La Cestistica festeggia i suoi 70 anni di storia con una vittoria

Finalmente Cestistica. Dopo vari buchi nell’acqua, la Stemar 90 riesce nella missione di battere una big del torneo. Vittima della voglia di riscatto della formazione di Civitavecchia è stata la Fortitudo Roma, che nell’undicesima giornata del campionato di serie C Gold è uscita sconfitta per 75 a 57 dal PalaRiccucci.
Un successo che rilancia nettamente le ambizioni della squadra di coach Lorenzo Cecchini, che grazie a questi due punti sale a quota 10 in classifica con una partita da recuperare e la concreta opportunità di rientrare nel lotto delle prime otto che andranno a disputare i playoff.
È ancora presto per tirare le somme, ma come aveva detto il tecnico della Cestistica prima del match, era fondamentale vincere contro una delle favorite al salto di categoria e riacquisire fiducia nei propri mezzi.
Parziali: 24-13, 15-11, 26-10, 10-23.
Cestistica Civitavecchia: Campogiani 7, Foulds 15, Bezzi 7, Bottone 2, Gianvincenzi 8, Manetti 16, Profumo D. 0, Di Grisostomo 7, Fiorucci 0, Spada 0, Gattesco 13. Coach: Cecchini.
Fortitudo Roma: Rossetti T. 8, Martinelli 2, Grillo n.e, Giannini 17, Reale 5, Digno 6, Gianni n.e., Barraco 4, Rossetti M. 3, Alibegovic 9, Faloppa 3. Coach: Polidori.
Non solo pallacanestro giocata domenica pomeriggio al PalaRiccucci. In un palazzetto gremito di appassionati, alla presenza del vice sindaco e assessore allo sport Daniela Lucernoni, dei consiglieri Massimiliano Grasso e Francesco Fortunato in rappresentanza del consiglio comunale, e del consigliere del Comitato Regionale Fip Lorenzo Fontana, si è infatti svolta la festa per i primi 70 anni della società rossonera. 
Un compleanno festeggiato sobriamente, ma anche con momenti d’intensa commozione al momento della premiazione di due mostri sacri del basket locale: Giorgio Vercesi e Roberto Guerrucci.

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Invernale: gara rinviata per assenza di vento

Ad accogliere i regatanti domenica mattina al briefing delle 9.30 c’era un bel sole e una temperatura che niente aveva di invernale, oltre allo staff del CNRT e al direttore di corsa, Fabio Barrasso, che, con sano pragmatismo, aveva evidenziato le difficoltà oggettive della giornata. «In queste situazioni dove abbiamo i 3/4 nodi – aveva puntualizzato Barrasso – l’arrivo di un refolino di 6/7 nodi fa scattare la voglia di partire, ma dobbiamo considerare che noi, sulla barca giuria  e voi come regatanti, abbiamo solo la percezione di quella zona di poche centinaia di metri in cui ci troviamo. Come Comitato, invece, abbiamo la situazione su tutto il campo di regata, perché i posaboe ci informano della situazione in atto anche lì. Quello che vogliamo fare è una regata e non una parvenza di regata, con una condizione magari accettabile solo alla partenza e tanti buchi di vento nella altre zone». Ed è andata proprio così: tutti in acqua per aspettare un giro di vento che alla fine si è verificato, con un 320° promettente sulla boa di partenza ma una quasi totale assenza di vento già alla boa di bolina. Quindi tutti a casa, anzi no, molte barche, infatti, sono restate in acqua ad allenarsi mentre le altre prendevano la via di un affollatissimo ‘‘Pasta Party’’ al Caicco di Riva di Traiano. Ed è stato quello il momento delle prime domande sulla Roma per 2, che quest’anno avrà una data di partenza particolare. «Partiremo il 6 aprile – ha spiegato il presidente del CNRT Alessandro Farassino – e quindi di sabato. Questo cambierà l’organizzazione della regata, con i corsi della sicurezza che saranno anticipati alla domenica precedente. Saranno quindi tre week-end, con la premiazione, fortemente animati per il porto, magari anche con i corsi del sonno del dottor Claudio Stampi per i solitari e i per due e per tutti coloro che vogliano apprendere la tecnica dei ritmi veglia/sonno».
 

