Appuntamento domani con: ''A pesca con papà''

Nuova coinvolgente iniziativa promossa dall'Asd ''Amici del mare Civitavecchia''. Mercoledì 25 aprile torna il tanto atteso appuntamento per i bambini e loro genitori amanti del mare e della pesca. Dalle ore 14.30 inizierà al porticciolo della Marina la 10^ edizione di ''A pesca con papà'', bella e coinvolgente manifestazione che non è  una gara, ma un occasione per far passare un pomeriggio ai bambini all'aria aperta in riva al mare avvicinandoli alla pesca con canna da riva. Durante l'evento saranno consegnati ai bambini gadget e merenda. A seguire, dalle ore 17 circa, seguirà sempre allo stesso posto l'esibizione dei ragazzi del ''Cucs'' che, unitamente ai loro magnifici cani di salvataggio in acqua, faranno vedere come salvare persone che si trovano in difficoltà in mare. "Un'occasione in più per partecipare all'evento "A pesca con papà'' sarà – spiegano gli organizzatori – la raccolta di generi alimentari che la nostra Asd ''Amici del mare Civitavecchia'' sta facendo. Successivamente doneremo tutto alla comunità Sant'Egidio per le famiglie bisognose della città. Una collaborazione tra la nostra associazione e la comunità Sant'Egidio che proseguirà anche in futuro. L'iscrizione all'evento ''A pesca con papà è gratuita e da effettuarsi al 3313758675. "Chiunque fosse interessato anche solo alla consegna dei generi alimentari – concludono gli organizzatori – potrà portarli direttamente al porticciolo della Marina di Civitavecchia. Aiutiamo chi ha bisogno e saremo tutti più felici". (Rom. Mos.)

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

I 2004 fanno un passo verso la salvezza

Il weekend calcistico appena trascorso ha confermato il buon momento dei Giovanissimi 2004 e il periodo no dei Giovanissimi 2003 incapaci di ritrovare una vittoria che manca ormai da quaranta giorni. Ancora una sconfitta consumata nei minuti finali per gli Sperimentali 2005. Hanno riposato gli Allievi 2002.   
Ci sono sconfitte e sconfitte. Quella patita domenica in casa dai Giovanissimi Regionali 2003 contro la Petriana per 3 a 1 e l’ennesima in quest’ultimo mese, è qualcosa che può davvero compromettere un’intera stagione. Un harakiri per i dielleffini incapaci di vincere ormai da 40 giorni e, cosa ancora più grave, che vede tutte le dirette avversarie far punti e allontanarsi dalla zona retrocessione. Non poteva andare peggio ai biancoverdi nella venticinquesima giornata che li vedeva opposti alla Petriana. Stavolta la squadra di Midei non può davvero rammaricarsi di nulla: ha giocato una delle peggiori partite di quest’ultimo periodo, confusionaria e sbadata come mai prima, ha sbagliato anche un rigore sul 3-1, che poteva riaprire la partita. Una squadra involuta, impalpabile e messa male in campo, con la Petriana che ha prima controllato il gioco senza problemi per poi affondare le unghie e realizzare la rete del vantaggio con Bordi che in rovesciata mette la palla sotto l’incrocio.
Senza un regista di ruolo e un centrocampo sempre in inferiorità numerica, il gioco dei biancoverdi è scolastico e scontato, con la palla che inevitabilmente è sempre preda dei capitolini. L’unica reazione degna di nota è l’azione del momentaneo pari con Chessa che impatta al volo e centra l’angolino in alto alla destra del portiere. Ma è un fuoco di paglia. Appena tre minuti dopo la Petriana torna in vantaggio. La punizione calciata dal vertice sinistro è forte e a giro e si spegne imparabilmente sul palo opposto di Ferilli. La seconda parte della gara vede i biancoverdi più reattivi. L’occasione del pari arriva già al 2’ minuto: Napolitano si invola sulla destra e manda al centro una palla che deve essere solo spinta in rete, Bencini si libera della marcatura, ma in equilibrio precario colpisce con la coscia mandando la palla oltre il fondo scheggiando la traversa. La Petriana invece non spreca e trova la rete del doppio vantaggio al capovolgimento di fronte. Punizione dai venti metri, il tiro, non irresistibile che finisce in rete con la complicità dell’estremo difensore biancoverde. 
I dielleffini potrebbero riaprire la partita dopo appena due minuti, complice un atterramento in area di Chessa. Sul dischetto va Midei che calcia a lato confermando il momento no dei biancoverdi. La gara si trascina senza sussulti fino al termine dove affiora un evidente stato di inquietudine, che produce soltanto due rossi. Insomma, è ormai evidente che la situazione è veramente grave, solo un miracolo può ormai salvare la categoria. Non ci resta quindi che pregare. Dlf Civitavecchia: Ferrilli, Paniccia, Chessa, Di Giorgio, Gagliardi, Midei, Tamasi, Tersigni, Coppari, Bencini, Moretti, Napolitano, Di Stefano, Scirocchi. Allenatore: Andrea Midei. (Agg. 24/4 ore 17.49 SEGUE)

