Tolfa, agosto mese della tradizione

TOLFA – A Tolfa la seconda metà di agosto sarà un susseguirsi di eventi tradizionali e di iniziative per tutti i gusti. In primis procedono spediti i preparativi per l’organizzazione del Torneo Regionale dei Butteri 2018 che spegne quest’anno ben 50 candeline. A coordinare tutte le attività sono la pro Loco e il sindaco Luigi Landi. L’appuntamento è a Ferragosto nel polo fieristico della Nocchia a partire dalle 16.30. In questo torneo si sfideranno i migliori team del Lazio e tra loro ha c’è il Rione Bassano che ha conquistato di diritto l’accesso a questa finalissima regionale con la vittoria riportata nel Torneo dei butteri Rionale.  Marta Papa insieme a suo padre Pierluigi Papa su Kira e al suo fidanzato Daniele Piermarini su Coletta hanno portato il Rione Bassano del presidente Stefano Riversi alla vittoria e nel Regionale cercheranno il bis. Al torneo parteciperanno anche i Fratelli Olivetti (arrivati secondi nel Rionale) che scenderanno in pista con l’obiettivo ‘‘Rivincita’’.

Il sindaco Landi e il suo staff hanno poi messo a punto il calendario per i festeggiamenti in onore del patrono Sant’Egidio. Anche quest’anno sono previsti due tranche di festeggiamenti. La prima si svolgerà i 24, 25 e 26 agosto con l’XI Drappo dei Comuni e le altre iniziative facenti parte di questa kermesse. La tre giorni comincerà il 24 agosto alle 20 con la ‘’Cena di gala’’ durante la quale si svolgeranno due momenti importanti: la presentazione dle Drappo e l’abbinamento cavalli Comuni. Si proseguirà sabato 25 agosto alle 17 con la XX edizione dell’Arrampicata. Le attivissime socie della Fidapa Tolfa, presiedute da Pamela Pierotti sono invece all’opera da giorni per mettere a punto un’altra edizione di successo di ‘‘Miss Drappo’’ dove le più belle di ogni Comune si sfideranno si sfideranno per conquistare la fascia e lo scettro spettante alla più bella del Reame. La vincitrice sarà poi la ‘’madrina’’ durante l’XI edizione del Drappo dei Comuni che si terrà domenica 26 agosto. Alle 15 ci sarà la sfilata dei sindaci dei Comuni partecipanti alla competizione     e poi seguirà la tradizionale e attesa corsa dei cavalli al fantino in onore di Sant’Egidio con partenza ‘’alla traina’’. I festeggiamenti proseguiranno il 31 agosto con ‘‘Omaggio a Lucio battisti’’ con Roberto Pambianchi ‘‘Il canto libero tour’’ che si terrà alle 22 in piazza Veneto. Il live music sarà preceduto alle 20 dalla solenne processione in onore del patron Sant’Egidio. Cresce pi l’attesa per il grande concerto in piazza (alle ore 21) che sarà tenuto dai popolarissimi Matia bazar, la band che ha all’attivo anni di successi in Italia e all’estero. Il concerto sarà preceduto alle 17 nel polo culturale dalla presentazione del libro di Marco e Bruno Fracassa: ‘‘L’eremo della Santissima Trinità di Allumiere’’. I festeggiamenti in o onore del patrono si concluderanno domenica 2 settembre con il concerto in piazza degli ‘‘Echoes’’; a seguire la tombola di Sant’Egidio e poi gran finale con il meraviglioso spettacolo pirotecnico ‘’La forza della luce’’ alle 23.30 con voce narrante fuori campo. Tutti gli eventi sono ad ingresso gratuito. Da rilevare poi che il 2 settembre, presso il campo equestre di Poggio Cedraulli, si terrà la seconda edizione de ‘‘Il Palio degli anelli’’. Iscrizioni entro il venerdì; per info e iscrizioni 3289734261, o 3272161186 o 3270434401.

