Las Farfadais stupiscono la Marina

CIVITAVECCHIA – Pubblico delle grande occasioni alla Marina ieri sera per las Farfadais. Lo spettacolo fortemente voluto dal consulente artistico Enrico Maria Falconi e dal direttore tecnico Giordano Tricamo, finanziato dall’assessorato alla cultura di Enzo D’Antò ha incassato gli applausi del pubblico civitavecchiese. Le oltre tre mila persone di piazza della vita hanno certificato il successo della squadra di artisti circensi che tra acrobazie e costumi futuristici hanno stupito la folla.

«È stata una grande soddisfazione – ha dichiarato Falconi – volevo uno spettacolo internazionale che potesse essere visto anche da i turisti in attesa della crociera o della nave per la Sardegna e, soprattutto, dalle famiglie di Civitavecchia e del comprensorio. In loro ho trovato, e il pubblico lo ha confermato, la grazia, l’eleganza, la bravura che avevo in testa. Da lì è cominciato un lavoro silenzioso fatto di piccoli passi avanti giornalieri. Una compagnia come i Les Farfaides sono presenti in varie parti del mondo e gli artisti di varie provenienze e ci voleva un attimo per fallire. Oltre le esigenze tecniche che potevano far saltare tutto. Comunque, pian piano, la voglia di compiere un piccolo sogno si andava man mano compiendo. Ieri vedere circa 3000 persone in piedi dopo uno spettacolo onirico, magico e unico è stato emozionante. Da levare il fiato».

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Trova 500 euro al bancomat e li riconsegna al proprietario

CIVITAVECCHIA – Una storia a lieto fine, quella accaduto in questi giorni in città. Protagonista un agente di Polizia libero dal servizio che, passando davanti ad uno sportello bancomat, ha notato una cospicua somma di denato lasciata lì, in bella vista. Si trattava di ben 500 euro. Prima che qualche malintenzionato se ne potesse appropriare, ha quindi deciso di prendere i soldi e consegnarli al commissariato di viale della Vittoria. 

Gli agenti hanno subito effettuato gli accertamenti tramite l’istituto di credito sulle ultime movimentazione bancarie cercando di risalire all’uomo che aveva dimenticato i soldi; rintracciato, gli sono stati riconsegnati. Il cliente della banca era andato via prima di ritirare il denaro pensando che lo sportello fosse rotto, poi però i soldi erano usciti.

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Santa Marinella, Casella: ''Assurdo Minghella assessore''

SANTA MARINELLA – Continua l’attacco del consigliere comunale di minoranza della lista Il Paese che Vorrei, verso l’assessore alle attività produttive Emanuele Minghella. Nel corso dell’ultimo consiglio comunale, Casella, si era scagliato contro l’ex delegato al bilancio della giunta Bacheca, accusandolo di essere il principale autore del dissesto finanziario del Comune. Oggi, lo stesso Casella rincara la dose. “Al primo consiglio comunale – dice Casella – dopo una accalorata denuncia del drammatico bilancio ereditato dalla passata amministrazione, il nuovo sindaco ha annunciato, nello sgomento generale, la nomina ad assessore proprio di uno dei responsabili di questo disastro. Le motivazioni addotte appaiono quantomeno deboli, ossia l’idea che solo se ripagato con un assessorato l’ex delegato potesse mettere la propria esperienza al servizio del risanamento. Pensiamo infatti che Santa Marinella di esperienze come quella debba fare a meno, visti i drammatici risultati prodotti. Inoltre, non c’è stata alcuna offerta di scuse alla cittadinanza né da parte di Minghella né da parte dei consiglieri eletti che hanno fatto parte della precedente maggioranza”. “Al contrario – continua il consigliere – c’è una sorta di negazionismo rispetto alla tragicità della situazione. Se non altro, si sarebbe potuto pretendere un’assunzione di responsabilità prima di premiarli con cariche, assessorati e deleghe. La nomina della giunta è responsabilità del primo cittadino ma le figure scelte rappresentano la maggioranza tutta. Ci domandiamo, se i consiglieri di maggioranza condividano tali scelte o se si siano limitati a ratificare passivamente questa decisione. In entrambi i casi, si tratta di un segnale preoccupante. Siamo altrettanto preoccupati per ladinamica messa in atto per la scelta della Presidenza del Consiglio. Questa carica dovrebbegarantire la correttezza istituzionale e avremmo apprezzato la decisione di affidarla a un esponente della minoranza se questa non fosse stata, di fatto, una imposizione mascherata da apertura. Posto che un Presidente del Consiglio espresso dalla minoranza possa garantire maggior equilibrionella gestione del Consiglio, sembra strano che questo debba essere deciso dal sindaco in funzione di un precedente accordo, termine usato dallo stesso Pietro Tidei.Vengono meno le premesse secondo le quali la scelta di Marongiu possa considerarsi un scelta di garanzia. Inoltre, anche in questo caso, si è puntato su un esponente dell’amministrazione Bacheca, dal cui operato non si è mai dissociato”. “Ma soprattutto – conclude Casella- ci preme rilevare come, dopo una campagna elettorale improntata sulle capacità operative e sull’autorevolezza del Sindaco Tidei, l’aver optato per la continuità con la vecchia amministrazione, che Minghella e Marongiu testimoniano, tradisca invece o la debolezza politica del primo cittadino o accordi di cui non conosciamo termini e finalità”.