IL RISULTATO DEI GIOVANISSIMI 2004 – I primi caldi si fanno già sentire e le formazioni biancoverdi faticano a tenere il campo, e solo l’orgoglio e la voglia di raggiungere l’obiettivo danno quel passo in più che è determinante per l’esito del risultato finale. Così i Giovanissimi Regionali Fascia B 2004 possono esultare di un successo che nella prima mezz’ora sembrava improbabile. Poi la grinta, la voglia di non darsi mai per vinti hanno fornito quella marcia in più determinante ai fini del successo finale che dice 3 a 2 per i biancoverdi sul Città di Cerveteri. Già dalle prime battute si intuiva che i dielleffini non erano quelli delle ultime gare. Infatti i ragazzi di mister Secondino non riescono ad imbastire nessuna trama di gioco e subiscono l’iniziativa degli ospiti che sono pericolosi sulle fasce e aggressivi e compatti a centrocampo. 
Al primo vero affondo i Cervetrani vanno in gol con Ardel: il numero 9 trova su punizione l’angolino in alto dove Notari non può arrivare. I biancoverdi non riescono a reagire e dopo appena due minuti arriva la mazzata del raddoppio. 
Lancio sulla destra per Vergari che fugge via a Bergantini, il numero sette scorge in area Ardel e Salomone contrastati dal solo Velardo, lasciato colpevolmente da solo, Salomone tocca per Ardel che di prima intenzione tira in porta battendo per la seconda volta l’incolpevole Notari. 
Il raddoppio scuote i dielleffini che cominciano a tessere trame tattiche più offensive, portando al tiro Velardo e Elisei senza però impensierire il portiere avversario. Al 27’ è Elisei che ruba palla e innesca sulla destra Carannante. Il numero 10 supera due avversari e mette in mezzo per l’accorrente Chessa che di contro balzo batte Tortorelli. 
Con il risultato di 2 a 1 si va al riposo. Nella ripresa il Dlf è sceso in campo con un piglio diverso. Come spesso accade le gare si vincono anche negli spogliatoi. Mister Secondino rimanendo abbastanza tranquillo, ha incoraggiati i ragazzi, e soprattutto li ha sistemati tatticamente, e la partita è cambiata. I biancoverdi sembrano un’altra squadra, giocano con tranquillità, attaccano con forza e aggrediscono gli spazi, costringendo gli avversari a chiudersi nella propria metà campo. 
Al 5’ arriva il meritato pari: cross dalla destra e inspiegabilmente il portiere ospite blocca la sfera dopo che la stessa ha varcato la riga di porta, 2 a 2. 
I biancoverdi sono incontenibili e solo la mancanza di lucidità sotto porta impedisce ai dielleffini di portarsi in vantaggio. Vantaggio che arriverà al 28’ con l’ariete Forte, che dopo aver sbagliato di tutto, trova in Mura l’assist man ideale per compiere un prodigio che vale tre punti. 
Il Cerveteri non ha più la forza di reagire e i biancoverdi possono così condurre in porto la gara senza ulteriori patemi.
Provato ma felice mister Secondino: «Ho provato un deja-vu, mi sembrava di rivivere la gara dell’andata, inizialmente ho rivisto la squadra del girone di inizio campionato, lontana anni luce da quella che ora è. Nell’intervallo ci siamo ricompattati e abbiamo vinto meritatamente la partita».
Dlf Civitavecchia: Notari, Carannante, Bergantini, Giustiniani, Di Giorgio, Baroncini, Shabanaj, Elisei, Forte, Chessa, Velardo, Di Stefano, Del Rio, Baracco, Mura, Vargiolu, De Gianni. Allenatore:  Fabio Secondino. (Agg. 24/4 ore 18.16 SEGUE)

