Scontro auto-moto: muore un giovane di Ladispoli

SANTA MARINELLA – Continua a scorrere sangue sulle strade cittadine. Dopo la donna investita martedì nei pressi del porto turistico mentre stava attraversando la strada sulle strisce pedonali e ancora gravissima al policlinico Gemelli, un’altra giovane vita è stata spezzata dall’asfalto di questo rovente agosto. 
Ieri notte, infatti, una moto su cui viaggiavano due giovani, all’altezza del distributore di benzina in località Grottini a Santa Severa, dopo aver sfiorato una Smart che andava nella stessa direzione, a causa dello sbandamento ha colpito in pieno una Panda condotta da una ragazza di Santa Marinella. 
Nel tremendo urto, i due giovani (uno di Ladispoli e l’altro di Roma), sono stati sbalzati dalla moto diversi metri più lontano. 
L’auto, invece, è finita in una cunetta che costeggia la Statale Aurelia. 
I primi ad intervenire sul posto sono stati alcuni abitanti che risiedono nel vicino residence. La scena che gli si è presentata davanti è stata da incubo. 
I due motociclisti giacevano a terra esanimi. Uno in condizioni critiche tanto da essere trasportato al Policlinico Gemelli con un elicottero. Per il secondo, quello di Ladispoli, non c’è stato nulla da fare. 
I sanitari della Croce Rossa di Santa Severa e della Misericordia di Santa Marinella nulla hanno potuto, nonostante gli sforzi e il tentativo di rianimarlo, il ragazzo non dava più segni di vita. Il corpo del giovane, è stato trasportato all’Istituto di Medicina Legale di Roma per essere sottoposto ad autopsia. 
Per gli automobilisti che hanno seguito le scene dell’incidente, devono essere stati momenti tremendi. La moto, infatti, dopo l’impatto con la Panda, si è incendiata e in pochi minuti le fiamme l’hanno distrutta. 
La donna che è stata vittima del tamponamento, invece, dopo il trasporto in ospedale, sono state riscontrate ferite multiple e un forte stato di choc. Sul posto sono giunti immediatamente i Carabinieri della locale stazione che hanno iniziato gli accertamenti per stabilire le cause dell’incidente. 
Nel pressi dell’ingresso per Santa Severa è presente una telecamera di videosorveglianza e molto probabilmente gli inquirenti avranno anche visionato quelle immagini. 
Questi incidenti continui, non possono non far riflettere l’amministrazione comunale, che è chiamata a trovare alcune soluzioni per ridurre i rischi di morti precoci. 
Sui social si sono rincorsi moltissimi messaggi. Uno di questi, propone un intervento del sindaco. 
«Chiedo a Pietro Tidei – dice una signora – e a tutti i cittadini di Santa Marinella, di dedicarsi ad una seria e veloce soluzione per far sì che non si ripetano ancora simili tragedie. Serve l’illuminazione, il rifacimento delle strisce pedonali, l’autovelox e un maggior controllo dei Vigili Urbani. Santa Marinella è attraversata da una strada statale, dovrà pur esserci un modo per frenare questi incidenti. Se non ci sono soldi, si può rinunciare ad altro, ma bisogna investire sulla sicurezza».

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Nasce «Forza Salvini», la corrente salviniana nel partito di Berlusconi

«Vediamo nel vice premier il leader naturale della coalizione», racconta a «Libero» il promotore dell’iniziativa Pietro Spizzirri

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Sfalci, aumentano le contestazioni a Santa Marinella

