Occupazione, Bertolo (PD): ''Tavolo di crisi da istituire quanto prima''

CIVITAVECCHIA – “Auspico che il tavolo di crisi sia istituito quanto prima”. Lo dichiara Dario Bertolo dalla direzione del Pd locale. Il dem plaude alla richiesta di Onda popolare di una maggiore attenzione sui temi di occupazione e sviluppo.

Problematiche che, secondo Bertolo, “debbono infatti avere una attenzione primaria in un contesto quale quello cittadino e comprensoriale – spiega – che negli ultimi anni ha vissuto gravi situazioni di crisi e una colpevole assenza delle istituzioni locali. Bisognerà pur chiedersi le ragioni della mancata crescita dell’economia civitavecchiese che, nonostante sia inquadrata in un ambito potenzialmente favorevole a dinamiche di sviluppo legate prevalentemente agli insediamenti dell’Enel e del porto, non registra incrementi occupazionali né a lungo né e breve termine. Al contrario – incalza Bertolo – viviamo ancora un peggioramento complessivo, controtendenza rispetto alla lenta e sofferta ripresa a livello nazionale”.

Secondo Bertolo il fatto che alcune forze politiche e associazioni vogliano affrontare questi temi è uno stimolo che non deve essere lasciato cadere.

“Concordo – dichiara Bertolo – sul fatto che il cammino, necessariamente, dovrà coinvolgere quanti più soggetti possibili riferendomi in particolare ai sindacati, alle associazioni di categoria, alla Regione e in generale alle Istituzioni tutte, elementi imprescindibili di un progetto serio di rilancio cittadino”.

Bertolo guarda al futuro e anche ad eventuali “alleanze per costituire – conclude il dem – argine alle dinamiche populiste, pauperistiche e di destra che stanno negli ultimi tempi conquistando posizioni”. 

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Bertolo (PD): ''Tavolo di crisi da istituire quanto prima''

CIVITAVECCHIA – “Auspico che il tavolo di crisi sia istituito quanto prima”. Lo dichiara Dario Bertolo dalla direzione del Pd locale. Il dem plaude alla richiesta di Onda popolare di una maggiore attenzione sui temi di occupazione e sviluppo.

Problematiche che, secondo Bertolo, “debbono infatti avere una attenzione primaria in un contesto quale quello cittadino e comprensoriale – spiega – che negli ultimi anni ha vissuto gravi situazioni di crisi e una colpevole assenza delle istituzioni locali. Bisognerà pur chiedersi le ragioni della mancata crescita dell’economia civitavecchiese che, nonostante sia inquadrata in un ambito potenzialmente favorevole a dinamiche di sviluppo legate prevalentemente agli insediamenti dell’Enel e del porto, non registra incrementi occupazionali né a lungo né e breve termine. Al contrario – incalza Bertolo – viviamo ancora un peggioramento complessivo, controtendenza rispetto alla lenta e sofferta ripresa a livello nazionale”.

Secondo Bertolo il fatto che alcune forze politiche e associazioni vogliano affrontare questi temi è uno stimolo che non deve essere lasciato cadere.

“Concordo – dichiara Bertolo – sul fatto che il cammino, necessariamente, dovrà coinvolgere quanti più soggetti possibili riferendomi in particolare ai sindacati, alle associazioni di categoria, alla Regione e in generale alle Istituzioni tutte, elementi imprescindibili di un progetto serio di rilancio cittadino”.

Bertolo guarda al futuro e anche ad eventuali “alleanze per costituire – conclude il dem – argine alle dinamiche populiste, pauperistiche e di destra che stanno negli ultimi tempi conquistando posizioni”. 

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

"Giornata del mare": 200 studenti protagonisti al porto

CIVITAVECCHIA – In occasione della “Giornata del mare e della cultura marinara”, finalizzata a sviluppare la cultura del mare inteso come risorsa di grande valore culturale, scientifico, ricreativo ed economico, sono stati 200 gli studenti che oggi sono stati coinvolti dalla Guardia Costiera e dall’Adsp per vivere una intera mattinata a contatto con la realtà portuale. Da Molo Vespucci alla Darsena Romana i ragazzi sono stati protagonisti di un percorso formativo/didattico legato al mare molto interessante. 

La mattinata è stata infatti dedicata alla visita del porto di Civitavecchia, realtà in grado di rappresentare concretamente il ruolo dell’economia marittima e di mostrarne efficacemente l’evoluzione attraverso le storiche infrastrutture romane e rinascimentali.