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Scarico del carbone, tregua fino al 30 settembre

CIVITAVECCHIA – È arrivata in tarda serata, al termine di una lunga riunione stavolta in Regione Lazio, la firma del verbale di accordo in merito alla gara per lo scarico del carbone a Tvn promossa da Enel. 

Un incontro fiume che non si pensava potesse portare a distendere i toni, tutt’altro. E invece alla fine le parti sono arrivate all’accordo, con Enel che si è impegnata a sospendere i termini per la  presentazione delle offerte di gara fino al 30 settembre, ed i sindacati a congelare lo sciopero fino alla stessa data, “intendendo tale termine come perentorio – si legge – ai fini della sottoscrizione dell’accordo, le parti si impegnano ad intraprendere il necessario confronto per il raggiungimento dell’intesa presso il tavolo interassessorile della Regione Lazio”. (SEGUE) 

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Fiumicino: scoperta base dello spaccio

FIUMICINO – di circa 20 kg di hashish, 3,2 di marijuana e quasi 400 grammi di cocaina il bilancio di una operazione antidroga effettuata, nella giornata di ieri, dagli investigatori del commissariato Fiumicino, diretto da Giuseppe Rubino.

A finire in manette un romano di 48 anni, che dovrà rispondere di detenzione al fine di spaccio di sostanze stupefacenti.

Gli agenti del commissariato già da tempo sospettavano che nella cittadina del litorale potesse esservi una base dello spaccio, cosa che li aveva spinti ad effettuare numerosi servizi di osservazione e controllo.

Nella giornata di ieri, i poliziotti hanno ispezionato diversi stabili nella zona di via Stoccolma, fin quando sono giunti di fronte ad una cantina dalla quale hanno sentito provenire un forte odore di marijuana.

Nel corso della successiva perquisizione, è stato rinvenuta la droga nonché tutto il necessario per il confezionamento delle dosi.

Il locale è risultato essere in uso al 48enne, con precedenti di polizia specifici, che è stato pertanto rintracciato ed arrestato.

In casa, gli agenti hanno rinvenuto un ulteriore quantitativo di cocaina, hashish e marijuana, nonché una pressa, presumibilmente utilizzata per lo schiacciamento ed il successivo confezionamento dello stupefacente.

Al termine degli accertamenti, l’uomo è stato arrestato ed accompagnato presso la casa circondariale di Civitavecchia.

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Operazione ''500X'': sei arresti sul litorale

CERVETERI –  I Carabinieri della Compagnia di Civitavecchia hanno concluso un’importante operazione che ha portato all’arresto di 6 persone, responsabili a vario titolo di spaccio di sostanze stupefacenti. 