SANTA MARINELLA – Continuano le polemiche sorte all’indomani dell’ordinanza emessa dal sindaco Pietro Tidei in merito allo smaltimento dei rifiuti da giardino che, con l’atto firmato dal primo cittadino, da alcuni giorni costringe i residenti a sversare questi rifiuti differenziati nelle due aree di compostaggio presenti nei pressi della Scuola Media e della zona 167 a Santa Severa. Sulla questione interviene Mauro Leone Sarracco che contesta un volantino targato Gesam, la società che ha in appalto la raccolta porta a porta della differenziata, in cui si ordina ai cittadini di conferire i rifiuti da giardino nelle aree addette. «Ho trovato nella cassetta della posta – dice Sarracco – un volantino il cui messaggio mi ha lasciato allibito, non tanto per il contenuto, peraltro discutibile, quanto per la forma. In sostanza, pare che la Gesam si sia arrogato il potere di emettere un’ordinanza in proprio, dove i residenti di Santa Marinella dovranno riversare gli sfalci nelle zone indicate. Infatti, nel testo, non si fa alcun riferimento a ordinanze sindacali che impongano tale obbligo, tutto ciò lascerebbe pensare ad un’iniziativa autonoma della ditta che ha in appalto la raccolta porta a porta. Può anche darsi che, in forza dei consistenti debiti accumulati dal Comune, la Gesam stessa si senta autorizzata ad impartire ordini ai residenti debitori. E poi, perché devono ottemperare soltanto i residenti e non tutti gli altri che in estate sono la maggioranza? E se sono sprovvisto di auto o di patente, perché mi dovrei caricare il sacco in spalla e raggiungere l’isola ecologica a piedi? Non vi pare grottesca questa situazione?». A pensarla come il signor Sarracco sono tantissimi cittadini che, nel corso dell’ultimo consiglio comunale hanno avuto modo di protestare per questa ordinanza. «Capisco che avremo a che fare ogni giorno con l’inciviltà e la mancanza di rispetto, di una minoranza di residenti, per l’ambiente – dice Bianchi – anche io sono favorevole ad alcune misure di prevenzione, prima tra tutte una campagna di informazione verso i cittadini allo scopo di sensibilizzare le persone.Abbiamo scelto di evitare la raccolta del verde porta a porta perché questo ci costringeva a riversare tutto in discarica come fosse indifferenziato. Facendolo fare ai cittadini, invece, risparmieremo 600mila euro all’anno e per questo abbiamo trovato tre aree dove portare gli sfalci».

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Ospedale di Tarquinia, di nuovo operativa la week surgery

TARQUINIA – Dopo tante polemiche, arrivano le conferme alle rassicurazioni già esternate dalla Asl di Viterbo circa la riapertura del reparto di degenza breve dell’ospedale di Tarquinia. La chiusura del reparto e il venire meno di 16 posti letto aveva suscitato interventi di Fratelli d’Italia e lettere immediate da parte del sindaco di Tarquinia Pietro Mencarini. Immediate le rassicurazioni della Asl circa la brevità della chiusura. Ora finalmente tutto sembra essere tornato alla normalità. «Così come preannunciato lo scorso 20 di luglio, la Asl di Viterbo conferma che a partire dal 1 di agosto, l’attività di degenza breve, week surgery, dell’ospedale di Tarquinia è tornata pienamente operativa. – scrive in una nota la Asl – La direzione strategica ‘’ringrazia la direzione sanitaria ospedaliera, le unità operative Governo delle professioni sanitarie e Gestione delle risorse umane e, principalmente, i professionisti dell’ospedale tarquiniese per il lavoro di programmazione svolto e per la disponibilità messa in campo al fine di un ritorno alla normale operatività della struttura ospedaliera’’».

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Santa Marinella, prima riunione di fine mese con i capi settore comunali

SANTA MARINELLA – Sarà un agosto pienamente lavorativo, quello che vivranno gli uffici del Comune nel primo mese del dopo dissesto, messi sotto torchio e sotto osservazione dal sindaco Pietro Tidei, dopo la prima riunione di fine mese con tutti i capi servizio. «Riunione utilissima – ha commentato il primo cittadino – da ripetere mensilmente, ma è un panorama desolante di lungo abbandono e di profonda demotivazione e di completo scollegamento tra le strutture, quello che mi sono trovato di fronte». Dopo aver messo sul tappeto tutte le più importanti questioni, dal verde pubblico e privato ai trasporti, dagli impianti sportivi alla scuola. Si è parlato ovviamente di come superare il dissesto, aumentando le entrate e operando una  massiccia spending review. Tutti i contratti e gli impegni di spesa verranno subito passati al setaccio e dal risultato di questa azione dipenderanno anche le sorti di parte dello stipendio dei comunali. Il pareggio di bilancio, infatti, è ora il principale obiettivo del nuovo Comune di Santa Marinella e per settembre sono attese le prime cifre sui tagli di spesa e parallelamente una prima riorganizzazione della macchina amministrativa, anch’essa improntata al risparmio. Ai capi dei vari servizi che Tidei, dando appuntamento a tutti per il 3 settembre, ha lanciato un preciso monito. «Dai quadri direttivi e dirigenti – ha spiegato il sindaco – mi attendo proposte concrete e un atteggiamento molto più attento e  propositivo, ma anche di collaborazione reciproca e di scambio di informazioni, cosa che fino ad ora, purtroppo, non ho trovato. Chi è un vero professionista cambierà atteggiamento divenendo proattivo, mentre per chi persevera nell’isolamento e nel pressappochismo, è normale che verranno adottati provvedimenti».