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Invernale: gara rinviata per assenza di vento

Ad accogliere i regatanti domenica mattina al briefing delle 9.30 c’era un bel sole e una temperatura che niente aveva di invernale, oltre allo staff del CNRT e al direttore di corsa, Fabio Barrasso, che, con sano pragmatismo, aveva evidenziato le difficoltà oggettive della giornata. «In queste situazioni dove abbiamo i 3/4 nodi – aveva puntualizzato Barrasso – l’arrivo di un refolino di 6/7 nodi fa scattare la voglia di partire, ma dobbiamo considerare che noi, sulla barca giuria  e voi come regatanti, abbiamo solo la percezione di quella zona di poche centinaia di metri in cui ci troviamo. Come Comitato, invece, abbiamo la situazione su tutto il campo di regata, perché i posaboe ci informano della situazione in atto anche lì. Quello che vogliamo fare è una regata e non una parvenza di regata, con una condizione magari accettabile solo alla partenza e tanti buchi di vento nella altre zone». Ed è andata proprio così: tutti in acqua per aspettare un giro di vento che alla fine si è verificato, con un 320° promettente sulla boa di partenza ma una quasi totale assenza di vento già alla boa di bolina. Quindi tutti a casa, anzi no, molte barche, infatti, sono restate in acqua ad allenarsi mentre le altre prendevano la via di un affollatissimo ‘‘Pasta Party’’ al Caicco di Riva di Traiano. Ed è stato quello il momento delle prime domande sulla Roma per 2, che quest’anno avrà una data di partenza particolare. «Partiremo il 6 aprile – ha spiegato il presidente del CNRT Alessandro Farassino – e quindi di sabato. Questo cambierà l’organizzazione della regata, con i corsi della sicurezza che saranno anticipati alla domenica precedente. Saranno quindi tre week-end, con la premiazione, fortemente animati per il porto, magari anche con i corsi del sonno del dottor Claudio Stampi per i solitari e i per due e per tutti coloro che vogliano apprendere la tecnica dei ritmi veglia/sonno».
 

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Premiazione della Fitetrec Ante del Lazio

TOLFA –  Si è svolta a Tolfa la cerimonia di premiazione della Fitetrec Ante del Lazio presieduta da Franco  Amadio. Alla presenza del sindaco di Tolfa Luigi Landi, dei massimi dirigenti della federazione (tra cui la civitavecchiase Tiziana Volpi), di circa 400 appassionati del cavallo sono stati consegnati premi a tutti i vincitori europei, nazionali e regionali delle varie discipline equestri. La regione Lazio ha ottenuto il maggior numero di vittorie e di podi a livello nazionale.  Tra i premiati importanti riconoscimenti sono andati al giovane tolfetano Stefano della Corte, primo posto al campionato regionale di  monta da lavoro tradizionale, secondo posto assoluto al campionato italiano sempre di monta da lavoro tradizionale, terzo posto assoluto al campionato italiano di monta da lavoro veloce. Importanti riconoscimenti sono andati a Luca Corrado, vincitore di gare e campionati a livello nazionale e internazionale. I due centri equestri tolfetani ‘’Natura e Cavallo’’ di Massimo Morra e ‘la Concia’ di Alessandra Grassi sono invece stati riconosciuti tra i migliori dieci di tutta la federazione. A Massimo Morra e Stefania Ferro riconoscimenti come addestratori della disciplina classica e della performance, oltre che per l’impegno sul sociale per i disabili del centro diurno ‘i girasoli’.