LA GARA DEI GIOVANISSIMI 2004/2005 – Un’altra gara persa dopo averla condotta in lungo e in largo. Ancora una volta i Giovanissimi Provinciali Fascia B 2004/05 guidati da mister Pino Grosselli escono sconfitti per 3-2 dal Darini da una Virtus Bracciano che per lunghi periodi l’ha condotta in modo autoritario. Anche in dieci uomini i biancoverdi hanno avuto la palla per vincerla, invece come insegna il calcio, da gol sbagliato nasce i gol subito.
Eppure come spesso accade, sono i biancoverdi a passare in vantaggio con Conte. Il vantaggio dura un intero tempo, solo al 35’ la Virtus agguanta il pareggio. Si va negli spogliatoi sul punteggio di 1 a 1. La ripresa vede ancora i biancoverdi protagonisti e con un eurogol Mura riporta nuovamente in vantaggio i biancoverdi. 
I pari della Virtus arriva al 10’ dagli sviluppi di una punizione. Al 20’ i biancoverdi rimangono in dieci per l’espulsione di Vargiolu. Anche in inferiorità numerica i biancoverdi continuano a spingere. 
Al 23’ l’occasionissima arriva sui piedi di Mura che però stavolta spreca malamente. Sul rovesciamento di fronte la Virtus trova ancora su punizione la rete che decreterà la vittoria finale.
Ancora una volta usciamo dal campo molto soddisfatti, consapevoli della nostra forza e della nostra tenacia, eppure sconfitti – dichiara mister Grosselli – ma ancora una volta a testa alta vista la grande prestazione di cuore e grinta che i nostri ragazzi hanno fornito oggi.
Dlf Civitavecchia: Orchi, De Gianni, Leone, Di Gennaro Baracco, Vargiolu, Del Rio, Conte, Mura,  Santacroce, Di Stefano, Locci, Carannante. Allenatore: Giuseppe Grosselli. (Agg. 24/4 ore 18.44)

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Cpc2005 salva all'ultimo respiro

Nella 26esima e ultima giornata del campionato di serie C 2, la Cpc2005 batte 7-4 il Vallerano e, con la contemporanea sconfitta della Virtus Anguillara, mantiene la categoria senza passare per i playout. 
Quando tutto sembrava scontato a un mese dalla fine, con l’incubo non degli spareggi ma della retrocessione diretta, la compagine guidata da mister Nunzi ha ritrovato spirito e gioco. 
Tre le vittorie di fila che hanno poi significato la salvezza diretta. Un’impresa vera e propria di capitan Petretto e compagni, concomitante alla prima stagione della Cpc2005 nel campionato di serie C2. 
Agozzino con una doppietta, Leone a segno tre volte, Petretto e Cerrotta regalano così la vittoria sul Vallerano e la permanenza nella categoria. 
Per il Vallerano in rete Diamanti, due reti per lui, Del Giudice e Castro. 
Partita a senso unico condotta della Cpc2005, con i portuali sempre sul pezzo e convinti delle loro intenzioni. 
Di riflesso un Vallerano già salvo che, nonostante questa particolarità, ha messo in campo buone individualità e spirito combattivo.

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Appalti a Tvn, sale la tensione

CIVITAVECCHIA  – Torna a salire la tensione in città tra operai ed imprese interessate, per il prolungarsi delle procedure di aggiudicazione di alcuni importanti appalti Enel all’interno della centrale di Torrevaldaliga Nord. L’allarme era stato lanciato già nei mesi scorsi. Ed oggi la preoccupazione è tanta, alla luce della decisione presa da aziende cittadine che, nei giorni scorsi, hanno inviato ai propri operai alcune decine di preavvisi di licenziamento, considerata una situazione di incertezza alla vigilia della scadenza di alcune proroghe contrattuali concesse in attesa dell’espletamento delle nuove gare.

Una situazione che va ad acuire una crisi ormai purtroppo generalizzata e che riguarda sia il porto che la città: il rischio concreto che buona parte delle manutenzioni Enel venga assegnato ad aziende di fuori crea tensione e allarme sociale.

Anche tra i lavoratori, sebbene siano tutelati dalle clausole di salvaguardia occupazionale: passare da una azienda locale radicata ad una ditta nuova che non ha nulla a che fare con il territorio e che poi potrebbe anche disporre trasferimenti e spostamenti del personale, non può lasciare tranquilli.

Ma soprattutto, come ribadito più volte dal consigliere della Svolta Massimiliano Grasso in questi ultimi mesi, la salvaguardia “politica” deve necessariamente essere attuata anche verso le imprese locali, che da sempre lavorano e reinvestono gli utili sul territorio e che hanno sostenuto i costi di formazione del personale. “È evidente che la politica non deve fare o tentare indebite ingerenze – aveva infatti sottolineato qualche mese fa, riferendosi proprio al rapporto tra Enel ed imprese – ma deve in ogni caso svolgere il suo ruolo di tutela e garanzia per le realtà territoriali, dialogando a monte con le istituzioni e i grandi gruppi che insistono su quest’area”.

