Ladispoli, le scippano la borsa e fuggono su uno scooter

LADISPOLI – Non solo vetri delle auto infranti mentre si è al mare o a fare una passeggiata all'aria aperta, ora anche gli scippi. Brutta disavventura oggi a Ladispoli, in via Roma, per una donna in biciletta. Uno scooter, con a bordo due ragazzi, si sarebbe avvicinato alla signora scippandole la borsa per darsi subito alla fuga. Ovviamente dell'accaduto sono state prontamente informate le forze dell'ordine alle quali la donna si è rivolta per svolgere regolare denuncia. 

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

''Assurdo chiedere ai commercianti di controllare gli ingressi off limit per le auto''

SANTA MARINELLA – Il consigliere comunale del M5S condivide l’iniziativa del sindaco di istituire l’isola pedonale nel centro storico, ma contesta l’obbligo agli esercenti di provvedere al controllo degli ingressi nella zona off limit per le auto. «Qualche giorno fa ho avuto modo di scrivere a proposito dell’ordinanza che disponeva la chiusura di via della Conciliazione – dice Francesco Settanni – auspicando l’emanazione di un provvedimento organico che prevedesse l’istituzione, nei giorni prefestivi e festivi, di un’isola pedonale che salvaguardasse la godibilità turistico-ricreativa del centro storico. L’amministrazione Tidei, è prontamente intervenuta ed ha emanato una nuova ordinanza in tal senso e noi non possiamo che esprimere il nostro apprezzamento. Ma consentitemi, come si fa a demandare agli esercenti compiti e responsabilità che afferiscono alla materia della pubblica incolumità e sicurezza che sono una precipua ed esclusiva competenza del Sindaco come autorità e dell’amministrazione come struttura preposta? Ci chiediamo a cosa serva un organismo di Polizia Municipale se non a garantire l’ordinato svolgimento delle attività cittadine, adottando anche tutte le precauzioni, predisposizioni e controlli di sicurezza volti a tutelare la pubblica incolumità? Quindi l’iniziativa è  eccellente ma credo che, sulle motivazioni in cui demanda agli esercenti ogni modalità di garanzia di pubblica sicurezza, sia carente”.

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Blocco temporaneo del depuratore a causa di un guasto Enel

LADISPOLI – Blocco temporaneo del depuratore questa mattina a Ladispoli. A quanto pare a causa di un guasto della linea elettrica, l'impianto è rimasto fermo non potendo svolgere appieno il suo servizio. A spiegare quanto accaduto è il delegato alle risorse idriche Filippo Moretti. "Il problema è stato prontamente affrontato e risolto dai tecnici della nostra Flavia Servizi e dai tecnici Enel che hanno provveduto a riparare il guasto sulla linea. Della vicenda sono stati messi a conoscenza sia l'ufficio dell'Area Metropolitana che sovrintende al controllo degli impianti di depurazione, sia la Capitaneria di Porto".

L'incoveniente, come spiegato sempre da Moretti, è durato poche ore e adesso "l'impianto ha ripreso la sua normale attività. Si è scongiurato – ha concluso il delegato – il verificarsi di problemi ambientali anche grazie al continuo monitoraggio che è stato predisposto dalla società Flavia sulle infrastrutture idriche in questo periodo di grande carico causato dall'aumento estivo del numero dei residenti".

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Chiazza in mare a Tarquinia: intervento della Capitaneria

TARQUINIA – Chiazza d'acqua sporcs in mare. Il fenomeno è stato notato in mattinata da alcuni bagnanti: una striscia opaca , di acqua sporca , proveniente, molto probabilmente, dalla foce del Marta è avanzata fino allo stabilimento San Marco.

Immediata la mobilitazione del Comune di Tarquinia che ha prontamente avvisato la Capitaneria di Porto di Civitavecchia, ufficio di Tarquinia, accorsa sul posto per le verifiche.

L’amministrazione comunale rassicura i bagnanti che, in merito a quanto rilevato, verranno effettuati scrupolosi accertamenti per individuare la natura degli sversamenti e la sorgente della fuoriuscita.

