Acqua pubblica, domani incontro in Regione

LADISPOLI – “L’amministrazione comunale di Ladispoli, capofila di 18 enti locali che gestiscono autonomamente il servizio idrico e non intendono passare sotto  Acea, domani sarà ricevuta in Regione Lazio per ribadire la propria posizione alla luce della nuova legge sull’acqua pubblica che il Governo si prepara ad approvare”.

Le parole sono del consigliere delegato alle Risorse Idriche e Ambientali, Filippo Moretti, che sarà ascoltato nella riunione congiunta delle Commissione regionali alla Tutela del territorio ed Agricoltura ed Ambiente, programmata per il 16 ottobre alla Pisana. L’audizione è stata accordata da una iniziativa nata di concerto con tutte le forze politiche rappresentate nel Consiglio comunale di Ladispoli ed è condivisa con le amministrazioni dei comuni interessati, anche esse appartenenti ad un ampio schieramento politico.

“Alla Regione Lazio – prosegue Moretti – che ringraziamo per aver accolto la nostra richiesta di audizione, confermeremo la nostra volontà di scongiurare che il servizio idrico delle nostre città venga forzosamente trasferito sotto la gestione d’ambito ATO1 ed ATO2. Siamo tra i pochi comuni compresi in questi ambiti che, autonomamente o attraverso società partecipate, ancora gestiscono in proprio il servizio idrico integrato, con buoni risultati in termini di prestazioni di servizi e di tariffe. La nostre carte dei servizi, infatti, sono estremamente concorrenziali e le tariffe sono notevolmente più basse rispetto a quelle dei nostri rispettivi gestori d’ambito. A Ladispoli da tempo siamo particolarmente attenti alla qualità dell’acqua e, seppure con grandi difficoltà, facciamo manutenzione sugli impianti e sulle reti, investendo per garantirci una disponibilità costante di acqua potabile anche in periodi nei quali moltissimi comuni del nostro comprensorio hanno conosciuto  il disagio del razionamento. Particolare attenzione prestiamo, inoltre, agli impianti di potabilizzazione e depurazione, per garantire la salute dei cittadini ed il rispetto dell’ambiente. Sono queste le argomentazioni che sottoporremo all’amministrazione regionale, ricordando come quello di Ladispoli sia un esempio virtuoso di gestione che abbiamo cercato di conservare ma che non è contemplato dalla legge vigente. Abbiamo richiesto la convocazione di questa audizione perchè appare paradossale che la Regione Lazio acceleri improvvisamente le procedure che ci obbligano a confluire negli ATO di competenza, proprio nel momento in cui nel documento programmatico del nuovo governo “Contratto per il governo del cambiamento”, al punto 2. Acqua Pubblica, si legge testualmente “È necessario investire sul servizio idrico integrato di natura pubblica applicando la volontà popolare espressa nel referendum del 2011, con particolare riferimento alla ristrutturazione della rete idrica, garantendo la qualità dell’acqua, le esigenze e la salute di ogni cittadino, anche attraverso la costituzione di società di servizi a livello locale per la gestione pubblica dell’acqua.” Una declaratoria che trova già piena rispondenza nei fatti in tutti quei comuni, come i nostri, che si oppongono al passaggio forzoso nei grandi ambiti di gestione. Lo scorso 23 marzo 2018 è stata presentata una nuova proposta di legge, la n. 52, “Disposizioni in materia di gestione pubblica e partecipativa del ciclo integrale delle acque” firmata da numerosissimi parlamentari, rappresentanti di pressoché tutte le forze politiche, nella quale viene profondamente rivisto il criterio di Ambito Territoriale Ottimale ed i criteri che stabiliscono la libera adesione dei comuni. E’ da sottolineare che tale legge ha subito proprio in questi giorni un forte impulso affinchè venga presto valutata dalla commissione competente ed approdi in tempi brevi alla discussione in aula. Alla Regione Lazio chiederemo una moratoria  nell’applicazione dell’incomprensibile obbligo previsto dalla legge vigente che ci porterebbe sotto la gestione degli attuali ambiti, in attesa dell’approvazione delle preannunciate nuove disposizioni legislative. Sarebbe, infatti, paradossale che i nostri Comuni venissero obbligati ad una scelta devastante in termini economici e di servizi, con criteri opposti alla gestione dell’acqua pubblica, solo per adempiere ad una norma che è in procinto di essere profondamente cambiata”.