E invece sembra proprio che negli ultimi tempi la politica, e quella di Enel in particolare, va verso la concentrazione di appalti sempre più grandi, tagliando fuori le aziende locali che dovrebbero rassegnarsi a far da subappaltatori. E questo nel silenzio delle istituzioni, a partire dall’amministrazione comunale, che hanno rinunciato ad interpretare ogni ruolo di garanzia e tutela dell’imprenditoria locale e quindi dell’economia del territorio.

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

''È ora di passare ai fatti''

TARQUINIA – È giunta mercoledì al gruppo ‘‘Tarquinia Nel Cuore’’ una comunicazione del consigliere regionale Enrico Panunzi, riferita alla relazione tecnico-economica necessaria per la realizzazione del tanto richiesto ‘‘ponte in legno alternativo’’, atto a consentire l’accesso alla spiaggia delle Saline, che giá lo scorso mese doveva essere in corso d’opera a cura del Comune di Tarquinia. Ebbene, la lettera di Panunzi recita: «Nonostante i numerosi solleciti, il Comune di Tarquinia non ha ancora provveduto a produrre la documentazione richiesta». 
Il gruppo di attivisti é piú determinato che mai: «Abbiamo accolto con favore l’appello che il Sindaco Mencarini ci fece a mezzo stampa a gennaio, tenendolo informato su tutti gli sviluppi della foce, e mediando noi, peraltro da cittadini non titolati, con la Guardia Costiera, la Regione Lazio e l’Agenzia del Demanio. Tra il 5 ed il 6 aprile abbiamo nuovamente chiesto informazioni sulla situazione del molo delle Saline, senza ricevere risposta alcuna. Come é prassi, dato che mai abbiamo ricevuto replica alle nostre richieste. Ed ogni volta, prima di giungere ad un intervento, che sia l’interdizione o che sia un sopralluogo, abbiamo dovuto aspettare che arrivasse in Comune una richiesta specifica in tal senso da parte della direzione competente della Regione Lazio». 
L’appello di ‘‘Tarquinia nel Cuore’’ é chiaro: «Siamo ad affidarci alla stampa per cercare di avere, come cittadini, come tarquiniesi, una risposta documentata che contenga non intenzioni future, ma dati certi e tempistiche sulla situazione della spiaggia delle Saline. Da Tarquiniesi vogliamo credere che il nostro Comune abbia la giusta considerazione del problema, anche perché la stagione turistica é ormai dietro l’angolo, e la spiaggia delle Saline non puó assolutamente rimanere inaccessibile». 

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

La Cpc ospita il Vallerano per la salvezza diretta

La Cpc2005 contro un Vallerano già salvo. La Virtus Anguillara con un Td Santa Marinella ancora alla caccia di un posto ai playoff. Questi i due incontri che decideranno la salvezza diretta dei portuali o i playout per rimanerci in serie C2. (Agg. 19/4 ore 17.49 SEGUE)

IL MOMENTO DELLA CPC – Alla vigilia dall’incontro che vale una stagione si recrimina, e non poco, anche se visto il girone di ritorno, cammino da retrocessione diretta, riuscire a salvarsi senza lo spareggio sarà una mezza impresa per la Cpc2005 di mister Fabrizio Nunzi. Importante il girone d’andata, dove si è costruito a suon di vittorie una larga parte di bottino, poi la testa non ha seguito più le gambe e i portuali sono stati capaci di compromettere quasi tutto quello che avevano costruito di buono. Giocarsela alla morte come fosse una finale la gara col Vallerano sarà l’unica prerogativa per non passare dalla lotteria dei playout. (Agg. 19/4 ore 18.24 SEGUE)

LO SCENARIO UTILE PER LA SALVEZZA – Un orecchio all’altro match dì Anguillara, perché anche da lì passa la salvezza diretta. Una sconfitta della Virtus non darebbe nessun senso a quanto possa accadere al centro sportivo dell’Uliveto, a pari punti sarebbe salva la Cpc2005 per gli scontri diretti. In caso contrario, dove la Virtus strappasse i tre punti alla Td Santa Marinella, servirà solamente vincere. Dirigerà l’incontro a partire dalle 15 di sabato il signor Fabrizio Tartaglia di Ostia Lido. (Agg. 19/4 ore 18.56)