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Tutto pronto per il decennale della Festa dell’Olio Nuovo

CERVETERI – «Anche quest’anno – dice  Riccardo Ferri, assessore all’Agricoltura – gli organizzatori della Festa dell’Olio Nuovo hanno preparato un programma ricchissimo e capace di coniugare in maniera impeccabile tradizione e nuove proposte. Un appuntamento diventato ormai tradizionale nella nostra Città ed un’ottima occasione per promuovere le eccellenze e le tipicità del nostro territorio. Cittadini e turisti sono quindi invitati a degustare i migliori prodotti delle nostre terre e per visitare il nostro centro Storico».
Questa edizione presenta intanto  una novità assoluta. il connubio tra olio e vino. L’Assessorato all’Agricoltura, con l’associazione Momenti Divini, propone  la Piazza del Vino e dei Sapori, con i prodotti più esclusivi delle cantine vitivinicole del territorio. Tanto avrà luogo a Piazza Risorgimento. La Festa dell’Olio Nuovo di Cerveteri compie dieci anni, e torna come tradizione nel primo week end di dicembre. 
Si conferma come l’evento che da un decennio richiama migliaia di visitatori provenienti da tutto il Lazio per degustare le eccellenze olearie e i prodotti tipici del territorio etrusco. Due giorni di iniziative organizzate dall’assessore Ferri e dall’associazione  Olio E.V.O., e patrocinato dalla presidenza del Consiglio Regionale del Lazio e da ARSIAL, che si terranno questo weekend all’interno del centro storico.
Sabato: il programma  prevede un lungo ciclo di convegni, dimostrazioni pratiche e spettacoli itineranti. Alle 14.45 aprono i battenti gli stand dei produttori di olio e degli espositori di artigianato locale. Alle 15, lo stand Esigibili proporrà con Riccardo Macari dimostrazioni di tecniche di potatura. Alle 16.30 il dottor Massimo Griscioli terrà la conferenza tecnica dal titolo ‘Danni da gelo e gestione post emergenza dell’uliveto’. A seguire, un divertente complesso di Stornellatori itineranti animerà la manifestazione per le vie del centro storico.
Domenica:  ricco e di qualità sarà anche il programma di questa giornata, con stand gastronomici e di artigianato pronti ad aprire già dalle 9.30. Alle 10 ci sarà la sfilata in musica del Gruppo Bandistico Cerite, seguita dall’esposizione di auto d’epoca del Club Vecchi4Tempi. Dalle 10,20  si terrà un secondo appuntamento  presso lo stand Esigibili, con le dimostrazioni di tecniche di potatura seguite da Riccardo Macari. Alle 11, poi, un interessante convegno, curato dal dottor Pietro Barachini di Vivai Spoolivi di Pescia, dal titolo ‘Il futuro dell’olivicoltura italiana un modello da seguire’. A mezzogiorno e un quarto scocca l’ora della premiazione del Concorso del Miglior Olio Nuovo 2018, seguita poi da degustazioni enogastronomiche gratuite. Alle 15 il dottor Nicola Di Noia guiderà gli ospiti nel riconoscere un buon olio extravergine d’oliva, con degustazioni guidate degli oli in concorso. Il lato dell’intrattenimento è affidato alla Zambra Dixie Jazz Band del maestro Augusto Travagliati e dall’Associazione I Rasenna, con la rappresentazione di ‘Scene di vita etrusca’.

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

"Golden Aster Book": domani le premiazioni alla Cittadella

CIVITAVECCHIA – Serata finale di premiazione dei vincitori e finalisti del Premio letterario mondiale "Golden Aster Book", organizzato dall'associazione culturale internazionale Aster Academy International, con il patrocinio del Comune di Civitavecchia. Un premio che fin dalla prima edizione ha riscosso un notevole successo in tutto il mondo con la partecipazione di scrittori da più di 10 paesi dai diversi continenti.
Un evento che nasce dall'idea di Alessio Follieri, presidente della Aster Academy International, con la direzione artistica di Federico D'Alessandris e con le musiche dei Mistici 2.0
Condurrà la serata finale Michele Cucuzza, con Selene Casamassima della Aster Academy. Tra gli ospiti le attrici Francesca Chillemi ed Ira Frontén, il giornalista Rai Roberto Amen, il regista Giorgio Amato, il presidente dell'International Tour Film Fest Piero Pacchiarotti e l'editrice Francesca Patti. 
Saranno premiati scrittori provenienti da tutto il mondo nelle diverse sezioni: saggistica edita e inedita, narrativa edita e inedita, poesia, premio speciale "Donna dell'anno", Premio Speciale eccellenze, Premio speciale "Un libro un film", Premio Speciale "Un libro per il sociale".
L'ingresso è libero fino ad esaurimento posti. 