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Esenzione ticket: odissea alla Asl di via Etruria

CIVITAVECCHIA – Qualcosa da rivedere alla Asl di via Etruria per quanto riguarda l’organizzazione dei servizi. 
Va bene i continui tagli del nastro e le inaugurazioni in pompa magna (pochi giorni fa la struttura ha comunicato l’aperura del PUA), ma ai cittadini va garantita facilità di accesso alle prestazioni.  Avete mai provato a presentare domanda di esenzione ticket?
A colpo d’occhio la procedura potrebbe sembrare semplice: accesso alla Asl di via Etruria, ritiro del numeretto, attesa in fila e il gioco è fatto. Nemmeno per sogno. L’impiegato allo sportello comunica all’utente la procedura successiva: bisogna tornare all’ingresso, chiedere il modulo alla guardia giurata, compilarlo, tornare allo sportello con la certificazione firmata e una fotocopia dei documenti (carta d’identità e codice fiscale). Ovviamente dopo aver preso un altro numeretto e aver fatto nuovamente la fila. Ma la guardia giurata i moduli autoricalcanti li ha finiti, così all’utente vengono consegnati due fogli semplici, entrambi da compilare con relativa perdita di tempo.    Ma non è tutto.  L’utente, al quale viene chiesta copia dei documenti (un servizio che la Asl Roma 4 ovviamente non offre), spesso non sa come fare e a quel punto spunta sempre qualcuno interno alla struttura che suggerisce di rivolgersi al vicino bar, già attrezzato di fotocopiatrice, che tra l’altro è lo stesso che serve la colazione ai dipendenti con ’’servizio a domicilio’’ presso la stessa Asl. Costo fotocopia: 40 centesimi a foglio.  Ma siccome l’esenzione ticket è un servizio a tutti gli effetti, perché non esporre all’ingresso un cartellone o un semplice foglio con precise istruzioni, così da evitare agli utenti disagi ed inutili perdite di tempo?  Prima di inaugurare nuovi servizi forse sarebbe il caso di far funzionare bene quelli esistenti.

 

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Istituto Calamatta protagonista al Maker Faire di Roma

CIVITAVECCHIA – Da oggi ben tre progetti innovativi realizzati dagli studenti dell’Istituto “L. Calamatta” sono presenti, nella sezione Calls for Schools, al più grande evento europeo sull’innovazione: il Maker Faire di Roma.

Alla selezione per l’edizione 2018, in programma dal 12 al 14 ottobre alla fiera di Roma, hanno partecipato scuole secondarie di secondo grado nazionali e appartenenti ai Paesi dell’Unione Europea. L’Istituto “L. Calamatta” rientra tra gli istituti individuati che hanno potuto contare su uno spazio gratuito alla Maker Faire Rome nel quale esporre i propri prototipi.

“Prototipi di alto spessore contenutistico e di estrema raffinatezza, alcuni dei quali definirei, quasi “ready to market” sottolinea Lorenzo Tagliavanti, Presidente della Camera di Commercio di Roma. La massiccia partecipazione e la capillare provenienza dei progetti sono il segnale di come la scuola italiana stia raggiungendo una professionalità elevata nella preparazione dei nostri ragazzi al tema della digitalizzazione. I prototipi, interamente realizzati con le stampanti 3D del FabLab dell’Istituto, sono stati ideati nel corso del progetto di Impresa Formativa Simulata “Impresa in Azione”

Grande sostegno alla squadra di 15 studenti che presenterà alla platea dell’evento i progetti realizzati è stata dato dall’ingegner Ireneo Germani, il quale ha messo a disposizione la sua alta professionalità, competenza e capacità di promozione dei talenti.

I prototipi che vedono gli studenti del Calamatta protagonisti del Maker Faire 2018 sono un innovativo sistema da installare a bordo di imbarcazioni a vela per aumentarne prestazioni e manovrabilità attraverso un sistema evoluto di chiglia basculante, retrattile e bulbo intelligente; un salvagente innovativo autogonfiabile totalmente automatico; occhiali per disabili visivi dotati di sensori in grado di rilevare gli ostacoli intorno alla persona che li indossa.

