Minniti si ritira: «Lo faccio per il Pd». Tensioni con Renzi, che replica: «Non faccio il burattinaio del congresso»

L’ex ministro non sarà alle primarie: «Con grande sofferenza, ma con altrettanto senso di responsabilità». L’ex premier duro: «Non chiedetemi di star dietro alle divisioni del Pd, non le capisco. Mi preoccupo per il Paese, che è più importante anche del Pd»

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Primarie Pd, non si placano le polemiche

CIVITAVECCHIA – Non si placano i commenti al risultato delle elezioni primarie regionali del Partito democratico che hanno visto la vittoria di Astorre su Mancini. 
Dopo Marietta Tidei e Valentino Carluccio questa volta è Mirko Mecozzi a prendere parola: «In vista delle prossime elezioni amministrative crediamo che il risultato delle primarie consegni un quadro di sostanziale equilibrio fra le forze in campo, ragion per cui auspichiamo che si possa aprire una serena e costruttiva discussione sul futuro della città che evidentemente non potrà passare attraverso alcuna forma di imposizione di candidature precostituite e di vecchi accordi, bensì attraverso il merito, il rinnovamento e la valorizzazione delle figure dirigenti nell’interesse della città». Non la pensano in questa maniera Stefano Giannini e Claudia Feuli (che non si è schierata nel corso della disputa regionale). I due dem, accoppiati nella corsa elettorale alle ultime amministrative,  sottolineano la vittoria di Astorre e si stupiscono delle parole di Marietta Tidei che nei giorni scorsi aveva criticato l’impegno degli ex Sel di  Luciani nella corsa alle  primarie Pd: «E’ un area che è sempre stata fondamentale per il centrosinistra in questa città a partire da quando nel 2012 contribuì all’elezione del sindaco Pietro Tidei, passando per l’elezione della allora deputata Marietta Tidei con le parlamentarie del Pd per arrivare all’elezione di Nicola Zingaretti che ha voluto un’ampia coalizione che si è dimostrata poi la sua forza. Stupisce leggere l’articolo di Marietta Tidei che ha più il sapore dello sfogo che non un intervento di un consigliere regionale che rappresenta questo territorio. Il fatto che la competizione l’abbia vista sfavorita in quanto capolista della mozione Mancini non dovrebbe essere vista come una sconfitta personale ma come un confronto tra mozioni congressuali che hanno ottenuto entrambe un grande consenso». In sintesi Giannini e la Feuli riportano in versione ufficiale la schermaglia avvenuta su Facebook in cui proprio Marietta Tidei. Da una parte Tidei che ripeteva il concetto della vittoria frutto di altri (con tanto di foro ritraente volti noti della Cpc) dall’altra Giannini che sottolineava come quelle stesse persone l’avessero votata in altri contesti.

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Mariella Cammilletti eletta all’assemblea regionale del Pd

