Rifacimento strade, FI: ''Nessuna azienda civitavecchiese invitata"

CIVITAVECCHIA – «I bandi dell’area metropolitana da 750mila euro cadauno per il rifacimento delle strade a Civitavecchia, oltre a essere una beffa per i cittadini costretti a percorrere per quattro anni e mezzo vie ridotte a groviera, sono anche un’occasione persa».

Lo dichiara Forza Italia Civitavecchia che punta il dito contro l’amministrazione a Cinque stelle dopo la notizia che «la procedura ad invito è stata vinta da una ditta di Roma e una addirittura di Bergamo – tuonano gli azzurri – rendendo quindi anche questo insufficiente e tardivo investimento fuori dalla portata delle aziende locali. Non ci crederete – sottolineano da FI –  ma sembra che nessuna azienda di Civitavecchia sia stata invitata per i bandi in questione. Incredibile».

Per gli azzurri si tratta dell’ennesima caduta dei pentastellati. «Aziende – continuano da Forza Italia – che dunque si sono trovate il mercato delle opere pubbliche dapprima chiuso dalla totale immobilismo dell’amministrazione in questo settore per quattro anni, per poi essere escluse dall’unica opportunità di prendere una boccata d’ossigeno a fine mandato. Ciò ci fa pensare che in fondo il Movimento 5 stelle, qui a Civitavecchia, stia semplicemente continuando la sua opera: costruire povertà, in modo da poter poi vantarsi di misure puramente assistenziali ed effimere come il reddito di cittadinanza. Questo territorio – concludono duri gli azzurri – ne è davvero la testimonianza più evidente: zero servizi, zero opere pubbliche da chi non ha mai lavorato in vita sua. Il M5S è semplicemente il partito della disoccupazione».

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Evasione, a Santa Marinella si punta al recupero di quasi 5 milioni

SANTA MARINELLA – La nuova amministrazione comunale ha deciso di dare il via al progetto “Lotta all’allergia fiscale”, cioè recuperare qualcosa come 4,8 milioni di euro evasi negli ultimi cinque anni. 
A beneficiare di questa valanga di denaro che entro breve tempo entrerà nelle casse comunali, non sarà l’attuale maggioranza, ma andrà tra le risorse gestite dalla commissione straordinaria di liquidazione che si è insediata al Comune un paio di giorni fa. 
L’amministrazione dunque, ha dato via libera alla società Municipia, l’azienda che ha in appalto il recupero delle tasse evase, l’invio immediato di circa mille cartelle esattoriale ogni mese, per un totale, come dicevamo, di 4,8 milioni. 
Si tratta di 2,8 milioni di accertamenti e di due milioni di ingiunzioni e fermi amministrativi. Riguardano principalmente Imu, igiene urbana e inflazioni al codice della strada, relative agli anni fino al 2016. La procedura, oltre al pagamento immediato, prevede la rateizzazione in 24 mesi. 
“In dieci anni è passato il concetto di impunità fiscale – dice il sindaco Tidei – in qualche caso di immunità tacitamente offerta agli amici degli amici. Ora bisogna guarire in fretta dall’allergia fiscale e questo cambio di passo metterà alla prova il grado di maturità della comunità cittadina”. 
“Le famiglie in regola – continua il primo cittadino – subiscono già le altre misure rese necessarie dal dissesto, come l’aumento dell’Irpef al massimo e le nuove tariffe dei servizi e per questo la lotta all’evasione è un fattore cruciale di credibilità per questa amministrazione, tanto più che il risultato non figurerà in bilancio, ma andrà tra le risorse gestite dalla commissione straordinaria di liquidazione». 
«Alla base – dunque – conclude Tidei  – c’è solo un elementare principio di equità fiscale, prima gli evasori poi gli altri”. 
Tra nuovi accertamenti e riscossione coattiva si tratta di 3,5 milioni di Imu, oltre un milione di igiene urbana e di 312 mila euro d’infrazioni al codice della strada non pagate.