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

''Migliaia di finanziamenti inutilizzati''

SANTA MARINELLA – Sulla questione del bilancio, il sindaco Tidei ogni giorno ne scopre una nuova. Oltre alle negligenze della passata amministrazione, che nel 2013 avrebbe potuto approfittare di una legge speciale che gli avrebbe consentito di perdere il titolo di Comune virtuoso e ciò avrebbe permesso di non pagare per i successivi cinque anni il Fondo di Soilidarietà, con un risparmio di oltre 6,5 milioni di euro all’anno (e di conseguenza 30 milioni di euro fino ad oggi) e che avrebbero evitato il dissesto finanziario, questa volta la nuova amministrazione, cercando tra gli uffici della Regione le attività fatte dal Comune di santa Marinella per ottenere finanziamenti regionali, ha scoperto che nella sede di Via della Pisana giacciono nelle casse quasi due milioni di euro destinati alla Perla del Tirreno e mai richiesti. Ecco perché, il sindaco Tidei, si dice sconcertato di tanta incapacità da parte della giunta Bacheca. «I tecnici di bilancio – spiega il sindaco – che dal primo giorno del mio insediamento, hanno passato ai raggi ics tutti i conti dell’Ente, insieme ai funzionari comunali, si sono dedicati all’esame di tutti i finanziamenti regionali degli ultimi dieci anni. Un lavoro serrato, che è stato portato all’attenzione degli uffici dell’assessorato alla programmazione economica della Regione Lazio. Da questo incontro, è emerso un dato davvero sconcertante, oltre 1.960 mila euro di finanziamenti fermi e mai richiesti dal 2008 ad oggi». «Paradossale – continua Tidei – mentre la giunta Bacheca si adoperava all’attivazione di quei fondi regionali per i Comuni in pre dissesto, quasi due milioni di euro giacevano nelle casse della Regione per irresponsabilità ed inadempienza. Vorrei dire a chi mi ha preceduto che un biglietto del treno, buona volontà e la consapevolezza che esiste un mondo oltre il municipio, avrebbero potuto, insieme ad un’amministrazione meno scellerata, evitare sicuramente il dissesto finanziario».

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Civitavecchia è pronta a sbalordire con la sua più grande tradizione