ALLUMIERE – L’allumierasca Mariella Cammilletti eletta all’assemblea regionale del Pd. Ad Allumiere e Tolfa sabato si sono svolte, come in tutti i Comuni d’Italia, le elezioni primarie del Pd: ad Allumiere netto trionfo della lista Astorre e con lui vittoria della collinare Mariella Cammilletti capolista della lista Rigenerazione Democratica con Astorre; a Tolfa invece vittoria di ‘’Avanti Insieme Mancini segretario’’ che sosteneva Mancini e aveva come capolista l’onorevole Marietta Tidei che già fa parte di diritto dell’assemblea regionale del Lazio. Ad Allumiere ben 582 sono stati coloro che hanno votato ed espresso le loro preferenze dimostrando grande partecipazione democratica alle primarie aperte del PD. Vittoria netta per il nuovo segretario regionale Bruno Astorre con 434 preferenze, secondo Mancini con 137 e poi Alemanni con 8 preferenze. Grazie a questo risultato,  Mariella Cammilletti è entrata a far parte dell’assemblea regionale. «Nella nottata con Fabio Quartieri e Fabio Fronti visto il bel risultato ottenuto da Astorre ad Allumiere e Santa Marinella siamo andati a Roma, presso il comitato elettorale e con tanti amici,  abbiamo festeggiato il risultato finale, vittoria con il 70% – commenta il sindaco Pasquini – strabiliante il risultato ottenuto da Astorre ad Allumiere tanto che ha triplicato il risultato del candidato Mancini e che mostra quanto i cittadini di Allumiere sostengano Astorre che in questi anni sempre ci è stato vicino, ci ha supportati e ha ascoltato le nostre isranze. Sia a livello regionale che locale è una politica givane e dinamica attenta al locale. Siamo felicissimi per l’affermazione di Mariella Cammilletti, la sua presenza nell’assemblea regionale porterà Allumiere sempre più al centro del territirio sia dal punto di vista politico che amministrativo. Abbiano chiesto noi a Roma di avere un capolista di Allumiere e abbiamo scelto Mariella perche’ la riteniamo pronta a lavorare al meglio. Un ringraziamento ad Allumiere ci viene da parte del segretario regionale e Senatore BrunoAstorre, dal presidente del Consiglio Regionale Daniele Leodori, e dal capo segreteria PaoloBianchini. Un grazie speciale mio a tutti coloro che sabato ad Allumiere hanno collaborato per raggiungere questo grande risultato. Insieme si va più lontano». Meno partecipate le elezioni a Tolfa dove i votanti sono stati 153, tra questi ci sono stati due schede bianche. La lista ‘’Avanti Insieme con Mancini segretario’’ ha ottenuto 61 preferenze; ‘’Controcorrente per Alemanno’’ 56 preferenze; le tre liste che sostenevano Bruno Astorre ‘’Roma e Provincia Democratica con Bruno Astorre’’, ‘’Cambiamo con Bruno Astorre’’ e ‘’Rigenerazione Democratica con Bruno Astorre’’ hanno ottenuto rispettivamente 7 voti, 7 voti e 20 voti.

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Tidei su vittoria di Astorre a Civitavecchia: ''Determinante la Compagnia Portuale''

CIVITAVECCHIA. Marietta Tidei commenta i risultati delle primarie regionali del Pd a Civitavecchia. "Desidero innanzi Tutto formulare  le mie congratulazioni a Bruno Astorre – spiega la consigliera regionale -, nuovo segretario regionale del PD ma anche ringraziare i quasi mille iscritti e simpatizzanti del pd che hanno consentito alla lista Avanti insieme con Mancini di risultare la lista più votata a Civitavecchia e di ottenere su questo collegio il risultato più importante della Provincia di Roma. Vorrei con grande serenità esprimere qualche considerazione. La prima che emerge è che le primarie di sabato non sono state le primarie del PD. Determinante, infatti, è stato l'apporto della Compagnia Portuale di Civitavecchia che, in maniera molto organizzata, ha convogliato a favore di Bruno Astorre tutte le sue forze e quelle delle entità satelliti. Abbiamo visto, a presidio del seggio, i vertici della Compagnia Portuale, compreso il presidente, il coordinatore e molti componenti del direttivo della ex Sel che hanno seguito, penna alla mano, dentro e fuori la struttura, l'afflusso delle persone e addirittura lo spoglio. Senza nulla togliere al tanto lavoro che hanno svolto i tradizionali sostenitori di Astorre, è chiaro che la partecipazione alle primarie è stata drogata. Civitavecchia ha visto al voto 2163 persone. In molti municipi di Roma molto più popolosi di Civitavecchia, le cifre non arrivano a 1000. A Guidonia, comune che ha quasi il doppio degli abitanti di Civitavecchia, le adesioni sono state poco più di un migliaio. Il dato di Civitavecchia, visto anche lo stato di tragica inattività del partito, è difficilmente giustificabile. Gioire della partecipazione come fa il segretario Ferri è comprensibile solo tenendo ben presente la sua palese inesperienza".

