Allumiere in fermento: arriva il Palio

ALLUMIERE – Ad Allumiere ormai si respira aria di Palio con l’adrenalina che sale sempre di più e col paese completamente vestito a festa con tutti i colori delle sei Contrade. Dappertutto è un risuonare di tamburi, uno sventolare di bandiere, un brulicare di persone intente a cucire, a stirare, a preprare ogni minimo particolare: tutto nel giorno del Palio dovrà essere perfetto. In ogni Contrada vige il massimo riserbo sui fantini e sui somari che gareggeranno per conquistare l’ambito Cencio. Sbanderatori e tamburini sono intenti a fare le prove cercando di tenere nascoste le prese più dificili e spettacolari. Da lunedì comincia la settimana di ‘‘passione’’, quella cioè che precede il Palio delle Contrade, giunto quest’anno alla 54^ edizione. Amministrazione Comunale, Pro Loco, Contrade e forze dell’ordine sono all’opera per garantire un’edizione pressochè perfetta del prossimo Palio: a garantire sicurezza e viabilità ci sarà una vera e propria task force (coordinata dal sindaco) con carabinieri, forestale, vigili urbani, volontari della Protezione Civile e polizia. La manifestazione si terrà il 18 e 19 agosto nel paese collinare ormai da mesi in fermento. Preparazione, tensione e rivalità si rinnovano, sempre uguali e sempre diverse, come ogni anno dal 1965. Le sei Contrade scalpitano e sono pronte a darsi battaglia per la conquista dell’ambito Cencio. I tre minuti della corsa degli asini in piazza della Repubblica decideranno il campione che, oltre al Cencio, porterà in Contrada anche il diritto di sbeffeggiare tutti gli avversari per un anno intero; fino alla prossima disputa, in un eterno ciclo di lavoro, passione, speranze, scaramanzie, sogni infranti e gioia dirompente. Sabato 18 la manifestazione si apre con la tradizionale Provaccia; alle 19.00 le sei Contrade potranno finalmente calcare l’anello in terra battuta della piazz circondata da . Ciascuna avrà circa 8 minuti per provare circuito e asini della scuderia e prendere una decisione fatale: scegliere i tre campioni a quattro zampe a cui affidare le speranze di tutti i contradaioli il giorno seguente. A seguito della Provaccia si prosegue con il Minipalio disputato su due batterie: il presidente della Contrada vincitrice viene premiato sul balcone del Comune. Dalle 21.30 si scioglie la tensione e la Notte delle Contrade si anima; come da tradizione le sei Contrade, ciascuna in una delle piazzette del paese, offrono da bere a paesani e visitatori: musica, divertimento, degustazione di prodotti locali proseguono fino a notte fonda. Nella ‘‘Notte colorata’’ si susseguiranno feste imperdibili, spettacolari e divertenti in ogni Contrada. Sono previste dj set, ballerine sud americane, danza del ventre, spettacoli per bambini, discoteca all’aperto con cubiste, schiuma party, animatori, balli di gruppo, prodotti enogastronomici e piatti tipici locali, vino birra, cocktail a fiumi e tanto altro il tutto in un clima di festa, di amicizia e anche di contesa fra le Contrade che faranno di tutto per fare la festa più bella e partecipata. La mattina di domenica 19, nonostante la baldoria della notte precedente, non si potrà mancare al rito della benedizione di asini e fantini sul sagrato della Chiesa di S.S. Maria Assunta e alla successiva ‘‘Punzonatura’’ (la numerazione degli asini che correranno il Palio domani pomeriggio. In aula consigliare verrà controllato, timbrato e sigillato il materiale per i fantini e per gli asini che saranno poi consegnati ai presidenti di ogni Contrada). Le Contrade hanno scelto i tre asini che correranno il Palio e quegli stessi asini vengono segnati con un numero progressivo che li rende riconoscibili: le speranze di tutto il paese saranno tutte riposte nella forza delle loro zampe. Alle 17 il corteo storico inizierà il suo maestoso cammino verso la piazza: circa 250 comparse faranno rivivere l’epoca del primo Rinascimento, della scoperta dei giacimenti di alumite e degli appalti di Da Castro, dei Medici e del Chigi in una spettacolare rievocazione storica. Papi, prelati, dame, signori, soldati, guardie, popolani, giocolieri, duellanti, nessuno sarà dimenticato grazie alle sapienti mani delle sarte delle Contrade che ogni anno regalano grandi emozioni al pubblico, numerosissimo, della manifestazione. Una giuria di docenti e di esperti valuterà ogni dettaglio