Si è tenuta ieri mattina nella Biblioteca del Centro Storico Culturale delle Capitanerie di Porto nel Forte Michelangelo la conferenza stampa di presentazione del 39^ Palio Marinaro dell’Assunta e del Saraceno tra i Nuovi Rioni Storici di Civitavecchia e del 10^ Palio Marinaro dei Tre Porti, evento sportivo ispirato alla storia, alla cultura, alle tradizioni e alle leggende della Città di Civitavecchia. Il presidente Calderai ha aperto la conferenza con un pendiero all’avvocato Vincenzo Cacciaglia: «La sua scomparsa prematura lascia un vuoto, tutto il popolo del Palio Marinaro lo saluta e si stringe al dolore dei suoi familiari». Alla conferenza era presente l’assessore Vincenzo D’Antò il quale fra le altre cose ha detto: «Il Palio dell’Assunta è un evento che ci sta molto a cuore: siamo stati contenti di inserirlo nuovamente nel cartellone estivo e nei festeggiamenti del Natale della città. Invitiamo a cittadini a seguire con attenzione il Palio e ad invitare più gente possibile a partecipare”. Durate la conferenza è stato presentato poi il ‘’Damasco’’ realizzato dagli alunni del 5°A sez. Arti Figurative del collegato Liceo Artistivo dell’istituto IIS P.A. Guglielmotti: tra i vari lavori proposti sono stati selezionati gli alunni Mattia Pompameo e Giorgia Cascino che hanno realizzato il damasco coordinati dalla professoressa Raffaella Borrelli. Sabato 28 luglio il Palio 2018 si aprirà con il corteo storico e la solenne benedizione ecclesiale. Presso l’anfiteatro della Marina Di Civitavecchia sarà poi inaugurato il “Villaggio Del Palio Marinaro” dove ci saranno gli stand della solidarietà. È prevista anche la prova di pesca: ‘’A pesca con papà al Palio Marinaro’’ a cura dell’Asd Amici del Mare che disporrà gratuitamente di istruttori ed all’occorrenza di attrezzature per consentire ai bambini/e e ragazzi/e, obbligatoriamente accompagnati da un maggiorenne, di cimentarsi in una prova di pesca sportiva e poter praticare la disciplina della specialità Canna da Riva. La Prova terminerà alle ore 10,00 ed i bambini/e e ragazzi/e che lo vorranno potranno partecipare ai Giochi a Mare della tradizione: Palo della Cuccagna e Cocomeri in Mare. Nel “Corteo Storico” sfileranno gli atleti iscritti al Palio con gli stendardi dei Rioni Storici scortati dalle otto “madrine” della Scuola di Portamento “My Fair Lady”, dagli alunni della Cl. 5A sez. Arti Figurative del Liceo Artistico che esporranno il “Damasco”, dai figuranti della PRO LOCO con costumi del periodo storico di riferimento curati dall’associazione stessa e realizzati dalla costumista Angela Tedesco, da delegazioni e associazioni, dall’Ordine Cavalieri di Malta delegazione Viterbo Rieti; il Corteo Storico partirà dalla Caserma Italo Stegher preceduto dalle note musicali della Banda “Amilcare Ponchielli” del maestro Dario Feoli e sfilerà per le vie del centro cittadino fino a P.zza della Vita c/o il Villaggio del Palio Marinaro. Alle 10 seguirà la «Regata della Scuola di Vela», organizzata dalla Lni Civitavecchia riservata a tutti i ragazzi della scuola di vela 2017 e 2018, per la classe Optimist, l’Equipe e per tavole a vela della classe di windsurf Techno 293. Alle ore 11 seguirà ‘’Gioca col Palio Marinaro’’ con il palo della cuccagna a mare, cocomeri in acqua, lotta saracena. Alle 17 il 39° Palio Marinaro dell’Assunta e del Saraceno tra i nuovi Rioni Storici di Civitavecchia presso lo specchio acqueo della Marina di Civitavecchia; alle 17:15 gara unica di esibizione fine corso riservata a vogatori agonisti cat. Allievi della scuola di canottaggio del Circolo Canottieri Civitavecchia. Alle 18 inizio gare tra gli equipaggi maschili e femminili del Palio Marinaro dell’Assunta e del Saraceno tra i Rioni Storici di Civitavecchia; alle 18:45: Gara dimostrativa di equipaggi “Integrati”; alle 19:00:  Piccola finale del Palio Marinaro (5°-6°-7°-8° classificato), alle 19:30 finale del Palio Marinaro (1°-2°-3°-4° classificato). Seguirà alle ore 21 la serata di canto, di musica, di sport e di ballo nel piazzale della Vita alla Marina di Civitavecchia.
Domenica 29 luglio alle 16 ritrovo atleti e sorteggio delle batterie, delle acque e delle barche c/o all’Anfiteatro della Marina di Civitavecchia per gare eliminatorie del Palio dei Tre Porti; 16:30 inizio gare eliminatorie tra Civitavecchia, Fiumicino, Gaeta unitamente agli equipaggi degli Approdi del litorale laziale, campano e toscano; 17:30 esercitazione di soccorso a mare con Gruppo Sommozzatori della Protezione Civile di Civitavecchia c/o anfiteatro della Marina; 18 piccola finale del Palio Marinaro “dei Tre Porti” (5°-6°-7°-8° classificato), 18:30 finale del Palio Marinaro “Dei Tre Porti’’ (1°-2°-3°-4° classificato), 19 premiazioni Palio dei Tre Porti.

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

“Il dissesto sembra proprio inevitabile”

SANTA MARINELLA – Si svolta ieri la seconda seduta della Commissione chiamata dal Sindaco Pietro Tidei a trovare soluzioni alternative alla dichiarazione di dissesto.

