Cv Volley protagonista con le sue giovanili

I weekend del vivaio Civitavecchia Volley diventano sempre più impegnativi. 
Ad inaugurare il fine settimana giocando in casa sono state le cv volline di coach Gabriele Cesarini e Chiara Ventura  che hanno battuto 3-0 le coetanee del Vbc. 
Un giusto premio agli sforzi profusi è arrivato finalmente sabato primo dicembre per i ragazzi di coach Alessandro Marino, che hanno conquistato tre punti tondi contro il Fiumicino. 
Sabato è stata una giornata propizia anche per le ragazze della prima divisione che hanno vinto 3 a 0 contro il Monterosi grazie ad una buona prestazione collettiva. 
Meno favorevole purtroppo invece la mattina domenicale per i giovanissimi neofiti cv vollini Under 14 di coach Marianna Del Rosso che hanno perso contro l’Orte. 
Ben diverso invece il percorso delle ragazze di coach Giuseppe Ruggiero e Federica Brighenti che pur essendo sotto età nel campionato Under 14 proseguono collezionando un successo dopo l’altro. 
Dopo la vittoria nella categoria Under 14 ottenuta domenica mattina, le cv volline sono scese in campo anche il pomeriggio in casa dell’Asd Tarquinia portando a casa altri 3 punti anche nella categoria Under 13. 
Vittoriose anche le ragazze del Volley Sì di coach Jacopo Jacovacci ed Evelin Guanà che nel campionato under 14 eccellenza hanno battuto in un match molto importante il Terracina per 3-0. 
Buone le prestazioni della Seconda Divisione femminile che ha prevalso sul Nepi a risultato tondo. 
Momento più importante del fine settimana è stato però il concentramento Under13 3×3 maschile che ha visto sfidarsi in 7 gare diverse la Cv Volley Rossa e la Cv Volley Blu di Del Rosso, contro il Volley Academy e l’Asd Tarquinia, animando l’intera domenica pomeriggio di agonismo e divertimento.
 

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Cpc, è ufficiale: Lanari in prestito all’Astrea

di MATTEO CECCACCI

Sembrava che tutto dovesse sfumare e invece cinque giorni fa è arrivata la notizia ufficiale del trasferimento a titolo temporaneo del centrocampista della Cpc2005 Luca Lanari all’Astrea di patron Santi Consolo.
Per il classe 2000 sono tanti i successi e le soddisfazioni  ottenute con la maglia portuale: un campionato vinto da capitano con la squadra degli Allievi Regionali diretta da Enrico Gallina, poi l’esordio in Eccellenza con Massimo Castagnari che lo piazza fin da subito in mezzo al campo, l’anno dopo ottiene la totale fiducia della società e di mister Blasi che gli affida la piena titolarità in ogni gara con Lanari che sforna ripetute prestazioni eccelse insieme al suo compagno di reparto nonché coetaneo Davide Esposito e mette a segno molte reti, poi una presenza quest’anno in Promozione con Paolo Caputo in panchina e l’inaspettato infortunio alla caviglia appena dopo tre giornate. Un crack che ha costretto Lanari a fermarsi per più di un mese per guarire il tutto e tornare più forte di prima, ma dopo la risoluzione del problema  dell’arto il giovane talento ha deciso di lasciare la rosa per accasarsi all’Astrea che già a luglio scorso  gli aveva fatto la corte, ma il portuale aveva preferito smorzare la situazione rimandando l’appuntamento a dicembre. Lunedì scorso, infatti, grazie alla Cpc Lanari ha potuto firmare per la contentezza di papà Edoardo, sempre presente sugli spalti a sostenere il suo bomber, il prestito con la società di Casal Del Marmo, attualmente prima nel girone A di Eccellenza, fino al 30 giugno 2019. Il giovane già da martedì ha preso parte agli allenamenti al cospetto di Quintiliano Mastrodonato.
«È da luglio – commenta il fuoriclasse Luca Lanari – che il club mi cercava, per me è un onore indossare la maglia biancoblu. Darò il meglio di me stesso. Ringrazio la Cpc2005 che mi ha fatto crescere moltissimo insegnandomi i veri valori dello sport».
Intanto il ds Fabietti ci tiene a chiarire la situazione sul mercato: «Per ora non stiamo cercando nessuno, per me la squadra è perfetta così».

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

REGOLAMENTO 28 settembre 2018, n. 1488

Regolamento (UE) 2018/1488 del Consiglio, del 28 settembre 2018, che
istituisce l'impresa comune per il calcolo ad alte prestazioni
europeo – Pubblicato nel n. L 252 dell'8 ottobre 2018
(18CE2189)

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Rifugiati, quali prestazioni sociali spettano con un permesso temporaneo?