per stabilire la Contrada vincitrice del trofeo: ‘‘Miglior corteo storico’’. Tra le comparse e nei cuori dei contradaioli un posto speciale è tradizionalmente riservato ad alfieri e tamburini. Gli sbandieratori di Burò, Ghetto, La Bianca, Nona, Polveriera e S. Antonio si esibiranno e si sfideranno in una gara di agilità, abilità e coreografia. I loro lanci e le loro prese terranno col fiato sospeso il pubblico e delizieranno tutti con performances mozzafiato: questi verranno giudicati da una giuria di esperti della Fisb: la giuria sarà presieduta dal tecnico e maestro di bandiera Aquilino Mancinelli del gruppo sbandieratori di Soriano del Cimino; il gruppo migliore riceverà il trofeo. Al termine del Corteo Storico e delle esibizioni degli alfieri si procederà alla disputa del Palio vero e proprio. La piazza, come ogni anno tratterrà il fiato al primo clangore della prima prova delle gabbie. Come ogni anno attenderà trepidante la voce dagli altoparlanti che annuncerà il sorteggio delle gabbie fino ad esplodere in grida in esortazione, tifo, disperazione o gioia all’uscita degli asini in ogni batteria. Ma il vero boato sarà quello della Contrada che vincerà con la corsa liberatoria e trionfante dei contradaioli da ogni angolo della piazza sotto il balcone del Palazzo Comunale. Il coro esultante quando da quello stesso balcone, finalmente il Cencio, quest’anno realizzato dalla bravissima e poliedrica artista tolfetana Silvia Di Silvestro e offerto dalla farmacia Toti, sarà calato tra le mani dei fantini e del popolo. E poi il silenzio irreale del resto delle Contrade, che però non si abbatteranno e si prepareranno a rimboccarsi le maniche: guarderanno il vincitore portarsi a casa il Palio per cui hanno, in puro spirito volontaristico, lavorato per tutto un anno e in quel momento tutti sapremo che la sfida al Palio del prossimo anno sarà già iniziata. Da rilevare che a fine Palio si svolgerà la festa (aperta a tutti) nella Contrada vincitrice e poi in piazza dal balcone del Comune ci sarà la tradizionale Tombola. Molte le novità a corollario del Palio. In primis va rilevato che la delegata al Commercio Dania Trotti in collaborazione con il Comune di Allumiere ha dato il via alla 1^ edizione del ‘‘Palio in Vetrina’’. Il concorso, rivolto a tutti gli esercenti e attività economiche del Comune, prevede, previa adesione, l’allestimento delle proprie vetrine in base al tema del Palio, con addobbi e colori della Contrada appartenente. «L’iniziativa – spiega la delegata al Commercio, Dania Trotti – è finalizzata a rallegrare lo spirito di festa nelle vie cittadine e dar modo ai turisti di conoscere meglio la storia e la cultura del Palio e delle Contrade stesse, un ulteriore piccolo passo per portare a conoscenza una tradizione folcloristica e culturale, in  linea con la volontà della giunta stessa, di rendere il Comune di Allumiere protagonista del Palio a livello europeo. Si evidenzia che tutte le vetrine partecipanti al concorso verranno fotografate e giudicate da una giuria e verrà premiata la vetrina con l’addobbo migliore in concomitanza con la premiazione della gara del Palio. In questa settimana prima del Palio si terranno le varie ‘‘Cene del Contradaiolo’’ (una per ogni Contrada). Alle 18 ci sarà l’inaugurazione del Museo del Palio nel Palazzo Camerale. Il museo, che sarà diviso in sei sezioni, una per ogni Contrada, ospiterà anche delle teche in vetro nelle quali saranno riposti dei vecchi documenti messi a disposizione del grande Riccardo Rinaldi ideatore di questa manifestazione. Dalle 18.30 alle 20 spettacoli di giocoleria a cura dei giullari di Davide Rossi; alle 21.30 partenza del corteo storico da viale Garibaldi; alle 22.30 ci sarà la presentazione del Cencio; alle 23 spettacolo ‘‘La Terra dei briganti’’ a cura dei ‘‘Giullari di spade’’ e poi ‘‘Lunares in statera’’ a cura dei Giullari di Davide Rossi; alle 23.30 gran finale a sorpresa. «Il Palio ad Allumiere l’ho creato io – spiega Riccardo Rinaldi – lo volevo già anni indietro, ma non mi è stato possibile realizzarlo se non nel 1965. Ho inventato io gli stemmi e i colori, ho diviso il paese in 8 Contrade (2 non ci sono più – ndr) e ho pensato al Palio come summa di Corsa dei somari, corteo storico e gara degli sbandieratori. Per il nostro Palio mi sono ispirato a quello di Siena, patria del nostro Agostino Chigi».