Dall’analisi dei documenti reperiti nel frattempo è emersa la sensazione che l’eliminazione dei residui attivi di bilancio, attività che ha squilibrato i conti del Comune per quasi 15 milioni di euro, sia stata fatta senza particolare cura.

 Da qui la necessità di accertare in tempi rapidissimi la ragione con la quale siano state apportate queste modifiche ai conti. All’interno del dibattito è emerso anche il dato relativo alle conseguenze della dichiarazione di dissesto.

Nulla, si è sottolineato, che potrebbe colpire la società multiservizi comunale che oltre a non essere toccata dall’eventuale dichiarazione di dissesto dovrebbe, nei piani della nuova amministrazione, veder ampliate le proprie competenze con l’attribuzione di nuovi incarichi allo scopo di massimizzare i risparmi per il Comune.

 “La maggior parte dei discorsi fatti oggi – dice il sindaco Tidei – ci fa propendere per il dissesto quale unica soluzione possibile e praticabile. Dissesto che oltre a qualche conseguenza di carattere tributario come l’innalzamento dell’aliquota dell’addizionale Irpef comunale comporterebbe il fatto che per i servizi a domanda individuale come scuolabus e mense scolastiche dovremmo coprire la totalità del costo attraverso la contribuzione delle famiglie, un aumento di circa quattro volte le tariffe già pagate. Un vero disastro del quale i cittadini dovranno ringraziare l’amministrazione che ci ha preceduto”.

“Giovedì assieme ad alcuni collaboratori mi recherò al Ministero dell’Interno per cercare di trovare, con gli specialisti di finanza locale che lì operano, una soluzione ai nostri problemi di bilancio. Nei giorni scorsi ho sollecitato, invece, il Mef affinché possa attivare un’ispezione contabile alla luce delle numerose irregolarità finora riscontrate. E’ parso subito evidente che i residui attivi potati per anni in bilancio fossero fasulli. Bisognerà con tutta la prudenza del caso, accertare anche le eventuali responsabilità dei revisori che hanno sempre certificato la regolarità dei conti pubblici. Se siamo a questo punto evidentemente qualcosa non quadra, qualcuno non ha fatto il suo dovere e detto il vero”.

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Santa Marinella, a casa i dirigenti a contratto

SANTA MARINELLA – Comincia il taglio della scure da parte del sindaco Tidei per tentare di abbassare l’enorme debito del Comune. I primi a subire i provvedimenti più duri sono i dirigenti a contratto. «La situazione di disastro che ho trovato nelle finanze comunali – dice Tidei – non ci consentirà di poter confermare il contratto ai dirigenti che sono stati assunti attraverso la procedura e con le prerogative previste dall’articolo 110 del testo unico sugli enti locali. Questo costituisce un ulteriore danno che chi ci ha preceduto ha procurato alla città. Tutti i contratti a tempo determinato sono poi risolti per legge quando il Comune si trova in situazione finanziaria strutturalmente deficitaria o in dissesto. Allo stato non saremo in grado di provvedere in questo senso. Questo fatto lega al palo la macchina amministrativa privandoci di poterci avvalere di professionalità particolari, alla bisogna, che non sono reperibili tra il personale di ruolo. E’ sintomatico come tutte queste inefficienze e difficoltà escano fuori soltanto dopo il nostro insediamento e non siano trapelate mai durante l’attività, durata circa sette mesi, del commissario straordinario incaricato dal prefetto di Roma. Tra le tante emergenze è scoppiata anche quella cimiteriale; il dirigente mi ha informato che non abbiamo disponibilità di loculi per procedere all’inumazione delle salme degli aventi diritto alla sepoltura nel cimitero cittadino. Oltre ad essere una grave crisi questo fatto apporta un danno all’immagine della città ed è un’offesa al sentimento popolare di pietà verso i nostri defunti al quale ci impegniamo a porre rimedio con la massima urgenza».