Durante il blitz è stato sequestrato anche un ingente quantitativo di droga. (SEGUE)

LE INDAGINI – Durante i normali servizi di controllo sul territorio i militari hanno fermato un ragazzo a bordo di una 500X che alla vista dei Carabinieri ha mostrato atteggiamenti sospetti. Da qui i militari hanno avviato una serie di indagini che hanno portato a carpire che il ragazzo disoccupato e proveniente non da famiglia agiata potesse essere dedito a qualche attività illecita, spiegando così anche il possesso di un'auto abbastanza costosa. Da qui i militari dell'Arma hanno avviato un'attività investigativa fatta di appostamenti e pedinamenti, avviata attorno alla metà di maggio, che ha portato a scoprire come il ragazzo frequentasse delle persone dedite a attività illecite. Sono dunque scattate anche le intercettazioni telefoniche che hanno permesso ai Carabinieri di individuare altri quattro soggetti. Questa mattina, dunque, su disposizione dell'Autorità Giudiziaria è scattato il blitz. A finire nel mirino dei militari, indagate in concorso, 3 persone di Cerveteri e 2 di Ladispoli. Per uno di loro, D.R. di 27 anni si sono aperte le porte del carcere, mentre per altri tre D.P.I. 24 anni (di Ladispoli), D.A. 28 anni (Cerveteri), D.L. 46 anni sono stati disposti i domiciliari. Obbligo di presentazione davanti al P.G. invee per F.L. 24 anni (di Ladispoli). Durante i controlli a casa di D.P.I. i militari hanno rinvenuto 600 grammi di marijuana, 10 panetti di hashish da 100 grammi l'uno, 50 grammi di cocaina, diverso materiale per il confezionamento, vari telefoni cellulari intestati a persone fittizie, diverso materiale utilizzato per la coltivazione della sostanza stupefacente e 7mila euro in contanti già suddivisi all'interno di buste indicanti il numero della partita di droga a cui si riferivano. Sul comodino della camera da letto, inoltre, è stata trovata una pistola. Tutti elementi che hanno portato alla fine alla trasformazione della misura cautelare ai domiciliari in arresto in flagranza di reato, tanto che anche per il giovane ladispolano si sono spalancate le porte del carcere di Civitavecchia. 

DUE ARRESTI PER FLAGRANZA DI REATO. Durante il blitz di questa mattina, inoltre, i militari della Stazione di Civitavecchia, hanno notato altre due persone (estranee all'indagine condotta) che allarmati alla vista dei militari sono rientrati immediatamente all'interno della loro abitazione. I Carabinieri insospettiti hanno così provveduto a controllare anche i due scoprendo anche in questo caso, una vera e propria serra dove veniva coltivata marijuana. All'interno della dimora dei due coniugi, pregiudicati, A.G. di 36 anni e H.H. di 32 anni, i militari hanno rinvenuto vari tipi di semi, marijuana già pronta per la lavorazione e divisa per qualità, 40 piante di marijuana dell'altezza di circa un metro ciascuna, 30 grammi di cocaina e panetto di polvere d'hashish per l'uso alimentare. Anche i due coniugi sono stati arrestati in flagranza di reato.

A CHI ERA DESTINATA LA DROGA. Molto probabilmente le sostanze stupefacenti rinvenute dai militari dell'Arma erano destinate alle piazze di Cerveteri e Ladispoli. Non è escluso che i militari procedano all'analisi delle partite di droga sequestrate per capire se tra i cinque arrestati e i due coniugi pregiudicati possa esserci un qualche tipo di legame. 

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Ladispoli, Bosco di Palo pronto a riaprire