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Giammaria: un quinto posto che vale oro

Un quinto posto che vale una vittoria ha coronato una delle gare più emozionanti della carriera di Raffaele Giammaria, impegnato nel weekend appena trascorso sul circuito di Barcellona per l’ultimo round della Blancpain GT Series Endurance Cup 2018.
Il pilota italiano è stato assoluto protagonista in pista ed ha concretizzato una prestazione esaltante al volante della Lamborghini Huracán GT3 #19 del Grasser Racing Team in equipaggio con Ezequiel Perez Companc (ARG) e Marco Mapelli (ITA), in una delle gare più imprevedibili ed emozionanti dell’intera stagione.
Il weekend non era partito sotto i migliori auspici per Giammaria, che dopo aver perfezionato il set-up della vettura nel corso delle sessioni del venerdì, ha dovuto fronteggiare una difficile qualifica. Dopo una positiva Q1, l’equipaggio non ha potuto sfruttare a dovere la Q2. 
In una sessione interrotta più volte con bandiera gialla e quindi con bandiera rossa, la Lamborghini Huracán GT3 #19 non è infatti riuscita a completare alcun giro lanciato. 
Il tempo finale delle qualifiche, ricavato dalla media delle tre prestazioni ottenute nelle tre sessioni, ha quindi visto Giammaria qualificarsi al cinquantesimo posto, in fondo allo schieramento.
Con queste premesse, la strategia di gara definita per l’ultimo appuntamento della stagione è stata votata all’attacco. Giammaria ha preso il volante nel primo stint ed ha subito messo in pista tutta la sua determinazione. Il grande feeling con la vettura di Sant’Agata Bolognese gli ha consentito nella prima mezz’ora di gara di recuperare ben ventidue posizioni grazie a spettacolari sorpassi che hanno sottolineato le sue doti di guida e hanno acceso l’entusiasmo degli spettatori in tribuna.
La rimonta è poi proseguita anche nei successivi due turni di guida, quando si sono alternati al volante i compagni di equipaggio Mapelli e Perez Companc, e al termine di una gara indimenticabile, Giammaria ha così chiuso con uno straordinario quinto posto, staccato di soli sette secondi dai vincitori come prima Lamborghini al traguardo, dopo aver recuperato ben quarantacinque posizioni in quella che resterà una prestazione indimeticabile.
Raffaele Giammaria: «È stata una gara emozionante, tutto è andato per il meglio e la vettura mi ha restituito un feeling incredibile. Il mio stint è stato esaltante, era chiaro che con quella posizione di partenza l’unica strategia possibile era la rimonta, ma per farlo in maniera efficace ho dovuto prendere anche alcuni rischi, cercando i sorpassi in ogni punto della pista. Ho guidato con determinazione, non mi sono mai risparmiato e ho dato sempre il 100%, un approccio che alla fine ha pagato. Ad essere realisti il podio era sicuramente a portata, ma non abbiamo potuto sfruttare le interruzioni con la safety car, entrata in pista quando oramai eravamo già ai box. Ciò non toglie che sia stato un weekend perfetto, uno dei più intensi della mia carriera sportiva, il modo migliore per chiudere una stagione che, soprattutto nella prima parte, è stata più complessa del previsto. Sono davvero orgoglioso di quello che abbiamo ottenuto a Barcellona, un risultato che restituisce una grande carica in vista dei prossimi impegni».

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Una Csl euforica sfida il Canale