I rifugiati titolari di un diritto di soggiorno spettano le prestazioni sociali dello stesso livello di quelle concesse ai cittadini dello Stato membro che ha…

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

La Cv Volley dice no alla violenza sulle donne

Un filo rosso ha unito e legato saldamente tutta casa Cv Volley che ha accolto a braccia aperte l’iniziativa lanciata dalla FIPAV Lazio in occasione della giornata mondiale del 25 novembre contro la violenza sulle donne e ogni altro genere di violenza. #NOallaviolenzasulledonne, ecco ciò che su tutti i social e i cartelloni gli atleti e lo staff Cv Volley hanno affermato con grande forza e consapevolezza scendendo in campo con un tocco di rosso, dai nastri tra i capelli per le ragazze ai lacci delle scarpe indossati dai ragazzi. Proprio in onore di tutte le donne la grande famiglia Cv Volley si è dipinta ancor di più di rosso durante questo weekend, che ha visto protagoniste le piccole donnine dell’Under 13 di coach Giuseppe Ruggiero e Federica Brighenti che continuano imbattute a detenere la vetta della classifica ma anche le cv volline della prima divisione di Ruggiero che hanno conquistato i primi 3 punti del campionato. Nonostante le ottime prestazioni espresse note amare invece per i ragazzi della prima divisione e per le ragazze dell’under 14, per il Volley Sì e la seconda divisione che ha esordito proprio questo fine settimana nel proprio campionato. Emozionante esordio quello di martedì per i cv vollini under 14 di Marianna Del Rosso, team composto da molti nuovi innesti che  sono stati integrati benissimo nel gruppo preesistente. 
«Il risultato non ci ha del tutto premiati ma i miei ragazzi  sebbene alcuni abbiano iniziato a giocare a pallavolo da soli due mesi sono desiderosi di giocare e di confrontarsi con i loro coetanei – afferma Del Rosso – sono orgogliosa della mia squadra, hanno puntanto durante l’intero corso della gara a dare qualcosa in più, hanno preteso molto da loro stessi e questa ambizione è molto positiva ma va ben incanalta per raggiungere risultati tangibili».

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

La Cv Volley dice no alla violenza sulle donne

Un filo rosso ha unito e legato saldamente tutta casa Cv Volley che ha accolto a braccia aperte l’iniziativa lanciata dalla FIPAV Lazio in occasione della giornata mondiale del 25 novembre contro la violenza sulle donne e ogni altro genere di violenza. #NOallaviolenzasulledonne, ecco ciò che su tutti i social e i cartelloni gli atleti e lo staff Cv Volley hanno affermato con grande forza e consapevolezza scendendo in campo con un tocco di rosso, dai nastri tra i capelli per le ragazze ai lacci delle scarpe indossati dai ragazzi. Proprio in onore di tutte le donne la grande famiglia Cv Volley si è dipinta ancor di più di rosso durante questo weekend, che ha visto protagoniste le piccole donnine dell’Under 13 di coach Giuseppe Ruggiero e Federica Brighenti che continuano imbattute a detenere la vetta della classifica ma anche le cv volline della prima divisione di Ruggiero che hanno conquistato i primi 3 punti del campionato. Nonostante le ottime prestazioni espresse note amare invece per i ragazzi della prima divisione e per le ragazze dell’under 14, per il Volley Sì e la seconda divisione che ha esordito proprio questo fine settimana nel proprio campionato. Emozionante esordio quello di martedì per i cv vollini under 14 di Marianna Del Rosso, team composto da molti nuovi innesti che  sono stati integrati benissimo nel gruppo preesistente. 
«Il risultato non ci ha del tutto premiati ma i miei ragazzi  sebbene alcuni abbiano iniziato a giocare a pallavolo da soli due mesi sono desiderosi di giocare e di confrontarsi con i loro coetanei – afferma Del Rosso – sono orgogliosa della mia squadra, hanno puntanto durante l’intero corso della gara a dare qualcosa in più, hanno preteso molto da loro stessi e questa ambizione è molto positiva ma va ben incanalta per raggiungere risultati tangibili».

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Sprar: chiesto di ridurre il numero dei profughi

di GIULIANA OLZAI

CERVETERI – Non solo slitta ancora l’inizio di attività del progetto Sprar denominato “Liberi di ricominciare a Cerveteri’’ ma si riduce il numero dei profughi che si possono ospitare: da 30 soggetti  previsti si passa a 14. Il raggruppamento temporaneo d’impresa (RTI) costituito dall’Associazione Arci Solidarietà Onlus (capofila) e Cooperativa Sociale Integrata Civitabella Onlus che si è aggiudicato il bando molta difficoltà e nonostante un ulteriore proroga ha reperito gli alloggi con una disponibilità di accoglienza pari a 14 persone. A questo punto si è pensato di chiedere l’autorizzazione al ministero per ridurre il numero dei profughi previsti. Qualora la decisione fosse positiva lo stesso dovrà provvedere ad effettuare un sopralluogo per verificare la conformità e l’idoneità degli alloggi secondo la normativa vigente. Dopo di che dovrà fornire la numerosità dei nuclei familiari e parentali per determinare la loro sistemazione. Con tutti i ritardi per l’avvio del progetto previsto per il triennio 2018/2020, che prevede l’erogazione di prestazioni socio-assistenziali, con personale specializzato e specifiche modalità operative a questo punto si ridurrà a due anni. Come noto, il finanziamento ministeriale è di 452.371 euro annui e in considerazione della data di inizio del progetto, occorre scorporare le somme gestite in economia diretta dal Comune per un importo pari a 90.833 euro, e la rimanente quota pari a 361.538 euro è il valore stimato dell’appalto, sempre in ragione annua. 