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Pietro Lucidi è il presidente della Multiservizi

SANTA MARINELLA –La Multiservizi ha un nuovo presidente. Si tratta di Pietro Lucidi, personaggio noto negli ambienti delle amministrazioni comunali per aver rivestito, per tanti anni, l’incarico di segretario comunale. Il primo bando per la nomina del presidente, era scaduto il 15 luglio scorso ed ovviamente erano stati presentati, dai vari candidati, i relativi curriculum. Dopo aver nominato i tre membri del nuovo collegio sindacale, il sindaco si era riservato la facoltà di scegliere anche il presidente. Intanto erano stati eletti il ragioniere Marco Fava con la funzione di presidente del collegio, e i due revisori effettivi il dottor Carlo Romano e la dottoressa Francesca Frusciante. Eletti anche i membri supplenti nelle figure del dottor Vincenzo Nocera e il dottor Mauro Ranieri. Dopo aver indetto il bando pubblico per la nomina del presidente della Multiservizi, a cui avevano risposto tredici candidati, il primo cittadino ha provveduto a valutare i curriculum per verificare se ci fosse la professionalità adeguate all’incarico di amministratore unico della partecipata. Non avendo trovato la figura giusta, il sindaco ha deciso di riaprire i termini della procedura. Anche in questo secondo bando sono stati presentati diversi curriculum, ma questa volta il sindaco ha trovato la figura giunta. Pietro Lucidi, ex segretario generale al Comune di Civitavecchia è nato nel ’49 ad Allumiere. Laureato in Scienze Politiche, ha iniziato subito a rivestire un ruolo importante nelle amministrazioni comunali con la funzione di segretario comunale. Il suo nuovo incarico prevede la presentazione entro novembre il progetto del piano annuale di gestione, entro l’aprile del 2019 il report intermedio dello stato di attuazione del piano e nel settembre del prossimo anno il referto finale di gestione.

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Scilipoti e Quattrini sulla vertenza Sgm: "Un'odissea"

CIVITAVECCHIA – «Siamo ormai a fine settembre e i lavoratori non hanno ancora percepito lo stipendio di agosto. Il disagio ormai è costante e addirittura cresce in questo periodo in cui l’apertura delle scuole e le spese per i libri e materiali didattici rappresentano per le famiglie un ulteriore problema». Lo dichiarano in una nota Fausto Quattrini (Filcams-Cgil) e il consigliere comunale Patrizio Scilipoti, intervenendo sul disagio vissuto dai lavoratori Sgm-Scala Enterprise, impegnati nel servizio hostess e pulizie presso gli edifici comunali. Il sindacato ha già segnalato il problema all’Anac, alla Prefettura, al Comune e alla stessa associazione temporanea di imprese: «Non siamo più disposti a tollerare un atteggiamento del genere da parte dell’azienda. I continui ritardi dei pagamenti degli emolumenti – prosegue la nota – non vengono neanche più comunicati, come se si trattasse di normale procedura e i tempi continuano ad allungarsi. Stigmatizzato il silenzio del sindaco e della maggioranza sulla vertenza, mentre viene auspicato un incontro in Prefettura che coinvolga tutte le parti interessate. «Oggi più che mai – proseguono Scilipoti e Quattrini – serve il lavoro sinergico tra istituzioni e parti sociali per ripristinare un disagio che stanno pagando solo i lavoratori. Questo dimostra che una politica di austerità non funziona né per il lavoro né per i cittadini. Questa vertenza ha preso una brutta piega sin dall’inizio, con la riduzione del 19% del monte ore lavorative. Si traduce l’esigenza di razionalizzazione in una politica che ha gravato solo ed esclusivamente sulla fascia più debole, cioè i lavoratori. Benché – affermano – a fronte di tale taglio, l’amministrazione avesse integrato le ore in appalto, i lavoratori non hanno visto alcun cambiamento».

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

TRIBUNALE CIVILE DI BOLOGNA

Stato di graduazione – Eredita' beneficiata di Fiori Franco nella
procedura pendente presso il Tribunale di Bologna R.G. Vol. 6043/2015
Repubblica Italiana – Repertorio n. 23301 raccolta n. 14921

(TX18ABN9461 )

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Sgm, lavoratori ancora senza stipendio

CIVITAVECCHIA – “Siamo ormai a fine settembre e i lavoratori non hanno ancora percepito lo stipendio di Agosto”. Lo comunica Fausto Quattrini, segretario della Filcams Cgil, che lancia l’ennesimo allarme per quanto riguarda la situazione dei dipendenti dell’associazione temporanea di imprese fra Sgm e Scala Enterprise, addetti alle pulizie, all’accoglienza e ai servizi tecnici e amministrativi presso numerosi uffici del comune di Civitavecchia.