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Argenpic, quarantuno finalisti  alla terza edizione del Premio culturale

TARQUINIA – Sono 41 i magnifici finalisti della 3ª Edizione del Premio Culturale ArgenPic, organizzato dall’Associazione Borgo dell’Argento – Delegazione dell’Accademia Italiana del Peperoncino in collaborazione con l’Ass. Culturale Oltrepensiero, quest’anno completamente rivoluzionato rispetto al passato con 8 sezioni a concorso e 6 giurie disposte dai promotori per consentire una qualificata valutazione dei numerosi elaborati presentati a concorso e composte da esperti, tecnici, giornalisti, scrittori, operatori di settore, docenti, personaggi del mondo dello spettacolo e della cultura.

 

Rivoluzione anche nello svolgimento della Cerimonia di Premiazione che, diversamente da quanto previsto nel Regolamento, si svolgerà sempre nell’Area Eventi Pineta AVAD in più giornate, nell’ambito della Festa del Peperoncino di dopo Ferragosto, a questo abbinata. 5 i pomeriggi e le serate che si articoleranno dal 16 al 25 Agosto per permettere di dare un’adeguata visibilità alle opere vincitrici ed ai rispettivi autori. Numerose anche le segnalazioni e menzioni speciali designate dalle giurie e dagli organizzatori. Per la prima volta ArgenPic ha previsto anche la consegna di un Premio alla Carriera ad un noto personaggio della satira politica che sarà reso noto in anticipo nei prossimi giorni insieme a quello della vincitrice del Premio Speciale Scrivere Donna intitolato a Daniela Marrozzi e dell’opera prima classificata nella Sezione Docu-Film per i Cortometraggi.

 

Le premiazioni avranno tutte luogo dopo ferragosto nell’ Area Eventi Pineta AVAD di Tarquinia Lido con inizio alle ore 18:00. Ecco il calendario: Giovedi 16 Cerimonia di Premiazione per le Sezioni Giornalismo – Poesia – Racconti – Libri inediti. Venerdì 17 sarà la volta della Sezione Libri Editi. Sabato 19  cerimonia per le Sezioni Fotografia e Vignette con la partecipazione straordinaria del Campione dei Mangiatori di Peperoncino Giancarlo Gasparotto alias Jack Pepper. Sabato 25 premiazione dei vincitori della Sezione Cortometraggi con la partecipazione di Francesco Presta Direttore Artistico del Mediterraneo Festival Corto e del Cinecircolo Maurizio Grande di Diamante. Per Giovedì 23 è invece prevista al Cinema Etrusco di Tarquinia (evento promosso dalla DG Cinema & Consulting e Gérôme Bourdezeau) la presentazione e proiezione in anteprima dei cortometraggi finalisti presentati al Premio Culturale ArgenPic 2018 che saranno premiati appunto Sabato 25 nell’ Area Eventi della Pineta Avad di Tarquinia Lido. Nel corso dell’evento gli spettatori presenti in sala potranno votare per l’assegnazione del Premio del Pubblico.

 

Madrina del Premio Culturale ArgenPic, patrocinato quest’anno oltre che dal Comune di Tarquinia anche dall’Università Agraria e dall’ARSIAL (Agenzia Regionale per lo Sviluppo e l’Innovazione dell’Agricoltura del Lazio), registrando la fattiva collaborazione degli insegnanti dell’IIS Vicenzo Cardarelli, sarà, come sempre Anna Moroni di Rai1, mentre Osvaldo Bevilacqua di Rai2 è il Presidente Onorario. Questi, invece, i Presidenti di Giuria delle varie Sezioni a concorso: Antonio Bartalotta (Racconti inediti, Poesia inedita, Giornalismo Edito), Mariangiola Castrovilli (Libri Inediti), Anna Maria Vinci (Libri Editi), Francesco Presta (Cortometraggi), Gianfranco Tartaglia più conosciuto come Passepartout (Vignette), Tiziano Crescia (Fotografia).

 

Ma veniamo ora ai 41 magnifici finalisti per i Premi nelle varie Sezioni e per quelli riservati alle Segnalazioni e Menzioni Speciali. Tra gli Autori (scrittori, poeti, giornalisti, registi, attori, disegnatori e fotografi) si registrano anche artisti stranieri  che hanno partecipato dall’Argentina, il Brasile e Cuba.   

 

I Finalisti per i primi premi nelle sezioni a concorso:

Carlo Canna, Paola Cimmino alias Gamy Moore, Alberto Mazzega, Antonio Suraci, Maria Grazia Di Mario, Roberto Crociani, Paolo Jorio e Rossella Vodret, Annalisa Venditti, Andrés Norberto Baodoino, Rita D’Andrea, Gianfranco Carpine, Silvana Cenciarelli, Luca Sborzacchi, Antonella Calvani, Antonio Torino, Alberto Cappellacci, Raffaele Ballirano, Massimiliano Brizi, Francesco Colangelo, Paolo Budassi, Enrico Biondi, Simone Togneri, Leo Magliacano, Gabriele Nicosia.

 

I Finalisti per i Premi, le Segnalazioni e Menzioni Speciali:

Bebbe Gallo, Philippe Boa, Giorgio Colangeli, Valeria Solarino, Francesca Napoli, Ugo Ardini, Cesare Aloisi, Isabel Arrebato, Daniele Cristina Rosa Ferrari Serejo, Simone Previti, Claudio Crepaldi, Fabio Clerici, Stefano Girardi, Antonella Calvani, Marco Cibecchini.

 

Già pronta l’uscita ufficiale, per il 16 Agosto, dell’Antologia, corredata anche da foto e disegni, interamente dedicata al Premio Culturale ArgenPic 2018 Edita da Bibliotheka Edizioni di Roma, con la pubblicazione delle opere vincitrici e di tutte quelle segnalate. Il libro oltre che nella versione cartacea  sarà disponibile anche in e-book e acquistabile in tutti i siti internet di vendita (tra cui Amazon, IBS), direttamente dal sito della casa editrice www.bibliotheka.it e ordinabile in tutte le librerie italiane.

 

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Oltre 700 atleti alla Granfondo dell’Est! Est!! Est!!!