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Terme Taurine: la Pro Loco ricorre al Tar

CIVITAVECCHIA – La questione aveva già fatto discutere a settembre, quando esplose il caso relativo alla disdetta della convenzione per la gestione delle Terme Taurine, da parte della Soprintendenza, a far data dal mese di aprile. E continuerà a tenere banco ancora per molto, considerato il ricorso presentato al Tar del Lazio da parte della Pro Loco cittadina. L’associazione presieduta da Maria Cristina Ciaffi, infatti, attraverso l’avvocato Claudio Arcadi, si è rivolta al tribunale amministrativo regionale per l’annullamento, previa ordinanza cautelare di sospensione della loro efficacia, della delibera di giunta del 22 gennaio scorso riguardante la nuova convenzione per la gestione del sito, tra il Comune e la Soprintendenza, della convenzione stessa e dell’allegato tecnico. “Atti e provvedimenti amministrativi – spiegano nel ricorso – gravemente lesivi degli interessi della Pro Loco, in quanto palesemente viziati da incompetenza assoluta, eccesso di potere sotto il profilo sintomatico di difetto e/o errata istruttoria nonché per violazione di legge”.

Come già accaduto per il caso della nuova convenzione con Enel, anche questa volta viene messa in discussione la competenza della Giunta. Secondo la Pro Loco, infatti, la nuova Convenzione stipulata tra Pincio e Sovrintendenza sarebbe dovuta passare in Consiglio comunale, e non approvata attraverso una sola delibera di Giunta, poiché si tratta dell’affidamento di un servizio pubblico e non di una semplice concessione d’uso. Tanto che l’approvazione dello schema della precedente convenzione – quella del 1998 in virtù della quale poi la gestione venne affidata proprio alla Pro Loco –  passò per la massima assise cittadina. E viene sottolineato anche un aspetto importante, in questo senso: l’atto sottoscritto tra Pincio e Sovrintendenza a gennaio andrebbe ad introdurre modifiche rilevanti, dalla durata che passa da tre a dieci anni, alle attività a cui si riferisce, fino agli oneri economici a carico del Comune a valere su più esercizi finanziari.

Nel ricorso viene messa in evidenza poi come la naturale scadenza della convenzione sia fissata ad aprile 2019, e non allo stesso mese del 2018 come erroneamente indicato dalla Soprintendenza: motivo per il quale, secondo la Pro Loco, la nuova convenzione non potrà che produrre i suoi effetti solo a decorrere dal 15 aprile 2019, compresa quindi la pubblicazione della procedura di evidenza pubblica per la concessione a terzi dei servizi posti a carico del Comune.

In ultimo la violazione di legge, relativa alla mancata comunicazione e mancata partecipazione al procedimento da parte della Pro Loco, lesa quindi nei propri interessi.

L’associazione difende quindi la propria titolarità alla gestione del sito archeologico, almeno fino al 15 aprile del prossimo anno, sottolineando validità ed efficacia del contratto di affidamento.

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Palio Marinaro: tradizione che unisce

Si sono svolte domenica mattina nel porto storico di Civitavecchia le batterie di qualificazione e le finali valide per la 38^ edizione del Palio Marinaro dei Rioni Storici di Civitavecchia in onore della patrona della città Santa Fermina promosso come sempre con impegno e abnegazione da parte della Mare Nostrum coordinata alla perfezione dal presidente Sandro Calderai. La mattinata di sport è iniziata con la disputa di due batterie femminili: San Liborio (team Invicibili con Margherita Fraticelli, Patrizia Manunza, Patrizia Paparo, Marzia Bonelli con il capitano timoniere Davide Orlandi), Pirgo (team Profumo di mare con Clara Ricci, Cinzia Forzano, Maria Teresa Stampella e Francesca Scotucci con il capitano timoniere Ciro Cozzolino), Cisterna Faro team Andos con Claudia Luciani, Sabrina De Santo, Tiziana De Spirito e Daniela Virtuoso con capitano timoniere Roberto Muliello) e Aurelia (con team Le Mutine con Lorella conti, Sandra Centurioni, Stfania Centurioni e Chiara Basconi con capitano timoniere Elio Urbani). In questa regata a qualificarsi per la finale sono stati gli equipaggi di San Liborio e Aurelia. Da rilevare che c’è stata una contestazione in quanto una barca sembra aver tagliato la strada a un altro equipaggio. Nella seconda batteria si sono sfidati i Rioni Storici Centro Storico (team Angeli Civitavecchia con Claudia Regina, Simona Cesaretti, Arianna Regina, Marzia Bianco con capitano timoniere Roberta Galletta), San Gordiano (team Stelle di Mare con Manuela Sodani, Laura Giammaria, Silvia Serpente, Stefania Melissari con capitano timoniere Antonino Ponzio) e Campo dell’Oro (con team Le Sirene con Letizia Del Vecchio, Maria Elisabetta Azarà, Oriana Pulvirenti, Daniela Braconcini (capitano timoniere Elio Urbani). Nella combattuta finale sul massimo gradino del podio il Rione Storico San Liborio, argento per il Centro Storico, bronzo per il Rione Storico Aurelia. Per i Senior vittoria del Rione Storico Aurelia (con il team Cantieri Ulisse con Ciro Farace, Orlando Di Donato, Fabio Buson, Emanuele Zena con capitano timoniere Damiano Maisano) al termine di una gara molto combattuta. (Agg. 17/4 ore 16.23 SEGUE)