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Camboni, Evangelisti e Fanciulli dominano nel Mediterraneo

Strepitosi civitavecchiesi signori del windsurf. Ai Giochi del Mediterraneo prestazioni eccelse messe a segno nel Windsurf (classe Rs:X Olimpica) dai civitavecchiesi Mattia Camboni (GS Fiamme Azzurre e testimonial Unicef), Matteo Evangelisti e Veronica Fanciulli (GS Aeronautica Militare): dopo le regate di questi giorni Camboni è primo, secondo Evangelisti e quinta la Fanciulli. Nelle due prove di oggi Camboni ha chiuso due volte primo e Evangelisti due volte secondo. Grande Veronica Fanciulli che nella prima regata ha chiuso al secondo posto e nella seconda regata addirittura prima assoluta e ora è sempre quinta ma con il podio a soli 7 punti di distanza. In una competizione così importante dove partecipano solo i migliori atleti a rappresentare le proprie nazioni raggiungere questi risultati è davvero una grande impresa che dà lustro allo sport azzurro e alla nostra città. La vela e quindi il windsurf è tra gli sport facenti parte della grande competizione sportiva dei Giochi del Mediterraneo che si stanno svolgendo a Tarragona in Spagna e che si concluderanno con la medal race che si svolgerà venerdì 29 giugno; per il team Italia a rappresentare tutta la vela ci sono solo 8 atleti, tre dei quali civitavecchiesi. Nel femminile l’azzurra Flavia Tartaglini rincorre l'oro e con lei la nostra Veronica Fanciulli, talento giovane classe ’94 (oro mondiale e argento olimpico youth) che gareggiando oggi in medal può raggiungere uno dei gradini del podio. Per la squadra maschile Mattia Camboni è il faro della squadra della classe RS:X. Proprio Camboni è il bronzo europeo e a Tarragona sta dando il massimo. Da rilevare le eccellenti prestazioni del giovane Matteo Evangelisti (classe ’98), il ragazzo nonostante la giovane età ha già fatto un ottimo cammino fin qui e anche a Tarragona e riuscito a mettere sotto botta anche gli atleti più esperti. Nella prima giornata sono andati bene sia Mattia Camboni che Matteo Evangelisti nell’unica prova della classe RS:X maschile: i due hanno chiuso rispettivamente al terzo e al quarto posto, in scia al francese Louis Giard campione d’Europa in carica; ottimo secondo posto per Veronica Fanciulli dietro alla spagnola Blanca Maria Manchon Dominguez. Nella seconda giornata si sono svolte tre regate. Straordinaria doppietta italiana nella regata 2: Matteo Evangelisti ha preceduto Mattia Camboni; nella terza regata dominio assoluto di Mattia Camboni e quarto posto per Matteo Evangelisti. Nella regata 4 secondo posto di Mattia Camboni e settimo posto per Matteo  Evangelisti. Al termine della giornata quindi Camboni era secondo in classifica, mentre Evangelisti era quarto. Nella stessa giornata nell'Rs:X femminile settimo e sesto posto per Veronica Fanciulli e quindi in classifica generale Tartaglini era seconda, mentre Fanciulli era quinta. Nella terza giornata Matteo Evangelisti ha brillato con un secondo e un primo posto, risultati che gli hanno consentito di salire al terzo posto della classifica generale con 12 punti, ad una lunghezza dal compagno Mattia Camboni, che è rimasto secondo grazie ad un quarto e un terzo posto. Nel femminile al termine delle regate l'azzurra Flavia Tartaglini era terza, mentre Veronica Fanciulli è rimasta saldamente al quinto posto dopo un buon terzo posto seguito da un ottavo e un settimo. Martedì si è osservato un giorno di riposo. Oggi nel femminile dominio della Fanciulli migliore di tutti anche della compagna di squadra Flavia Tartaglini. Eccezionali risultati anche nel maschile: doppietta di Mattia Camboni e Matteo Evangelisti nelle due regate quindi Camboni è primo in classifica generale mentre Evangelisti è secondo. Domani si svolgeranno invece le ultime due prove prima della medal race di venerdì.  (Rom. Mos.)

