Tragliatella: la frazione della Scuola Calcio

A Tragliatella è in programma da settembre l’apertura di una Scuola Calcio. Il borgo rurale, situato tra Cerveteri, Fiumicino, Anguillara e Roma che raccoglie una popolazione numerosa, ha molte potenzialità da non sottovalutare. Il campo in terra battuta, ma in via di riqualificazione, nei prossimi anni sarà teatro di allenamenti e partite. L’obiettivo sarà quello di arrivare a 40 iscritti entro il mese di settembre, per poi cominciare a lavorare, trasformando il club in un polo sportivo del comprensorio. «Ci teniamo ad iniziare con il piede giusto – spiega il direttore generale Roberto Tosi – perché abbiamo tanti ragazzi di questo territorio sparsi in varie società e creare una scuola calcio sarebbe un giusto connubio  tra il territorio e il senso di appartenenza. Le frazioni che abbracciano Tragliatella sono tante, pertanto è presente un nutrito numero di bambini pronti a cominciare un’avventura dalla quale ci si aspetta tanto. Le premesse – conclude il dg del club verdeblu – sono buone e tra i tanti obiettivi c’è anche quello di portare questa società nei piani alti del calcio locale».

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Ladispoli, attenzione alle grattachecche con ghiaccio sintetico

LADISPOLI – Attenzione ai venditori ambulanti con al seguito carretti per la somministrazione di grattachecche. Il ghiaccio è sintetico e rischia di provocare problemi alla salute di chi li mangia. A lanciare l'appello alla popolazione di Ladispoli è il comandante della Guardia Costiera di Ladispoli, Antonio Cacace che di concerto agli uomini della Polizia locale del comandante Sergio Blasi stanno proseguendo le attività di controllo del litorale nell'ambito dell'attività Mare sicuro 2018. Nel pomeriggio gli uomini della Capitaneria hanno individuato nei pressi del DLF un venditore ambulante, sprovvisto di documenti, intento alla vendita di granite che appena fermato dagli uomini della Capitaneria e della Municipale si è dato alla fuga abbandonando la merce sul posto che è stata posta sotto sequestro.

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Idrico, rubinetti a secco e acqua non potabile: disagi continui

CIVITAVECCHIA – Non pare esserci fine ai disagi idrici in città. Sono molte le utenze che lamentano rubinetti a secco, o quasi, da più di una settimana. Dal centro alla periferia a soffrire di più sono quei cittadini privi di serbatoi di accumulo. Rabbia ed esasperazione che corrono sui social con utenti che chiedono un qualche tipo di intervento. Pare che Acea abbia rassicurato dicendo che non ci sono bacini idrici in sofferenza, quindi la causa sarebbe da cercare altrove. Sta di fatto che la situazione è disperata e si sta pericolosamente avvicinando a quella dello scorso anno.

Scartata anche l’ipotesi aumento di utenza nel week end. Un cittadino spiega che si tratterebbe di una sofferenza del serbatoio primario di via Achille Montanucci che non riesce a riempirsi oltre certi livelli a causa di una riduzione della portata estiva dagli acquedotti Acea, Csp e Oriolo. Un qualcosa che negli scorsi mesi era stato ovviato con manovre di rete da parte dei tecnici comunali per fornire un po’ d’acqua a tutta la città. Sta di fatto che la situazione è difficile e i rubinetti restano a secco.

Per il momento nessuna comunicazione ufficiale, se non l’ulteriore tegola sulla testa dei cittadini. L’ordinanza di non potabilità di venerdì che vieta l’utilizzo per scopi potabili dell’acqua per le zone di Campo dell’Oro, San Gordiano e Boccelle. L’ordinanza impone ad Acea Ato 2 di porre in atto tutte le procedure di disinfezione dell’acqua per riportare i valori dei parametri microbiologici nei limiti della norma, di predisporre idonea cartellonistica informativa di non potabilità dell’acqua sulle fontanine pubbliche delle zone interessate dall’ordinanza sindacale e di disporre un approvvigionamento alternativo di acqua potabile mediante autobotti alla popolazione ed agli esercizi pubblici della zona interessata.  Tutto è partito dalle analisi effettuate sulle fontanine pubbliche di viale Lazio, via del Tiro a Segno e via San Gordiano hanno evidenziato la presenza di parametri microbiologici che hanno evidenziato la presenza di parametri microbiologici non conformi alla normativa vigente. Nuove analisi verranno effettuate nei prossimi giorni.

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Acqua non potabile a Campo dell'Oro e San Gordiano

CIVITAVECCHIA – È stata emessa nella giornata odierna ordinanza sindacale per il divieto di utilizzo per scopi potabili dell'acqua in erogazione per le zone di Campo dell'Oro, San Gordiano e Boccelle. 
La Asl ha infatti comunicato che a seguito di prelievi si è registrata la presenza di parametri microbiologici non conformi.