IL COMMENTO DI CIRO FARACE DELL'EQUIPAGGIO MASCHILE DEL RIONE STORICO AURELIA – «Siamo stati contenti di vincere il Palio 2018 – spiega Ciro Farace del Rione Storico Aurelia – ma la cosa più bella è la parte di avvicinamento alla manifestazione dove si creano nuove amicizie: ognuno di noi porta la sua esperienza in barca, si fatica, si litiga; insomma si vive questa fantastica disciplina del canottaggio a sedile fisso che per me va onorata e vissuta con attenzione e professionalità. A tutti i team dico che il lavoro ripaga sempre, quindi remi in acqua e prua avanti tutta, il Palio estivo si avvicina».
Nella prima batteria si sono fronteggiati i Rioni Storici Cisterna Faro (con team Gli Elettrici con Gennaro Lo Iacono, Basilio Impastato, Massimo Astolfi e Matteo Fanciulli con Ciro Cozzolino capitano timoniere), Campo dell’Oro (con team Gli Inquadrati con Massimo Rossi, Mario Benedetti, Fabrizio Campo, Vincenzo Farace e con timoniere capitano Angelo Gasparri), San Liborio (con team Avis con Antonio Mattera, Roberto Ansaldo, Maurizio Appetecchi, Gianfranco Gargiulo con capitano timoniere Giorgio Ansaldo) con Cisterna Faro e Campo dell’Oro che sono passati in finale; nella seconda batteria Aurelia, Pirgo e San Gordiano: a passare in finale Aurelia e San Gordiano. Purtroppo un componente del Rione Storico Campo Oro è dovuto andar via per impegni di lavoro e, quindi, come da regolamento, cambiando un componente del team la squadra non può essere classificata. Al termine della finalissima ad avere la meglio è stato il team di Aurelia; secondo posto per il Rione Campo Oro che purtroppo non ha potuto essere premiato; secondo posto quindi per il Rione Storico San Gordiano e terzo posto per Cisterna Faro. Da rilevare il grande lavoro dei soci della Mare Nostrum senza i quali non potrebbe esserci il Palio: Enrico Grieco, Antonino Ponzio, Elio Urbani, Roberto Muliello, Mario Piscini, Gennaro Lo Iacono, Basilio Impastato, Davide Orlandi, Vincenzo Ricotta, Claudio Guida e la new entry Ciro Cozzolino che grazie alla loro passione per il mare e disponibilità sono fondamentali per la preparazione delle imbarcazioni e degli equipaggi. Altri importanti componenti sono i capitani e i governatori dei Nuovi Rioni Storici: Gianfranco Gargiulo, Margherita Fraticelli, Ciro Farace, Daniele Pinchi, Paolo Parigiani, Massimiliano Rossi, Antonio Mattera e Roberto Ansaldo. Il campo di gara è stato realizzato da Marco Corti della Lni. Giudici delle regate Giovanni Spinelli, Mario Piscini ed Enzo Ricotta. La creazione dei Rioni Storici si deve all’idea e al lavoro di Paolo Parigiani. Durante tutto l’anno da rilevare il lavoro grande e certosino del presidente Sandro Calderai e del Direttore Sportivo Enrico Grieco. Alla bella giornata di sport hanno partecipato il comandante della Capitaneria di porto Vincenzo Leoni, il vice presidente del Consiglio Regionale Devid Porrello e per l’amministrazione comunale c’erano Vincenzo D’Antò e il presidente del consiglio comunale Dario Menditto. A premiare con il presidente Sandro Calderai anche la presidente del Comitato Santa Fermina Ombretta Del Monte, la presidente della Pro Loco Civitavecchia Maria Cristina Ciaffi. (Agg. 17/4 ore 16.52 SEGUE)