 

 

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Camboni, Evangelisti e Fanciulli dominatori assoluti del Mediterraneo

Strepitosi civitavecchiesi signori del windsurf. Ai Giochi del Mediterraneo prestazioni eccelse messe a segno nel Windsurf (classe Rs:X Olimpica) dai civitavecchiesi Mattia Camboni (GS Fiamme Azzurre e testimonial Unicef), Matteo Evangelisti e Veronica Fanciulli (GS Aeronautica Militare): dopo le regate di questi giorni Camboni è primo, secondo Evangelisti e quinta la Fanciulli. Nelle due prove di ieri Camboni ha chiuso due volte primo e Evangelisti due volte secondo. Grande Veronica Fanciulli che nella prima regata ha chiuso al secondo posto e nella seconda regata addirittura prima assoluta e ora è sempre quinta ma con il podio a soli 7 punti di distanza. In una competizione così importante dove partecipano solo i migliori atleti a rappresentare le proprie nazioni raggiungere questi risultati è davvero una grande impresa che dà lustro allo sport azzurro e alla nostra città. La vela e quindi il windsurf è tra gli sport facenti parte della grande competizione sportiva dei Giochi del Mediterraneo che si stanno svolgendo a Tarragona in Spagna e che si concluderanno con la medal race che si svolgerà venerdì 29 giugno; per il team Italia a rappresentare tutta la vela ci sono solo 8 atleti, tre dei quali civitavecchiesi. Nel femminile l’azzurra Flavia Tartaglini rincorre l'oro e con lei la nostra Veronica Fanciulli, talento giovane classe ’94 (oro mondiale e argento olimpico youth) che gareggiando oggi in medal può raggiungere uno dei gradini del podio. Per la squadra maschile Mattia Camboni è il faro della squadra della classe RS:X. Proprio Camboni è il bronzo europeo e a Tarragona sta dando il massimo. Da rilevare le eccellenti prestazioni del giovane Matteo Evangelisti (classe ’98), il ragazzo nonostante la giovane età ha già fatto un ottimo cammino fin qui e anche a Tarragona e riuscito a mettere sotto botta anche gli atleti più esperti. Nella prima giornata sono andati bene sia Mattia Camboni che Matteo Evangelisti nell’unica prova della classe RS:X maschile: i due hanno chiuso rispettivamente al terzo e al quarto posto, in scia al francese Louis Giard campione d’Europa in carica; ottimo secondo posto per Veronica Fanciulli dietro alla spagnola Blanca Maria Manchon Dominguez. Nella seconda giornata si sono svolte tre regate. Straordinaria doppietta italiana nella regata 2: Matteo Evangelisti ha preceduto Mattia Camboni; nella terza regata dominio assoluto di Mattia Camboni e quarto posto per Matteo Evangelisti. Nella regata 4 secondo posto di Mattia Camboni e settimo posto per Matteo  Evangelisti. Al termine della giornata quindi Camboni era secondo in classifica, mentre Evangelisti era quarto. Nella stessa giornata nell'Rs:X femminile settimo e sesto posto per Veronica Fanciulli e quindi in classifica generale Tartaglini era seconda, mentre Fanciulli era quinta. Nella terza giornata Matteo Evangelisti ha brillato con un secondo e un primo posto, risultati che gli hanno consentito di salire al terzo posto della classifica generale con 12 punti, ad una lunghezza dal compagno Mattia Camboni, che è rimasto secondo grazie ad un quarto e un terzo posto. Nel femminile al termine delle regate l'azzurra Flavia Tartaglini era terza, mentre Veronica Fanciulli è rimasta saldamente al quinto posto dopo un buon terzo posto seguito da un ottavo e un settimo. Martedì si è osservato un giorno di riposo. Ieri (27 giugno) nel femminile le regate svoltesi non hanno cambiato la classifica con la Tartaglini terza e la Fanciulli quinta. Oggi eccezionali risultati nel maschile: doppietta di Mattia Camboni e Matteo Evangelisti nelle due regate quindi Camboni è primo in classifica generale mentre Evangelisti è secondo. Oggi si svolgeranno invece le ultime due prove prima della medal race di venerdì.  (Rom. Mos.)