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Santa Marinella, parte la spending review

SANTA MARINELLA – Parte l’attività di spending review da parte della nuova amministrazione, organizzata nell’ambito delle azioni per ripristinare il normale ciclo di attività finanziarie del Comune. «Questa – spiega il Sindaco Pietro Tidei – è la risposta che dobbiamo dare con immediatezza ai cittadini, quella che si aspettano, quella che si meritano. La particolare situazione finanziaria dell’Ente impone come priorità una rapida revisione di tutte le dotazioni finanziarie. Nostra intenzione sarà di eliminare ogni spesa futura che non abbia per fine l’esercizio di servizi pubblici indispensabili». L’amministrazione  avverte dunque l’esigenza di dar corso, quanto prima, ad una severa spending review, perseguendo l’obiettivo primario di poter disporre di una prima ipotesi di bilancio stabilmente riequilibrato entro il mese di ottobre e per questo chiederà la massima collaborazione agli uffici per completare una prima ricognizione della spesa, questo entro breve termine. L’attività di ricognizione sarà intercalata da apposite riunioni e seminari ove si daranno al personale le istruzioni per “educare” la spesa e fare in modo di risparmiare il più possibile. 
Tra le ipotesi al vaglio dell’amministrazione comunale c’è anche quella di risolvere in autotutela l’impegno a contrarre generato durante la gestione commissariale con la Gesam, la società che ha in appalto il servizio di raccolta differenziata, a seguito delle vicende finanziarie del Comune e con il timore che un contratto così articolato e di lunga durata non possa essere perfettamente sostenibile dal punto di vista finanziario. Qualora tale tesi fosse accolta, nell’attesa di rimodulare il capitolato e gli atti conseguenti e di provvedere alla nuova gara, la società riceverebbe un anno di proroga nel servizio».

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Tarquinia, un concerto di beneficenza per il centro clinico NeMo del Gemelli

Il Comune di Tarquinia ,in collaborazione con la cooperativaAlice Nova ed il CAG (Centro Aggregazione Giovanile), organizza per il 5 Agosto alle ore 21,30 presso Santa Maria in Castello, “Note D’Estate”, un concerto di beneficenza il cui ricavato verrà interamente devoluto al Centro Clinico  NeMo Roma presso il Policlinico Universitario A. Gemelli.

Il centro Clinico NeMo (NeuroMuscolar Omnicentre) è un Centro ad alta specializzazione, pensato per rispondere in modo specifico alla necessità di chi è affetto da malattie neuromuscolari come la SLA, la SMA e le distrofie muscolari. Lo scopo principale è migliorare la qualità di vita delle persone prese in carico, fornendo a loro e alle famiglie, un supporto clinico, assistenziale e psicologico che risponda ai bisogni globali.  Il centro rappresenta un modello di sanità unico perché, oltre a prevedere un approccio multidisciplinare, si basa su una concezione della cura che ha come centro dell’interesse la persona e le sue esigenze complesse. Il Centro si occupa inoltre di servizi informativi, divulgativi, di ricerca clinica e formazione.

