I ragazzi non possono andare ad allenarsi: la Csl Soccer li va a prendere con il pulmino

di MATTEO CECCACCI

È una Csl Soccer campione anche fuori dal terreno di gioco.
Questa volte le belle notizie non arrivano dalla prima squadra allenata da mister Daniele Fracassa, ma giungono dal settore giovanile rossoblu diretto dal responsabile Marco La Camera che in poco tempo ha dato vita ha due iniziative a dir poco straordinarie.
La prima è del tutto innovativa, mentre la seconda prosegue da ben quattro anni grazie alla sinergia tra La Camera e il vice presidente della Snc Enel Civitavecchia Simone Feoli. Appena iniziata la stagione, ancora prima del via dei campionati, si era verificato il problema che molti ragazzi non potevano essere presenti agli allenamenti, perché i genitori per motivi lavorativi erano impossibilitati ad accompagnarli: un fatto all’ordine del giorno, assolutamente normale, ma che ha subito messo in moto l’intero staff dirigenziale dell’agonostica che ha prontamente rimediato alla problematica, andando a prendere i ragazzi a casa con un pulmino a nove posti a spese proprie.
La seconda iniziativa, invece, è il continuo di un progetto che va avanti da ben quattro anni grazie alla fattiva collaborazione tra la società rossoblu della Csl Soccer e quella rossoceleste della Snc Enel Civitavecchia. Ogni giovedì, infatti, tutti i ragazzi della scuola calcio e quelli dell’agonistica potranno andare al PalaGalli a sostenere una lezione di nuoto guidata da istruttori qualificati a prezzi modici a carico delle famiglie. 
Due idee, dunque, molto importanti e costruttive che rende il settore giovanile della Csl Soccer sempre più in pole position.
«Sono molto fiero – commenta il responsabile dell’agonistica Marco La Camera – di queste due belle iniziative che abbiamo messo in atto. Quella di andare a prendere i ragazzi era una priorità, non potevamo negare ai ragazzi per tre volte a settimana la gioia di allenarsi, mentre il corso di nuoto è un progetto che portiamo avanti da anni che rende felici tutti».

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Raffaele Giammaria protagonista a Barcellona

Un quinto posto finale nella classifica Pro-Am e la consapevolezza di aver contribuito in modo importante alla conquista del titolo team da parte di Imperiale Racing ha chiuso la stagione 2018 di Raffaele Giammaria nell’International GT Open, impegnato nel weekend appena trascorso sul circuito spagnolo di Barcellona.
Reduce dalla spettacolare vittoria di Monza, Giammaria ha disputato un weekend positivo anche sul tracciato del Montmelò al volante della Lamborghini Huracán GT3 #19 di Imperiale Racing in equipaggio con il giovane Jia Tong Liang (PRC). 
L’obiettivo di chiudere tra i primi cinque della classifica Pro-Am si è concretizzato al termine di un weekend meno facile rispetto alle aspettative, che ha però confermato un trend prestazionale positivo che soprattutto nella seconda metà della stagione ha visto il pilota italiano sempre protagonista.
L’ottimo feeling con la pista di Barcellona, celebre per gli ampi curvoni in appoggio del primo settore, si è confermato già dai test del giovedì con Giammaria capace di segnare tempi di grande rilievo. Il pilota italiano ha poi preso il volante per la Q2 in uno degli appuntamenti più combattuti della stagione con ben 30 vetture al via e ha chiuso la sua prestazione in 1:43.498, settimo tempo assoluto a meno di quattro decimi dalla pole, terzo di Pro-Am.
In gara uno il pilota italiano, Lamborghini Factory Driver, ha guidato il secondo stint dopo che il compagno di equipaggio Liang è scattato dalla venticinquesima posizione a seguito di una difficile Q1. 
Impegnato quindi in una rimonta senza alternative, Giammaria ha messo in pista tutta la sua esperienza e con alcuni bellissimi sorpassi ha chiuso al sedicesimo posto assoluto, sesto in Pro-Am, nonostante un handicap tempo di 15 secondi. Questo risultato ha permesso a Giammaria di assicurarsi i punti necessari per chiudere al quinto posto in Pro-Am, ad una sola lunghezza dalla quarta posizione.
In gara due la performance di Giammaria è stata ancora una volta impeccabile, con un’ottima partenza e un passo gara che gli hanno permesso di preservare le gomme e allungare il suo stint fino al diciassettesimo giro, quando ha consegnato la vettura a Liang al secondo posto in Pro-Am. Il giovane pilota cinese è rimasto coinvolto in alcune bagarre che gli hanno fatto perdere diverse posizioni e ha chiuso al ventitreesimo posto assoluto.
Raffaele Giammaria: «Si è chiusa una stagione davvero impegnativa nell’International GT Open 2018, ma sono soddisfatto perché la crescita prestazionale dopo Budapest mi ha permesso di realizzare due terzi posti e una vittoria con un ottimo feeling con la Lamborghini Huracán GT3 anche sulla pista spagnola, a dimostrazione che il lavoro svolto nel corso di tutta la stagione ha pagato sia sul giro singolo che in termini di passo gara. Analizzando nel dettaglio i risultati credo che il podio finale di Pro-Am era alla portata perché alcuni episodi specie all’inizio della stagione ci hanno un po’ rallentato, ma sono orgoglioso di aver contribuito alla conquista, da parte di Imperiale Racing, al secondo titolo team consecutivo in questo campionato, un risultato che conferma il grande valore di questa squadra».