 

 

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Tidei: ''Il dissesto sembra inevitabile''

SANTA MARINELLA – «Nessuna novità all’orizzonte, la nostra amministrazione comunale si troverà davanti la difficilissima situazione finanziaria nella quale l’amministrazione che mi ha preceduto ha lasciato al città».  A dirlo è il neo sindaco Pietro Tidei che ieri mattina ha incontrato il commissario prefettizio. «Dopo mesi di giravolte – continua Tidei – il commissario straordinario Enza Caporale mi ha consegnato la relazione dei funzionari, ai quali aveva affidato l’incarico di trovare una strada percorribile e sana per evitare scelte drammatiche alla nuova amministrazione comunale, e ricadute generali sulla società cittadina. La relazione è chiarissima, la via della dichiarazione di pre dissesto è impercorribile». Nella relazione infatti si legge che «lo squilibrio è di portata tale che sembrano precluse le possibilità di portare in equilibrio il bilancio di previsione, anche laddove, l’Ente, aumentasse le aliquote e le tariffe dei tributi, pur accedendo al fondo di rotazione, questo ripianerebbe solo le passività del bilancio senza procurare le risorse necessarie alle normali attività». La relazione si conclude con una frase lapidaria, dove si legge che «gli scriventi ritengono che debbano essere valutate dall’organo di revisione le eventuali residue possibilità di ricorso alla procedura di riequilibrio finanziario pluriennale a fronte delle più evidenti considerazioni a sostegno della dichiarazione di dissesto finanziario». 
«Quindi – spiega Tidei – il giorno della sua uscita di scena, la dottoressa Caporale cala l’asso sul tavolo e si lava le mani lasciando la città ai suoi problemi. La nostra amministrazione sarà costretta quindi, con ogni probabilità, a partire dal prossimo mese a dichiarare il dissesto finanziario, una bancarotta della quale dovremo ringraziare sentitamente il sindaco Roberto Bacheca e la sua congrega. Una pesantissima eredità che ci viene lasciata e che, di fatto, condizionerà l’azione di risanamento che abbiamo programmato, legandoci le mani. Domani (oggi per chi legge), ci sarà l’insediamento ufficiale dell’amministrazione comunale e dovremo iniziare a lavorare proprio sull’enorme voragine di debiti ed incuria lasciataci in eredità».

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Scilipoti: ''Sull'acqua il sindaco ha sbagliato tutto''