di MATTEO CECCACCI

In casa Csl Soccer una sola cosa è sicura: l’ambiente è super felice e ancora in gran festa per la straordinaria vittoria del derby di domenica scorsa contro la Cpc2005 di Paolo Caputo. Una partita che rimarrà nella storia, novanta minuti di calcio spettacolo in un rettangolo di gioco come quello del Flavio Gagliardini, lui che di match così ne ha giocati tantissimi regalando a tutti  prestazioni eccellenti, una gara che avrebbe disputato ben volentieri. Domani, però, è il giorno di compiere un’altra impresa, ovvero andare a sbancare alle 15.30 il Cesare D’Aiuto di Canale Monterano del tecnico Alessandro Pasquali. Il club di patron Maurizio D’Aiuto non vuole assolutamente commettere passi falsi e per la Csl Soccer non sarà per niente facile vincere su un sintetico difficile per tutte le compagini del girone A di Promozione. Attualmente i canalesi stazionano al terzultimo posto in classifica con soli tre punti all’attivo, mentre i civitavecchiesi si trovano da soli nella terza casella della graduatoria con dieci punti. Per i rossoblu, però, grava la notizia di una rosa molta rimaneggiata, perché i civitavecchiesi dovranno fare a meno dei fratelli Campari (Tiziano e Gianmarco – ndr), del centrocampista Barzellotti, del portiere Del Duchetto e del centravanti Emanuele Siani, mentre è a rischio la titolarità di Luca Bresciani e Iacopo Gaudenzi a causa di vari acciacchi, ma in compenso ritorna Carmine Gaeta (nella foto a sinistra di Ludovica Mojoli) dopo la squalifica di due turni rimediata domenica 23 settembre nella sfida col Pian Due Torri. «Ci saranno tante assenze – commenta appunto bomber Gaeta – ma nonostante questo dovremo giocare con molta tranquillità approcciando nel miglior modo la partita anche perché si decide in 180’. Riguardo la mia squalifica in campionato non ho molto da dire, ma quella sfida ci ha fatto capire che possiamo fare grandi cose sia in campionato che in Coppa e domenica l’abbiamo dimostrato vincendo il derby da sfavoriti».
Trentaduesimi di finale anche per la Cpc2005 che alla stessa ora al Tamagnini affronta la Polisportiva Monti Cimini.

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

In tanti alla carovana della prevenzione

SANTA MARINELLA – La carovana della prevenzione è approdata a Santa Marinella, in una splendida domenica di sole a Largo Gentilucci, grazie alla collaborazione tra Komen Italia, il Policlinico Gemelli, la Asl Rm4, il Comune di Santa Marinella, Andos e altre associazioni di volontariato. Komen Italia, che ha ricevuto il patrocinio dalla Presidenza della Repubblica e del Ministero della Salute, con i sui camper itineranti con a bordo equipe medica altamente specializzata, si occupa della salute femminile ed offre ad un pubblico sempre più ampio attività gratuite di sensibilizzazione e prevenzione delle principali patologie oncologiche di genere. “La Carovana della Prevenzione – dice il sindaco Tidei – dal 2017 ad oggi ha effettuato 62 tappe toccando già undici regioni italiane, percorrendo più di settemila chilometri. Grazie a questo programma itinerante di promozione della salute femminile, è stato possibile offrire gratuitamente a donne provenienti da contesti socio-economici disagiati quasi settemila prestazioni cliniche, diagnosticando 50 lesioni neoplastiche o da approfondire». Santa Marinella ha risposto con una buona affluenza, con una splendida pedalata cittadina in bicicletta e tante altre iniziative di solidarietà complementari all’evento di prevenzione. “Mi auguro che le nostre cittadine – conclude il primo cittadino – possano approfittare di questa occasione in un contesto familiare, meno asettico, come dire, di piazza. La prevenzione è indispensabile per evitare poi le cure che sono costosissime sotto il profilo economico nonché psicologico. Ringrazio sentitamente il professor Masetti di Komen Italia ed in modo particolare il professor Franceschini del Policlinico Gemelli, mio caro amico, il cui impegno ha consentito di portare la Carovana della Prevenzione a Santa Marinella. Ringrazio tutti quei medici come il caro amico dottor Zaccagnino che, volontariamente, usando il proprio tempo e le proprie risorse, si mettono a disposizione della gente, facendo fronte anche a quelle esigenze che molto spesso neanche la pubblica amministrazione riesce a garantire”.

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Una Vecchia in astinenza cerca i tre punti