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

A Viterbo Nicholas Venanzoni sale sul gradino più alto del podio

Lo scorso 9 settembre al Circuito Internazionale di Viterbo a brillare è stata la stella di Nicholas Venanzoni. Nella quinta e ultima tappa del campionato nazionale velocità MotoASI – Selettiva Centro, il giovane santamarinellese ha conquistato la pole position, il giro veloce, la vittoria in Gara 1 e in Gara 2.
In Gara 1 Nicholas Venanzoni, LM Racing Team, è scattato dalla pole, seguito da Marco Di Nicola e Stefano Franzè del S.S. Laziomotociclismo. In partenza Venanzoni perde due posizioni, ma in curva dieci, sfruttando la scia, riesce a sopravanzare nuovamente in prima posizione e da qui iniziare a costruire il vantaggio necessario per assicurarsi la vittoria. «Qualche problema all’anteriore in partenza – afferma a fine gara il vincitore – poi piano piano ho cercato di portarmi a casa la vittoria».
Gara 2 vede la stessa partenza per Venanzoni che perde posizioni, ma sempre in curva dieci si riprende la leadership della gara. 

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Nicholas Venanzoni centra il primo podio della carriera

A soli sei mesi dall’esordio nel Campionato Nazionale Velocità Motoasi, Nicholas Venanzoni conquista il primo podio della carriera. Dopo aver centrato una splendida pole position, nella penultima tappa del circuito a Latina, il 15enne pilota santamarinellese ha chiuso secondo in gara 1 e secondo in gara 2. 
«Purtroppo non siamo riusciti a vincere – spiega il papà Luca Venanzoni – per il calo gomme sul finale di gara. Le temperature dell’asfalto erano elevatissime e la gomma posteriore si distruggeva. Christian ha combattuto per la prima posizione fino all’ultimo giro, ma più di così non poteva fare. È comunque un grandissimo risultato».

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Raffaele Giammaria protagonista al Mugello

Una rimonta entusiasmante in gara uno e una prestazione da assoluta in gara due hanno caratterizzato il weekend appena trascorso per Raffaele Giammaria, impegnato sul circuito del Mugello nel quarto appuntamento del Campionato Italiano Gran Turismo 2018. Il pilota italiano, Lamborghini Factory Driver, ha difeso i colori di Imperiale Racing, che lo ha voluto al volante di una Lamborghini Huracán GT3 #36 in equipaggio con Jia Tong Liang (PRC), per una partecipazione spot nella massima serie tricolore su una delle piste tecnicamente più caratteristiche dell’intero campionato. Per Giammaria si è trattato di un gradito ritorno nel Campionato Italiano Gran Turismo dopo la vittoria ottenuta nel 2014 e le numerose partecipazioni fin dalla stagione 2006. Sul tracciato toscano, l’italiano ha dimostrato fin da subito di avere il passo per giocare un ruolo da protagonista, con ottimi riferimenti cronometrici nelle prove libere e nella serratissima Q2, dove ha fermato i cronometri in 1’47.142 e si è assicurato il quinto miglior tempo a poco più di tre decimi dalla pole. In gara uno, Giammaria ha preso il volante della Lamborghini Huracán GT3 #36 nel secondo stint, dopo il turno di guida di Liang scattato dall’undicesima piazza. Il pilota italiano ha messo in pista tutta la sua determinazione, concretizzando una rimonta emozionante che gli ha permesso di recuperare fino al settimo posto, e di ingaggiare una bella battaglia con l’Audi R8 LMS #7 di Marcel Fässler. Nella fase finale della corsa, l’italiano ha però subito un contatto con la Porsche 911 #163 che non gli ha consentito di finalizzare il sorpasso su Fässler ed ha tagliato il traguardo al settimo posto. In gara due Giammaria ha nuovamente dato prova delle sue qualità di guida, con uno spunto vincente al via che lo ha visto salire al terzo posto assoluto dopo i primi giri. Grazie ad un ottimo passo gara con tempi da assoluta, l’italiano non ha perso il contatto con i primi ed è rientrato ai box per il cambio pilota dopo uno stint da incorniciare. Nella seconda parte di gara Liang ha subito il ritorno di alcuni piloti ed ha dovuto difendersi in alcune bagarre, tagliando il traguardo in sesta posizione.