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Protezione civile: assistenza in mare e solidarietà

CERVETERI – Sicurezza in mare ma anche accoglienza. È lo spirito con il quale i volontari del Gruppo Comunale della Protezione Civile di Cerveteri domenica mattina hanno ospitato presso la postazione sulla spiaggia libera di Campo di Mare nel progetto ‘Mare Sicuro 2018’ una piccola delegazione di bambini provenienti dal deserto del Sahara. Per i piccoli ospiti, assistiti in questa loro permanenza in zona dalla Pro Loco Marina di Cerveteri, i volontari hanno organizzato una mattinata di gioco e divertimento in acqua, non prima però di avergli fatto fare una bella ed emozionante gita in mare a bordo del gommone che nel week end Protezione Civile e Nucleo Sommozzatori Cerveteri Onlus utilizzano per i pattugliamenti dalla costa.
Ma la presenza della Protezione Civile in spiaggia, con la sua postazione sita alla sinistra dell’associazione Nautica, è anche e soprattutto sicurezza dei bagnanti.
Oltre al normale servizio di controllo, nei giorni scorsi i volontari hanno prestato assistenza ad una giovane ragazza, punta dai tentacoli orticanti di una medusa, che è stata prontamente medicata dal personale di turno. Per ogni informazione sulle attività della Protezione Civile o per chiedere il supporto e il sostegno dei volontari in caso di emergenza, contattare il numero 069941107.

 

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Vecchia, da quest’anno si tiferà dalle 14.30

di MATTEO CECCACCI

Quando i tifosi chiedono qualcosa, il Civitavecchia Calcio 1920 risponde prontamente e accontenta tutti. Così, infatti, è stato sulla richiesta dei moltissimi supporter nerazzurri che da anni volevano uno spostamento di orario delle partite casalinghe presso lo stadio Giovanni Maria Fattori . La società di patron Ivano Iacomelli non ha perso tempo e in meno di un anno ha svolto tutto l’iter burocratico inoltrando la domanda alla Lega Nazionale Dilettanti, che soltanto poco più di due settimane fa ha reso noto l’ok per la gioia della città. Si giocherà, quindi, alle 14.30 e non più alle 11, ma come sempre in ogni buona notizia c’è qualcosa di scomodo e la nota stonata riguardo il prossimo campionato d’Eccellenza ormai alle porte è che le prime gare, solo a tempo determinato, non si disputeranno in casa, ma al campo ‘‘La Cavaccia’’ di Allumiere, almeno per tutto il mese di settembre, per poi tornare di nuovo al Fattori. Intanto continua anche il calciomercato nerazzurro, con l’attesa delle firme di Zagarella e Moneti previste in settimana. 

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

No al tempo pieno per due classi della primaria

di GIULIANA OLZAI

CERVETERI – Affiora un problema nel mondo della scuola che potrebbe diventare una vera emergenza per una cinquantina di famiglie. Il fatto è che il Miur non ha accolto la richiesta dell’organico per il tempo pieno per due classi di Cerveteri per effetto dei tagli della spending review.  
Si tratta di 48 alunni della prima classe della primaria che rischiano la cancellazione dal tempo pieno. Il problema riguarda 29 alunni del Giovanni Cena che hanno fatto l’iscrizione regolare ma è stata accettata con riserva e di altri 19 della scuola di Due Casette che hanno avuto la conferma dell’iscrizione per 40 ore settimanali salvo poi essere annullata.  Ovviamente i genitori alla notizia si sono preoccupati e allarmati e hanno iniziato a muoversi per tentare di trovare una soluzione. 
Va detto che l’orario minimo per assolvere il dovere di istruzione è fissato in 27 ore settimanali, le altre ore in più sono facoltative. 
«Appena avuto la notizia – dice Pamela Baiocchi delegata alle politiche scolastiche – l’Ufficio scuola del Comune si è prontamente attivato e ha inviato il primo giugno una nota al Miur regionale nella quale si chiedeva l’invio dell’organico per il tempo prolungato per le due classi. Per fine luglio stiamo aspettando la risposta definitiva e ufficiale. Quindi tutto è ancora con il punto interrogativo. La richiesta peraltro non è molto esosa visto che si stanno chiedendo due insegnanti in più, uno per ogni classe, per il pomeriggio. E poi c’è la problematica non trascurabile che una di queste scuole, e questo lo abbiamo sottolineato anche nella nota inviata al Miur, quella di Due Casette si trova in una zona di campagna dove non è possibile spostare i bambini nella scuola più prossima, ma devono andare da tutt’altra parte, ossia a Marina di Cerveteri. A questo poi si aggiungerebbe il problema del trasporto scolastico che non va sottovaluto», conclude Baiocchi.  
Sembrerebbe che il Miur sia propenso a tornare sui suoi passi e ad accogliere la richiesta, tuttavia occorre aspettare a fine a luglio per avere le risposte ufficiali. Emergerebbe peraltro che, non si sa per quale motivo, non tutti i genitori interessati siano stati informati dell’inconveniente tanto che se non si arriva a soluzione alcuni troveranno una brutta sorpresa all’inizio dell’anno scolastico. Sembra infatti che mentre alle scuola di Due Casette si è tenuta una riunione ufficiale per informare tutti i genitori, la stessa cosa non è stata fatta per quelli del Giovanni Cena. La speranza di  una soluzione positiva si auspica per quei padri e quelle madri che lavorano perché sarebbe impensabile non poter contare sul tempo pieno.