CIVITAVECCHIA – Una lunghissima lettera di accusa, è quella che il consigliere comunale di art.1 in rappresentanza di Onda Popolare scrive al sindaco Cozzolino.
Scilipoti cita quelli che erano i capisaldo del programma elettorale cinquestelle nel 2014. Acqua bene pubblico. Ristrutturazione rete idrica. Acqua bene inalienabile nello statuto comunale. Ottimizzare il servizio di riscossione. Tariffa sociale. 
Parole che in quattro anni sono passate dalla speranza al sogno come scrive lo stesso Scilipoti dopo aver partecipato nella giornata di lunedì ad una riunione tecnica con il responsabile dei sindaci in Acea Ato 2, la società che gestisce attualmente l’acquedotto. 
«Abbiamo appreso molte problematiche che sicuramente saranno i cittadini a farne le spese, e dove il sindaco, per l’ennesima volta hai avuto un atteggiamento silente e inappropriat». 
Per Scilipoti è è «inutile ricorrere alle solite scuse, “colpa di chi vi ha preceduto”, non sono più plausibili. Dopo 4 anni della vostra amministrazione, non solo non avete mantenuto una riga di quanto scritto, ma addirittura avete condotto la città ad essere “serva” di un gestore privato. Un gestore che, a pochi chilometri da noi, Ladispoli, viene contrastato dai vostri alleati di Governo. Già questa incongruenza la dice lunga su come state amministrando la città».
Scilipoti che giustificò la firma apposta alla sfiducia alla giunta Tidei anche per il possibile passaggio a Acea della gestione idrica illustra ai cittadini il rischio che correranno: «Ci ritroveremo, solo grazie ai cinquestelle, con la gestione dell’acqua ad un privato, che se farà interventi o investimenti nei comuni della provincia, dove gestisce il servizio, ritroveremo nelle nostre bollette la ripartizione della spesa anche se l’intervento non riguarda il nostro comune». Il consigliere di Onda Popolare illustra quelli che secondo lui sono stati i reali moventi che hanno portato alla timida lotta contro Acea: «Fosse che i mancati investimenti in tutti questi anni erano dovuti dalla volontà e consapevolezza di cedere il servizio ad Acea, facendo sì di ritrovarsi 7 milioni di euro in più nel bilancio per salvarsi la poltrona? Come mai non è stata ritirata la delibera del Commissario prefettizio prima di chiedere il parere al Consiglio di Stato? Semplici domande ma che portano alla luce una chiara volontà politica, la Vostra, di privatizzare il servizio idrico, perché se quanto scritto nel programma elettorale, corrispondeva a verità, oggi avreste intrapreso la stessa strada dei Vostri alleati al Governo Nazionale, che a Ladispoli si sono opposti ad Acea, ma soprattutto, sarebbe stato determinante la scelta della Sindaca Raggi». Scilipoti conclude la lunga lettera mostrando quelli che sono i pagamenti che i cittadini di Civitavecchia faranno con il passaggio ad Acea: «100 m3 = 151,63 € anno, 200 m3 = 318,82 € anno, 300 m3 = 567,05 € anno, 400 m3 = 1001,40 € anno, 500 m3 = 1610,91 € anno. Caro Sindaco, il bluff è ormai scoperto e quando arriveranno le bollette, saranno i cittadini stessi a ringraziarti dell’ennesimo danno alla collettività». 

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Il commento di Pietro Tidei ai volantini anonimi diffusi in città: ''Fango confezionato ad arte''

SANTA MARINELLA – Agli attacchi ricevuti attraverso un volantino anonimo, a cui il candidato sindaco Pietro Tidei ha deciso di rispondere con due querele presentate stamani ai Carabinieri, l’esponente piddino coglie l’occasione di dire la sua in un comizio tenuto domenica a Santa Severa. “Avendo già avuto tutte le soddisfazioni che la politica in tanti anni mi ha saputo regalare – ha spiegato Tidei ai presenti – anni di impegno personale, ho voluto mettere la mia esperienza a disposizione di questa città, tenuto conto dei risultati negativi che, chi mi ha preceduto ha fatto registrare, e del disastro in cui versa oggi Santa Marinella. Ho improntato questa campagna elettorale non prendendomela con qualcuno nello specifico, ma denunciando una situazione profondamente negativa. Vengo adesso ricambiato dal fango confezionato ad arte da specialisti non proprio anonimi, che sono stati ed andranno sui giornali solo per vicende di cronaca nera. Vorrei dire ai miei competitor, che sarò il sindaco di tutti e una volta eletto chiamerò il mio avversario, nel caso si rendesse disponibile ad unire le forze, e se lui vorrà collaborare sarò a disposizione nell’interesse della città. Non ci sarà uno steccato a dividere chi sta da una parte e chi sta dall’altra, ma un colloquio continuo e costruttivo per unire le forze positive ed intelligenti al fine di lavorare assieme per tirare fuori le soluzioni di cui la città ed i suoi abitanti hanno bisogno. Per questa ragione e non avendone trovato traccia in quello che Ricci chiama programma, mi piacerebbe introdurre la possibilità di un confronto pubblico sui temi importanti e sulle soluzione che, ognuno di noi, sa mettere in campo”. “Mi piacerebbe – conclude Tidei – ma so già di incontrare resistenze da parte di chi ha disertato un’altra importante occasione. Mi piacerebbe ma non dispero, non muovo fango ma porgo una mano, Santa Marinella ha bisogno di progetti, non delle solite chiacchiere”.

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###