LE DICHIARAZIONI DI PATRIZIA MANUNZA DELL'EQUIPAGGIO FEMMINILE DEL RIONE SAN LIBORIO – «Siamo felicissimi per questa vittoria – spiega Patrizia Manunza del Rione femminile vincente – quest’anno nel team abbiamo avuto una new entry, Rosa, la figlia della nostra Patrizia Paparo. Siamo appassionate di questa disciplina e del Palio e ci piacerebbe vedere sempre più persone mettersi in gioco e venire ad allenarsi, divertirsi e gareggiare con noi. Tutto il team dedica questa vittoria a Margherita, ultima ghettarola nata e sempre vissuta al Ghetto. È sempre motivo di orgoglio per la nostra squadra partecipare al Palio, in particolare proprio questo dedicato a Santa Fermina. Margherita, Marzia e io siamo le uniche donne ad aver vinto il Palio più di una volta: Marzia e io tre, Margherita due. Chiaramente non abbiamo intenzione di fermarci. Siamo orgogliose di rappresentare al meglio i colori del Rione San Liborio, il nostro quartiere». (Agg. 17/4 ore 17.20)

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Dlf, continua la marcia dei 2002

Ancora un weekend in chiaro scuro per le formazioni biancoverdi di viale Baccelli. Continua la marcia degli Allievi 2002 che espugnano “Le Muracciole” di Aranova per 1-0 portando a cinque i punti di vantaggio sulla diretta inseguitrice, disputando però una gara in più. Fantastico il risultato di parità ottenuto dai Giovanissimi 2004 nella tana del Campus Eur, seconda forza del campionato. Pari, che muove la classifica, per i Giovanissimi Sperimentali 2005. Riprovevole sconfitta patita dai Giovanissimi Regionali 2003 travolti sul campo del Montespaccato. (Agg. 17/4 ore 16.05 SEGUE)

LA GARA DEGLI ALLIEVI DEL DLF – Nonostante una formazione rimaneggiata a causa delle assenze per motivi di salute e il conseguente innesto dei classe 2003 nella rosa, gli Allievi Provinciali Fascia B 2002 cari al sodalizio di viale Baccelli continuano a mietere successi e mandano kappaò l’Aranova, vincendo sul proprio terreno per 1-0. 
I dielleffini continuano la corsa verso quel titolo regionale perso lo scorso anno e, alla ventiduesima giornata è ormai un discorso a tre con il Giada Maccarese in vantaggio su Dlf e Ostiantica. Ancora una volta i ragazzi guidati da Massimo di Pietro hanno saputo leggere e interpretare alla perfezione una gara complicata, maschia ma nello stesso tempo estremamente corretta. Il successo è maturato intorno al 10’ della ripresa grazie alla rete di Capretti che ha permesso a dielleffini di conquistare l’intera posta in gioco. 
Molto appagato Mister Di Pietro che commenta: «Sono felice sia per il risultato che per la compattezza del gruppo, oggi eravamo privi di due pedine fondamentali per l’economia del nostro gioco, ma chi li ha sostituiti lo ha fatto in modo egregio. La partita è stata come ce la aspettavamo, ovvero molto difficile e contro un avversario molto ostico. Proseguiamo sulla nostra strada non perdendo di vista il nostro obiettivo». 
Dlf Civitavecchia: Unali, Lupoli, Della Ragione, D’angelo, Marongiu, Buono, Tenan, Zerilli, Brizi, Marini, Crescentini, Capretti, Cirotto, Bencini, Moretti. Allenatore: Massimo Di Pietro. (Agg. 17/4 ore 16.38 SEGUE)