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Femminile plurale: oggi la finalissima

ALLUMIERE – Ad Allumiere oggi è il giorno tanto atteso della finalissima del prestigioso evento ‘’Femminile, plurale – Premio Letterario Allumiere 2018’’ promosso dall’assessore alla Cultura Brunella Franceschini, l’amministrazione comunale e la Pro Lovo e che si terrà alle 17.30 presso l’Auditorium del Palazzo della Reverenda Camera Apostolica in piazza della Repubblica, Allumiere ad ingresso gratuito. A fare da presentatore e intervistatore sarà l’eclettico Gino Saladini, il quale con la sua brillante conduzione accompagnerà gli spettatori nel mondo della letteratura. L’attrice Novella Morellini aiuterà il pubblico ad immergere nelle parole e nelle storie narrate dalle scrittrici finaliste, interpretate musicalmente dalle pianiste Paola Ingletti e Assunta Cavallari. Le giurate Carmen Pellegrino, Martina Testa e Veronica Ricotta metteranno in evidenza le peculiarità delle opere finaliste. Durante la serata, poi, si conosceranno le radici della cultura allumierasca nella centralità della partecipazione femminile nella vita sociale del paese, attraverso la mostra fotografica che ripercorre l’esperienza delle Ragazze della Cooperativa La Lumiera. Adrenalina a mille, poi, in attesa dell’ospite d’eccezione: Dacia Maraini. «Questo premio letterario è l’occasione per una riflessione più attenta, una modalità per conoscere meglio il nostro territorio, il suo ambiente, la sua storia e, dunque, la realtà sociale in cui ora viviamo – spiega l’assessore alla Cultura e Pari Opportunità, Brunella Franceschini – nel nostro immaginario, si nutre della tradizione e delle innovazioni che potrebbe apportare, in altri termini si costruisce sulla memoria di ciò che la comunità di Allumiere è stata, ma soprattutto sul futuro di ciò che sarà. Per questo, non può esserci occasione migliore per presentare la seconda edizione di Femminile, plurale. – Premio Letterario Allumiere». Si comincerà alle 17.30 con le letture di brani selezionati dalle opere finaliste, gli interventi delle autrici e l’accompagnamento musiche a cura di Paola Ingletti e Assunta Cavallari; seguirà alle 18.30 la cerimonia di premiazione e alle 19 la presentazione dell’edizione 2019. Alle 19.30 ci saranno i saluti e i ringraziamenti finali e poi seguirà l’aperitivo. In occasione dell’evento sarà allestita la mostra fotografica: ‘’Le ragazze della cooperativa La Lumiera’’ e sarà presente la libreria ‘’Scritti e Manoscritti’’ di Ladispoli. Ci sarà anche la diretta streaming al piano superiore. Le opere finaliste sono: ‘’Gli anni forti’’ di Paola Martini (Manni Editori); ‘’La ragazza nella foto’’ di Donatella Alfonso e Nerella Sommariva (All Around) e ‘’Nonostante il velo’’ di Michela Fontana (VandA ePublishing).