di MATTEO CECCACCI

Serve una vittoria e i rispettivi tre punti. Non ci saranno alibi o quantomeno scuse per un’altra sconfitta del Civitavecchia Calcio 1920 di patron Ivano Iacomelli che, nel match valevole per la quinta giornata del campionato di Eccellenza, sfida alle 15.30 alla Cavaccia lo Sporting Genzano di mister Aldo Salerno. 
Una sfida che vede le due compagini separate da un solo punto: i biancocelesti stazionano all’undicesimo posto della graduatoria con cinque punti all’attivo reduci dalla vittoria di misura in trasferta col Villalba, mentre i nerazzurri a quota quattro vengono dalla sconfitta subita all’Arnaldo Fuso di Ciampino per 3-2 dall’Almas Roma. 
La società romana nelle quattro partite disputate ha realizzato una vittoria, due pareggi e una sola sconfitta come la Vecchia, ma vanta il minimo scarto sui civitavecchiesi a causa della vertenza Staffa che un mesa fa su decisione della LND ha portato il – 1 di penalizzazione ai ragazzi di Rocchetti. I biancocelesti del presidente Luciano Barberi a inizio anno stavano per compiere come il Civitavecchia Calcio un’unione con un club della propria città, in questo caso con la squadra concittadina Cynthia, ma poi tutto è sfumato poco dopo a causa delle decisioni della dirigenza dello Sporting Genzano che dichiarò di voler  affrontare un buon campionato per proprio conto, a differenza del Cynthia che voleva fortemente la fusione. 
Una sfida, dunque, tutta da vivere che vede da una parte il Civitavecchia con tutto il sostegno dei propri tifosi sugli spalti di Allumiere cercare assolutamente una vittoria per non perdere terreno, soprattutto dopo l’immeritato passo falso in Coppa Italia col Montalto vittorioso solo negli sgoccioli di gara e senza il numero sette Lorenzo Zagarella, squalificato domenica scorsa a Ciampino nella gara con l’Almas, dall’altra uno Sporting Genzano che non vuole affatto scherzare e darà sicuramente filo da torcere ai civitavecchiesi. 
«Vogliamo fare bene – spiega il tecnico nerazzurro Andrea Rocchetti – soprattutto dopo le gare di Almas e Montalto che non hanno rispecchiato affatto le nostre prestazioni. Abbiamo molta voglia di riscatto e cercheremo di vincere per i nostri tifosi».
 

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

REGOLAMENTO 18 luglio 2018, n. 1048

Regolamento di esecuzione (UE) 2018/1048 della Commissione, del 18
luglio 2018, che stabilisce requisiti per l'utilizzo dello spazio
aereo e procedure operative per la navigazione basata sulle
prestazioni – Pubblicato nel n. L 189 del 26 luglio 2018
(18CE1743)

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Scioperano anche i lavoratori di Mcp

CIVITAVECCHIA – Ancora vertenze occupazionali in città. Da domani, infatti, anche i lavoratori della Mcp incrocieranno le braccia: stato di agotazione e sciopero degli straordinari e reperibilità visto il ritardo, di circa due mesi e mezzo, nel pagamento degli stipendi. Questo quanto deciso nel corso dell'assemblea dei lavoratori di ieri, insieme alla Fiom Cgil. 

"Ad oggi – spiegano rsu di Mcp e sindacato – non c’è ancora una prospettiva di rientro su quanto è dovuto ai lavoratori, in arretrato con gli stipendi per 2,5 mensilità. Una situazione che si protrae da molto tempo e che non è più sostenibile. Continuano, tra l’altro, le richieste di prestazioni in straordinario e reperibilità".

Si tratta di circa 80 operai, impiegati in un’azienda che ha appalti in tutto il Lazio per quanto riguarda ponteggi e coibentazione.

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Trofeo delle Regioni: il Lazio presente grazie a Valentini  Cocino e Stefani

C’è tanta Civitavecchia nella selezione Lazio di hockey in line. Nel weekend 14-16 settembre, infatti, i tre civitavecchiesi Riccardo Valentini, Stefano Cocino e Marco Stefani sono stati impegnati al Trofeo delle Regioni senior. Stefano Cocino è stato il miglior marcatore della compagine laziale, il giovane Marco Stefani ha chiuso il torneo con ben 4 reti all’attivo. Di seguito il commento dell’allenatore Riccardo Valentini:
«È stata una bella esperienza e come Lazio abbiamo avuto l’occasione di far giocare molti giovani della nostra regione che mai avevano giocato competizioni di tale calibro. Il settimo posto finale non deve lasciar scoraggiare: in alcune partite abbiamo fatto davvero ottime prestazioni e tutti i nostri giovani hanno trovato ampio spazio. Sono molto ottimista per il futuro».
A vincere il Trofeo delle Regioni senior è stata la Toscana, 2-1 in finale contro il Veneto. Domenica scorsa invece, 23 settembre, si è svolto il primo raduno per comporre le formazioni giovanili Under 12, 14 e 16 che andranno a giocare i trofei delle regioni giovanili. Pioggia di convocati per la Cv Skating, in attesa che si definiscano le formazioni ufficiali.
Coach del Lazio under 14 sarà l’allenatore del Civitavecchia, Martina Gavazzi.

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###