La nuova Granfondo dell’Est! Est!! Est!!! ha ottenuto un grande successo e l’alto gradimento da parte dei numerosi partecipanti. In una calda domenica di fine luglio, oltre 700 sono state le iscrizioni giunte alla Mtb Montefiascone, società organizzatrice dell’ultima tappa del Circuito Mtb della Maremma Tosco Laziale. Per la prima volta, infatti, a Montefiascone è stato proposto il percorso Marathon, una gara di 52 km per 1600 metri di dislivello. Questo tracciato impegnativo ha affiancato il tradizionale percorso della Granfondo di 42 km, oltre a quello non competitivo di 18 km.
Il re del percorso Marathon è stato Davide Di Marco (Race Mountain Folcarelli team), già vincitore più volte in passato della granfondo di Montefiascone e ora primo vincitore nell’albo d’oro del percorso lungo. Su questa distanza il corridore marchigiano non ha avuto rivali, precedendo di circa 7 minuti Lorenzo Ciutti (Custom4it). Sul terzo gradino del podio assoluto sale Pierluigi Torelli (Team Bike Race Mountain Civitavecchia). Tra le ragazze, sul percorso di 52 km il successo è andato a Fabia Romana Costantini (Team Bike Palombara). 
Alfredo Balloni (Custom4it) è riuscito ad imporsi sul percorso di 42 km. Anche il corridore laziale è riuscito a dare un distacco di circa sette minuti al secondo classificato, Valerio Piancatelli (Team Bike Palombara); al terzo posto chiude uno dei compagni di squadra di Piancatelli, Stefano Prati. Tra le ragazze il successo è per Simona Petrini (Team Civita Bike) davanti a Laura Sopranzi (Centro Bici Team Terni) e a Claudia Cantoni (Team Bike Race Mountain Civitavecchia). 
Ulderico Catteruccia, presidente del comitato organizzatore, afferma: «Siamo molto felici della grande partecipazione alla gara. Abbiamo riscontrato tanti feedback positivi e questo non può farci altro che piacere. Abbiamo proposto un nuovo percorso molto impegnativo, e l’apprezzamento dei tanti corridori, sia per ciò che riguarda il tracciato che per ciò che concerne la sicurezza e i ristori, ci ripaga del grande sforzo organizzativo».
Il Circuito Mtb della Maremma Tosco Laziale conclude così la propria decima storica edizione, confermando i grandi numeri in continua crescita non solo da parte degli abbonati, ma anche dei singoli iscritti alle gare. Nei prossimi giorni saranno comunicati in via ufficiale luogo e data della premiazione conclusiva.

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Ai Kanari il Città di Civitavecchia V Memorial Mario Romano

È la formazione de I Kanari la vincitrice del Torneo Città di Civitavecchia – V edizione del Memorial Mario Romano, manifestazione organizzata dalla Cestitica Civitavecchia con il contributo di Molinari Italia Spa e il patrocinio del Comune. Nella finale giocata domenica sera di fronte ad una tribuna gremita, I Kanari hanno superato al supplementare per 76-69 il favoritissimo quintetto di Liberty Coffee Break, potendo contare, tra l’altro, su un sontuoso Alfarano, poi premiato come miglior giocatore. I “caffettieri” hanno pagato una certa presunzione e hanno trovato particolare difficoltà nell’ultimo quarto, che avevano iniziato con 7 lunghezze di vantaggio, ad attaccare la zona predisposta dai Kanari. Alfarano e compagni, dal canto loro, hanno messo in campo energie e intensità che sono invece assolutamente mancate alla formazione avversaria. Va quindi in archivio l’edizione 2018 del Memorial. 
Due settimane di basket tutte le sere sul “rinato” campo del Pincio, che ha visto protagonisti centinaia di appassionati, dai piccolini del minibasket ai ragazzi delle giovanili, per finire con i senior che si sono sfidati nel torneo ufficiale. Una manifestazione diventata ormai una tradizione dell’estate civitavecchiese, realizzata grazie al sacrificio e alle fatiche degli organizzatori e al contributo di Molinari Italia spa, ieri sera rappresentata alla cerimonia di premiazione da Mario Molinari. Una manifestazione, che proprio come ricordato da Molinari, vuole ricordare con affetto quello straordinario personaggio che era Mario Romano. 
Riguardo le premiazioni, la coppa dei terzi classificati è andata al quintetto di Club 88. Per quanto riguarda i premi singoli, detto di Alfarano, il premio come miglior giovane del torneo è andato ad Alessandro Spada. Lorenzo Bencini è risultato il vincitore della gara di tiro da 3 senior, mentre tra gli Under 18 ha vinto Andrea Bottone e tra gli Under 15, Luca Rizzitiello. I ragazzi di Cccp hanno vinto il torneo 3 vs 3 riservato agli Under 15, mentre quelli di Partita Annullata, hanno vinto il 3 vs 3 riservato agli Under 18.
Liberty Cofee Break: Campogiani 3, Bezzi, 3 Spada 7, Pitagora, Cammillucci 15, Boccalato 2, Trisolini 7, Rogani 13, Gianvincenzi 16.
Kanari: Mastrogregori 10, Valle 15, Fiorucci 10, Inserra 6, Carucci, Pazzaglia, Mancini, Bottone 16, Alfarano 19, Russo.