LADISPOLI – Entro metà luglio il Bosco di Palo potrebbe finalmente riaprire i battenti. Ad annunciarlo ieri, durante l'incontro al Seven Bar tra l'amministrazione comunale e i residenti di Palo Laziale e del Ghirlandaio, è stato il sindaco Alessandro Grando. "Già a febbraio – ha detto Grando – abbiamo effettuato un sopralluogo della parte pubblica del Bosco di Palo insieme alla forestale e agli uffici regionali". In quell'occasione, l'amministrazione ha chiesto ai tecnici della Pisana le modalità di intervento per far sì che quel pezzo di polmone verde della città potesse finalmente tornare fruibile. "Abbiamo stilato un elenco di interventi da effettuare per la messa in sicurezza della zona – ha detto – all'interno della quale è prevista la rimozione dei rami e delle alberature pericolanti e la Regione proprio la settimana scorsa ci ha dato il via libera all'inizio dei lavori che potranno partire già a partire dal primo luglio (domani, ndr)". Una volta ultimate, dunque, le opere di messa in sicurezza, il Bosco di Palo potrà riaprire i battenti e il primo cittadino non esclude che ciò possa avvenire già a partire da metà luglio. "Alcuni cittadini –  ha inoltre spiegato il Sindaco – si sono resi disponibili a realizzare gratuitamente alcune opere, come delle panchine e a ripristinare i sentieri grazie al legno che sarà rimosso per la messa in sicurezza". Il Bosco è inoltre uno dei siti, inseriti dall'amministrazione comunale, tra quelli in cui sarà possibile celebrare le unioni civili e con la sua riapertura dunque, potrà finalmente aprire le porte non solo a quanti vorranno trascorrere un po' di tempo all'aria aperta ma anche a coloro i quali vorranno incoronare il loro sogno d'amore proprio all'interno di quell'oasi verde. 

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Traffico di stupefacenti: arrestato un 37enne

CIVITAVECCHIA – Nella giornata odierna, nell’ambito dei numerosi servizi finalizzati al contrasto del fenomeno dello spaccio di sostanze stupefacenti, gli agenti della Squadra di Polizia Giudiziaria del Commissariato di Civitavecchia, diretto da Nicola Regna apprendevano confidenzialmente che un noto pregiudicato civitavecchiese D.L., persona annoverante svariati pregiudizi penali e di Polizia per reati contro la persona, contro il patrimonio, evasione ed in particolare specifici per stupefacenti, stava rientrando a Civitavecchia trasportando a bordo della propria auto della sostanza stupefacente, cocaina e hashish, destinata allo spaccio nel mercato locale.

Gli investigatori, provvedevano quindi ad eseguire mirati controlli alle vie che permettono l’accesso al Comune di Civitavecchia, attività questa che dava un riscontro positivo, in quanto, alle 13.40, percorrendo la parte alta di via Terme di Traiano, veniva intercettata un’autovettura con a bordo il soggetto ricercato e che subito veniva fermata dagli stessi.

Il 37enne civitavecchiese appena fermato dagli agenti, si dimostrava estremamente nervoso e pertanto sussistendo il fondato motivo di ritenere che questi potesse detenere occultata della sostanza stupefacente, gli Agenti del Commissariato di Civitavecchia, procedevano ad immediata ispezione e controllo del ragazzo e del veicolo di sua proprietà. Perquisizione, che dava un risultato più che positivo in quanto, occultata all’interno di un vano posto nella parte posteriore del bracciolo poggia-mano del conducente, veniva trovato un involucro in cellophane, artigianalmente preconfezionato e termosaldato, contenente sostanza stupefacente del titpo cocaina per un peso di 5,34 grammi e, successivamente, abilmente occultato in un incavo del telaio dell’auto, sito nella parte sottostante al sedile del conducente e coperto da un tappetino, quindi invisibile alla vista, rinvenivano un panetto di sostanza solida marrone risultato successivamente essere sostanza stupefacente del tipo hashish, del peso di 98,88 grammi.

Sulla scorta di quanto sopra, non potendosi escludere che il 37enne potesse detenere occultato in casa ulteriore stupefacente, gli agenti operanti ne perquisivano anche l’abitazione di residenza. Anche questa attività premiava il lavoro svolto dagli investigatori, poiché occultata all’interno del primo cassetto della scrivania della camera in uso al ragazzo veniva trovata una bilancia di precisione, risultata perfettamente funzionante, ed occultato all’interno di un piccolo barattolo in latta, situato sulla stessa scrivania un pezzetto di sostanza solida marrone, rivestita da cellophane trasparente risultato essere stupefacente del tipo hashish del peso di gr. 1,84.

Sequestrata l’auto, la bilancia di precisione e tutta la sostanza stupefacente rinvenuta ed all’esito dell’attività esperita, D.L. veniva dichiarato in arresto per rispondere del reato di traffico e detenzione illeciti di sostanze stupefacenti, e venendo successivamente associato presso la locale Casa Circondariale di Civitavecchia a disposizione dell’Autorità Giudiziaria.

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###