“Ringrazio gli Assessori alle Politiche Giovanili e allo Spettacolo, compresa tutta l’Amministrazione, per aver portato avanti questa iniziativa.- dichiara il sindaco Pietro Mencarini- Sarà senza dubbio una serata all’insegna della buona musica e di una partecipata solidarietà.Anche Tarquinia, nel suo piccolo, contribuisce con questa raccolta fondi a rilanciare ulteriormente il Centro Clinico NeMo presso il Policlinico Universitario A. Gemelli”.

“Sono estremamente felice di tutti coloro che hanno creduto e crederanno in questo evento- aggiunge l’Assessore alle Politiche Giovanili Manuel Catini-Grazie alla sinergia tra l’assessorato che rappresento, la Cooperativa Alice Nova e il CAG siamo riusciti a sviluppare questo progetto certi che la musica possa rappresentare anche un ottimo veicolo per momenti di solidarietà e di condivisione” 

“La nostra Amministrazione ha fin da subito promosso iniziative e spettacoli di questo tipo convinti che la solidarietà sia alla base di ogni sana comunità-commenta l’Assessore alla Cultura e Spettacolo Martina Tosoni- Tarquinia è una città generosa che si è sempre dimostrata sensibile e partecipativa ad iniziative dove la beneficenza fa da protagonista e sono certa che anche questa volta non ci deluderà”.

L’ingresso allo spettacolo è di 5,00 euro a persona. Dato lo scopo benefico della serata invitiamo la cittadinanza a partecipare numerosa.

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Tarquinia, un concerto di beneficenza per il centro clinico NeMo del Gemelli

Il Comune di Tarquinia ,in collaborazione con la cooperativaAlice Nova ed il CAG (Centro Aggregazione Giovanile), organizza per il 5 Agosto alle ore 21,30 presso Santa Maria in Castello, “Note D’Estate”, un concerto di beneficenza il cui ricavato verrà interamente devoluto al Centro Clinico  NeMo Roma presso il Policlinico Universitario A. Gemelli.

Il centro Clinico NeMo (NeuroMuscolar Omnicentre) è un Centro ad alta specializzazione, pensato per rispondere in modo specifico alla necessità di chi è affetto da malattie neuromuscolari come la SLA, la SMA e le distrofie muscolari. Lo scopo principale è migliorare la qualità di vita delle persone prese in carico, fornendo a loro e alle famiglie, un supporto clinico, assistenziale e psicologico che risponda ai bisogni globali.  Il centro rappresenta un modello di sanità unico perché, oltre a prevedere un approccio multidisciplinare, si basa su una concezione della cura che ha come centro dell’interesse la persona e le sue esigenze complesse. Il Centro si occupa inoltre di servizi informativi, divulgativi, di ricerca clinica e formazione.

“Ringrazio gli Assessori alle Politiche Giovanili e allo Spettacolo, compresa tutta l’Amministrazione, per aver portato avanti questa iniziativa.- dichiara il sindaco Pietro Mencarini- Sarà senza dubbio una serata all’insegna della buona musica e di una partecipata solidarietà.Anche Tarquinia, nel suo piccolo, contribuisce con questa raccolta fondi a rilanciare ulteriormente il Centro Clinico NeMo presso il Policlinico Universitario A. Gemelli”.

“Sono estremamente felice di tutti coloro che hanno creduto e crederanno in questo evento- aggiunge l’Assessore alle Politiche Giovanili Manuel Catini-Grazie alla sinergia tra l’assessorato che rappresento, la Cooperativa Alice Nova e il CAG siamo riusciti a sviluppare questo progetto certi che la musica possa rappresentare anche un ottimo veicolo per momenti di solidarietà e di condivisione” 

“La nostra Amministrazione ha fin da subito promosso iniziative e spettacoli di questo tipo convinti che la solidarietà sia alla base di ogni sana comunità-commenta l’Assessore alla Cultura e Spettacolo Martina Tosoni- Tarquinia è una città generosa che si è sempre dimostrata sensibile e partecipativa ad iniziative dove la beneficenza fa da protagonista e sono certa che anche questa volta non ci deluderà”.

L’ingresso allo spettacolo è di 5,00 euro a persona. Dato lo scopo benefico della serata invitiamo la cittadinanza a partecipare numerosa.

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###