“Il disagio ormai è costante – prosegue Quattrini – e addirittura si accresce in questo periodo in cui l’apertura delle scuole e le spese per libri e materiali didattici rappresentano per le famiglie un ulteriore problema. Nella giornata del 18 Settembre – avvisa il sindacalista – ho provveduto a mandare una segnalazione all’Anac, Prefettura di Roma, Commissione di garanzia all’attuazione dei servizi pubblici essenziali, a Sgm e Scala Enterprise e per conoscenza al comune di Civitavecchia. Non siamo più disposti a tollerare un atteggiamento del genere da parte dell’azienda – tuona Quattrini – i continui ritardi dei pagamenti degli emolumenti non vengono neanche più comunicati, come se si trattasse di normale procedura, e i tempi continuano ad allungarsi. Per questo nella nota, da me inviata, richiedo una nuova e urgente convocazione presso il prefetto che coinvolga tutte le parti interessate dalla problematica”.

Ma alle parole di Quattrini si aggiungono anche quelle del consigliere comunale Patrizio Scilipoti che punta il dito contro l’amministrazione comunale: “Ritengo che il silenzio del Sindaco e della maggioranza sulla vertenza – sostiene Scilipoti – non sia di aiuto, anzi, oggi più che mai, serve il lavoro sinergico tra istituzioni e parti sociali per ripristinare un disagio che stanno pagando solo i lavoratori. Questo dimostra che una politica di austerità, caricandone le conseguenze e i disagi ai cittadini con servizi scadenti e l’assenza di qualunque tutela, non funziona né per il lavoro né per i cittadini. Questa vertenza – continua Scilipoti – ha preso una brutta piega sin dall’inizio, con la riduzione del 19% del monte ore lavorative. Si traduce l’esigenza di razionalizzazione in una politica che ha gravato solo ed esclusivamente sulla fascia più debole, cioè i lavoratori”.

Scilipoti ricorda come a fronte del taglio il Comune avesse integrato le ore in appalto con una determina ma, ad oggi, non c’è stato ancora nessun cambiamento e chiede che fine abbiano fatto quelle ore.

“Infine – conclude Scilipoti – risulta siano state effettuate assunzioni non tenendo conto delle lavoratrici e lavoratori della Miorelli che sono stati scorporati dall’appalto e che oggi effettuano servizio presso il tribunale con una riduzione del 70% circa dell’orario di lavoro, in deroga ai parametri contrattuali previsti e che vede il livello salariale medio di 300 euro al mese”.

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

POLITECNICO DI MILANO – GRADUATORIA

Approvazione degli atti e graduatoria della procedura di selezione,
per esami, per la copertura di un posto di categoria D, a tempo
indeterminato e pieno trentasei ore settimanali, area
amministrativa gestionale, per l'Area sviluppo e rapporti con le
imprese.
(18E09271)

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

UNIVERSITA' DI SALERNO – CONCORSO (scad. 18 ottobre 2018)

Procedura di valutazione comparativa per la chiamata di un professore
di prima fascia, per il Dipartimento di scienze del patrimonio
culturale.
(18E09268)

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

POLITECNICO DI MILANO – GRADUATORIA

Approvazione degli atti e graduatoria della procedura di selezione,
per esami, per la copertura di un posto di categoria C, a tempo
indeterminato e pieno trentasei ore settimanali, area tecnica,
tecnico-scientifica ed elaborazione dati, per il Polo territoriale
di Cremona.
(18E09272)

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

UNIVERSITA' DI SALERNO – CONCORSO (scad. 18 ottobre 2018)

Procedura di valutazione comparativa per la chiamata di tre
professori di seconda fascia, per vari Dipartimenti

(18E09269)

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###