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

A Sport’ n’ Roll anche il memorial Marco Perugini

TARQUINIA – Sabato torrido? Ci pensa Sport’n’Roll a regalare una fresca serata di sport, musica e divertimento a Tarquinia Lido. «Sarà un sabato caldissimo, quello che chiude questo  mese di luglio: e allora cosa c’è di meglio di scendere al mare per una serata di sport, musica e divertimento? – affermano gli organizzatori – Un menu così variegato lo offre solo Tarquinia Lido con Sport’n’Roll, che sin da questa mattina ma soprattutto dalle 19 in poi animerà vie e spiagge della cittadina tirrenica».
Si inizia con i tornei sportivi: momento di agonismo, ma anche di dolce ricordo quello in programma allo stabilimento balneare La Pineta, sul cui campetto, dalle 21, si giocherà la finale del Memorial Marco Perugini di pallavolo. Al termine, la cerimonia di premiazione e l’omaggio a Marco, scomparso proprio il 28 luglio di due anni fa.
Agonismo anche nella Next Generation Arena, con il torneo di Beach Tennis che si svolge nella spiaggia proprio antistante al BigAirbag, il grande materasso dove tuffarsi a corpo libero grazie all’assistenza dello staff del Parco Avventura Riva dei Tarquini.
Andando con ordine a riassumere gli appuntamenti di giornata, con lo sport si parte la mattina alle 8 e 30, con la passeggiata in canoa organizzata da Assonautica nella Water Arena. Alle 21 e 15, poi, lezione di pilates con Raffaella Renzi in piazza degli Eventi e poco dopo, alle 21,30, nella Bike Arena, l’esibizione di Mountain Bike a cura di Etrusca Bike. 
Poi la nutritissima parentesi musicale: si parte alle 22 in piazza della Cantera, con l’atteso concerto degli Elephants&Castles introdotti dalle sonorità di Lorenzo Passamonti, alias Giraffe. Alle 22,30, in piazza degli Eventi, suoneranno i Lez Bon-Ton mentre, in piazza dello Sport, partirà una sessione quasi sperimentale che unirà vari componenti di band locali in un’esibizione sicuramente godibile.
Sport’n’Roll è organizzato dalla ProLoco Tarquinia con il patrocinio del Comune di Tarquinia e la collaborazione di Assotur, Sib, Evensound, Domus Artis, Cag e Camping Village Riva dei Tarquini.
 

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Tutto pronto per il primo ''Torneo Corsini-La Rosa''

Tutto pronto per il primo ‘‘Torneo Corsini-La Rosa’’. L’Asp Civitavecchia, sotto l’egida della Federazione Italiana Pallavolo, ha organizzato una competizione mista (maschile e femminile), che andrà in scena da domani al palazzetto dello sport ‘‘Insolera-Tamagnini’’ e proprio alla palesta “Corsini-La Rosa” di Civitavecchia.
Possono partecipare alla kermesse tutti gli atleti nati dal 2003 in su iscritti a società sportive aderenti alla Federazione Italiana Pallavolo regolarmente iscritte e in regola con il tesseramento per la stagione 2017/2018, tutti muniti di un documento d’identità. Ogni atleta dovrà consegnare prima dell’inizio della gara copia del certificato medico agonistico in corso di Validità. Possono partecipare più squadre della stessa società o squadre con atleti di diverse società. Ogni squadra sarà tenuta ad inviare al momento dell’iscrizione i nominativi degli atleti partecipanti con la rispettiva società di appartenenza.
L’elenco delle atlete di ogni singola squadra e la relativa documentazione dovrà essere presentata alla società organizzatrice all’inizio della manifestazione e non potrà subire variazioni. Ogni squadra potrà indicare nell’elenco di cui sopra fino a tredici atleti, (2 liberi) la composizione della squadra durante le fasi di gioco dovrà sempre essere di 3 giocatrici di sesso femminile e 3 giocatori di sesso maschile.
Il programma della manifestazione sarà definito a cura della società organizzatrice e comunicato ai sodalizi partecipanti. L’Asp si riserva comunque il diritto, per ragioni organizzative, di apportare modifiche al programma stesso (orari, campo di gioco, ecc…), oltre alla formula in ragione del numero di squadre che daranno la loro adesione, di cui ne sarà data immediata comunicazione alle squadre interessate.
Gli incontri si svolgeranno a partire dalle 20.30 due partite per sera,ogni squadra avrà a disposizione 30 minuti di riscaldamento.
Tutti gli incontri previsti dal torneo (comprese semifinali e finali) saranno disputati al meglio dei tre set di cui i primi due al limite dei 25 punti e l’eventuale terzo a 15 (con cambio campo a 8) e sempre con due punti di scarto necessari per l’aggiudicazione. Alla squadra vincente per 2 set a 0 verranno assegnati 3 punti, nel caso la partita finisse 2 set a 1 verranno attribuiti 2 punti e 1 punto . Durante ogni set potranno essere effettuati cambi senza un limite.
Al termine della finale per il primo e secondo posto avrà luogo la premiazione all’interno del Palazzetto dello Sport, alla quale tutte le squadre partecipanti sono tenute a presenziare. Alle squadra prima classificata saranno consegnati premi speciali.
I palloni per il riscaldamento verranno messi a disposizione dalla Asd Pallavolo Civitavecchia.
Tutti gli incontri saranno diretti da arbitri, dirigenti o allenatori designati dalla società organizzatrice ritenuti comunque idonei allo scopo.
Non sono ammessi reclami di nessun tipo e le società partecipanti, con il solo atto di adesione alla manifestazione, accettano in modo incondizionato il presente regolamento e contestualmente sollevano la società organizzatrice da ogni responsabilità per fatti o incidenti accaduti a giocatrici o terzi prima, durante o dopo lo svolgimento della manifestazione stessa.

