla Civitavecchia servizi pubblici.

«Mi hanno detto – ha continuato Ciaffi – che si sta pensando di sistemare la rotonda, in modo che poi i turisti dovrebbero fare pochi metri a piedi ma i tempi di attuazione sarebbero lunghi, intanto che immagine vogliamo offrire della città? Sicuramente dispiace perché nonostante i bastoni tra le ruote e le scarse risorse a disposizione facciamo veramente di tutto – ha concluso –  la mia è un’azione di promozione, in tanti mi scrivono e io non so cosa rispondere ora». L’assessore D’Antò, intanto, spiana la strada al nuovo bando : «Le Terme Taurine meritano di essere valorizzate e diventare riferimento per l’intero comprensorio. Ci sono progetti – conclude – già in corso che porteranno quell’area a diventare un’eccellenza sia dal punto di vista archeologico sia turistico termale». Si parla di progetti, di idee e di futuro ma allo stato attuale delle cose i turisti non hanno un collegamento con le Terme Taurine e, come più volte denunciato dal consigliere comunale e capogruppo de La Svolta Massimiliano Grasso, i nuovi pullman sono troppo lunghi e si rivelano inadeguati. Il taglia e cuci sui percorsi viene dimostrato anche dalla soppressione temporanea di alcune fermate della linea E lungo la strada di Torre Valdaliga (località Cerreta), a causa del manto stradale dissestato e si avvisa gentilmente l’utenza che potrà «utilizzare le fermate ubicate lungo la Strada Bagni di S. Agostino, percorrendo circa 1chilometro dalle attuali fermate». In piena estate. Il paradosso: autobus troppo ‘‘nuovi’’ e troppo lunghi per le strade di Civitavecchia.

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Anziano colto da malore nella notte: salvato dai  Vigili del fuoco

SANTA MARINELLA – Brutta avventura di un villeggiante romano, che ieri mattina è stato soccorso in casa dai Vigili del Fuoco, per un malore che lo ha colpito durante la notte. La vicenda ha preso il via intorno alle 9,30 di ieri mattina in un palazzo di via Francesco Crispi quando una signora, vicina di casa dell’uomo, non sentendolo dalla sera precedente, si è preoccupata ed ha avvertito i Carabinieri (distanti dall’abitazione una ventina di metri). I militari dell’arma hanno immediatamente allertato i Vigili del fuoco che sono giunti con un mezzo munito di scala in quanto, l’appartamento di C.C. un pensionato settantacinquenne in vacanza in città, è situato al quarto piano. Con loro, sono arrivati nella zona anche un’auto medica del 118, la Protezione Civile e i Carabinieri della locale stazione. Dopo aver tentato di aprire il portone blindato dell’alloggio del pensionato senza fortuna, in quanto era chiuso dall’interno con la barra di sicurezza inserita, i pompieri hanno deciso di utilizzare la scala, scavalcando le alberature presenti nella zona e puntando la finestra del bagno che era aperta. Dopo essersi introdotti in casa, i  Vigili del fuoco hanno constatato le condizione dell’uomo che era sdraiato sul suo letto in stato confusionale ed hanno fatto entrare il personale medico del 118, i Carabinieri e il presidente della Protezione civile. Mentre una folla incuriosita ha seguito le operazioni di salvataggio dal basso, al quarto piano del palazzo i sanitari stavano riscontrando le condizioni del pensionato, apparse discrete e quindi non in pericolo di vita. Dopo averlo visitato ed effettuato i rilievi pressori, il 75enne è stato trasportato all’ospedale di Civitavecchia per più approfonditi controlli. Nel frattempo la circolazione in via Crispi veniva bloccata, creando qualche problema ai pullman di linea che, nel piazzale della stazione ferroviaria, hanno il loro capolinea, mentre la circolazione stradale sulla statale Aurelia veniva garantita dai Carabinieri e dalla Protezione civile. Ieri mattina, invece, nella zona in cui verranno collocati gli stand della Surf Expo e cioè nei pressi della spiaggia del castello di Santa Severa, gli operatori della Guardia Forestale di Civitavecchia hanno rinvenuto una bomba a mano marca Srcm del 1935 utilizzata nella seconda guerra mondiale. L’ordigno, privo della cuffia che sostiene la sicura, era interrata. Della vicenda sono stati interessati i Carabinieri di Santa Severa e un artificiere del vicino poligono di tiro. La zona è stata evacuata e messa in sicurezza. Molto probabilmente domani arriveranno gli artificieri dell’Esercito per farla brillare.

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###