L'ex deputata spiega quindi quelle che sono per lei le possibilità dopo questo risultato. 

"Prendiamo atto della situazione – dichiara – e ci aspettiamo che tutta l'area che ha gravitato intorno agli ex Sel, entri ufficialmente nel partito. E che lo faccia a tutti i livelli istituzionali. Ci aspettiamo, inoltre, che cadano le "riserve di caccia" e che sia possibile discutere, nel partito, anche del destino del porto, senza che qualcuno gridi "il porto siamo solo noi e nessuno si azzardi a parlarne”. Perché entrare in un partito vuol dire discutere e condividere le decisioni. Tutte. In questo caso sarà possibile verificare quale è il tessuto connettivo di coloro che danno sempre lezioni da sinistra al pd con la parte ex democristiana del partito. Ci auguriamo, inoltre, che da compagni di partito, smettano di insultare veementemente e periodicamente il pd, i suoi dirigenti locali e nazionali. Se questo accadrà ne saremo felici. Se questo non dovesse accadere sarà chiaro che si è trattato solo di un tentativo di acuire le divisioni interne al Pd. Facendo finta di essere amici. E sarà chiaro che, se non ci saranno quegli ingressi e quelle adesioni, il movente di chi ha gonfiato le primarie sarà stato quello di condizionare, per i propri interessi politici, la vita di un altro partito. Noi vogliamo ripartire dai tanti che ci hanno sostenuto, aprendo una discussione sul futuro della città a 360 gradi. Auguri di nuovo a Bruno Astorre. Gli auguriamo un sereno e proficuo mandato".

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Primarie Pd: vince Astorre anche a Civitavecchia

CIVITAVECCHIA. Astorre è il nuovo segretario regionale del Pd. Le primarie hanno premiato l’uomo forte di Zingaretti.

A Civitavecchia il risultato più sorprendente è stato quello dell’affluenza: 2140 persone al voto. Se si pensa che quando il partito era al 40% i votanti delle primarie erano stati 1500 ci si può rendere conto dell’immensa mole di persone movimentate per queste primarie.

A vincere anche a Civitavecchia è stato Astorre che si è imposto con 1132 preferenze con le sue tre liste. Male, anzi malissimo Alemanni che raccoglie solo 10 preferenze. Mancini si è fermato a quota 986.

Questo risultato impone al Partito Democratico una pausa di riflessione. La geografia politica è infatti cambiata. A vincere è stato l’asse Carluccio-Barbaranelli con il supporto determinante di Luciani che sostenevano Astorre. Si apre quindi uno scenario interno alla segreteria importante con Mecozzi e la componente Tidei spinti verso l’opposizione. Marco Piendibene, capolista a supporto di Astorre, potrebbe giovare di questo scenario nella sua corsa al Pincio.

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Primarie regionali del Pd: gli appelli al voto

CIVITAVECCHIA – Tutto pronto per le primarie regionali del Pd a Civitavecchia. Astorre e Mancini si lotteranno il primato cittadino, spallegiati da diversi esponenti locali. La componente Tidei si è apertamente schierata con Mancini, mentre Barbaranelli, Carluccio e gli ex Sel di Luciani sembrano indirizzati verso Astorre.

Senza partner locali invece l'outsider Alemanni. Di seguito gli appelli al voto arrivati in redazione. 