Il percorso ha previsto una breve presentazione introduttiva presso la Sala convegni dell’Autorità portuale; gli studenti, dopo un breve spaccato dell'operatività del porto commerciale, hanno proseguito verso la storica “darsena romana”, sede della importante flotta peschereccia locale e dei mezzi nautici del Corpo. Senza tralasciare il lato ricreativo e sportivo della risorsa mare, aspetto di primaria importanza per i giovani, sottolineato dalle delegazioni della Lega Navale laziale, sono state poi mostrate attività di canottaggio compiute nelle acque antistanti dall’associazione “Mare Nostrum”, impiegata in attività di allenamento in vista del prossimo Palio Marinaro di Santa Fermina. Allo stesso modo, l’associazione “Amici della Darsena Romana” ha fornito uno spaccato del mondo della vela attraverso brevi sortite in mare.

La mattinata all’insegna della cultura marinara, si è conclusa con una visita guidata del Forte Michelangelo. "L’entusiasmo e la collaborazione riscontrata nell’organizzazione della manifestazione da parte degli istituti scolatici, enti ed associazioni coinvolte – hanno commentato dalla Guardia Costiera – ha permesso di seminare elementi di progettualità che potranno costituire l’architettura da condividere per l’organizzazione della “Giornata del mare” 2019, in modo da guidare le classi prime degli Istituti secondari di primo grado in un percorso di crescita basato su una maggiore consapevolezza della risorsa mare e delle sue potenzialità".

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Reality, Federica Messa è il primo nome svelato dei sei partecipanti

TARQUINIA – Il conto alla rovescia può partire, e i primi misteri cominciano a diradarsi: “Tarquiniesi: sui passi degli Etruschi”, il primo reality interamente girato nella Tuscia, inizia a prendere forma. Da oggi e per i prossimi giorni, uno ad uno, verranno svelati i nomi dei sei concorrenti – sei donne e sei uomini – che guidati da Flo, leader del gruppo, vivranno tre giorni di avventura a contatto con la natura scoprendo i tesori etruschi.
Ed il primo nome rivelato è quello di una ragazza, occhi scuri grandi ed un sorriso perennemente acceso, con una smisurata passione per il mondo Disney: ha 21 anni e si chiama Federica Messa.
Studentessa a Roma in scienze della formazione primaria – “perché vorrei diventare una maestra d’asilo o elementari”, spiega – Federica vive con entusiasmo l’opportunità del reality. “Mi piace fare nuove conoscenze e vivere esperienze nuove – rivela – e non mi spaventa l’idea di questi tre giorni d’avventura, anzi mi diverte”.
Single, ragazza solare, festaiola e coraggiosa – come ha tenuto a descriversi durante i casting – Federica ha solo una fobia molto particolare: “Quella per l’ombelico – rivela ridendo – ma non quello degli altri, il mio!”.
Su Facebook ed Instagram, nelle pagine di “Tarquiniesi”, è possibile scoprire di più su di lei, in attesa di conoscere i nomi degli altri concorrenti che, poi, il pubblico di curiosi potrà vedere tutti assieme all’opera nelle due prove preliminari di sabato 14, nel corso della Festa della Merca, e sabato 21 aprile, al Parco Avventura Riva dei Tarquini. 
Ad inizio maggio, poi, il via all’avventura vera e propria, tra la natura e la magia dei siti etruschi, con la possibilità di votare il proprio personaggio .
“Sui passi degli Etruschi” è un’ulteriore tappa del format “Tarquiniesi”, organizzato dall’Associazione Juppiter in collaborazione con il Comune di Tarquinia e con il supporto dello staff di #checinema. Un format tutto incentrato sul concetto di resilienza – cioè alla forza e determinazione di una comunità di essere coesa, unita e generosa nell’affrontare e superare le difficoltà – al senso di appartenenza alla città. Valori che, più o meno metaforicamente, dovranno saper incarnare anche i protagonisti di questo inedito reality. Senza dimenticare la natura ed il rispetto per la stessa: da qui nasce l’idea delle biciclette elettriche nell’ottica di promuovere una mobilità più sostenibile.
 

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Forza Italia e Pd chiedono tolleranza zero contro i vandali

CIVITAVECCHIA – Sul nuovo attacco vandalico ai danni della scuola elementare Gianni Rodari interviene la politica locale ed in particolare la vicecoordinatrice di Forza Italia Emanuela Mari. «E’ ora di dire basta a questa escalation di violenza che sta colpendo la nostra città nella parte più sensibile ovvero nei luoghi deputati all’istruzione primaria dei nostri bambini. E’ ora che si prenda il toro per le corna – continua l’esponente azzurro – è giunta ora che l’amministrazione in primis di concerto con le forze dell’ordine mettano in campo tutti gli strumenti che la legge ci mette a disposizione. E’ sbagliato derubricare questi gesti vergognosi come semplici atti vandalici, questi sono dei veri e propri atti di violenza».
Secondo la Mari «visti i costi che la comunità tutta deve sostenere per la riparazione dei danni, sarebbe il caso che si intervenisse in maniera strutturale per mettere in sicurezza i plessi». Sull’argomento interviene anche una parte del Partito Democratico. «Vogliamo esprimere la nostra più sincera solidarietà agli insegnanti, a tutto il personale scolastico, alle famiglie ed ai ragazzi per i disagi subiti a seguito dell’ennesimo atto vandalico presso la scuola Rodari. Simili gesti, i cui responsabili speriamo siano individuati al più presto, vanno denunciati con forza senza cercare alibi o giustificazioni – dichiarano Jenny Crisostomi, Roberto Fiorentini, Enrico Leopardo, Marina Pergolesi e  Andrea Riga -.Al degrado, agli atti vandalici ed ai danneggiamenti bisogna rispondere con maggiore sicurezza ed un profondo mutamento culturale che deve partire dall’esempio e dall’insegnamento della legalità declinata in ogni istante della vita».