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Trofeo Indra Mercuri nel segno dell’Italia

La memoria di Indra Mercuri non poteva essere onorata in modo migliore: è stato un grande successo il 3° Trofeo Indra Mercuri, dedicato al giovane giocatore di hockey in line deceduto in un tragico incidente stradale nel lontano dicembre 2008. PalaMercuri gremito e festante, colorato di azzurro e tricolori e con un pieno di giocatori di tutte le categorie: senior, femminile, giovanili. Eccellente il lavoro della Cv Skating che è riuscita a coinvolgere le gare del trofeo con esibizioni dimostrative per far toccare con mano l’azzurro a tutti e riuscire a coinvolgere in maniera entusiasmante i giovanissimi giocatori di tutta la Regione Lazio. Il Trofeo è stato affrontato dalle nazionali italiane maschili e femminili come preparazione in vista del Mondiale di Asiago – Roana che si terrà nella seconda metà di luglio. A vincere la selezione chiamata ‘‘Italia Bianca’’, sia nel maschile (battuta in finale 3-2 l’Italia Azzurra) e nel femminile (3-2 contro Civitavecchia under 16). Quarto posto per gli Snipers TecnoAlt Civitavecchia che hanno perso la finale 3° posto ai rigori 7-6 contro i francesi del Bourg Les Valence. (SEGUE)

I COMMENTI – «È stata una 3 giorni tanto impegnativa quanto entusiasmante – spiega il presidente Riccardo Valentini – di cui siamo onorati. Ringrazio la Federazione per averci dato fiducia, le autorità presenti alla premiazione, gli sponsor e tutti i volontari che hanno lavorato incessantemente per far si che l’evento riuscisse alla perfezione. Tutto è andato nel migliore dei modi: era la prima volta che l’Italia scendeva nel Lazio e abbiamo fatto di tutto affinchè non ci fossero intoppi a rovinare la festa». Soddisfazione quindi per il presidente Valentini, sentimento condiviso dai tecnici della nazionale. «È stato un raduno impegnativo ed oltre al lavoro sul campo non possiamo notare che con piacere che tutti gli atleti sono tornati a casa con il sorriso – affermano all’unisono i tecnici della nazionale – la Cv Skating è stata davvero ospitale e ci ha messo nelle migliori condizioni di lavorare per il Mondiale. È stato belle poter vedere i giocatori all’opera in partite, ne abbiamo tratto indicazioni importanti di cui terremo conto verso il prossimo Mondiale». (Agg. 27/06 ore 18,54 SEGUE)

GLI SPONSOR – La Cv Skating ringrazia il main sponsor Enel per aver contribuito alla manifestazione, e gli altri sponsor: Orsolini Amedeo SPA, Dopolavoro Ferroviario Civitavecchia, Bingo, Conad Le Terme, Tecnomate, Cpc Civitavecchia, Ottica De Felici, Oreficeria Galli, Santero 958, forno Stefano Papi, macelleria Diego e Barbara, Publiworld, Aquafelix. (Agg. 27/06 ore 19,27)

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Pulcino d’Oro: Dlf da urlo

Si chiude con il botto il Pulcino d’oro 2018,  giunto quest’anno alla 9^ edizione,  riservato alle categorie dal 2012 al 2006. La cerimonia di premiazione si tinge dei colori biancoverdi del DLF Civitavecchia a testimonianza che la società di Viale Baccelli non teme la concorrenza di alcun antagonista e che i continui capovolgimenti di fronte che vedono la collaborazione tra altre società locali non scalfiscono minimamente la professionalità con cui gli istruttori, gli allenatori e i dirigenti infondono il loro sapere ai propri tesserati. I risultati ottenuti, il primo posto nelle categorie 2006, 2008 e 2009, il secondo posto dei 2007, e ben quattro titoli come capocannoniere per Federico Serra dei 2006, Gabriele Belloni dei 2007, Gianmarco Pane dei 2008 e Fabiano Serpente dei 2009, stanno a testimoniare l’indiscussa superiorità tecnica della cantera dielleffina e l’innegabile competitività sull’intero litorale. (Agg. 25/06 ore 18,53 SEGUE)