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Guerini verso la guida del CopasirVigilanza Rai, in pole c’è Gasparri

Il Pd «batte» Fratelli d’Italia, l’ex portavoce preferito a Minniti. Mercoledì il verdetto

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Pasqualino Monti: il suo nome nella lista dei possibili sottosegretari

CIVITAVECCHIA – Per tutta la giornata di oggi non si è parlato d’altro in città, soprattutto in porto. Perché la notizia del nome di Pasqualino Monti legata al futuro del Governo è rimbalzata da una banchina all’altra, da una scrivania all’altra. 
Il nome dell’ex presidente dell’Autorità Portuale di Civitavecchia, oggi a capo dell’Autorità di Sistema Portuale del Mare di Sicilia Occidentale, è stato inserito nel risiko dei sottosegretari di Governo, con Monti indicato come la possibile figura tecnica in grado di coprire il ruolo di sottosegretario alle Infrastrutture e ai Trasporti, con delega ai porti, affiancando il lavoro del ministro a Cinque Stelle Danilo Toninelli.
Una voce circolata da qualche giorno e sulla quale comunque il diretto interessato non si vuole pronunciare trincerandosi dietro un no comment. 
Dopo un vertice in tarda mattinata tra il premier Giuseppe Conte e i suoi due vice, Luigi Di Maio e Matteo Salvini, per definire gli ultimi dettagli nell’assegnazione delle deleghe più pesanti, la partita si sarebbe chiusa, con l’intesa raggiunta. Ma per l’ufficialità dei nomi bisognerà attendere la giornata di domani, visto che in serata era programmato un Consiglio dei Ministri per definire il quadro.  
In pole position però rimangono due nomi politici: quello del ligure Edoardo Rixi, esperto di porti in quota Lega e quello di Flavio Di Muro, deputato classe 1986, che ha lavorato con Rixi nella giunta di Giovanni Toti.

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Squadra di 8 vice e 35 sottosegretariDel Re verso gli Esteri

I 5 Stelle pescano dalla loro lista originale di ministri. Tononi in pole per Cdp

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Premier, i 5 nomi del Movimento: due professori in pole, Di Maio spera ancora

Sul tavolo cinque nomi. Oggi l’incontro decisivo con Salvini

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Centrodestra, Roberto Marongiu in pole position

di GIAMPIERO BALDI

SANTA MARINELLA – Nonostante restino solo una quindicina di giorni a disposizione per presentare le liste dei candidati, i partiti, i movimenti e le liste civiche aderenti al centrodestra, ancora non hanno trovato una quadra. La situazione in seno al mondo conservatore della Perla del Tirreno continua a essere nebulosa con tanti incontri tra i vari candidati sindaco, ma nessuna trattativa conclusa. Facendo una panoramica sul variegato emisfero della destra cittadina, sono ben quattro i candidati che stanno cercando di avere consensi dai partiti vicini a quella parte politica. Sembra infatti che alcuni personaggi provenienti dalla decaduta giunta Bacheca quali Maggi, Marongiu, Minghella, Degli Esposti e Alfredo De Antoniis, responsabile locale della Lega, che forte dei 1400 voti presi in città alle elezioni nazionali, punta ad un posto di preminenza nel listone. Il gruppo, ha preso parte ad una riunione, in cui si è dibattuto sul fatto che si possa trovare un accordo per proporre come candidato sindaco Roberto Marongiu che, forte della sua ventennale esperienza come amministratore della città, potrebbe essere considerato la persona giusta per guidare la coalizione. Sembra, invece, abbia preso una strada diversa, l’ex sindaco Roberto Bacheca, che ha come compagni di cordata Massimiliano Calvo e Roberto Boccoli del Movimento Civico, Eugenio Fratturato leader della lista L’Ancora, mentre ancora non ha preso una decisione l’ex vicesindaco della giunta Tidei Massimiliano Fronti che sembra sempre convinto a presentare una sua lista con Marina Ferullo candidato sindaco. Nella sponda opposta, invece, le cose vanno con maggiore celerità. La lista Il Paese che Vorrei, dopo aver annunciato il suo candidato sindaco Casella, ha deciso di presentarsi alle comunali con una sola lista. Stesso discorso per il M5S che candida il generale Settanni. Per quel che riguarda la coalizione del centro sinistra con il candidato sindaco Pietro Tidei, i giochi sono ancora aperti. Oltre alle sei liste che lo appoggiano, l’ex deputato ha portato dalla sua parte alcuni operatori turistici di Santa Severa e recuperato il rapporto con Andrea Bianchi, uno degli esponenti del Pd che per motivi politici si era momentaneamente allontanato dal suo gruppo. Questa mattina, i rappresentanti delle liste civiche, saranno presenti ad una convention organizzata dal candidato sindaco, dove si parlerà dell’organizzazione della macchina elettorale e del programma.  

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###