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Mare mosso, 6 persone in difficoltà a Ladispoli: salvate dai bagnin

LADISPOLI – Doppio salvataggio ieri pomeriggio sulle spiagge ladispolane nei pressi delle torrette 2 e 3 e Marina di San Nicola nei pressi della postazione 19.. Intorno alle 16.15 l'operatore della postazione 2, dopo aver allertato anche la torretta 3 si è lanciato in soccorso di una madre e dei suoi tre figli che a causa delle forti correnti marine non riuscivano a tornare a riva. Del fatto è stata prontamente allertata anche la Capitaneria di Porto e il 118. Una volta riportati i bagnanti a riva gli operatori della Dolphin e del 118 hanno prontamente prestato la dovuta assistenza. 

E sempre ieri, questa volta a Marina di San Nicola, gli assistenti bagnanti sono intervenuti intorno alle 17.20 per una madre e la sua bambina di 9 anni sospinte dal moto ondoso in una buca. Anche in questo caso l'operatore è tempestivamente intervenuto.

"L'Assobalneari esprime piena soddisfazione per questo affiatato gioco di squadra – si legge in una nota – che nella giornata di oggi (ieri, ndr) ha scongiurato più di una tragedia e ringrazia tutti gli operatori della Subsystem, Noah, Dolphin, nonché il Corpo della Capitaneria di Porto e del 118 per i servizi resi alla collettività".

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Mare mosso, 7 persone in difficoltà a Ladispoli: salvate dai bagnini

LADISPOLI – Doppio salvataggio ieri pomeriggio sulle spiagge ladispolane nei pressi delle torrette 2 e 3 e Marina di San Nicola nei pressi della postazione 19.. Intorno alle 16.15 l'operatore della postazione 2, dopo aver allertato anche la torretta 3 si è lanciato in soccorso di una madre e dei suoi tre figli che a causa delle forti correnti marine non riuscivano a tornare a riva. Del fatto è stata prontamente allertata anche la Capitaneria di Porto e il 118. Una volta riportati i bagnanti a riva gli operatori della Dolphin e del 118 hanno prontamente prestato la dovuta assistenza. 

E sempre ieri, questa volta a Marina di San Nicola, gli assistenti bagnanti sono intervenuti intorno alle 17.20 per una madre e la sua bambina di 9 anni sospinte dal moto ondoso in una buca. Anche in questo caso l'operatore è tempestivamente intervenuto.

"L'Assobalneari esprime piena soddisfazione per questo affiatato gioco di squadra – si legge in una nota – che nella giornata di oggi (ieri, ndr) ha scongiurato più di una tragedia e ringrazia tutti gli operatori della Subsystem, Noah, Dolphin, nonché il Corpo della Capitaneria di Porto e del 118 per i servizi resi alla collettività".

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Scarico del carbone: incontro in Regione

CIVITAVECCHIA – È in programma alle 17 un incontro in Regione tra l'assessore ai Lavori Pubblici, Tutela del Territorio e Mobilità Mauro Alessandri e quello al Lavoro Claudio Di Berardino con la Filt Cgil Roma Nord guidata dal segretario Alessandro Borgioni per discutere dello stato di agitazione proclamato dai lavoratori del porto di Civitavecchia a seguito della gara indetta da Enel per il servizio di discarica del carbone.  

“Abbiamo prontamente accolto – spiega l’assessore Alessandri – la richiesta di un incontro urgente da parte della Filt Cgil. Come amministrazione regionale riteniamo necessario approfondire le motivazioni che hanno portato alla proclamazione di uno sciopero dei lavoratori di 7 giorni a partire dalla prossima settimana. Un confronto sulla tematica che proseguirà anche nella giornata di venerdì, quando avrò modo di relazionarmi con il presidente dell’Autorita di Sistema Portuale del Mar Tirreno Centro Settentrionale, Francesco Maria Di Majo, con il quale siamo costantemente in contatto. L’obiettivo della Regione Lazio – conclude Alessandri – è quello di scongiurare l’ipotesi di un fermo prolungato delle attività portuali, che avrebbe ripercussioni sul turismo e sull’economia, e contemporaneamente salvaguardare i livelli occupazionali dello scalo di Civitavecchia, il tutto nel rispetto delle norme che regolano il servizio di discarica del carbone”.

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###