Tutti i gruppi si sono presentati all’ultimo appuntamento stagionale con il massimo dei calciatori consentiti dal regolamento. Straordinario l’iter in tutte le categorie. Buono il percorso del gruppo 2010 di Matteo Fiorini che si è arreso ai quarti di finale solo ai calci di rigore, contro la poi vincitrice del torneo,  mentre i 2012 sono stati eliminati nel girone di qualificazione. Ottima comunque la crescita  dei cuccioli biancoverdi diretti sapientemente da Lucia Droghini. Migliore il destino per i 2009 guidati dall’istruttore Bruno Dignani. I piccoli biancoverdi  hanno vinto tutti gli incontri battendo, in un’emozionante finale, la Leocon con un secco 5 a 1.  Anche il gruppo 2008 di Massimiliano Pane è arrivato imbattuto all’appuntamento con la finale, dove, con una gara impeccabile, ha calato il poker alla CSL Soccer, conquistando meritatamente il successo.  Hanno invece chiuso al secondo posto, i biancoverdi 2007. I dielleffini di Filippo Di Gaetano, dopo una fase di qualificazione da protagonisti e l’eliminazione in semifinale ai danni di un’ottima CSL Soccer, si sono dovuti arrendere in finale all’Atletico Ladispoli, accontentandosi così della piazza d’onore. Straordinario percorso dei 2006 di Simone Romagnoli, come straordinaria è stata tutta la stagione, con ben quattro primi posti in tornei di ottimo spessore, un secondo posto al trofeo Rete Oro, sconfitti solo ai calci di rigore dalla Polisportiva Carso, e un terzo posto nel trofeo Kids, dietro a Roma e Lazio e davanti a formazioni del calibro di Frosinone e delle più importati società romane. I biancoverdi hanno, prima, vinto il girone di appartenenza, per poi battere nei quarti e nelle semifinali prima il Ladispoli e poi il Civitavecchia 1920. La finale, l’ultima di una lunghissima serie di sfide, contro i capitolini dell’Urbetevere, si trasforma in una debacle per la formazione teverina. La partita e’ vivace e appassionante, vista anche la rivalità tra le due squadre che mai come quest’anno si sono dovute confrontare nelle fasi finali dei vari tornei cui hanno preso parte. I biancoverdi hanno mantenuto il totale predominio del gioco e, con due azioni da manuale, realizzano le reti, con Serra e Bertini, alzando al cielo il trofeo.(Agg. 25/06 ore 19,28 SEGUE)

Con quest’ultima fatica al Tamagnini si chiude un’altra sorprende stagione per il DLF Civitavecchia, soprattutto per la Scuola Calcio. I ringraziamenti doverosi, per mano di chi scrive, vanno indirizzati principalmente allo staff dirigenziale al completo, che ha saputo guidare con competenza e professionalità’ l’intera macchina, prospettando nuovi interessati progetti per il prossimo anno e inserendo notevoli figure professionali di grande esperienza come il nuovo responsabile della Scuola Calcio, proveniente dalla SS Lazio. I ringraziamenti vanno inoltre rivolti anche a tutti i dirigenti e accompagnatori che sono stati il valore aggiunto dell’ambiente societario, necessario e fondamentale per il raggiungimento degli obbiettivi. Per questa stagione calcistica, quindi, si chiude qui, dopo aver dimostrato che il vivaio è il migliore del comprensorio,  dopo aver giocato ad armi pari con squadre di prestigio della capitale anzi, lasciatecelo dire, anche con una certa e ormai acclarata superiorità,  e dopo aver preparato non solo tecnicamente atleti che sono sempre i più richiesti per il grande salto. Qualcuno si lascerà ammaliare dal fascino del professionismo, altri decideranno di restare nel loro porto sicuro, certi che anche il futuro riserverà sorprese piacevoli e tante soddisfazioni. (Agg. 25/06 ore 20,21 SEGUE)

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Torna lo spettacolo dello Slalom