L'ordinanza impone ad Acea Ato 2 S.p.A. di porre in atto tutte le procedure di disinfezione dell’acqua per riportare i valori dei parametri microbiologici nei limiti della norma, porre idonea cartellonistica informativa di non potabilità dell’acqua sulle fontanine pubbliche delle zone interessate dall’ordinanza sindacale e disporre un approvvigionamento alternativo di acqua potabile mediante autobotti alla popolazione ed agli esercizi pubblici della zona interessata

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Caserma Carabinieri Ladispoli, conclusa la procedura di gara del project financing

LADISPOLI – “Si è conclusa la procedura di gara del project financing per la costruzione della nuova Caserma dei Carabinieri a Ladispoli. La Centrale Unica di Committenza di Santa Marinella ha appena informato l’amministrazione comunale che sono in corso le verifiche sulle offerte, come previsto dal vigente Codice degli Appalti”. Con queste parole l’assessore ai lavori pubblici, Veronica De Santis, ha annunciato alla cittadinanza che è stato compiuto un altro passo avanti verso la realizzazione di un'opera così importante per Ladispoli.

“E’ un'opera molto attesa e fortemente voluta dall'amministrazione del sindaco Grando – prosegue l’assessore De Santis –  in quanto riteniamo possa essere sinonimo di sicurezza e controllo per la nostra città. Il tema della sicurezza è al primo posto tra le esigenze della popolazione, come abbiamo potuto apprendere durante i vari incontri che il sindaco Grando ha svolto in tutti i quartieri di Ladispoli.  Ricordiamo che lo stabile verrà edificato nel terreno di proprietà del Comune, ubicato fra Viale Mediterraneo, Via dei Narcisi e Via delle Viole”.

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Variazione di bilancio, boccata d'ossigeno per i Servizi sociali

LADISPOLI – La variazione di bilancio approvata in consiglio comunale lunedì sera fa respirare, almeno un po', i servizi sociali. Grazie all'inserimento nel capitolo di maggiori entrate derivanti dall'Imu, l'amministrazione è riuscita a introdurre in alcuni capitoli 205mila euro. Di questi, 50mila sono andati in un capitolo di bilancio prettamente tecnico, 100mila ai Servizi sociali, 40mila per la messa in sicurezza relativamente alle procedure anticendio delle scuole, 15mila per la mensa scolastica. Una buona notizia per il Settore curato dall'assessore Lucia Cordeschi. A beneficiarne saranno soprattutto i servizi essenziali, come ad esempio i servizi cimiteriali e i contributi. Una boccata d'ossigeno, in un momento di difficoltà, soprattutto per un settore dove le richieste sono in crescita. Come spiegato dallo stesso assessore al Bilancio Claudio Aronica durante la trasmissione radiofonica di Cmr, a Ladispoli esistono delle «situazioni economiche piuttosto disagiate». Ma non solo: «Questo – ha aggiunto – è un comune che dà servizi, quindi anche chi decide di cambiare residenza predilige un comune come il nostro perché siamo molto attenti a queste realtà. Per questo tendiamo a portare servizi là dove servono». Dello stesso avviso l'assessore Lucia Cordeschi: «La popolazione aumenta e aumentano le necessità, quindi i servizi sono sempre più richiesti».

E oltre ai servizi essenziali, a giovare della variazione di bilancio, come annunciato nei giorni scorsi dalla stessa Cordeschi, sarà il settore "Scuola" con lo stanziamento di circa 40mila per la messa in sicurezza relativa alle procedure antincendio e 15mila euro da destinare al servizio mensa scolastica.

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

''Il verde va gestito in maniera adeguata''