I TEAM DELLA CATEGORIA GIOVANISSIMI IN MAGLIA BIANCOVERDE – Un nuovo pareggio, stavolta per 1-1 sul campo del Campus Eur, arriva così un altro risultato positivo per i Giovanissimi Regionali Fascia B 2004, frutto di una buona prestazione. 
Con più di sette defezioni, tra squalifiche e infortuni, con una rosa imbottita di sotto età, tra cui ben quattro 2006, i Giovanissimi Regionali 2004, guidati da Fabio Secondino, vogliono continuare a stupire, e con una prestazione di grinta e cuore, strappano un buon punto sul temibile green del Campus Eur, costringendo i capitolini ad accontentarsi del pari. Il Campus Eur perde così la seconda posizione in classifica, ad appannaggio della Leocon. Non ne approfitta invece il Civitavecchia 1920 fermato dal Montefiascone.  
Gara tecnicamente perfetta, quella condotta dai biancoverdi, che contrastano i locali in ogni parte del campo. Succede tutto nel primo tempo, quando i ritmi sono alti e la palla viaggia velocemente. Al 10’ è il Campus Eur che trova il vantaggio con il gol di Iattarelli ma i biancoverdi sono reattivi e dopo appena due minuti trovano subito il pareggio con Mura. La gara è piacevole e ricca di capovolgimenti di fronte con il possesso palla favorevole al Campus Eur, senza però mai impensierire la retroguardia biancoverde. Anche la ripresa è una fotocopia della prima frazione di gioco, con il Campus Eur che gira palla e un Dlf che chiude bene gli spazi e non disdegna di ripartire sulle fasce. Un pari tutto sommato giusto considerando che i capitolini non sono stati mai realmente pericolosi e che la buona organizzazione difensiva e l’interdizione di centrocampo non hanno mai dato modo al Campus Eur di avere chiare occasioni da rete. 
«Era importante dare continuità alle buone prestazioni delle scorse settimane – commenta un compiaciuto Secondino – siamo l’unica squadra che su questo campo ha conquistato un punto, tutte le altre hanno perso. Penso che questo avvalori ancor di più lo stato di forma dei miei fantastici ragazzi. Non abbiamo ancora fatto nulla, dobbiamo continuare a lavorare e a sudare, poi il campo sarà giudice».
Dlf Civitavecchia: Notari, Carannante, Bergantini, Giustiniani, Di Giorgio, Baroncini, Shabanaj, Elisei, Mura, Malservigi, Velardo, Maroncelli, Cesarini, Monteneri. Allenatore: Fabio Secondino.
Ancora una volta la formazione dei Giovanissimi Sperimentali di mister Giuseppe Grosselli paga dazio di inesperienza e perde l’ennesima occasione per suggellare una vittoria strameritata. Tra le  mura amiche finisce 2-2 contro l’Honey Soccer dopo i 70 minuti di gioco. 
Al Dopolavoro è di scena la ventiduesima giornata del campionato Provinciale, i biancoverdi ospitano l’Honey Soccer, formazione romana che viaggia a centro classifica. Per i dielleffini, nella cui rosa è sempre più presente una buona componente classe 2006, il risultato finale non ha un valore determinante come invece lo è la crescita dei suoi giocatori, che stanno facendo passi da giganti. La gara racconta di una squadra che approccia bene la gara e mette in seria difficoltà la difesa romana. Poi, come spesso capita nel calcio è l’Honey ad andare in vantaggio. I biancoverdi non mollano la presa e cominciano a macinare gioco. Al 20’ la tenacia biancoverde è premiata con il pareggio realizzato da Di Stefano. La ripresa scorre via senza particolari sussulti con i dielleffini che controllano la situazione gestendo il possesso palla e limitando le iniziative dell’Honey. Gli allenatori attingono dalla panchina per cercare forze fresche, ma comunque permane la parità. Al 20’ il lampo che permette al  Dlf di passare in vantaggio porta la firma del nuovo entrato Mura. 
A vantaggio acquisito i padroni di casa hanno avuto almeno tre occasioni clamorose per portarsi sul 3-1, ma come spesso capita nel calcio, i biancoverdi sono puniti in una delle pochissime azioni pericolose degli ospiti, che vanno a segno a quattro minuti dal termine. 
A fine gara mister Grosselli, visibilmente insoddisfatto del risultato ottenuto, analizza così il match: «Abbiamo fatto una buona prestazione e per questo meritavamo la vittoria. Siamo stati poco lucidi e molto imprecisi nei momenti decisivi. 
Abbiamo avuto la foga di vincere e questo ci ha portato ad essere poco concreti in alcune occasioni, nel complesso ho visto una buona squadra compatta, che ha lottato su ogni pallone che ha solo mancato nella fase di finalizzazione nelle fasi cruciali, lavoreremo più intensamente anche su questo fondamentale». 
Dlf Civitavecchia: Orchi, De Gianni, Leone, Di Gennaro Baracco, Vargiolu, Del Rio, Conte, Elisei, Velardo, Di Stefano, Zerilli, Locci, Santacroce, Capelli, Bertini, Mura. Allenatore: Giuseppe Grosselli. (Agg. 17/4 ore 17.07)

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###