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Un paese colorato da tante maschere

ALLUMIERE – Una festa riuscitissima e speciale quella promossa dalla scuola Primaria di Allumiere. 
Tutte le bravissime docenti collinari insieme ai genitori, alle associazioni e alle maestranze del paese hanno aiutato i bambini a creare le maschere con materiali riciclati e a conoscere in maniera giocosa ed esperenziale il proprio territorio e il suo ricco patrimonio. Una allegra e festosa sfilata ha colorato e infiammato le vie del paese portando ovunque allegria e familiarità. In piazza, poi, c’è stata la ricca merenda offerta dalla cooperativa che gestisce anche in maniera eccezionale la mensa. 
Adulti e bambini sono rimasti estasiati dalla bellezza dei lavori realizzati dai vari alunni con i quali è stata allestita la mostra (a cura della scuola) la cui chiusura, a seguito della tanta partecipazione, è stata rimandata di una settimana.
Per le vie del paese gli alunni e le docenti delle prime elementari hanno rappresentato: ‘’Le api e il miele’’; le seconde ‘’L’orto’’; le terze ‘’L’uva e il vino’’; le quarte ‘’L’olio, le olive e il pane’’; le quinte, infine: ‘’Funghi, castagne e fichi’’.
 «La sfilata è andata benissimo e siamo tutte orgogliose – spiega la maestra Maria Paola Antonacci responsabile del progetto – c’è stata veramente tanta partecipazione. Il colorato corteo, però, è il frutto dinun percorso cominciato con il museo, poi con gli incontri con l’esperto agronomo Enrico Borgi; poi sono seguiti i laboratori con l’esperta Francesca Regina. Ogni docente, poi, in classe ha tenuto lezioni con approfondimento. Ci sono state poi delle particolari e utili uscite didattiche: abbiamo visitato l’apiario del professor Dante Simonetto, il panificio dei fratelli Pistola e il frantoio di Allumiere». 
Le insegnanti ringraziano i genitori che si sono resi partecipi dell’iniziativa e che hanno messo a disposizione della scuola la loro energia e la loro creatività,  il Comune nella figura dell’assessore alla Cultura e Pari Opportunità Brunella Franceschini, il museo di Allumiere coordinato dalla signora Maria Bentivoglio e i volontari della Protezione Civile.
Complimenti ai docenti, ai bambini, agli esperti, ai vigili urbani, ai volontari Prociv e a tutti coloro che hanno collaborato da parte del sindaco Antonio Pasquini, degli assessori Brunella Franceschini e Luigi Artebani e di tutta l’amministrazione comunale. 
Rom. Mos.

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Sulla mensa della scuola primaria arriva anche la verdura biologica dei Monti della Tolfa

TOLFA – "Dopo la carne biologica arriva sui tavoli della mensa della scuola Primaria di Tolfa anche la verdura biologica coltivata nei  Monti della Tolfa". Ad annunciarlo il consigliere comunale di maggioranza Antonio Stefanini, il quale evidenzia anche: "Da giovedìscorso è stata effettuata la prima fornitura di insalata (lattuga, canasta bianca e rossa, foglia di quercia bianca e rossa ) proveniente dalleproduzioni dell’azienda agricola locale che pratica solo ed esclusivamente coltivazione con metodo biologico in pieno campo seguendo cicli e tempi naturali della terra senza uso di anticrittogamicie fitofarmaci chimici". Stefanini rimarca poi con soddisfazione: "Un altro importante tassello è stato messo: dopo la carne è stata la volta della verdura (avvenuta ora e non prima poiché ora è arrivata a ''maturazione''). Questo è un ulteriore passo in avanti, importante ma non l’ultimo: il nostro cammino, infatti, non si ferma e già siamo a lavoro per la fornitura di pasta biologica. Il nostro obbiettivo attraverso il capitolato sulla gestione della mensa dettagliato mira a privilegiare la territorialità e ad accrescere la qualità, la sostenibilità, la stagionalità e la sicurezza delle mense scolastiche. Attraverso l’Università Agraria l’utilizzo di carne maremmana e attraverso altre aziende del territorio la fornitura , come avvenuto per la verdura, di altri prodotti da portare sulla tavola dei nostri piccoli alunni". Soddisfatto il sindaco Luigi Landi: "Tutto questo fa parte di un più amplio progetto di sviluppo e sostenibilità del nostro territorio che stiamo portando avanti col consigliere Stefanini, con gli altri consiglieri, con l’Università Agraria e con la collaborazione dei nostri produttori e che si associa ad altre iniziative che stiamo mettendo in atto come il mercato a Km0, il Biodistretto dei Monti della Tolfa, ilmarchio di qualità, Città Slow International e molto altro. Il nostroscopo è la promozione dei nostri prodotti  e lo sviluppo dei nostri produttori che seguono i sani principi del buono, pulito e giusto”.(Rom. Mos.)