Mancini: "Sabato 1° dicembre dalle 8 alle 21 presso la palestra del Pincio si voterà per scegliere il nuovo segretario del Pd del Lazio. Per votare non c'è bisogno di essere iscritti al partito: la partecipazione è libera. Abbiamo deciso di sostenere la candidatura di Claudio Mancini, amico di lungo corso, oggi deputato. Crediamo che Claudio sia la persona giusta per rilanciare il Partito democratico, garantendo un ascolto attento alle esigenze e ai problemi del territorio e dei cittadini. Abbiamo bisogno di un partito aperto, che sia da stimolo all'amministrazione regionale che sta facendo bene e allo stesso tempo un laboratorio permanente di idee e di progetti. Invitiamo quindi  amici e simpatizzanti del PD a barrare il simbolo Avanti, Insieme Mancini Segretario. Il voto a Mancini andrà direttamente anche a Marietta Tidei, capolista e a Mirko Mecozzi, candidato nella sua lista".

Astorre: "Noi sosteniamo Bruno Astorre sicuramente per una questione di coerenza politica ma anche perché e un uomo del territorio con esperienza, passione e grande impegno. Le ragioni della sua mozione congressuale sono:
1-in questi anni il grande nemico del PD e stata la parola "IO" adesso si deve parlare di "NOI"
2-sulpiano politico riferimento chiaro il modello politico di Zingaretti con alleanze politiche e sociali ampie e plurali
3-investire nei territori, lavorare per un partito regionale Unito e meno litigioso.
Tre parole chiare per la impegno di Astorre: unità, umiltà, umanità.
Invitiamo tutti gli elettori a sostenere Astorre con la lista " Cambiamo" dove sono candidata per assemblea generale".

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Primarie regionali del Pd: gli appelli al voto

CIVITAVECCHIA – Tutto pronto per le primarie regionali del Pd a Civitavecchia. Astorre e Mancini si lotteranno il primato cittadino, spallegiati da diversi esponenti locali. La componente Tidei si è apertamente schierata con Mancini, mentre Barbaranelli, Carluccio e gli ex Sel di Luciani sembrano indirizzati verso Astorre.

Senza partner locali invece l'outsider Alemanni. Di seguito gli appelli al voto arrivati in redazione. 

Mancini: "Sabato 1° dicembre dalle 8 alle 21 presso la palestra del Pincio si voterà per scegliere il nuovo segretario del Pd del Lazio. Per votare non c'è bisogno di essere iscritti al partito: la partecipazione è libera. Abbiamo deciso di sostenere la candidatura di Claudio Mancini, amico di lungo corso, oggi deputato. Crediamo che Claudio sia la persona giusta per rilanciare il Partito democratico, garantendo un ascolto attento alle esigenze e ai problemi del territorio e dei cittadini. Abbiamo bisogno di un partito aperto, che sia da stimolo all'amministrazione regionale che sta facendo bene e allo stesso tempo un laboratorio permanente di idee e di progetti. Invitiamo quindi  amici e simpatizzanti del PD a barrare il simbolo Avanti, Insieme Mancini Segretario. Il voto a Mancini andrà direttamente anche a Marietta Tidei, capolista e a Mirko Mecozzi, candidato nella sua lista".

Astorre: "Noi sosteniamo Bruno Astorre sicuramente per una questione di coerenza politica ma anche perché e un uomo del territorio con esperienza, passione e grande impegno. Le ragioni della sua mozione congressuale sono:
1-in questi anni il grande nemico del PD e stata la parola "IO" adesso si deve parlare di "NOI"
2-sulpiano politico riferimento chiaro il modello politico di Zingaretti con alleanze politiche e sociali ampie e plurali
3-investire nei territori, lavorare per un partito regionale Unito e meno litigioso.
Tre parole chiare per la impegno di Astorre: unità, umiltà, umanità.
Invitiamo tutti gli elettori a sostenere Astorre con la lista " Cambiamo" dove sono candidata per assemblea generale".

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Primarie Pd: si vota il 3 marzo. Corsa a 7 per la segreteria (solo una donna). Richetti si ritira e appoggia Martina

La direzione del partito vara la data per il voto ai gazebo: il nuovo leader sar� scelto a meno di tre mesi dalle elezioni europee. Il fondatore della Leopolda lascia e appoggia il segretario uscente

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###