SANTA MARINELLA – L’amministratore del gruppo facebook “@Verde Santa Marinella” Antonio Floris, prende carta e penna e scrive al sindaco Tidei per chiedergli cosa intende fare in tema di giardinaggio e decoro della città, anche in virtù dei provvedimenti presi per lo smaltimento dei residui derivanti dalla cura dei giardini.
 «Lo scopo – dice Floris – è dissipare i dubbi su questa questione mal gestita in passato dalla precedente amministrazione a quanto pare poco attenta nel controllo, e dalla stessa Gesam, che ha trattato i rifiuti dei giardini come indifferenziati, accumulando debiti con le discariche, che poi oggi rappresentano un pesante fardello per la nuova amministrazione. 
Per risolvere il problema della spesa esagerata per il Comune in difficoltà e per ridurre la differenza tra gli importi per lo smaltimento dei residui verdi e quelli indifferenziati, basterebbe imporre alla stessa ditta di gestire il verde in maniera adeguata, in un’area diversa e con modalità di controllo che verifichi che tutto il materiale sia esente da sacchi di plastica e altri rifiuti, sensibilizzando la popolazione al rispetto delle regole ed eventualmente comminando pesanti multe ai trasgressori. Invece si cerca di imporre ai cittadini un ruolo diverso, che non gli compete, visto che nella legge è ben chiara la dicitura che spiega che la Tari comprende nel pagamento la raccolta e lo smaltimento dei rifiuti. Detto questo, ci vorreste far credere che, dato che per legge il tributo per lo smaltimento dei rifiuti è nullo per i residui derivanti dalle aree verdi di pertinenza dei fabbricati, nella Tari sia previsto solo lo smaltimento ma non la raccolta? Ma dato che la legge non fa distinguo, e non essendo specificato, se ne deduce che detto importo non possa essere scorporato e pertanto sia incluso». 
«Visto che questa mia potrebbe essere una interpretazione personale, – dice Floris – vorrei sapere se chi sostiene il contrario sia pronto ad affrontare l’opinione di chi potrebbe, con maggior competenza legale, ravvisare gli estremi di legge per coinvolgere i cittadini in una class action e magari vedersi non pagare la Tari dagli stessi, perché il servizio non è stato assolto o assolto solo in parte. Tutto questo potrebbe originare un ulteriore aggravio delle condizioni debitorie del Comune. Quale sarebbe il vantaggio per il comune visto che detto servizio è compreso nel capitolato di appalto ed è già una consuetudine consolidata che venga raccolta porta a porta?».
«Vorrei capire perché – conclude Floris – se esistono aziende private che sono disposte a raccogliere il verde gratuitamente, non ci sia stato nessuno che abbia considerato che questi rifiuti rappresentino una risorsa e non abbiano prima provato a contattare queste aziende, che sono spesso disponibili a offrire ai Comuni anche una contropartita in compost o in denaro per il materiale conferito».

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Ladispoli, è caccia al serpente

LADISPOLI – A Ladispoli si è aperta la caccia al serpente. Anche l’altro pomeriggio, come nelle scorse settimane, un rettile è tornato a far visita ad un’abitazione. L’allarme è scattato alle 16 in via dei Campi Fioriti, quartiere residenziale Campo Sportivo. «Aiuto, un serpente sulle scale di case, aiuto», la signora è fuggita alla vista dello “sgradito” ospite. La Protezione civile di Ladispoli ha subito girato la segnalazione ai volontari ambientali del Nogra che ci hanno impiegato pochi minuti per raggiungere l’appartamento. Gli esperti hanno iniziato a setacciare il giardino per recuperare l’animale.

Pochi giorni fa “frustone” si era incuneato nell’androne di una palazzina in via Genova riuscendo persino a salire al primo piano dove per ironia della sorte risiede una guardia zoofila del Nogra. Alla fine la serpe è stata recuperata in strada. Negli ultimi tempi in città serpenti come bisce, frustoni e saettoni sono stati avvistati spesso, soprattutto lungo le sponde dei fossi. A Cerveteri il mese scorso una lunga biscia si era infilata di domenica sotto al tavolo della cucina mentre la famiglia era a pranzo.

Dopo le numerose segnalazioni del periodo di maggio il Comune – attraverso una nota stampa – era stato costretto a rassicurare la popolazione: «Vorremmo tranquillizzare tutti sul fatto che non c’è nulla di anomalo nel trovare presso i fiumi le più comuni bisce d’acqua o bisce dal collare, diffuse ovunque in Italia, di indole mansueta e per niente aggressive. Si accoppiano generalmente nel mese di maggio deponendo le uova fra giugno e agosto, avendo sempre cura di scegliere località ben protette e umide». E a Ladispoli c’è chi organizza incontri di prevenzione proprio sui serpenti. Il seminario sulla conoscenza dei rettili, promosso dal comune ladispolano, in sinergia con protezione civile, guardie zoofile Nogra, Fare Ambiente, associazione Natura Onlus e Nucleo Subacqueo di Cerveteri, si è tenuto due settimane fa in biblioteca e nell’oasi di Palo Laziale.

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Manziana, l'1 agosto raccolta straordinaria di sangue

MANZIANA – Donazione straordinaria di sangue a Manziana. La Asl, nei giorni scorsi, ha infatti diffuso un comunicato per invitare la popolazione ad effettuare donazioni: al momento – come spiegato anche dal Comune di Manziana – nel Lazio c'è una vera e propria emergenza sangue e si riesce a far fronte alle sole emergenze, essendo costretti a bloccare gli interventi chirurgici programmati. Da qui l'iniziativa promossa dalla CRI Sabatino Onlus, con il patrocinio del Comune. L'appuntamento è per il primo agosto a partire dalle 8.30 presso l'ufficio della Croce Rossa in via degli Scaloni, 57. Sarà necessario presentarsi a digiuno e muniti sia di un documento di riconoscimento che del codice fiscale. Per chi parteciperà alla donazione di sangue è prevista una lezione informativa gratuita di rianimazione cardiopolmonare di base con cenni di primo soccorso. Per maggiori informazioni si può contattare il numero06-9994288 oppure visitare il sito http://www.crianguillara.org/?p=8783

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###