È arrivato il giorno del 6° Slalom “Civitavecchia – Terme Traiano” organizzato da Ausonia Promosport con la collaborazione del Gruppo Piloti Civitavecchia e il consueto sostegno della fondazione Cariciv e di numerosi sponsor. Come da regolamento di questa disciplina sportiva, sono tre le manche cronometrate in programma, a partire dalle 13 (più una manche di prova prevista per le ore 12), sul confermato ed impegnativo tracciato di 3 km che parte dalle Terme di Traiano e arriva in località Tramontana; il percorso sarà ritmato e scandito da una decina di postazioni di rallentamento, e i concorrenti sono chiamati a misurare le proprie doti di velocità e abilità alla guida. I migliori specialisti del centro sud si ritrovano nel territorio di Civitavecchia per questa competizione, che rientra nel calendario Aci Motosport e ha visto la sua prima edizione nel 1983 sulla vecchia strada “Braccianese Claudia”. Le verifiche tecnico-sportive, a partire dalle 8, sono effettuate presso il piazzale della stazione di servizio di fronte all’uscita “Civitavecchia Nord” dell’A12. I piloti del Gpc vivono emozioni diverse, c’è grande attesa per Pietro Renzi, alla guida della sua Citroen Saxo che ha dovuto effettuare una revisione al cambio: «Sono molto emozionato, è la gara di casa e voglio dare il mio meglio. La preparazione dell’evento è stata faticosa, sia nella fase burocratica sia nella ricerca degli sponsor, che ringraziamo». Dello stesso avviso Antonio Morali, con la sua Elia Avrio Evo per la categoria Sport Prototipi: «Abbiamo lavorato fino all’ultimo con il preparatore Cristian Fedeli, in tempo record siamo riusciti a rimettere in piedi la macchina, dopo un problema al motore sorto durante l’ultima gara in Toscana. Abbiamo ottenuto – continua – un buon risultato, ora a parlare sarà la pista». Gara a rischio per Mauro D’Aureli e la sua Alfa 33, che ha avuto un problema all’alimentazione nella serata di venerdì: “Non c’è stata nessun avvisaglia, stiamo lavorando agli ultimi aggiustamenti e speriamo di farcela”. Delusione totale per Perry Collia, che negli ultimi quattro anni era arrivato primo nella sua categoria e voleva ripetersi alla guida di una Pegeut 106: «Dispiacere assoluto, ho aspettato inutilmente le gomme nuove che dovevano arrivare entro il 20, ma non sono disponibili. A malincuore – prosegue – devo rinunciare alla gara di casa, ho pensato anche ad un’alternativa ma non mi sento tranquillo dal punto di vista della sicurezza, che deve essere sempre la priorità. Sarà per la prossima volta». Nella lista degli iscritti presenti anche Luciano Berluti su Fiat 500 e il campione uscente Davide Belli su Formula Gloria. Gli esponenti del Gpc intendono farsi valere, forti della conoscenza del percorso. Soddisfatto Enzo De Cicco, portavoce del gruppo: «Un buon numero di concorrenti, l’ultima incognita rimane il meteo». La gara avrà come splendida cornice l’area delle antichissime Terme di Traiano, e gli appassionati, i concorrenti ed i loro accompagnatori, in occasione del week-end dedicato allo Slalom, avranno anche la possibilità di visitare la zona archeologica, di straordinaria importanza culturale per le sue bellezze storiche ed architettoniche. A conclusione della gara, è prevista la cerimonia di premiazione alle 17. Anche per questa edizione è disponibile il servizio di bus navetta di Argo, che farà la spola fra l’ingresso dell’Aquafelix e l’intero percorso. Per consentire lo svolgimento della gara, è interdetto il traffico e il parcheggio per tutta la durata della manifestazione sulla Provinciale 7b, strada “Sassicari”.

Glo.T.
 

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Apoteosi giovanissimi: primi al torneo ‘‘Trovò’’

di MATTEO CECCACCI

È proprio vero, quello che il calcio ti toglie prima o poi te lo restituisce, e i Giovanissimi Elite del Civitavecchia Calcio 1920 questo lo sanno molto bene. Se nella regular season i classe 2003 avevano ottenuto un penultimo posto frutto di 5 vittorie, 8 pareggi e ben 17 sconfitte per una stagione alquanto negativa che aveva dato a tutte le altre compagini l’illusione di essere una squadra di poco valore, i nerazzurri hanno ribaltato del tutto i pronostici trionfando nella prestigiosa kermesse della regione Toscana, vale a dire il torneo ‘‘Trovò’’ vincendo con il Siena prima, Grosseto dopo e asfaltando 3-0 l’Albinia in finale conquistando così la coppa grazie anche a mister Pasquale Oliviero, un tecnico a cui non ci si può che inchinare dinanzi all’impeccabile e all’eccezionale lavoro svolto dopo il post Franco Supino; chissà come sarebbe terminato il campionato se Oliviero avesse preso la squadra da inizio anno. (Agg. 16/06 ore 17,50 SEGUE)

Una coppa, dunque, che è già stata festeggiata e portata nella sede del club di Largo Martiri di Via Fani accanto ai tanti altri numerosi trofei che il settore giovanile civitavecchiese ha ottenuto nel corso degli ultimi anni e che aspettava ormai da molto tempo. La finale, giocata domenica al comunale di Grosseto, ha visto una Vecchia più carica che mai disposta in campo con il suo solito 4-4-2. I pupilli del presidente Iacomelli hanno dato fin dall’inizio filo da torcere ai rivali che non sono mai riusciti a superare la retroguardia nerazzurra, frutto dell’ottimo lavoro svolto dal difensore tuttofare Zagami che non ha concesso spazi a nessuno. L’1-0 è opera dell’ex Tolfallumiere classe ‘04 Pomponi. Nella ripresa è dominio civitavecchiese, l’Albinia ci prova solo nel primo quarto d’ora, ma la saracinesca Fioretti non fa passare nessun pallone. A siglare il 2-0 ci pensa bomber Liberati, seguito dall’altro compagno di reparto Corona per il definitivo 3-0. Al triplice fischio è delirio Civitavecchia, un vero e proprio tripudio di emozioni: la panchina piange di gioia, mister Oliviero impazzisce di felicità e abbraccia i suoi, i tifosi invadono il campo e il diesse Fabio Ceccacci non può che abbracciare il tecnico per la riuscita di questa grande impresa. Un memorabile trionfo che ha portato oltre alla premiazione del primo posto, altri due gratificazioni: Alessio Fioretti miglior portiere e Luca Mastropietro miglior giocatore, due talenti di classe nell’occhio di molti club professionistici. (Agg. 16/06 ore 18,30 SEGUE)

«Abbiamo fatto – commenta il diesse Fabio Ceccacci – la storia in questo torneo. Siamo una formazione forte e da settembre possiamo ambire a grandi posti in classifica, d’altronde siamo il Civitavecchia Calcio».(Agg. 16/06 ore 20,20)

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###