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Allumiere, oggi sfilata di primavera

di ROMINA MOSCONI 

ALLUMIERE – Tutto pronto ad Allumiere per la grande sfilata che si terrà oggi per le vie del paese promossa dall’Istituto Comprensivo Tolfa Allumiere. La sfilata sarà allegra, colorata e ogni bambino e docente del plesso di Allumiere sfilerà con maschere e carri sul tema: ‘‘Mangio e bevo in allegria’’ a conclusione del progetto ‘‘Ieri e oggi: il territorio e le sue risorse naturali’’. Il tutto nasce dalla collaborazione fra la scuola collinare il museo di Allumiere e dalla volontà dell’insegnante referente del progetto ‘‘Sfilata di Primavera’’ Maria Paola Antonacci e di tutto il corpo docente di chiudere al meglio e in maniera allegra e significativa il progetto portato avanti durante l’anno. Questa manifestazione si doveva svolgere nell’ultima settimana di carnevale, ossia l’8 febbraio, ma con decisione unanime era stata rinviata per lutto dopo la prematura scomparsa della piccola Elettra collaborazione con il progetto “Museo civico di Allumiere”. I bambini della scuola Primaria, magicamente trasformati in prodotti tipici locali con maschere realizzati in cartone e materiali riciclati, daranno vita ad una festosa sfilata che terminerà al museo civico (in piazza della Repubblica) dove, per l’occasione, saranno esposti i meravigliosi lavori elaborati dagli alunni e allestiti laboratori tematici con degustazione di prodotti tipici. L’evento è aperto a tutta la comunità, ai genitori e a chi vuole partecipare. Le insegnanti vogliono ringraziare i genitori che si sono resi partecipi dell’iniziativa e che hanno messo a disposizione della scuola la loro energia e la loro creatività aiutandoci a fare le maschere contribuendo con la scuola a dar vita a un momento di aggregazione sociale e culturale. «Si ringrazia inoltre – spiega la docente responsabile del progetto, Maria Paola Antonacci – il Comune nella figura dell’assessore alla Cultura e Pari Opportunità Brunella Franceschini, il museo di Allumiere coordinato dalla signora Maria Bentivoglio e i volontari della Protezione Civile. Invitiamo tutti a partecipare». 

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Semi di pace, 4mila euro donati alla popolazione di Norcia

TARQUINIA – Sono stati donati 4mila euro a famiglie e aziende di Norcia colpite dal terremoto. I fondi, raccolti con l'iniziativa solidale di Natale "Cuore al Centro", sono stati consegnati il 9 marzo da una delegazione di Semi di Pace e dell'istituto "Santa Rosa" di Viterbo che ha incontrato il vescovo della diocesi di Spoleto Norcia Renato Boccardo. «L'obiettivo dell'iniziativa era di contribuire, nel suo piccolo, alla ricostruzione dei legami sociali ed economici dell'area. – spiega la onlus di Tarquinia – Anche quest'anno abbiamo potuto contare sulla generosità di tantissime persone e sul prezioso  impegno dei volontari. Un ringraziamentoall'istituto "Santa Rosa" che ci ha supportato nell'iniziativa. Ci piace pensare che con questo gesto la comunità di Norcia possa sentire la vicinanza e l'affetto di tutti». Nel 2017  l'associazione aveva donato 8mila euro all’IC “A. De Gasperi – R. Battaglia” per sostenere le attività didattiche. «La nostra attività di solidarietà guarda all'Italia e all'ambito internazionale. – conclude la onlus – In queste settimane stiamo portando avanti "Una colomba per un sorriso", la vendita delle colombe pasquali per raccogliere fondi al fine di garantire istruzione, cibo e assistenza medica per i bambini nei Paesi in via di sviluppo, completare la scuola primaria “Saint Jean” in Camerun, sostenere 250 famiglie indigenti del territorio».

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###