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Lisari e Cardella: il Ladispoli fa il colpaccio in Sardegna

Era solo questione di ore.  Fino a questo momento, infatti, le prestazioni della squadra di Bosco non sono andate spesso di pari passo con i risultati in questa prima parte di stagione, ma la convinzione è sempre stata quella che questa squadra prima o poi avrebbe preso certamente le misure al campionato di livello superiore, rispetto a quelli a cui era abituato. Quella conquistata domenica con grande carattere a Sassari è la vittoria che ne da testimonianza: i tirrenici possono davvero aprire un ciclo stabile in Interregionale. Poco importa se questi ragazzi abbiano impiegato quasi un intero girone per acclimatarsi nel nuovo ambiente legato alla serie D: ora, dopo la finestra di mercato (che scatterà sabato prossimo, 1° Dicembre, per terminare il 14; ma di questo ne parleremo più diffusamente a metà settimana) il nuovo campionato che si aprirà avrà certamente come protagonista anche il team caro al Presidente Umberto Paris.
I tirrenici soffrono un pò in avvio di gara le scorribande di Sarritzu che, prima va vicinissimo al vantaggio di testa e successivamente sblocca il parziale, su assist dell’ex Rieti Demartis. La reazione dei ragazzi di Bosco è immediata: passano appena tre giri di orologio e Lisari di testa sugli sviluppi di un calcio piazzato, regala il pareggio al Ladispoli. Sardi che reclamano per il possibile nuovo vantaggio annullato dalla terna arbitrale lombarda e Ladispoli che rischia sulle incursioni di Sarritzu e Scioni, ma la squadra del “Sale” replica con Sganga, la cui conclusione non sortisce tuttavia gli effetti sperati. Al rientro dagli spogliatoi, però, ci pensa Cardella su rigore a completare la rimonta e a consegnare (di fatto) i tre punti al Ladispoli, anche se la Torres sciupa un’altra buonissima occasione al 31’ con Padovani. Forcing finale poco incisivo per i sardi a cui saltano anche i nervi (la squadra di Sanna finisce la partita in nove vs undici); il Ladispoli va vicino al 3-1, ma va bene così; importanti erano i tre punti e quelli sono arrivati. Unica nota stonata le ammonizioni di Tollardo e Cardella, per i quali scatterà la squalifica per “recidiva in ammonizione (V° INF.)” nel prossimo turno al “Sale” contro il Latina. Assenze pesanti, ma che il tecnico saprà certamente come non far rimpiangere.

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Guerrucci: un anno di solidarietà per salvare il lavoro

CIVITAVECCHIA – L'assemblea dei lavoratori della Mario Guerrucci ha approvato a larga maggioranza due importanti accordi sindacali. Il primo accordo prevede l'avvio di un Contratto di Solidarietà della durata di 12 mesi, da realizzarsi mediante una riduzione giornaliera dell'orario di lavoro, che coinvolgerà l'intero organico con le sole eccezioni di alcune figure con funzioni di controllo e coordinamento: una modalità che consentirà l'impiego continuato di tutti i lavoratori, evitando sospensioni verticali che avrebbero determinato condizioni peggiorative sul piano salariale e problemi alla stessa organizzazione del lavoro. "Il secondo accordo – hanno spiegato le Rsu di Guerrucci, Fiom Cgil e Usb Lavoro Privato – prevede invece il rinnovo della contrattazione di II livello, con il recupero di tutte le competenze arretrate, l'introduzione dell'indennità di turno, l'aggiornamento economico dei buoni pasto e delle prestazioni in reperibilità".

Si tratta del risultato di una complessa trattativa sindacale avviata grazie alla mobilitazione dei lavoratori, in risposta al taglio dei buoni pasto da agosto e all'annuncio di ulteriori azioni unilaterali, che ha spinto l'azienda a rivedere le proprie intenzioni iniziali.

"Esprimiamo quindi soddisfazione per il giudizio positivo che la maggioranza dei lavoratori ha dato sul risultato raggiunto dopo più di 2 mesi di trattativa – hanno commentato i sindacati – adesso auspichiamo una rapida uscita dalla crisi che l'azienda aveva dichiarato, per non rendere vani i sacrifici che i dipendenti, con senso di responsabilità, hanno accettato di fare. Resta la preoccupazione per le future gare di appalto delle lavorazioni nella Centrale Enel di Torrevaldaliga Nord, che, nonostante il mantenimento degli impegni di spesa nel territorio e la positiva introduzione della clausola sociale da parte dell'azienda elettrica, rischiano di confermare prezzi decrescenti con un inevitabile peggioramento delle già pesanti condizioni di lavoro".

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###