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Di scena il triangolare tra Liceo Sportivo G. Marconi, Isis Fossombroni Grosseto e Isis San Giovanni Valdarno

Si è svolta all’inizio del mese di ottobre una due giorni dedicata allo sport, alla socializzazione, all’integrazione. Organizzata dall’ IIS “G. Marconi”, la manifestazione ha visto i ragazzi delle classi seconda e terza del Liceo Sportivo G. Marconi, dell’Isis Fossombroni Grosseto e dell’Isis S. Giovanni Valdarno cimentarsi in una serie di attività sportive e culturali all’insegna della sana competizione e del fair play.
Il triangolare tosco-laziale fa parte di un circuito progettuale denominato Sport Arte & Cultura, promosso dalla dirigente scolastica dell’istituto Fossombroni Professoressa Francesca Dini, a cui l’istituto civitavecchiese ha partecipato lo scorso anno unitamente al liceo di Colle Val d’Elsa. L’idea, subito sposata dal dirigente dell’IIs Marconi professor Nicola Guzzone, prevedeva varie tappe organizzate dalle diverse scuole partecipanti, in modo da conoscere le varie potenzialità cittadine, scoprire il territorio e favorire uno scambio sociale, sportivo e culturale utile ad arricchire il bagaglio formativo degli studenti. 
La seconda tappa si è svolta a Civitavecchia, articolata in diverse gare disputate in altrettante location cittadine: presso il parco Uliveto (corsa campestre, staffetta, Giochi popolari e torneo di calcetto); nelle palestre dell’IIs G. Marconi (Torneo di pallavolo e basket); Lungomare del Pirgo (Beach Volley e Beach Tennis); Sup e Canoa (Lega Navale). 
Grande l’entusiasmo dimostrato dai ragazzi, sano lo spirito competitivo e positiva l’entrata nel circuito dell’Istituto Valdarno.
Il tutto si è concluso con un concorso artistico e culturale, in cui il gruppo “Redazione” di ogni Istituto presentava due foto per ogni sport disputato ed un articolo a tema. A conclusione della kermesse civitavecchiese, la premiazione di ogni torneo e dell’Istituto vincitore, effettuata sotto uno splendido sole nel suggestivo scenario della Lega Navale.
La manifestazione ha riscosso grande successo tra i partecipanti; la perfetta organizzazione, tecnica e logistica ha trovato la giusta dimensione grazie al lavoro d’equipe svolto dal Dirigente scolastico Nicola Guzzone e da volenterosi nonché capaci colleghi che hanno affiancato i docenti di Scienze motorie dell’IIs Marconi. Un ringraziamento ai Prof. Amedeo Gabrielli (Fossombroni Grosseto) ed Emanuele Bani (S. Giovanni Valdarno), che hanno organizzato la trasferta delle rispettive scuole.
Bilancio estremamente positivo per queste due intense giornate, in cui si è respirata aria di gioventù, confronto costruttivo, fair play e tanta, tanta energia. Ci sono stati vincitori e vinti, ma nessun perdente, ognuno ha dato il meglio di sé, arricchendosi di una bella esperienza e confermando la gioia di essere sportivi.

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

L'Avo compie 30 anni

LADISPOLI – Grande festa al Polifunzionale di via Yvon De Begnac di Ladispoli sabato prossimo per il compleanno dell'Avo. L'associazione, la prima Avo nel Lazio, spegnerà infatti le sue prime trenta candeline. E a festeggiare con i tanti volontari che quotidianamente mettono a disposizione il loro tempo per le fasce più deboli, ci saranno anche le istituzioni. I festeggiamenti di sabato, infatti, che inizieranno alle 14.30 e si protrarranno fino alle 20, si apriranno con i discorsi introduttivi del presidente dell'associazione Anna Rita Pirisi, del presidente di Avo Regionale, Carla Messano e del sindaco Alessandro Grando. Saranno inoltre presenti anche altre autorità locali. A seguire la premiazione dei volontari. I festeggiamenti veri e propri partiranno dalle 17 circa con uno spettacolo di musica, danza e tanto altro ancora, il tutto organizzato dai volontari dell'associazione stessa e da professionisti. Alla manifestazione sono state invitata a partecipare, inoltre, le istituzioni e le associazioni locali, le Avo della Regione e tutti coloro che intendono condividere questo importante momento di gioia e commemorazione. «Il lungo percorso di Avo Ladispoli – scrivono dall'associazione – racconta un pezzo di storia della citt: festeggiamolo insieme! Vi aspettiamo numerosi».

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###